Il nono pianeta.

nono pianeta2

Si torna a parlare del misterioso nono pianeta.

Sembra che oltre Plutone stia succedendo qualcosa di molto strano.
E c’è di mezzo un misterioso pianeta che si troverebbe ai confini del sistema solare.

Dico si tratterebbe, il condizionale è d’obbligo dal momento che tutto è cominciato dall’annuncio di alcuni scienziati californiani (Konstantin Batygin e Mike Brown, astrofisici del California Institute of Technology) secondo i quali ci sarebbero forti evidenze determinate da simulazioni al computer sulla influenza che questo pianeta eserciterebbe sugli altri oggetti della fascia di Kuiper. I calcoli teorici indicherebbero la presenza di un grande corpo celeste ai confini del Sistema Solare, delle dimensioni di Nettuno con una massa pari a 10 volte quella della Terra e provocherebbe anomalie su alcuni corpi celesti nella fascia di Kuiper.

Da oltre vent’anni gli astronomi sanno che il minuscolo Plutone, declassato a pianeta nano, non è confinato in solitudine ai margini del sistema solare. Fa parte di una grande famiglia di gelidi e minuscoli oggetti che costituiscono nel loro insieme una nube denominata fascia di Kuiper.
Ma un piccolo gruppo di oggetti appartenenti a questa fascia mostra orbite strane. Vengono chiamati Kuiper belt object (KBO).
L’anomalia sta nel fatto che le traiettorie di essi descritte attorno al Sole sono insolitamente allungate, molto diverse dalle orbite quasi circolari della maggior parte dei corpi planetari.

Questi oggetti fuori dagli schemi, non più di una decina, condividono un’altra peculiarità orbitale. La loro orbite molto allungate incrociano il piano su cui si muovono i pianeti venendo a trovarsi in parte al di sopra e in parte al di sotto di esso. Ma il punto in cui questi oggetti attraversano il piano coincide con il perielio, cioè il massimo avvicinamento al Sole.

La scoperta chiave fu Sedna. Individuato nel 2003 è uno degli oggetti più lontani che si conoscano nel sistema solare e la sua orbita è forse la più strana. Questa roccia del diametro di circa 960 chilometri percorre un’orbita molto allungata in 11.400 anni con il suo punto di massimo allontanamento, afelio, dal centro del sistema solare situato a 930 UA (Unità Astronomiche) e perielio a 76 UA (ogni unità astronomica è pari alla distanza Terra-Sole).

Nel decennio successivo le osservazioni hanno portato alla scoperta di altri dieci oggetti più piccoli, anch’essi con orbite allungate e che non si avventurano neppure in prossimità di Nettuno. E cosa strana è che condividono con Sedna quel parametro definito dalgli scienziati ‘argomento del perielio’ che descrive quanto al di sipra o al di sotto del piano del sistema si trovi un obbetto quando raggiunge il perielio.
Questa caratteristica comune è strana.

Nel 2012 fu scoperto un altro corpo, 2012VP113, con altrettante strane caratteristiche simili a Sedna con una traiettoria che non lo porta mai in vicinanza degli altri pianeti. Durante la sua orbita della durata di 4.300 anni, si avvicina al Sole a 80 UA per poi allontanarsi fino a 446 UA.

Qualcosa potrebbe averli costretti ad assumere questa strana configurazione.
Si è pensato che Sedna, 2012VP113 e gli altri oggetti minori siano stati confinati nelle loro obite peculiari in una epoca molto remota, forse alle origini del sitema solare quando il Sole faceva parte ancora dell’ammasso iniziale di migliaia di stelle tutte nate dalla stessa nube di gas. Prima della dispersione dell’ammasso, alcune tra le stelle che lo circondavano potevano essere abbastanza vicine da distorocere le orbite degli oggetti del sistema solare esterno costringendoli ad assumere traiettorie assai allungate.

Ma le orbite potevano essere distorte da maree galattiche, vale a dire dagli effetti gravitazionali più intensi.

