Giganti nell’antico Egitto

Lo storico Giuseppe Flavio nel 79 d.C.  scriveva:
“in Egitto vi erano dei giganti. Molto più grandi e di forma diversa rispetto alle persone normali. Terribile a vedersi. Chi non ha visto con i miei occhi, non può credere che siano stati così immensi”?

Sicuramente una delle tante storie di esseri misteriosi che hanno abitato la terra in tempi remoti – mi replica il mio amico cane di scienza.

Può darsi – rispondo – ma vale la pena riportare la notizia che finora è considerata veritiera.

Sentiamo – mi domanda Bleff

La notizia non è fresca, è riportata solo ora del quotidiano tedesco Bild che ha pubblicato alcune foto di un dito gigante fossilizzato grande 38 centimetri

E’ chiaramente una bufala – mi interrompe il mio cane – non sono mai esistiti uomini di questa dimensione

Prima di emettere sentenze ascolta, cagnaccio. – rispondo –
Il giornale presenta anche una radiografia che attesterebbe l’appartenenza del dito a un non meglio identificato individuo di razza umanoide.
E racconta anche la storia. Le foto sarebbero state scattate nel 1988 in Egitto dal fotografo svizzero Gregory Spoerri, grande appassionato della storia egizia.
Secondo il giornale Spoerri ha potuto fotografare il dito del gigante grazie a un tombarolo egiziano, che ha però rifiutato di venderglielo.
Il dito, secondo quando sostenuto dal tombarolo, sarebbe stato ritrovato nei pressi della piramide di Giza, dove, a questo punto forse non a caso, sono presenti sarcofagi di grandi dimensioni.

La cosa non mi convince ancora – replica il mio cane – dove sarebbe il resto?

Intanto guardati il video e poi mi dirai : http://youtu.be/jH46fzAd6io 
o quest’altro video: http://youtu.be/E1RD49XG12Y

(fonte: mysterium)
Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Misteri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Giganti nell’antico Egitto

  1. mariella54 ha detto:

    Può essere che siano esistiti uomini cosi’ grandi ,anche ai giorni nostri esistono ,ogni tanto li mostrano in televisione ,tipo l’uomo più grande del mondo ,alto 2,50 m,non per questo ci ricamiamo soprachissà quale tesi,penso che siano scherzi della natura come per esempio l’uomo più piccolo alto solo 50 cm.Ammetti che in egitto trovino delle tombe con uomini cosi’ piccoli chissà quanti esperti egittologi verrebbero interpellati e ognuno darebbe una propria opinione ,magari qualcuno direbbe che sono una razza non terrestre!Ciao e…buona domenica

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Buon giorno Mariella, buona domenica anche a te. Per me mi auguro un buon lavoro visto che non sono ancora finiti i lavoretti (che lavoretti non sono) a casa (agli ordini della moglie).
      Per quanto riguarda questa storia devo dire che è la stessisima cosa che mi ha fatto osservare il mio amico Bleff, ma poi visto che sono un ingegnere mi sono fatto prendere dalla curiosità e mi sono fatto due conti. Ho fatto una semplice proporzione matematica basata sulle mie misure. Il mio dito indice misura 8 cm e sono alto 178 cm. Domanda: quanto doveva essere alto un uomo con un dito indice di 38 cm?
      Io il calcolo l’ho fatto, fallo anche tu.
      Non so se è lecito fare questo calcolo, ma suppongo di si, allora vedrai che sorpresa.

      ciao e buona giornata

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Oh ciao Bruce…come procedono i lavori e le grandi manovre in casa?
        38 sta ad x come 8 sta a 178….se la regoletta che ho applicato e’ giusta…mizziga!!!!

        Piuttosto, l’epoca egizia, se i giganti sono esistiti, mi sembra troppo “recente”. Prima di una estinzione di massa-il diluvio biblico?- allora si…una specie -di giganti -estintasi. Ma questo “diluvio” non sarebbe accaduto prima del 9500 avanti Cristo…ben prima degli egizi. Magari, sempre che siano esistiti…qualche esemplare o sparuti gruppi superstiti.
        Come si racconta dello yeti che, se esiste, sarebbe un “gigantopiteco” sopravvissuto ad una estinzione e adattatosi ai ghiacci, pur se nulla sappiamo.

