Il segreto del pitbull

Dopo aver elogiato nel post precedente la razza canina “Bloodhound” per la loro straordinaria capacità di fiuto, non voglio fare un torto al mio cane. Così ho deciso di riportare un mio vecchio post del 2005  sul mio sito in Windows Live Space ora dismesso.
L’ articolo è stato poi copiato interamente da molti altri siti che parlano del pitbull.

Il segreto del pitbull (American Pit Bull Terrier)

La spiegazione è contenuta nel libro “Cani Pericolosi” scritto da Stefano Nicelli (tra l’altro ideatore della festa del cane meticcio) e Valeria Rossi proprio in quell’anno il 2003 in cui il problema dei cosiddetti cani pericolosi ha conquistato anche le pagine dei quotidiani nazionali oltre la discussa ordinanza Sirchia che ha gettato lo scompiglio non solo tra i cinofili ma tra tutti gli amanti degli animali.

Alla domanda perchè il pitbull è la razza più usata nei combattimenti, la risposta è stata secca e decisa: perchè è la migliore.

Perchè è la razza migliore? Perchè è la più aggressiva, perché è la più feroce?
ASSOLUTAMENTE NO!!!

E’ la migliore perché ha la massima tempra e la massima GAMENESS, quella che potremmo tradurre con determinazione, voglia di ottenere a qualsiasi costo il risultato prefisso. Ci sono decine e decine di cani potenzialmente più potenti di un pit bull (che ricordiamo è un cane di medio-piccola taglia: alcuni soggetti Adba non superano i 12-13 kg). Se prendiamo per esempio un pastore del caucaso o un dogo argentino o un rottweiler e gli mettiamo davanti un pit bull distratto, ebbene per il pitbull non c’è scampo, viene mangiato (tanto per rendere l’idea) letteralmente in un boccone.
Se però uno di questi due cani si trovasse di fronte un pitbull attento, le cose cambierebbero perché:
a) sarebbe difficilissimo da mordere, data una agilità e una velocità del pitbull impensabile per un cane grosso e pesante anche se aggressivo come potrebbe essere un rottweiler.
b) anche se venisse morso seriamente, il pitbull non abbandonerebbe la lotta, poichè nel momento in cui ha scelto di combattere ha deciso che sarà lui il vincitore. Al contrario di molti cani di taglia grande e gigante che hanno poca tempra, e ovviamente non sono cani selezionati per combattere.
c) il Pit Bull è un cane selezionato per combattere.
d) il Pit Bull combatte in modo diverso e molto più efficace di altri cani: è dotato di maggiore intelligenza e senso tattico ed invece di tenere la presa ad ogni costo come il Bulldog, cambia bersaglio al momento opportuno risultando devastante nei combattimenti.

Perché?
Tutto questo è dovuto alla struttura ed il tipo di fisicità delle razze. Il pitbull, o meglio l’american pit bull terrier, è un cane selezionato per il combattimento, è il cane da combattimento per antonomasia.
Questo non perché sia il più potente, ma perché fa della rapidità l’arma vincente dei suoi combattimenti.
Un pitbull (che pesa da 13 a 27 kg) è dotato di quell’agilità, resistenza (deve muovere una massa leggera) e potenza del morso (ovvero la prerogativa di un cane da combattimento) che permettono, una medio-lunga durata del combattimento fra simili, oltre a quella caratteristica definita dagli americani come gameness, o combattività elevatissima.

Il rottweiler (42-50 kg ca.), tanto per prendere un cane di grossa taglia, è un cane bovaro, selezionato per la custodia e la conduzione delle mandrie allevate in baviera da secoli. Ha mantenuto una buona soglia di aggressività necessaria per la protezione del padrone e dei suoi averi e per dominare animali almeno 4/5 volte più grosse di lui.
Durante le guerre mondiali il carattere di questo cane è stato sicuramente incattivito, ciò ha aumentato notevolmente la sua aggressività, che oggi è ancora presente nella totalità dei soggetti.
Tuttavia il rottweiler non è il cane ideale per un combattimento essendo molto pesante e avendo alte percentuali di massa grassa, pur detenendo il record di razza canina con il morso più potente.

 E’ pericoloso?

La vera pericolosità dell’American Pit Bull Terrier è determinata forse solo da chi lo possiede. Certamente un addestramento votato all’aggressività, un’assenza di stimoli sociali durante la prima fase di vita e un atteggiamento sbagliato da parte dei padroni possono creare dei seri danni in una razza che di per sè ha tutte le potenzialità, ma non la volontà, di essere un killer, come spesso si vuol far credere.
Tuttavia il pitbull non è un animale adatto per chi cerca un cane qualsiasi da far scorrazzare in un parco insieme ad altri cani. Il pitbull non ha alcuna colpa delle manipolazioni umane che hanno influito sul suo carattere.
Il pitbull è un cane forte e tanto sicuro di se che per istinto è portato ad attaccare i cani dello stesso sesso, qualunque sia la razza e grandezza se soltanto ritiene minaccioso o di sfda i loro “segnali”.

Sono inutili i tentativi di cambiare il suo carattere,  un vero pitbull rimane un cane fiero e dominante, è  solo una violenza contro lo stesso cane. Molti pitbull possono comportarsi come i bassotti, golden retrievers ed altre razze selezionate specificatamente per avere tratti caratteriali generici, particolarmente adatti ad animali da compagnia, ma non è corretto aspettarsi che tutti i pitbull o gli altri esemplari di razze lo facciano.

E’ assolutamente necessario un comportamento responsabile del padrone. Se non si ha intenzione di impiegare tempo, denaro, attenzione e sforzi per gestire correttamente il vostro animale, allora non prendete un cane. E a maggior ragione un pitbull.

Un vero pitbull non è un buon cane da guardia, nè  è un cane da difesa personale, solo i pitbull instabili aggredirebbero istintivamente uno sconosciuto. Un pitbull normale vede tutte le persone come amici, a meno che le loro azioni non dimostrino il contrario. Questo atteggiamento aperto e socievole deriva dalla loro sicurezza di se e dalla coscienza della propria forza.
Un pitbull tipico è spesso sottomesso con l’uomo, e adora i bambini. Un pitbull che ringhia alle persone e le aggredisce senza motivo non è tipico della razza, e tenere un cane del genere mette in pericolo le persone, gli animali e l’immagine della razza che amiamo.

Perchè amiamo i Pit Bull
Il pitbull è un cane che da’ impressione di grande potenza e dinamicità. E’ una razza dalla costruzione solida, molto muscoloso, ma allo stesso tempo molto agile e scattante. Elegante nel portamento e molto attento a tutto ciò che lo circonda. La sua espressione è decisa e seria. E’ una razza ben piazzata e robusta. E’ un cane di una rapidità di movimenti incredibile. Un cane che sa coniugare potenza e agilità.
Il pitbull è un cane felice, sicuro di se, sempre pronto a una corsa sfrenata, docile (per non dire dolce e coccolone), mai dominante con le persone che ama, affabile con i bambini, sempre pronto a mettersi alla prova con altri cani, pagliaccio, giocherellone ed incredibilmente forte e veloce all’occorrenza.
Il pitbull è cane che si affeziona in modo esemplare ad una persona in particolare. Questa persona rimarrà il suo unico pensiero durante tutta la sua vita.

Ed è per questo che lo amiamo.

Il futuro
Questo cane ha già dimostrato di poter essere un ottimo ausiliare dell’uomo, non meno di altre razze più blasonate. Il suo progressivo impiego nella Pet Therapy e negli esercizi equivalenti ai brevetti di lavoro SchH e Ipo tracciano già da soli il futuro del pit bull.
Sempre che, come al solito, trovi i padroni giusti.

(se vuoi saperne di più sul pit bull e sulla sua storia clicca qui)


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Il mio cane, Il pitbull e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

967 risposte a Il segreto del pitbull

  1. marco ha detto:

    ma non è assolutamente vero esistono filmati che mostrano combattimenti tra pitt bull contro rotty dove i pitt vengono fatti a pezzi e cmq il rottweiler a differenza dei cani grandi che dici tu è agilissimo in più ha un morso molto più potente del pitt fidati la fiaba che il pitt è più forte di un rott sono storielle da libricini un rottweiler veramente arrabbiato è molto più forte di un pitt bull

    Mi piace

    • armando ha detto:

      si vede che non hai mai visto un vero pit bull , prendi un adba linea di sangue vecchio stampo . sto parlando di cani di 18 20 kg massimo , poi mettile vicino un rottw come dici tu , io so già come va a finire , come il pit non ce nè . il rottw è piu portato verso l uomo , è un ottimo cane da guardia , ma contro un vero pitt non ce la farà mai , purtroppo al giorno d oggi molti hanno rovinato questa razza rendendola più pacata. gli allevatori di oggi selezionano pit bull esteticamente. belli ma caratterialmente.sono labrador. io personalmente ho un pitt bull della yakuza kellell , se vai a dare un occhiata., sono tutto al di fuori di labrador .

      Mi piace

      • marco ha detto:

        TU SAI GIà COME VA A FINIRE? GUARDA QUESTO VIDEO GUARDA COME VA A FINIRE A QUESTO PITT BULL E CMQ ANCHE IL ROTT è STATO RESO MOLTO PIù PACATO L’HO GIà DETTO DI PRIMA E LO RIPETO UN ROTT VERAMENTE INCAZZATO NON HA RIVALI http://youtu.be/iSeKaUzaPNE

        Mi piace

        • romanoraul ha detto:

          dipende dal pit io ne ho uno di taglia molto grande e stato cresciuto come un figlio ma ti dico che e meglio lasciar stare quando si arrabbia

          ancora primo il video integrale e su google e si vede che a un certo punto il rott nn ce la fa piu e evita il confronto si e forte per i primi 10 minuti poi sono cavoli amari per lui

          Mi piace

          • sabbo ha detto:

            no quello che dici tu l’ho visto e cmq si vede che quando il rott parte il pitt non tiene propio il confronto si è vero poi il rott si ferma ma si vede benissimo che il pitt bull gli fa il solletico quando lo attacca

            Mi piace

      • rott ha detto:

        armando si vede che non hai mai visto un vero rott linea tedesca..mettigli vicino il tuo cagnetto poi vediamo cosa succede…

        Mi piace

        • francesco ha detto:

          https://www.youtube.com/watch?v=ynLYt4sU_7o prendi..mettiglielo vicino al tuo rott..vediamo cosa rimane..forse se unghie!!

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            Avvertenza:
            Bel video. Approfitto, tuttavia, per dire che filmati che ritraggono lotte tra cani verranno cancellati.
            Buona discussione.

            Mi piace

          • umberto ha detto:

            io dico che tutti i cani hanno diritto di vivere senza combattimenti, e se tutti noi li usiamo per farli combattere allora vuol dire che non abbiamo capito niente di questi animali, scusate se li chiamo animali, ma io ne ho due e per me sono come figli, e non permetto a nessuno di fargli del male, piuttosto meglio che fanno del male a me che a loro, sarei capace di ucciderli con le mani, se avete un cane godetevelo perche neanche un figlio vi da l’ amore come lo da lui.

            Mi piace

    • Fausto Orazi ha detto:

      Se fosse come dici tu farebbero combattere il Rot contro ll Pit, la criminalità ama far spettacolo. Se non lo fanno significa che non c’è spettacolo. Le mie pit sciolte, se infastidite afferrano subito al collo e mettono sotto bloccando, non mordono per uccidere se non insegni a prendere alla giugulari dl rivale. Infatti dopo il combattimento hanno pezzi di pelle strappata, visto in foto, ma mai buchi in gola.

      Mi piace

    • massimiliano ha detto:

      rot non si fanno combattere non anno resistenza al dolore sono lenti si ucciderebbero da soli ma quali filmati,per cortesia non facciamo i bambini.

      Mi piace

    • marco ha detto:

      qui pultroppo hai la prova di come un colosso come il rott non lascia scampo ti ripeto sono storielle da libricini

      Mi piace

    • iorio giancarlo ha detto:

      il mio commento su un cane del genere diciamo animale proviene dal suo propretario che insegnarlo e farlo diventare una macchina pericolosa ma io non credo che un cane crescendo in una famighia e aver abbastanza tempo che si socializa con ghi essere umani il mio parere che se un cane del genere provi affetto e amore di una famighia perbene non diventa cosi pericoloso uscire con il cane che lui si stanca frequentare scuola per cani per farlo socializare con altri cani saperlo educare giocare darli molto tempo stare incopagnia E NO’ facendo vedere dei viedeo o isegnamento di aggressione qualsiasi cane che esiste al mondo e sai isegnarlo bene e no violento e il tuo mighiore AMICO ciao a tutti

      Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Caro Marco
    Immagino che possiedi un rottweiler, e sei anche molto giovane da come scrivi.
    Sarei potuto andare anch’io su internet. Ma non mi interessano queste rivalse.
    Un proprietario di un pitbull non ha bisogno di rivincite come te, perchè non ha nulla da dimostrare.
    E’ la storia che parla ed anche i libricini.
    E’ la storia che dice che il pitbull è il migliore. Il pitbull è considerato a ragione la migliore razza di cani più adatta per i combattimenti semplicemente per il merito che questo cane si è guadagnato sul campo combattendo contro ogni razza che si è trovato di fronte nelle arene o pit, come preferisci.

    Forse non ti sei mai domandato o non ci arrivi a capire perché il pitbull e non il rottweiler è stato il cane più scelto per i combattimenti. Non hai mai pensato che sarebbe stata la fortuna dei loro proprietari? Gli scommettitori e gli allevatori avevano per le mani una fortuna simile e l’avrebbero sprecata puntando su un piccolo cane come il pit quando avevano a disposizione un colosso massacratore di cani come dici te? Un motivo deve esserci stato.

    Avrei potuto parlarti di come il mio modesto Amstaff ha soggiogato (per non usare altri termini pari al tuo) un rottweiler di uno ‘stupido’ ragazzo che spavaldamente era entrato nel parchetto riservato ai cani della mia città pur avendo visto la presenza del mio cane.

    Potrei raccontarti, che nelle arene i migliori gladiatori non erano i più grandi e grossi.

    Potrei raccontarti di un certo Cassius Clay (Muhammad Ali) che ne ha prese tante (come molti pitbull nelle arene) ma ne ha date tante, eppure è considerato il più grande pugile della storia al contrario di altri pugili grandi e grossi e potenti come Sonny Liston, Joe Frazier, George Foreman, semplicemente perché era il migliore, perchè era il più agile, il più veloce, il più rapido, il più intelligente. Come il pitbull, appunto.

    Ciao e ora apprezza ed ama il tuo cane per quello che è e non per quello che tu vorresti che fosse.

    Mi piace

    • romanoraul ha detto:

      bravissimo

      Mi piace

    • Giuseppe ha detto:

      Mi piace il paragone che avete fatto con Cassius Clay, avete però omesso una cosa basilare, che Cassius Clay è un peso massimo. Un Boxer di 60 kg peso leggero può battere facilmente un impiegato sedentario di 100 kg. ma non potrà mai battere un boxer di 100 kg. Così il pit, può battere un labrador di 45 kg. ma non batterà un dogo argentino di 45 kg.o un kangal di 65 kg

      Mi piace

      • Luigi ha detto:

        ………ci sono ALABAI che i pit li demoliscono in SERIE …………….e anche se mi dispiace e trovo ingiusto lanciare un cagnetto contro un bestione dal peso e dalla forza immane la realta’ è davvero dura da accettare ………..

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Gran bella razza l’Alabai, mi piace moltissimo. Giocherellone, affidabilissimo e mai ingiustamente aggressivo. I russi lo chiamano distruttore dei lupi.

          Come mi piace anche il gigante pastore Kangal (che ultimamente una generazione di delinquenti in Turchia per lucro e scommesse clandestine nei combattimenti lo hanno incrociato con altri molossi per immissioni di altro sangue finalizzato ad esaltarne le qualità di lottatore). A giudicare da questi esperti (più di lei) in combattimenti tra cani, demolirebbe (per usare una sua espressione) il suo Alabai ogni mattina per farne colazione.

          Ma, ironia della sorte, ho visto anche filmati di un cagnetto come il dobermann che ha avuto ragione di un “bestione dal peso e forma immane” come il kangal dai movimenti elefantiaci semplicemente grazie alla sua agilità.

          Ora è risaputo che un pit (altro cagnetto) è di gran lunga più rapido, agile, forte e resistente di un doberman.
          Con questo non voglio dimostrare nulla, al contrario di voi sapientoni. Ma far riflettere. Perchè non darei nulla per scontato. Neache al gioco del poker c’è un vincitore certo.

          Ora si guardi (soltanto per curiosità e non per altro) la fisicità e la muscolatura di un vero pitbul che nulla ha a che fare con un ammasso di carne di 100 kg.


          Sono sicuro che molti di voi non sanno come è fatto un pitbull, non quei cagnetti che circolano per strada e si vedono su certi filmini creati ad arte.
          Ciao

          Liked by 1 persona

          • Giuseppe ha detto:

            Probabile, ma io ho avuto negli anni 90 un allevamento di pitbull e dogo argentino e vi assicuro che è il soggetto che fa la differenza, ma contro un kangal da combattimento, cioè quelli incrociati usati solo nei combattimenti, non ce ne per nessuno ne pit ne doberman…

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            “Come te non c’è nessuno”
            Canzone cantata da Rita Pavone, se non ricordo male, e dai pappagalli.😆

            Mi piace

          • Giuseppe ha detto:

            provate a mettere su google E Babai “PRIETENE” – Film Dailymotion e poi vi convincerete che un pit o un doberman non hanno chance…

            Mi piace

          • Giuseppe ha detto:

            Egreg. sig.Bruce pensavo di discutere di cani con una persona competente ed intelligente, invece dalla sua risposta conferma di essere un incompetente e un male educato, oltre a non aver argomenti per poter continuare un dibattito serio con me. probabilmente mi avrà scambiato per qualche altro giuseppe, ma questo non le risparmia la figura di pappagallo incompetente che ha fatto. Buona Giornata

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Caro Giuseppe mi dispice che se la sia presa, non era nelle mie intenzioni. Era una battuta spiritosa, che evidentemente non ha capito o io non ho saputo trasmettere bene malgrado la faccina sorridente a fine commento.

            Ma, va bene così. Veda, per uno che ha la pretesa di affermare con certezza assoluta che contro un kangal non ce ne è per nessuno c’è poco da discutere. Cosa c’è di intelligente da discutere con lei.
            Lei è stato uno dei tanti, presunti esperti, che ha ripetuto “a pappagallo” la solita storiella che vuole raccontare. Che il suo cane prediletto è il migliore.
            Se ha deciso di andare via, non dispiacerà a nessuno. Se rimane mi farà piacere.
            Ciao

            Mi piace

          • rott ha detto:

            sto pitbull e piu dopato di tutti i giamaicani olimpici della storia messi insieme e di tutti mister olimpia……

            Mi piace

          • GIANDOMENICO ha detto:

            WOW BELLISSIMO QUESTO PIT IO NE HO UNO FEMMINA MA NE HO AVUTI MOLTISSIMI COMUNQUE BELLISSIMO .

            Mi piace

        • Giancarlo ha detto:

          Vero verissimo Luigi sono del tuo parere, ma da quel che ho notato i possessori di pit sono convinti che sia un cane invincibile, ho un amico che i pit li alleva ma dopo aver fatto un viaggio in asia è rimasto sconvolto dopo aver visto i combattimenti che fanno in quei paesi, ed ha ammesso che se metterebbe un alabai in mezzo ad i suoi pit se li mangerebbe a colazione, ma come tutti sanno….. ogni scarrafone e bello a mamma sua !!

          Mi piace

    • Welisson ha detto:

      Ecco cosi cmq tutti sono belli sono dolci amo tutti animali

      Mi piace

    • pino ha detto:

      ciao sono pino, ti vorrei chiedere se secondo la tua esperienza su questa razza, posso prendere un pitbull per guardia ,e

      la mia necessita’primaria

      Mi piace

    • Francesco ha detto:

      Concordo pienamente con te, finalmente una persona che usa la ragione a differenza di molti sicuramente ancora acerbi sia di ragione che di esperienza. Non è una gara a chi ha il cane più forte, grosso, aggressivo, pericoloso guerriero…… Gente così non merita di avere fra le mani un peloso grande o piccolo che sia, sarebbe solo la rovina del cane. C’è un qualcosa di profondo che lega il padrone al proprio cane che gente come i sopracitati non riusciranno mai a conoscere.

      Mi piace

    • Simone ha detto:

      Io ho visto video su siti russi,di pit contro rott, 90 su 100 a parità di allenamento eccetera vince il rott,sono contro queste cose,ma parlate con un allevatore di rott da lavoro (non da Expo chiaramente,son senza aggressività) . Per non parlare del pit contro il dogo argentino,probabilmente il cane più forte del mondo secondo l’ENCI,più forte anche del kangal turco…
      Cani che vengono utilizzati per ammazzare cinghiali di 200 kg /lupi / puma,e dite che il pit è più forte di tutti , informatevi e documentatevi prima di scrivere cazzate

      Mi piace

      • Giusy ha detto:

        Ahahahai non pronunciare lupo se non sai nemmeno come è fatto

        Mi piace

      • massimiliano ha detto:

        basta he sei convinto tu di quello che dici ancora con questi filmatini fatti ad arte un kangal se lo porti a combattere dalle parti del napoletano o puglia te lo fanno a pezzettini dopo un quarto d ora comincia ai ai ai poi gli urli si sentono fino a non so dove ma pensi che chi pratica comb. gli dovete insegnare voi quali cani sono i più forti quello che si vede su internet non rispecchia a pieno la realta possiamo parlare di dogo arg. vari bandog mastini napoletani leggeri tipo da gregge e vari bastardoni usciti da incroci fortuiti si possono battere un pitt ma sicuro no un alabai dopo 20 min si e ammazzato da solo

        Mi piace

    • Gianluca ha detto:

      Si come no,prendi un kangal turco poi vedi se riesce a restare vivo piu di 2 minuti!, è gia un miracolo

      Mi piace

    • andrea ha detto:

      sapientone metti il tuo bel pittbull di fronte a un kanga poi vedi la fine che fa!!!

      Mi piace

  3. marco ha detto:

    ALLORA CARO AMICO ORA TI INSEGNO UNA COSA INTANTO L’ETà IN QUESTO CONTESTO NON HA ATTINENZA.ora torniamo al discorso principale è vero che pit significa arena e quindi è associato al mondo dei combattimenti i giornalisti l’hanno fatta saltare fuori circa 10 anni fa prima era nel mirino il dobermann ora è la moda del pitt anche io potrei poteri e poteri raccontarti di come il mio rotty perse la pazienza con un black nose ma sorvoliamo ti ripeto le fiabe che leggi nei libricini non sempre rispecchiano la realtà delle cose un rottweiler cresciuto in cattività non teme confronto con nessuno ps io il mio cane lo amo realmente per quello che è non ho bisogno di creare in lui un eroe del ring come fai tu che è molto triste come cosa CIAO

    Mi piace

    • anonimo ha detto:

      un black nose e un amstaff non e un adba marco per questo parli io sono un allevatore di pit e già mi hai fatto inkazzare io possiede un figlio di rizik 7 xw gr ch linea di sangue iron kid e pesa 24 kili condizionato….. i rotwiler sono cani da 15 minuti come anche im pitbull amstaff ukc che sono cani che vanno dai 30 hai 40 kili e sono cani da peso ma nn hanno di piu di 15 minuti invece l’adba anche se subisce nei primi q15 minuti nn gli fa nulla e come se il cane nn ha fatto o subito colpi ma dopo i 15 minuti lui si scatena e la e la fine dei cani sai ke significa 2 ore e 45 minuti di fight? portami un roitwilewr o altri cani che riescono ad arrivare a questo tempo io spero di nn incontrare mai il tuo rotwiler xke x come dici tu a mangiato un amstaff gli facciamo mangiare un adba e vediamo se e la stessa cosa

      Mi piace

      • Giuseppe ha detto:

        Sai una cosa Anonimo, che a volte non c’è nemmeno bisogno di un Rottweiler basta un pastore tedesco di 45 kg per massacrare di botte un adba red nose… dovete capire che è il soggetto che fa la differenza e non la razza.

        Mi piace

        • Luigi ha detto:

          Giuseppe anche un grigione furioso di 40 kg scarsi ma loro non lo sanno o non lo vogliono saprere ………è davvero frustrante ammettere i limiti di ogni personale “super”eroe …………

          Mi piace

        • Luigi ha detto:

          Giuseppe perdonali non sanno quello che scrivono o affermano ma se descrivessi solo un po’ la tua esperienza PERSONALE pregressa in merito al pit sono SICURO che cambierebbero opinione ………..ciao 😉

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            “Perdonali, non sanno quello che scrivono”.
            E chi sarà mai? Gesù Cristo? Suvvia sii serio.

            Comunque nessun problema. Ce le racconti pure. Se non sono impregnate di fanatisno e castronerie, stiamo qui tutte orecchie, anzi … tutto occhi.
            Ciao

            Mi piace

        • carme ha detto:

          Ma smettiamola di dire cazzate il rotweiler e nato per difendere le mandrie nella vecchia germania non per combattere.. il pitbull e stato creato da diverse razze per tirare fuori il vero guerriero.. E la storia che parla non il tuo fottutissimo rottweiler… il combattente per eccelenza.. potenza agilita resisenza inteligenza e questo che fa del pitbull il guerriero perfetto!! il tuo rottweiler amico mio spero che non incrontri mai l abda fuori taglia di 50 kili di un mio cugino pari peso no? Sicuramente sara forte ma al tuo manca la resistenza che dopo 10 minuti si ferma che e stanco ,, l’agilita che il tuo rottwailer nn avra sicuro e fidati che e cosi nn dire che agilissimo perche ti cade merda in testa da solo!! e linteligenza in combattimento che il tuo sicuuuuuuuuroooooo al 100 per 100 non ha!! frate e uyn dato di fatto,, e riguardo al ragazzo sopra.. io nn lo lascerei proprio un tuo pastorino tedeschino vicino a un adba.. poi se vuoi provare fai pure!!! e cmq oggi siamo nel 2016 i combattimwenti nn li fanno piu apparte qualche caso ancora al sud e da carcere fargli combattere!!! mi disp ragazzi il pitbull e un guerriero ma anche un fanstastico amico!!! NON E PARAGONABILE CON ALTRE RAZZE LUI E NELLA STORIA LUI E CORAGGIOSO POTENTE LEALE E E FINCHE VIVRO AVRO SEMPRE UN PITBULL AFFIANCO!!! per tutti gli invidiosi che non hanno un pitbull ricordate che “GUERRIERO SI NASCE NN SI DIVENTA”

          Mi piace

          • pino ha detto:

            ciao amici sono pino,o preso da poco un pitt. ma non penso che vada bene per guardia anche se e’ molto attento a tutto e sopratutto molto intelligente,quindi che voi sappiate va bene cme cane da guardia

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Se hai soldi meglio una cassaforte o tenerli in banca.

            Mi piace

          • zannabianca ha detto:

            @carme, mettigli vicino un kangal o alabay poi mi dirai se dopo 10 minuti si sono stancati..ahahahahah

            Mi piace

    • franco ha detto:

      salve a tutti, prima che possiate darmi del bambino poco informato, è una possibilita, premetto che sono un appassionato di razze da presa col pitbull in cima alla lista dal lontano 1990. dopo aver passato qualche anno a studiare l’argomento ed ad approfondire lo stesso con persone che vivono quel mondo mi sono deciso a prendere un vero apbt. era il 1995, questa razza era pressochè sconosciuta e da allora ho avuto solo apbt cani corso e bandog fra i due (nn voluto in quanto gli feci fare la puntura ma due splendidi cuccioli naquero ugualmente) ed ora ho anche un pastore dell’asia centrale. ho letto tutti i commenti e la maggiorparte sono castronerie galattiche dette da chi nn conosce ne la razza e neanche la sua storia..bruce ed al ne capite abbastanza ma anche voi ogni tanto lasciate x strada qualche nozione..i messaggi sono veramente tanti e sinceramente nn so da dove cominciare ma ci proverò.
      Il lupo è un animale selvatico e come tutti i selvatici ha in testa la sopravvivenza x portare avanti la specie. questo è il motivo principale x il quale un lupo ha poche possibilità di vittoria con un top pit.
      seconda cosa i lupi cacciano in branco ed ogniuno ha un compito preciso, generalmente alcuni puntano i tendini delle zampe posteriori mentre altri lo immobilizzano. e questo è un’altro motivo x cui l’apbt è favorito in uno scontro. i lupi vivono in branco secondo gerarchie cosa impossibile x veri pittbull poichè nn si sottometterebbero.
      caro Al, mi dispiace ma la gameness nn esiste solo nell’apbt..E’ più corretto dire che l’apbt è la razza dove la probabilità di avere questa caratteristica è più elevata. Nn lo dico io che sono un semplice appassionato ma lo dicono vari dog-man con i quali sono in contatto. ed infatti la selezione nn è sempre andata in base alla sola gameness. ci sono varie linee di sangue con le proprie peculiarità e si lavora x quello. Caro bruce quando parlavi del pitbull che attacca la testa e nn il collo peloso di un lupo dici una cosa giusta a metà… Ci sono vari tipi di “combattenti”: head game come dici tu, hard bite, infinite wind, leg game e pure gameness (dead game). qualsiasi pitbull ha un modo di lottare proprio, c’è chi attacca al muso chi al petto e chi le zampe..nn è detto che morda solo il muso. il grande zebo e suo fratello vindicator nascevano da una cold bitch (cagna fredda) ed erano entrambi dead game ed hard mouth..
      al mi pare sia stato tu a parlare del signor garner..beh lasciami dire che nel mondo dei pitbull ha perso molta stima xchè ormai è un bisnessman che pensa solo a vendere…ti basta pensare che fino a poco tempo fa diceva di avere il freezer pieno di eiaculate di chinaman leggenda nata nel 77..ed ora come ora ha grossi problemi con la adba tanto da nn essere in grado di registrare i suoi cani..A proposito di adba, quando parlate di pitbull adba dovreste precisare che si intendono determinate caratteristiche psicofisiche e nn un pezzo di carta con quella sigla sopra dal momento che in giro x il mondo è pieno di soggetti “adba” con foglio ukc o senza nessun documento…e visto che le lotte interne degli anni 80 hanno fatto si che molti dogman registrassero ukc…
      ottima distinzione quando si parla di differenze tra df e “rissa tra cani” ma sbagli a parlare così di maradona e di quei tempi xchè le cajno rules le seguivano anche loro..maradona ha fatto incontri da un’ora e mezza, nn saranno stati top pit ma in un’ora e mezzo di combattimento nn puoi certo dire che erano privi di gameness…ed i combattimenti fuori peso ci sono sempre stati e vengono considerati come dei super fight..
      il pitbull è stato dipinto male dalle persone che nn capiscono niente di animali..mettete assieme due cani maschi adulti che nn si conoscono e vedrete che uno dovrà dominare l’altro. E’ la natura siano essi dalmata pastori tedeschi o quello che si vuole…io ho avuto un vero adba colby/boudreaux nipote di un ch e pronipote di un gr ch che è stato x me come un figlio x 13 lunghi anni e posso affermare che fino ad ora è stato il miglior cane da me posseduto e visto in giro x il mondo…tanto affettuoso, ubbidiente e protettivo con la famiglia quanto spietato ed implacabile verso qualsiasi animale che nn fosse una cagna..
      rott vs pit
      nn parliamo a vanvera xfavore!!!! top pitt con un top rott nn c’è storia! top rott con pitt sufficente nn c’è storia ugualmente ma la cosa si protrae x più tempo. qualsiasi molosso mastino o generis ha 10/15 minuti poi molla, vuoi x il fiato o xchè si sottomette ma molla! un qualunque pittbull ha almeno 20 minuti a meno che nn sia un cane freddo ma in tal caso rinuncia proprio a lottare. e nn lo dico il ma lo dicono i dog man che basavano sulla distanza dei 15/20 minuti le “rollate” x testare i cani. un rott può dominare i primi 10 minuti ma se nn avrà inferto seri danni verrà inevitabilmente battuto. i padroni di rott che parlano dei loro cani come “mangia pitbull” dicono cosi basandosi sulle scaramucce da parchetto che se durano 3 minuti è troppo!!
      ora prendo fiato altrimenti nn finisco più di scrivere🙂
      dimenticavo di fare i complimenti x lo spazio che dedicate alle opinioni di appassionati e non sperando che sempre più gente possa apprezzare questo splendido compagno che e l’american pitt bull terrier

      Liked by 1 persona

  4. bruce ha detto:

    Ben ritornato, e in un certo senso mi fa piacere parlarti.
    Purtroppo hai una gran confusione in testa.
    La storia dei pit è molto antecedente a quelle dei dobermann, tra l’altro una razza molto più giovane. Non sei ben informato.
    Non so quali sono i tuoi “libricini” che leggi. Io non creo eroi, ti consiglio di leggere la storia del pitbull da me pubblicata, dove trovi la vera storia raccontata dalla storia (non da me), da allevatori seri, dalle varie associazioni cinofile e non da un signor nessuno come te o da altri signor nessuno dei tuoi libricini.
    E poi me lo lasci dire, ho visto proprietari di pitbull più equilibrati di certi proprietari di rottweiler, come in questo caso, che credono di avere per le mani un colosso massacratore di cani, per l’appunto.

