I neutrini di Majorana

Per quale motivo il geniale fisico italiano Ettore Majorana, la notte del 27 marzo del  1938 fece perdere ogni traccia di sè, mentre era a bordo del piroscafo che andava da Napoli a Palermo resta un mistero.
Il corpo in mare non fu mai trovato. E il conto in banca di Majorana fu prosciugato pochi giorni prima della scomparsa.
Quello che sappiamo per certo è che Majorana era un vero genio. Unico nel suo ambiente, con doti di intuizione matematica fuori dal comune. E anche un uomo con una sensibilità speciale.

Non voglio interromperti – mi interrompe il mio cane – ma perché parli di Majorana in un post dedicato ai neutrini?

Ignorante. Come al solito non mi lasci mai finire di fare le introduzioni. Sei impaziente come il tuo carattere.
Devi sapere, allora, che nel lontano 1932 Ettore Majorana, elaborò una elegante teoria sulle particelle elementari nella quale ipotizzava che, in particolari condizioni, queste potessero assumere una massa ‘immaginaria’.

Massa immaginaria? – replica sorpreso il mio cane – e che roba è?

Non lo so e non mi chiedere cosa significa, posso solo dirti  che è una proprietà “esotica” in grado di liberare le particelle dai limiti imposti dalle equazioni della Relatività e permettergli di viaggiare più veloci della luce. Sembra che rileggendo gli appunti di quasi ottanta anni fa scritti proprio da Majorana ci siano in quella sua teoria delle predizioni che erano in ottimo accordo con i risultati  dell’esperimento del Cern.

Eppure mi risulta – mi dice Bleff  – che oltrepassare la velocità della luce in uno spazio omogeneo richiederebbe un’energia più che infinita, concetto che non è molto sensato.

Le cose starebbero esattamente come dici te, ma sembra che i neutrini potrebbero diventare ‘tachionici’, cioè viaggiare oltre la velocità della luce se costretti ad attraversare un materiale molto denso. E  questo è proprio il caso di quello che è avvenuto nell’esperimento italo-svizzero, dove i neutrini lanciati da Ginevra hanno percorso tutti gli oltre 730 Km nel sottosuolo.

Uhm – annuisce il mio cane –  ma c’è una bella diferenza tra lo spazio vuoto e la Terra, infatti non mi risulta che lo spazio sia proprio così tanto denso da permettere ai neutrini per quanto infinitesimamente piccoli di viaggiare nell’universo ad una velocità superiore alla luce.

Certamente questa teoria andrà verificata e confermata dalla pratica – caro amico fedele – Ma sarebbe davvero rilevante se, sulla questione dei neutrini superluminali, a mettere oggi d’accordo tutti fossero i calcoli fatti 80 anni fa da un giovane e promettente scienziato italiano scomparso nel nulla.

Ok, per oggi basta con questi neutrini – replica il mio cane – ora mi vado a leggere il blog di una tua amica.

(fonte: newsletterInaf)

Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, Scienza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a I neutrini di Majorana

  1. semprevento ha detto:

    buondì…
    conoscevo la storia di questo scienziato ..grazie a te…c’arrivai con uno dei soliti post incasinati..per me!
    dunque , dopo lunga riflessione…bisognerà aspettare….
    ma scusa le condizioni dell’esperimento sono diverse…quindi la teoria del caro Einstein non si tocca…tra spazio pieno e spazio vuoto c’è differenza …come dire una dona con le tette e una donna senza tette..c’è differenza ..o no????

    buongiornino….
    bell’omino.
    vento
    (menomale che c’è Bleff!)

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      e già! … non ci resta che aspettare, perchè come dice ancora Bleff: non c’è fretta, le cose continueranno ad andare come prima.

      Buona la teoria delle tette, preferisco la prima, ovviamente :mrgreen:
      Ciao bel musino

      Mi piace

  2. semprevento ha detto:

    ps….oggi l’è venerdi…

    Mi piace

  3. bruce ha detto:

    … baccalà con patate ed olive …

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...