        “Unu ossu dei noi a innoi…unu e binti..itta gigantis iant’a essi cussus!-mio padre-.
        *Un osso, da qui a qui..uno e venti! che giganti erano mai quelli!
        Mio padre raccontava di un ritrovamento, un osso che descrisse con queste parole, e nel dire “da qui a qui” si tocco’, con la mano, poco sopra il piede e poco sotto il ginocchio. Una tibia”.
        Quanto era alto sto gigante? Lo s, basta che io-1.74- mi misuri la tibia ed applichi una proporzione che abbia come incognita l’altezza del “gigante”, e come termini noti l’altezza della mia tibia e la mia altezza.

        Non so, se mio padre vide l’osso e dove fu trovato-una tomba?- o se lo senti’ raccontare da altri.

        da noi esistono le “tombe dei giganti”, costruzioni lunghe anche 12 metri e forse di piu’ risalenti all’epoca “nuragica-media” circa 3200 anni fa. Chi lo sa? Ciao Bruce.

        Marghian

        Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Marie’!!!! “Gigantismo-nanismo” e strane e anomale crescite..come nel ’70 o nel ’71. Una ragazza con una improvvisa alterazione ormonale crebbe in qualche anno da 1.60 a 2.60!!!! Ma..gli affetti da “gigantismo” sono invalidi, “informi” troppo alti e magri…camminano male e vivono poco. Se invece si analizzano presunti scheletri- o pardi di questi- di presunti giganti, la struttura e’ proporzionata. Ecco che, se sono esistiti erano davvero dei giganti, senza problemi di deambulazione, come invece accade agli affetti da gigantismo o nanismo. La ragazza che divenne alta 2.60 metri mori’ nel giro di qualche anno e sicuramente non e’ stata bene durante l’evento.
      Non so se sono esistiti i giganti “biblici” (“.e in quei tempi la terra era popolata dia giganti-nephilim..letteralmente coloro che discesero…-) ma niente a che vedere con il “gigantismo” che e’ una patologia, non una caratteristica della specie, come e’ stata per questi esseri se sono esistiti. Ciao.
      Marghian

      Mi piace

    • giampiero60 ha detto:

      No! L’uomo piu grande del mondo che citi è malato di acromegalia. Questa statura è frutto di una disfunzione ipofisaria (generalmente una forma tumorale definita adenoma). Dunque questa statura non è trasmissibile nella discendendenza e si accompagna ad alcune deformità. I giganti dell’antichità, (come ad esempio i NEFILIM biblici!) trasmettevano secondo gli antichi testi questa statura ai discendenti… come una vera RAZZA A PARTE.
      In mancanza di ulteriori informazioni ed in particolare di qualsiasi elemento corporeo (il dito andrebbe benissimo se contenesse DNA in buon stato di di conservazione!) non si puo escludere nessuna ipotesi (neanche quella Aliena!).

      Mi piace

  2. carla ha detto:

