Acqua sulla Luna: le conferme?

Chi l’avrebbe detto: gli scienziati si stanno dando tanto da fare per provare la presenza d’acqua su Marte ed ora scopriamo che c’è acqua sulla Luna.
Lo scrivevo (quasi) 3 anni fa. Qui.

Acqua sulla Luna.Si era scoperto che c’era acqua ghiacciata in alcuni crateri e anche singole molecole presenti nella polvere lunare, spruzzate in superficie.
Ma la sorpresa vera e propria era che c’è acqua anche all’interno. E forse poteva avere la stessa origine dell’acqua terrestre.
Lo supponevano le ultime teorie sulla formazione della Luna che la vedevano nascere per compattamento della nuvola di detriti terrestri formatasi dopo l’impatto fra il nostro pianeta e un mega asteroide, circa 4 miliardi e mezzo di anni fa.

Poi più nulla.
Ok, abbiamo pensato: un’altra bella teoria passata nel dimenticatoio per mancanza di prove certe.
Se c’era acqua sulla Terra, questa si sarebbe dovuta evaporare per l’enorme calore provocato dall’impatto.
Quindi l’acqua lunare non dovrebbe avere la stessa origine di quella terrestre.

Inoltre è difficile immaginare la presenza d’acqua sulla Terra a quell’epoca. Da qui la convinzione che sia l’acqua lunare che quella terrestre hanno una origine comune ma sarebbero arrivate da una fonte successiva, per esempio le comete.

Anche questa teoria non convince troppo gli scienziati.
Non possono essere state le comete che sappiamo arrivano dalla nube di Oort, una remota zona del sistema solare.

Perché? E allora, da dove arriva questa acqua?
Alla Brown University hanno misurato il rapporto deuterio/idrogeno dell’acqua racchiusa in piccole perle di vetro intrappolate nei cristalli di olivina in alcuni campioni di roccia lunare (raccolti nelle missioni apollo 15 e 17).
Il deuterio è un isotopo dell’idrogeno, e gli studi in letteratura dimostrano che la sua distribuzione all’interno del Sistema Solare segue un gradiente: più si è vicini al Sole più il rapporto deuterio/idrogeno è sfavorevole (poco deuterio nei pressi del Sole, molto man mano che ci si allontana).

Grazie a questa informazione sono riusciti a stabilire che l’acqua lunare proviene da condriti carbonacee appunto, formatisi in una zona abbastanza centrale del Sistema Solare.

Cosa significa?
In primo luogo che l’acqua lunare e quella terrestre hanno la stessa origine, precedente all’impatto che presumibilmente ha formato la Luna. In secondo luogo che alcuni dettagli non del tutto trascurabili del modello di formazione della Luna vanno rivisti: evidentemente al momento dell’impatto l’acqua non è evaporata del tutto.
Oppure bisogna inventarsi qualche nuova fantasiosa ipotesi.

Link:

http://www.nasa.gov/mission_pages/LRO/news/water_search_prt.htm http://oggiscienza.wordpress.com/2013/05/10/stesso-meteorite-stessa-acqua/
http://www.media.inaf.it/2013/05/09/origine-acqua-terra-luna/
Ti potrebbe anche interessare
 asteroide La formazione degli oceani

Questa notizia confermerebbe che l’acqua era presente in grande   quantità nel materiale da cui si sono formati i pianeti per cui essa doveva   essere, all’origine, presente in tutti i pianeti del sistema solare (inclusa   la Luna dove la si sta cercando nelle zone d’ombra).
La diversa storia dei pianeti ha fatto si che alcuni la perdessero (Venere e   Mercurio) altri riuscissero a trattenerla come è avvenuto sulla Terra e Marte”.

Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Misteri della natura e della scienza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Acqua sulla Luna: le conferme?

  1. Rebecca ha detto:

    Buon sabato caro Silvano… già una scoperta grande se è vermenta acqua sulla luna.. ma mi domando se sarebbe questa acqua anche utilizzabile??

