Acqua nell’universo

Oggi è venuta giù tanta di quell’acqua che non si vedeva da tempo.

Ma è poca cosa confrontata a quella che è stata scoperta nell’universo.
Si trova a 12 miliardi di anni luce dalla Terra la riserva d’acqua più grande e distante mai scoperta nell’universo.
E’ un concentrato di vapore acqueo che circonda un quasar, ossia un oggetto cosmico molto primitivo e simile a un stella, e che contiene una quantità di acqua pari a 140 milioni di miliardi quella che si trova negli oceani della Terra.

La scoperta, pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal Letters, si deve a un gruppo di astronomi del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa e del California Institute of Technology (Caltech).

Certo è un po’ lontanina, chissà se un giorno potremmo mettergli un rubinetto collegato ad un tubo.
A parte la battuta questo sta a significare che la presenza d’acqua nell’universo non è così rara come potevamo immaginare. Capito, mio caro Bleff.


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ultime dallo spazio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Acqua nell’universo

  1. semprevento ha detto:

    Oh cavoli!!!!
    Questa scoperta la capisco anch’io!!!
    almeno credo!!! 😀
    Certo che in previsione di una eventuale siccità…
    un tubicino lungo lungo….un secchio passato da un astronave al’altra…
    possiamo cavarcela….

    Il mondo è talmente bello…però sai, a me i posti dove manca l’acqua o dove ce n’è poca mi piacciono poco….
    dove che per andarci devi farti una settimana di antibiotici o vaccini e cose varie…
    L’acqua elemento troppo importante per me…benchè la mia acqua , quella che amo tantissimo, mi procuri un sacco di problemi se non è ben pulita.
    ….era tanto per ciabelare un pò….insomma dove vado io deve esserci acqua…..altrimenti non vado…passerei il resto dei giorni sul water….e mica è signorile !!!!

    ……….il 40% della nostra acqua si perde nei meandri dei condotti….sarà andata per evaporazione lassù tra gli infiniti cieli???? che sia quella????
    Stai a vedè se cerchiamo bene, ci troviamo un pezzo di mattone dei condotti di Asciano!!
    MAH!

    "Mi piace"

  2. bruce ha detto:

    Non sono mai stato in India e sinceramente mai ci andrei. Mio fratello (quello più giovane) ed una collega di lavoro, una di quelle innamorate del loro stile di vita e della loro religione, mi raccontano del fiume Gange che è considerato dagli indù un fiume sacro e il bagno nelle sue acque è ritenuto uno dei riti di purificazione più importanti dell’Induismo. Ma in quelle acque oltre che a purificarsi, ci navigano, ci buttano i rifiuti, si lavano, ci lavano i panni, ci lavano le stoviglie, qaulcuno ci si lava i denti e …. ci fanno tutti i loro bisogni. Ma siccome il fiume è sacro non ci sono malattie. Sarà vero, sarà falso, Sara Ferguson, sarà una str….

    "Mi piace"

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...