Il plasma primordiale


Abbiamo smaltito la delusione del clamoroso annuncio della Nasa.
Delusione non tanto per la scoperta del buco nero, bensì dal fatto che un annuncio del genere poteva essere dato attraverso i normali canali della divulgazione scientifica senza stare lì a tenere in ansia un mondo intero per un annuncio che ha interessato solo gli addetti ai lavori, qualche appassionato, e messo invece in allarme l’intero mondo scientifico e non.

Al contrario è passato inosservato un altro avvenimento che a mio parere meritava veramente la clamorosità dell’annuncio per un esperimento che ha avuto del sensazionale.
Un avvenimento dove non era sufficiente puntare un occhio in un angolo dell’universo ma che è stato portato avanti dall’uomo, dalla mente umana, dalla sua intelligenza.

Mi riferisco all’esperimento effettuato il 7 di novembre scorso nel più grande acceleratore di particelle del mondo: il Large Hadron Collider (LHC) del Cern di Ginevra.
In questa super macchina sono state ricreate temperature di migliaia di gradi paragonabili “a quelle esistite nei primi milionesimi di secondo dopo il Big Bang”.

Dove sta in questo caso la eccezionalità della notizia? Sta nel fatto che ciò è stato possibile grazie alla mente umana.
E questi primi esprimenti sono incoraggianti per partire con un programma più ambizioso di fisica nucleare per studiare il comportamento dell’universo nei suoi primi istanti di vita.

A questo punto potrebbe sorgere  la domanda a cosa servirebbe tutto questo.
Intanto diciamo che oltre al valore scientifico e della conoscenza della nostra esistenza, ogni scoperta scientifica può avere le sue applicazioni industriali. Vedremo quali.
Per ora diciamo che quello che in realtà si è creato nell’acceleratore di particelle è il cosiddetto “plasma primordiale” 

Il “plasma primordiale” è la materia comparsa subito dopo il Big Beng.  E’ uno stato della materia che esiste solo a temperature e densità molto elevate.
Il plasma primordiale è composto da quark e gluoni. La materia comune da adroni ovvero particelle composte da fermioni (come quark e antiquark) e bosoni (come i gluoni).
La differenza tra questi due stati della materia e’ che nella materia normale ogni quark si accoppia col proprio antiquark per formare un mesone (che e’ a sua volta un adrone), oppure si unisce a due altri quark per formare un barione (come ad esempio il protone ed il neutrone).
Nel plasma primordiale, invece, mesoni e barioni perdono la loro identità e formano una massa di quark e gluoni molto piu’ grande.

Capito qualcosa? No?
Allora mettiamola così: mentre nella materia normale i quark sono confinati, nel plasma primordiale sono liberi di muoversi. Questo significa che nel plasma non valgono più nemmeno le leggi che governano il comportamento della materia normale.

Cosa significa tutto questo io non lo so. Perchè da quel momento in poi, da questo plasma nasce la materia e compaiono le 4 forze della natura: gravità, elettromagnetismo, debole, forte, che governano l’universo, la materia. So solo che questo esperimento del Lhc è un gran passo della scienza, dell’uomo. La possibilità di far avanzare la fisica di passi importanti verso la conoscenza delle interazioni fondamentali del nostro universo.
E la posta in palio è sempre la stessa e va ben oltre il bosone di Higgs o il così detto plasma primordiale.
 


 

Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in I misteri dell'universo, Scienza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il plasma primordiale

  1. semprevento ha detto:

    Bel post….interessante….
    dal mio piccolisimo scalino posso dirti che avevo letto qualcosa…
    Ciò che non mi spiego è come mai queste scoprte così importanti vengono messe in disparte…quasi a non attirare l’attenzione del mondo….ma solo dei diretti protagonisti.
    Ciò significa ch siamo vicino a scoperte ancora più camorose? e che l’umanità non deve sapere?
    Mia opinione.E credo anche che ce ne siano molte in campo scientifico…
    comunque, L’uomo ha sempre varcato le frontiere che lo avrebbero portato ad una evoluzione…si sperava di benessere…e sotto il profilo strettamente legato allo stile di vita migliore , diciamo che ci siamo riusciti…come in ogni cosa c’è il rovescio della medaglia….
    Questi Signori della fisica e non , sicuramente hanno già in testa quale traguardo vogliono raggiungere…io aggiungo che forse vogliono salvaguardare il futuro della razza umana e il luogo dove noi abitiamo: la terra.Un progetto a lungo termine ma i presupposti ci son tutti.
    La scienza, la ricerca soprattutto fa pasi da gigante…la mente umana si elevata e molto…arriveranno clamorose scoperte…forse un pò in sordina…non è per tutti il sapere…quel sapere.
    Detto questo , bell’ ingegnere mi ritiro in buon ordine…
    allafine ho espresso un mio parere…opinabile sia chiaro…dato che di asrofisica, nucleare fisica e quant’altro ne sono veramente a digiuno….
    lo sai..io miro il cielo basso basso…lo tocco con un dito….e poi lì mi fermo….per me è già una gioia immensa poterlo vedere. nel mio mondo tutto quel ben di Dio non ha valore…è troppo per quantificarlo.
    punto e accapo ( si può scrivere anche da capo ):

    i miei ossequi
    vento

    Mi piace

  2. semprevento ha detto:

    http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=127143
    l’avrai letto…ma per dimostrarti che non sono solo vento….
    vedi che mi documento e salvo in preferiti????
    ci saranno altre sorprese…ma son davvero bravi….!!!!