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Buon sabato anche a te cara.
      L’acqua?
      Non va intesa come la intendiamo noi. Non ci sono nè mari nè ruscelli. Ovvero non c’è acqua allo stato liquido pronta per l’uso.
      L’acqua, se così possiamo chiamarla, si trova in minuscole sferette in un minerale chiamato condrite carbonacea.
      Questo minerale è particolarmente interessante perchè contiene anche aminoacidi, i mattoncini fondamentali della vita.

      Ora te che credi nella “creazione” potresti dirmi che arrivano dal Paradiso. 😆
      Ahimè, in realtà arrivano da una fascia intermedia del sistema solare e testimoniano tre cose: che le condriti siano un materiale inalterato della nebulosa primordiale del sistema solare; che contengono aminoacidi; che l’acqua è presente anche in forma abbondante nell’universo.
      Ciao cara, anche oggi un piccolo passo …..
      Un saluto da Bleff che mi guarda assonnato qui sotto alla scrivania.

      Mi piace

      • Rebecca ha detto:

        Interessante sei veramente un fonte di sapienza 😀 .. un giorno scrivo un post al riguardo della mia riflessione personale sulla “creazione” e un pò diversa di quella biblica.. e poi vedrai che ti sorprende.. tvb caro Silvano.. una carezza a Bleff ( ehhhhhhh dove sono i foto di lui da cucciolo????) 😉

        Mi piace

  2. bruce ha detto:

    😆 😆 😆
    anche mia moglie.

    Mi piace

  3. gabriarte ha detto:

    interessantissimo!! Da quello che tu dici sembra che la terra sia il pianeta nella posizione più favorevole a contenere l’acqua quindi è il pianeta più perfetto per dare origine alla vita Forse all’origine questi due pianeti erano la stessa cosa, dividendosi la terra ha trattenuto tutti i suoi liquidi alla luna sono rimasti solo residui non sufficienti per dare origine ad ogni forma di vita. Dalla costola di Adamo è nata Eva che ha dato origine alla vita se non ti sembra un paradiso questo?? Ciao Buona domenica una carezza a Bleff

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Vero gabri, ho la convinzione anch’io che il paradiso è proprio qui.
      Buona domenica anche a te.
      Piove e Bleff se nesta accucciato nella sua ‘cuccia’. Che vita da …
      Cioa

      Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    A quando il prossimo (mio) post di carattere scientifico? Arrivera’..ma non so quando, intanto mi leggo (volentieri) quelli degli altri… ad esempio, questo 🙂

    Ciao Bruce. Tempo fa-piu’ di 10 anni fa- lessi di “roccie idrate”, a proposito della possibile presenza di acqua sulla Luna. Si tratta di questo? Molecole inglobate nelle rocce “idrate”?
    La questione inerente a Marte e’ pero’ diversa, come sappiamo: li’ si cerca l’acqua liquida, come ghiaccio sappiamo che c’e. L’acqua sulla luna…una grande scoperta anche se la si trovasse solo allo stato di ghiaccio o di “molecole sparse” nelle rocce lunari.

    In futuro, quando ci saranno delle basi, si estrarra’ l’acqua come qui si estraggono altri minerali. Da qui l’utilita’, e non solo l’interesse per il “conoscere”, della presenza di acqua sulla Luna. Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    I planetesimi che contenevano gia’ “insita” l’acqua. Questo io l’ho sempre pensato, intuitivamente.

    Non escluderei nemmeno l’acqua liquida, nelle profondita’ del suolo lunare. Ma questa e’ altra storia, perche’ conosceremo il sottosuolo quando lo trivelleremo, vivendo sul posto. Idem per quanto riguarda Marte.