    Detto questo, ok a tutto quello che hai detto! se questo, ora, ti fa sentire meglio. Libero di avere ed esprimere le tue opinioni, come anche gli altri.
    Ciao

    Mi piace

  5. marco ha detto:

    CARO bruce che la storia del pitt bull sia antecedente a qualsiasi altro cane non significa nulla perchè se prendi la storia di molte razze di cani ti accorgeresti che molte di queste venivano usate per combattimenti mi sembra di capire invece che tu sei un pò di parte perchè ti diletti nella scrittura io posso essere un signor nessuno come dici tu ma ho delle mie idee che non per forza devono essere come le tue.riguardo ai propietari posso dirti che sei un pò sprovveduto ti basta vedere quanti casi di cronaca riporta il pitt bull e quanti casi riporta il rott.ps io non credo di avere tra le mani un colosso massacratore ma sò benisssiiiiimmmmo quale responasbilità ha un padrone che possiede un cane come il rottweiller un cane dolcissimo leale è fedele ma che può diventare terribile è devastante se non gli si insegna la giusta disciplina CIAO

    Mi piace

  6. bruce ha detto:

    Credi in quello che dici? Ti senti appagato? Ok, ben per te.
    Ed ora falla finita, ragazzino.

    Mi piace

  7. marco ha detto:

    amico caro perchè ti sei irritato cosi pensavo fosse una pagina aperta a tutti dove tutti potevano esprimere le propie opinioni ma non è cosi allora se cominciassi a scrivere che il pitt bull sparano i missili e vola non ti irriteresti cosi sei propio un ragazzino rinchiuso nel corpo di un adulto ora ti abbandono

    Mi piace

    • gabriele ha detto:

      marco, hai sparato una fila di scemenze senza sosta , ed e’ irritante la forma provocatoria che usi, abbiamo capito tutti che le tue letture includono superman dylan dog e probabilmente il manuale delle giovani marmotte. stai in pace con te stesso e lascia perdere il tema rott> pit..non e’ alla tua portata , credimi
      fai buona notte

      Mi piace

    • mauro ha detto:

      mi fate ridere perché vi fissate che sto pitbull è il pù forte,due sono le cose; il pitbull come tutti i cani intelligenti ha ricevuto una educazione nel tempo capendo le sue potenzialità, sa che è forte è viene trattato di conseguenza. un altro cane qualsiasi , di grossa taglia puo venire trattatto diversamente, di conseguenza il pitbull in questo caso avra la meglio, perché le abitudini dei cani e il padrone influenzano al 90% il suo comportamento e combattività, ricordatevi che i cani lottano per il cibo, quindi non si potrà mai fare un paragone come dite voi tra cani., per me l’esempio più pratico è ; lasciate in una foresta tutti i cani che dite voi, “RANDAGI” che vivono senza educazioni di persone, mettete un pezzo di pollo a terra, e andatevene. poi tornate, e vedete chi è rimasto a mangia😀 . per me sono cazzate del pit, rott, doberman ecc .. il pitbull come detto prima viene trattato troppo bene, e sfrutta tutto questo quasi approfittandone della sua forza sugli altri, ma in prova di fame e sopravvivenza, un rott, un dogo, pastore, hanno più kili, di conseguenza il pitt e cani di piccola taglia vanno a farsi fottere, perché i grossi devono mangia, e prova a tocca la carne e pasta ad un rott o anche un pastore tedesco nervoso, vediamo che fine fa chi si avvicina, sotto terra dopo 1 minuto. saluti e non fatevi troppe illusioni sui cani, sono sempre ANIMALI. w i cani comunque

      Mi piace

  8. bruce ha detto:

    Caro marco, credo che ti è stato dato abbastanza spazio per esprimere la tua opinione e l’hai sprecato nel peggiore dei modi.
    Molto pazientemente ed educatamente ti abbiamo ascoltato e tollerato. Ma ora vai a dormire ragazzino.

    Mi piace

  9. Claudio ha detto:

    Salve,
    leggendo i commenti di Marco e Bruce mi vien un po’ da “sorridere”; questa scena mi ricorda un po’ i paragoni idioti che fanno molti “pseudo artisti marziali”, elogiando ed innalzando lo stile da loro praticato, definendolo spesso come “il migliore – il più efficace – il più completo” etc etc… poi ci sono quelli più sinceri e seri, quindi meno interessati a fare paragoni stupidi ed inutili: l’artista marziale saggio è consapevole che la bravura e la vittoria dipende da LUI, da un allenamento intenso e costante seguito da un bravo Maestro, e non dallo stile. Mi son dovuto dilungare un po’ in un discorso che sembra non avere nulla a che fare con questo, invece, secondo me, un po’ ce l’ha. Anche voi siete di parte, cercate di convincere voi stessi e gli altri di possedere il cane migliore, più forte, più abile, più feroce e più adatto ai combattimenti; a mio parere sono tutte balle, nel senso che è una cosa soggettiva: un pit bull oggi può vincere un rottweiler, ma domani quest’ultimo potrà avere la meglio su un pit bull. Non si può avere la certezza che tutti i rottweiler siano capaci sempre e comunque di sconfiggere un pit bull, o viceversa. Se un cane lotta non solo per sé stesso ma anche per difendere il padrone (per non parlare della sua prole) allora tirerà fuori ancora più aggressività, ancora più “cattiveria” e tenacia, a quel punto forse anche un pastore tedesco potrebbe vincere un pit bull o un rottweiler (un esempio).
    Sono entrambi due cani possenti, su questo non c’è dubbio, ma in generale non si può sapere con assoluta certezza chi dei due sia il più forte in combattimento: il pit bull ha a suo vantaggio una maggiore agilità e forse anche tattica dovuta ad un istinto primordiale, rispetto al rottweiler, mentre quest’ultimo ha dalla sua parte maggiore forza fisica e da quel che si dice ha anche la presa (il morso) più forte.
    Riguardo alla maggiore scelta del pit bull per i combattimenti organizzati, secondo me conta un po’ anche il fatto che il pit bull è americano (anche se poi risulta essere l’ennesimo incrocio di varie razze europee, quindi sarebbe più giusto dire che è “americanizzato”); sapete com’è, soprattutto (quindi non solo) i cosiddetti “italioti”, quando vedono qualcosa di americano, gli vengono le “stelline” agli occhi, tipo: *____* anche se si tratta di una “pura” americanata. Con questa mia affermazione non sto dicendo che il pit bull è un’americanata, sia chiaro, anzi, mi piace come cane, non particolarmente, ma mi piace. Il mio voleva essere più che altro un esempio.

    Saluti.
    Claudio

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Non so cosa ci sia da sorridere.
      In realtà mi fanno sorridere solo due commenti.
      Uno, di quelli che non capiscono i post e scrivono solo perché hanno voglia di dire qualcosa.
      Nel post non si è fatto altro che riportare la risposta che l’autore del libro “Cani pericolosi” ha voluto dare a coloro che gli domandavano perché il pitbull è la razza di cani più usata nei combattimenti. Tutto qui. Cosa ci sia di idiota non l’ho capito.

      Il miei commenti successivi non facevano altro che interpretare quello che l’autore ha scritto nel libro. Il resto sono descrizioni della razza fatta dagli allevatori. Non vedo cosa ci sia da sorridere se la conclusione era che il pitbull è la razza specificatamente ‘costruita’ per i combattimenti per le caratteristiche riportate.

      Poi ti posso dare ragione se un ragazzino si senta offeso perché possessore di un rottweiler.

      Il pitbull è americano?
      Scusami, ma questa tua affermazione, sì che mi fa sorridere.
      Mi fa sorridere l’idea che qualcuno viene qui a pontificare e poi non conosce la storia dei pitbull. Ti consiglio di leggere la mia scheda sulla origine dei pitbull, hai le idee un po’ confuse. Come ti consiglio di lasciare stare le americanate, perché potresti essere proprio tu “l’italiota” americanizzato che compra dischi di cantanti americani, compra l’iPod americano, vede film americani, beve coca cola o compra le foot locher, adidas, nike, asics, convers, reebock, o magari possiedi una ford o quant’altro di americano.
      Senza offesa, ovviamente, il mio voleva solo essere una precisazione.

      Mi piace

      • Claudio ha detto:

        Innanzitutto noi non ci conosciamo, quindi ti invito a moderare i termini, perché io ho espresso solo il mio parere, ma evidentemente sono stato frainteso. Non era mia intenzione offendere nessuno e ti chiedo scusa se, in qualche modo, il mio commento ti ha urtato.
        Voglio precisare un paio di cose: io stesso ho messo tra parentesi che il pit bull è un incrocio di razze europee, è che è “americanizzato” (da notare le virgolette), quindi non è realmente americano.
        Ti sbagli, io cerco di usufruire di meno prodotti “made in USA” possibili, ma riguardo alcuni di essi è quasi impossibile, un po’ come tentare di non usufruire di NESSUN prodotto asiatico…è un’impresa non tanto ardua quanto impossibile, dato che la maggior parte dei vestiti (e non solo) vengono proprio prodotti lì, poi noi italiani, americani etc… ci mettiamo la firma (e certo, scegliamo anche il tipo di tessuto). Purtroppo, quasi tutta l’Europa, in particolar modo l’Italia, è americanizzata.
        Non posseggo nessun iPod, non bevo quasi mai Coca Cola perché non mi piace, prima bevevo la Fanta, poi sono passato alla San Pellegrino e altre aranciate ITALIANE. I film americani te li sbattono quasi in faccia ogni giorno ad ogni ora alla tv, ma tanto la guardo pochissimo. Inoltre, ti informo che la Reebok e l’Adidas sono tedesche, non americane come hai detto tu; l’Asics è giapponese.
        Come automobili preferisco BMW e Alfa Romeo (che forse sono nettamente superiori a qualsiasi automobile americana).
        Se ti va di discutere di cani, senza giudicar male tutto ciò che scrivo, sono disponibile.

        Saluti.

        Mi piace

      • carlo ha detto:

        il ragazzo ha espresso un pensiero suo non attribuendo nessun aggettivo signor…tu invece lo hai diciamo provocato…ti senti + pitbull o rottweiler? io sn un chow chow ma quelli ke mi provocano senza motivo uscendo dal cosiddetto seminato li faccio diventa re topi

        Mi piace

  10. Claudio ha detto:

    Correggo: *e che è.

    Mi piace

  11. bruce ha detto:

    Caro Claudio, proprio perchè non ci conosciamo, ti invito al rispetto di chi entra in casa altrui e ad usare un linguaggio appropriato. Perchè in caso contrario ho due possibilità: cancellarti (è nelle mie facoltà) o risponderti a tono.
    Dal momento che ho ‘autorizzato’ il tuo commento ho voluto farti capire che nel web non ci sono solo ragazzini ma persone che forse ne sanno più di te e quello che scrivi ti può essere ritorto contro. Comunque eccomi a risponderti.

    Intanto accetto le scuse e tutto come prima.
    Sono contento per te che adoperi prodotti Italiani, ma la battuta sugli italioti che usano prodotti americani te la potevi risparmiare.
    Che poi ti piaccia o meno il pitbull non mi fa differenza, l’importante è che piaccia a me e poi, come ho detto a quel “bamboccio” viziato di cui sopra (l’unico ‘esaltato’ a riportare un video), l’importante è apprezzare ed amare il proprio cane per quello che è, e non per quello che si vorrebbe che fosse.
    Ciao

    Mi piace

    • Claudio ha detto:

      Va bene, ho capito; sì, forse mi sono espresso male e con aria di superiorità, non era mia intenzione.
      Il Pitbull piace anche a me comunque, e concordo pienamente quando dici che l’importante è che piaccia al proprietario e che bisogna apprezzarlo ed amarlo per quello che è.
      Poi un cane non ha solo una caratteristica, ma tante. Ciao.

      Mi piace

  12. bruce ha detto:

    Purtroppo non sempre è così, caro Claudio.
    Il problema sono certi padroni “idioti” come il bamboccio di cui sopra proprietario del rottweiler che nascondendosi da idiota dietro falsi nomi (come se oggigiorno non è facile risalire al mittente, WP infatti mi da il suo IP del computer, email e provider, buoni eventulamente per la polizia postale) continua a inviare volgari commenti dando ancora saggio della sua stupidità (se ce ne era ancora bisogno) a conferma che certi cani non meritano certi padroni.
    Ovviamente i suoi commenti vengono regolarmente gettati nella pattumiera come meritano.

    Mi piace

  13. bruno ha detto:

    Ho un bellissimo dogo argentino e non mi pongo il problema di marco.
    Sono proprio questo tipo di persone che gettano discredito sulle razze dei nostri cani.
    Saluti

    Mi piace

  14. bruce ha detto:

    Bye bye Marco Guarra (guarra.marco@alice.it) alias fernandello😆
    alias ‘fulippo’😆 e … a tutti i tuoi altri alias.😆

    Nazione : Italy
    Citta : Piacenza
    Rete : OPITEL ( IP addresses allocated to DSL customers )
    Host Name : net-93-148-175-17.cust.dsl.teletu.it
    …. cancelled

    Mi piace

  15. fulvio ha detto:

    Ben fatto.

    Mi piace

  16. Matteo ha detto:

    Ciao ho da poco preso un cucciolo di tre mesi di amstaff… Non sono esperto. Vorrei avere qualche consiglio e sapere che differenze ci sono con il pitt bull.. Cmq lui è stupendo… È la razza più bella che esiste grazie in anticipo

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao Matteo trovi tutto qui e complimenti per la scelta.
      Per ora posso dirti di farlo socializzare il più possibile con gli altri cani e con le persone. Portalo spesso fuori per conoscere il mondo esterno.

      Mi piace

  17. danilo ha detto:

    secondo me siete molto fuori strada…
    non c’è un piu’ forte tra nessuno , non conta nulla
    forza , velocita, grandezza …

    il primo che prende il collo del cane avversario ha vinto
    punto!

    Mi piace

  18. Gianluca ha detto:

    Salve!
    Per dire la mia, non mi interessa chi sia il più forte né credo abbia importanza, ma ho la fortuna di avere come amica una pit di 16 mesi salvata da un canile in Spagna. Oramai è con me da 7 mesi e sinceramente non avevo mai visto un cane così agile e così dolce! E’ elettrica è vero, corre e salta in continuazione e non fa altro che riempirmi di leccate!🙂 E’ davvero una “cana” meravigliosa, la adoro!
    Un saluto a tutti e viva gli animali!

    Mi piace

    • diego ha detto:

      volete sapere qual’è la razza più forte forte di qualsiasi altra? il fucile, quello è stato fatto apposta per uccidere e non sbaglia… state parlando di cani… i combattimenti lasciateli a noi umani che siamo molto più feroci e godiamoci l’amore incondizionato che riescono a darci tutto il resto non ha la minima importanza.

      Mi piace

  19. marco ha detto:

    Non e’del tutto vero.c’e’un sito russo,se.non erro,in cui non bannano i video.ce ne sono a iosa in cui pittbull,r.weiler o qualsisai altro cane vengono devastati da un pastore,quello dell’Anatolia volgarmente chiamato kangal.odio la violenza e amo la pace e gli animali,ed ho un dobermann buonissimo che adoro.

    Mi piace

  20. gigi ha detto:

    io ci tenevo a dire una cosa ………visto che attentamente ho letto cio che e stato scritto …..parto dai video se vi guardate bene in giro chi adora i dogo mette in mostra la forza dei dogo che per molti e il cnae pi forte in assoluto se poi si continua ce chi dice rott poi chi dice pitt be io ho preso un bull terrier che in tanti dicono essere il piu forte be il mio e un cucciolone ..nn farebbe male ad una mosca almeno per ora pensa solo a giocare comunque nn volevo rompere pero penso che il cane e tanto agressivo quanto sia abbituato all aggressivita e poi penso che la grandezza nn conta conta la furbizia l agilita e la velocita………quindi mi tocca dare ragione a bruce lo stesso bruce lee .nn era un colosso ma sapeva picchiare e nn aveva rivali visto che si parla di arti mazialie poi lo stesso bruce l. diceva se una perona di cento chili ti tira un pugno sul naso te lo rompe allo stesso modo di una di 70

    Mi piace

    • liot ha detto:

      caro gigi sei sprovveduto nel combattimento allora perchè esiste il peso? se una persona di 100 kg ti tira un pugno sicuramente ti farà molto più male di una che ne pesa 50kg informati meglio per questo nel pugilato muai thay k1 ecc esiste il peso

      Mi piace

  21. angioletto ha detto:

    se hai un cane,che sia un Pit o altra razza non devi farlo assolutamente combattere.Loro si legano a noi e ci prendono come punto di riferimento nella loro vita;le soddisfazioni che può darci un cane non deve assolutamente riguardare ai combattimenti.un saluto w i Pit

    Mi piace

  22. nino ha detto:

    tra dogo e pitbull, qual’è il più forte in combattimento………….

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro nino, credo che non ti dovresti porre di questi problemi.
      I comabbimenti sono una pratica delinquenziale e perseguiti per legge.

      Mi piace

      • Gianluca ha detto:

        Il kangal sbrandella il pit in 2 minuti,altroche rot,bull terrier ecc, anche i pit piu forti sulla faccia della terra non possono competere in un combattimento contro un kangal o un alabai

        Mi piace

  23. nino ha detto:

    questo lo so………….ma vi siete soffermati sopra, su una discussione (litigata) di ore se era più forte il rottwailer o il pitbull in un eventuale combattimento…e ora vieni a farmi la morale?? La mia è pura curiosità…..ho avuto in passato diversi cani, cresciuti sempre per stare a contatto con la gente, (alano, pastore tedesco, dobberman,boxer, koker..ho cresciuto fino a 6 mesi un dogo) ognuno con carattere e caratteristiche diverse, l’alano sembra un essere umano….il pastore tedesco un testone….il dobberman di un’intelligenza mostruosa ( e infatti per me il migliore..) il boxer un bambinone ecc….ma non ho mai voluto nonostante le diverse opportunità, possedere un pitbull, troppo aggressivo soprattutto nei confronti con gli altri animali (….quando parte non lo fermi più) e siccome anche il dogo argentino ha una tempra più o meno simile anche se in forma minore mi sono sempre chiesto quale dei due avrebbe la meglio…ho conosciuto tantissimo tempo fà un allevatore di dogo che faceva correre i suoi cani dietro una macchina per ore….li faceva penzolare ad una corda attaccata ad un albero e anche se non me lo ha mai esplicitamente detto…secondo me li allenava al combattimento….uno in particolare…non sembrava nemmeno un dogo…alto al garrese almeno 80cm e pesava minimo 75 kg…un’ammasso di muscoli e ripeto mi sono sempre chiesto un pitbull di 30 kg…che possibilità avrebbe di fronte ad un cane del genere………ciao

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao,
      è vero, evidentemente ho male interpretato la tue reali intenzioni.
      Ho pensato al solito ragazzotto che possiede un dogo e vuole vantare le sue qualità per finire in una inutile discussione sull’argomento e poi con le pubblicazioni di ignobili filmati come del cretico di cui in alto.
      Per cui onde evitare spiacevoli cancellazioni di commenti e clip ho ritenuto opportuno di stoppare l’argomento.

      Dal momento che le cose non sono così, cosa dire a riguardo se non quello che ho già detto.
      Non sono un addetto ai lavori per esprimere giudizi definitivi. Semplicemente un amante di un cane stupendo e quello che scrivo è frutto di ricerche sui siti (seri) del settore e pubblicazioni di libri di professionisti sull’argomento.

      Da millenni si è cercato di creare il cane combattente perfetto per vari motivi, per le guerre prima e successivamente per i combattimenti tra cani, (che ricordo erano aperti a qualsiasi razza), dapprima legali e poi messi al bando.
      Ebbene i vari incroci hanno portato alla creazione di una razza che si è guadagnata la vita dimostrandosi di essere la migliore nei combattimenti. Da qui sono seguiti gli allevamenti di questa razza.
      Poi ogni cane è diverso, anche nella stessa razza. Ci sono pitbull che hanno mantenuto inalterate le loro qualità ed altri che per incroci successivi l’hanno perduta. Ci sono pastori tedeschi eccellenti ed altri meno. Cani da caccia eccellenti ed altri rammolliti.

      Il dogo?
      E’ un cane che mi piace molto, secondo solo al pit. Altrettanto fiero e potente. La differenza sta nella struttura.
      Il pitbull proprio perchè non è di grossa taglia, ha una agilità e rapidità nei movimenti che “non da respiro”. Caratteristica che non ho riscontrato in nessuna altra razza pur potente come i rottweiler e dogo. Altra caratteristica sono le zampe corte che gli permettono di stare ben piazzato per terra, e soprattutto la grande potenza dei muscoli delle zampe posteriori che permettono rapidi scatti, spostamenti e di attaccare da tutte le parti.

      In genere il pitbull è un cane tranquillo. Il dopo è un po’ instabile. E mi riferisco verso l’uomo. Mentre il pittbull reagisce verso il padrone per ragioni “ambientali” e di educazione, il dogo ha tendenze ad avere forti squilibri. E’ quanto ho raccolto da varie informazioni di amici addestratori e dal numero di dogo che ho visto personalmente abbandonati nei canili per eccesso di aggressività.

      Per tutto il resto sono d’accordo con te.
      Ciao

      Mi piace

      • Sebastiano ha detto:

        I cani di qualsiasi razza non si devono fare combattere non è giusto io ho 2 barboncini e un pastore del caucaso di 86 kg di cui a fatto una cosa molto grave anche se era per difesa un ragazzo con 2 pit maschio e femmina attaccati allo stesso guinzaglio il pit maschio si parte contro il mio caucaso trascinando anche la femmina di pit un massacro si e salvata la femmina di pit con 30 punti di sutura sulla testa e schiena il maschio non c’è stato nulla da fare il mio solo 2 punti sul muso una scena orribile che mai si deve rivedere quindi finitela quale cane e il più forte non bisogna mai farli combattere ed soprattutto evitare che succeda per me sono dei figli per tali li tratto!

        Mi piace

  24. carlo ha detto:

    Vista la qualita’ dei commenti mi riservo di intervenire con un post in quanto alcuni interventi sono a dir poco raccapriccianti e vergognosi. Prima di tutto i combattimenti di cani sono uno spettacolo orribile e assolutamente condannabile, l’uomo trae divertimento da uno scontro per niente naturale e assolutamente ingiusto. Detto questo e’ assurdo credere che una razza sia meglio di un’altra nei combattimenti: dagli alabai turkmeni, ai bully khutta pakistani, dai caucaso ai kangal fino ad arrivare ai meticci e’ il soggetto che fa la differenza non la razza. Amare una razza per la sua aggressivita’ e non per le sue vere qualita’ e’ ignobile e denota una forte insicurezza in se stessi.
    Saluti

    Mi piace

  25. eleuterio78 ha detto:

    ciao a tutti, mi chiamo Giorgio ho 34 anni lavoro a roma e sono di Frosinone. Amo profondamente tutti i cani, mio padre è cacciatore, o meglio, era cacciatore ora è anziano e nn pratica più la caccia, ho avuto sempre cani da caccia sin da bambino: bracco italiano, segugio italiano, pointer, setter inglese, setter irlandese, beagle, segugio francese etc… li ho sempre trovati molto docili e pronti a dare molto amore a tutti indistintamente.
    Gli anni son passati e vivendo 5 gg su 7 in una metropoli dispersiva come roma nonostante qualche amico (li ho tutti al paese) mi sento solo, avendo sempre amato i cani perchè con loro son cresciuto, sto valutando l’ipotesi di acquistare un cane per farlo vivere con me… mi son lasciato da un anno con una persona con cui stavo da quasi 10 anni e ho avuto un brutto periodo di esaurimento nervoso, dovuto a tanti fattori: lavoro, problemi familiari/sentimentali etc.
    Ho voglia di rimettermi in gioco ma desidererei farlo con un bel cane al mio fianco… premetto che ho sempre amato purtroppo da lontano il dobermann… ma nn ho mai avuto l’opportunità di potermelo fare in quanto i miei nn volevano perchè erroneamente credono che sia un cane aggressivo!
    Lo seguo da quasi vent’anni, conosco i primi allevamenti che lo portarono in italia, quelli che sono in auge ora (2013) ho assistito a diverse esposizioni nonchè ho parlato con allevatori telefonicamente, molti purtroppo via telefono nn danno molto credito alla volontà di possederlo.
    alcuni (più vicini a casa mia) li h visitati e devo dire che vedendomi dal vivo una ”sfinge nera” che mi poggia il suo testone addosso in cerca di coccole mi veniva da piangere, seppi in seguito da quell’allevatore che quel cane morì per un tumore. sono stato a pezzi per una settimana, e l’avevo visto solo un paio di volte!
    se ancora nn ho deciso di acquistarne uno è solo perchè vivendo da solo nn so quanto potrei stargli dietro all’inizio, mi riferisco al cucciolo che ha bisogno di mangiare 3/4 volte al giorno ed io purtroppo fino alle 14 sono in ufficio e per due giorni faccio la lunga uscendo alle 17:30.
    nn vorrei che soffrisse la solitudine anche se credo sia inevitabile… so del dobermann che è un cane particolarmente sensibile e ultramegappiccicoso come nn mai… mi son stati raccontati episodi dove addirittura il proprietario nn era libero di andare in camera da letto con la moglie in quanto il suo dobermann fuori la porta piangeva! storie che possono far sorridere ma nello stesso tempo rivelano la grande sensibiità e il profondo attaccamento che questa razza ha nei confronti del padrone.
    Sottolineo che semmai dovessi acquistarlo a me nn interesserebbero mostre, esposizioni etc. ma solo avere un bel cane socievole e soprattutto sano al mio fianco.
    Voi cosa ne pensate di questo cane? io credo che sia stato ingiustamente accusato negli anni 70 per la famosa storia del cervello che cresce più della scatola cranica e impazzivano. credo solamente che all’epoca, vista la forte richiesta di questi cani grazie anche ai tanti filmetti americani di quei tempi, molti allevatori delinquenti per star dietro alle grosse richieste abbiano fatto accoppiare soggetti malati solo per trarne profitto.
    Ho letto in questa discussione pitbull e rottweiller, che a mio avviso sono due ottimi cani anche se preferisco il pit in quanto lo ritengo più giocherellone e meno aggressivo nei confronti dell’umano. cmq 2 ottimi cani, ma vorrei sapere da voi cosa ne pensate del dobermann e soprattutto che consigli potete darmi in merito l’impatto iniziale con questo cane…
    grazie anticipatamente!
    eleuterio

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro Eleuterio, conosco la storia di questo cane. Conosco anche molti amici che possiedono un dobermann.
      Concordo sulle false storie che circolano su questo cane. Parlando con un istruttore mi parla di un cane socievole e pacifico e sopratutto facilmente addestrabile.
      Come tutti i cani anche il dobermann sente molto la presenza del padrone, ma più degli altri necessita di un costante contatto.
      Ecco, forse questo contrasta un po’ con il tuo lavoro.
      Ma se hai in testa questo cane e lo ami non esitare a prenderlo, perchè nessun altro cane potrà sostituirlo (come per me il pitbull). E sono sicuro che saprai come organizzarti.
      Ciao

      Mi piace

  26. giuseppe ha detto:

    Salve volevo esporre un mio parere per la discussione in (stile litigio) tra Marco è Bruce..premetto che ho un pastore belga e che quindi non vorrei dare ragione nè a voi è ne ai libri…Il pitbull in quel video postato il 16/02/2012 dal signor Marco, se ancora non ho perso la vista correggetemi, era praticamente attaccato al corpo del rott nonostante aveva preso ripetuti schianti al suolo con 50kg di peso che equivalevano al rott..Ma il bambino non sa che se al posto del pitbull c’era il rott a subire quelle botte, il rott già abbandonava la lotta poichè più sensibile al dolore mentre il pitt è il primo in assoluto a sopportare i dolori..inoltre il pitt con la sua presa riesce a supportare tutto il peso del suo corpo, il rott non è dello stesso modo….Tale ragionamento su (chi è il più forte?) lo saprebbe interpetrare anche un bambino, pertanto la smettesse di dire che il rott è più forte…Se poi il signor Marco ha le prove del video, di sicuro può succedere che il pitt perde..MA RICORDATI CARO MARCO CHE A PARITA’ DI PESO E DI STAZZA IL PITTBULL NON HA EGUALI E CE NE SONO MOLTI DI PITBULL CHE PESANO 50KG.

    Mi piace

  27. carlo ha detto:

    Io credo che un blog nel quale si discuta su quale razza sia piu’ forte nei combattimenti mostri due errori di fondo. Il primo e’ che i combattimenti di cani sono uno spettacolo ignobile e vergognoso, chi organizza, prende parte o semplicemente segue questi eventi dovrebbe essere incriminato non per maltrattamenti agli animali ma sicuramente con reati ben piu’ gravi. In secondo luogo chi ha esperienza vera di cani sa che in un combattimento: 1 la stazza non conta, 2 la razza non conta, 3 specialmente in europa i cani sono “drogati” prima dell’incontro.
    Tra i cani, specialmente in uno scontro e’ la tendenza ad essere dominante che conta, questa e’ una caratteristica che viene dalla nascita e dalla selezione NATURALE, piu’ la razza e’ selezionata dall’uomo e piu’ questa caratteristica viene meno. Ho visto un pastore abruzzese sottomettere un pitbull di citta’ senza alcun problema. Pertanto comprare un cane con l’idea di aver un vero combattente in casa NON HA ALCUN SENSO, in quanto non e’ di alcuna utilita’ per guardia o difesa e crea solo problemi di interazione con altri animali.

    Mi piace

    • giuseppe ha detto:

      ciao carlo condivido pienamente ciò che hai detto, (forse ho dimenticato di dire che io odio vedere 2 cani che combattono) per giunta mi escono le lacrime dagli occhi quando vede che due povere bestie stanno lì da ore ad ammazzarsi per colpa di quei esseri incivili e svergognati che in quel momento in mente mi viene da dire: “MA PERCHE’ NON CI VANNO LORO AL POSTO DEI CANI?”Ora tralasciando ciò che ho detto fino a questo punto, ti volevo affermare che nel mio paese ci sono pitbull, rottweiler, dogo argentino, buldog, che in un ipotetico combattimento con un labrador perderebbero…Pensa che alcuni non hanno nemmeno la potenza del morso di un bassotto, proprio perchè è questione di “mentalità del cane” e questione di manipolazione dell’umano…Poi attento alle ultime righe del tuo post: Io mi riferivo a due cani allenati dalla stessa persona, pertanto se un pitbull pesa 50kg come un rottweiler, e tutte e due le razze hanno la linea di sangue PURA, il pitt vincerebbe…Vorrei un parere da parte del Sig. Bruce su i due miei commenti

      Mi piace

    • bruce ha detto:

      Io credo che un blog nel quale si discuta su quale razza sia piu’ forte nei combattimenti mostri due errori di fondo.”

      Forse non hai letto il post o non lo hai capito pienamente.
      E’ la risposta, compresa in un libro di autorevole esperto cinofilo, a precisa domanda perchè il pitbull è la razza più usata nei combattimenti, la risposta è stata secca e decisa: perchè è la migliore.
      Punto.

      Il resto sono commenti e opinioni legittimi fin quando non si sfocia nel fanatismo e maleducazione (che cancello regolarmente).

      Mi piace

  28. carlo ha detto:

    Giuseppe, mi dispiace ma non sono d’accordo in quanto non si puo’ generalizzare. E’ il soggetto che fa la differenza, non la razza in questo caso. Sicuramente il pitbull avrebbe un vantaggio nella resistenza al dolore ma ricorda che un pitbull di 50 kg e’ fuori standard, pertanto perderebbe in agilita’ mentre il rotty e’ naturalmente sui 50 kg. Detto questo pero’ bisogna precisare un’altra cosa, a prescindere dalla razza, il miglior rapporto agilita’/resistenza/potenza e’ sui 35 max 40 kg. Lo insegnano gli alabai da combattimento (non mortale) del Turkmenistan, stato in cui il combattimento di cani e’ sport nazionale. Detto questo io credo sia importante parlare dei Pitbull come razza e non dei combattimenti, pratica crudele e vergognosa.
    Saluti

    Mi piace

  29. carlo ha detto:

    Scusa Bruce ma il pitbull non e’ assolutamente la migliore razza nei combattimenti, se esiste un cinofilo che afferma questo e’ sicuramente una affermazione di parte e fatta per sponsorizzare qualche allevamento.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Hai ragione.
      La pensa così anche un signore del suo beagle.
      Mi disse un giorno nel parchetto che frequenta: stai attento (riferendosi al mio pitbull), i beagle attaccano i cinghiali.

