Gaia

L’avete visto tutti (spero) in tv e letto sui giornali o su internet.

GAIA-massima-aperturaTutto è andato alla perfezione e con uno splendido lancio, avvenuto alle 10:12 ora italiana dal cosmodromo di Kourou (Guyana Francese). E’ iniziata, così, ufficialmente la storia della sonda Gaia, dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Si tratta di una missione che, se tutto andrà come previsto, promette di riscrivere i libri di astronomia riguardo alla struttura e alla composizione della nostra Galassia, permettendoci per la prima volta di avere un’idea completa e dettagliata dell’Universo che ci circonda.

Gaia mapperà e studierà oltre 1 miliardo di oggetti della Via Lattea, fornendo misure di posizione, distanze e moti stellari (astrometria), intensità della radiazione emessa (fotometria) e infine le caratteristiche della radiazione emessa alle varie lunghezze d’onda (spettroscopia).
Si tratta di una delle più complesse, coraggiose e intriganti missioni mai intraprese dall’ESA. Oltre a questi campi, Gaia andrà oltre, mappando la vastissima popolazione degli asteroidi, cercando pianeti attorno ad altre stelle, studiando l’evoluzione stellare, osservando lontanissimi quasar, e cercando di scoprire eventuali supernovae.

Gaia è partita a bordo di un vettore russo Soyuz che l’ha spedita verso la sua destinazione finale il punto lagrangiano Terra-Sole L2, a circa 1,5 milioni di km da noi, dove, distante da ogni disturbo e protetta dal Sole, si metterà al lavoro per creare una mappa tridimensionale della Galassia.

Serviranno ben 5 anni per riuscire a completare il lavoro. La quantità di modelli ed ipotesi da testare che potranno usufruire della mole di dati che verrà raccolta da Gaia è davvero enorme, e gli astronomi della fine di questo decennio avranno a disposizione un database senza precedenti su cui lavorare.

Una delle cose più interessanti che Gaia permetterà di fare, è calcolare con molta precisione come il miliardo di stelle che osserverà si muovono nella Via Lattea, questo a sua volta ci permetterà di calcolare indirettamente le forze gravitazionali in gioco, mettendoci in grado di avere misurazioni più precise riguardo alla materia oscura.? Il lavoro che attende gli addetti alla missione e i numerosi astronomi europei coinvolti nell’analisi dei dati è enorme, ma le soddisfazioni, alla fine, non mancheranno.

Dimenticavo:
Il 13% di Gaia è contributo “Italiano”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

(fonte: foto tratte da “tuttidentro”, che ringrazio per il servizio che rende a noi piccoli appassionati; testo da Focus)

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Ultime dallo spazio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Gaia

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    L’ipotesi Gaia formulata per la prima volta dallo scienziato inglese James Lovelock nel 1979 . A New Look at Life on Earth”, trovando poi numerosi consensi nel mondo scientifico, ma non tutti coincidenti col suo vitalismo. Nella sua prima formulazione l’ipotesi Gaia, che altro non è che il nome del pianeta vivente (derivato da quello dell’omonima divinità femminile greca, nota anche col nome di Gea), si basa sull’assunto che gli oceani, i mari, l’atmosfera, la crosta terrestre e tutte le altre componenti geofisiche del pianeta terra si mantengano in condizioni idonee alla presenza della vita proprio grazie al comportamento e all’azione degli organismi viventi, vegetali e animali.. dal web

    Vorrei sapere quanto ci ha costato questa sonda e il lancio ecc.. da dove derivano questi soldi? Adesso cambia grazie a questa sonda la nostra vita?

    Passi da giganti fuori dalla Terra, nello spazzio intorno alla terra l’uomo ha già lasciato le sue tracce..C’è un’enorme discarica che ruota intorna alla Terra, cresce a ritmi vertiginosi, ed è composta da frammenti di vettori e vecchi satelliti. Un pericolo per: le attività umane; i satelliti ancora operativi; la stazione spaziale internazionale e gli astronauti che ci lavorano..

    Strano dove mette l’uomo un piede o una mano lascia mai qualcosa di buono.. Gaia significa vita… se questi soldi per questa sonda sarebbano dati a popoli bisognosi allora potrei capire se questo progetto lo avevano chiamato gaia…

    almeno io penso cosi..

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      ciao Rebecca
      bella descrizione del significato di Gaia. Brava.

      Sui soldi, io credo che per il mondo scientifico sono ben spese.
      Ti riporto le parole pronunciate dall’astronauta Neil Armstrong pilota e astronauta statunitense, primo uomo a mettere piede sulla Luna nella missione Apollo 11.
      “Un piccolo passo per un uomo, ma un enorme passo avanti per l’umanità”.

      Sulla spazzatura spaziale sono d’accordo, ma stanno progettando un grande aspiratore spaziale😆
      Un caro saluto

      Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Si’, ho visto in tv. Bello e molto Interessante.

    Ciao Rebecca. Conosco la teoria, o meglio la ipotesi di “Gaia”. Io, pero’, non penso che la Terra sia “viva”, pur se ha la sua attivita’ geologica, atmosferica, oceanica e climatica che permette la vita di piante ed animali. La Terra ha le condizioni adatte alla vita, “la giusta temperatura”, “la giusta distanza dal Sole”,e sulla Terra si sono verificati tutti gli eventi che hanno portato alla nostra esistenza. Ecco che la Terra e’ un pianeta “vivo” pero’ non nel senso vero del termine. “Vivo” significa “biologico”, il funzionamento di organismi con cellule che si riproducono e che si nutrono trasformando parte degli elementi assorbiti in “cellule stesse” con il metabolismo. La terra e’ un pianeta speciale, certo. La Terra e’ stata fortunata. Ma forse tanti pianeti sono proprio come la Terra, “vivi” geologicamente da avere anche la via biologica. Io dissi una volta una battuta sull’idea di Gaia. Una mia collega e’ appassionata di questa idea, e mi diceva che solo sulla Terra (viva) c’e vita. Io allora dissi: “ma Marte, non puo’ essere stato anche lui…gaio?”. Era una battuta, naturalmente🙂

    Come sai l’idea di Gaia deriva dagli antichi sciamani, “la madre terra” eccetera. Ciao Rebecca.

    Marghian

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...