Mattoni della vita nell’argilla marziana

Lo sai cos’è il ribosio, tu che ti consideri intelligente? – mi rivolgo al mio cane che resta in silenzio.
No, vero?
Il ribosio è la parte zuccherina dell’RNA, la prima molecola in grado di immagazzinare e trasmettere informazione genetica.

Intelligentemente il mio cane ripone la rivista “Play Dog 2000” che stava leggendo, si accuccia pronto ad ascoltare.
Uno elemento chiave per la comparsa della vita sulla Terra è stato trovato in grandi quantità in un meteorite proveniente da Marte.

Vedo la sorpresa e l’interesse negli occhi del mio cane. Allora proseguo.
All’inizio della loro storia geologica Terra e Marte erano due pianeti molto simili, e anche se il pianeta rosso ha perso gran parte della sua atmosfera e dell’acqua in superficie, i meteoriti di origine marziana trattengono ancora testimonianze delle prime fasi di vita del pianeta.

argilla marzianaIl meteorite, che contiene una alta quantità di argille, trovato dal team dell’Antarctic Search for Meteorites in Antartide tra il 2009 e il 2010, non lascia dubbi: i minerali contenuti in esso sono sicuramente di origine marziana. Il meteorite risalirebbe a 700 milioni di anni fa.

E nel meteorite ci sono tracce rilevanti di boro. Il team di ricercatori ha analizzato le venature della superficie argillosa del meteorite marziano e, dopo aver escluso le varie particelle di derivazione terrestre, ha individuato una grande quantità di boro.
La quantità trovata è di gran lunga superiore a quella di qualsiasi altro oggetto extraterrestre studiato in precedenza.

Cosa c’entra il boro?
Il boro, nella sua forma ossidata, può aver avuto un ruolo chiave per la formazione del ribosio.
Studi precedenti hanno dimostrato che, in fasi remote della vita sulla Terra, senza il boro i processi chimici non sarebbero riusciti a completare la costruzione del ribosio. Al contrario, in presenza del boro il ribosio viene prodotto in maniera spontanea.

Dove sta la importanza di questi studi, mi domanderai.
Lo studio su queste argille trovate sul meteorite marziano permetterà a geologi e astrobiologi di risolvere qualche mistero sulle prime fasi della Terra e di aggiungere un mattoncino in più alla ricerca di vita su Marte. Le argille infatti, come abbiamo detto, presentano una grande quantità di boro arricchito, elemento alla base della sintesi del ribosio e quindi della formazione del RNA

Quindi – aggiunge il mio intelligente cane – questo significa che i processi chimici necessari per la formazione di ribosio potrebbero essere esistiti anche su Marte, sin dalla formazione di depositi di argilla precoce, contemporanea alla comparsa della vita sulla Terra.

Esatto. Questi nuovi dati possono rivelare similitudini mai confermate e magari solo immaginate tra la Terra e Marte.
Questa scoperta porta quindi a due scenari: scoprire qualche segreto in più sulle prime fasi di vita del nostro pianeta e portare avanti la ricerca di eventuali forme di vita possibile su Marte.

Ed ora caro intelligente pitbull corri a raccontare quello che sai a quei tuoi amici da salotto.

(fonte: newsletter MediaInaf)

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in I misteri dell'universo, Scienza, Scienze naturali, Ultime dallo spazio e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Mattoni della vita nell’argilla marziana

  1. Rebecca ha detto:

    Ciao mio caro Silvano oggi sono di corsa… bellissimo la nuova testata del tuo blog… Bleff e adorabile sinceramanete non ho il tempo ad aprofondire adesso il tuo post … sono un pò stressata oggi… forse c’è lo faccio nel pomerigio … tuo figlio sta bene??? una carezza a Bleff …abbi una serena giornata tvb Pif

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Era da un po’ che volevo cambiare la tastata ma ero sempre ideciso.
    Po ho visto che l’ha messa mio figlio sul suo FB.
    Lui sta meglio, ma la cosa è ancora lunga. Bleff dorme dopo la passeggiata.
    Non fa niente, fai con calma, ritorna quando sei più disponibile, tanto il post non scappa 😆
    Ciao cara

    Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Tuo figlio sta meglio, bene, sono felice. Chiaramente la cosa e’ ancora lunga, ma “sta meglio” significa molto.

    ““Play Dog 2000″, questa e’ forte! Come in una una vignetta nella “settimana enigmistica”, dove c’erano due gazzelle che leggevano il giornale. Una dice:”la mia preferita e’ la..gazzella dello sport”.

    Neppure io, come Blef (buona l’idea di farlo vedere nella testata 🙂 ), sapevo cosa fosse il ribosio, ma “ribo” mi ha fatto capire che si tratta di un componente base dell’ RNA (agido *ribo-nucleico, appunto).

    Mi piace molto come tu tratti un tema (in questo caso Marte), in piu’ posts.

    L’argilla poi si forma in ambienti alcalini, e sono il prodotto della sedimentazione e del sedimenti dilavamento di rocce contenenti minerali argillosi, con la sedimentazione, per via di un un continuo trasporto soprattutto “^in acqua, in ambienti lacustri, marini, lagunari” (cosi’ dice Wilipedia).

    Molto interessante, dunque, questo meteorite. Altre cose si scopriranno, e che deporranno a favore della presenza- forse anche attuale- di forme di vita elementare.

    Mi sembra di ricordare che esistono microorganismi con solo RNA (?!).

