Gli Elohim – parte prima: chi sono?

elohimC’è una gran voglia in giro per il web di credere a qualcosa.

Cosa c’è di male? – mi domanda il mio cane

Nulla. – rispondo – Ma è molto strano che mentre da una parte quasi in maniera maniacale proteggiamo il nostro computer da ogni aggressione esterna, nello stesso tempo teniamo la mente spalancata ad ogni virus, idiozia o favoletta.
Ora racconto una storia, la storia degli Elohim (secondo la tradizione ebraica) o Annunaki (per i Sumeri). Giudicate voi.

E chi sarebbero questi Elohim? – mi domanda ancora il mio fedele amico.

Dovrebbero essere degli Dei o extraterrestri, almeno così credo – gli dico.

Perché hai qualche dubbio? – mi risponde il mio pit.

A dire la verità non sono io ad avere dubbi. I dubbi arrivano già dal nome.
Il termine “Elohìm” (è plurale maschile, al singolare “el”, al femminile “Eloha”) è termine molto dibattuto.”
Il prefisso “El” corrisponderebbe al nostro “colui”, indicando una persona in senso astratto. “Colui che ha vita in sé” sarebbe quindi il significato del termine E-loha.
Eloha si legge Alah ovvero Allah. Generalmente significa “signori” o “guardiani” ma anche “splendenti”.
Era utilizzato per indicare potenti personaggi sovrumani provenienti dal cielo e quindi “divinità” e, in alcuni casi come “angeli” e anche come figli di dio o dei.

Insomma la solita storia degli extraterrestri venuti dal cielo e eletti a Dei dai religiosi. – mi suggerisce il mio cane.

Esatto.
Infatti oggi gli Elohìm vengono definiti “alieni” del genere umano. Insomma gli Elohim furono coloro che generarono le diverse civiltà terrestri.

Molto interessante. Raccontami tutto dall’inizio – mi chiede Bleff.

Molto bene, allora parliamone, anche se la ricostruzione mi è stata particolarmente difficoltosa.

Diciamo subito che la convinzione della origine aliena della nostra specie sarebbe legata da un unico filo conduttore. Tutte le tradizioni affermano pressoché le stesse cose, come se esistesse una realtà globale. Le conoscenze astronomiche e i megaliti sono presenti in tutte le civiltà. Le piramidi sono state individuate ovunque. I sacrifici umani e animali furono imposti su tutto il pianeta, fino a quando i racconti dicono che gli dei se ne andarono.

“I Primi Maestri” arrivarono secondo la cronologia all’improvviso nel cielo su brillanti navi d’oro, e ci rimasero fino al 67 d.C. anno della loro partenza.

Da dove sono venuti? – mi domanda il mio cane

La loro patria si chiamava Schwerta, un mondo lontano nelle profondità del cosmo: un immenso impero, formato da mondi numerosi come i granelli di polvere di una strada.
Ogni 6.000 anni i due mondi, il nostro ed il loro, si incontrano. Vennero sulla Terra 130 famiglie, e ci riconobbero come fratelli. Divisero ogni frutto della terra, ci insegnarono le loro leggi, anche se gli uomini facevano resistenza come bimbi ostinati.

Gli Dei tracciarono canali, strade, seminarono piante nuove, allevarono animali. Akakor la capitale, fu edificata 14.000 anni fa sotto la guida dei Maestri; (aka significa fortezza, kor il numero 2).
Akanis, la numero uno si trovava in Messico, ed Akakim la numero 3 venne edificata circa 7.000 anni dopo.
Akakor si trovava in una valle dell’altopiano sulle montagna alla frontiera di Brasile e Peru; per tre quarti era protetta da roccia, sul quarto verso est, si apriva una vasta pianura, che declinava dolcemente verso la giungla della foresta. Tutta la città era circondata da un muro di pietre, nel quale si aprivano 13 porte molto strette.

Altre citta vennero costruite in tutto il mondo. Salazare, Tiahuanaco, e Manoa, furono le residenze terrene dei Primi Maestri e zone proibite. In ognuna di esse si ergeva una grande piramide a gradini, con una larga scala, ed in cima una piattaforma, dove gli Dei celebravano riti a noi sconosciuti.
Per gli Dei le piramidi erano abitazioni e simboli della vita e della morte, del sole della luce e della vita. Per i Primi Maestri esiste un “luogo spazio” tra la vita e la morte, tra la vita ed il nulla, che appartiene ad un’altra dimensione. Per loro le piramidi erano un mezzo per raggiungere la seconda vita.