    Mi piace

  6. andrea ha detto:

    Vedo che sei interessato all’argomento “origine luna” come il sottoscritto.
    E che sei alla ricerca di teorie alternative al modello standard (anche fantasiose).
    Mi permetto di sottoporti un link della mia personalissima teoria a proposito dell’origine della Luna. In effetti tutta la mia teoria occupa 18 post! Ti capisco se non li leggerai tutti (anche se spero lo farai).
    Però vorrei che questi 2 post li leggessi e mi piacerebbe sentire la tua opinione.
    Buon blogging.
    http://andreadigennaro.blogspot.it/2012/03/misteri-del-sistema-terra-luna-5x.html
    http://andreadigennaro.blogspot.it/2012/03/misteri-del-sistema-terra-luna-7x.html

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro Andrea, per ora ho semplicemente dato uno sguardo alle tue fonti, che non vengono riportate.
      Sicuramente leggerò i tuoi articoli (ben fatti) per cultura personale, ma senza eccessivo credito nè li commenterò (senza offesa) dal momento che non essendo un addetto ai lavori non mi sento in grado di giudicare lavori altrui per quanto lodevoli.
      Il mio compito è commentare e divulgare le notizie di fonti … credibili. A meno che te hai delle ottime credenziali al pari o superiori alle mie.
      Mi dispiace.
      Un saluto

      Mi piace

        • bruce ha detto:

          Grazie, appena possibile lascerò un commento.

          Mi piace

          • andrea ha detto:

            Oggi ho trovato questo articolo. Sulla datazione della Luna.
            http://www.tecnologiaericerca.com/2012/02/20/luna-le-sue-%E2%80%9Crughe%E2%80%9D-sono-molto-piu-giovani-nuova-datazione/
            Sospettavo già che non fosse vecchia come dicono. Ma sono un povero ignorante.
            Non ha 4,5 miliardi di anni ma solo 200 milioni (come dalla mia teoria). Ancora un dato a mio favore (eppure come avrai potuto vedere ve ne sono molti a altri a sfavore).
            Sarebbe credibile che l’attività geologica della Luna sia stata in esercizio per circa 150 milioni di anni? Quindi che sia iniziata 200 milioni di anni fa e sia finita 50 milioni di anni fa?
            Spero che qualche geologo cortesemente voglia rispondere.
            So che la mia teoria può risultare, a un esterno che non l’abbia visionata per intero, al limite del paranoico. Forse lo è anche se uno la legge per intero. 8)
            Eppure la questione è aperta.
            Per adesso 2 enormi contraddizioni affliggono la teoria “ufficiale”:
            1) acqua sulla luna uguale a quella della terra
            Il corpo impattante non può aver trovato acqua sul pianeta 4,5 miliardi di anni fa. Non c’era acqua sulla terra. La terra era una palla di fuoco. Si dovrebbe riesaminare tutta la storia della terra in base a questi dati.
            2) il materiale che compone la luna uguale a quello della terra (Zhang)
            Il corpo impattante (Theia) non può NON aver lasciato tracce di se stesso sulla Luna. La Luna deve avere le tracce di entrambi i genitori. Ma non è così.
            SOLUZIONE
            Basterebbe ipotizzare che IL CORPO IMPATTANTE FOSSE FATTO DI ACQUA per risolvere il mistero.
            Parte dell’acqua della cometa è stata scagliata in orbita assieme a parti del mantello e della crosta terrestre, precisamente quella parte che manca e che oggi è occupata dal PACIFICO.
            Ecco perché il corpo impattante è scomparso.
            Sulla terra la cometa si è sciolta a formare gli oceani.
            Sulla luna è evaporata per la maggior parte.
            Spero vorrai continuare la chiacchierata, magari anche via mail.
            questo è il mio indirizzo mail: arimanno@gmail.com
            Buon blogging.
            Andrea

            Mi piace

        • bruce ha detto:

          Ciao Andrea
          Ti rispondo qui per prima cosa per rendere il commento più leggibile e poi per il semplice fatto che puoi facilmente accedere a vecchi miei articoli.
          Da dove comincio?
          Dall’inizio. Dall’età della Terra.

          Ho letto l’articolo a cui mi hai rimandato. Niente di nuovo. Un anno fa ho scritto un articolo sul ringiovanimento della Terra, ma la notizia era già vecchia di qualche anno.
          Ora la scoperta che la Luna fosse più giovane di quanto si pensava non è una notizia di prima mano. Siccome la Terra e la Luna hanno origini comuni, almeno così dicono, la notizia della tua fonte è vecchia almeno di un paio d’anni.

