Esistono i multiuniversi?

In principio c’era l’uomo. Ed anche la donna.
Loro due soli nell’universo, tutto il resto a guardare o a fare da scenario. La luna, il sole, le stelle.
Poi abbiamo perso il primato centrale nel sistema solare, poi abbiamo capito che nemmeno il sole era poi un granché, confinato com’è alla periferia di in un braccio della spirale della Via Lattea, poi abbiamo scoperto che la stessa Via Lattea era soltanto una delle tante galassie che popolano un Universo sconfinato.
Poi abbiamo cominciato a dubitare della unicità della vita sulla Terra e che forse esistono altri mondi al di fuori della Terra. E forse altri esseri viventi.

Ora si fa sempre più insistente la possibilità che esistano altri universi. I multiuniversi.
Nel corso degli ultimi anni, infatti, i cosmologi si sono “divertiti”, per così dire, ad introdurre nuove ed affascinanti idee sul fatto che il nostro l’Universo potrebbe non essere l’unico esistente. In altre parole, ci sarebbero tanti universi, forse miliardi di altri universi, insomma il nostro Universo potrebbe far parte di un grande multiverso.

E’ solo un divertimento o la follia degli scienziati o c’è una ragionevole lucidità?
Gli scienziati parlano di una sorta di ‘super rivoluzione copernicana’ per cui così come il nostro pianeta è uno tra i tanti che esistono nella Via Lattea e, certamente, in altre galassie, allo stesso modo il nostro Universo non è altro che uno dei tanti che esistono là fuori.

La scienza è come guardare l’orizzonte. Più sali in alto più l’orizzonte si allarga.
Al di là del nostro orizzonte cosmico, non abbiamo ragione di non credere che l’Universo finisca. Può darsi che esistano infiniti universi come il nostro ognuno dei quali è caratterizzato da una determinata distribuzione di materia e dove operano le stesse leggi della fisica.

multiverso1L’idea che non vuole che l’Universo sia un insieme unico e interagente in ogni sua parte deriva dalla semplice considerazione che la velocità della luce è finita. Da qui si deduce che non possiamo non arrivare alla conclusione che essa illumina solo una parte di Universo, esattamente quella che è riuscita fino ad oggi a raggiungere.
Esiste dunque un orizzonte, in espansione, oltre il quale esiste un altro Universo impossibilitato a mettersi in comunicazione con il nostro, dato che da esso non ci è  pervenuto ancora nessun segnale. Un po’ come quando di notte i fari della nostra macchina illuminano solo un breve tratto di strada, nascondendoci il resto del paesaggio che si svela solo procedendo nel tragitto. E’ facile capire che quella parte dell’Universo, oltre l’orizzonte attuale, è un luogo a noi del tutto sconosciuto, privo di qualsiasi comunicazione con il nostro e a cui è del tutto legittimo pensare come ad un altro Universo.

Oggi, la maggioranza dei cosmologi accetta questa idea di multiverso che lo scienziato Max Tegmark definisce di “primo livello”.
Naturalmente gli scienziati si aspettano che oltre l’orizzonte le cose, ovvero le leggi fisiche, continuino ad andare come dalla nostra parte.
Altri, invece, vanno oltre nel senso che ritengono che ogni universo sia diverso dall’altro, sia caratterizzato da proprie leggi fisiche e, forse, contiene un numero diverso di dimensioni spaziali e dove, nella maggior parte di essi, la vita non si è sviluppata.

Questa seconda idea di multiverso viene chiamata dallo scienziato Alexander Vilenkin di “secondo livello”. In questo scenario, il quadro che ne emerge è estremamente drammatico in quanto il multiuniverso è costituito da un numero infinito di universi in ciascuno dei quali esiste un numero infinito di galassie, un numero infinito di pianeti e un numero infinito di esseri che li popolano.

Per amor di completezza vanno aggiunti anche gli Universi di tipo III, corrispondenti a quelli di H.Everett ma di questi avremo modo di parlare più estesamente in seguito.

Con soddisfazione del mio cane che non ne poteva più.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, Astronomia, Universo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Esistono i multiuniversi?