Ok a tutto questo, ma cosa sono venuti a fare,? Noi non li abbiamo chiamati, né ci servivano i loro insegnamenti. – osserva l’acuto mio fedele amico – un motivo deve esserci.

Sono venuti per l’oro – rispondo
Polverizzato nell’atmosfera del loro pianeta, genera rifrazione alle radiazioni solari e pertanto produce luminosità e calore di cui sembra che ne avevano bisogno.
Inizialmente veniva estratto con lavoratori importati e in seguito prodotti da elaborazioni loro.
Oggi quel periodo è definito “l’età dell’oro” in quanto si dice: gli esseri umani vivevano a fianco degli dei. Ma il periodo dell’oro va intesi nel vero senso della parola; dell’oro vero che questi raccoglievano mediante gli esseri umani, su “tutto il pianeta” e particolarmente in Africa.

Fisicamente gli Elohìm erano molto longevi e padroneggiavano la manifestazione fisica che noi chiamiamo vita.
Corpo esile, simili agli uomini, tratti del viso molto delicati, pelle bianca capelli neri con riflessi blu, gli uomini portavano una folta barba, ed erano fatti di carne come noi; ma avevano un segno divino, 6 dita alle mani ed ai piedi.

Morivano fisicamente anche loro, (come è affermato nella Bibbia in Salmi/82) ma in quanto entità astrali che padroneggiavano la manifestazione o materializzazione fisica erano in grado di riproporsi nuovamente, dando luogo su tempi lunghi, ad una apparente immortalità.
Padroneggiavano poi la vita degli esseri umani, giacché erano in grado di effettuare elaborazioni genetiche miranti a creare nuove versioni umane.

Regnarono sugli uomini e sulla Terra. Avevano navi che solcavano il cielo più veloci degli uccelli. Avevano pietre magiche per guardare in lontananza. Si potevano vedere città, fiumi, colline, laghi. Tutto quanto accadeva sulla Terra e nel Cielo, poteva essere visto in quelle pietre. Ma la cosa più meravigliosa erano le abitazioni sotterranee, e gli Dei le consegnarono ai loro servitori eletti come ultimo testamento, perché i Primi Maestri sono del loro medesimo sangue e del medesimo padre.”

Nella fase iniziale, il progetto prevedeva la creazione di una sintesi ovvero la creazione dell’essere umano espressione di sintesi di una comunità galattica. Modello da esportare altrove.

Secondo i riferimenti storici gli dei generarono i semidei. Da costoro nacquero, gli eroi della mitologia e della storia. In seguito, la loro genetica andò perdendosi nel genere umano comune mediante generazioni miste.

Di tutto questo si hanno riferimenti storici. In base alla mitologia e alla storia di tutto il nostro mondo, si accenna spesso, infatti al così detto: Periodo d’oro. Il tempo in cui gli dei vivevano in mezzo agli uomini.

E poi cosa è successo?

E poi  ….  il seguito alla prossima puntata.

(fonte: Presenze aliene)
Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Alieni, Misteri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Gli Elohim – parte prima: chi sono?

  1. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Ho letto qualcosa, conosco per sommi capi la “storia” (parola che, per chi ci crede, nonn va scritta tra virgolette, ma e’ alla base della vera storia dell’uomo).
    I “signori”, gli “Anunnaki” per i Sumeri, come sai “discesero dal cielo”, piu’ “precisamente” dal pianeta “Nibiru” (parola che significa “il pianeta dell’attraversamento), un pianeta che si troverebbe su un’orbita esterna a quella di Nettuno e Plutone, e che avrebe una massa tale da disturbare le orbite dei pianeti suddetto.

    “Elohim”, “Nephilim”, sono i nomi con i quali appunto gli Ebrei chiamarono queste divinita’, da cui logicamente derivano anche “angeli” e “demoni”. Ne l’Esorcista, il “demone” ha un nome preciso: “Pazuzu”(che esiste nel “pantheon” sumero, ed ha le ali , “anche” da qui l’icona classica dell’angelo-demone-). Altre raffigurazioni sumere ci “danno” gli alieni “rettiliani”, e forse da quelle raffigurazioni deriva il “serpente tentatore” (versione ridotta del “Leviathan” , che avvolgeva tutti i continenti mordendosi la coda e provocando terremoti con i suoi movimenti…).
    (Interessante come, per i “Dogon” del mali, esseri uomo-pesce detti Nommo istruirono i loro antenati. Provenienza…”Sirio A”),

    “Accadde”, comunque, che, quando il pianeta “Nibiru” si trovava al “perielio”, e stava transitando tra Marte e Giove (causando sconquassi), una prima spedizione con a capo un certo Enki raggiunse la Terra. Il resto e’..”storia”.