    Buongiorno Bruce, la notizia che riporti l’ho letta anch’io e se non ricordo male è vero che fu un tombarolo egiziano a fare quell’importante scoperta ma la cosa buffa fu … grazie a un asino. Si racconta che mentre il tombarolo faceva un giro di perlustrazione il suo asino ha infilato lo zoccolo in una buca. Il tombarolo, disarcionato dalla cavalcatura, ha intravisto un’apertura nella roccia sottostante e, attraverso di essa, alcuni scheletri giganti sepolti in una caverna. Non è questa la prima volta nella storia dell’egittologia che un animale porta a fare scoperte sorprendenti. Accadde anche con la tomba di Tutankhamon, grazie ad un cavallo che cadde rovinosamente in una buca. Proprio a Giza nel 1990 venne scoperta una necropoli dove venivano sepolti gli operai che costruivano le piramidi. Animali portafortuna, quindi, un po’ come quelli rappresentati negli amuleti che proteggevano il corpo dei defunti o quelli mummificati a loro volta e posti a guardia delle tombe. In un territorio ricco di storia come l’Egitto non c’è poi molto da stupirsi se i tesori archeologici spuntano a ogni piè sospinto. Anche scheletri giganti. Mi ha colpito molto invece come gli Egizi elaborarono un complesso rituale, fatto di formule religiose e sapienti processi chimici per esorcizzare il trapasso e tener viva la loro speranza d’immortalità. Provo a riassumere quello che ancora ricordo: dapprima gli imbalsamatori estraggono il cervello dalle narici utilizzando un ferro ad uncino e versandovi quindi speciali sostanze. Dopo aver praticato un’incisione sull’addome con un coltello di selce appuntito ne estraggono tutti i visceri che poi purificano e puliscono con vino di palma e aromi. Riempiono la cavità addominale con mirra pura tritata, cassia ed altri aromi a eccezione dell’incenso e fatto questo la ricuciono. Infine mettono il corpo sotto il natron lasciandolo coperto per settanta giorni. Trascorso tale periodo lavano il cadavere e lo avvolgono con bende tagliate da un lenzuolo di lino, spalmandole di resina.
    L’Egitto ha sicuramente un gran fascino. Il governo egiziano ha identificato percorsi di culto in alternativa alle più tradizionali mete archeologiche. Mi risulta però esserci anche un Egitto ignorato dal turismo di massa, con monasteri costruiti come fortezze in pieno deserto, dove vivono gli eremiti e là sono conservati capolavori dell’arte e dell’architettura del primo Cristianesimo. A me piacerebbe visitare il Monastero dei Siriani che domina la vallata dall’alto di una modesta collina, si avverte l’atmosfera mistica e quasi magica del deserto abitato per secoli da un piccolo gruppo di eremiti animati da una fede semplice e profonda.
    Dovrò organizzare di sicuro un viaggio da quelle parti. Scusami se mi sono dilungata ma amo molto viaggiare e l’Egitto mi intriga parecchio.
    Buona giornata a Te e al “suggeritore” canino Bleff.

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Ciao Carla!!!! Scoprire qualcosa grazie ad un animale-o comunque in via accidentale e fortuita non e’ la prima volta..e non solo in Egitto!!!! Il nuraghe di Barumini, il piu’ grosso, sette torri angolari, un corpo centrale di quattro torri ed una centrale-tipo castello, il mastio centrale che superava in origine i 20 metri e le altre torri toccavano i 15 metri…fu scoperto da un aratore!!! L’aratro tocco’ qualcosa e, chiamato chi di dovere -l’archeologo Prof. Lilliu- ecco che quella collinetta regolare divenne “su Nuraxi-leggi ” su nurasci” con la g francese dii visage-, classificato come “patrimonio dell’umanita’” dall’UNESCO!!!

      Io dico sempre su questi argomenti: non solo egitto. In Sardegna, i nuraghi, e piu’ anticamente ancora…esiste una ziggurath con una rampa lunga 40 metri che porta ad una terrazza a 10 metri dal suolo, datata 5300 anni, e forse altre sono da scoprire (pare che dei nuraghi stiano sopra a…delle fondamenta gradonate e…piu’ antiche!!! E che dire di indizi e reperti rinvenuti in India, giappone, America..cose che credo rivaleggino con l’Egitto…che e’ solo quello che conosciamo meglio-conosciamo si fa per dire..ma non conosciamo nemmeno l’India, o la Cina!!!!!!-.
      “In quei temp c’erano giganti…….” eccetera, sono sicuro che lo leggeremmo anche in antichi scritti cinesi, maya, nativi americani, arabi, iglesi, pitture rupestri aborigene e quant’altro…”non solo egitto” Carla… Ciao!!!
      Marghian

      Mi piace

    • bruce ha detto:

      Gran bel commento, aggiungo che a Tutankhamon nelle operazioni di svuotamento della scatola cranica eseguita dagli imbalsamatori, con l’inserzione di strumenti attraverso il naso, avevano provocato la rottura della scatola cranica. Alcuni frammenti rinvenuti avevano fatto supporre che abbia ricevuto un colpo alla testa con la conseguente opinione che la sua morte sia stata in realtà un omicidio. In realtà sappiamo che morì di una cancrena fulminante, dopo una frattura del femore sinistro, procurata qualche giorno precedente la sua morte.

