Vita di mare a sbt 2

Questo slideshow richiede JavaScript.

… Eli

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Vita di mare a sbt 2

  1. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Sto’ ammirando le foto…Ti ho risposto.

    Pensa che addirittura c’e chi ritiene che i Nuraghi fossero dei riferimenti per gli extraterrestri, o che loro ci insegnarono a costruirli. Altro che ritenere possibile che dei contadini di religione sciamanica cercassero di capire i movimenti del Sole e della Luna! “Sos ommines asùjos”-gli uomini azzurri-; furono coloro che ci diedero la civilta’. Extraterrestri, “di Sirio” (pare fosse molto importante, questa stella..^ma lo era magari per regolare certe attivita’ durante l’anno). E poi vennero gli Atlantidi. “La Sardegna era una colonia di Atlantide”, cosi’ come oggi abbiamo le servitu’ militari NATO. Arriva Sergio frau e l’Atlantide era..la Sardegna! Ed esistono anche altre storielle di questo tipo.

    Ho terminato la prima parte, ciao🙂

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    In una foto c’è bleff, se indovini dove, hai buon occhio.
    Ora vado a leggere da te. Ma come ti ho detto ai nuraghi non va assolutamente attribuita nessuna funzione astronomica, extraterrestre, militare, religiosa ecc. ecc. Erano semplicemente piccole fortificazioni erette dai pastori a sorveglianza e difesa del bestiame da razzie e dai banditi vari che dovevano abbondare a quei tempi.
    Ciao

    Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. “Torri-fortezza”, “cinte murarie fortificate”, “garitte di guardia” sono tutte definizioni che ricorrono nell’archeologia sarda. Nulla da eccepire. pero’, sui culti, o la religione dei protosardi, gli archeologi sono tutti d’accordo. Veneravano gli antenati, l’acqua sorgiva, il Sole, la Luna, la “madre Terra” eccetera. Come tutti i popoli del Mediterraneo, del resto. Ah, al museo di Caglari dove io lavoravo c’e una statuetta di “dea madre” -somiglia ad un “buddha”, ma ce ne sono in esposizione altre, che sono di foggia piatta e stilizzata. Nelle targhette espositive c’e scritto “dea madre-“o dea madre stilizzata- del IV millennio a.C”. Delle stele esposte nel museo hanno in bassorilievo un cerchio tondo con sopra o sotto “la mezza luna”, “e àtteras chi non mind’ammèntu” (“ed altre che non ricordo”, come diceva mio padre).

    E veniamo al nostro Blef. Ho visto un cane, nella foto dove c’e un ombrellone rosso con scritto “bagnino”. Sicuramente e’ lui..se non mi sbaglio🙂

    Ciao.

    Mi piace

  4. bruce ha detto:

    Esatto, proprio in quella foto. Che poi fosse lui non potevi sbagliare, era l’unico cane in giro😆

    Per quanto riguarda il culto sardo mi sorprende che non adorassero un caprone con le grandi corna tipo vichinghi visto la tradizione della pastorizia. Il sole, la luna, la terra, troppo banale.
    Ciao ed un caro saluto di una buona domenica.

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Vero, era l’unico cane in giro..
      Banale, lo so. Ma questo e’ quanto. Io direi anche “primordiale”, in quanto da queste prime forme di religione, si e’ arrivati via via alle concezioni religiose complesse, come quelle pagane prima e cristiane poi. Ma dappertutto si e’ partiti dall’adorazione per la natura, gli animali con tutte le figure zoomorfe, dal serpente al cane-si’, anche il cane-, al gatto, che era venerato anche dagli Egizi.Un popolo che viveva di pastorizia ed agricoltura, sicuramente venerava anche altri animali. Dalla mitologia e dalla storia noi sappiamo della “dea della caccia” greco-romana”. Questa, a detta degli storici delle religioni, era una delle tante personificazione del credo naturalista e animista comune a tutti popoli preistorici. Ed a proposito di “caproni”, beh..in Sardegna ci sono oggetti con incizioni e bassorilievi raffiguranti tantissimi altri animali, il “toro” era solo “la divinita’ piu’ ceebrata”, la piu’ “ricorrente”, ed era probabilmente associato al Sole, che veniva visto come un dio “maschio” che fecondava la Terra, diventata in iconografia “la dea madre”.

      Ciao, buona domenica anche a te.

      Marghian

      Mi piace

  5. Elisabetta Lelli ha detto:

    Belle… Bellissime, Bruce caro!
    E bellissimo anche il Lato B di Bleff, mentra fa il supervisore…🙂❤

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...