    Come scrivi tu, i signori di Nibiru sarebbero venuti sulla Terra per sfruttare le risorse minerarie della Terra, soprattutto l’oro (per i motivi da te spiegati). “In Africa”..chi ci crede trova nelle mitiche “miniere di Salomone” un giacimento minerario “anunnaki”, scavato pero’ da schiavi umani, creati e modificati “ad hoc” per i lavori pesanti. Mi sembra di ricordare che prima erano loro, gli “dei” a fare i lavori pesanti, poi pensarono: “perche’ non usare gli indigeni?. Perche’ non ammaestrarli, modificarli, di modo che facciano i lavori pesanti al posto nostro?” (quasi uno “sciopero dei nibiriani). E cosi’ “accadde”; con l’ingegneria genetica scelsero alcuni “esemplari” (donne? o anche uomini che fecondarono donne nibiriane? La Bibbia parla di “le donne terrestri furono scelte”….).

    Una storia “alternativa” interessante, se solo le antiche leggende non avessero il potere di creare nelle menti tante elucubrazioni, tradizioni, miti con le loro diverse versioni; sarebbe tutto vero se “gli uomini sapessero distinguere, nei sogni, il falso dal vero”(Guccini). Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Grazie marghian per gli approfondimenti. Una ottima integrazione a quanto detto e molto altro ci sarebbe da dire.
      Comunque avrai capito che il mio intento è di far capire quanto queste storie “epiche” abbiano scatenato certi convincimenti religiosi.
      Che tuttora resistono.
      Ciao
      Bruce

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Lo so benissimo Bruce. E puoi vederlo dalla parte finale del commento.
        io stesso ti scrissi “Romolo, per gli antichi Romani, sali’ al cielo e fu venerato con il nome di Quirino (il Quirinale, forse chiamato cosi’ perche’ li’ c’era qualche tempio dedicato a Romolo-Quirino), per evidenzare anche il perche’ le piramidi ed altri edifici sono rapportati al cielo, in quando si credeva che “il cielo” fosse la dimora degli dei, di Dio, e delle anime, da cui ancora oggi il modo di dire-e di credere-, “lassu'” (mentre sappiamo che “lassu’ non esiste, anche la Terra e’ un corpo celeste, ma allora si pensava alla Terra come ad un….”pavimento”, con il cielo sopra, e gli inferi… sotto). Ciao Bruce.

        Marghian

        Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Chi ci crede si appiglia a tutto. Gesu’, in punto di morte, non avrebbe detto la famosa frase “perche’ mi ^hai abbandonato” come riportata nella luturgia…”El i’, El i”. (dio mio, dio mio….)”, ma avrebbe detto invece “Elohim, Elohim, lema’ sabàh tanì?” (o dei, o dei, perche’ mi ^avete abbandonato?).
        Naturalmente (per chi ci crede) Gesu’ fu portato su Nibiru, dopo essere stato resuscitato da loro.

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Ma che fai? Mi anticipi il finale?
          Ora lo modifico. 😆

          Anche a te buona giornata carissimo.
          Bruce & Bleff

          Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            oh, davvero? Ho troppa fantasia, scusami… 😆
            pero’, se ci si mette nei panni di chi ci crede, “fu sollevato da terra, ad un certo punto una nuvola lo avvolse e lo sottrasse agli astanti, e si udi’ una voce dire “cosi’ come lo avete visto partire, egli ritornera’”..si presta, ad essere visto in chiave “ufologica”…

            Mi piace

  2. mariella54 ha detto:

    Ciao Bruce conosco questi argomenti perchè un bel pò di anni fa scoprii dei libri diErich Von Daniken .Mi appassionai dei suoi libri ,dei suoi argomenti non che creda a tutto ciò che scrive ma devo ammettere che danno da pensare .Ciao buona serata

    Mi piace

  3. bruce ha detto:

    Ciao carissima, ti invito a leggere anche il libro di Mauro Biglino “Il Dio Alino della Bibbia”
    E come dice lo stesso autore: “una ricerca per “LIBERI pensatori”.