  1. semprevento ha detto:

    stamani esiste la multipalle!!!
    vado a far la spesa….altrimenti collasso io…dal caldo….
    che nervi….
    buongiornooooo …..ma te è da mo che sei uscito….
    io kiro lo porto ora….ma pare mi vada in tasca….dorme come un fagiolo!!!
    riflettiamo sui fagioli…forse a Bleff piacciono .. 😛
    adopovento

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    buon giorno bella donna
    e già, sono uscito di buon’ora stamattina per evitare la gente, sono stato con Bleff per quasi due ore in una spiaggetta a fare il bagno. Mi saltava addosso per la contentezza, ho tuttte le braccia raschiate. Ma va bene così, sono contento per lui. Ora dorme spaparanzato sotto la scrivania e devo fare attenzione a non dargli calci.
    Fra poco spesa anche per noi e osso di bue a Bleff, i fagioli non gli piacciono, roba da gatti mi ha detto.
    ciao fiumeinpiena. 😀

    Mi piace

  3. semprevento ha detto:

    il tuo Bleff è molto molto fortunato!!!
    Son contenta….lo ami tanto..ma tanto….e si legge!!!
    io sono uscita ieri sera veso le una e mezza….che silenzio…
    qualche tipo strano…eh dalle mie parti parlare di stranezze è normalità…ci preoccuperemo se non ci fossero!!!
    Ma Kiro mi fa da guardia…e quindi mi posso azzardare ad uscire anche nelle ore col bollino rossissimo!!!
    …che mattinata….ho trovato un tipo al supermecato…non troppo normale…e certo che anch’io me li tiro addosso !!! ma secondo lei signora…è bello come regalino?
    io intanto con tre borse stivate di roba lo guardavo e dicevo si, bellino..utile…è un buon sapone.
    stavo per uscire e lui dietro con una boccia di bagnoschiuma…ma secondo lei anche questo è bello per un regalino?

    ((ed io ripensando alla camminata…ripensando che dopo aver messo tutta la roba sul nastro mi accorgo di aver lasciato il portafogli a casa….rimetti tutto nel carrello, portalo al box accompagnata dal cassiere che gentilmente prende le mozzarelle e gli yogurt e me li mette nel banco frigo….e mi dice di stare tranquilla che son cose che capitano…ok dico io…faccio una corsa a casa e torno veloce…che fortuna l’autobus all’orizzonte, allora corro e ci salgo…arrivo su prendo la moneta e corro via..Sara nel frattempo dorme beata…ricamminata verso la PAM…arrivo trafelata..un caldo alle 10.30! riprendo il mio carrello….saluto il direttore bruttino tanto…e fò la fila…faccio passare due signori…uno bellissimo…l’altro il ciospo con i regalini…avevano in mano tre oggetti…io ero piena…son gentile sai…bene…pago e ……………..))

    “Si bello, magari ci mette un bel fiocco rosso o rosa….la persona che lo riceve sarà contenta!”
    ..mi blocca e mi chiede ancora..ma che vuol dire neutro? e sensibili?….dice che è bello allora???
    sa costa un euro e 50..ma perchè quelli buoni non li scontano mai??? e poi sa io non mi posso lavare con questo qui da poco…ho la pelle tanto delicata….ma durerà un pò questo boccione???
    no perchè io li finisco in due giorni.
    ” accidenti!!! ma lo beve????””
    ho sorriso e me ne sono andata…ha attaccato bottone con una vecchietta….porella!!!
    il cassiere mi guarda e allarga le braccia…io ho pensato…”e lo so , qui c’è lo scivolino ..capitano sempre tutti qui!!”

    e pensare ch stamani mi son svegliata col piede sinstro…ma volevo ricredermi…tanto che mi son detta , faccio due passi così riordino le mie idee…son due…giusto per far vedere che non sono tanto scema….ma poi…corri di qui corri di la…ora sta di fatto che mi sento lessa…i poponi non sembra, ma pesano…pure loro!!!
    eh…son tre giorni che il mal di testa mi massacra…credo sia il caldo…il giramento…l’appiccicume…
    ….la prossima settimana Saretta va all’elba dalla mia dolce DiS….io finalmente mi riposo…
    son vergognosa??? lo so…ma son stufa….eh!

    Mi piace

  4. semprevento ha detto:

    ..il fiume in piena…uhm..mi piace…

    Mi piace

  5. bruce ha detto:

    ciao bella, mentre te scrivevi queste righe io ero a guardare la partita di calcio Milan vs Inter che si giocava a Pechino. Per la cronaca ha vinto il Milan. Grande Milan con goal di Ibrahimovic e Boateng anche se a te non ti fa un baffo. Ma per noi tifosi questa vittoria (era in palio la supercoppa italiana, ovvero, per le signore ignoranti :mrgreen: , era la sfida tra la squadra che ha vinto il campionato, il Milan, e la squadra che ha vinto la coppa italia ovvero l’Inter) è meglio di una …. mangiata di cozze.
    E dire che ho fatto pelo pelo, siamo ritornati dalla spesa quando mancavano cinque minuti. Ora tu mi domanderai perchè andiamo a fare la spesa così tardi. Il problema è un altro: sono le oltre due ore passate al supermercato a ripassare scaffale per scaffale, più i trenta minuti di autostrada andata e ritorno, che aggiunti agli altri trenta minuti per scendere giù in strada trovare l’auto parcheggiata chissà dove da Adri e uscire da SBT, sifnifica passare una intera mattinata per la spesa. Al supermercato preferito. 😡