E questo potrebbe essere prodotto da un nuovo grande pianeta, assai più massiccio della Terra, e che  si celerebbe ai limiti del sistema solare.
Se questo pianeta esiste veramente dovrebbe orbitare a una distanza dal Sole almeno dieci volte maggiore di quella di Nettuno. Sarebbe quindi troppo lontano e troppo debole per poter essere osservato con i telescopi attuali. Nonostante ciò la sua massa potrebbe produrre effetti gravitazionali sul resto del sistema solare, che potrebbero spiegare le strane orbite osservate.

Ovviamente ciò ha dato fiato a molti astronomi nel considerare credibile l’idea, una volta considerata assurda, di una super terra nel sistema solare. Il pianeta X.

Per ora non c’è alcuna prova concreta. Molti astronomi dubitano di questa ipotesi, e anche quelli che la considerano plausibile ammettono di non essere del tutto convinti.

Ma le sorprese non sono finite.

nono pianeta

La presenza di un pianeta gigante in quella area del sistema solare è anomala. Non ci sarebbe potuta essere, intatti, abbastanza materia da formare un altro pianeta così grande dal momento che tutta la materia residia della nebulosa primordiale era già stata spazzata via dagli altri pianeti giganti come Giove, Saturno, Urano e Nettuno  che è il più esterno.

Ora un signore (astronomo svedese) ha azzardato una ipotesi. Il misterioso pianeta potrebbe essere stato ‘scippato‘ dal nostro Sole ad un altro sistema planetario. Sarebbe cioè un mondo alieno che un tempo ruotava attorno a un’altra stella.

Secondo la ricostruzione, il Sole ‘bambino’ si sarebbe ritrovato circondato da molte altre giovani stelle, nate dalla sua stessa antica nebulosa. Giovane e lesto, avrebbe sfruttato la sua attrazione gravitazionale per accaparrarsi questo grande pianeta che probabilmente orbitava nella periferia di un’altra giovane stella.

In definitiva questo pianeta c’è o non c’è?
Avendo a disposizione solo 12 oggetti peculiari, è impossibile sapere se il sistema solare ospiti o meno una super-terra.
Tutto quello che si può dire che tutte le ipotesi non contraddicono la sua presenza, tuttavia allo stato attuale non ci sono strumenti sufficientemente potenti per le osservazioni.
I planetologi non vedono l’ora di poter disporre del Large Synoptic Survey Telescope (LSST) in Cile, che secondo le previsioni entrerà in funzione nel 2018.
Se una super terra esiste ed è sufficientemente brillante, l’ISST lo scoverà.

Quindi non ci rimane che aspettare. E in fin dei conti nemmeno tanto.

Il mio cane che è sempre un po’ scettico mi dice che si tratta di uno scenario plausibile ma molto generico, una teoria fragile se pensiamo che il pianeta 9 è ancora da scoprire e ad oggi l’ipotesi della sua esistenza manca di qualsiasi appiglio sperimentale.

Parla poco il mio cane ma quando lo fa è molto chiaro e deciso in quello che dice.

 


 

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, Astronomia, I misteri dell'universo, Ultime dallo spazio, Universo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Il nono pianeta.

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    Buongiorno… il pianeta X chiamato anche Nibirù … forse erano da li venuti i Nefilim, ci sono tante cose fra mitologia, fantascienza, scienza e realtà.. Io dico sempre finché la scienza i gli astronomi parlano di queste cose c’è nulla di preoccuparsi… Ma se un giorno vediamo un gigante pianeta sul cielo del giorno, e nessuno parla… allora dobbiamo iniziare a preoccuparsi veramente.. ti abbraccio caro Silvano, come sta il paziente Bleff e passato la suo diarrea😉 me lo auguro poverino

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ah ah ah , è vero, dobbiamo cominciare a preoccuparci il giorno che ce lo troveremo davanti e nessuno ne ha parlato per non creare panico.
      Fortunatamente, se esiste veramente questo pianeta, passerà da queste parti in ordini di tempo di migliaia di anni e forse più.
      Per Bleff tutto a posto, passata in un giorno.