          Trovi il mio articolo qui.
          Cosa dico nell’articolo? Riporto qualche passo.
          Tutto nasce dal fatto che le rocce della crosta terrestre hanno circa 4 miliardi di anni (qualcosa in più, qualcosa in meno) ma la Terra si è formata almeno 800 milioni di anni prima.
          Il nostro pianeta ha 4,6 miliardi di anni, ma le più antiche rocce presenti superficie ne hanno 800 milioni di meno.
          Cosa significa?
          Prima di tutto che la Luna segue le nostre stesse vicende.
          Quindi circa 3,8 miliardi di anni or sono deve essere successo qualcosa di veramente straordinario.
          E questo evento straordinario è definito (secondo la teoria attualmente più accreditata) “l’intenso bombardamento intensivo” descritto nei successivi miei articoli.
          “Intenso borbandamento intensivo: seconda parte”
          “Intenso bombardamento intensivo: terza parte”

          Ovvero che l’acqua non poteva essere arrivata da “piccole” comete, bensì da un continuo e intensivo bombardamento di asteroidi portatrici di acqua.
          E la conferma di acqua nel nostro sistema solare e in tutto l’universo non è un fatto isolato. L’universo “abbonda” d’acqua, esattamente secondo la notizia da me riporta in questo articolo .

          Ora visto che non sono un formulatore di ipotesi (le ipotesi vanno supportate da almeno qualche pezza d’appoggio come si suole dire, ed io prove non ne ho), posso solo mettere in fila le ultime notizie di enti accreditati e commentarle.
          In definitiva non si discosta molto da quello che tu dici se non per dettagli.
          Prova anche a leggere il mio articolo sulle onde gravitazionali. (tanto per sapere come la pensi)
          Un caro saluto

          Mi piace

          • arimanno74 ha detto:

            Ho letto i tuoi articoli e mi pongo le seguenti domande:
            1) come mai l acqua sulla luna e’ uguale a quella terrestre (esattamente identica e non puo essere un caso)?
            2) come mai la luna è fatta di mantello terrestre (esattamente identico e quindi non puo essere un caso)?
            3) Cosa ha scaraventato il nostro mantello a 360.000 km di distanza senza che vi sia traccia del corpo impattante (theia) nel materiale che compone la luna (Zhang).
            Queste domande possono essere risolte pensando che 1 cometa veramente grossa (oltre 1000 km di diametro) abbia colpito la terra.
            L urto ha piegato l asse terrestre, ha sfasato l eclittica e ha creato il buco del pacifico.
            La cometa ha fatto schizzare in orbita il mantello e assieme ad esso anche parte della sua acqua.
            Ipotizzo, oltre quanto sopra, che l urto sia avvenuto solo 200 milioni di anni fa.
            La cometa si e’ vaporizzata, traformandosi in mare e nelle tracce di acqua che abbiamo trovato sulla luna.
            La mia ipotesi di ringiovanimento estremo della luna si regge sull asserzione che il materiale che compone la luna è si vecchio quanto la terra, ma ne è stato scalzato via solo da poco tempo.
            Cerco di trovare una logica che spieghi i dati delle domande.
            Grazie delle risposte e spero vorrai continuare la chiacchierata.
            Andrea

            Mi piace

          • arimanno74 ha detto:

            La mia teoria si regge su questo articolo.
            Non sono le condriti carbonacee ad aver portato l acqua sulla terra ma le comete.
            http://www.nationalgeographic.it/scienza/2011/10/08/news/da_dove_viene_l_acqua_degli_oceani_-559476/
            Come dici tu, forse l articolo è vecchio (se intendevi questo link), e superato.
            Se così fosse crolla il mio castello teorico che spiega l asse inclinato, la formazione del pacifico (punto di impatto della cometa), e l orbita sfasata sull eclittica della terra.
            Andrea

            Mi piace

  7. andrea ha detto:

    Ovviamente è benvenuto qualunque visitatore, con qualunque opinione, anche con apporti dissacranti o dileggianti, purché non reiterata troppo a lungo. Vanno bene anche le offese dirette ma solo se debitamente articolate. 8)

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...