    Certo però che anche te non scherzi e poi o ti trucchi troppo o ti improfumi troppo quando vai a fare la spesa se subisci questo tipo di approcci. Mai uno scapolo con Maserati e villa a Punta Ala eh! 🙂
    Io sono in ferie dalla prossima settimana, cosa prevedo? Passeggiate con Bleff, che domande!
    Ciao bella smemoranda 🙂

    Mi piace

  6. semprevento ha detto:

    scusa carissimo….
    ma il tipo era un pò ristretto di testa…
    io vado al supermercato da un pò di tempo senza trucco e senza tacchi…
    gli occhiali sempre….saranno quelli???
    poi me li tolgo e inforco quelli da lettura…capirai un vedo i prezzi senza!!

    sei in ferie eh…belloooo…riposati ben bene…ma tanto ci pensa Bleff a farti riposare…non c’è nulla di meglio che alzarsi alle 5.30 del mattino..fa bene ai radicali liberi…. 🙂

    la pesca…uhm..non fa per me…da guardare si…perchè almeno se son tra i pescatoti a canna sto zitta….si dice che i pesci sentono le voci e scappano!!!
    Ho visto il tg…bravo Milan…ma òa juve dov’è finita??’ l’hanno rottamata???
    ..il calcio è vero, non mi piace ma l’italia la guardo…io vado per gli eventi grossi : o mondiali o nulla!!!
    ..e dai…se tu avessi il supermercato sotto casa, ti sarebbe venuta la buzza!!! almeno così ti muovi un pò e fai rodaggio all’auto!!!
    hihihihihihi…son simpatica vero????

    Oggi io me ne son stata a letto..ma la testa ahimè è sempre lì a scocciare…
    ho guardato un pò di tv ed ho visto questa cantante giovanissima..la musichetta mi piace epure il video…quel dalmata un pò triste e schizzatino che passeggia sulla pedana…uuuuhhh niente male..io mi siede e la strada scorre….e il cane passeggia!!!!
    poi ho ascoltato una bella canzone ma un mi ricordo il nome del cantante….cmq lo troverò…il testo è bello ma tanto tanto triste…allora ti lascio questa…magari batti il ritmo… 😀
    e Bleff penserà che ti sei bevuto un limoncello!

    Su rai News ho visto un breve servizio sul Giappone…la dignità di questo paese mi colpisce profondamente….la compostezza….il silenzio…
    Non conoscevo la storia della bambina morta a 11 anni di leucemia..e a lei dedicato un monumento..
    “””Alla tradizione della piegatura delle mille gru è legato un commuovente episodio risalente alla seconda guerra mondiale.
    Sadako Sasaki (佐々木禎子, Sasaki Sadako?) era una bambina che nel 1945 aveva due anni, abitava con la sua famiglia a circa un chilometro dal punto su cui venne sganciata la bomba, e rimase miracolosamente illesa. Crebbe e divenne una ragazzina intelligente e vivace. Ma la bomba-A non aveva smesso di uccidere: nel febbraio del 1955, all’età di dodici anni, Sadako si ammalò di leucemia a causa degli effetti delle radiazioni di cui la zona rimase (ed è tutt’oggi) contaminata per effetto dello scoppio nucleare.
    Sadako era piena di voglia di vivere, e nelle lunghe giornate in ospedale si dedicava a costruire, con le scatole delle medicine e con qualunque altro frammento di carta avesse a portata di mano, piccoli origami raffiguranti ben auguranti gru. Ne aveva composte più di milletrecento quando dopo otto mesi di malattia, la mattina del 25 ottobre 1955, i suoi sorrisi e la sua voglia di vivere smisero di animare la piccola stanza d’ospedale ed entrarono nella memoria straziata di tutti gli abitanti della città, a partire dai suoi compagni di scuola.
    Da quel giorno migliaia e migliaia di gru di carta, di tutte le dimensioni e di tutti i colori, prendono continuamente forma dalle mani dei bambini e di tutti gli abitanti di Hiroshima, e vanno a costituire ghirlande, disegni, composizioni di ogni tipo che vengono utilizzate al posto dei fiori per onorare tutti i luoghi della memoria: una miriade di piccole gru che vengono spedite alla città di Hiroshima anche da tutto il mondo, e che nelle semplici ed accurate pieghe delle loro ali tengono ancora oggi in vita l’incredibile vivacità di Sadako e i suoi sogni colorati.
    In ricordo di tale atto di speranza nel Parco della Pace della città si trova un monumento, dedicato a tutti i bambini vittime della bomba atomica, raffigurante Sadako a cavalcioni di una bomba nel gesto di innalzare al cielo una gru di carta. Ai suoi piedi, migliaia di ghirlande di gru donate dai visitatori incorniciano la targa recante l’iscrizione”””