      Ho intenzione di programmare con mia moglie (fortemente contraria) un viaggio in Egitto.
      Per gli amanti dei misteri e delle civiltà antiche, credo che sia una tappa obbligatoria come la Mecca per gli arabi.

      Infine credo che bisognerebbe dare merito a questi animali scopritori involontari di reperti archeologici. Non è giusto che sia diventato famoso solo l’asinello per il riscaldamento di Gesù.
      Buona domenica a tutti.

      Mi piace

  3. mariella54 ha detto:

    Se il dito indice di questo individuo è quasi 5 volte il tuo vuoi dire che in proporzione sarebbe quasi 5 volte la tua altezza ? Mi sembra un pò impossibile ,sono io che sbaglio a calcolare ?Ma questi sarcofagi che misure Hanno ,non lo dicono?Se fosse di un uomo un pò più alto della media nato con un indice enorme?Ma guarda un pò te che problemi mi metti in testa!Intanto, alla faccia del gigante egiziano,mi vado a fare una passeggiata.Finiti i lavoretti ordinati da tua moglie?

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Marie’, a me con la proporzione da’ un rislutato di oltre otto metri (845. 5 cm), e facendo 178 x 5 mi da 890 cm (8,9 metri). Siamo li’.
      Un errore? O una altezza “normale” per un gigante di allora???
      E…polifemo quanto era alto? Credo che “polifemo” rientri anche lui nelle antiche credenze sui giganti, anche perche’ ad essere alti erano tanti -i ciclopi- e non solo Polifemo, chiamato cosi’ dai “colleghi di statura” come *soprannome…poli-femo significa…. 🙂 molti occhi!!!! Ciao Marie’.
      Marghian

      Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao Mariella,
      forse li facevano a pezzettini :mrgreen:
      Ora esco anch’io col cane, è una gran bella giornata.

      Mi piace

  4. mariella54 ha detto:

    Caro Marghian anch’io avevo pensato ai giganti biblici ,ma è tutto da vedere ,maa!Ci sono tanti misteri difficili da decifrare per noi comuni mortali,però mi piacerebbe andare sul luogo per constatare con i mie occhi quanto sono grandi questi scheletri .Ciao buona domenica

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Oh Marie’!!!! Non che io lo sappia!!! Solo volevo precisarti che il “gigantismo” non e’ la stessa cosa che “i giganti”. Io ho scritto sui “giganti biblici” non tanto in riferimento alla fonte biblica “c’erano i giganti” quanto all’epoca, orientativamente a mio avviso piu’ antica di quella dei faraoni, riguardo alla ipotetica esistenza di questa .specie di ominidi o uomoni.
      Va bene che anche “golia”, 3000 anni fa circa, sarebbe stato alto, stando alla Bibbia, piu’ di tre metri…ecco un esempio…”golia” era forte, sano..non come chi poverino soffre di gigantismo. Ciao Marie’!!!!

      Marghian

      Mi piace

  5. ross ha detto:

    Volevo fare anch’io un post sui giganti, dopo aver visto una puntata di vojager che avevo registrato:

    credo che,purtroppo,la nostra generazione non riuscirà a conoscere la verità su questi misteri.peccato!
    Ti auguro una buona Domenica

    Mi piace

  6. bruce ha detto:

    Lavoretti per la casa.
    @ Mariella e Marghian
    I lavoretti (?) non sono ancora finiti, vacca boia.
    Dopo che l’imbianchino ha tinteggiato alcune stanze, grandi pulizie.
    Non contenta mia moglie mi ha fatto rivoluzionare la disposizione dei mobili della camera da letto, armadio di 3 metri, letto, comò, comodini, specchi, armadietti. Cambio di stagione di tutti i panni. Tinteggiatura e cambio della disposizione di tutti i mobili dello studio.
    E non è finita.
    Ieri alla Ikea abbiamo acquistato un nuovo armadio di altri 3 metri pesante un accidenti da montare, ma questa volta mi sono rifiutato dal farlo. Me lo faccio portare e montare da loro.
    Pensate che è finita? neanche per idea. Ci sono le camerette dei ragazzi da sistemare.
    E poi da catalogare e mettere in ordine tutta la corrispondenza in raccoglitori. Selezionare e buttare tutte le riviste. E poi il …. cane.
    Caro Marghian quanto ti invidio. Te hai di questi problemi?