      Mi piace

      • carlo ha detto:

        Bruce,
        forse non sai cosa sono Alabai, Caucaso, Bully Kutta, Cani Corso per dire queste cose, comunque ognuno ha il diritto di pensarla come vuole.

        Mi piace

  30. giuseppe ha detto:

    ahahahah adesso caro Carlo stai veramente esagerando, cani del rango Alabai,caucaso bully kutta non li conosco e pertanto non posso sbilanciarmi nel fare affermazioni..Ma tu hai citato il Cane corso, é (come se facessimo un paragone tra una punto ed una ferrari)…Sei ridicolo, lo sai anche tu stesso che i pitbull sono i cani più utilizzati a combattere, perciò per quale motivo la gente crudele dovrebbe scommettere sul pitbull con la consapevolezza che perderanno? inoltre il pitbull è stato costruito per combattere (a differenza degli altri cani) e le varie genetiche ed incroci selezionati dall’umano per ricavarne il giusto mix adatto ad ogni sorta di combattimento ne fanno un cane privo di punti deboli ( staffordshire bull terrier,Half and half,yankee terrier, bull terrier, buldog)….Anche check norris era più forte di bruce lee, ma poi anche l’artista marziale americano confermava i suoi limiti al cospetto del cinese…La potenza, la tenacia, l’agilità la rabbia eccetera, non sono il pasto completo per vincere tutto, ma la cosa di fondamentale importanza è IL CERVELLO…

    Mi piace

  31. carlo ha detto:

    Giuseppe, io ho non ho offeso nessuno, pertanto dire che sono ridicolo senza nemmeno conoscermi solo perchè ho espresso una opinione differente è una cavolata. Bruce, il discorso non è chiuso per niente altrimenti questo non sarebbe un forum e sarebbe un monologo. Se deve essere un monologo su quanto è forte il pitbull nei combattimenti, sorrido e questo è il mio ultimo post. Voglio però chiudere incitandovi a conoscere prima le altre razze prima di fossilizzarvi sul pitbull. Il pitbull è certamente famoso per i combattimenti per le uniche due doti veramente selezionate dall’uomo: l’aggressività verso gli altri maschi e l’economicità. Probabilmente in quello è sicuramente molto forte, tuttavia se in questo forum ci sono esperti di cani, non certamente solo di pitbull come affermi di essere tu Bruce, sicuramente sapranno che il cane corso, cane che vi ha fatto sorridere in quanto è l’unico probabilmente del quale avete sentito parlare, era utilizzato dai romani in guerra. Tale cane, nelle sue linee di sangue più rustiche, conserva delle caratteristiche ancestrali nemmeno paragonabili al moderno pitbull.
    Se volete conoscere di più riguardo ai cani da combattimento, ricordandovi però che il 99% dei combattimenti di cani viene effettuato al di fuori della civile europa e non da pitbull, allora sarò felice di raccontarvi.
    Saluti

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro Carlo,
      Non so di cosa vuoi parlare. Del cane Corso?
      Ok, è un bel cane, anzi un bellissimo cane, a dir poco adorabile. Testa grande, grande mole, dal peso tra i 40/50 kg. Movimenti eleganti. Ma lento, estremamente lento. Ecco questo è il suo limite. Adeguato per il controllo del bestiame di grossa taglia, ma assolutamente inadatto per i combattimenti. Il pitbull che è stato ‘incrociato’ con diverse razze per prelevare le doti migliori per essere forte e rapido nello stesso tempo. Rispetto al cane Corso lo è almeno 10 volte superiore. E questa fa la differenza. Molta differenza. Il mio cane abitualmente gioca con un Corso femmina che non vale un maschio, ma non c’è paragone nella rapidità. Un pitbull femmina tiene, al contrario, testa ad un pitbull maschio, alla grande.
      Devo aggiungere altro?
      Sì!
      Non so dove hai letto che sono un esperto di pitbull. Ma non importa.
      Ora leggiti questo mio post riportato in basso. Rettifico, leggiti questo mio post elaborato dai migliori siti sui pitbull. E conoscerai anche la vera storia. Il pitbull è il “superamento” dei cani cosiddetti “molossi”. Gli antichi molossi combattevano in guerra, è vero, ma contro gli uomini, assai più lenti di qualsiasi cane. Non aggiungo altro.
      Se hai ancora dei dubbi, non c’è problema, continuiamo, purché ti faccia prima una adeguata cultura sul pitbull (senza offesa, ovviamente).
      https://silvanodonofrio.wordpress.com/la-storia-del-pit-bull/

      P.S. Dimeticavo: questo non è un forum, bensì un blog.

      Mi piace

  32. carlo ha detto:

    Bruce,
    rispondo alle tue argomentazioni. In un combattimento la rapidita’ una volta che i cani si sono presi non conta piu’, conta la resistenza e la forza del collo. Per questo in realta’ i cani piu’ utilizzati per questa odiosa pratica sono cani da pastore nel mondo e non assolutamente i pitbull. I cani da pastore, con una folta pelliccia e una grande potenza muscolare come Caucaso, Kangal, Alabai ma anche Ciarplanina e Ovcharca (anche se troppo massiccio) sono assolutamente i piu’ adatti. I cani di questo tipo lavorano giornalmente col bestiame e vengono portati ogni domenica a questi eventi. Mantenere cani del genere e soprattutto selezionarli non e’ semplice come per i pitbull, perche’ allora gli allevatori non dovrebbero scegliere i tuoi gladiatori? La risposta e’ che il pitbull per economicita’, aggressivita’ e facilita’ di acquisto e’ il cane piu’ diffuso in europa ma non certamente nel mondo. Si e’ diffuso rapidamente e molto piu’ rapidamente la sua leggenda perche’ e’ un cane che si puo’ tenere in appartamento e ha la faccia da “duro”. Sarebbe un cane con molte buone qualita’ se l’uomo non avesse estremizzato la sua aggressivita’ verso i simili, infatti ritengo che la migliore dote del pitbull non sia l’attitudine al combattimento ma l’attaccamento al padrone. Il pitbull e’ una vittima di questa moda che richiede cani sempre piu’ muscolosi e reattivi senza pero’ prediligere una vera selezione naturale. Mi spiego meglio. Se tu fossi un pastore turkmeno sceglieresti il tuo maschio da riproduzione in base ai muscoli o alla faccia da duro? No. Semplicemente non lo sceglieresti, sarebbe la femmina a decidere in base al maschio che eserciterebbe la maggiore dominanza. Per questo in paesi dove la moda non e’ arrivata, dove la selezione e’ ridottissima, esistono cani non paragonabili al moderno pitbull. Per questo in paesi come la russia dove la mafia organizza uno dei maggiori business di combattimenti del mondo, il pitbull non e’ quasi mai presente.
    Se passassero 100 anni di selezione naturale, in cui e’ il carattere ad essere forgiato e non l’aspetto fisico o le qualita’ atletiche, il pitbull diventerebbe certamente una razza piu’ equilibrata e piu’ sicura delle proprie potenzialita’.

    Mi piace

  33. giuseppe ha detto:

    Leggendo l’ultimo commento di Carlo, io se fossi al posto di bruce, riterrei chiuso l’argomento semplicemente per il fatto che “mi sembra” alquanto strana e confusa la sua riferenza nei confronti delle razze succitate da egli stesso, poi ognuno è libero di dire ciò che vuole, ma se rilegge il mio ultimo post (tutti gli incroci selezionati per avere un cane eccelente nel combattimento) forse gli chiariscono le idee, GLI ALABAI, CAUCASO, KANGAL NON SONO CANI DA LABORATOIO COME IL PITBULL…Inoltre, se prendiamo un pitbull con la linea di sangue pura tipico degli anni 70-90, non c’è niente da fare..Pure con le ossa rotte è mezzo morto, però uscirebbe vincitore..Tu caro Carlo, vedi solo quello che ti circonda nel tuo paese italiano, ove la razza è stata rovinata perchè ritenuta killer, quanto invece era l’umano a farcelo diventare..Vatti a fare una vacanza in giro per il mondo è poi dimmi come è fatto un VERO pitbull,che forse non lo so nemmeno io…

    Mi piace

  34. carlo ha detto:

    Ahahah ok Giuseppe, ho sentito che il VERO pitbull abbia due teste e sputi fuoco

    Mi piace

  35. bruce ha detto:

    Caro Carlo,
    Dal momento che ritengo che stai dirottando la discussione su una strada senza uscita ed anche lontana dalla corretta dialettica da te stesso evocata (tuo commento di cui sopra), credo che sia opportuno fermarci qui.
    Ti ringrazio per il tuo contributo.

    Mi piace

    • claudio ha detto:

      salve volevo chiederle un consiglio…
      io ho un pitbull di 7 mesi femmina quando mi fa arrabbiare io la sculaccio e qualke volta l’ho fatta anche piangere , io non so se poi lei si ricorda questi gesti che ho fatto e diventa aggressiva con me….?? secondo lei si ricorda di quello che ho fatto?

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Ciao Claudio
        Sì. Ricordano.
        Non necessariamente una sculacciata provoca una reazione immediata. Ma una ripetività di certi gesti può sfociare improvvisamente in reazione. Tutti i cani reagiscono contro qualunque cosa che ritengono una minaccia per loro. La cosa può essere irrilevante per piccoli cani, non in un pitbull. Molti incidenti domestici sono provocati proprio da gesti non contemplati da tutti i manuali.
        Posso dire che il mio cane generalmente non reagisce all’abbaiare degli altri cani per strada, ma si scaglia furiosamente contro quei cani che gli avevano abbaiato “minacciosamente” in altre occasioni. Segno che ricorda perfettamente.

        Mi piace

  36. giuseppe ha detto:

    Claudio, mi dispiace dirtelo ma il tuo è un comportamento scorretto nei confronti dell’animale..Non vorrei essere presuntuoso, magari ti servirebbe come un consiglio, ma io non metterei mai le mani addosso ad un cane e a maggior ragione un pitbull…Se una cosa non la capisce, e perchè deve ancora maturare essendo un cane da sette mesi, poi un addestramento di “base” tipo (seduto,terra,vieni, no!) lo può fare chiunque e a maggior ragione tu…Ricordati che se il cane ti sembra testardo e distruttivo anche dopo averlo picchiato lui non cambierà di certo e anzi ti ritroveresti con spiacevoli conseguenze, un cane disubbidiente,pauroso, aggressivo, ansioso, ecc..

    Mi piace

  37. bruce ha detto:

    Oggi voglio raccontarvi una storia di caccia.

    Ieri sera in seconda serata su D-Max sul digitale terrestre ho visto una servizio interessante.
    Nella fitta boscaglia della Georgia in Russia imperversano cinghiali selvaggi.

    Se vi state subito domandando cosa c’entrano i cinghiali con questo articolo sui cani, beh, abbiate pazienza un attimo e lo scoprirete.

    Non sono cinghiali normali, sono enormi ed arrivano a pesare fino a 170 kg. Hanno una cresta spinosa che dalla testa va giù lungo tutto il dorso. Hanno zanne spropositate. Sono aggressivi e pericolosi.

    Una femmina di cinghiale può dare alla luce fine a venti cuccioli alla volta e partorisce anche due volte all’anno. Una popolazione che in pochissimi anni è diventata preoccupante per la sicurezza degli abitanti del luogo.
    I cinghiali come sappiamo sono onnivori e mangiano anche carne.

    E soprattutto non hanno rivali.
    Non c’è predatore che li possa impensierire. Tranne che l’uomo.
    Ed ecco che le autorità locali hanno autorizzato squadre di esperti per la loro caccia e ristabilire l’equilibrio in quella area.

    Per catturarli vengono usati i cani.
    La caccia avviene generalmente di notte quando i cinghiali fanno la loro caccia.
    Dapprima i cani stanano un cinghiale, lo isolano, e poi lo inseguono anche per diversi chilometri nella boscaglia tenendolo braccato fino all’arrivo dei cacciatori che lo immobilizzano legandogli le zampe e la bocca.
    Qualche cane nella loro caccia viene ferito, qualcuno anche gravemente, ma non demordono e fanno il loro lavoro tenendo immobilizzato il pericoloso cinghiale.

    A questo punto vi starete domandando che razza di cane viene utilizzato. Sicuramente non un normale cane da caccia, buono solo per piccola selvaggina e non per competere con certi mostri.

    Ebbene tra tutti i grossi e potenti cani che ci sono in giro per il mondo, i cani usati per questa caccia contro questi pericolosissimi cinghiali sono loro: i pitbull.

    Mi piace

  38. giuseppe ha detto:

    ahahhhahahhhhahh!! incredibile!!ma dici davvero bruce? Comunque vorrei scoprirne le fonti, ma mi sembra alquanto strano, hanno i loro “cani da casa” di tutto rispetto come il pastore del caucaso…

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao giuseppe,
      nel vedere il servizio mi sono posto anch’io la stessa domanda.
      Infatti il cane pastore del Caucaso guarda caso è tipico proprio di quelle parti, una vasta zona circostante la Catena del Caucaso, compresa oggi nelle repubbliche dell’Armenia, dell’Azerbaijan, della Georgia e della Russia.
      Grossi e potenti erano tradizionalmente adibiti alla difesa del bestiame da ladri e predatori. Da qui la denominazione russa Kavkazskaja Ovtčarka (Cane da Ovile).

      Ho letto e visto anche foto di altri cani che nel passato erano utilizzati addirittura per la caccia agli orsi.

      E allora?
      C’è una spiegazione.
      I cani di grossa taglia sono per l’appunto grossi e pesanti, quindi estremamente lenti. Vanno bene per la caccia di grossi e lenti animali come l’orso ma inadatti per la caccia contro animali come questo tipo di cinghiale che è di gran lunga più rapido nei movimenti e veloce (possono raggiungere una velocità di oltre 50 km/h). E soprattutto è un animale più intelligente dell’orso con maggiore senso tattico di caccia e di difesa.

      E il pitbull è l’animale giusto, potente quanto basta, ma estremamente agile. Aggressivo, tenace e resistente ai lunghi combattimenti e soprattutto tanto rapido per sottrarsi ai micidiali colpi delle zanne dei cinghiali che sventrerebbero in un solo colpo un cane pesante e poco agile come per l’appunto il pastore del Caucaso.
      Ciao

      Mi piace

      • Luigi ha detto:

        Chiedo scusa innanzitutto per l’intervento non essendo mai intervenuto in questo blog.
        Tutto giusto, il pitbull è senz’altro formidabile ed è per me un super-cane, niente potrebbe fermarlo!
        E’ la mia razza preferita.
        Ma una domanda sorge spontanea: nella caccia al cinghiale non era specializzato il dogo argentino?
        Sarebbe anche relativamente più utile. E’ vero che il pitbull è più agile e veloce ma in maniera leggermente ridotta possiamo attribuire le stesse caratteristiche al dogo.
        Poi facendo queste battute di caccia la notte si potrebbe sfruttare il mantello bianco del dogo, selezionato appositamente per essere visibile nelle pianure argentine.
        Bah, valli a capire stì russi!

        Mi piace

        • antonio ha detto:

          vorrei rispondere a tutti e a nessuno , il cane migliore amico dell”uomo lo dice la scenza ( chi è qua chi è la il morso su il morso giù piccolo grande potente ecc ecc,) ma .non capisco questi discorsi , sono i nostri migliori amici se noi siamo brutti, bassi ,sporchi o ricchi,ecc ecc a loro non interessa ci amano e basta non si chiedono se siamo più forti o resistenti di altri propietari di cani . ho un presa canario 64kg vado a spasso come se avessi un barboncino è nei suoi occhi che trovo quello che cerco. saluti a tutti .antonio

          Mi piace

          • cristina ha detto:

            grande antonio , sono daccordo con te . ma voglio precisare un argomento sui cani detti da utilità. ogni cane da utilità è stato costruito per quello scopo preciso,vuoi andare a caccia di cinghiali , bene allora il top è il dogo argentino,punto. vuoi la guardia bene il rott . è un cane territoriale.punto.vuoi andare a faggiani , il setter è il top . punto ecc ecc.i nostri amici sono uguali e nello stesso tempo diversi, se sono pigro non mi procuro un boxer perchè ama giocare sempre.. mentre il mastino spagnolo è riservato. vabbè ho reso il mio senso…..bravo antonio..

            Mi piace

      • andrea ha detto:

        Carissimo signor Bruce se lo lasci dire lei e proprio un fenomeno!!!🙂 ora i pitbull sono adatti anche per la caccia?? ma mi faccia il piacere ma lo sanno tutti che il più adatto e il Dogo Argentino selezionato apposta per tale scopo, anche se viene usato solo in argentina per la caccia , e qui in europa e allevato sopratutto per guardia e difesa!
        Poi gli voglio rinfrescare la memoria il cane più forte al mondo e il Kangal ,basti digitare su google questa ricerca così vede cosa gli viene fuori.
        Saluti.

        Mi piace

  39. gabriele ha detto:

    leggo con interesse il tema in questione, gia’ che ho al mio fianco un pitbull red nose, figlio del mio primo esemplare di questa stupenda e particolare razza canina, ed appoggio in toto le considerazioni di Bruce, e le sensazioni che si provano al rispetto. Ho avuto vari cani nel passato, pastori tedeschi, riesenschnauzer,akita americano( great japanese dog)ma poi e’ arrivato ”lui” ed e’stato amore a prima vista..la mia stima ed affetto per tutti i canidi( ed animali in genere) e’ intatta, ma la peculiarita’ ( carattere, tenacia, simpatia, incredibili doti fisiche, dolcezza)di questa razza fa si’ che difficilmente cambiero’ , ma non nego che la ”tenenza” di questo animale e’ un serissimo impegno per sempre, le 24/h al giorno, e non c’e’ giorno di riposo….non entro nel merito di temi aperti da qualche esaltato( uso un eufemismo)circa chi e’ il piu’ cattivone di tutti e di chi ”fa’ il mazzo” a chi, ma senza dubbio la innata predisposizione al combattimento( dominanza assoluta e compiacimento di quanto il padrone, in questa vesione l’infame, gli chiede, insieme a delle doti fisiche eccezionali temprate ( sic) all’uopo ,fanno di questo cane la ”bestia nera del ring”, e dopotutto le quotazioni nel borsino sportivo(!!???sic)di questo inframondo non lasciano dubbi. E’ certo che non e’ in assoluto il massimo come cane da guardia/difesa, ma la mia esperienza( di ambedue gli esemplari )con loro e’ che una mano alzata verso di me in forma veloce e sconnessa, e/o un tono di voce alterato nei miei riguardi, scatenano nel cane una reazione sufficiente a limitare l’azione sul nascere ( ovviamente con cane al guinzaglio ..senno’ problema in vista..), non da ultimo l’aspetto , e la ”malafama” di cui gode, e’ un deterrente sufficiente a bloccare il ladruncolo fuori dal portone, se poi parliamo di bocconi avvelenati e/o cagnette in calore appositamente usate da diversivo, e’ un’altra storia…Per finire, chiunque ha avuto a che fare con pitbull, amstaff e/o qualsivoglia della famiglia , ovviamente con un rapporto uomo-fido corretto e sincero, non puo’ che avere delle impressioni ottime e profondamente radicate. un saluto a tutti i veri cinofili e complimenti a Bruce per il blog

    Mi piace

  40. Vaifro ha detto:

    Bruce lascia perdere tempo sprecato con marco le tue parole sono legge e per quanto riguarda l aggressività io ne so qualcosa avendo una femmina di pit di quasi 4 anni . Non sono felice di come si è comportato il mio cane ma sinceramente mette paura visto che con i maschi non va d accordo assolutamente e ti posso elencare 3 cani ai quali ha fatto veramente male nonostante sia un uomo di 110 kg non sono riuscito a trattenerla impressionante …. Ma ripeto non me ne vanto sono preoccupato quando vado in giro nonostante sia una femmina dolcissima ti saluto un abbraccio e continua a scrivere con passione ciaooo

    Mi piace

  41. giuseppe ha detto:

    Io come specificato in altri post odio solo nell immaginare un combattimento tra animali…Ma volevo fare una domanda a Bruce, perché fino a ieri non sapevo che il lupo fosse più forte del pitbull!!..Vedendo la dimensione e la potenza del cane in confronto a quella di un lupo, non mi girava neanche per la testa andare a girare su internet per vedere chi vincerebbe in un ipotetico combattimento…Ma sono rimasto sbigottito nel vedere che il 99% della gente dice che il lupo non ha eguali!!! Inoltre ho trovato un articolo che un lupo aveva predato un pitbull, con la foto del cane morto in terra, poiché i denti del lupo gli aveva penetrato il palato e la lingua!!! Ora vorrei un parere del Signor Bruce, se come sia possibile che un lupo fosse più forte di un pitbull.

    Mi piace

  42. Christian ha detto:

    Ciao Bruce, ho letto l’articolo e l’ho trovato molto interessante, vorrei approfondire il discorso e chiederti alcune informazioni, premettendo che non é mia intenzione parlare di combattimenti tra cani, pratica che non merita neanche di essere menzionata, ma vorrei solo capire la gameness di questi cani e il contesto in cui purtroppo vengono sfruttati.
    Ho letto varie informazioni sui pitbull adba, alcune più attendibili e altre meno, alcuni sostengono che i pitbull vengono utilizzati nei combattimenti in quanto sono più facili da gestire, costano meno, e offrono una maggiore durata nei game. In altri paesi vengono utilizzati i Kangal e altri mastiff che, da quanto si legge in questi articoli, sono i cani che spesso hanno la meglio sui pitbull.
    Cosa ne pensi? Hai informazioni in merito?
    Pitbull di 20-24 kg riescono davvero a competere con questi cani di 70 80 kg?

    Mi piace

  43. Al ha detto:

    Scusate se m’intrometto. Cercherò di farlo, come ovvio, con educazione e rispetto, ma davvero non sono riuscito a resistere oltre. Premessa doverosa è che il dog fighting è una pratica giustamente respinta e che personalmente la considero inutile a barbara, anche se non più della caccia, che viene praticata liberamente e con grande soddisfazione da molte persone. Però devo aggiungere che davvero su internet la gente ha l’opportunità di parlare di ciò che non conosce…per carità, la libertà è sempre una bella cosa. Ma ancora più bello è dire cose corrette. Innanzitutto c’è una grande confusione sul dog fighting, che quasi tutti scambiano per una semplice rissa sanguinosa e che invece è molto più assimilabile al pugilato degli umani, in cui ci sono atleti preparati sia dal punto di vista fisico che caratteriale. E, nel mondo dei cani, gli unici ormai che possono fregiarsi del titolo di campioni di dog fighting sono gli APBT adba. Certo, fa molto “esperto” dire che in realtà non è vero, che ci sono razze più forti, con il morso più potente (?), con il pelo duro e la ferocia di una tigre. E bla,bla,bla,bla…
    Peccato che in Messico (patria dei combattimenti veri) abbiano provato ad usare TUTTE le razze possibili ed immaginabili, eppure gli unici campioni risultano essere i pit. Come mai? Saranno tutti sponsorizzati dagli allevatori di pit? Tutti cialtroni? Bè, sono stato in Messico e ho visto e parlato con i pit-man. Possono essermi antipatici e posso ritenerli barbari e criminali, ma sicuramente è gente che di cani ne capisce. E quando ho domandato se un cane da pastore russo poteva competere con un buon pit quasi quasi mi han riso in faccia.
    I pit sono nati e selezionati per combattere ed hanno la forza, la potenza, l’agilità e soprattutto la determinazione unita alla volontà di vittoria (gameness) che manca, almeno in questa misura, ad ogni altra razza. Può piacere o meno, ma i dog fighting veri, e non le ridicole risse, sono roba da pit.

    Mi piace

  44. Christian ha detto:

    Io penso che nelle risse sanguinose, come le chiami tu Al, i cui video (deprecabili) spopolano su internet, nella maggior parte dei casi abbiamo a che fare con amstaff e non con veri adba trained.

    Mi piace

    • gio ha detto:

      Anch’io penso che non siano veri adba rustici ,per pochi secondi ho guardato quei deprecabili video ,ma solo da come si muovevano non mi sembravano game pitbull ,complimenti a bruce x il blog e saluti a tutti

      Mi piace

  45. Al ha detto:

    Non so a quali video ti riferisci. Ribadisco quanto ho già scritto sulle differenze tra vero dog fighting e risse tra cani. Deprecabili entrambi, il primo è almeno svolto da cani che sanno veramente combattere.

    Mi piace

  46. Andrea Lenzi ha detto:

    Non ci capisco niente, mi arrivano risposte al mio commento ma non trovo le conversazioni sul blog. ho risposto tramite iphone ma è difficoltoso per cui voglio completare la risposta data alla Sigra Elisabetta e anche a te Silvano (lo preferisco visto che Bruce è solo uno pseudonimo).
    Relativamente ai link di cani che hanno salvato o sventato qualcosa … ebbene per ogni singolo fatto potete star certi che vi sono decine di tragedie che li annullano
    Capisco che esiste il tenere un cane anche solo per l’affetto che puo dare, è un diritto di tutti
    ma non per questo devo pretendere di farlo sulla pelle degli altri.
    Quanto al fatto che che tra cani non vi siano pedofili, forse è vero, ma che qualche cane (più molti purtroppo che qualche) abbia sbranato bambini e pur vero anche questo o no!
    Poi pedofili no, ma inchiappettarsi si! quello in certi casi lo fanno, anche loro evidentemente sono già sulla buona strada.
    Silvano, dicendo che parlo a sproposito non è che sei un tantino offensivo, ti qualifichi Ingegnere quindi dovresti capire se una frase può essere offensiva. Diciamo che abbiamo punti di vista diversi sull’argomento, ma non per questo io mi limiterei a liquidare le sue tesi come sciocche, o stupide, cercherei invece di puntualizzare e argomentare i motivi per cui li ritengo sbagliati.
    Ci sono rischi che tutti dobbiamo correre, quando non è possibile farne a meno, in macchina, in aereo, sul lavoro, ma non per questo non dobbiamo cercare di prevenire il ripetersi di incidenti evitabili con un pò di buon senso. Perchè una persona adulta con regolare porto d’armi non può girare per le strade, con una 357 magnum, colpo in canna, dito sul grilletto e canna puntata ad altezza d’uomo se la cosa lo appaga e gli dà tanta soddisfazione, mentre si può girare sui marciapiedi con un cane di 50kg legato al guinzaglio di 1,5 mt senza museruola. E non ditemi che è un paragone sbagliato perchè vi è molto più pericolo nella 2° ipotesi. Se il cane decide di aggredire un passante, magari bambino (i motivi trovateli voi), non c’è padrone che riesca a bloccarlo in tempo! Per cui, cani da compagnia? rigorosamente sotto i 10Kg

    un’azione

    Mi piace

  47. Al ha detto:

    Riguardo al puntuale intervento di Andrea Lenzi, mi verrebbe da commentare qualcosa che non verrebbe pubblicato. Per cui mi limito a ridere🙂

    Mi piace

  48. Christian2 ha detto:

    Il pit è il più adatto ai combattimenti per cani in ragione della secolare selezione per tale scopo; contro i grossi cani da pastore (Kangal, Caucaso, Alabai e pochi altri) però anche lui incontra difficoltà; tuttavia se sopravvive ai primi 10-15 minuti di scontro in cui subisce paurosamente, alla fine può prevalere anche con loro. Poi però ogni scontro fa storia a sè, dipende da soggetto e soggetto. Contro il lupo selvatico è diverso, se mettessimo un pit contro un lupo in un’arena è probabile che la spunti il pit, visto che in un ambiente del genere un animale selvatico tenderebbe a scappare e ad evitare lo scontro, mentre il pit attaccherebbe senza sosta; in ambiente selvatico invece è molto molto probabile che prevalga il lupo, animale capace con un solo morso di colpire i punti vitali dell’avversario. Detto questo se il pit oggigiorno venisse allevato per scopi diversi dal combattimento tra animali sarebbe a mio avviso un animale molto più sfruttabile dall’uomo, visto che ha una tempra fuori dal comune.

    Mi piace

    • Al ha detto:

      Il pit con le caratteristiche da combattente è quello più adatto a fare pet-therapy coi bambini, e dunque è esattamente il contrario di ciò che dice Christian: mantenere le caratteristiche di razza (e saperle usare) è la strada corretta per vivere un cane. Sempre che sia preparato il padrone.
      Riguardo alla “difficoltà” che un pit incontrerebbe con un cane da pastore dell’est, la risposta è che ogni combattimento nasconde potenziali difficoltà, e un cattivo pit soccomberà anche contro un buon grigione. Il punto è che un buon pit prevarrà contro un pari livello di qualunque razza, perché il pit è nato per combattere ed è più adatto -in questo- di qualunque cane).

      Mi piace

      • Christian2 ha detto:

        Attenzione, non ho detto che il pit debba essere snaturato nelle sue caratteristiche tipiche, anzi (poi non sarebbe più un pit), ho solo detto che potrebbe e dovrebbe essere allevato e addestrato per scopi mirati, diversi dai combattimenti. La sua tempra potrebbe essere sfruttata in mille altri modi, tutto qui. Il fatto che poi che un pit talvolta finisca in mani inesperte oppure che ci siano in giro degli incoscienti che per puro divertimento stimolano l’aggressività di un cane già per sua natura aggressivo (parlo di aggressività verso gli altri animali) è un altro discorso, ed è però questa la ragione che ha comportato una certa cattiva fama di questa razza nell’immaginario collettivo (che io personalmente non condivido).

        Mi piace

        • giuseppe ha detto:

          CITO TESTUALMENTE LE PAROLE DI CHRISTIAN2: “se mettessimo un pit contro un lupo in un’arena è probabile che la spunti il pit, visto che in un ambiente del genere un animale selvatico tenderebbe a scappare e ad evitare lo scontro, mentre il pit attaccherebbe senza sosta”….E’ QUESTO LO SVANTAGGIO…ATTACCHEREBBE SENZA SOSTA, IL LUPO NEL FRATTEMPO STUDIA L’AVVERSARIO E POI LO COLPISCE AL MOMENTO OPPORTUNO, AGGIUNGO INOLTRE, CHE IN QUEL LASSO DI TEMPO IN CUI IL LUPO SUBISCE, IL PITBULL GLI FA UN BAFFO, VISTO E CONSIDERATO CHE HA IL PELO LUNGO E FOLTO CHE GLI PERMETTE DI DIMEZZARE LA POTENZA DEL MORSO DEL PITBULL ALLA QUALE HA PURE I DENTI CHE NON SONO OTTIMI PER MORDERE IN QUELLE ZONE…LA COMPLESSIVITA’ DI OGNI COMBATTIMENTO TRA ANIMALI, (CHE SIANO CANI, TORI, PUMA, LEONI ECCETERA), DEVE ESSERE PARAGONATA ALLO STESSO MODO QUANTO AD ESEMPIO UNO SCIENZIATO AFFERMA CHE QUEL VULCANO ERUTTERA’, MA NON SI SA QUANDO LO FARA’, O SE NON LO FARA’ MAI…DUNQUE CHIUDO DICENDO, CHE CON IL LUPO SELVATICO IO CI METTEREI PIU’ UN BULL TERRIER, MA SE POI METTIAMO IL BULL TERRIER COL PITBULL, MOLTO PROBABILMENTE PERDEREBBE!!! E’ QUESTA LA COMPLESSIVITA’..

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            Guarda che anche se non scrivi in stampatello la leggiamo lo stesso.
            Una opinione come tante.
            Quella del vulcano non l’ho capita come la complessità, ma non fa niente.
            Ma non ce la spieghi per favore.
            Ciao

            Mi piace

          • giuseppe ha detto:

            che ti devo dire? Lo sai che un vulcano può esplodere da un momento all’altro? Questo lo sappiamo noi e lo sanno i vulcanologi, però noi tutti assieme ai vulcanologi non sappiamo il giorno preciso dell’evento….C’e’ chi è esperto in materia e fa le previsioni per una data sicura in cui si dovrebbe concretizzare l’eruzione, ma poi succede che anche chi è competente in materia sbaglia perché il vulcano non si è svegliato. Dunque ricapitolando, ciò si può paragonare al combattimento tra animali, e nello specifico quello che io ho affermato pitbull vs bull terrier, lupo vs pitbull, bull terrier vs lupo…

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Continuo a non capire, ma non fa niente.
            Una avvenimento però glielo devo raccontare.
            Mi raccontano che questa estate in un momento di punta in un parchetto comunale per cani si sono incontrati nello stesso recinto (ce ne sono più di uno) un pitbull femmina ed un pastore tedesco maschio.