    Mi piace

  3. silvanodonofrio ha detto:

    Sito interessante, l’ho inserito anch’io tre i preferiti. Grazie per l’informazione. E’ un mondo affascinate, ma le cose te le devono raccontare semplice per capirle e apprezzarle.
    Non fare la modesta, l’ho detto fin dai tempi windows space che sotto il tuo voler apparire modesta si noscondeva una che sa il fatto suo.
    Domani altro giorno di lavoro fuori sede.
    Ciao bella.

    Mi piace

  4. semprevento ha detto:

    …adesso son seria..
    Ma te lo dico qui sperando che tu apprezzi…
    Vedi carissimo Silvano, il mio più grande difetto è quello di sentire sempre
    la mia modestia come se fosse una pelle avvolgente ed io all’interno.
    Non ho mai creduto nelle mie qualità…me ne sto sempre un gradino sotto.
    Non credo di capire granchè della vita, e credo di essere un ignorante senza ritorno!
    Il mio motto è sempre stato ” lascio il posto ai piu bravi.
    La vita però mi ha insegnato molto, ma credo in ritardo.
    Non ho più voglia di mettermi in gioco. Non serve più.
    Molti non capiscono quello che scrivo, ma credimi se ne esce da solo,
    senza grandi sforzi.
    A vent’annisi è dei fiori in boccio, e bisogna aver cura…io sono nata in un giardino sbagliato…ma sorrido….tanto non cambia nulla.
    Il mio pessimismo sarà forse infantile, ma è mio.
    la mia tristezza è nata con me e non la lascio certo adesso.
    Mi fa compagnia. a niente di vieta di ridere e giocare come una bimba.
    Di essere di buona compagnia e restare pure simpatica.
    Le mie insicurezze restano qui, sedut accanto a me…ingombrano si,
    ma so stare anche in un angolo.
    Detto questo non dirmi che non devo fare la modesta…io lo sono perchè lo sento.
    Ecco prchè mi piace venire da te, tu m’insegni ed io son sempre pronta ad imparare…E’ questo il bello del mio difetto!!!!
    Bene Bruce…te ciospo ,sei una persona molto amabile…modestamente parlando!
    Ti auguro un boun lavoro….so che è dura ma il tuo cielo ti assiste.
    e la coscienza parla …
    a presto
    vento

    Mi piace

  5. silvanodonofrio ha detto:

    Carissima, conosco una persona che fin da bambina le avevano appiccitato addosso il vestito della incapacità, che si è tramutata in insicurezza cronica. Ma aveva le qualità nascoste dentro di sè, che non riuscivano ad uscire fuori perchè soffocate e successivamente aggravate dalla non conoscenza della lingua.
    E’ bastato che qualcuno le dava la possibilità di farle emergere, di acquistare fiducia ed autostima. Ora questa persona, una semplice ragioniera, lavora a 56 anni in una azienda di elettronica che opera nell’outsoursing, nella progettazione e realizzazione di schede e moduli elettronici in qualità di responsabile del marketing d’acquisto dei componenti sul mercato mondiale.
    Quella persona è mia moglie, che mai ha rinunciato a credere nelle proprie capacità.
    Da quello che leggo penso che te hai delle grandi possibilità da tirare fuori se . . . una persona giusta o la occasone giusta te lo permetterebbe. Tutto il resto scomparirebbe d’incanto, insicurezza, modestia, la tristezza.
    Ciao bella.

    Mi piace

  6. semprevento ha detto:

    …ho sempre pensato che tua moglie fosse speciale….
    eppure mica la conosco, ne la leggo….ma …
    dietro un grande uomo , c’è sempre una Grande Donna.
    Intendo grande, non nel senso di grandezza…ma di semplicità.
    eleganza…non perchè vestita bene…tu sai che intendo.
    Signori si nasce, non si diventa.
    Tu sei tra le persone che io definisco speciali, semplicemente semplici.
    Nella miriade di difetti che ognuno di noi ha, nel convulsivo vivere,
    ritroviamo la quiete con semplici gesti, osservazioni…e ci distinguiamo dai
    barbari…i maleducati, gli incoscienti…gli stolti. E nel nostro piccolo e silenzioso vivere ritroviamo il senso della vita.
    un abbraccio a te e uno a tua speciale a tua moglie.
    vento

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...