    Cosa vuole dire liberi pensatori? Con la mente libera da convinzioni preconcette.
    Un caro saluto e buona domenica..

    Mi piace

  4. bruce ha detto:

    Ross, dove sei?

    Mi piace

    • ross ha detto:

      Ma sono qui, a fare un copia e incolla per saalvare il tuo posto insieme ai commenti insieme alla parte seconda, su una chiavetta per leggerlo poi con calma su tablet. E’ un esperimento,spero di riuscirci , altrimenti lo leggerò da qui, anche se ho una sedia un pò scomoda, insomma leggo meglio a letto.
      POI, ti dirò cosa ne penso.
      notte notte 😀

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Sto pensando a riprodurre i miei post in un video e metterli su youtube così li puoi ascoltare con una semplice cuffia mentre fai le tue faccende … in piedi 😆
        Ciao cara

        Mi piace

        • MARGHIAN ha detto:

          Ottima idea 🙂
          Ciao Bruce. Ho letto la tua risposta, come sempre interessante e fortemente scettica- ma non pensare che io sia da meno….
          Hai ragione, infatti e’ cosi’, le ricerche non hanno dato risultati apprezzabili. Se leggi o rileggi il commento a Rebecca, ho scritto che se si scoprisse un pianeta delle dimensioni compatibili con quelle di un grosso pianeta “oltre la cintura di Kuiper” non e’ detto che si tratti del “Nibiru”, inteso come pianeta, dei Sumeri, e che i Sumeri potevano avere delle conoscenze del cielo rivoluzionarie per l’epoca, non che potessero competere con noi e con i nostri mezzi.

          “Nella maggior parte dei testi babilonesi questo “punto di transizione”, Nibiru, viene identificato con il pianeta Giove” (dal post). A Rebecca ho scritto “non si puo’ escludere del tutto”, e questo credo che sia in liena con gli “scarsi risultati” cui tu fai riferimento.

          Di certo Plutone non poteva essere “un pianeta” come ci si aspettava, data la sua piccolissima taglia. Congetture, certo. Si suppone persino che qualche nana bruna si trovi “nei paraggi”, anche questa e’ una concettura che ha preso il nome ora di “nemesis” (vendetta), ora altri nomi.

          Mai creduto, personalmente, a cose tipo “transitera’ nel 2012”. Proprio io ho messo in guardia molti bloggers ed amici “diretti” e qualche collega convinti di questo, con una semplice considerazione. “si vedrebbe”, un simile pianeta che si trovasse oltre Plutone non potrebbe piombare nella “nostra zona”, tra Marte e Giove (il “perielio” di Nibiru secondo Sitchin ed altri) in pochi mesi. Ed i Maya, “se proprio volete crederci” non parlano specificatamente di un “impatto”. Ciao.

          Marghian

          Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Io invece non leggo mai a letto (e come faccio, mi corico all’una….e mi addormento subito, la mattina dopo alle sei…sveglia! Altro che leggere…. :)Ciao Ross.

        Mi piace

  5. ross ha detto:

    Eccomi! finalmente ho letto la prima parte,dopo aver preso un aulin per il mal di denti,che tortura ragazzi! Dunque,la prima parte che già conoscevo un pochino, ma non così arricchita da voi due, è molto bella,come una favola, veritiera, però scritta da Bruce mi lascia qualche dubbio! come finirà?per lui,crederci, è come per me credere che tra unmese avrò la pensione…. ora vado a leggere la seconda parte.
    ciao ciao 😀

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      “E’ molto piu’ facile che Ross abbia la pensione che Bruce credere negli Elohim”
      :)eh, se non si scherza…. certo che per te la pensione sarebbe una bella cosa. Io almeno ho il posto di lavoro, ma per un esodato la pensione, per quanto “grama” e’ una vera ancora di salvezza. Te lo auguro, Ross. pero’ “e’ piu’ facile che arrivino alieni da Nibiru che noi andare in pensione”. Pazienza…. ” Ciao Ross.

      Marghian

      Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      A proposito di aulin, certo che i farmaci hanno nomi strani. Me ne hanno prescritto uno che sembra che lo si debba acquistare in pescheria: “barraclude”.
      Ciao Ross, ciao Bruce & Blef

      Mi piace

    • bruce ha detto:

      Sei grande Ross! (ho detto grande e non grossa :lol:)

      Mi piace

  6. claudio marafin ha detto:

    innocenti!…

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...