Struttura aliena attorno alla stella KIC 8462852 o anomalia?

sfera di Dyson2(Sfera di Dyson)

Nei giorni scorsi si sono diffuse su Internet le voci su  oscuramenti anomali di una stella e per giunta casuali.

Il telescopio spaziale Kepler ha anche il compito di scovare pianeti lontani che possano ospitare la vita. Ma stando ad alcune indiscrezioni online potrebbe aver scoperto qualcosa di davvero più eccitante attorno all stella KIC 8462852, che si trova a 1480 anni luce dalla Terra.

Cosa c’è di eccitante?
C’è una anomalia.
Se un esopianeta ruota intorno a una stella, Kepler registra un affievolimento della sua luminosità a intervalli regolari e per un numero limitato di ore o giorni. La peculiarità di KIC 8462852 è che per un periodo che va da 5 a 80 giorni viene oscurato fino all’80%: sembra perciò esserci qualcosa che non quadra, una anomalia. Una enorme massa che oscura la stella.

Tutto questo sarebbe normale se KIC fosse giovane, perché una stella nata da poco è circondata da detriti e polveri che successivamente, grazie alla forza di gravità, si organizzano in pianeti e fasce di asteroidi. È la storia di ogni sistema solare, a cominciare dal nostro. Nel caso di KIC, però, le osservazioni suggeriscono che l’astro sia piuttosto vecchio.
A questo va aggiunto che le diminuzioni di luminosità di KIC 8462852 non erano periodiche, ma casuali.

flotta stellareAllora? Quale spiegazione?
Jason Wright, astronomo della Penn State, ne aggiunge una: “Sebbene gli alieni debbano sempre essere l’ultima ipotesi da prendere in considerazione, questa massa in orbita attorno alla stella potrebbe essere frutto di una tecnologia aliena», come scudi o – al contrario – collettori di energia solare.”

Insomma c’è chi ritiene attorno alla stella KIC 8462852 c’è qualcosa di alieno. Una civiltà aliena nello spazio che assorbe l’energia della stella. E se fosse proprio una sfera di Dyson?
Un’opera mastodontica di ingegneria spaziale, a firma di una civiltà eccezionalmente evoluta che dalla stella ricava energia (si tratterebbe dunque di una mega centrale elettrica) o forse il forte cambiamento di luminosità di una stella serve a comunicare qualcosa a qualcuno.

Bene, ora che abbiamo scherzato, parliamo sul serio.
Le ipotesi si basano esclusivamente su fattori naturali.

Per escludere ogni possibilità di “intenzionalità” del segnale è intervenuto direttamente il SETI Institute, che a tutt’oggi porta avanti le attività di quello che fu il programma NASA per la ricerca di vita extra-terrestre intelligente.
Le 42 antenne dell’Allen Telescope Array presso le Cascade Mountains a nord di San Francisco, sono state puntate in direzione del sistema stellare di KIC 8462852 per oltre due settimane. La ricerca si è concentrata sulla emissione di due tipologie diverse di segnale radio.
1) a banda stretta, nell’ordine 1 Hertz di ampiezza, ovvero quello che presumibilmente potrebbe essere generato da una civiltà lontana che desideri annunciare la sua presenza.
2) a banda larga, derivante da qualche sistema di propulsione all’interno del sistema stellare. Se davvero c’è un cantiere gigantesco dalle parti di KIC 8462852 è ragionevole supporre che ci sia un po’ di traffico di veicoli spaziali coinvolti in questa attività. Se qualche astronave aliena emette intensi fasci di microonde, certo possiamo registrare una dispersione radio in banda larga anche da qui.
L’analisi dati mostra alcune evidenze di segnale sulle frequenze comprese fra 1 e 10 GigaHertz. Il che esclude il tipo di trasmettitori omnidirezionali che invece sarebbero utili a chi volesse tramettere un segnale nell’Universo a caccia di risposte.

Fine della storia. Al momento di E.T. non c’è traccia alcuna.

asteroidi6
La spiegazione più plausibile è che si tratti esocomete. La maggior parte degli oggetti spaziali osservati, come pianeti, comete e asteroidi, è di forma più o meno sferica. Ma il modo in cui la luce è alterata intorno a KIC 8462852 non può essere spiegato da un unico cerchio che attraversa il disco della stella.
Uno sciame di esocomete simili alla cometa Hale Bopp di forma irregolare, probabilmente attirato da una stella vicina, potrebbe attraversare la stella e causare le variazioni di luminosità osservate.

(fonte: Scientic American)

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Alieni, Astronomia, I misteri dell'universo, Ultime dallo spazio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Struttura aliena attorno alla stella KIC 8462852 o anomalia?

  1. MARGHIAN ha detto:

    Ciao. Certo e’ che una talea attività a livello di “sfera di Dyson” o comunque una attività cosi’ grandiosa, dovrebbe farci arrivare qualcosa do meno casuale, di piu’ “preciso”. Certo, gli extraterrestri potrebbero aver bandito le trasmissioni radio- mi chiedo pero’ se sia possibile sopprimerle del tutto..- perche’ “troppo grossolane” o “antiche” per un sistema piu’ efficiente come disse Rubbia “loro potrebbero usare il laser, ma noi non lo sappiamo leggere..Ma ci arriverebe, a prescindere dal significato dei segnali, se ci fossero fonti laser o di altra forma di energia “alternativa”- la fantascienza parla anche di “graser”, come lessi in un romanzo, e cioe’ “laser a gravità”, ma e’ solo fantascienza e rimane tale senza prove e controprove.

    Marghian

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...