    …una storia toccante ed io come sempre mi rattristo per l’imbecillità dell’essere umano!
    ..Mica è cambiato qualcosa….in tutti questi anni…la storia dovrebbe insegnare ma mi pare che ci siano un sacco di ignoranti.

    ti ho lasciato il video..allegro e una riflessione triste…due cose importanti …
    un pò come la materia e l’antimateria….
    credo.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Quando i miei figli erano piccoli andavamo spesso d’estate a pescare. C’era un negozio sotto casa (ora chiuso) dove andavamo a comprare le esche, gli ami. Le canne ce le avevamo.
      Poi tutti al molo con le biciclette. Ci sceglievamo lo scoglio giusto, poi ero io che infilavo i vermetti agli ami, si lanciava (c’è una tecnica) e poi ad aspettare con cappellino rigorosamente in testa.
      Adriano che è sempre stato il più fortunato o più bravo o chissà per quale misterioso motivo era quello che pescava più di tutti, una tirata ed una pescata. E Simona niente che si arrabbiava (qualche volta ha anche pianto). Poi tutti e tre in acqua con maschera e pinne ad esplorare gli scogli sott’acqua, a prendere le stelle sul fondo. Quì era brava Simona che si riprendeva la rivincita su Adriano. Poi alla fine facevamo le cozze (ora è proibito), tante. Le mettevamo su uno scoglio, le pulivamo da quell’erbetta che hanno appiccicato e poi tutti orgogliosi a casa.
      Alle volte ricordiamo quei momenti e vedo la gioia negli occhi dei miei ragazzi. Ora? Ora vado al molo e mi piace soffermarmi a guardare la storia che si ripete con altri padri, altri bambini. Ti ho mandato qualche foto se non sbaglio. Sono quelle le scene che mi piace fotografare, di vita vissuta prese così come vengono per immortalare attimi veri nel momento che si compiono. E me le riguardo. Con nostalgia.
      Non commento la bella storia che hai riportato. Ho rivisto di recente un film di fantascienza (puoi facilmente intuire che sono tra i miei preferiti) dove un alieno diceva: “è nella natura di voi umani distruggervi”. Quello che sta succedendo ultimamente in Siria è significativo.
      Ora mi preparo ed esco per la notte bianca con Bleff. Mia moglie è a cena con i colleghi di lavoro e i ragazzi ognuno per i fatti suoi.
      Andiamo Bleff.

      ciao bella seduttrice 😆

      Mi piace

  7. semprevento ha detto:

    http://www.scuola-judo-tomita.com/varie/stemma/gru/gru.htm#gru
    quando c’hai voglia..leggi…è interessante la motivazione della realizzazione di un origamo…
    UHM.

    Mi piace

  8. semprevento ha detto:

    …ho riletto più volte…bellissimi e teneri ricordi…
    non solo per te…
    ..e mi piace un sacco…perchè mi commuovo…
    eh sarà la vecchiaia…
    sarà il momento…
    sarà quel che Dio vorrà.
    buonanotte Bleff…Bruce…

    vento

    Mi piace

  9. semprevento ha detto:

    son spariti di circolazione…peccato..
    a me piacciono molto…hanno delle belle musichette!
    notte bell’omo..oggi hai lavorato molto!!!
    ma a Bleff gliel’hai fatta vedere la sua foto????
    che dice???? si piace???
    bacione

    Mi piace

  10. bruce ha detto:

    belle immagini, bella canzone,
    senti questa che è una delle mie preferite di uno dei miei gruppi più preferiti da sempre:

    Macchè quella canaglia di cane mi ha fatto sudare da matti stasera, era inquito, non si lasciava scappare un cane, cagne soprattutto.
    Oggi pomeriggio ho dormito, altro sole, altro leggero mal di testa.
    ciao bella

    Mi piace

  11. bruce ha detto:

    e restando nel tema spaziale senti quest’altra sempre dei rolling stones e forse più spaziale

    mentre questa è la versione dal vivo

    Mi piace

  12. semprevento ha detto:

    bellissima la versione dal vivo!!!!
    …sai che in vita mia non sono mai andata ad un concerto???
    …chissà perchè…forse c’è anche la paura di tanta folla…
    troppa gente mi mette addosso un certo non so che…
    e poi se mi scappa la pipì??? dove la faccio???
    metti che mi trovo in mezzo??? eh no dai…meglio guardarlo su you tube…
    lo so non è la stessa cosa…ma almeno il bafno ce l’ho a un tiro di schippo!

    .notte 😆

    Mi piace

  13. semprevento ha detto:

    ufff…bagno*****

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...