            Niente di particolare, dirà. Si sa che un cane maschio ed uno femmina possono stare assieme.
            Ma chi possiede un cane sa anche quanto una cagna non apprezzi che venga montata lontano dal calore e quanto si difenda con le unghie e coi … denti. Anche le cagnette di più piccola taglia.

            Ebbene, forse stanca dei tentativi del pastore tedesco lo ha attaccato.
            Il mio pitbull maschio sa come difendersi, rapido e nello stesso tempo altrettanto deciso. Mi è successo una infinità di volte senza problemi.

            In questi casi è difficile separarli, specialmente quando i proprietari sono donne.
            Il risultato? Un orecchio strappato a metà ed il muso massacrato. Del pastore tedesco, ovviamente.
            Il pitbull diversamente dal bull terrier e rottweiler non tiene necessariamente la presa, ma colpisce ovunque, soprattutto sul muso.

            Se non sbaglio il pastore tedesco ha il pelo lungo.
            Come vede la sua teoria sui lupi fa acqua. Ed era un pitbull femmina.

            Il pitbull dietro ordinanza dell’ufficio servizi veterinari della città è stato affidato ad un canile.
            Su questa decisione si possono fare molte considerazioni. Personalmente lo ritengo fortemente ingiusto.
            Un cordiale saluto.

            Mi piace

          • giuseppe ha detto:

            io capisco e rispetto le opinioni altrui, ma quanto una opinione diventa di facile interpretazione e altamente scomposta, allora insieme si deve capire più o meno dove sta lo sbaglio..Io come tutto il resto del blog, (almeno credo), non siamo pienamente convinti che un pitbull può uccidere un lupo, ma soprattutto, non si può paragonare un lupo con un pastore tedesco..Poi se qualcuno del blog non è convinto di ciò che affermo, io sono pronto a dare le scuse ma allo stesso tempo gli chiarisco le idee con dati di fatto affidabili, perché a me non importa chi sia il più forte, ne tantomeno possiedo un lupo perché sarebbe da arresto e ingestibile per un essere umano..Sono semplicemente su questo blog, per curiosità rivolta verso gli animali specie cani che mi piacciono da morire; Infine chiudo il discorso dicendo che il bull terrier non lo si può paragonare ad un rottweiler, e come facessimo il paragone di un pitbull contro un barboncino..

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Per chi possa avere ancora qualche dubbio qui sotto una foto del mio amstaff nel parchetto di cui parlavo che si difende con disinvoltura dagli assalti di un pitbull femmina (di media grandezza) che va diritto sul muso. (ingrandite e vedete che roba …)

            Mi piace

          • giuseppe ha detto:

            ahahahahahahha!! incredibile…comunque lo vedo un po’ cicciottello, ma in sostanza è veramente straordinario i miei complimenti..Ti volevo chiedere se è addestrato?

            Mi piace

          • gio ha detto:

            Giuseppe, purtroppo in passato queste barbarie vennero praticate, in arena il lupo non affronta il pitbull studiandolo, ma passa la maggior parte del tempo cercando di fuggire,nessuno di quei loschi individui presenti scommetteva un soldo sulla vittoria del lupo,affinchè qualcuno scommettesse sul lupo, il pitbull doveva pesare meno della metà del peso del lupo. In natura il lupo avrà più probabilità,comunque in un confronto entrano in gioco molti altri fattori, saluti

            Mi piace

  49. Al ha detto:

    Riguardo all’episodio citato da Bruce, concordo sul fatto che sia ingiusto. Ingiusta, intendo, la clausura del pitbull, rea di difendersi. Dovrebbe passare i guai il padrone del pastore tedesco.
    Christian: ma guarda che nessuno ha mai detto che i combattimenti siano una bella cosa! Fatti un giro per Google e guarda come in Italia vengono impiegati i pitbull adba per fare pet-therapy o vari soccorsi. Io dico solo che nei combattimenti sono i numeri 1, non certo che debbano combattere. Le stesse caratteristiche che fan combattere bene un pit lo rendono un ottimo cane da lavoro per scopi positivi e propedeutici. Manteniamo le caratteristiche, senza i combattimenti. E mi pareva un’ovvietà.

    Mi piace

  50. claudio ha detto:

    Salve volevo sapere un’altra curiosita … qualche volta mi piacerebbe portare il mio cane con la bici per allenarla un po e farla sfogare ma ogni volta invece di stare affianco a me sta dietro e sono costretto a tirarla ,cosi mi fa fare doppia fatica… come posso fare ?

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao Claudio, quello che posso dirti è solo per la mia esperienza diretta e da quello che sento in giro. Non sono un addetto ai lavori. Ogni cane è diverso dall’altro. Ci sono cani pigri e cani più attivi.
      Tutti mi dicevano che era impossibile andare in bicicletta con un pitbull. Perchè tira, perchè vuole andare un po’ dove vuole, per la presenza degli altri cani. Ora ci vado tranquillamente tutti i giorni (anche per tenerlo in forma).
      Ho cominciato piano piano.
      Per prima cosa è necessario capire cosa vuole fare un cane quando esce.
      Ovviamente i suoi bisogni, le mille annusatine con ralative pipì e giocare.
      Bene, io faccio un tratto di strada a piedi fin quando non ha fatto i suoi bisogni e qualche annusatina.
      Poi monto in bici e faccio un centinaio di metri. Mi fermo e altra annusatina con pipì. Di nuovo in bici.
      Man mano che passano i giorni ho allungato la passeggiata con la bici, con regolari intervalli a piedi.
      Poi mi fermo in una panchina. Porto sempre con me un recipiente ed una bottiglietta d’acqua. Qualche biscottino. Ora arrivo alla mia panchina a circa tre km di distanza con solo due fermate. Ovviamnete puoi scegliere i percorsi che vuoi ma con lo stesso concetto. Il cane conoscerà la strada e la percorrerà con piacere.

      Il guinzaglio.
      Ecco, io uso un guinzaglio di 1,5 metri. Le prime volte è meglio tenerlo arrotolato al polso per mollare qualche giro se da uno strattone (ed evitare di cadere) tenendolo tra le due ruote per evitare ovviamente che ti finisca davanti o dietro.
      Ora tengo il guinzaglio libero al polso e tengo entrambe la mani sul manubrio. Lui cammina costantemente alla stessa distanza. Ho notato che una andatura troppo bassa lo distrae. Meglio una andatura al piccolo trotto se così possiamo dire.
      Generalmente faccio gli stessi percorsi, perchè lui sa dove mi fermo per le sue annusatine e pipì e la panchina dove mi fermo. Gli diventa un percorso famigliare.
      Ciao

      Mi piace

  51. giuseppe ha detto:

    Claudio, i pitbull sono muscolosi di natura, mio cugino ne ha uno, e lo tiene sempre attaccato ad un albero tranne qualche volta che lo porta a passeggio. Lo fa mangiare in modo equilibrato senza esagerare specie con la pasta e la carne, gli dà solo crocchette e due volte a settimana la pasta e la carne..Il risultato è un cane molto muscoloso veloce nei movimenti, e al guinzaglio quando c’è lo porto io ti posso assicurare che ha una forza pazzesca!!! Tira come un cavallo, dopo un paio di minuti abbandono e glielo restituisco al padrone…Comunque occhio con gli altri cani perché come ti ha detto Bruce, ogni cane è diverso dall’altro, e ci sono esemplari che attaccano per istinto naturale e non c’è verso di fargli cambiare comportamento..Dico questo non perché i pitbull sono instabili, ma necessita di maggiore attenzione del padrone e non è colpa del cane se accidentalmente succede qualche disgrazia.

    Mi piace

  52. giuseppe ha detto:

    Bruce comunque non mi hai risposto sul fatto del lupo e bull terrier…

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao giuseppe, sempre ben venuto.

      Passo alle risposte da lei richieste.
      Quale risposta vuole? la prima? Eccola.
      Sua affermazione:
      IL PITBULL GLI FA UN BAFFO, VISTO E CONSIDERATO CHE HA IL PELO LUNGO E FOLTO CHE GLI PERMETTE DI DIMEZZARE LA POTENZA DEL MORSO DEL PITBULL ALLA QUALE HA PURE I DENTI CHE NON SONO OTTIMI PER MORDERE IN QUELLE ZONE…
      Risposta numero 1):
      E’ nel mio commento poco sopra (leggilo) dove le ho spiegato che il pitbull colpisce preferibilmente al volto e non sul collo pieno di peli.
      Chiaro ora?

      Domanda numero 2)
      Sua affermazione:
      IL LUPO NEL FRATTEMPO STUDIA L’AVVERSARIO E POI LO COLPISCE AL MOMENTO OPPORTUNO
      Risposta numero 2)
      Non so su quale manuale ha letto questo. Non fa niente. Il lupo è un animale che attacca in branco, questa è la sua forza.
      Il pitbull attacca da solo, forte della sua forza, senza preavviso perché è stato creato per combattere da solo.
      Il pitbull è il cane per eccellenza per la sua “gameness”. Forse non avrà mai sentito questa definizione. Per il significato del termine la rimando al mio articolo.

      Queste le sue parole che mi danno ragione:
      “se mettessimo un pit contro un lupo in un’arena è probabile che la spunti il pit, visto che in un ambiente del genere un animale selvatico tenderebbe a scappare e ad evitare lo scontro, mentre il pit attaccherebbe senza sosta”
      Argomento chiuso sul lupo.

      Domanda numero 3)
      BULL TERRIER,
      Risposta numero 3)
      Il pitbull è la evoluzione ed il superamento del bull terrier per ottenere il combattente perfetto. Leggi il mio post “la storia del pitbull” o su qualsiasi altro sito specializzato.

      Domanda numero 4)
      Sua affermazione:
      “….gli chiarisco le idee con dati di fatto affidabili…”
      Risposta numero 4)
      Con rispetto non credo di averne bisogno, se le può tenere per lei.

      Domanda numero 5)
      Sua affermazione:
      “ a me non importa chi sia il più forte ……………. Sono semplicemente su questo blog, per curiosità rivolta verso gli animali specie cani che mi piacciono da morire”
      Risposta numero 5)
      Sono d’accordo. Ma allora non capisco tutto questo suo darsi da fare per il lupo e per il bull terrier.

      Domanda numero 6)
      Sua affermazione:
      “….il bull terrier non lo si può paragonare ad un rottweiler, e come facessimo il paragone di un pitbull contro un barboncino…..”
      Risposta numero 6)
      E allora? Stiamo parlando delle caratteristiche dei cani. O no?
      Non ne ho capito il nesso logico. Ma non fa niente. E per favore “non ci chiarisca le idee con i suoi dati di fatto affidabili”, altrimenti andiamo alle calende greche.

      Ciao e buona giornata.

      Mi piace

      • giuseppe ha detto:

        http://www.geapress.org/ambiente/isernia-scontro-lupo-pit-bull-fotogallery/24376 questo è uno dei tanti link che evidenziano il verdetto finale tra un lupo e il tuo affezionatissimo cane..il lupo è una macchina per uccidere, agile, preciso e letale, abituato ad ammazzare, che conosce perfettamente l’anatomia del suo avversario avendo avuto modo di imparare dove colpire durante le proprie battute di caccia. Il suo collo molto peloso, poi, lo protegge dai piccoli denti del pitbull. I cani da combattimento sanno solo mordere a caso, il lupo punta alle arterie della gola squarciando con movimenti rotatori, in pratica basterebbe un solo colpo per uccidere, senza considerare che un lupo pesa il doppio di un normale cani e che può avere canini lunghi vari centimetri.Come vede caro bruce, io riporto dati di fatto e non supposizioni legate a libri e ai fanatici del pitbull…Siccome lei mi ha invitato a leggere la storia del pitbull sui siti specializzati (che in effettti non lo sono, e che appartiene al fanatico di turno), io la invito espressamente nel leggere la storia del lupo e di dare un occhiata al link postato in alto ove si nota la morte del cane e non sono né supposizioni e né storie, ma si tratta di dati di fatto visibili a chiunque fosse incuriosito in un ipotetico scontro lupo vs pitbull, al contrario di te, che hai degli strumenti poco efficaci e precisi nel far credere alla gente che un pitbull ammazzerebbe un lupo, le chiacchiere sono un conto, i dati di fatto visibili all’utente, vostro malgrado, fanno la differenza che magari nella vostra testa, per vostra fortuna, sfugge.

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Caro amico mi sembra che lei si stia costruendo un film da solo.
          Siamo partiti da questa sua affermazione:
          IL PITBULL GLI FA UN BAFFO (per via del pelo lungo)
          Bene, io aggiungo …. forse anche due.😆
          Ciao

          Mi piace

  53. giuseppe ha detto:

    E che mi dici su questa risposta che mi hai dato, per giunta hai confuso il pastore tedesco con un lupo!? Per quanto riguarda il pelo lungo è la pura verità in quanto evidentemente lei non ha letto i link che ho postato e si limita a discutere di ciò che fa comodo a lei e al vostro cane. “Come vede la sua teoria sui lupi fa acqua”

    Mi piace

  54. non mi bannare ha detto:

    Caro Bruce,
    la cito testualmente: “Il risultato? Un orecchio strappato a metà ed il muso massacrato. Del pastore tedesco, ovviamente.Il pitbull diversamente dal bull terrier e rottweiler non tiene necessariamente la presa, ma colpisce ovunque, soprattutto sul muso.Se non sbaglio il pastore tedesco ha il pelo lungo.Come vede la sua teoria sui lupi fa acqua. Ed era un pitbull femmina.” Da questo suo intervento emerge tutta la sua incompetenza non solo in fatto di combattimenti, materia di cui si riempie spesso la bocca, fiero del suo pitbull aggressivo, ma anche in termini di cani. 1 il cane lupo e’ diverso dal lupo, anche se forse la parola “lupo” l’ha tratta in inganno, 2 il pitbull, come qualsiasi altro cane, non ha alcuna chance in natura contro in lupo in quanto ilupi non mordono al muso ma spezzano le zampe anteriori dei cani (da pastore) per poi a volte, anche cibarsene. La prego, mi pubblichi

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ecco un altro sapientone. (Carlo Ferretti, visto che si è nascosto a chi legge)
      La pubblico volentieri per farla rendere conto che anche lei capisce solo quello che vuole capire. Poco.
      Si è parlato che un pitbull fa un baffo ad un lupo per via del suo pelo lungo. E non di altro.
      Ebbene ho dimostrato che un pitbull femmina (non il mio, che è maschio) ha devastato un cane con pelo lungo colpendolo (con intelligenza direi) sul muso e non sul collo peloso. Punto. Non mi risulta di aver detto che ha devastato un lupo.
      Una similitudine, non ci vuole molto a capirlo.

      Che poi un lupo devasti un pitbull è tutto da dimostrare. Ci sono cani che venivano usati in combattimenti contro gli orsi e non sempre ne uscivano sconfitti.

      La prego legga bene le cose prima di parlare a sproposito.

      Mi piace

      • djdodo ha detto:

        hahahahah mi fai ridere
        certo molto cani venivano usati nei combattimenti contro gli orsi, ma a questi ultimi venivano tolti gli artigli e i denti e di conseguenza dovevano lottorare solamente grazie al peso del loro corpo, perfino il dogo argentino che è la razza più forte al mondo secondo l’enci, che riesce ad abbattere puma e cinghiali di 200kg non riesce ad abbattere un orso figuriamoci un pitbull (guarda la storia di morocho che ha ucciso un puma per salvare la sua famiglia e non era nemmeno addestrato a combattere se non ci credi)
        io non sono un esperto di combattimenti tra cani e penso che siano da sopprimere le persone che li fanno combattere e non gli animali, ma prima di parlare mi informo e non faccio l’esperto per il semplice fatto che sono fanatico verso una determinata razza

        Mi piace

  55. giuseppe ha detto:

    Caro bruce, come ti ho ripetutamente accennato non leggere solo quello che c’è da leggere sul tuo blog, fatti una girovagata sul mondo del web informatico, altrimenti diventi asociale, presuntuoso e senza esperienza nel mondo dei combattimenti tra animali..Poi cosa dovrebbe dimostrare il lupo che ammazzi un pitbull? Il link che ti ho posto non lo hai letto? Guardalo come è carino accasciato in terra, in uno scontro durato (si e no) 5 minuti….

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      “… fatti una girovagata sul mondo del web informatico …. senza esperienza nel mondo dei combattimenti tra animali.. guardalo come è carino accasciato in terra, in uno scontro durato (si e no) 5 minuti….”

      E’ questo che lei legge di tanto istruttivo sul web? Un esaltato insomma.

      Mi piace

  56. PitbullAlfa ha detto:

    Ma smettetela di dire scemenze un blog è fatto di opinioni e ognuno può dire la sua

    Mi piace

  57. Christian2 ha detto:

    Ragazzi, calma, ognuno dà la sua opinione, qui siamo tutti appassionati di cani! Per Al: abbiamo detto la stessa cosa, credo, in termini diversi: so che i pitbull vengono utilizzati in vario modo, ma a mio avviso questa razza col dovuto addestramento, col passare degli anni può essere ancora più utile di quanto non lo sia ora, proprio grazie ad una formidabile tempra fuori dal comune. Quanto all’ipotetico duello pitbull-lupo, il confronto tra un animale domestico ed uno selvatico è molto difficile da decifrare e può dipendere da tantissimi fattori. Ripeto, dentro un’arena il pit si eccita, è motivato e determinato perchè lì fa il suo lavoro; il lupo no, semmai è spaesato e terrorizzato allora in un contesto simile vedo il pit favorito (poi però non è detto…). In mezzo al bosco no, lì un esemplare maschio di lupo in buone condizioni “probabilmente” (non si può parlare in nessun caso in senso assoluto) morde alla gola qualsiasi cane e lo mette giù. Un vecchio allevatore di pastori maremmano-abruzzesi, conosciuto tre anni fa in Abruzzo, mi ha “confessato” con un pizzico di rammarico che anche i suoi esemplari più grandi (oltre 60 kg) e feroci in realtà nello scontro uno contro uno contro un lupo maschio determinato a combattere, senza il vreccale avevano pochissime chanches di uscirne vivi, anche se il lupo abruzzese non arriva mai a 40 kg. Il pit è più lottatore del maremmano, d’accordo, ma questo rende l’idea di quanto sia temibile un lupo selvatico nel contesto naturale. Comunque ragazzi… ad ognuno la sua opinione, in questa discussione la verità assoluta non esiste!

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ben detto.
      C’è però da dire che il maremmano è pesante ed estremamente lento, un po’ come il rottweiler, che non avrebbero scampo, a differenza del pitbull che è di gran lunga più agile. E fa molta differenza.

      Mi piace

    • giuseppe ha detto:

      Scusa christian, le verità assolute le ho riportate io postando alcuni link (non so se li hai visti), mentre le verità nascoste le riporta l’esperto cinofilo di cani. Il lupo, detto da esperti in materia (e amici miei), quando combatte raddoppia la sua stazza per via della feroce rabbia e determinazione nell uscire illeso, si gonfia come un pallone (scusami il termine), ora ti posto un video di youtube, (lo so che non centra nulla con la faccenda dei cani perché si tratta di uccelli), ma alcuni sostengono che un aquila reale possa predare un lupo!! Giusto per farti vedere i movimenti di un lupo, agilità, precisione, letale, fa dei movimenti che chi avrebbe l’opportunità di vedere le battute di caccia del lupo, rimarebbe eternamente sbigottito.. http://www.youtube.com/watch?v=3QH0nnoZ8_g

      Mi piace

  58. giuseppe ha detto:

    Per quanto riguarda a Bruce, le rispondo che io non ho un cane, ma ho un lupo selvatico ahahahhhahaa

    Mi piace

  59. giuseppe ha detto:

    Il bello del video sta nel finale, perché quando il lupo era riuscito a liberarsi dall’attacco delle due aquile, e che le aveva bloccate, il deficiente che ha creato il video ha smesso di far vedere il finale perché molto sicuramente è dovuto intervenire col fucile.

    Mi piace

  60. Al ha detto:

    Le verità tecniche esistono eccome. Le opinioni vanno rispettate perchè ognuno è libero di dire la sua. Ma vanno anche vagliate.
    Un pit vincerà contro un lupo perchè il lupo non è adatto a combattere. Punto. Il pit vince contro ogni razza di cane (sempre che sia un buon pit) perchè ha qualcosa che, in questo, lo favorisce. Poi possiamo dire che i beagle sono più forti…è un’opinone. Ma la cinologia dice altro.
    Chrisitan, il pit non diventa combattente; ci nasce. Dunque le doti le ha già nel dna. Sta all’uomo saperle sfruttare a dovere. Io dico, e credo anche tu da quanto ho inteso: manteniamo vive queste doti e sfruttiamole per scopi positivi. Ma il pit, di suo, rimane un combattente.

    Mi piace

    • giuseppe ha detto:

      Hai ragione, il pit quando combatte si trasforma e diventa l’incredibile hulk!! Il lupo infatti non “è adatto a combattere” (ti cito testualmente), poiché si nutre di mosche e formiche!!! Infine chiudo dicendo che il Lupo è un cane come il pastore tedesco (ti cito testualmente), “il pitt vincerà con qualsiasi razza di cane”

      Mi piace

  61. Christian2 ha detto:

    Al, lo so che il pit nasce combattente (e sennò che pit sarebbe?), l’importante è non estremizzare questa sua innata caratteristica (altrimenti potrebbe diventare un animale pericoloso, specie se finisce in mani sbagliate), ma anzi sfruttarla bene per scopi positivi, come dici tu. Sul duello lupo-pit, che devo dirvi…. in vita mai ho avuto tantissimi cani di diverse razze, di zuffe ne ho viste tante, ma francamente non ho mai visto un pit affrontare un lupo selvatico… perciò qualsiasi affermazione altro non è che una mera opinione; la stessa domanda l’ho rivolta per curiosità ad un mio amico esperto addestratore di pastori tedeschi e lupi italiani (sempre cani intendo), il quale manco a farlo apposta la pensa un po’ come me: nell’arena molto più probabile il pit (nello spazio stretto il selvatico non sa combattere e soprattutto non ha motivazioni); nella foresta “se” il lupo decide di combattere, può uccidere qualsiasi cane, anche un pit; però, secondo lui, se non lo fa fuori dopo i primi due o tre attacchi (in genere mirati alla gola e quasi sempre efficaci) e vede che l’altro animale regge il confronto è probabile che se ne vada via per cercare una preda più facile. Nell’animale selvatico l’istinto di sopravvivenza prevale sempre, a meno che non debba difendere dei cuccioli; nel pit questo istinto è stato quasi del tutto soppresso.

    Mi piace

  62. Al ha detto:

    Insomma Christian, se non vedi non credi? Bè, io non ho mai visto leoni battere i dogo argentino…potrebbero questi ultimi farcela? Il lupo non ha la struttura nè la capacità di combattere in maniera prolungata. E anche io ho posto lo stesso quesito a diversi allevatore (di pit, di malinois e di pastori tedeschi) e, guarda un po’, la risposta era più o meno la stessa ed è quella che ho riportato. Ovviamente qualunque animale, messo alle strette, aumenta le sue capacità combattive. E allora proviamo a mettere un lupo contro una mamma pit che difende i suoi cuccioli (proviamo in senso metaforico, s’intende). Insomma, tutto è possibile, ma la regola è che un lupo non ha speranze con un pit motivato.
    Riguardo alla caratteristica del pit (l’essere un combattente) estremizzare o non estremizzare significa poco, perchè o gli si annulla la tempra o la si mantiene con la selezione. I pit ammorbiditi ci son già e, guarda caso, sono meno adatti degli adba per fare ad esempio pet.therapy. Il punto non è estremizzare, ma utilizzare una caratteristica.

    Mi piace

    • Christian2 ha detto:

      Sul carattere del pit, te l’ho detto, sono d’accordo con te, se lo ammordisci per farlo diventare un labrador…. è meglio comprarsi direttamente un labrador; quando parlo di non estremizzare mi riferisco a chi addestra i cani appositamente (e sapete tutti in che modo purtroppo…) al combattimento o comunque a chi li istiga eccessivamente tanto per divertimento; il pit è di natura un cane dal carattere forte e combattivo e così deve essere, punto; su questo nulla quaestio! Chi non ha polso farebbe bene a scegliersi un’altra razza. Col lupo… che vi devo dire…. leggo con interesse e curiosità le opinioni di tutti; per me sarebbe uno scontro dall’esito quanto mai incerto, che dipenderebbe da tantissimi fattori; personalmente non mi sento di dire che un pit si mangi un lupo in un boccone, nè viceversa che il lupo possa farlo fuori in un attimo. Sono 2 animali molto forti e ognuno a modo loro aggressivo…. fate voi!

      Mi piace

  63. giuseppe ha detto:

    Ah dimenticavo: nell’elendo dei mammiferi terrestri definiti “superpredatori” ci sono, in tutto il mondo, soltanto 4 specie: leone,tigre,orso, e (udite udite) lupo!!..Ma no!!! è impossibile che un lupo sia definito un superpredatore!!! Infatti mi domando e domando a voi come sia possibile, visto che sono i pitbull a far allontanare gli orsi quando la fame la fa da padrona.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ancora non ho capito dove vuoi arrivare.
      Intanto su wikipedia è scritto “esempi di super predatori”. Quindi un “esempio” e non una classifica, perchè prima del lupo in natura ce ne sono a centinaia, di cui animaletti come i licaoni, iene, leopardi, linci. Devo continuare? Credo che un qualsiasi lettore lo capisca, tranne che te.
      Seguono esempi di altri animali la cui classifica come te la definisci è “risibile”.
      Eppoi nella ipotetica classifica il lupo precede l’orso. Ma per favore.
      Un po’ di equilibrio, please.

      P.S. Ci spieghi con parole tue il concetto di predatore. Ho l’impressione che hai le idee confuse.

      Mi piace

      • giuseppe ha detto:

        se precede l’orso un motivo ci sarà, quello che probabilmente fai finta di non capire tu. E poi tra “superpredatore” e “predatore” c’è una enorme differenza, come il concetto “Lupo” e “Cane Lupo”, tale e identica cosa. Inoltre rispondi solamente a ciò che ti fa comodo, il link che ho posto del pitbull morto non lo hai commentato. Guarda caro bruce, te l’ho dico banalmente, nella speranza di fartelo entrare bene in testa, ammesso e non concesso che fai finta di non sapere fantasticandoti le idee sul pitbull che uccide il lupo..Anche io a volte dico (vorrei essere forte come bruce lee), oppure al compagno che incontro per strada gli dico ( il mio pastore belga è più forte del tuo cane), ma queste sono affermazioni di pura fantasia e senza un riscontro reale che fanno parte della vita umana..Allora andiamo al dunque: Se un lupo uccide un alabay, per giunta nel suo territorio, dinanzi alla presenza e all’odore dell’uomo, in uno stato sia psicologico che fisico pessimo, non vedo come possa farcela un pitbull contro un lupo..

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Ho visto la foto e non ti ho risposto per non darti una delusione. Lo faccio ora.
          Mi devi dire da dove hai capito che è un pitbull.
          Leggendo il servizio vero? Bravo! te sei come quelli della RAI che ci ficcano sempre di mezzo i pitbull con immagini di repertorio. E tutti dietro come degli idioti.
          Beh non ti è sembrato strano che quella cosa strana per terra non deve pesare nemmeno 10 kg? Non ti sei accorto che il muso non ha nulla del pitbull? La foto mostra il muso sinistro mentre il cane ha il muso destro in alto.
          Secondo me tu come il giornalista non sai distinguere una pantegana da un cane.😆

          Per quanto riguarda il lupo. Beh, secondo me, wikipedia ha sottovalutato il potenziale del lupo, merita il primo posto dei super predatori meglio del leone e dell’orso dal momento che è il più grande sterminatore delle ferocissime pecore e delle inafferrabili galline.😆
          Forse anche il gatto del mio amico contadino merita di essere avanti in classifica al lupo come super predatore di topi ben più difficili da catturare ed uccidere delle galline e pecore.
          Non ti è mai passato per la testa che se i greggi sono sani e salvi da millenni non è poi cosi scontata la supremazia del lupo sui veri cani pastori? No vero?

          Te hai veramente le idee confuse caro amico sul termine predatori. Ci sono animali molto piccoli, perfino insetti, che sono super predatori (nel suo termine) più del tuo caro lupo.

          A questo proposito ti invito (per tua cultura personale) ad informarti sul significato di predatore. Ben lontano da quello che pensi e che ci hai voluto far credere.

          Il lupo come il leone sono animali che cacciano in gruppo (è la seconda volta che te lo dico, ma sembra che tu non capisca). Un leone solitario (il super predatore nomero uno della lista) davanti ad un facocero solitario se la da …… a gambe, e di corsa, come un lupo solitario davanti un cane pastore, e a maggior ragione di un pitbull nato per combattere.

          Poi mi dici la definizione di predatore che hai trovato, tanto per passare un po’ il tempo.
          Buona notte

          Mi piace

          • giuseppeWOLF ha detto:

            Io non ho nulla da aggiungere in merito alla discussione, ti ho postato il link del turkmeno che è il più affidabile in assoluto, e dentro ci stanno i fatti e non le parole di uno come te che crede ma non vede ma fa lo stesso come se vedesse lo stesso semplicemente perché è montato con la testa di avere un pitbull aggressivo e non riconosce un lupo da un cane lupo..Siccome mio figlio che ha 7 anni, già ha imparato a distinguere un lupo da un cane lupo, non ho niente da aggiungere e niente da dimostrarti, inoltre i lupi numericamente si contano in tutta italia circa 600-700 esemplari, dimmi dove sta il problema della presunta supremazia nei confronti del bestiame e dei pastori…Poi altra affermazione ancor più vergognosa : “Il lupo come il leone sono animali che cacciano in gruppo (è la seconda volta che te lo dico, ma sembra che tu non capisca). Un leone solitario davanti ad un facocero solitario se la da …… a gambe, e di corsa, come un lupo solitario davanti un cane pastore, e a maggior ragione di un pitbull nato per combattere” E su quest’altro argomento non ho nulla da aggiungere: Il video di youtube contro 2 aquile fanno la differenza, il link che riguarda il pitbull morto, ti consiglio di scorrere la pagina sino in fondo e di guardare la fotogallery ove c’è una foto che prende tutto il corpo del cane. Ma se non ti fidi dei giornalisti e degli idioti come me, puoi sempre rivolgerti ai pastori ma mi raccomando, non commettere l’ennesimo errore scambiando i pastori con i cinofili..Distinti saluti.

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Te sei come i Testimoni di Geova. Loro credono per fede in un libro dettato da Gesù, te credi per fede a youtube (e a certi giornalisti da strapazzo).
            Su you tube trovi filmanti di qualsiasi genere, di tutto e il contrario di tutto e te come molti altri fanatici li selezionano unicamete per dimostrare le tue tesi (ci sono casi del genere anche qui dentro e ogni tanto ne spunta un altro come te). Al pari di un brano della Bibbia te ne prendi uno per tutti e per te vale la certezza assoluta, ci costruisci un romanzo. Come i testimoni di geova, non c’è differenza.
            Di filmati su youtube ce ne sono a migliaia anche di leoni che scappano, questo vuol dire che il leone è un pavido? Anche i super predatori dei coccodrilli se ne stanno alla larga dagli ippopotami. Forse anche di lupi che scappano davanti ad una lince o da un orso (numero 4 della tua lista). Devo fare altri esempi o devo necessariamente cercarti filmini su youtube.
            Ragiona con la tua testa.
            Ci sono cani pastori con le palle (fatti un giro su youtube) che la sanno lunga dai quali il super predatore numero 3 della terra (secondo la tua ridicola classifica) il tuo caro lupo se ne sta alla ….. larga. Forse un motivo ci deve essere.

            Detto questo ora vai da tuo figlio, fagli una carezza e digli che il vero papà non è quello che se ne va in giro per i blog a seminare video e a diffondere la verità assoluta. Come un testimone di geova.
            Senza offesa per i TdG.
            Ciao bello.

