Energia repulsiva e non energia oscura.

 Dalla fine del secolo scorso, le osservazioni dello  highredshift delle supernovae di  tipo-I  hanno inaspettatamente mostrato che l’espansione cosmica è attualmente in una fase di accelerazione. La causa fisica è sconosciuta.

I fisici teorici si stanno ravanando il cervello per dare una spiegazione.
Formalmente, questa accelerazione è attribuita a un termine supplementare avente una pressione negativa nelle equazioni della espansione.
In termini più comprensibili sarebbe attribuita ad una misteriosa materia-energia che rappresenta circa il 75% e forse il 90% della densità di energia totale dell’Universo. Nel caso più semplice corrisponde ad una costante cosmologica, forse associata all’energia del vuoto quantistico.  

Oltre alla teoria cosmologia standard varie alternative sono state proposte per spiegare la velocità “cosmica-up”, invocando campi scalari o modifiche della relatività generale, come estensioni di dimensioni extra o di ordine superiore.

Alcuni scienziati sostengono che energia oscura e materia oscura sono la stessa cosa, altri che sostengono che la materia oscura addirittura non esista. 
Recentemente è arrivata una nuova teoria, secondo la quale la materia oscura non sarebbe fatta di particelle individuali, ma composite, per esempio atomi ‘oscuri’, composti da protoni ed elettroni ‘oscuri’, tenuti assieme da una forza altrettanto misteriosa. 

Insomma mi sembra di capire che l’unico fatto certo  è che su questa materia al momento attuale esiste, tra gli scienziati, la confusione più totale. – mi fa osservare il mio cane  

Giusto, ma capire qualcosa della consistenza della misteriosa ‘materia oscura’ contribuirebbe a spiegare molto dell’universo stesso, e delle regole che lo governano. A questo proposito c’è il contributo di un fisico teorico italiano, Massimo Villata dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Pino Torinese, con una nuova teoria.  

Quale sarebbe questa novità – mi domanda Bleff  

Villalta afferma che il concetto di energia oscura è una sorta di idea ad-hoc della cosmologia standard e che è privo di significato fisico. Assieme ad altri scienziati sta cercando nuove spiegazioni all’espansione accelerata dell’Universo introducendo altre forme di gravità di natura repulsiva. 

L’idea dell’energia oscura potrebbe essere sovvertita dal concetto di gravità repulsiva.  

Se ciò si dimostrerà vero, allora la gravità repulsiva potrebbe forse derivare dall’antimateria che si cela nei grandi spazi vuoti. Quindi niente materia oscura e forza oscura, ma solo una forza repulsiva generata dall’antimateria. Una teoria che sovvertirebbe l’attuale teoria cosmologica.  

Quando mi accontenterai parlerandomi di cucina che la capisco meglio e forse anche gli altri? – sono le ultime parole di Bleff che se ne va, direzione la ciotola.  

Uhm!

Questo è l’articolo (in inglese): [articolo scientifico]
Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, I misteri dell'universo, Misteri, Ultime dallo spazio, Universo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Energia repulsiva e non energia oscura.

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ciao Silvano, questo articolo un pò impegnativo, o forse sono con la testa altrove, stiamo in partenza fra pcco andiamo via con il camprer.. mi sento un pò persa fra tutte queste cose, torno lunedì rileggo e magari capisco qualcosa… ti abbraccio e ti auguro un sereno fine settimana.. lo faccio come Bleff scapo via 😉

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Allora buon viaggio, cara Pif.
    Un saluto anche da Bleff, che ora dorme.

    Mi piace

  3. semprevento ha detto:

    Redshift…sono andata a vedere che roba è!
    Ho solo capito che è proporzionale..a cosa? all’allontanamento dall’oggetto…ma vai a sapere te se è davvero così…
    Oggi sei ostico!
    ma l’ossevazione di Bleff è pari pari a quelo che mi è giunto nella mia materia oscura….il cervello.
    Che poi mi par di capire che non dovrei chiamarlo così…visto il tale casotto ravanato, che mi fa sempre venire a mente i ravanelli , .
    ma vedi un po’, se non ci capiscono nulla loro cme puoi pensare che ci capisca io qualcosa!!!
    Lo fai apposta….mi lasci a bocca aperta..ma solo perchè rido!!!
    Gracità repulsiva..uhm…mi fa venire in mente ….gravità permanente, e proprio perchè permane ne consegue la repulsività…parola che me la sottolinea sbagliata..un aggettivo che non esiste?
    repulsione? che significa anche schifo…ma non credo sia il caso in questo contesto…o forse solo un pochino…nel senso che scatta qualcosa che fa schizzare via qualunque oggetto….
    Senti..ma perchè non mi parli di piramidi??? lì sono un po’ più morbida…si lo so che c’hai la pagina dedicata all’Egitto ma non ci vado perchè mi sento un po’ troppo a casa…
    uff..Bruce non ti posso aiutare con questo dilemma astronomico…aspetterò gli sviluppi di questi topi da laboratorio…topi nel senso che sono rintanati nei loro camicioni bianchi e non escono mai ad incontrare un po’ di vento…ecco!!
    A proposito..il tu’ fratellino??? salutamelo tanto…e se mi manda una cartolina della torre parigina..o magari Notre Dame in una veste nottuna…sai che bello!!
    ora ti vo a rispondere di là…su fotovento.
    Dai una pacca a Bleff..gli son nel cuore…
    cmq..attendo spiegazioni su questo coso , articolo..che poi è in inglese…ma ti pare????
    m’incasino assai con l’italiano ….roba da Tiffany!!!

    Mi piace

  4. bruce ha detto:

    Lo so, alle volte lo faccio apposta. Una specie di screening, poi te lo spiego.
    Birbante vero?
    Ah! Ah!, però che ganza che tu sei. Mi piace il tuo modo elegante e piacevole di ‘scivolare’ su certi argomenti impegnativi.

    Redshift? Ora te lo spiego perché non è molto difficile.
    C’hai presente una autoambulanza? Cosa c’entra? C’entra, c’entra.
    Anche se non la vedi, sai riconoscere quando si avvicina e quando si allontana. Si chiama effetto Doppler. Ovvero l’autoambulanza, rispetto all’osservatore, prima rincorre le sue stesse onde sonore emesse nella tua direzione e poi ci si allontana da esse.
    La stessa cosa succede con la luce emessa dalle stelle. Solo che la luce è colore. Diciamo, per semplicità, che quando la luce viene ‘compressa’ dalla stessa stella che avanza nella nostra direzione è nel campo delle luce azzurra (frequenza più alta), mentre se si ‘allontana’ è nel campo della luce rossa (frequenza più bassa).
    Siccome la frequenza osservata delle stelle è spostata verso il rosso, questo significa che l’universo è in espansione.
    Semplice no? Boh!

    Eppoi tutta l’astrofisica non è così incomprensibile come sembra.
    I fisici teorici hanno a disposizione gli stessi concetti che abbiamo noi, la forza, la massa, le aree, la distanza, la densità, la pressione, il tempo, la velocità della luce ecc.. E poi li mettono insieme in formule per spiegare centri fenomeni.
    Succede che alle volte certi fenomeni sfuggono alle stesse equazioni, allora ci si inventa qualcosa, qualche costante per aggiustare le cose come quella di Hubble che fa proprio al caso dello Redshift. Poi quando anche questo non basta allora … allora si inventano qualcos’altro: dimensioni supplementari, masse oscure, forze oscure, masse e forze negative (antigravità).

    Vado a fare la seconda colazione, mi è rivenuta fame.

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Ah, lo spostamento verso il rosso-effetto doppler!- interessante. Doppler constato’ questa cosa con le onde sonore…e fra queste e le onde radio ci sono delle analogie, come in questo caso.
      ***********************************************************
      “Gravita’ repulsiva generata dall’antimateria”? Se e’ cosi’ allora non esiste piu’ la questione del “perche’ la materia ha prevalso sulla antimateria”? Se l’antimateria e’ capace di far espandere l’universo in modo accelerato e “replusivo” di antimateria ce ne sarebbe tanta, e addio “paradosso”.

      Potrebbe invece co-esistere, con la materia visibile, un’altra forma di materia che, oscura non e’, ma soltanto non percepibile dai nostri sensi o dai nostri strumenti..per eventuali esseri fatti di “tale materia” sarebbe questa, per “loro”, la materia oscura.

      “Energia del vuoto quantico”: “Effetto… Casimir”?-“due sottili lamine fatte “allontanare fra loro” dal..vuoto” da quanto ho letto. Puo’ essere? Ciao Bruce.