    Ciao Bruce, buon sabato e domenica…

    Marghian

    Mi piace

    • ross ha detto:

      Ciao ragazzi, sono qui, come un puzzle da ricostruire, ma giorno per giorno,pezzettino per pezzettino cerco di ..ritornare mè stessa, e qui chiudo con la mia tragedia.
      Dunque, visto che il nostro caro amico Margh. non sa cosìè il ribosio,
      ma come! lo sanno anche i bambini, ora glielo spiego:
      ——————————————————————
      ribosio Monosaccaride, aldopentoso, a ­5 atomi di carbonio, di formula CH2OH(CHOH)3CHO. Dà luogo a mutarotazione ed è noto in due forme otticamente attive: il D-r. , levogiro e il L-r. , destrogiro. La prima si ottiene per idrolisi degli acidi ribonucleici nucleici o per riduzione dell’acido D-ribonico ; cristalli tabulati che fondono a 87 °C, solubili in acqua, poco in alcol. La forma levogira si presenta sotto forma di cristalli, solubili in acqua e poco in etere etilico.
      ————————————————————————–
      come sempre farina del mio sacco….
      ciao,Ross 😀

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Bentornata, Ross. I puzzle (un mio amico lo dice come si scrive, “cruci-puzzle”..io gli ho detto “la puzzola non c’entra”..e lui “che’ non ne so, inglese io!” ha rgione, a volte son pignolo…), quelli piano piano si aggiustano. Il putzle umano si rende conto, e sta li’ il problema, che occorre darsi una risistemata. In altre parole, affrontare la vita, e non e’ facile.

        Ross, ancora una volta voglio incoraggiarti (questo e’ il motivo del tono scherzoso di quanto ti ho scritto sopra…). Eh, la vita e’ cosi’..ci viene data, e tolta (a volte anche prematuramente), e non ci e’ dato di capirlo (Bruce, tu diresti: “perche’ Dio non ce lo spiega?” Ciao.).

        Grazie… al tuo sacco ora lo so anche io. L’ho intuito pero’, “ribo” ed il suffisso “osio”-come “saccar-osio”, gluc-osio..”. Non ti devi stupire, Margh non ha studiato chimica nelle scuole medie, magari…..ma non credo che i bambini sappiano CH2OH(CHOH)3CHO.. a meno che..questa e’ storia vera, nel 1968 un bambino coreano, a quattro anni, studiava matematica e fisica all’universita’ (lo fecero vedere in tv, lo intervistarono, io sentii proprio lui parlare, ed il traduttore che si sovrapponeva. Lui seduto ai banchi con dei 25 enni, che seguiva la lezione di fisica). Il “telegioranle” disse di lui: “legge Einstein come noi leggiamo il corriere del mattino”-beato lui-, e sicuramente lui era fra i bambini che sanno cos’e un ribosio (fece “il liceo” in un’anno, l’anno precedente “elementari e medie”, a quattro anni stava laureandosi in matematia (o fisica).

        Era poco socievole pero’, disse al giornalista (era uno “speciale” su di lui, forse era a “tv 7”): “non riesco a giocare con gli altri, non so giocare con gli altri, perche’..ma non le sembrano tanti topolini che….”.

        Mio fratello, che guardava la tv vicino a me, mi disse “hai sentito? Tu lo invidi, “beato lui beato lui…vedi che non socializza e non si diverte? E’ meglio essere normali, dai retta a me…”. Mi sentiva sempre dire “biàda cùssu pippìu coreanu…” (beato quel bambino coreano..) e mi fece la ramanzina. Eh, geni si nasce..pazienza.

        Ciao Ross, ed ancora bentornata (e grazie della delucidazione sulla chimica del ribosio).

        Marghian

        Mi piace

      • bruce ha detto:

        E vaiiiiiiii!
        Bentornata Ross.
        Come vedi, marghian, Ross è tornata alla grande, e a quanto pare nel suo sacco c’è più farina del tuo 😆
        Che prima di ritornare si è fatta un giretto tra i suoi amici?
        Notte ragazzi c’ho un cane da accontentare. Indovinate perchè?
        Bruce

        Mi piace

    • bruce ha detto:

      … gazzella dello sport
      Fortissima anche questa
      Ciao marghian.

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Ciao. Vedo, vedo che nel suo sacco ha tanta farina (almeno il pane non le manca). Credo anche io che i suoi amichetti di Ross-well l’hanno istruita bene.

        Scherzi a parte, su “tiscali scienza” (le notizie di scienza e tecnica) c’e sempre qualcosa su Marte, con un titolo che ricorre spesso: “forse ci sono state le condizioni adatte ad ospitare la vita”. La prudenza e’ giusta, in scienza. “Forse ci sono state le condizioni adatte ad ospitare la vita” non significa, infatti, la stessa cosa che “forse c’e stata…la vita”. Ma la speranza, comunque, aumenta se si scoprono caratteristiche geologiche simili a quelle della Terra, specialmente in materia di “possibile abitabilita’”. L NASA smorzo’ i toni, anni fa, dopo aver annunciato la presenza di acqua allo stato liquido. “Corresse il tiro” cosi’: “abbiamo soltanto individuato una zona con caratteristiche tali per le quali, se tale zona fosse sulla Terra, ci sarebbe l’acqua”.. La ricerca di questa benedetta acqua liquida pare deistinata a durare ancora per molto tempo.

        Come saprai, la NASA sta mettendo appunto un’altro rover, staremo a vedere… Ciao.

        Marghian

        Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Ah, si’, Ross…riaggiuista il tutto con calma, e ricomincia a scrivere, sempre con calma… ciao Ross, ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...