Cromoterapia

Mi sono imbattuto, dietro suggerimento, in un blog di persona apparentemente seria e acculturata. Allegato trovo un link ad un ‘Magazine’ ispirato alla creatività.  Belle foto, e tanto colore. Già, il colore!  E proprio nell’elogio al colore, forse per un eccesso di amore per il colore, forse per strabiliare, o semplicemente per attirare le falene con argomenti ‘sensibili’ di facile presa, mi imbatto in una spiacevole sorpresa: la cromoterapia. La convinzione degli effetti curativi dei colori. 

Che i colori provochino nei soggetti una sensazione di “benessere” psicologico era risaputo. Basta pensare alla vista di una ragazza dai capelli biondi, una Ferrari rossa, una stanza rosa, basta pensare alla sensazione di benessere che prova una donna nel portare un foulard carminio o pantaloni rossi, ma che ad essi venissero riconosciute pratiche terapeutiche è troppo. E’ troppo che nel ventunesimo secolo ci siano ancora persone che sono ancora legate a pratiche da medio evo.

Cosa pensano i fautori di questa terapia?
I fautori di questa terapia pensano che l’energia di un colore sia percepita non solo dalla pelle ma anche dagli organi interni, la cui funzionalità verrebbe in tal modo a essere modificata. 
Il colore può essere assorbito in vari modi dal corpo, dallo spirito e dall’anima (ma  pensa te!): attraverso l’alimentazione; attraverso gli alimenti irradiati con i colori; la luce solare; l’irradiazione della pelle con la luce “artificiale”; il bagno nei colori (questa è bella); attraverso la meditazione dei colori (quest’altra invece è grandiosa).

Quali sono i benefici di questa terapia?
Gli effetti dell’assorbimento dei colori da parte degli organi interni produrrebbero i seguenti effetti: dilatano o restringono i vasi sanguigni; alzano o abbassano la pressione sanguigna; aumentano la produzione dei globuli rossi; sostengono i globuli bianchi; distruggono i batteri; sostengono il sistema immunitario; proteggono i tessuti dagli aggressori; accrescono l’attività dei tessuti; aumentano il trasporto di ossigeno nel sangue; regolano lo scambio tra i tessuti e le ossa; favoriscono la formazione di enzimi, oligoelementi e vitamine; attivano e rendono stabile il metabolismo.
Anemia con il colore rosso, difese immunitarie con il colore arancio, bronchiti  reumatismi e sinusiti con il colore giallo, calvizie emicranie e sciatalgie con il verde, il violetto come purificatore. Ma attenzione, l’esposizione alla luce colorata deve protrarsi generalmente per parecchi mesi per avere qualche effetto.
E mi fermo qui. Basta!  Non ce la faccio più a leggere queste ridicolaggini.

Orbene facciamola finita con queste pratiche da incantatori di falene.

L’efficacia della cromoterapia non è mai stata dimostrata scientificamente.

Il suo limite naturale sembra essere il valore simbolico dei colori, che varia molto da una società all’altra. Il rosso, per esempio, esprime aggressività nel mondo occidentale e gioia in quello orientale. Io porto cravatte gialle per lungo tempo eppure soffro di reumatismi. I vegetariani che ingeriscono ingenti quantità di cibi di colore verde non dovrebbero soffrire di malattie coronarie, di mal di testa, ma nel frattempo sarebbero esposti a tutti le altre malatie.

La terapia con i colori, al pari di ogni intervento in cui conta molto l’effetto placebo, risulta tanto più efficace quanto più il paziente ci crede. Il fatto che egli sia convinto dell’efficacia del metodo è spesso sufficiente; questa terapia non presenta generalmente alcun pericolo, tranne quando il terapeuta mette l’accento sulle virtù curative di alcuni cibi di un dato colore.

La valutazione dell’efficacia dei colori è essenzialmente frutto dell’intuizione, più che della deduzione scientifica.

La scienza la nega con vigore, sulla base di studi e prove, la efficacia o la pericolosità, come la variegata fauna new-age, no-global, alternativa che pretende di dire la sua. Purtroppo la nostra società è attraversata da una sorta di rigetto verso la Scienza e la cultura scientifica. C’è voglia di instaurare una “nuova era”, con un diverso rapporto con la Natura, un ritorno ad una vita che segua ritmi antichi, una nuova ecologia, una nuova, profonda armonia universale.

Da una parte queste aspirazioni sono legittime e desiderabili; ma dall’altra c’è chi si approfitta di questa moda, chi aderisce con atteggiamenti da guerra santa, o chi accetta in modo assolutamente acritico una filosofia di vita che vede nella Scienza e nel razionalismo le cause della crisi e dei mali della nostra epoca, e combatte più o meno apertamente -o subdolamente- il pensiero scientifico e razionale.

Io ritengo che la crisi e i mali della nostra epoca dipendano dalla diffusa e fondamentale ignoranza di cosa sia veramente la Scienza e il pensiero scientifico, di cosa significhi fare ricerca scientifica. Di fronte alla dilagante ondata di irrazionalità sul Web, sappiate che, quando vi imbattete in uno degli argomenti che riguardano soprattutto la salute è necessario “drizzare le orecchie” e controllare bene la qualità delle informazioni che vengono fornite, perchè questi sono argomenti preferiti e ricorrenti di disinformazione, e ci sono ottime probabilità che quella che state leggendo sia solo spazzatura. Dunque, occhi aperti e non abboccate.