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      No, non invidiarmi…ci sono passato ltre anni fa e quest’anno ho una stanza da riattare, e non solo il “bianco” ma un po’ l’intonaco e la tappezzeria, e daro’ una passata di bianco a tutta la casa…ad aprile, forse a giugno.

      Magari invidiami perche’ non ho chi mi dice “non cosi’! Cosa’!”…questo mi dicono gli sposati, “beato te che sei da solo”…” nessuno ti rompe le balle…” quello che io chiamo il “pro-contrismo” dato che quasi tutti mi dicono che “ci sono i pro ed i contro”..”pro-contrismo” che serve “loro” solo per dirmi “zitto non ti lamentare” ed infatti sto imparando ad evitare di dire o ricordare ad un amico o collega “sono da solo”, perche’ se lo dico….”pro e contro” e “colpa tua” a iosa!

      Bella la battuta di Blef, “non si sono estinti perche’ l’acqua del diluvio gli arrivava alla gola”. Battuta che mi ricorda una teoria (sihg!) per la quale i dinosauri invece…si sarebbero estinti: “L’arca di noe’, erano troppo grandi e….”. Non la conoscevi?
      (segue). Ciao Bruce.

      Marghian

      Mi piace

  7. bruce ha detto:

    @ Marghian
    I calcoli sono giusti, hai visto che roba!
    Bleff mi ha detto che questi giganti non si sono estinti col diluvio universate perchè l’acqua gli è arrivata fino alla gola :mrgreen: Tutti gli altri, più bassi, sono annegati o perchè non sapevano nuotare. 😆 Gli altri sopravvissuti si erano rifugiati in montagna.

    Mi piace

  8. bruce ha detto:

    Prima o poi un salto in Sardegna lo faccio. Mi piacerebbe vedere da vicino questi nuraghi.
    Al Circeo, luogo a pochissimi chilometri dal mio paese natale, famoso per la Maga Circe, i porci e Ulisse, esistono delle mura ‘ciclopiche’ inspiegabilmente costruite sulla cima della montagna, impervia e difficile da raggiungere. Ancora oggi non è stata data una spiegazione alla loro origine.

    Forse dietro tutto questo esiste un’altra spiegazione. La razza umana non era unica. In qualche modo la natura è in grado di produrre spontaneamente il Dna, il cui mutamento di alcuni geni hanno prodotto diversi ‘livelli’ umani.
    L’ambiente e le attitidini sociali hanno poi determinato la diffusione di alcune specie e l’estinzione di altre.

    Mi piace

  9. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buongiorno Silvano, anche nella Bibbia si parla dei gigianti che erano una volta qui sulla terra, ci sono tante cose che noi non sappiamo… come sempre i tuoi post mi piaciano tantissimo ti abbraccio Pif

    Mi piace

  10. mariella54 ha detto:

    Un pensiero che mi è venuto in questo momento ,se questi giganti sono esistiti veramente ,dove vivevano?Avrebbero avuto bisogno di case enormi ,di indumenti e calzari fuori della norma , non si è mai trovato nessun indizio di tutto ciò?Sappiamo come vestivano e vivevano i primi uomini perchè abbiamo trovato dei reperti e abbiamo potuto farcene un’idea ,ma di indizi di come vivevano questi giganti nemmeno l’ombra .Ora sarà meglio che l’ha smetto con questi giganti ,o altro a cui pensare . A proposito vi posso invitare a casa mia ,Marghian e Bruce,a fare le pulizie di Pasqua?Prometto che vi pagherò!Ciao a tutti

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...