      Marghian

      Mi piace

  5. semprevento ha detto:

    l’avevo letta la spiegazione su wiki…ma l’ambulanza e l’effetto doppler m’hanno confuso…Ora ho capito…hahahahahh sei un prof ecccezionale….ma non ci prende il vizio perchè oggi ho capito, ma domani ..chissà!
    Mica c’avevo pensato al fenomeno dell’ambulanza e della sua sirena..certo che vanno a mettere dei nomi così strani ai fenomeni….a me pare che questi fisici si complichino la vita.
    Eppoi non pare difficile a te…ma a me si…non ho mai brillato in questo campo, ne nella matematica…te lo dissi che per capire che cos’era un meridiano e un parallelo mi ci volle un sacco di tempo,li confondevo sempre…eh si anche in geografia facevo pena.
    comunque…la luce azzurra quando è vicina, la luce rossa quando s’allontana…non fa una piegaaaaaa!!!

    ieri sera ho sistemato qualche fotoTUA…sempre bella la neve..nonostante i suoi effetti devastanti..
    buona colazione… 🙂

    Mi piace

  6. Leonardo Rubino ha detto:

    Bell’articolo. Giustamente critico.

    E anche io, purtroppo devo constatare che gli scienziati hanno abbandonato del tutto il metodo scientifico. Ma come si fa ad inventarsi di sana pianta, ogni giorno, un oggetto nuovo, senza nessuna base scientifica di partenza? Wimps, gravità repulsiva, materia oscura (pesantissima, tantissima, ma trasparente…in quanto noi le galassie le vediamo benissimo…). Ma se io sento dei rumori in soffitta, non sono autorizzato a supporre l’esistenza dei fantasmi; magari sono i topi, o i colombi, o il vento.
    Materia ed energia oscura fantomatiche che sono molto di più dell’osservabile: MA COME SI FA A DAR FIDUCIA AD UN AMMINISTRATORE CHE È IN GRADO DI RENDER CONTO DI MENO DEL 5% DEL PATRIMONIO AMMINISTRATO, SENZA CONSIDERARLO POCO COMPETENTE?

    Galileo Galilei ed Occam si staranno rivoltando nella tomba.

    Poi, addirittura, adesso, stanno constatando una quantità di positroni nei raggi cosmici e subito vogliono usare la cosa per dire che essi si sono formati tramite delle interazioni nella materia oscura. Ma ci rendiamo conto?
    Usano ogni cosa, in modo fanciullesco, per spostare il discorso su ciò che loro desiderano in quel momento.
    Mi viene in mente la storiella di Pierino, che aveva studiato il leone e all’esame gli chiedono, invece, il serpente; e allora lui risponde: “Il serpente è un animale cattivo; quasi cattivo quanto il leone. IL LEONE………….”
    Ma, del resto, l’ho sempre detto: la vicenda imbarazzante dei neutrini superluminali, imperdonabile soprattutto a quei tanti teorici che non l’hanno respinta immediatamente, così rinnegando tutto l’elettromagnetismo, che loro mal conoscono, evidentemente (e sappiamo bene come è poi finita) è un fortissimo segnale dal cielo; è Dio che sta dicendo loro: “E’ finita!” “Game Over!”
    http://rinabrundu.files.wordpress.com/2012/11/anything-but-superluminal-neutrinos-and-divine-bosons-by-leonardo-rubino.pdf

    Il mio parere sulle galassie e sulla materia oscura è invece il seguente, semplicistico, ma un tantino più plausibile:

    http://vixra.org/pdf/1306.0197v1.pdf

    E dell’energia oscura, io personalmente non ne ho bisogno, in quanto, a mio avviso, l’Universo si sta contraendo, e la gravità, banalmente, lo testimonia e ne giustifica l’accelerazione:

    http://rinabrundu.files.wordpress.com/2012/06/lavvocato-hubble-e-la-presunta-espansione-delluniverso.pdf

    http://www.aliveuniverseimages.com/documents/004-uge.pdf

    Saluti.
    Leonardo Rubino.
    leonrubino@yahoo.it

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao Leonardo, ho salvato tutti i tuoi articoli in pdf. Puoi essere certo che li leggerò (forse è meglio dire gli studierò). Mi piace il tuo modo sapiente di esser critico “a ragione”.
      Un saluto e grazie per l’apprezzameto. Troppo generoso.
      Ora sto scrivendo (forse è meglio dire che sto ragionando col mio cane) qualcosa sulla esistenza delle civiltà aliene: esistono? Boh!

      Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...