      Mi piace

      • Rebecca Antolini ha detto:

        mi fa piacere che Bleff sta bene….

        oh passa solo fra migliaia di anni… azz allora spero che la scienza trova il serum della vita permanente … cosi sto qui nel mio giardino magari con te e salutiamo i Nibiruiana😀

        Mi piace

        • MARGHIAN ha detto:

          Rebecca, non e’ Nibiru! Se fosse Nibiru passerebbe fra Marte e Giove ogni 3600 ani facendo sconcio. Se esiste, questo pianeta si trova invece sempre a grande distanza dal Sole, oltre Plutone. I calcoli ci dicono che potrebbe esistere un grosso pianeta, ma ancora non si sa, leggi bene: Se una super terra esiste ed è sufficientemente brillante, l’ISST lo scoverà”.

          Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    “..quando il Sole, e le altre stelle vicine, si era appena formati..”.

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      correzione della correzione “..si erano appena formati”.

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        “il serum della vita permanente …” Allora magari cercheremo di inventare il serum al contrario, perché saremo stanchi di aspettare, ciao Rebecca 🙂

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Ah ah ah, caro marghian sono infastidito da una cosa che forse avrai avuto modo di venire a conoscenza, ma tu mi ha fatto scompisciare dal ridere con le tue correzione delle correzioni.
          Questa storia del nono pianeta è molto strana. Una cosa è certa, questi oggetti con orbite eccentriche esistono. Forse non sapremo mai il vero motivo della causa che le ha prodotte anche se 9 verrà individuato.
          Mi soffermo un attimo sulla sua grandezza. Come ho detto il sole ha mangiato il 90% e forse più del materiale della nube primordiale, il resto lo hanno spazzato via i grandi pianeti facendo rimare solo lo briciole. Allora qual’è il motivo di tale grandezza?
          Bleff nn esclude che in realtà i corpi minori sono stati in qualche modo catapultati ai margini del sistema solare forse dalle forze mareale di Giove, Saturno, Urano e che in realtà il nono pianeta non esista.
          Vedremo chi ha ragione.
          Ciao

          Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            Ciao. Già, correzioni su correzioni. Ci si accorge dopo, mannaggia, quando il commento e’ gia’ in pubblicazione.. Ho pensato “adesso Bruce se la ride, se correggo ancora”🙂
            So del ruolo di Giove, Saturno Urano e Nettuno nell’aver fatto piazza pulita, ingrossandosi ultriormente, , di materiale protoplanetario. Certamente, puo’ essere anche come scrivi tu- pardon, come dice Blef..-. Vdremo, io comunque faccio tifo per il pianeta nove, anche se non e’ Nibiru, con buona pace di me e Rebecca. Ciao.

            Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Tranquilla Rebecca, leggi tutto con calma. Aggiungo solo questo, e cioè che se questo ipotetico- si, ancora ipotetico- pianeta esiste, non e’ Nibiru per il motivo che ti ho spiegato e perché, se così fosse, nella storia della Terra sarebbero registrate diverse catastrofi. Immagina questo pianeta che passa fra Marte e Giove, un pianeta più grande della Terra! L’orbita della Terra e’ quasi circolare, mentre se Nibiru ci passasse così vicino, con la sua perturbazione gravitazionale, sicuramente non sarebbe così. Ciao🙂

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      C’è un motivo per cui Bleff mi dice che il pianeta nove non può essere Nibiru. Il pianeta 9 non entra mai nel sistema solare formato dai pianeti conosciuti. Per cui non può essere il portatore di catastrofi previsto dai Maya.
      Ma quante ne sa il mio cane🙂

      Mi piace

  4. Rebecca Antolini ha detto:

    Ciao Silvano il link questo qui http://xoomer.virgilio.it/silvano/misteri_scienza.html mi dice Impossibile raggiungere il sito … poi verificare cosa succede al tuo sito nemmeno questo link funziona mpossibile raggiungere il sito xoomer.virgilio.it ha impiegato troppo tempo a rispondere…. magari ahi un’altro link grazie😉

    Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    “Il pianeta 9 non entra mai nel sistema solare formato dai pianeti conosciuti”.. Lo so, infatti a Rebecca io ho scritto che “Se esiste, questo pianeta (nove) si trova invece sempre a grande distanza dal Sole, oltre Plutone”, e siamo li’. Ciao.

    Liked by 1 persona

  6. bruce ha detto:

    Wow oggi 770 visite e non è finita la giornata.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...