            Mi piace

          • andrea ha detto:

            Bruce questa volta l’hai sparata veramente bella grossa!!!😀 un LEONE solitario sela da a gambe davanti ad un facocero inferocito?? ma falla finità!!x FAVORE.
            IO in un ducmentario ho visto un leone maschio adulto affrontare una iena e nello scontro gli a spezzato di netto la spina dorsale!!🙂

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Sarà solo un caso, ma in questo caso la leonessa se l’è data a gambe davanti ad un facocero, eccome.
            Guarda idiota.
            Non capisco perchè la gente parla a vanvera e poi rischia queste figure di m.

            Mi piace

  64. PitbullAlfa ha detto:

    ho visto il video del lupo contro 2 aquile e con la presenza dell’uomo e nonostante tutto stava vincendo. Io penso che quel lupo non era un lupo solitario o uno di disturbo, ma vedendo la sua stazza mi sembrava in ottime condizioni e secondo il mio modestissimo parere era addirittura il capobranco.

    Mi piace

  65. giuseppeWOLF ha detto:

    per prima cosa ti rispondo: “Te sei come i Testimoni di Geova. Loro credono per fede in un libro dettato da Gesù, te credi per fede a youtube (e a certi giornalisti da strapazzo).” Bene se io sono così, tu sei peggio, perché non esistono e ne tentomeno sono visibili le fonti relative ad un cane che può avere la meglio su un lupo selvatico. Seconda risposta: “Di filmati su youtube ce ne sono a migliaia anche di leoni che scappano, questo vuol dire che il leone è un pavido? Anche i super predatori dei coccodrilli se ne stanno alla larga dagli ippopotami. Forse anche di lupi che scappano davanti ad una lince o da un orso (numero 4 della tua lista). Devo fare altri esempi o devo necessariamente cercarti filmini su youtube.” In Asia Centrale, esistono da sempre due principali razze tipiche di quei luoghi, il cane da pastore impiegato dall’uomo per custodire le pecore (il cane da Pastore dell’Asia centrale) ed il cane da caccia, utilizzato come coadiuvante alla selvaggina (il Tazi….. Il Tazi è una tipologia di levriero medio-asiatico, incredibililmente veloce, con elevato istinto predatorio e molto intelligente, tanto da essere utilizzato ancora oggi, in abbinamento con il falco, per cacciare piccole prede tipo il coniglio selvatico. Quindi, specialmente nei periodi in cui si pensava che le femmine di lupo avessero le cucciolate, si organizzavano consistenti battute di caccia ai lupi, composte dai pastori, che partecipavano con i loro cani ed i cacciatori con i Tazi. Solitamente, erano i Tazi a scoprire le tane dove le femmine di lupo stavano allevando i loro cuccioli o ad inseguire qualche lupo solitario e la presenza dei cani da pastore serviva come aiuto temporaneo agli stessi levrieri che raggiunto il predatore, in attesa del sopraggiungere dei loro padroni armati di fucile, iniziavano ad abbaiare fin quando il selvatico non riusciva a raggiungerli ed azzannarli mortalmente……Il pastore, notò presto qual’era la dinamica di quelle battute di caccia, i levrieri, essendo molto più veloci, riuscivano a raggiungere prima il lupo, ma il loro fisico più esile, nonostante l’elevata aggressività, non li permise mai di averne la meglio sul predatore,anche se era incredibile il coraggio e l’agilità con cui certi soggetti di Tazi si cimentarono nell’affrontare il predatore. TERZA E ULTIMA RISPOSTA: ” Ci sono cani pastori con le palle (fatti un giro su youtube) che la sanno lunga dai quali il super predatore numero 3 della terra (secondo la tua ridicola classifica) il tuo caro lupo se ne sta alla ….. larga. Forse un motivo ci deve essere.” fra il dire che un cane può avere il coraggio di affrontare gli attacchi del lupo e sostenere che sia in grado di andarne a caccia dei lupi o addirittura di strangolarli, ci vuole veramente la fantasia di chi preferisce fare cinofilia sui forum di internet, piuttosto di trarne una cultura specifica, da quella pratica, al fianco dei propri cani da lavoro.Il lupo è un predatore selvatico, mentre il cane, per forte che sia, rimarrà sempre un animale domestico, in quanto vive dipendendo dal sostentamento dell’uomo..E’ facile pensare, per chi non si occupa di cani da lavoro, che il cane grosso, alto, pesante, testa imponente, zampe robuste, possa meritarsi il termine di “strangolatore” di lupi, in quanto lo assimiliamo facilmente a quei diffusi episodi televisivi, dove l’incredibile Hulk, “gigante” muscoloso, prende l’ometto di modesta statura e lo stritola con la sola forza delle mani. .Un DVD, donatomi dalla stessa esperta cinofila turkmena Farida Bolkunova, raffigura ciò che succede spesso la notte nel deserto: il lupo attacca, i cani si oppongono e se il pastore non fa in tempo ad intervenire con il fucile, all’indomani, ci sono sempre alcuni cani da seppellire—-DEVO AGGIUNGERE ALTRO????? Ho parlato con alcuni pastori che hanno visto il lupo in azione e mi hanno assicurato che, durante gli attacchi, riesce quasi a raddoppiare la sua stazza, tanto che si gonfia per l’aggressività. Chiunque di loro, mi ha assicurato che il lupo, quando attacca per fame, non teme nulla e si ferma solo con la morte…..DEVO CONTINUARE??? SECONDO ME TI CONVIENE CHE NON CONTINUI ALTRIMENTI IL TUO PITBULL MUORE SOLO COL PENSIERO….

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      “DEVO AGGIUNGERE ALTRO????? “
      Per l’amor di Dio, ho appena mangiato, ci hai già dato una gran lezione della tua profonda cultura. Basta così.

      “…DEVO CONTINUARE???
      Ti ho appena detto di no. Sei più testone di un testimone di Geova.

      “Ho parlato con alcuni pastori che hanno visto il lupo in azione e mi hanno assicurato che, durante gli attacchi, riesce quasi a raddoppiare la sua stazza, tanto che si gonfia per l’aggressività. “

      Vola anche? Forse volevi dire che alza il pelo. Lo fa anche il mio cane quando è incazzato. Sei comico.
      Basta così per favore mi sto gonfiando dal gran ridere. 😆
      Sei davvero un gran esperto di lupi. Scrivilo a National Geographic.

      Basta così, per davvero. Grazie per queste tue perle da gran esperto. Ne terrò in gran considerazione.
      Ora scrivici un libro.
      Ti assicuro che lo farò leggere al mio cane. Non si sa mai dovesse incontrare un lupo al centro città.😆
      E forza lupi (non la squadra di calcio), il super predatore per eccellenza sterminatore di cani. Che si gonfia come il pesce palla.😆
      Cambia professione, fai il comico.
      ciao

      Mi piace

      • giuseppeWOLF ha detto:

        tu ti dovresti andare a curare all asl nella zona più vicina in cui risiedi… Perché? perché sei l’unico al mondo a sostenere che un cane abbia la forza di uccidere un lupo, ma L’UNICO D’AVVERO!!! Anche il più incompetente in materia lo sa benissimo chi la spunterebbe, per farsi un idea in un ipotetico confronto tra il pitt e il lupo, basta che accende il pc, va su Google, digita “è più forte un cane o un lupo” e l’incompetente in questione sa la verità assoluta. Senza considerare il sito del turkmeno, perché quelli sono dati di fatto troppo delicati da leggere in quanto un proprietario di un pitbull, bull dog, dogo argentino etc etc.. verrebbe colpito dalla delusione e dalla rabbia nel veder cose REALI, e per sua fortuna, si fantastica le idee e si appoggia attraverso i forum su internet cercando di confondere le idee al povero incompetente e/o malcapitato inerente alla materia di discussione..Altro che testimone di geova, per te ci vuole il miglio pschiatra sulla faccia della terra, sei nel vero senso della parola asociale, vivi in un mondo tutto tuo, hai ragione sempre te, al contrario del sottoscritto (e ci sono le conferme), ti ho dato ragione sul rottweiler, sul pastore del Caucaso, cane corso etc etc..Ma quando si parla di un lupo, devi solamente arrenderti perché tu rischi di far cadere malato anche a me..

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Dai fai il bravo, ti ho detto che hai ragione, mica voglio che cadi in depressione. In fin dei conti sei sempre un amico. O no?

          Poi, ultima cosa prima di chiudere questa stupida discussone a cui vuoi dare per forza un seguito, che non hai ancora capito.
          Qui dentro persone più ragionevoli di te e forse anche più di me (non certamente tu) hanno (abbiamo) sostenuto che è tutto da vedere che un lupo massacri un pitbull. Niente di più. Solo te ne sei convinto.
          Ciao amico dei lupi che si gonfiano.😆

          Mi piace

        • simone ha detto:

          hahahahaha

          Mi piace

  66. giuseppeWOLF ha detto:

    ti sei ucciso con le tue stesse mani: “Sei davvero un gran esperto di lupi. Scrivilo a National Geographic”….http://morsorosso.blogspot.it/2013/01/il-cane-con-il-morso-piu-potente.html…..EBBENE, secondo la classifica stimata dal nacional geographic, il LUPO ha la forza del morso più potente di qualsiasi cane esistente sulla faccia della terra, “IN CATTIVITA'” riesce ad infliggere fino a 544kg di pressione, detto questo chiudo l’argomento e non ti rispondo più lasciandoti nella tua condizione a dir poco sgradevole e controproducente in termini di animali e appasionati di animali che vorrebbero imparare di più.

    Mi piace

  67. Christian2 ha detto:

    Mamma mia, una interessante discussione e scambio di opinioni tra appassionati di cani e di lupi sta assumendo i contorni di una sfida tra ultras di due opposte fazioni! A mio avviso l’argomento è molto interessante per gli appassionati, però una risposta certa non la troverete MAI! Dovreste solamente mandare un pitbull allenato al combattimento a rompere le scatole ad un feroce lupo Alpha mentre sta sbranando una preda appena uccisa…. sfido chiunque a dire di aver assistito ad una scena del genere!!!! E’ già difficile vedere uno scontro tra singolo lupo e un cane pastore (in genere sia lupi attaccano in branco e i cani difendono in branco ed entrambe le specie cercano di evitare lo scontro tra loro a meno che non vi sia superiorità numerica), figuriamoci tra un pit che in montagna in mezzo alle pecore non ci starà mai! Ho letto l’art. di Isernia postato da Giuseppe, il che dimostra che un lupo può tranquillamente uccidere un pit, ma neppure possiamo escludere il contrario a priori; ripeto, sono due animali forti, uno sa combattere per ore, è instancabile e va avanti finchè vince o finchè muore (in questo senso è unico); l’altro è selvaggio, non combatte per ore come un pit, ma di contro ha una capacità di uccidere in modo rapido che nessun cane domestico ha ed in più ha i canini più lunghi, utili ad arrivare alla giugulare…. Detto ciò, non vi scannate, è solo uno scambio di opinioni tra appassionati e le opinioni non sono verità assolute (chissà quante sciocchezze starò scrivendo io….)

    Mi piace

    • giuseppeWOLF ha detto:

      Caro christian ti cito testualmente: “A mio avviso l’argomento è molto interessante per gli appassionati, però una risposta certa non la troverete MAI! Dovreste solamente mandare un pitbull allenato al combattimento a rompere le scatole ad un feroce lupo Alpha mentre sta sbranando una preda appena uccisa…. sfido chiunque a dire di aver assistito ad una scena del genere!!!!” Questa tua opinione lascia capire che non è mai successo che un lupo e un pitbull si siano scontrati, io ti rispondo (ok può darsi che sia vero)…Poi ecco un altra tua opinione: “”E’ già difficile vedere uno scontro tra singolo lupo e un cane pastore (in genere sia lupi attaccano in branco e i cani difendono in branco ed entrambe le specie cercano di evitare lo scontro tra loro a meno che non vi sia superiorità numerica)…Secondo questa tua affermazione i lupi affamati e determinati nel dover compiere assolutamente la propria missione omicida, devono numericamente e necessariamente essere di più, altrimenti si ritirano perché evitano lo scontro con i cani (guarda caso emerge la tua incompetenza in materia, perché un branco di lupi in media è composto dai 4-6 esemplari al contrario i cani messi in guardia dal pastore, ahimè numericamente possono esse anche il doppio in confronto al branco dei lupi, e nonostante tutto, dalla sera alla mattina c’era sempre qualche cane da seppellire), e su ques’altro tema chiudo il discorso invitandoti a conoscere qualche pastore che ci ha avuto a che fare senza dare peso ai libri. POI ultima tua opinione: “”Ho letto l’art. di Isernia postato da Giuseppe, il che dimostra che un lupo può tranquillamente uccidere un pit”” Ed io ti rispondo: Ma insomma, si sono scontrati davvero un lupo e un pitbull? In primis hai asserito che nn si sono mai scontrati, poi hai detto che un lupo può tranquillamente uccidere il pitbull perché lo hai visto attraverso il link postato..Insomma, te sei un altro che bruce reputa una di quelle persone più ragionevoli del blog, e meno male, altrimenti sai che confusione? Whit compliments.

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        E lascia perdere. Hai stufato.
        “With” compliments

        Mi piace

      • Christian2 ha detto:

        Caro Giuseppe, la mia opinione te l’ho già data qualche post sopra: in un’arena vedo favorito il pit, in mezzo al bosco vedo vincitore il lupo. Io personalmente (che sono appassionato di cani e di lupi e proprietario di cani, ma sicuramente non sono il massimo esperto in materia, nè ho mai organizzato dog-fighting) non ho elementi certi per stabilire in assoluto il vincitore. Siccome poi non stiamo confrontando due cani (cosa molto più semplice…), ma un animale domestico ed uno selvatico, il confronto è molto più complicato perchè può dipendere da tanti fattori. Col pit qualche scontro ci sarà stato, figurati, ma le opinioni degli esperti (o presunti tali) sono diverse e io ti ho detto come la penso.Mai detto invece che i lupi per attaccare devono essere necessariamente in tanti (anche se spesso succede così); ho solo detto che i lupi spesso evitano lo scontro con i cani pastore per istinto di sopravvivenza (a questo servono i pastori), per non rischiare di essere feriti (un lupo ferito gravemente potrebbe non cacciare per giorni); i cani stessi non si lanciano all’attacco dei lupi così a cuor leggero ma prima cercano di allontanarli con abbai, ringhi, ecc. e solo se costretti o solo se sono tanti contro pochi partono. Ti ho anche scritto che un allevatore di maremmani in Abruzzo da me conosciuto ha “ammesso” la superiorità del lupo nello scontro 1:1 (e vedessi che bestie i suoi cani). La pericolosità dei lupi è confermata anche dal fatto che i pastori asiatici ancora oggi mettono il vreccale al collo dei loro poderosi Alabay (così i turchi ai fortissimi Kangal) e nonostante questo spesso i poveri cani finiscono male! Concludo dicendo che tu hai le tue certezze, Bruce e Al hanno le loro, io invece sull’argomento non ho nessuna certezza, ma solo un’idea, come dire, una partita da tripla!

        Mi piace

        • giuseppeWOLF ha detto:

          inannzitutto non so se avete notato a lui nemmeno lo rispondo perché non sa cos’è un lupo da un cane lupo e/o molossoide, tralasciando la fanaticità che lo devasta senza nemmno accorgersene, chiudo dicendoti che hai capito la potenza, la velocità, l’agilità, torsioni spettacolari e letali che possiede un Lupo…….”Ti ho anche scritto che un allevatore di maremmani in Abruzzo da me conosciuto ha “ammesso” la superiorità del lupo nello scontro 1:1 (e vedessi che bestie i suoi cani). La pericolosità dei lupi è confermata anche dal fatto che i pastori asiatici ancora oggi mettono il vreccale al collo dei loro poderosi Alabay (così i turchi ai fortissimi Kangal) e nonostante questo spesso i poveri cani finiscono male!”””..Questo tua testimonianza impara molto a gente che non ha cultura a riguardo, e come sia naturale ovvio, il lupo è imbattibile..

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            “… perché non sa cos’è un lupo da un cane lupo …”

            Caro amico, meriti una risposta adeguata.
            Una cosa so per certa: che sei un gran ignorante. E di brutto.

            Il lupo grigio (Canis lupus, Linnaeus 1758), o semplicemente lupo, è un mammifero placentato appartenente alla famiglia dei Canidi. (Wikipedia)
            IGNORANTE.

            Forse a te questa notizia non ti è mai arrivata.
            E così ora hai ufficialmente “anche” la patente da ignorante, oltre che da ottuso.

            Il lupo è un cane, ovvero il cane deriva dal lupo. Stessa famiglia. Ignorante.

            La differenza sta nel fatto che il lupo ha mantenuto le sue caratteristiche selvaggie al contrario del cane che vive in cattività con l’uomo. Tuttavia tutti i cani hanno mantenuto buone dosi di aggressività.
            Aggressività che in alcuni cani è stata indotta dagli uomini per via degli accoppiamenti. Per scopi bellici come i molossi, per scopi di protezione del bestiame dai lupi e altri predatori. Maremmani, rottweiler, dogo ed una infinità di altre razze (che non ti dico ma che faresti bene a studiarle), per la difesa come il dobermann, per i combattimenti come i pitbull.

            Quindi alcune razze di cani pur vivendo in cattività hanno una buona dose di aggressività, di potenza e di agilità, nonchè di intelligenza avendo sviluppato un maggior senso sociale vivendo con l’uomo.
            E uno scontro tra un lupo ed un pitbull (dogo, rottweiler, malamute, ….) ha un esito incerto e non scontato. Solo un presuntuoso può avere certe certezze.

            “…. che non ha cultura a riguardo, e come sia naturale ovvio, il lupo è imbattibile..” tue parole.
            E tu saresti l’uomo di cultura? La risposta già te l’ho data.

            Ciao ed impara, amico del lupo che si gonfia come il pesce palla.😆

            Mi piace

  68. giuseppeWOLF ha detto:

    Ah dimenticavo di dirti: In un arena è come uno scontro tra lupo e alabay nella russia e nell asia perché quando i lupi vanno ad ucciderli sono fuoricasa, e ci possono essere diverse case rurali e diversa gente umana, per cui se un lupo e chiuso in un arena, in un fosso, in una gabbia ed è costretto a combattere per non morire, sai l’esito come finirà…Il lupo è una macchina per uccidere, un killer spietato, non ha rivali, un pitbull, anche in un arena, non sopravviverebbe più di 10 minuti, mentre in natura, 3-5 minuti ciao.

    Mi piace

  69. Chri ha detto:

    Ragazzi parliamo sempre di un ipotetico scontro tra un cane di 24-30 kg e un lupo selvatico di 50 kg. Sono stati trovati addirittura esemplari che superavano gli 80 kg.
    L’esito a parer mio non può essere certo ne a favore di uno, ne a favore dell’altro.
    É un discorso di percentuali e statistiche, così come un leone (in un ipotetico scontro in cattivitá) non trionferá 10 volte su 10 contro una tigre.

    Mi piace

  70. giuseppeWOLF ha detto:

    anche uno scontro tra un bassotto e un pitbull ha un esito incerto

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Canis lupus italicus,
      … il peso di un esemplare maschio si aggira attorno ai 20–35 kg, mentre nell’esemplare femmina il peso è di circa 25–30 kg. (wikipedia)

      Il mio amstaf pesa 35 kg.



      Mi piace

  71. Al ha detto:

    Christian: ma guarda che i cani da dog fighting con l’uomo non sono assolutamente aggressivi. I cani da rissa lo sono, e c’è una bella differenza. La televisione è molto fuorviante e fa pensare che i cani da fighting siano quelli chiusi nei sacchi e bastonati e che ringhiano ad ogni cosa che si muove. Sbagliatissimo! I veri fighter sono i cani più docili che esistano, più di un labrador. E’ contro i conspecici che sfogano le loro doti.
    Sulla querelle lupo-pit non mi esprimo neanche tanto è assurda.
    p.s. ho visto che qualcuno ha accennato al fatto che neanche il leone vincerebbe 10 volte su 10 una tigre. Bè, è assolutamente il contrario. La tigre ha 8 possibilità su 10 di vincere il leone.

    Mi piace

    • Chri ha detto:

      Tra leone e tigre, la maggior parte degli esperti in materia, tra cui discovery e un sito specializzato proprio sulle tigri, di cui però non ricordo il nome, sostiene che il leone abbia più chance di vittoria, in quanto più abile nel combattimenti contro i suoi simili, che sono all’ordine del giorno, e che a volte terminano solo con la morte di uno dei contendenti.
      La tigre sicuramente è una cacciatrice migliore, ma un leone maschio é più portato a combattere con altri simili per difendere il territorio.

      Mi piace

    • giuseppeWOLF ha detto:

      Caro AL ci spieghi gentilmente cosa trovi di assurdo sull’argomento Lupo vs Pitbull? capisco che ognuno è libero di esprimersi come meglio crede, ma è altrettanto giustificato chi ama gli animali in genere, e chi ne parla. Per quel che concerne un ipotetico duello tra tigre vs leone hai perfettamente ragione.

      Mi piace

      • Ron ha detto:

        Sono sempre Chri, ma ho cambiato nome in quanto c’é giá un altro Christian.
        Beh ragazzi ognuno ha la sua opinione ci mancherebbe, non stiamo parlando di scienza esatta, le opinioni devono essere prese come tali, io personalmente le rispetto tutte e alcune non le condivido, ma mi sembra deleterio defenirsi portatori di veritá assoluta come ha fatto qualcuno nel discorso lupo-pitbull, ben vengano le discussioni costruttive

        Mi piace

  72. Christian2 ha detto:

    Caro Al, ti risulta che io abbia mai scritto che un pit o un dog fighting in generale è aggressivo con l’uomo? E’ esattamente il contrario di quello che penso, anche perchè è proprio così che li ha selezionati l’uomo (ed io un pit seppur non addestrato a combattere ce l’ho avuto, solo per un anno, purtroppo, ma ce l’ho avuto, quindi qualcosina ne so…). Semmai ho lasciato intendere che bisogna avere un minimo di polso e di esperienza per avere cani con carattere forte e forza fisica e non intendo solo il pit. Se un cane tende per natura ad affrontare tutti i simili dello stesso sesso, è bene che abbia un padrone consapevole di questo, che ne conosca pregi e difetti e che sappia tenerlo e gestirlo; se un pit decide di partire non tutti hanno la forza per tenerlo, anche se pesa “solo” 25-30 kg ha una forza incredibile. Comunque per la cronaca i criminali che addestrano cani per i combattimenti non li allevano certo con “amore” …e quando non sono più utilizzabili li fanno fuori senza pensarci troppo, quindi non parliamo neppure di questa gentaglia, parliamo del pitbull e di chi li ama, non di chi li sfrutta!!!

    Mi piace

  73. Al ha detto:

    Caro Christian, sì, dalle tue parole si evinceva una certa confusione, che ancora aleggia. Ad esempio confondi le risse dei cagnari con cani inadatti e mediocri, con il combattimento vero e proprio fatto da chi se ne intende. In quest’ultimo caso i pitbull vengono ben trattati (anche se per uno scopo secondo me sbagliato), ben nutriti e perfino coccolati. Un cane aggressivo fuori dalla fossa, che si vorrebbe mangiare tutto ciò che si muove, è un cane debole, almeno nei pit. Io di pitbull forti ne ho visti a decine, ma forti sul serio, ed alcuni quando sentivano un ringhio di un pastore tedesco contro di loro neanche reagivano. Magari si ritiravano nella loro cuccia. E questi sono i pit veramente forti, talmente tanto che possono permettersi di non mostrare aggressività.
    Tuttavia, se si prende un pit, è logico che si ha in mano un’arma carica e bisogna fare un’attenzione incredibile. Ovviamente lo stesso, e anche più, con un caucaso al parchetto o con un malinois in mezzo alla gente. Riguardo alla gente spregevole che tu citi, bè…quelli sono ridicoli cagnari che di combattimenti non sanno niente e che rovinano i cani non sapendo che, così facendo, avranno cani aggressivi e deboli (ma pericolosi).

    Mi piace

  74. Al ha detto:

    Per gli scontri leone tigre in realtà è esattamente il contrario: i veri esperti (il sito non lo ricordo, ma è fatto benissimo ed analizza ogni tipo di intervento e di opinione tecnica e appena riesco a trovarlo lo posto, ma dovrebbe essere qualcosa come BIG CAT) i veri esperti, dicevo, dicono che la tigre ha più chance di vittoria per i fattori che nel sito di cui sopra sono ottimamente spiegati.
    Lupo-tigre: il lupo è un cane, solo più selvaggio. E non ha la struttura fisica nè le doti caratteriali per affrontare un pitbull. Se messo alle strette, reagirà, e se è fortunato potrebbe anche vincere. Ma sarebbe un caso e contro un pit mediocre. Tra i canidi i pit, piaccia o meno, sono i pesi massimi.

    Mi piace

  75. Al ha detto:

    http://indrajit.wordpress.com/bigcats/ ECCO il sito di cui parlavo, interessante e chiaro. Purtroppo è in inglese, ma anche solo il traduttore automatico dà ottimi risultati in questo caso.

    Mi piace

  76. Christian2 ha detto:

    Al, va bene tutto e ti leggo, ma continuo a non capire dove io avrei scritto che i pitbull sono aggressivi con gli uomini (ti ripeto, la penso all’opposto, non so più come scriverlo) e su cosa farei confusione… sui vari tipi di fighting dog vero e proprio non ti rispondo perchè non ho grande cultura in materia al di là di qualche chiacchierata con persone che ne sapevano un po’ più di me; so solo che pur amando alla follia i cani tosti, tra cui anche il pit ovviamente, i combattimenti in cui i cani vengono mandati al massacro per puro divertimento o per le scommesse non mi piacciono e non me ne sono mai interessato

    Mi piace

  77. Christian2 ha detto:

    … o meglio, sono sincero, me ne sono interessato solo per mera curiosità, senza andare troppo a fondo e senza indagare sui reali metodi di allenamento; sulle coccole ai fight dog che tu dici, spero sia come dici tu….

    Mi piace

  78. Al ha detto:

    Ma sì, va bene, ho capito, non ti agitare. Tu fai confusione su altro: “Detto questo se il pit oggigiorno venisse allevato per scopi diversi dal combattimento tra animali sarebbe a mio avviso un animale molto più sfruttabile dall’uomo”. I VERI pit da combattimento – pratica DEPRECABILE in ogni caso – sono ben trattati, perché il pit nasce combattente e stimolarne l’aggressività con certe pratiche gli abbassa la tempra. Per il resto, ti consiglio di informarti seriamente per capire un fenomeno certamente negativo e distinguerlo da un fenomeno (le risse sanguinose) ancor più esecrabile-
    Ron: bè, certo… però potresti far incontrare una tigre e un leone nel giardino e avere la prova del nove. In ogni casi i romani, espertissimi di questo, scrivevano che quasi sempre vinceva la tigre.

    Mi piace

    • christian2 ha detto:

      Va bene, approfondirò sui combattimenti coi pit e sulla loro preparazione, ma di principio rimango convinto delle mie idee… giusto e doveroso selezionare pit con tempra e gameness elevate (che poi è nel DNA, salvo rarissime eccezioni), sbagliato labradorizzarli, ma è altrettanto sbagliato stimolare “all’estremo” la loro aggressività seppure rivolta solo verso i proprio simili. Su questo non credo di aver le idee confuse

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Devo dire che sono d’accordo.
        Non so cosa intendi per labradorizzarli, ma se intendi rimbecillimento, allora sono d’accordo. E’ una violenza contro lo stesso animale e la sua razza rimbecillirli e ridurli semplicemente a dei peluche animati (senza pile dentro) con guinzaglio.
        Sono d’accordo che gli allevatori mantengano ingegra la tempra del pitbull come di qualsiasi altro cane.
        Non ho capito cosa si intenda per stimolazione esterna. Se intendi i combattimenti, beh, qualcuno ha già risposto.
        Ma poi mi domando, noi umani disapproviamo con tanto di divulgazione moralista i combattimenti e la stimolazione esterna alla aggressività e poi rendiamo legali (e relative scomesse) gli allenamenti e combattimenti tra umani di sport violenti, aggressivi e pericolosi, come pugilato e sport affini, definiti addirittura come delle “arti” talmente nobili da renderle discipline olimpiche.
        Mi sembra tutto un controsenso.
        Sentiamo anche allenatori del nostro sport più amato, il calcio, che stimolano alla combattività, alla cattiveria agonistica.
        Lo so, qualcuno mi potrebbe obiettare che sono solo parole e che nessuno va in giro a picchiare la gente. Non è così, perchè alle parole seguono anche i fatti, entrate assassine sulle gambe, gomitate in faccia ed altro. Anche le parole lasciano un segno. Non mi risulta che proprietari di pitbull vadano in giro tenendoli sciolti per la città allo scopo di far male a cani e persone. Poi per carità i matti esistono ovunque anche tra i bravi ragazzi che in discoteca si affrontano a coltellate.
        Buona giornata.

        Mi piace

        • Christian2 ha detto:

          Esatto Bruce, intendevo dire di evitare di trasformare i cani in peluches, cosa già fatta con altre razze, tipo il mastino napoletano (oggi si vedono tanti esemplari, magari non tutti per carità, belli esteticamente, che non sbavano, ma caratterialmente niente a che vedere col “vero” mastino). Poi ho parlato di aggressività estrema, non esterna, nel senso di non esasperare una caratteristica già innata nel pit; io almeno la penso così, poi ognuno addestra il proprio cane come meglio crede, l’importante è rispettarlo ed evitare che possa far danni.

          Mi piace

    • bruce ha detto:

      Cosa vuoi dimostrare che il lupo è più forte dell’orso?
      Il branco è più forte dell’orso.

      Come al solito non ne azzecchi una. Ma te ne rendi conto?

      Mi piace

      • giuseppeWOLF=giuseppe ha detto:

        caro bruce capisco che il blog è tuo, ma questo non deve assolutamente significare che le tue affermazioni siano TUTTE corrette, mentre quelle del visitatore/utente al contrario, devono apparire scorrette perché non tolleri che qualcuno su un determinato argomento ha la meglio sul proprietario del blog, e questa è una triste cosa perché i blog i forum e i siti sono creati apposta non solo per esprimere il proprio parere, ma servono per esperienza culturale vissuta dal singolo umano che espone il suo caso per un determinato argomento e pertanto la diffido a continuare a asserire che il pitbull sia il cane più forte al mondo. Non parlo del Lupo, perché altrimenti rischieresti che ti oscurano il sito da ciò che hai scritto, e l’utente NONMIBANNARE ti ha detto come stanno i fatti: “non mi bannare scrive:

        23 settembre 2013 alle 09:13

        Caro Bruce,
        la cito testualmente: “Il risultato? Un orecchio strappato a metà ed il muso massacrato. Del pastore tedesco, ovviamente.Il pitbull diversamente dal bull terrier e rottweiler non tiene necessariamente la presa, ma colpisce ovunque, soprattutto sul muso.Se non sbaglio il pastore tedesco ha il pelo lungo.Come vede la sua teoria sui lupi fa acqua. Ed era un pitbull femmina.” Da questo suo intervento emerge tutta la sua incompetenza non solo in fatto di combattimenti, materia di cui si riempie spesso la bocca, fiero del suo pitbull aggressivo, ma anche in termini di cani. 1 il cane lupo e’ diverso dal lupo, anche se forse la parola “lupo” l’ha tratta in inganno, 2 il pitbull, come qualsiasi altro cane, non ha alcuna chance in natura contro in lupo in quanto ilupi non mordono al muso ma spezzano le zampe anteriori dei cani (da pastore) per poi a volte, anche cibarsene. La prego, mi pubblichi

        Mi piace

  79. bruce ha detto:

    Caro giuseppeWolf=giuseppe

    Io credo che ora stai esagerando.
    Abbandona il tuo rancore per le pessime figure fatte non per colpa altrui bensì per tua stessa voglia di strafare nel dimostrare ragioni smentite dalle tue stesse fonti e non per le mie certezze.

    Al sig non mi bannare ho risposto, forse non te ne sei accorto.

    Detto questo, ti ricordo che stai oltrepassando la misura, questo non è un forum ma un blog, il mio blog, ovvero casa mia, o se preferisci il mio salotto e posso anche decidere gli invitati.
    Pazientemente ho accettato la tua presenza, ma se continui con questo atteggiamento non sei gradito.

