Snowboard su Campo Felice

Avete mai fatto snowboard? No?
Nemmeno io 😆

Ma mi sarebbe piaciuto. E così ci ha pensato mio figlio a farmi fare una discesa … virtuale.
Il video che vedete è lui che si auto riprende con una piccolissima videocamera che tiene in mano.
Le immagini non rendono bene l’idea della velocità, ma vi assicuro che va forte.

Ce ne è anche un altro di video molto bello che posterò non appena mio figlio lo carica su YouTube.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Società, Sport e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Snowboard su Campo Felice

  1. gabriarte ha detto:

    molto bella questa discesa io l’avrei fatta come slavina la neve è divertente a qualsiasi età ma forse io dovrei accontentarmi di una slitta. Ciao

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Abitiamo a due passi dal Gran Sasso e siamo andati con mia moglie, sì e no, una decina di volte sulla neve e sempre per accompagnare i figli piccoli.
      Ora se ne vanno per conto loro, nè potemmo seguirli.

      Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    “con una piccola telecamera che tiene in mano….” :)ma allora non e’ una discesa virtuale… e bravo il ragazzo!

    ************************
    *Ciao Bruce. Io sono tranquillissimo, anche io ho avuto bisogno di “esprimermi”.

    Mi ricordi mio padre, era un critico doc: “padre figlio e spirito santo diccono che fomrano un solo dio, tre persone uguali e distinte formano un solo dio, e’ cosi’?…oh, e allora a chi pregava Gesu’, nell’orto, se era lui stesso il dio !!” e diceva anche: “diccono che Gesu’ e’ salitto al ciello e siede alla destra del padre…ma chi’dda biu chi esti sèzziu a sa destra o a sa sinistra?”- ma chi l’ha visto se e’ assiso alla destra oppure alla sinistra? “” Sono tutte cose ideatti..”-ideate-, non c’e niente di preciso”. Io mi arrovellavo a spiegargli che erano immagini metaforiche ma lui, tosto…”fesserie sono!” Era tremendo..terza elementare, ma aveva una mente scientifica e molto razionale.

    “Neanche in senso figurato”. Pero’, nel contesto del mio post puo’ andare bene: “L’uomo, questo essere meraviglioso, e’ capace di tante atrocita’. Eppure l’uomo e’ l’essere fatto “a sua immagine”…e’ da interpretrsi cosi’: “..eppure l’uomo e’ considerato a sua immagine…” (un contrasto fra cio’ che l’uomo dice di essere e cio’ che e’, proprio l’esatto opposto di una immagine divina).

    “A sua immagine” e’ una frase dogmatica. E’ un dogma, percio’ discorsi come questi sono accettati da chi ha fede religiosa. I tuoi dubbi non mi stupiscono, io ne ho forse..di peggiori. :)Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Vero … virtuale … per me.

      Certo che tuo padre doveva essere un bel personaggio. Ed aveva ben ragione di dire quelle cose, perchè quelle storielle hanno confuso la mente delle persone per duemila anni e continuano a creare confusione.
      Vedi, io non mi preoccopo più. Sto bene con me stesso e sono a posto con la mia coscienza da quando mi sono liberato delle catene religiose, perchè nella vita esistono solo due regole: il rispetto del prossimo e della natura. Il resto sono tutte fisime mentali.
      Bruce

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Ti ho risposto adesso:
        Ciao Bruce. Mio padre..era un personaggio! Aveva solo la terza elementare pero’ amava la cultura, gli piaceva sapere e soprattutto..capire. Sulla fede diceva “io non credo alle fesserie dei pretti, ma non sono un attio, un dio c’e..tutto di se non si forma, a quello ci credo, qualched’uno che ha fatto il mondo, il creatto…ma funti is acciuntas chi no andanta beni (ma sono le aggiunte che non vanno bene). Forte poi come ironizzava. Ad un prete disse “mi dica lei, i diavoli sono angeli ribbellatti a dio, vero?”. Il prete gli rispose “si’, e’ cosi’, erano angeli che poi si sono ribellati…”. Mio padre lo gaurdo’ e gli disse: “se si sono ribellatti a dio..allora vuol dire che li trattava malle!”. Il prete scoppio’ in una risata (ah, ah, troppu simpaticu fustètti-troppo simpatico lei!”).

        “Il rispetto del prossimo e della natura”. Penso che colui che e’ considerato (religiosamente) l’incarnazione di Dio, in fondo, dicesse proprio questo: “non chi dice signore, signore, ma chi fa la volonta’ del Padre”. Ed ancora: “voi seguite precetti di uomini” ed ancora..ancora diceva che “amare gli altri come se’ stessi” e’ il succo di tutto.