P.S. Il mio cane ha il mantello colore fulvo intenso tendente al rame o alla cannella. Non ho saputo rispondere di quali benefici terapeutici ne stia godendo visto che porta quel vestito colorato da sempre. Mi informerò meglio.


Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Bufale, Salute e Benessere e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cromoterapia

  1. semprevento ha detto:

    O Bruceee…mi gambizzi così tanto lavoro???
    Maremma ciua!!
    La cromoterapia ….non credo che curi le malattie e lo sappiamo bene…ma sappiamo che i colori influiscono nella nostra vita…cioè nel nostro spirito…ora che si voglia curare le malattie con delle belle pennellate ….beh…io ci andrei tanto ma tanto caita…anzi un c’andrei proprio…escludo a priori ogni cosa…
    e come dici tu ogni paese ha la sua chiave di lettura…dipende dalla cultura…
    un pò come i fiori…quelli di Bach…ad ogni goccia corrisponde uno struggimento da eliminare.
    Un decotto, un infuso, una tisana da bere prima di dormire e ti concilia il sonno…
    la camomilla si sa…calma..ma mica tutti..io quando sono incavolata mi bevo un bel caffè al barre!
    Non credo che la cromoterapia faccia male….attorniarsi di colori che son gradevoli ai nostri gusti fa bene…allieta un pochino….
    pensa se tu dovessi lavorare in un ufficio tutto rosso o blu …la sera avresti gli occhi come palle da calcio….saresti fotonico e irascibile con tutti….
    mentre il bianco, il verde chiaro…il celeste ti rilassano, se non ti guariscono almeno la vista ne gode!
    io adoro l’arancione…ma mica posso fare la cucina tutta arancione…..mi verrebbe il mal di testa!
    Ora io ho preso la cosa scherzandoci su… e mi auguro che non ci sia nessuno che crede che mangiando verde guarisca da un tumore all’intestino…anche perchè l’è sempre marrone ciò che esce!
    Pardon….ma ci stava benino….
    mi vo a rileggere Magazine…ero così presa dalla mia Lettera d’amore…. 🙂 la piu bella del mondo…che ho lasciato i colori da parte..porelli….
    ci si può anche commentare..sai!!!
    Bacione bell’omo!

    Mi piace

  2. silvanodonofrio ha detto:

    Sono serio.
    L’unica cosa “sincera” è la tua Lettera d’amore.
    Il resto, non me ne vogliate nè te nè l’autore, mi sembra tutto artefatto, ovvero fatto ad arte per piacere, per attirare le falene, per auto compiacersi, per fare bella sfoggia di se. Ma forse mi sbaglio.
    Personalmente ammiro le persone … più modeste, che non vogliono apparire a tutti i costi, che non hanno la mania di strabiliare, che non sono sempre ovunque e possibilmente in prima fila.
    Ciao bella, un giorno scriverò qualcosa sui cosiddetti “piacioni”.

    Mi piace

  3. silvanodonofrio ha detto:

    Sono ancora serio, perchè l’argomento è serio.
    Alle persone che teorizzano certe pratiche andrebbe tolta la tessera sanitaria, perchè guarda caso poi ricorrono alla medicina “classica, scientificamente riconosciuta” quando hanno problemi di salute e le loro cure “alternative” si dimostrano inefficaci e spesso dannose.

    Per quanto riguarda i colori, beh ti ho detto che mia moglie ha fatto un balcone di piante di fiori tutti colorati. Questo la dice lunga di quanto amiamo i colori. Il mio colore preferito? Boh! non ne ho uno in particolare, forse l’azzurro del mare, il verde dei prati, il rosso dei papaveri, il rosa della rosa, il bianco della margherita, il viola delle mammole. Non so, per chi ama i colori, li ama tutti.

    Mi piace

  4. business review ha detto:

    Per applicare correttamente i principi della cromoterapia e necessario stabilire e capire quali colori servono e dove agiscono poiche ogni colore e specifico per un disturbo fisiologico. ….Corinne Heline nel testo Healing and Regeneration through Color del 1976 riportava delle ricerche secondo le quali il colore ed il suo uso terapeutico possono allungare la vita di una persona di circa dieci anni e che ogni colore stimola una parte diversa del corpo ad esempio il giallo aiuta a riattivare il sistema nervoso il verde accresce la vitalita il viola agisce sulle ossa etc. raccomandando sempre la massima cautela per non rischiare di ottenere gli effetti contrari…..Colori al posto delle medicine….Il corpo quando e in condizioni ottimali e in grado di assorbire dalla luce bianca tutte le lunghezze d onda di cui ha bisogno nel momento in cui pero qualcosa turba la salute dell organismo quella parte non e piu in grado di assorbire il colore e quindi bisogna fornirglielo in modo mirato….. E stato profetizzato che verra il giorno in cui i dottori invece di medicine prescriveranno raggi visibili di diversa lunghezza d onda a seconda della natura della malattia dr.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...