    Mi piace

    • Niki ha detto:

      Caro Bruce,
      Volevo farti i complimenti per il tuo articolo, mi è piaciuto per il fatto che oltre alle doti combattive dei pit hai messo in evidenza anche le loro doti caratteriali.
      Mi dispiace solo che come al solito tutti vedono il combattente quando guardano questo cane, come anche altri cani potenti, scusate il mio gergo non professionale, ma sono un’amante dei cani e non dei combattimenti, tutt’altro, ed è per questo che mi sono rattristata leggendo i messaggi, tutti rivolti al combattimento e a chi è il più forte, neanche un pensiero a ciò che provano questi cani. Non mi preoccupo dell’aggressività verso l’umano, perché l’unica cosa che ho potuto constatare leggendo questi commenti è che tutti voi amate il vostro esemplare di cane e quindi non vi arrischiereste mai a perderlo per un attacco verso l’uomo.
      Ho potuto constatare io stessa, per quel che riguarda i rotweiler, che non sono aggressivi verso l’uomo, visto che da piccola una mia amica aveva uno di questi magnifici esemplari, e un giorno quando stavo andando via mi sono avvicinata al cane per salutarlo, non notando il grosso pezzo di osso che stava rosicchiando mi sono chinata per accarezzarlo, chiaramente lui si è sentito minacciato, ma probabilmente conoscendomi è avendo capito che non avevo brutte intenzioni mi ha dato un avvertimento, mordendo l’aria a un centimetro dal mio volto. Forse molte persone leggendo questo penseranno che sono pazza a dire che questo cane non è aggressivo, ma è stato un mio errore, mai avvicinarsi a un cane che non è tuo mentre mangia! Voi cosa fareste se cercano di portarvi via il piatto mentre state mangiando la vostra pietanza preferita?
      Tornando al centro della mia perplessità, mi chiedo come fate a far combattere il visto cane contro un suo simile, non vi chiedete di quanto dolore puó provare quando viene morso? Quando la sua carne si lacera? Non metto in dubbio il video amore per loro, visto che li state difendendo con unghie e morsi, ma mi dispiace che vedete solo un combattente e non un animale fedele e indifeso dall’uomo (che è definito un animale sociale). A me piangerebbe il cuore far combattere il mio cane, non so a voi..
      Spero di non aver offeso nessuno volevo solo esprimere i miei sentimenti..

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Pienamente d’accordo. Grazie del commento.
        Come abbiamo più volte espresso, anche in molti qui dentro, e lo ripetiamo, i veri amanti dei cani deprecano i combattimenti e condannano fortemente i proprietari che lo fanno.
        Tuttavia, c’è ancora molta ignoranza sul pitbull. E molti lo hanno in antipatia.
        Il problema è che ogni tanto qualche proprietario di un grosso cane entra nel blog e se la prende con i pitbull come offesi che questo cane è stato dichiarato il cane combattente per eccellenza, per la sua storia, per la selezione fatta nei secoli tra una infinità di cani che hanno una elevata “tempra”.
        Peggio ancora se poi qualcuno entra tirando in ballo paragoni improponibili con altri animali che non c’entrano nulla, e non richiesti.
        Il tutto semplicemente per “stupide” rivalse verso questo cane.
        Tutto qui.
        Grazie

        Mi piace

        • Niki ha detto:

          Capisco quello che stai dicendo, quest’estate ho visto un episodio che mi ha raggelato il cuore, stavo parlando con il padrone di un american quando una ragazza si è avvicinata e ha visto il cane (girato di schiena) subito si è accovacciata e ha allungato la mano e richiamato l’attenzione del cane, quando l’ha visto in faccia si è alzata e ha detto al padrone di tenerlo lontano perchè le faceva senso.. Posso capire che l’approccio di un pitbull è molto “fogoso” e si avvicina bruscamente, ma come è possibile che questa ragazza richiama l’attenzione di un cane e quando capisce di che razza è si allontana? Credo che non sia la razza a rendere pericoloso un cane, ma il padrone che lo alleva e lo cresce, quindi non capisco l’odio che molta gente prova per questa razza, che poi, se passi del tempo con uno di loro ti rendi conto di quanto sia affettuoso e di quanto amo essere coccolato e essere al centro dell’attenzione.
          Che poi non sono solo i pitbull ad aggredire l’essere umano, anzi ho visto cani di piccola taglia (a grandezza barboncino per capirci) essere molto più aggressivi di questi cani, chiaro che un morso dato da un barboncino non crea i danni che può causare un morso di un pitbull, ma ciò non toglie che sono aggressivi.
          Sai che ti dico sul fatto della gente che entra e ribadisce che il suo cane è più grosso e che quindi farebbe a pezzettini il tuo? Fregatene, ascolta o meglio leggi la loro idea e lasciaglielo credere, quello che tu hai scritto è basato su anni di esperienza e attenta valutazione di questi animali, non su leggende metropolitane. Inoltre leggendo il tuo articolo, non mi sembra che sia scritto soltanto per elogiare la loro potenza nel combattimento, ma per screditare le persone che ritengono un pitbull aggressivo dalla nascita e un cane pericoloso (correggimi se sbaglio). Io rimango del idea che non esistono cani pericolosi, ma padroni pericolosi, perché anche un Labrador (che molti di voi hanno sminuito come cane senza carattere) in mani a un padrone sbagliato può trasformarsi in un’animale pericoloso, malgrado l’uomo non l’ha creato per il combattimento.

          Mi piace

          • Christian2 ha detto:

            Se era riferito a me non volevo assolutamente sminuire il labrador, ma solo dire che il pitbull deve avere il carattere del pitbull e il labrador…. da labrador!

            Mi piace

  80. Luigi ha detto:

    Salve amici vi ho letti tutti e piacevolmente ………..aggiungere altro è davvero difficile , reputo da sempre il pitbull la sintesi di tutti i pregi che si possano ricercare nel cane ideale ma nonstate cio’ in cuor mio credo che lo si tenda a mirtizzare un po’ troppo .
    Se un pit sin da cucciolo riceve dei massacranti e barbari trattamenti (chiamarli addestramenti sarebbe una grave offesa nei confronti di chi lavora seriamente a contatto di cani per utilita’) atti a trasformarlo in una macchina programmata solo per uccidere con attigue alchimie fatte sostanze dopanti che oltre a sballare il metabolismo naturale vanno anche ad alterare gli equilibri psichici di una povera bestia colpevole solo di essere nelle mani di luridi mascalzoni allora senza ombra di dubbio complice la genetica e la selezione MIRATA APPUNTO al solo fine di lottatore e mattatore di conspecifici un rottweiler non ha scampo .
    Non so voi che tipo di rottweiler conoscete ma il mio che possiedo da 5 anni è praticamente un toro con la testa di un cane mastineggiante ………forte come un leone , astuto peggio di una volpe e nel breve spazio/tempo anche piuttosto veloce e molto molto reattivo sia con cani che con persone che per lui rappresentano una minaccia senza alcun indugio .
    Detto cio’ se in un’ipotetico scontro il rott parte per primo con il morso poderoso e il collo da tronco di quercia che si ritrova (UNA VOLTA AFFERRATA UN’IPOTETICA PREDA O L’AVVERSARIO EFFETTUA DEGLI SCUOTIMENTI ALLUCINANTI E COMPULSIVI FINO A SMONTARLO ORGANO PER ORGANO ) il pit non fa neanche in tempo ad accorgersene che si ritrova diviso praticamente in 2 ma se il pit ha l’astuzia di schivare facendo perdere tempo e fiato prezioso al grosso e muscoloso (sbagliate a definire il rott un cane dalla grossa percentuale di massa grassa ………forse quelli detenuti in box 2×2 a vita si ma il mio ha fasci muscolari da culturista e oltre al sano moto e ad una dieta EQUILIBRATA da CANE non ho mai somministrato porcherie sintetiche….. 50 KG fissi ) bovaro tedesco be allora inizia lo show tipico del pit che è prima di tutto un’acrobata poi un gladiatore che forte della sua resistenza inesauribile ci metterebbe anche 1 ora a demolire il colosso che ha difronte senza alcuno sforzo sottoponendolo ad una lunga agonia e senza mollare MAI .
    In natura diciamo casual invece senza gli artifizi dell’essere DISUMANO (DIMENTICAVO anche la limatura dei denti tra le altre idiozzie ) accade quello che si puo’ osservare a gran sorpresa di tutti me compreso nel video che qui vi propongo …….e che poi è accaduto un paio di volte in via del tutto casuale per superbia e troppa convinzione di alcuni possessori di pitbull nella mia citta’ cordiali saluti a tutti .

    Mi piace

  81. Luigi ha detto:

    un rottweiler davvero incazzato è qualcosa di mostruoso ………dura poco( PER FORTUNA) ma è spesso LETALE e DEVASTANTE !
    In natura poi è pressochè impossibile che i cani si ammazzino ………….uno si sottomette ………l’altro vince, per territorio ………….cibo………..femmina in calore ecc.

    Mi piace

  82. Al ha detto:

    Luigi, è esattamente il contrario di ciò che scrivi, lo dico senza polemica. Un cane maltrattato e reso aggressivo (parlo di un soggetto pit) sarà solo più imprevedibile e pericoloso per l’uomo, ma assolutamente inadatto al combattimento. I veri fighting vengono ben trattati e allevati. I cani che dici tu sono poveretti nelle mani di incompetenti, che fanno squallide risse nelle periferie, soprattutto del Sud. Non confondiamo i fighter con dei poveri cani torturati dall’idiozia umana.
    Riguardo all’ormai logoro confronto pit-rott, aggiungo solo che ormai è di moda pubblicizzare la razza che si possiede, senza guardare troppo alla realtà dei fatti. Come se un cane valesse solo in funzione della sua capacità di combattimento. E questo sì che lo trovo vergognoso.

    Mi piace

    • Luigi ha detto:

      Al, perdonerai la mia inconsapevole confusione tra lotte clandestine di periferia e veri fighting (che dato il mio disprezzo per tali pratiche ignoravo fossero 2 cose nettamente diverse e che ci fosse una sorta di disciplina sportiva dignitosa a riguardo quindi IGNORAVO ) ma ti giuro sulla cosa a me piu’ cara che anni fa raccolsi per strada un pit piu’ morto che vivo perchè abbandonato da balordi in seguito ad atrocita’ assurde e sul corpo le ferite e le cicatrici pregresse la dicevano lunga sul passato di quel poveretto anzi poveretta (era una femmina ) …….con tutti gli esseri umani era una coccolona inimmaginabile ……….appena nell’aria fiutava non udiva bada bene fiutava odore di conspecifico o di gatto se non la prendevo in braccio e correvo a chiuderla in garage a 5 mandate era capace di VOLARE per raggiungere i tanti odiati “nemici” a 4 zampe ho trascorso con lei momenti davvero SPLENDIDI di forte commozione mista a gioia quando con l’ausilio di un mio amico che studiava veterinaria la riportai in piena salute e VIGORE ………..mi seguiva ovunque era la mia ombra nonstante avesse sicuramente piu’ di 3 anni e io per lei rappresentassi un’emerito sconosciuto ……..arrivata l’estate le tante villette che mi circondano incominciarono a ripopolarsi come ogni anno di gente con i loro cani al seguito e allora decisi di affidarla ad un’associazione SERIA per il recupero di ex combattenti e con i complimenti della predidente adesso pienamente recuperata vive in una famiglia SANA del Piemonte ormai vecchiotta di tanto in tanto mi mandano sue foto e ogni volta la lacrima prevale inesorabile ……….chiusa la parentesi personalistica in breve per quello che ho potuto constatare personalmente un rottweiler incazzato è piu’ feroce di un pit incazzato e molto piu’ devastante ma ti ripeto va in debito d’ossigeno e lo sprint brutale di colpo cessa ……….il pit è un maratoneta infaticabile ………ha pazienza da vendere ecco perchè oltre ad essere il MIGLIOR combattente è anche il miglior cane da pet teraphy ………..un rott con tanti bambini intorno che lo toccano , lo sballottolano ecc. ci mette 5 minuti ad innervosirsi reagendo molto molto male ………..solitamente i bambini di famiglia li protegge con grande affetto (il rott) ma se perde la pazienza anche al suo piccolo migliore amico non lo riconosce piu’ è un cane senza mezze misure ….o tutto o….. niente e passa da uno stato di pace assoluta nella sua solita posa a coccodrillo ad una ferocia inaudita in millesimi di secondo .
      Al, io mi limito a descrivere quello che osservo direttamente con esperienze personali non ho nessuna intenzione di propagandare alcuna razza e credimi il rott non è il mio preferito ironia della sorte ma solo adesso che lo possiedo e lo vivo posso raccontare .
      Dimenticavo anche i piu’ squallidi e meschini aguzzini non hanno mai ricevuto un solo morso dalle loro vittime ………..ecco un’altro motivo del grande utilizzo del FENOMENO americano a 4 zampe , economicita’ , duttilita’ , predisposizione alla fatica immane e RISPETTO SMISURATO per l’essere “umano” fosse anche il piu’ lurido verme schifoso della terra .(gente che non conosce nanche l’abc della cinofilia)
      Un vero pit non si rivolta mai contro chi considera la sua unica ragion di vita:L’UOMO il rott invece si e ho ancora lo stampo dei suoi denti sul fianco destro ………..ma non per colpa sua diciamo che quel giorno non ci eravamo capiti a dovere .
      Cordiali Saluti a tutti .

      Mi piace

  83. Luigi ha detto:

    P.S. oltre ad amare i cani TUTTI ma in particolare i molossoidi a me piace anche che nella vita ci sia giustizia A 360 gradi e a mio modesto parere lanciare un pit contro un caucaso , un alabai , un kangal , un rottweiler , un mastiff è deontologicamente INGIUSTO e quando il dog fight era uno sport (non le porcate moderne) epoca nella quale COLBY diede il massimo del contributo con la sua ECCEZIONALE selezione di pitbull (spesso in strettissima consanguineita’ !!!) ………gli UOMINI di allora non le mezzeseghe di oggi non avrebbero mai fatto scontrare due soggetti di divesi pesi e misure insomma per quanto la lotta tra cani sia condannabile in via assoluta al tempo anche in questa disciplina molto opinabile dal punto di vista morale vigevano regole e VALORI .
    Adesso ti confesso anche una mia intima sensazione ………..credo in cuor mio che si sia fatto combattere il pit INGIUSTAMENTE con enormi BESTIONI anche 5 volte piu’ pesanti e massicci di lui proprio perchè nel fight è IL RE INDISCUSSO……. nel disperato tentativo di vederlo crepare una volta per tutte ……….è come se in una zona montana un lupo facesse strage di tutti i cani che per tradizione sono i suoi antagonisti e allora per assurdo lo si fa scontrare con un leone ………..scusami Al per l’esempio elementare ma voglio che si capisca il senso del mio discorso .
    Immaginiamo se per pura fantasia si riuscisse a selezionare un pitbull di pari performance a quelli attuali ma di taglia diciamo 50 kg (classe nella quale rientrano la maggior parte dei molossoidi piu’ conosciuti e diffusi ) NON OSO NEANCHE IMMAGINARE …………anche un puma se la darebbe a zampe levate !!! E il dogo finirebbe nel dimenticatoio (razza che mi piace tantissimo ma che spesso riserva strane sorprese …………e credetemi non è SEMPRE colpa dei proprietari !!!).

    Mi piace

  84. Al ha detto:

    Ma gaurda che i pit li selezionano piccoli apposta perché siano il più efficaci possibile. Un pit di 50 kg non avrebbe chance. Troppo pesante, troppo grosso, poco agile e con la respirazione di un bulldog. No, no Luigi, i pit-man il loro mestiere lo sanno fare: è ingiusto mettere di fronte un alabai con un pit perché un buon pit l’alabai se lo fa in mezz’oretta.

    Mi piace

  85. Luigi ha detto:

    Al , in condizioni naturali nutro seri dubbi …………puo’ essere agile , resistente ed una “macchina” biomeccanicamente perfetta quanto vuoi ma un rott se in preda ad un’aggressivita’ feroce una volta preso tra le poderose fauci il pit lo smonta cellula per cellula …………..alla fine è un cane anche il pit e non un robot corazzato ……….unico particolare nel post fight il rott ha bisogno di recuperare per un bel po’ fiato ed energie e solitamente beve minimo 5 litri di acqua ………..sai cosa ha un rottweiler in piu’ rispetto al pit (oltre ai pesi e alle misure ) un’istinto ossessivo alla DOMINANZA esasperata e…. cocciuto com’è non è difficile che metta in atto poi rituali macabri tipo rotolarsi sul cadavere dell’avversario con tanto di lingua di fuori godendo come un diavolo orgoglioso della sua impresa maniacale . (purtroppo 2 anni fa ho assistito a tale scempio per colpa di un deficente al quale non andrebbe affidata neanche la vita di un topo di fogna che forte dalla sua convinzione fece entrare di proposito il suo pit nel mio terreno RECINTATO buttandolo dentro di peso….. erano giorni che l’esaltato andava avanti e dietro con quel poveretto al guinzaglio e spesso si fermava vicino al cancello per vedere l’effetto stupido che ne conseguiva ……….piu’ volte gli ho detto di smetterla ma lui niente e il cane fedele al suo IDIOTA umano lo assecondava ) poi piangeva recitando sicuramente ……….io ero sotto la doccia e senti’ un gran casino ma non potevo minimamente immaginare ……….mi chiesi da dove fosse piovuto questo pitbull …………..poi la vicina che era a stendere il bucato mi riferi’ la reale dinamica dei fatti poichè a tutt’oggi lui ancora sostiene che se lo tiro’ dentro il mio rottweiler ma le perizie su altezza della recinzione e larhezza delle inferriate parlano chiaro ….) sono ancora in causa legale con questo psicopatico che mi chiede il risarcimento anche MORALE ………….il dobermann l’altro mio compagno di vita era nel box perchè prima di andare a docciarmi gli avevo messo il frontline ………..quindi niente spalleggiamenti o aiutini da colleghi ………un conto è un rottweiler linee tedesche da lavoro puro …………. ben altro sono i diffusissimi labrarott o rottanova ……….molto ………..molto piu’ “decavallizzati” e quindi meno pericolosi .
    HO sempre cercato di correggerlo senza mai esaltare la sua innata aggressivita’ ma ………….infame era da cucciolo ed infame è adesso che ha 5 anni .
    Concludo dicendoti che se il cane CORSO non si fosse ridotto ad una inutile larva prognatissima da expo’ io un rottweiler cosi’ non lo avrei MAI preso con me perchè il Corso quando è tale credo che sia il TOP indiscusso del cane da guardia/difesa equilibratissimo e saggio .

    Mi piace

  86. loris ha detto:

    Scusa luigi, non capisco dove vuoi arrivare, se forse per il motivo che il rott è più forte di un pit, temo che tu ti sbagli perchè i pitbull battuti dai rott sono cani malati, in confronto al migliore rottweiler selezionato giusto per gli appassionati che vanno a vedere i combattimenti tra cani e per non farli annoiare, creano questi combattimenti fasulli e truccati..Un rottweiler non avrebbe nessuna chance contro un pitbull in piena salute e di stampo vecchio sangue..Infine il lupo non capisco cosa centra nella tua opinione tra cani, non vorrei che confondi un lupo con un canelupo..

    Mi piace

  87. Luigi ha detto:

    ……..dipende dal singolo soggetto e ribadisco se parte per primo il rott è devastante e spietato ………se perde tempo e fiato prezioso il pit gli riservera’ una lenta e dolorissima agonia tanto lui non ha MAI fretta forte delle sue attitudini innate e se non si interviene è qualcosa di davvero atroce ………..per il piu’ “grosso” ……….questo è il mio pensiero personale non una regola cinofila assoluta caro Al ……….nonchè una ipotesi assurda perchè fatti salvi i motivi biologici non si dovrebbe mai speculare sulla pelle di poveri animali accondiscendenti approfittando della loro FEDE INCONDIZIONATA nei nostri confronti .

    Mi piace

  88. Al ha detto:

    Scusa Luigi, ma trovo difficolà a leggerti, un po’ perché scrivi troppo e un po’ per la confusione. Comunque tu puoi, ovviamente, credere ciò che vuoi. Un salutone

    Mi piace

  89. Luigi ha detto:

    Al, è semplice quello che cerco di affermare : in condizioni naturali il pitbull non è il re indiscusso nella lotta tra cani ………..tutto qui .
    Ho visto anche pastori tedeschi linea lavoro (grigioni) mandare al creatore dei pitbull tutt’altro che malati o frutto di cattiva selezione .
    Fermo restando che ol pit è la razza da fight per eccellenza .

    Mi piace

  90. Luigi ha detto:

    Ciao Loris , forse per omonimia ma io non ricordo di aver menzionato il lupo nei miei commenti …….

    Mi piace

  91. christian2 ha detto:

    Il rottweiler è un cane forte, potente e polivalente, ma negli scontri con i propri simili non credo sia il migliore; “di regola” (le eccezioni poi esistono sempre ovviamente) contro un forte pit addestrato ha poche chanches. Semmai possiamo dire che il rott è superiore al pit come cane da guardia e da difesa, proprio perchè il pit certe peculiarità non ce le ha proprio nel sangue, quindi il confronto nemmeno avrebbe senso. A mio avviso in ipotetici scontri gli unici cani che possono battersela seriamente con un pit selezionato per la lotta sono il Kangal (secondo me il più forte), l’Alabai, il Caucaso, il presa canario e forse il Dogo argentino. A parità di peso però il pit credo prevalga con tutti. Cmq concordo con chi dice di non giudicare i cani solo per le capacità di combattimento… un buon cane va giudicato anche per tanti altri aspetti e bisogna anche vedere per cosa è stata selezionata la razza di appartenenza. Il rott ad esempio nasce come cane bovaro; è stato poi impiegato con successo come cane da difesa e anche da guardia. Non è mai stato un cane da lotta, pur essendo molto forte ed aggressivo.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Premetto: faccio un po’ di ironia, non ti offendere.

      “… il Kangal (secondo me il più forte), l’Alabai, il Caucaso, il presa canario e forse il Dogo argentino…”

      In questa lista della spesa ne hai dimenticati molti.
      L’aggressivo dobermann e il terribile beagle, per esempio.

      Immagino che ti starai domandando se sto dicendo sul serio.
      Non scherzava una gentilissima signora dopo aver visto il mio cane allontanarsi al ringhiare dalla sua cagna a causa dei suoi affilatissimi denti come i piragna (a suo dire).
      E non scherzava un altro signore che mi invitava a tenere lontano il mio cane dal suo beagle che è un cane da caccia ai cinghiali e potrebbe mordergli … le palle.
      Ovviamente in entrambi i casi mi sono allontanato terrorizzato.

      Che c’è molta ignoranza e campanilismo (meglio dire così) in questi discorsi. Si ragiona spesso come tifosi di calcio o per antagonismo (i ducatisti per esempio pensano che sia la migliore moto del mondo, così i tifosi della Honda, della Yamaha, Red Bull, Ferrari, i tifosi della Juventus, Milan, Inter, Barcelona, …., chi dice che Biaggi è più forte di Rossi)

      Cosa voglio dire?
      Nei singoli incontri c’è chi vince e chi perde. Se ne danno tutti di santa ragione e se ne prendono di santa ragione. Anche i pitbull.
      Ma è la storia a dire chi è il migliore. E il pitbull, piaccia o non piaccia, è il combattente perfetto essendosi guadagnato da vivere combattendo contro ogni altra razza.
      Non sono i libricini o il sapientone di turno a dirlo, ma gli allevatori e scommettitori dell’epoca. Qualcosa vuol dire.
      Può essere che nel tempo i pitbull perdano questa loro caratteristica e diventono dei rammolliti. Ma per ora resta la migliore razza (ho detto razza e non il singolo pitbull, che ce ne sono a migliaia imbastarditi e labradorizzati anche tra gli allevatori).

      Sono d’accordo con Al.

      Mi piace

      • Christian2 ha detto:

        Tranquillo Bruce, certo non mi offendo su uno scambio di opinioni sui cani; anche perchè, non me ne volere, ma non hai centrato il nocciolo del mio discorso, ma forse sono io che mi sono espresso male, tant’è che rileggendomi mi sono anche auto-corretto su un altro punto. Puntualizzo e poi chiudo: io ho risposto ad un utente che sosteneva la superiorità del rott sul pit in fatto di lotta; come potrai leggere gli ho risposto che era fuori strada, dicendo altresì che il rott non è un cane da lotta, il pit si, punto. Detto questo ho completato l’intervento sostenendo che secondo me (e secondo altri) gli unici cani che “possono battersela seriamente” col pit sono quelli citati. Potersela battere non significa che questi si mangiano un pit e via, significa solo che lo scontro tra loro potrebbe essere più avvincente ed incerto rispetto a quelli con tutti gli altri cani, proprio perchè quelli citati sono cani anch’essi utilizzati per la lotta nei loro paesi d’origine. Poi magari statisticamente si avrebbero più vittorie del pit rispetto a quei cani, ma io infatti parlavo di “battersela”, di reggere il confronto, rendere incerta la lotta, ecc… Il Kangal lo considero forse il più forte perchè completo sia come cane da guardia al gregge contro i selvatici, che come fighter, ma qui andiamo troppo fuori tema. Se vogliamo il mio intervento era più di confronto tra gli sfidanti del pit, ecco. Concludo dicendo che non sono tifoso di nessun cane, ma quando intervengo cerco di essere solamente obiettivo (magari a volte anche sbagliando…), però ti prego di non far passare proprio me per un anti-pit, perchè ne ho avuto uno, che mi è stato avvelenato ad un anno scarso, e appena mi sarà possible me ne riprendo un altro!!!. Buona giornata e attento ai beagle!!!!!

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Non c’è problema caro cristian.
          Il mio discorso era generalizzato, poi è capitata l’occasione rispondendo al tuo apprezzablle e gentile commento.

          Spesso però mi sono fatto una domanda alla quale non ho trovato alcuna risposta. E non intendo dai sapientoni di turno ma dall’Enci.
          Il pitbul non è una razza riconosciuta. Ovvero non è una razza riconosciuta dell’Enci. Perché?
          Al gruppo 3 dei terrier con il numero 286 è classificato l’american staffordshire terrier. Non c’è traccia del pitbull (pitbull terrier) Nè in altri gruppi.

          A dire il vero la risposta è chiara. L’ente nazionale della cinofilia italiana si lasca ancora condizionare dai pregiudizi contro questa razza dettati dai benpensanti e dal curriculum di questo cane, quando oramai è legge la messa al bando dei combattimenti tra cani.
          Insomma per non farsi etichettare come un ente che accetta e legalizza una razza nata per i combattimenti.
          Nello stesso tempo riconosce razze altrettanto “di personalità” (per usare un aggettivo tenero) come i Dogo e Rottweiler (tanto per fare solo due nomi) considerati da più persone proprio qui dentro come i massacratori di pitbull.
          Non sarebbero anche loro da tenere fuori legge?
          Allora perchè questa discriminazione? Perchè è la più pericolosa? la più aggressiva? Perchè molti ancora lo identificano come il cane assasino?
          Perchè è il migliore combattente?
          Se la ragione fosse questa, allora, è la risposta a quanti ancora biasimano questa razza.

          Aggiungo infine che l’Enci farebbe bene a mettere ordine “inequivocabilmente” in questa razza e sugli allevamenti tenendo ben alte le sue caratteristiche, lo standard per regolamentare la disciplina e impedire la vendita di simil-pitbull che non sono altro che dei meticci di pitbull che danno poi fiato a tanti ignoranti.
          Un saluto e occhio ai beagle😆

          Mi piace

          • Christian2 ha detto:

            Non so risponderti, anch’io non capisco perchè non venga riconosciuto e lo trovo assurdo. Se il problema fosse davvero la sua origine e la sua nomea allora saremmo fuori…allora ci dovremmo chiedere perchè è stato riconosciuto il Fila Brasileiro, in passato utilizzato per dare la caccia agli schiavi che scappavano; altro che dog fighting…

            Mi piace

          • gio ha detto:

            Bruce,complimenti per il blog, volevo dire che l’ ENCI non riconosce il pitbull ,perchè ritiene la razza priva di necessarie caratteristiche comportamentali attitudinali e di carattere con improvvisa aggressività…..mi vien da ridere ..comunque considero positiva la cosa ,perchè rovinerebbero la razza come hanno fatto con il mastino , corso , boxer ecc..la rovina sono le esposizioni di bellezza ,già ne organizzano troppe anche per i pitbull ,purtroppo molti allevatori selezionano solo per estetica per vincere agli show .saluti

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Grazie, troppo buono.
            Perfettamente d’accordo.

            Mi piace

  92. Al ha detto:

    A questo punto cedo le armi ai veri “esperti”🙂. Tanti auguri ahahahahahah

    Mi piace

  93. christian2 ha detto:

    Rettifico in parte il mio ultimo intervento dopo essermi riletto: il pit è poco (pochissimo) adatto alla guardia in confronto al rott, questo intendevo dire; è invece addestrabile alla difesa personale.

    Mi piace

  94. fiorito ha detto:

    Ma che montagna di fesserie che si debbono sentire in giro ed in questi commenti.. e senza che si abbia la minima conoscenza, che non è l esperienza o l hobby macabro delle lotte, ma la cara, vecchia ma non per tutti biologia e le care teorie evoluzionistiche, in questo caso artificiose e frutto dell’ uomo. Cosa voglio dire ai quei quattro mentecatti che perdono tempo a sparare cazzate? Voglio dire semplicemente che se nelle lotte si usava il pitbull, avendo a mente altre razze come il rott, caucaso, anatolian shepard e via dicendo, c è uno e uno solo di motivo! E il migliore. Perchè è nato, è selezionato per questo. Punto, non si scappa. Ha tutte le qualità che di generazione in generazione si sono trasmesse alla discendenza, e infatti dal pitbull oggi nascono una marea di incroci del cavolo proprio per la lotta, ma alla base hanno tutti il pitbull. Se devo fare salvataggio in acqua seleziono determinate caratteristiche e allora mi nasce il Terranova, con tecnica di nuoto ADATTA e zampe palmate, super ossatura e cintola scapolare all’ ennesima potenza come il collo. Se invece debbo fare lavoro di salvataggio in montagna, il più massacrante che ci sia, mi servono una montagna di muscoli che sopportino il freddo, che trainino come un cavallo, che abbiano l’ ossatura di un orso e che siano docili, e allora mi esce il cane, questo sì, nettamente più forte, non potente, ma forte in valore assoluto, trainante più di ogni altro cane al mondo, cioè il buon vecchio San Bernardo. E via dicendo… Mai nessuno che faccia un discorso simile. L uomo ha plasmato il cane a sua funzione, sono quel che sono, nel bene e nel male causa nostra, perchè in cinofilia il bello è funzionale, ed un cane fa quello che fà solo per un motivo: perchè è il migliore. Abbiate pazienza andate a leggervi 2 cosette e magari impararete qualcosa. Nulla di cui obiettare sull’ articolo, mi trova in grande accordo. Saluti italioti

    Mi piace

    • rott ha detto:

      sei tutto scemo

      Mi piace

    • rott ha detto:

      fiorito coglionazzo non eseste la razza specializzata per un certo uso coglione e solo un invenzione coglione ci sono dei rott cacciatori di tartufi ma non sono stati selezionati per qwesto coglione cosi come rott che al pitbull se lo magnano anche se il tuo pitbull dici tu testa di cazzo e stato selezionato per la lotta i cani da pastore al lavoro su gregge sono tutti meticci coglione devo andare avanti o vuoi altri esempi coglione ..coglione non e una offesa….

      Mi piace

  95. Luigi ha detto:

    EPPUR SI MUOVE !!!
    liberissimi di pensare e “tifare” per la razza preferita ma per onesta’ cinofila bisogna accettarne i limiti BIOLOGICI ………….c’era una femmina di rott dieci anni fa che i pit supercampioni li spezzava in 2 in direttissima …………il pit era ancora li ad organizzare la sua scenografia da show fighter ma ………..poi si accorgeva che non riusciva piu’ a muovere il “retrotreno” ………..SICURAMENTE il pitbull è IL MIGLIORE ma sovente capita un rott borderline LETALE ………..che vi piaccia o meno ……………..accade .
    Se non l’avessi vista io personalmente non ci avrei MAI creduto …………GIURO .
    Riguardo l’ ALABAI vale lo stesso discorso …………..

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Giusto. Tutto può accadere.
      Anche di aver visto personamente il mio modesto amstaf soggiocare un “letale” rottweiler non ci avrei creduto. E l’ho fermato giusto in tempo, mentre il suo padrone (un idiota che era entrato nel parco per cani con spavalderia) dava calci alla pancia al mio cane e mi riempiva di parolacce. Giuro.
      Giuro che lo avrei morso anch’io alla gola (al padrone) con qualche anno in meno.😆

      Mi piace

      • Luigi ha detto:

        Io le credo Sig. Bruce e le credo davvero ………….ho visto amstaff mandare al manicomio anche dei Caucaso , San Bernardo , Bandog e Rott …………è lei che non crede a me e cioè che uno su 10 mila rott(di sicuro non quelli da expo’ all’italiana ) puo’ essere un vera e propria macchina per uccidere……… e i pit o gli amstaff li fa fuori in serie e non uno alla volta .
        Il mio non è un fanatico pressapochismo da razzista fissato del cane che possiede ma sin dal principio affermo che : DIPENDE DAL SINGOLO SOGGETTO .
        Per l’alabai comunque concordo che per ottenere simili IGNOBILI performance sia stato rinsanguato di pit senza ombra di dubbio .
        Spero si esser stato chiaro ………..i miei rispetti .