        La religione e’ un costrutto formatosi nei secoli con il contributo di fattori culturali, popolari e per via del bisogno, per una cristianita’ sempre piu’ numerosa, di “stabilire delle regole”. Poiche’ gli attori di tutto questo sono uomini, ecco che, con le cose importanti e belle, si sono create anche le “fisime mentali”.

        Credo pure che il senso religioso in se’ sia un bene. Ma se chi e’ religioso non sa discernere fra la vera fede e “le cose in piu'”, ecco che e’ letteralmetne schiavo di schemi ottusi ed ottundenti. Da sempre la religione -come istituzione- ha sempre anteposto alla fede il libero pensiero. “Credente o libero pensatore?”.

        Ecco, io voglio essere l’uno e l’altro, sganciarmi da una antitesi fra le due cose che ha creato solo danni, plagi, ingabbiamenti mentali e condizionamenti sociali (solo qualche secolo fa non eravamo diversi dai fondamentalisti islamici, e chi pensava- o pensa- qualcosa “controcorrente” era-ed e’- visto come un eretico, una “pecora nera” (mi si lasci fare questa metafora, quella del gregge e delle pecore, cosi’ presente anche nel Vangelo). Chi crede da libero pensatore non e’ una pecora smarrita, ma e’ una pecora ..che cerca.

        Non voglio, in questa sede, entrare nel discorso sul castigo di Dio, ancora troppo cavalcato dalla religione istituzionalizzata. Io non penso che “il peccato” non abbia conseguenze affini ad un castigo; pero’, io credo, si deve trattare di peccati davvero grossi, non dell’operaio che bestemmia perche’ si pesta un dito mentre pianta un chiodo su una mascella, ne’ per chi “ha dei dubbi” e neppure per chi e’ ateo.

        L’ateo, se “fa la volonta’ di Dio” ( semplicemente cio’ che e’ giusto), praticamente l’onesta’, il rispetto e la rettitudine, di fatto “crede” (nei valori del Vangelo). Altra fisima: l’idea di un Dio che “ti manda all’inferno “perche’ non credevi nella mia esistenza”. No, il dio fantastico che immagino io non e’ quello: Dio-se e’ l’essere perfettissimo- non ha..religione. Noi, imperfettissimi, ne abbiamo bisogno, e forse distorciamo cio’ che di autentico e di bello c’e nelle religioni stesse.
        Ciao Bruce.

        Marghian

        Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Io..provai a pattinare su ghiaccio in una pista al chiuso, in Inghilterra (ci andai in un viaggio organizzato di “vacanza- studio” di due settimane). Due ragazzi trentini -chiaro che erano bravi!-, un ragazzo ed una ragazza, vedendomi in difficoltà, si misero uno alla mia destra e l’altra alla mia sinistra e mi aiutarono a restare in piedi e mi portarono fuori dalla pista (su mia richiesta).

    L’altra “unica” mia esperienza di sport invernale fu, in occasione di una gita in montagna,…scivolare sui tappeti delle macchine, usandoli come slitte, nei monti del Nuorese (gli unici, in Sardegna, dove c’e un po’ di neve). Praticamente sono una frana, fortuna che rimedio con lo sport estivo: nuotare ed immergermi anche a 10 metri e passa (cosa che dissi anche ai due ragazzi trentini: “ma lei non ha imparato a pattinare?”. “No, ragazzi, ma voi..verreste con me, in apnea, a 15 metri di profondita’? “no, no…io affondo come una incudine” disse il ragazzo).
    Eh, a ciascuno il suo… 🙂

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Mio figlio oltre che sciare, sa andare con lo snowboard, ha praticato hockey su ghiaccio, mia figlia sa sciare, mia moglie (canadese) sa andare sui pattini su ghiaccio.
      Io l’unico che non sa nè sciare nè pattinare. Porto a spasso il cane, ma cosa dico, mi faccio trascianre dal cane 😆
      Un caro saluto.

      Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    ” sa andare con lo snowboard”….sciare, in senso lato..anche lo snowboard e’ una sci.

    Allora Blef, se riesce a trascinarti, sa pattinare.. 🙂 o ti trascina durante la passeggiata a piedi? “Aiò, su meri, movidi’ ca tengiu pressi!”( “dai, padrone, muoviti che’ ho fretta!” :)se fosse sardo ti direbbe cosi’).

    Ancora su mio padre, riguardo alla leggenda dell’Arca di Noe’: “ma lo dicce la parolla stessa, “arca di noe’…no-e’…non e’ vero!” 🙂 Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

  5. ross ha detto:

    Non èì mai troppo tardi,Bruce. Perchè non impari? così poi possiamo vederti alle prese con lo snowboard 😀 Io invece sono (ops, ero) molto brava nella disco dance, o aerobic dance, insomma ho la musica nel sangue. Quand’ero giovane,bella e magra ero..,wow, ora , se m vesto di rosso, sembro il Gabibbo con un attacco epilletico….
    Ciao,Ross 😀

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...