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Caro Luigi, la cosa che non capisco e mi lascia perplesso in lei è che scrive a lettere cubitali che “dipende dal singolo soggetto” e poi subito dopo scrive “e i pit o gli amstaff li fa fuori in serie e non uno alla volta”.
          Tre sono le cose da dire:
          1) non possono essere vere entrambe le frasi. La coerenza non è il suo forte.
          2) la sua è una rispettabilissima opinione come le altre. Nient’altro. Ma anche lei è uno dei tanti esperti che si è presentato qui dentro per diffondere la sua verità “da esperto”. Insomma sto verificando attraverso questo post quanti gran esperti cinofili ci sono in Italia. Lei non è al primo posto da quello che leggo.
          3) “Il mio non è un fanatico pressapochismo da razzista fissato del cane che possiede”. Lo è. Mi creda. Basta che si rilegga.
          Spero che abbia colto le sue contraddizioni.
          Un caro saluto.

          Mi piace

          • Luigi ha detto:

            Caro Bruce , la mia incoerenza come la chiama lei è solo una maniera di esternare che un po’ tutti hanno ragione ma ……..il pitbull a priori e in via assoluta non è il dog fighter invincibile ed indiscusso come spesso viene descritto e MITIZZATO ………detto cio’ riguardo Giuseppe le allego un’articolo giusto per darle modo di farsi una vaga idea riguardo la sua esperienza in ambito pitbull ………..legga le date ……….e poi ne tragga le sue conclusioni ………..infine le scrivo che il mio attuale rottweiler non fa il fighter per “professione” ma sa difendersi bene anche perchè il pit che anni fa mando’ al creatore 2 anni fa poi si è saputo che era un veterano dell’ “arte” ma non me ne vanto mica ………….anzi al tempo fu duramente punito perchè la vita è un valore imprescindibile e lui deve fare il guardiano/difensore non il killer sadico in via del tutto INUTILE .
            Ecco l’articolo : https://www.facebook.com/photo.php?fbid=601404153254489&set=p.601404153254489&type=1&theater
            Dopo di che la saluto e non ci credera’ ma con stima …………perchè ripeto io credo alle sue affermazioni ……………..lei a volte NO ma ciascuno ha sempre una verita’ bella o brutta da raccontare in base alle sue personali esperienze .

            Mi piace

          • Luigi ha detto:

            i pit o gli amstaff li fa fuori in serie un singolo rottweiler in PARTICOLARE : SOGGETTO (rare o meno rare ECCEZIONI ) non tutta la razza rottweiler nella quale ci sono esemplari che non riuscirebbero a farsi rispettare neanche da un pomerania ……………..ci siamo capiti adesso o no ?
            CORDIALI SALUTI .

            Mi piace

      • rott ha detto:

        qwel rott aveva 4 mesi vero ?

        Mi piace

      • rott ha detto:

        bruc..iato che droghe usi tu un rott non sai neanche come e fatto tu vedi un doberman in sovrapeso lo scambi x rott se 6 un uomo non cancellarmi anzi rispondimi che ti replico testa di pitbull

        Mi piace

  96. Luigi ha detto:

    ……….dimenticavo ……..a lei non servivano hard training , limature dei denti , ore ed ore passate appesa ai copertoni ed altre diavolerie ………….salvo qualche passeggiata nel terreno recintato solitamente era in un box 4×2 ONDE EVITARE SERI PROBLEMI …………sono casi rari ma ci sono ………..Iron la rottweiler LETALE .

    Mi piace

  97. Al ha detto:

    Luigi, ma cosa vuoi aver visto tu? ahahahahahah Ma per piacere…

    Mi piace

    • Luigi ha detto:

      Gia’ perchè tu Al sei il custode dello scrigno SEGRETO della verita’ cinofila in assoluto …………appunto MA PER PIACERE !!!!!!!!!!! E poi portate rispetto per il Sig. Giuseppe che in italia allevava ed aveva pitbull sin dai tempi nei quali tutti erano fossilizzati sul pastore tedesco (rin tin tin ) ……..non si è presentato perchè la sua passione cinofila non è avida di inutile gloria ma potrebbe essere il MUST qui riguardo il pitbull E non solo ……….. con pochissimi rivali per cultura in merito !!!

      Mi piace

    • rott ha detto:

      al sono sicuro che il pitbull a mollare scoregge sono i piu forti del mondo anche tu

      Mi piace

  98. Al ha detto:

    Venghino signori, venghino…che il circo presenta un nuovo personaggio!!! ahahahahahahahahahah. E chi sarebbe il signor Giuseppe? Io conosco un salumiere con questo nome: è forse lui? Lascia perdere Luigi, la cinofilia non è per te. Dedicati ad altro e avrai maggiori soddisfazioni. Se te lo dico è perchè ciò che scrivi è illeggibile ed anche offensivo nei confronti delle varie razze e delle loro reali attitudini.

    Mi piace

  99. Luigi ha detto:

    Al se io sono offensivo nei confronti delle varie razze tu che dai del salumiere ad una pesona che mi ha dato modo di capire che di cani se ne intende davvero che cosa stai facendo ?
    Fossi in te mi darei una regolata .
    Ciao io ho chiuso ciascuno si tiene le proprie idee in base alle sue esperienze ma ricordate il soffitto del vostro pit è sempre il pavimento di un’altro qualsiasi cane…….. anche un METICCIONE (se ne ha le caratteritiche tali ) .
    AD MAIORA

    Mi piace

  100. bruce ha detto:

    “….. detto cio’ riguardo Giuseppe le allego un’articolo giusto per darle modo di farsi una vaga idea riguardo la sua esperienza in ambito pitbull …..”

    Caro Luigi, in un certo senso mi dispiace che ci lascia evidentemente non ha la stessa tempra del tuo letale cane.
    Per il sig. Giuseppe mi sembra che da parte mia c’è stato solo rispetto. Solo lei non lo ha notato. Con eleganza ha espresso il suo pensiero che in parte ho condiviso.
    Lei, invece, a giudicare dai suoi commenti, urlati e esaltati, mi sembra poco equilibrato per darle ancora credito.

    Dimenticavo: il suo link non esiste (forse è stato cancellato, o lo hanno censurato)
    Ciao

    Mi piace

  101. Luigi ha detto:

    Caro Bruce, la tempra le assicuro che non mi manca (modestamente), quello che che invece scarseggia almeno nella mia esistenza è il tempo da perdere a vuoto nel batti e ribatti effimero o nel gioco di chi dice sempre l’ultima per esibire una vririlita’ virtuale tutta da dimostrare .
    In principio credevo di poter esprimere la mia opinione in liberta’ ma se il suo blog è solo per gli addetti ai “lavori” o idoneo a chi le da sempre ragione allora liberissimo di gestirlo come meglio crede .
    Io volevo solo raccontare e condividere le mie esperienze personali dirette nella speranza di interagire con amici cinofili in un civile dibattito e non con una setta di fanatici pitbullisti tutto qui .
    Ne consegue che non essendo in linea con la vostra “dottrina” tolgo il disturbo e quando posso cerco di scambiare opinioni con gente imparziale e disponibile al dialogo costruttivo in altre sedi .
    I miei piu’ cordiali saluti a lei ai suoi gladiatori e a tutti coloro che hanno partecipato alla discussione fermo restando che nella rosa degli opinionisti ci sono altri 2 Luigi e per omonimia mi sono stati associati commenti che non mi appartengono nella maniera piu’ assoluta .
    Per il link di cui sopra non hanno censurato un bel nulla è solo che il proprietario dell’articolo sicuramente avra’ la privacy di facebook e quindi è visualizzabile solo da amici se vuole la prova che le mie non sono bagginate la contatterei volentieri in privato mi dica solo dove e come perchè non vorrei mettere i miei indirizzi email o l’account di facebook alla mercè di tutti (viste le esperienze pregresse e senza alcuna malizia nei confronti dei qui presenti ) .
    Con rispetto Luigi.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro Luigi se c’è stata confusione di … Luigi e alcuni commenti le sono stati attribuiti erroneamente me ne dispiace. Se vuole posso apportare le modifiche se mi indica quali sono i suoi.
      Ma se è lei colui che scrive in stampatello (urla), con punteggiatura sgrammaticata e termini poco urbani, allora se li è meritati tutti.

      ” ….. quello che che invece scarseggia almeno nella mia esistenza è il tempo da perdere a vuoto nel batti e ribatti effimero ….”.

      Lei è molto simpatico Luigi. Dal conteggio del numero dei suoi commenti mi sembra che è lei chi ha avuto tempo da perdere a vuoto.😆 E mi sembra che abbiamo anche molto dialogato. Altrimenti l’avremmo ignorata come persona di poco credito. Non crede?
      Le discussioni ci sono, ma non mi sembra che le siamo state rivolte parole offesive. Forse un po’ di ironia, ma questo ci sta. Dai.
      Per quanto riguarda il link, evidentemente lei è un suo amico ed ha il privilegio di accedere alla sua pricacy. Se intercede per me le sarei grato. Voglio farmi una cultura. Se è roba interessante la posso anche pubblicare. Ma se c’è solo da leggere che i rott sono massacratori dei pit, allora si risparmi la fatica, quella è roba che interessa solo persone come lei.
      Per il resto sono d’accordo. Ricambio i saluti.

      Mi piace

      • Luigi ha detto:

        Sig. Bruce, nessun video , nessun rottweiler , nessun combattimento , nessun massacro è “solo” un articolo nel quale la testata piu’ rinomata del Molise pubblica una memoria al primo pitbull della regione passato a miglior vita di proprieta’ del Sig. Giuseppe (il salumiere come qualcuno qui lo definisce ) che non risparmia nessun dettaglio per ricordare le gioie e le soddisfazioni che il suo Rocco detto Rocky gli aveva donato sin dai primi giorni di vita .
        Insomma una dedica scritta e voluta dal Sig. Giuseppe messa nero su bianco per condividerla con i lettori che piu’ o meno ignoravano tutti , al tempo chi e cosa fosse un pitbull almeno dalle nostre parti .
        Se ha voglia di visionarlo mi dia indicazioni circa un’indirizzo al quale inviarle tutti i dati necessari .
        Detto questo io non ho davvero piu’ nulla da scrivere in questa sede .
        Saluti .

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Un articolo di fanatismo. Per l’appunto. Come immaginavo e facile da capire, dal momento che è riservato solo a quelli della vostra specie.
          Ora so anche che tipo di persona è Giuseppe. Mi rimangio tutto ciò che di buono avevo detto di lui.
          Insomma è uno come lei, due esaltati.
          Detto questo lei non ha davvero più nulla da scrivere perchè ha già dato ampiamente il suo peggio.
          Saluti

          Dimenticavo:
          se questo è l’articolo a cui lei e giuseppe fate riferimento:
          (http://www.geapress.org/ambiente/isernia-scontro-lupo-pit-bull-fotogallery/24376)
          ebbene lo avevo già visto e ho anche risposto il 25 settembre che è un servizio “bufala” per i motivi ampiamente spiegati.
          Insomma oltre ad essere degli esaltati, siete anche due grandi e grossi esperti del c…. ( quando ci vuole ci vuole😆 )

          Mi piace

          • Luigi ha detto:

            Bruce mi perdoni ma ha sbagliato fumetto …………l’articolo di cui lei parla non c’entra una benemerita mazza con l’articolo al quale faccio riferimento io !!!
            L’articolo di Giuseppe è degli anni ’90 mi dica solo se la posso trovare su facebook che glielo faccio leggere ……………cosa diavolo centra quella buffonata con una dedica ad un pitbull amato ed adorato morto per carcinoma epatico a 6 anni di sole grandi soddisfazioni a livello nazionale e non certo per i combattimenti da bronx !!!!!!!!!!
            Le ho detto che tale articolo si trova sul diario personale di Giuseppe A. insieme alle foto di Rocco detto Rocky ………..quello da lei postato è solo una cretinata da salone per barba e capelli e il Luigi fissato per i lupi NON SONO IO ..

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Mi scusi, ancora qui.
            Comunque è pur sempre un … fissato.😆
            Buona notte amico dei fanatici massacratori di pit. Senza offesa, non vorrei che la devo leggere ancora.😆

            Mi piace

          • Luigi ha detto:

            ………..abbiate cura di voi

            Mi piace

          • Al ha detto:

            Ahhhh!!!! Ho capito chi è ahahahahah. Ed ecco che chi pensa male poi ci azzecca!😉
            Però che strano questo Giuseppe…che manda altri a parlare per sé e che quando ha la possibilità di parlare in prima persona, blocca l’interlocutore😉 (un po’ di mistero lo metto anche io…). Comunque l’Uomo è stato già letto e vagliato e vale davvero quanto i suoi video🙂. Ora ne posto uno anche io http://youtu.be/LRH7HyipqtA. Ecco, ora avete la prova provata di quanto un gatto riesca a fare ad un alligatore. Spero di riuscire a trovare il video della capra che prende a calci un orso bruno, così il Giuseppe/Luigi lo aggiungerà alla sua collezione🙂

            Mi piace

          • Luigi ha detto:

            Spiacente Al, devo tornare in bottega ho sistemato i miei cani e adesso il dovere chiama buona fortuna😉

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Questo Luigi comincia a piacermi, ha un gran fisico da sballo😆
            Mai avrei immaginato chi fosse in realtà😆

            Insomma non ci vuole proprio lasciare. Tutto sommato penso che lei si trovi bene qui, allora, a parte gli scherzi, le chiedo pubblicamente di restare, è troppo divertente, e poi avrei molte cose da chiedere a voi esperti (lei e giuseppe) per poterle pubblicare, per esempio sulla resistenza dei suoi super atleti rottweiler: quanti secondi (uno? due? tre?, non di più) riesce a tenersi sospeso ad un ramo (se ci arriva) e quanti secondi resiste contro un dogo o un kangal.
            Ma è solo una curiosità, perchè qui dentro ne ho sentite di tutti i colori e non so più dove sta la verità.
            Buon apertura del negozio e si ammiri😆

            Mi piace

          • Luigi ha detto:

            le do l’ ultima soddisfazione Bruce e poi disattivo l’iscrizione… allora il mio rottweiler non labradorizzato come tanti esemplari made in italy non si appende a nessun ramo ne a nessun copertone come una scimmia perchè non ne ha bisogno mi creda ma specie nei primi 2 anni i pneumatici li prendeva direttamente dalle ruote delle auto di famiglia aimè, solitamente passa l’80% della giornata a ranocchio sempre nelle mie vicinanze apparentemente sornione ma vigile e ATTENTO .
            Come attivita’ fisica attiva adora giocare al riporto della palla (anche se sono costretto a comprare una palla di 500 grammi in gomma piena ogni giorno perchè la riduce in molecole appena finisce di giocarci ).
            50 kg di muscoli e potenza fuori dal comune mista ad una elevatissima soglia di aggressivita’ , possessivita’ , territorialita’ e dominaza per nulla incentivate dal sottoscritto…….onde evitare spiacevoli effetti collaterali , in 5 minuti una volta atterrato un qualsiasi piccibulli (come lo chiamano in sudamerica ) lo azzanna al collo e lo scuote come se fosse un gatto ad una velocita’ impressionante………non ha molta resistenza ma nel breve e reattivo attacco lascia pochissime speranze al lottatore per antonomasia forte del suo morso poderoso e di un collo abnorme .
            Ripeto per l’ultima volta che prima di affermare con tanta sicurezza che il pibull è il migliore bisognerebbe valutare il singolo soggetto nella particolare situazione ……….un Caucaso verace se si vede entrare un pit nel suo territorio con aria da strafottente lo ingoia per intero senza morderlo io a differenza vostra non sono un fanatico del rottweiler ……..cerco solo di essere obiettivamente imparziale e senza faziosita’ accettando i limiti anche del mio cane che ne ha come TUTTI .
            Addio .

            Mi piace

          • Al ha detto:

            Bella cagna, non c’è che dire🙂. Nella fossa morbida secondo me è davvero game. Resta da scoprire cosa c’entra il filmato di un bel toccone in questo ambito. I misteri si accumulano: Chi è Giuseppe, l’uomo misterioso? Luigi e Giuseppe sono la stessa persona? Perché mette filmati di zoccole? Proviamo a rispondere: Giuseppe è Giuseppe A., povero diavolo che faceva l’allevatore di poveri ukc di 35/40 kg destinati ad esibirsi in tristi mostre canine🙂; 2) Sì, Luigi è Giuseppe che, come i bambini, si “testimonia” da solo cambiando identità ah ah ah; 3) Forse vuol dare a intendere che lui lavora con una modella e magari se la porta a letto, dando di sé una immagine vincente🙂. E qui il ridicolo, il patetico e l’umoristico di confondono inestricabilmente in un magma etologico-erotico-psicosomatico.
            O forse la dolce Desirée, come ha intuito Bruce, è in realtà il Luigi/Giuseppe ex allevatore! Ha cercato di mutuare lo standard dei sui cani su se stesso. Non ci vedo un granchè di propedeutico per il gamedog con un fisico siffatto.

            Mi piace

  102. Al ha detto:

    Mi si dà del maleducato perché ho paragonato Giuseppe (ma Giuseppe chi????) a un salumiere. Ora, a parte il fatto che dire salumiere a qualcuno non è esattamente come violentare una suora in un parco giochi, rimane comunque il fatto che NON ho capito chi è questo fantomatico Giuseppe. Come posso insultare qualcuno che non mi è stato qualificato? Ho solo fatto notare che di giuseppi ce ne sono tanti. Giuseppe Garibaldi? Giuseppe Stalin? Giuseppe Francesco in arte il Kaiser?
    Sono davvero curioso. Io una ideuzza ce l’ho eh eh…e se è davvero lui siamo a posto ahahahah.
    Ma chissà…forse mi sbaglio e non è chi dico io. Bho!?
    Chiunque sia, ti ha semplicemente dato riferimenti sbagliati. Io non faccio nomi di gente che conosco, e che sicuramente ne sa più di dodici giuseppi messi assieme, perché non mi hanno autorizzato a farli e non mi pare il caso. Posso dirti che ho personalmente conosciuto un certo Tom Garner, quando sono stato in Messico. E parecchi altri pit-man di tutto il mondo.
    Magari si son sbagliati tutti a dirmi le stesse cose e forse ha ragione questo Giuseppe misterioso. Se così fosse, speriamo che sia persona di buon cuore e che sia contro i combattimenti tra cani, perché potrebbe farsi un sacco di soldi portando i suoi supercani contro i veri campioni pit. Anzi, mia zia ha un weimaraner…puoi chiedere a Giuseppe se ha delle chance?🙂

    Mi piace

  103. bruce ha detto:

    Caro Luigi, visto che insiste, allora insisto.
    Intanto le chiedo di non dirci addio, non se ne vada, glielo chiedo per favore. Altrimenti piango. Lei è troppo divertente. Col passare del tempo mi sta diventando sempre più simpatico.

    Dal racconto delle gesta del suo cane, lei non ha un cane normale, lei non possiede un rammollito rottweiler italiano, non ha nemmeno il miglior cane del mondo, lei ha Krypto, l’originale superdog della DC Comics.
    Già a un anno strappava i copertoni delle automobili di famiglia, a due anni quelle dei camion, a tre anni le ruote dei caterpillar.
    Gioca con le palle di ferro di 500 grammi riducendole in briciole. Ma cosa dico, le riduce fino agli elementi fondamentali della materia.

    Ha una superforza, un superudito e anche una vista a raggi X.
    Ha 50 kg di muscoli e potenza fuori dal comune che mista ad una elevatissima soglia di aggressività, possessività, territorialità, con un solo morso spezza in due bisonti, leoni e perfino elefanti. Quando si immerge in mare ingoia in un solo boccone i piccisquali bianchi (ops, volevo dire piccicani bianchi) come li chiamano in sud America.
    Non ha molta resistenza nel breve e poco reattivo ma lascia pochissime speranze a qualsiasi cane della terra e del sistema solare.
    Forse vola, anche se non lo ha detto.

    La prego non se ne vada, ci faccia divertire e sognare con le sue gesta con le prossime puntate della serie Warner Bros: KRYPTO THE SUPERDOG. Regia Luigi alias Giuseppe.

    Caro Luigi o comunque chiunque lei sia, esca dal suo grezzo ambiente e insano culturalmente.
    Un cane che non riesce a sorreggere il proprio peso è come un pugile di 100 kg che non riesce a fare una sola flessione alla sbarra.
    Un cane che non salta è come un pugile che non riesce a fare esercizi alla corda. Un cane che non regge 5 minuti di corsa è come un pugile che non ha resistenza.

    Lei può avere il cane più potente del mondo, ma un cane siffato se non colpisce ed uccide al “primo” colpo è solo una massa di carne pronta per essere fatta a pezzi. Spero che lo capisca.
    E’ ridicolo vantarsi di spezzare i cani peluche o piccicani. Come è ridicolo che un allenatore di box si vanti che il proprio pugile abbia steso con un solo colpo il ragionier Mario Rossi impiegato di banca.
    Non so se mi sono spiegato.

    Ed ora vada dal suo cane, lo accarezzi e gli dica che non lo meriti.
    Saluti

    Mi piace

    • gio ha detto:

      Bruce,i discorsi di luigi lasciano il tempo che trovano,la razza pitbull,è estremamente versatile ,il suo enorne potenziale è ben noto ,spero si possa parlare in futuro di come canalizzare le doti di tenacia gameness ecc.per conservarle al meglio ,magari valutando pregi e difetti delle varie linee di sangue ,(non da show,come ho già detto porterebbero la razza nella tomba).Ho sentito pareri di persone veramente esperte , il pitbull se ben selezionato è un ottimo cane con una marcia in più rispetto ad altre razze.Concludo dicendo che certe persone non mi sembrano appassionate di cani, ma di ben altro …saluti

      Mi piace

  104. christian2 ha detto:

    A questo punto propongo una sfida tra il pit di Bruce e il rott di Luigi/Giuseppe….il vincente lo portiamo a Yellowstone per sfidare un lupo; poi chi vince dovrà sfidare mia moglie… altro che pit e Kagal, quella si mangia tutti! Dai scherzo, ragazzi si parla di cani… non è nè politica nè religione! Saluti a tutti!

    Mi piace

    • gio ha detto:

      ha,ha,Christian2,comincerebbe una rivalità tra te e me su quale moglie sbrana di più,ha ha ha ha la ….mia è brachicefala dotata di morso persistente ha ,ha,saluti

      Mi piace

      • Christian2 ha detto:

        EEEh la mia è una jena… ha la gameness del pit (anzi di più) e i canini di un lupo nordamericano, anche se non rientra tra le razze pericolose… valle a capire ‘ste leggi!!!!

        Mi piace

  105. Piero ha detto:

    Salve a tutti e complimenti al sig. Bruce per il blog. Sono un grande appassionato di cani ed in particolare di molossoidi e volevo chiedervi un parere sul carattere del pitbull in quanto ho ricevuto opinioni doiscordanti. Si afferma che in molte razze molossoidi sarebbe meglio non amplificare le attitudini del cane alla difesa e alla guardia con appositi corsi di addestramento perche’ hanno nel loro dna tutte le caratteristiche per poter svolgere egregiamente tali ruoli.
    Ora facendo un paragone tra un rott ed un pitt non addestrati alla difesa e molto equilibrati, mi chiedevo se si poteva verificare la stessa reazione dei cani in questione difronte ad una minaccia a o aggressione al padrone da parte di malintenzionati ad esempio mentre si porta a spasso il cane al guinzaglio. Le attitudini alla guardia in generale e alla difesa del padrone o dei padroni sono piu’ marcate nel rott o nel pit?

    Grazie

    Mi piace

  106. Al ha detto:

    Caro Piero, le rispondo con la poca esperienza che ho maturato con cani di grossa taglia e, soprattutto, con la scienza di persone ben più informate di me che ho avuto il piacere di conoscere da quando vivo la mia passione cinofila. Intanto bisogna dire che Pitbull e Rottweiler sono due cani differenti, nel senso che hanno attitudini differenti. come probabilmente già saprà. Il pit non è un buon cane da guardia, anzi non lo è affatto. E anche come “bodyguard” lascia a desiderare, e questo per due precisi motivi: 1) è inibito verso l’uomo, data la sua altissima docilità e dunque, di suo, ci vede tutti come innocui esseri amichevoli. Naturalmente è possibile lavorare fino a farlo diventare mordace, ma qui entra in gioco il secondo fattore che me lo fa sconsigliare come sostituto di altre razze più funzionali alla difesa, ovvero…2) Il pit ha un senso tattico innato e una combattività maggiore rispetto a qualsiasi altra tipologia canina e -se dovesse realmente attaccare un uomo- lo farebbe da pitbull e sarebbe più difficile fermarlo. E non sono sicuro che gli basterebbe prendersela con un braccio.
    Prima di passare al rott, però, vorrei specificare che l’utilità e difesa e i corsi concernenti questa disciplina servono a controllare il cane, non ad aizzarlo. Un cane sa benissimo mordere da solo, e i corsi servono a far capire al cane quando mordere e quando no. Insomma, un corso fatto da un serio addestratore è da parte mia consigliatissimo. Se qualcuno le ha fatto intendere che lavorare sul cane significa farlo diventare aggressivo, direi che sarebbe opportuno non ascoltarlo troppo.
    Lavorare su un rottweiler o su un dobermann su un belga malinois in U.D. è invece il modo migliore per assecondare il cane nelle sue predisposizioni facendolo divertire allo stesso tempo.
    Lei ha citato il rottweiler appunto, che è un cane bovaro adatto alla guardia del territorio e alla difesa personale. Ebbene, se avessi la fortuna di poter avere un buon rottweiler (purtroppo ho solamente due cani e non posso prenderne altri), cercherei di addestrarlo al meglio e alla guardia e alla difesa della mia persona e dei miei cari. Un cane che lavora è un cane felice e un rott è certamente adattissimo a queste due attività, mentre il pit lo si può usare (mantenendone vive le caratteristiche di combattente insuperabile) per altri scopi, ovviamente leciti e morali. Spero di esserle stato di aiuto.

    Mi piace

  107. gio ha detto:

    Sono d’accordo su ciò che ha detto Al, il cane sa già mordere ,con l’addestramento viene condizionato a mordere la manica ,i molossoidi si eccitano particolarmente quando vedono il figurante prepararsi;risulta più difficile farli desistere dalla presa rispetto ad altre razze.Con un addestramento sportivo con il boxer che avevo non ebbi problemi, per curiosità cambiai tipo di addestramento dove veniva stimolata l’aggressività,sospesi subito poichè il cane acquisiva coraggio e mostrava aggressività nei confronti di mio padre ,(con il quale non è mai andato troppo d’accordo),inoltre mi venne sconsigliato perchè diventava difficile gestire il cane.Bisogna inoltre valutare il carattere del cane,a me hanno insegnato che il cane che eccelle in attacco difetta in ubbidienza e viceversa.Saluti a tutti .

    Mi piace

  108. Davide ha detto:

    Salve a tutti , un cane Corso cosi’ come un Rottweiler (quando sono tali ) non hanno bisogno di nessun addestramento o incentivo per espletare le loro innate attitudini (guadia/difesa) .
    Il pitbull senza arena , ring o come lo si voglia definire è come un Siberian Husky senza slitta , Per nulla propenso all’aggressivita’ e diffidenza nei confronti dell’essere umano adesso che i combattimenti e dico finalmente sono proibiti in quasi tutto il mondo trova un’ottima collocazione nella pet terapy dove avendo energie inesauribili ed un saldissimo equilibrio nervoso è il numero uno !!!
    Per un rottweiler io consiglio sempre un buon corso di obbedienza, è un molossoide poderoso e forte , dominate ed un proprietario responsabile deve assolutamente poterlo fermare in qualsiasi situazione ed averne il pieno governo , se con un rott se non si è in possesso della piena leadership (che si conquista con carisma, coerenza , fermezza e mai con coercizione) i guai sono dietro l’angolo perchè se un pit non si accontenta di un solo braccio quando raramente dovesse scagliarsi contro un essere umano ……..il rott si ferma solo quando ha completato l’opera e le disgrazie aimè sono visibili a tutti nei fatti di cronaca .(analizzando bene le dinamiche il cane di turno ha sempre fatto il suo dovere anche se male perchè mal educato ).
    Dopo aver letto il blog e le varie opinioni incuriosito ho cercato di analizzare meglio il pitbull nelle sue varie sfaccettature ed ora piu’ che mai sono sempre piu’ convinto che lo si sia sempre preferito nel dogfighting oltre che per le indiscutibili doti fisiche, per una esagerata devozione nei confronti di chi meritrebbe solo di esser sbranato e senza pieta’ .
    Allego un documentario di barbarie ingiuste e crudeli consigliandovi di focalizzarvi al minuto 09:00 è qualcosa di rivoltante ed in una situazione simile un rott avrebbe reagito pesantemente (anche perchè col cavolo che lo schiacci un bestione di minimo 50 kg ) .
    Concludo dicendo che un rottweiler non deve nulla a nessuno …………mai .
    Gia’ il cane Corso ha una personalita’ piu’ attenuata , piu’ rflessivo e meno spinto come reattivita’ agli inneschi di ira .
    Se chi lo possiede non riesce ad impostarsi come “capobranco” lui il rottweiler non tardera’ a prendere il comando della situazione nel bene ma soprattutto nel male, come tutti i molossoidi ha un bisogno morboso del contatto umano ma sa essere molto autonomo quando chi lo possiede non ha i requisiti da esso desiderati .
    Il Pit ha una devozione sconsiderata per l’essere umano che troppo spesso ne abusa senza un minimo di riconoscenza e moralita’ . (non tutti per fotuna )

    Mi piace

  109. Pamela ha detto:

    salve,ho una cucciolotta di staffordshire bull terrier,è giocherellona,impara in fretta e ci da tante soddisfazioni però da ciò che ho potuto notare è molto territoriale..mi spiego meglio,oggi i miei vicini hanno portato a casa una cucciola di dogo argentino incrociata con un pitbull,abbiamo pensato bene di fare incontrare le nostre cucciole ma si sono azzuffate…ora non sappiamo come comportarci anche perchè condividiamo lo stesso cortile…

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Intanto complimenti per aver adottato un cane, che per quanto possa essere impegnativo tuttavia ci riempie di affetto.
      I cuccioli, anche dello stesso sesso, tendono a dare subito un segnale del propro carattere, anche soltanto per impossessarsi di una pallina da tennis, ma tutto finisce in gioco.
      Non credo che ci sia stata una vera e propria zuffa, molto probabilmente li avete separati (impauriti) prima che si stabilisse il rapporto gerarchico.
      Da adulti il problema esiste. E forse sarà bene tenerli sempre al guinzaglio.
      Non consiglio mai un addestramento per ammorbidire il carattere, cosa diversa di un addestramento a rispondere ai comandi e alla camminata alla gamba.
      Ciao

      Mi piace

      • Pamela ha detto:

        grazie mille per la risposta… vorrei porle un altra domanda… ci consiglia di nn cercare di far instaurare un rapporto tra le nostre cucciolotte oppure potremmo provare a farle avvicinare graduatamente??? ci terremmo molto ad evitare questi conflitti tra loro anche perchè passiamo tanto tempo insieme…. nn ci aspettavamo davvero una reazione del genere,entrambe hanno iniziato a ringhiare nonstante siano molto piccole e cercavano di attaccarsi….😦

        Mi piace

  110. Pamela ha detto:

    abbiamo altri 3 cani che vivono a casa di mia madre,un boxer,un pechinese e un pincher…3 femmine…ma nn ci sn mai stati questi problemi..anzi non riescono proprio a vivere separate,se le allontaniamo anche solo per un giorno non mangiano,non bevono e non giocano…

    Mi piace

  111. Davide ha detto:

    essere ………non apparire😉

    Mi piace

  112. alessandro ha detto:

    Salve, sono uno zoologo non premetto questo per fare il saputello ma mi sono documentato sull’argomento in maniera più scientifica. Sento pareri, opinioni personali che non provano nulla come anche citare singoli episodi,anch’io ho visto una donna battere un uomo a braccio di ferro, ergo? I combattimenti tra animali si fanno da secoli c’è anche una discreta letteratura, risalendo alle fonti ho appurato che il pitbull era il più usato perché complessivamente (con qualche eccezione) dava i migliori risultati, gli appassionati di bandog e di pit confrontavano i loro cani, il + grosso bandog dominava i primi 15-20min. poi si stancava e il combattimento terminava quasi sempre con il bandog che rifiutava di attaccare, quindi per le regole cajun perdeva. Si è provato ad aumentare la taglia del pit per potenziarlo ma così si perdeva gameness, la taglia del pit adba è la + funzionale per lo scopo. Non c’è dubbio che i grossi mastini siano molto + forti del pit, F=MxA, non si scappa, se un rott incontra in un parco un pit gliele suona spesso anch’io conosco molti episodi di questo tipo, ma un combattimento “professionale” con 1 gamebred è un’altra cosa. Lo stesso discorso vale per il lupo, è stato provato in combattimento + volte ma 10su 10 finiva miseramente, molti esperti sostengono la superiorità del lupo ma non è mai successo che un lupo abbia sconfitto un cane da combattimento ADDESTRATO, conosco tutti i casi citati, dal sito turkmeno al lupo di isernia, nel primo non c’è prova del confronto 1vs1 lupo-cane, anzi da altri studi (coppinger e c.s.d.l.) risulta che le predazioni del lupo sui cani da guardiania del gregge siano sempre opera del branco contro singoli cani, quanto al caso di isernia è vero ma un pitbull ordinario non gamebred e non addestrato è un cane normalissimo. Le mie fonti sono libri di c.semencic dieter fleig….dove sono riportate cronache di questi avvenimenti, sempre lì ho letto che anche la lince era un facile avversario per il pit, il ghiottone un formidabile opponente ma alla fine veniva battuto, con il puma invece per un singolo cane non c’erano molte chances ma questo è intuibile. Ho citato solo fatti documentati non voglio imporre niente a nessuno, anche per me che ho studiato che le gerarchie di molti animali (esclusi i primati) si basano sulla mole è strano capire questo ma in realtà è spiegabile: in natura non esistono combattimenti ininterrotti di 3h (ho letto di un combattimento di 3,37min. tra 2 campioni adba usa!!!! buck vs sandman) per chiudere è ovvio che nessuno di noi ama o pratica i combattimenti si parla solo di banali curiosità, tipo vincerebbe federer o borg?

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Molto bello..
      Grazie.

      Mi piace

    • Davide ha detto:

      Ciao Alessandro , ho letto tutto e piacevolemte , le faccio i miei piu’ sinceri complimenti .
      Finalmete un commento oggettivamente corretto e professionale .
      Grazie .

      Mi piace

    • gio ha detto:

      Vero, lo scontro pitbull , bandog , venne riportato anche su un vecchio numero della rivista cani, la “legge” è sempre quella che dopo 15-20 minuti di lotta il pitbull prevale quasi sempre con qualsiasi razza, anche in Giappone scontro pitbull tosa, stessa cosa.Il pitbull oltre ad avere una gameness esasperata, sopportazione del dolore elevata ha anche una tecnica di combattimento superiore anche lo scontro tra ch. crenshaw jeep vs ch homer durò 3 ore e45 ma questi erano cani che si distinguevano e rientrando in standard adba avevano una struttura adatta per uno scontro prolungato; oggi il discorso è un po’diverso anche in ambito adba poiché non tutti gli adba sono funzionali, inoltre ci sono stati pitbull di stazza che chiudevano l’incontro in breve tempo ,in passato si preferivano cani più leggeri rispetto ad oggi, da quanto ho letto io. Considero il cane un evoluzione del lupo ,per cui un cane selezionato dall’uomo per un determinato scopo, supererà il lupo in quello scopo per cui è stato creato, il lupo non ha quell’aggressività di un cane da combattimento proprio perché vivendo in branco stabilisce una gerarchia altrimenti si estinguerebbe ,io ho letto questo ….poi le eccezioni possono sempre esserci…

      Mi piace

    • christian2 ha detto:

      Condivido in gran parte il discorso di Alessandro, un conto sono i gamebred addestrati, un altro i cani (pur della stessa razza) utilizzati come cani da compagnia che si possono vedere al parchetto sotto casa; il singolo episodio prova al massimo che nessuna razza, ovviamente, può dirsi imbattibile in senso assoluto, ma di sicuro non può smentire che una certa razza (parlo del pitbull adba ovviamente) sia indubbiamente più idonea delle altre per certi scopi. Sul confronto con i selvatici, in particolare con il lupo però, ho notizie leggermente differenti, come ho già scritto precedentemente, nel senso che da quanto ne so il lupo messo in gabbia è un pessimo combattente, anzi in genere non combatte proprio, è arrendevole e pensa unicamente a fuggire e quindi non serve nemmeno il miglior pit per sottometterlo. Cambia tutto però se il lupo lo si incontra in natura nel suo habitat e soprattutto se lo si incontra in un momento in cui è determinato a combattere; da quanto mi è stato raccontato da pastori e allevatori i (sono nato e cresciuto tra Lazio e Abruzzo…) contro un lupo di buona stazza e ben motivato quasi sempre è il cane domestico a finir male, anche se fisicamente fosse più possente (preciso che mi è stato raccontato di casi di maremmani, corsi, ciarplanina, ecc. non di pit che in montagna sono una rarità). Posto un articolo interessante sul confronto tra cane e lupo, in cui si parla, tra le tante cose, anche del possibile scontro tra un cane da combattimento ed il parente selvatico (opinione che personalmente mi sento di condividere).
      http://www.canidapresa.com/download/20091114-1770-09_CANIS4751.pdf
      Saluti a tutti.

      Mi piace

      • Davide ha detto:

        Pienamente d’accordo con te Christian2 , grazie per l’articolo che mi accingo a leggere molto volentieri (Y)

        Mi piace

      • alessandro ha detto:

        ciao christian, l’articolo sugli avversari del pitbull che ho citato (parzialmente x motivi di spazio) parlava anche delle scarse qualità di combattente del lupo nella fossa (esattamente come riferisci tu) tanto che per avere soggetti motivati si è provato anche con lupi femmine con i cuccioli vicino, in tal caso combatteva con +foga ma l’esito era lo stesso. Ovvio che una fossa è un elemento di svantaggio per un selvatico però se fosse davvero ‘sto superdotato possibile che anche per solo istinto di sopravvivenza il lupo non riesca a salvare la pelle, almeno 1 volta su 100? anche il puma impiegato nella “prueba” con il dogo argentino rimane terrorizzato in un angolo ma alla fine quando decide di difendersi devono essere separati altrimenti il cane finisce a fettine a meno che il puma non sia stato preventivamente privato degli artigli. Anche in selezione l’uso del lupo per produrre super cani è fallito. Ho riportato solo documenti scritti e provati, volutamente ho tralasciato opinioni anche autorevoli perché non verificabili oggettivamente. Riguardo agli scontri cane da pastore vs. lupo ho trovato decine di casi di predazioni del lupo nel parco del casentino (centro studi del lupo appenninico) ma sono tutte di + lupi (c’è un branco di 10 individui!) contro 1-2 cani, riscontro oggettivo sull’opinione seppur autorevole di alcuni pastori (altri invece dichiarano di avere cani distruttori di lupi) non ne ho trovato. Una risposta certa al momento non c’è. In natura ha maggior fitness un lupo timido e sospettoso che uno molto aggressivo, quest’ultimo cercherebbe di contendere una preda ad un orso con esiti fatali oppure si avvicinerebbe troppo alle abitazioni finendo per essere impallinato, ho studiato molti casi del genere. Infine anche il condivisibilissimo articolo di m.salvador conclude che il lupo non è un supercane e che il cane può superarlo in un singolo carattere (es. la velocità nel levriero) se selezionato appositamente per quello, la selezione artificiale è molto + veloce di quella naturale, e come direbbe Darwin: facit saltum!. A presto

        Mi piace

        • Christian2 ha detto:

          Mettere in un’arena una lupa con cuccioli…. la mente umana non finisce mai di stupirmi, in negativo s’intende! Comunque concordo con te, non ritengo il lupo un “superdotato assoluto”, ma mi piace la definizione di Salvador come miglior decatleta, lasciando ai cugini cani il primato nelle singole specialità. Sperando di non andare troppo fuori tema, posto un passo del libro di Teddy Roosevelt (presidente USA e grande cacciatore, peraltro mi sembra anche possessore di un pitbull dei suoi tempi), che descrive così il lupo (tradotto per praticità con traduttore google): “Un lupo è un terribile combattente. He si decimare una muta di cani da rapidi scatti con le mascelle gigantesche mentre soffrono pochi danni se stesso, né lo sono i cani di grossa taglia ordinary, dovrebbe essere cani da combattimento, in grado di affrontare lui senza una formazione specifica. Ho conosciuto un lupo per uccidere un bulldog che si era precipitato a esso con un singolo scatto, mentre un altro, che era entrato nel cortile di una casa Montana ranch uccise in rapida successione due grandi mastini da cui è stato assalito. L’immensa agilità e la ferocia della bestia selvaggia, la terribile schiocco delle mascelle dentate lungo, e la formazione mirabile in cui egli sempre si, gli danno un grande vantaggio rispetto grasso, piccolo-dentate, i cani dalla pelle liscia, anche se sono nominalmente dovrebbe appartenere alle classi di combattimento. In modo che i concorsi da banco sono disposti al giorno d’oggi questo è naturale, in quanto non vi è la tentazione di produrre una classe degna di cane da combattimento, quando i premi sono dati su punti tecnici del tutto estranei l’utilità del cane. Un mastino premiato o bulldog può essere quasi inutile per i soli scopi per i quali il suo tipo è sempre utile a tutti. Un mastino, se adeguatamente addestrato e di dimensioni sufficienti, potrebbe forse essere in grado di soddisfare un giovane o sottodimensionato Texas lupo, ma non ho mai visto un cane di questa varietà che vorrei stima una partita con una sola mano per uno dei grandi lupi di legname del Montana occidentale. Anche se il cane è stato il più pesante dei due, i denti e gli artigli sarebbe molto più piccolo e più debole e la sua pelle meno dura”.
          Comunque complimenti a te per la competenza!

          Mi piace

          • Davide ha detto:

            L’arma vincente del lupo è il branco , da solo si ridimensiona totalmente e tra combattimenti improponibili (tipo cane contro orso ) nei quali l’essere DISumano sogna stupidamente che il suo cane domestico possa compiere imprese colossali io mi sento di affermare che oltre alle doti fisiche un qualsiasi cane deve essere motivato .
            Ho visto dei pastori tedeschi e non di linea a lavoro che in condizioni di pericolo per il suo amico uomo o amico bambino/a hanno messo in fuga molossoidi molto piu’ possenti sia per mole che per morso questa si chiama determinazione .
            Anche un branco ben consolidato di meticci randagi di strada , mezzi sciancati puo’ ammazzare un potentissimo pit o bandog se preso da solo ma sono discorsi ridicoli e stupidi nonchè ovvi .
            Un maremmano-abruzzese ad un qualsiasi lupo gliele suona di santa ragione ancor di piu’ se parliamo di cani da pastore russi ma se commette l’errore di seguirlo …….per dargli una lezione non fara’ piu’ ritorno poichè nel bosco lo attende la trappola mortale e non di rado i lupi se affamati si cibano anche di cani domestici oltre ad ammazzarli senza pieta’ .
            Il cane piu’ forte non esiste , possiamo solo affermare che un pitbull addestrato a dovere nel corpo a corpo ha davvero pochissimi rivali .
            Riguardo il lupo quello che piu’ impressiona un po’ tutti è la dentatura molto piu’ accentuata rispetto ad un cane domestico e l’aggressivita’ predominante mista a moracita’ tipica del selvatico ma come combattente io credo che sia inferiore ad un molossoide selezionato ed addestrato per tale scopo che come tanti (spero) non condivido .
            Concludo dicendo che pur avendo denti e presa importanti un canide impacciato e spaventato soccombe ………..sempre .
            Per il puma ……….anche li il mitico Dogo Argentino si avvale del “gioco di squadra ” , certo il tanto famoso Morocho che ha commosso tutto il pianeta aveva uno scopo ben preciso, salvare la vita delle sue 2 bambine e da solo ha steso un puma riportando ferite gravissime ma 9 volte su 10 un puma ammazza il Dogo nello scontro diretto .
            Per la lotta tra cani ed orsi dopo averli privati di artigli ed averli legati a pesanti catene io non ci trovo nessun senso logico ne tanto meno etico .

            Mi piace

          • AL ha detto:

            Non è questione di cane più forte. Più forte per cosa?
            Bisogna parlare sempre di cani più adatti. Il pit è il più adatto al dogfighting. Punto.
            Il lupo non è un fighter, ma un canide selvatico. Il dogo è adatto alla grande venazione, sempre in muta però. Un puma è troppo armato ed agile per qualunque cane, anche il più potente. Che poi ci siano stati scontri in cui il puma è morto o se la sia data a gambe, questo non inficia per niente la regola di massima; anche un leone può fuggire di fronte a una iena, magari quando è ammalato o troppo giovane o chissà.
            Ultima cosa: il pit non si addestra al combattimento, perchè è belle che addestrato da solo. Semmai lo si prepara, con piccoli accorgimenti e un buon allenamento. Ma il senso tattico gli è innato.

            Mi piace

          • Davide ha detto:

            Verissimo AL , forse questa ossessione stupida trae origine dai retaggi che ci tramandano anche a scuola …….il molosso romano che lottava negli anfiteatri contro tigri e leoni , io credo che spesso la leggenda si sovrapponga alla storia reale .
            In guerra , nelle battaglie ci potrebbe anche stare ,dopo le opportune corazze ma che un qualsiasi molosso anche di 90 kg possa reggere il confronto con simili felini è pressochè impossibile .
            Il toro è gia’ qualcosa di nettamente diverso eppure ………..
            Per la tesi riguardo il pit mi trovi pienamente d’accordo .
            Ciao.

            Mi piace

          • bernardo ha detto:

            @Davide la cito testualmente: Un maremmano-abruzzese ad un qualsiasi lupo gliele suona di santa ragione ancor di piu’ se parliamo di cani da pastore russi” Caro mio, penso che dalle tue parti la cultura è allergica alle dominanze dei lupi sui cani: http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2013/09/17/news/i-lupi-attaccano-pure-i-cani-hanno-paura-1.7762429

            Mi piace

      • gio ha detto:

        Cristian2,sono d’accordo ,avevo scritto anch’io la stessa cosa riguardo lo scontro pitbull lupo in arena e in natura , visto che anche tu leggi la stessa rivista,non sai per caso su quale numero veniva riportato il triste confronto che avevano effettuato i cercatori d’oro in Alaska ? Alcuni sostengono l’imbattibilità del lupo ma sono troppo generici e non forniscono articoli dettagliati come quelli di M.Salvador, che invece a mio parere non trascura nessun particolare e valuta ogni cosa, ritengo i suoi articoli sulle razze da presa i più attendibili ,lo contattai telefonicamente qualche volta e ciò che mi disse sui cani da lavoro corrispondeva a realtà. Saluti a tutti

        Mi piace

        • christian2 ha detto:

          Ciao Gio, confermo anch’io che si tratta di una rivista fatta da persone molto competenti e la consiglio agli appassionati di molossi; l’articolo cui ti riferisci però non l’ho letto, non so aiutarti…. Comunque è un argomento che non va oltre la pura curiosità degli appassionati perchè in realtà un lupo e un fight dog (pit o altro) in natura, senza il “dannoso” intervento dell’uomo, difficilmente verrebbero mai a contatto, salvo rarissime eccezioni (vedi Isernia, in cui peraltro il pit morto a occhio non mi sembra il miglior rappresentante della razza…); è raro persino lo scontro lupo/cane pastore 1:1…

          Mi piace

          • gio ha detto:

            Grazie lo stesso Cristian2,era solo una mia curiosità ,poiché l’avevo letto tempo fa ma non riesco a ricordarne il numero ….ogni tanto quando ho tempo vado a rovistare fra le vecchie riviste e le confronto con quelle attuali….Spero che le persone competenti continuino a scrivere, perché ultimamente a parer mio stanno dando un po’ troppa importanza agli show di bellezza … i cui risultati occupano molte pagine, prima c’erano molti più articoli sui cani ,in particolare sui pitbull ; purtroppo non gli danno i permessi per poter effettuare anche prove pratiche con i cani . Saluti

            Mi piace

    • rott ha detto:

      il ghiottone al pit se lo mangia..nei documentari affronta il puma e addirittura 2 lupi alla volta la ferocia del ghiottone e unica …

      Mi piace

  113. claudio ha detto:

    ciao , volevo sapere una curiosità , praticamente la mia cucciola di pitbull fra 10 giorni farà un anno .. questo significa che se voglio insegnarle qualche comando non mi ascoltera?? ho sentito in giro che i comandi bisogna insegnarli prima che fanno un anno.. come mai?

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      I cani sono animali sociali, come gli umani. Apprendono in ragione dell’età e dell’ambiente in cui vive. Non tutti i cani, poi, apprendono allo stesso modo, come gli umani, Così come non tutte le razze.
      E’ altrettanto vero che ci sono dei percorsi “consigliati” per l’apprendimento.

      C’è molta filosofia sull’argomento e molta confusione. Ognuno si sente autorizzato a dare consigli. Spesso per sentito dire o da persone non qualificate.
      Meglio affidarsi “inizialmente” ai consigli di un vetrinario “comportamentalista” che esamina i singoli casi piuttosto di un addestratore per ovvi motivi di interesse.

      Nel menù in alto ho riportato per intero il corso per conseguire il patentino per la conduzione del cane (da me conseguito) diffuso dal Servizio Veterinario Nazionale.
      Lì puoi trovare qualcosa di interessante nella parte che tratta proprio l’apprendimento nei primi mesi e anni di vita.
      Ciao

      Mi piace

  114. claudio ha detto:

    volevo sapere un ultima cosa.. praticamente quando cerco di darle un comando se ho il biscotto lei subito mi ascolta mentre se non tengo niente lei non mi ascolta e se mi ascolta lo fa dopo un po .. come posso fare ?

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Consigli attraverso il web non esitono.
      Ti consiglio un veterinario “comportamentalista”, ovvero un veterinario che studia il comportamento dei cani e “l’addestramento” del padrone.

      Mi piace

  115. bruce ha detto:

    Non ritorno sull’argomento scontro tra pitbull e lupi che credo si è detto già abbastanza.
    Voglio invece fare una riflessione in merito alla sottostante frase di Alessandro nel suo ottimo commento.
    Né voglio aprire un’altra discussione su questo. Solo per spiegare.

    “Non c’è dubbio che i grossi mastini siano molto + forti del pit, F=MxA, non si scappa …”

    Le cose non stanno proprio così (anche se c’è un po’ di verità), proprio in ragione di quella formuletta.

    Molti, quasi tutti, confondono la massa con la forza. La forza in realtà è data dal prodotto di due termini: l’accelerazione e la massa, per l’appunto. Quindi non dipendente da una sola grandezza.

    In un mio post (andate sulla home page) un elefante manda letteralmente all’aria un ippopotamo.
    La prima cosa che viene da dire a qualsiasi persona è che la cosa è evidente per la differenza del rapporto di peso che c’è tra i due animali.
    Giusto.
    Involontariamente abbiamo trascurato le accelerazioni. O meglio non le abbiamo preso in considerazione perché irrilevanti rispetto alle masse.
    Non sempre è così.
    Mi spiego.

    Se chiamiamo (M, a1) la massa e l’accelerazione dell’elefante, (m, a2) la massa e l’accelerazione dell’ippopotamo il rapporto di forza è il seguente:

    F1 – F2 = (Ma1) – (ma2)
    Ora se consideriamo praticamente uguali le loro accelerazioni (cosa verosimile) a1=a2= a, succede che
    ΔF = a*(M-m)
    Ovvero
    ΔF ∝ (M-m)>0 dal momento che ‘a’ è una costante e M>m (∝ significa proporzionale)

    Quindi è evidente che il rapporto di forza tende a favore dell’elefante.

    Ora capovolgiamo il discorso.
    Sappiamo che l’accelerazione non è altro che la variazione di velocita nel tempo. Nel nostro caso la possiamo identificare nella “rapidità” dell’animale.

    Consideriamo due cani il cui rapporto tra le masse sia di 2 a 1, mentre il rapporto della accelerazione (rapidità) è 1 a 5, le cose variano drasticamente.

    F1 – F2 = (Ma1) – (ma2)
    F1 – F2 = (2ma1) – (m5a1)
    F1 – F2 =a1*(2m -5m)

    Ovvero
    ΔF ∝ m*(2 -5)<0
    Il rapporto di forza è passato al secondo animale.

    Il segreto del pitbull è tutto qui. Ha una massa leggermene inferiore ai suoi simili, ma una velocità (rapidità) impensabile per cani più grossi anche di 30 kg.

    Ma c’è dell’altro se pensate che ciò è frutto solo di una formuletta.

    Infatti la forza in fisica meccanica è una entità astratta che si manifesta e trova applicazione solo attraverso un altro concetto: il lavoro.

    Il lavoro, si sa, è dato dal prodotto della forza per lo spostamento (supposto uguale a zero l’angolo dei due vettori)

    L = F*s
    Dove sappiamo che s=vt (velocità per il tempo)
    Ora se consideriamo la velocità di spostamento v1 e v2 tra due punti x1 e x2 nel tempo Δt, con Δv=v2-v1, Δx= x2-x1, v’=(v2+v1/2)= Δx/ Δt, M=m, F= ma, a=Δv/Δt
    avremo:

    L = F Δx
    L = m (a Δx)

    Già da questa equazione si capisce (chi vuole capire) quanto il lavoro (ovvero la capacità di manifestare la propria forza) dipenda dalla velocità di spostamento.

    Ma vado avanti
    L = m Δx (Δv/Δt)
    L = m (Δx/Δt) Δv
    L = m v’ Δv
    L = m (v2+v1)/2 * (v2-v1)
    L = ½ m (v_2^2 – v_1^2)
    L= ΔEc

    Quindi il lavoro compiuto da una forza è pari alla variazione di energia cinetica (di movimento) prodotta.

    Infine si definisce potenza il rapporto tra lavoro e tempo.

    W = L/t
    Ovvero la capacità di compiere lavoro nel tempo.
    Per un brevissimo tempo è definita potenza istantanea.

    Ora si sa che un pitbull ha una capacità di mantenere il lavoro (lotta) più a lungo=gameness (L=W*t).

    L’ho fatta un po’ lunga, spero che sia servito.

    Ora rimane solo una ultima considerazione da fare.
    Il confronto tra due masse e accelerazioni uguali.
    Come due pugili di pari peso e valore ha la meglio chi sostiene il combattimento più a lungo ed ha una migliore tecnica individuale.

    Esattamente come il pitbull che è nato per combattere.

    Lo so che tutto questo non piacerà a qualcuno. Ma forse non a tutti.

    Mi piace

    • Christian2 ha detto:

      Io che con le formule matematiche non vado troppo d’accordo la farei ancor più semplice: doti fisiche importanti (pareggiabili solo da pochissime razze), unite ad una gameness elevatissima (non pareggiabile, a mio avviso, da altre razze, se non da qualche esemplare di terrier da tana che però di contro non può ovviamente avere la stessa forza fisica). Il cane troppo pesante spesso non è funzionale e questo vale per quasi tutte le razze. Saluti.

      Mi piace

    • alessandro ha detto:

      Ciao Bruce, ho tralasciato l’accelerazione volutamente perché all’interno della stessa specie non penso possa variare di molto (ma qui ci vorrebbe il parere di un esperto in materia), almeno non quanto la massa che perciò risulta discriminante. Più adatto il discorso nel confronto tra animali con fisiologia diversa tipo mammiferi e rettili. C’è anche il fenomeno del reclutamento muscolare, che permette di sfruttare la maggior quantità di fibre motorie possibili, che è massima negli atleti ed in soggetti naturalmente dotati, come dimostrato dal national geografic riguardo un uomo di corporatura normale ma dalla forza straordinaria. Suppongo che il pit appartenga a tali categorie ma anche qui vale il discorso precedente. Non ritengo possibile neanche per il miglior atleta in assoluto battere al sollevamento pesi o al tiro alla fune un uomo del triplo del suo peso, l’abilità in una lotta è un’altra cosa e su quello concordiamo. Io penso che l’elemento determinante sia quello caratteriale e motivazionale, aspetto che viene sottovalutato dai più, sarà che sono un comportamentista…….
      x gio e christian, nei libri storici si afferma che la tg.ideale per combattere è di 45-50 libbre (anch’io non ricordo + l’autore e non ritrovo + gli articoli….) nei filmati clandestini della lav i pit attuali sono ben + grossi (circa 35kg e anche +) forse anche meticciati, sta cambiando la razza? o altro?

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Ciao Alessandro, ancora un ottimo commento.
        Ma per prima cosa voglio dirti che avevo capito. Tu mi hai dato semplicemente l’occasione, lo spunto o il gancio come si suol dire per affrontare il tema al momento giusto e con le persone giuste.

        Inoltre hai introdotto un argomento interessantissimo: quella della massa muscolare che avevo volutamente evitato dal trattare perché complicato e non sempre accessibile a tutti specialmente a quelli che pensano che più grosso è il cane maggiore è la sua forza. Anche se come abbiamo visto la massa è parte importante della forza.

        La massa corporea però è composta da muscoli e ciccia, tanto per farci capire (tralasciando le ossa).
        E la percentuale è diversa da persona a persone. Come nei cani. Ci sono cani grandi e grossi ma quasi tutta ciccia, altri con discreta muscolatura, altri con poca massa poca ciccia ma anche pochi muscoli e poi c’è il pitbull la cui massa è prevalentemente fatta di soli muscoli.

        Ma i muscoli non sono tutti uguali. Ci sono diversi tipi di muscolature che dipendono dalle cosiddette miofibrille (fibre bianche, fibre rosse).
        Insomma muscoli adatti per la loro struttura a svolgere diversi tipi di lavoro: di forza o di resistenza a seconda la percentuale di fibre bianche o rosse nei loro muscoli.
        Qui mi fermo. Chi ha capito ha capito.

        Leggo con grande piacere che sei un comportamentalista. Lo consiglio a tutti.
        Ciao

        Mi piace

        • Davide ha detto:

          Sig.Bruce , la sua competenza è indiscutibile e di raffinato livello professionale .
          Le consiglio pero’ ,sempre se le è possibile per vari motivi, di prendere un cucciolo di rottweiler preferibilmente maschio da allevamenti seri tedeschi (anche in italia è ben allevato , son pochi ma ci sono ) e tirarlo su con una dieta appropriata , sano moto quotidiano e una buona dose di educazione base .
          Sono sicuro che lei stesso in via del tutto spontanea dedicherebbe un bel articolo a questa razza spesso giudicata pesante nonchè grassa , felmmatica e dalla scarsa resistenza fisica dotata di poca gameness in via del tutto errata .
          Non sara’ mai allo stesso livello atletico/prestazionale del pitbull ma ………….dovrebbe viverlo personalmente per riconoscere le sue innate attitudini psicofisiche lontane anni luce dai soggetti che spesso incontra per strada o al parco .
          Chi possiede veri rotteiler raramente li esibisce in luoghi pubblici mi creda .
          Li si trova o al campo di lavoro o in spazi privati e circoscritti in tutta sicurezza per la pubblica incolumita’ .
          Un maschio di rott che da adulto supera i 55 kg di peso in piena forma fisica non è poi cosi’ attendibile in purezza , ci sono esemplari di 65/70 kg piu’ mansueti, impediti e pigri di un bradipo , in quei casi è inutile sprecare ipotesi a riguardo è palese il meticciamento al solo scopo commerciale e di lucro .
          Quando e se ne avra’ la possibilita’ provi a toccare con mano il collo ……….del suo amico , giusto cosi’ per farsi un’idea della massa muscolare magra che lo costituisce .
          Se la genetica è predisponente come lo è inequivocabilmente per il pitbull anche un rottweiler di 50 kg riesce a muoversi con scioltezza , velocita’ e senza farsi male .
          Gli infortuni spesso sono la manifestazione di errati rapporti biomeccanici specie in razze troppo appesantite ed ingigantite dall’ essere umano oltrenatura .
          Da questo punto di vista invece il pit è semplicemente la PERFEZIONE .

          Mi piace

          • rott ha detto:

            davide hai scritto cose sensate …era ora..almeno uno che capisce di cani ce..infatti il mio era cosi i suoi muscoli e le sue prestazioni un pitbull seli sognava linea di sangue di grandi campioni della storia del rott posso dirti che aveva la forza di un san bernardo di 100 kg la forza diglielo tu al signor bruc..iato che dipendi dallo scheletro cioe da come e costuito ma sicuamente non sa di cosa sto parlando

            Mi piace

      • gio ha detto:

        Si , lo so che la taglia ideale è intorno alle 45 libbre per un pitbull da arena , ho visto però che alcuni pitbull sequestrati a delinquenti, presentavano una taglia maggiore ,con testa importante e dentatura molto sviluppata, la persona a cui era stato affidato, mi disse che cambiava il tipo di combattimento. Alcuni sostengono che l’unica differenza che c’è tra un cane di 40kg e uno di 20kg, sta che quello più leggero combatte per 1 ora , quello + pesante per 15-20 minuti , ( dopo i 40 kg ci sono però delle limitazioni ) inoltre quello più pesante si affida di più a leve a differenza di quello leggero,(dovrei rileggere i vecchi articoli per dare informazioni più precise),comunque soprattutto in adba c’era molta disomogeneità nei soggetti e la taglia poteva variare anche di molto, alcuni sicuramente erano meticciati .Un allevatore disse che è vero che il pitbull è un cane leggero che nasce combattente ,ma uno su non mi ricordo quanti diventa un campione. So che qualche anno fa i cani che purtroppo finirono nelle arene clandestine erano di una linea di sangue pesante….e quelli che diventarono tristemente famosi avevano un peso di circa 37kg e in pochissimi casi il combattimento superava i 20 minuti , questo è quello che ho letto….Saluti a tutti

        Mi piace

  116. Al ha detto:

    Gio, appunto…alcuni pit sequestrati a delinquenti. Occhio a non confondere risse coi combattimenti.

    Mi piace

  117. Al ha detto:

    La cosa che più mi sconcerta è questa superfetazione a voler spodestare il pit dalla posizione che oggettivamente ricopre da secoli: quella del combattente! Come se la gente avesse in tasca la formula magica appena scoperta per il gusto di poter dire a tutti quelli che han selezionato una razza: “Guardate che avete sbagliato tutto. Il migliore è…rottweiler, mastino tibetano, kangal, pardog etc.”. Questa gente si ritrova ovunque (ne so qualcosa su facebook) e parlano, parlano, parlano…e sembra che vogliano vendere una razza come un commerciante farebbe con un auto. Lo trovo indisponente. I cani hanno una dignità che prescinde dalle loro capacità combattive. Riguardo al fatto in sé: i pit SONO i combattenti del mondo canino. Punto e fine. Duecento anni lo dimostrano. I campioni sono sempre stati dei pit. E i motivi sono semplici: 1) Gameness. 2) Rapporto peso/potenza. 3) Abilità tattica. Perché non rispettare la verità? Le altre razze non perdono in dignità.

    Mi piace

  118. Piero ha detto:

    Leggo con interesse i vostri commenti e spesso non comprendo la prepotenza, l’arroganza e la provocazione di alcune affermazioni che creano solo fumo e non ammettono la realta’. Addirittura si tirano in ballo formule matematiche e fisiche, si descrivono concetti scientifici che potrebbero risultare austeri ad un qualsiasi lettore del blog, e, paragonando il pit ad altre razze canine molossoidi, si evidenzia la gameness, i combattimenti secolari, le linee di sangue agguerrite, i rapporti pesi-resistenza, e quant altro cercando di privilegiare il pit e le sue doti super “canine”. Un rottweiler , dogo argentino , o buldogg americano ad esempio… in ipotetiche situazioni conflittuali, potrebbero ridurrre il pit come un grissino…anche se a molti e’ difficile ammetterlo. Alla gente non interessa la forza di un pit o di un rott , ipotizzando scontri in un ring ,in base a commenti storici, o tramite video di combattimenti presi sul web ne’ tantomeno ragionando su un eventuale scontro cane-lupo nei boschi …non interessano le doti atletiche di un cane che salta sugli alberi…o si appende ad un copertone… Un individuo che valuta l’idea di prendere un pit credendo di possedere un super cane, deve sapere che non lo e’ per svariati fattori fisici e caratteriali del cane. Agli amanti dei cosiddetti cani “tosti”, da gestire con polso e determinazione, interessa solo avere un cane completo ed affidabile per la sua incolumita’ e quella dei padroni…e che in un eventuale scontro per strada…con altro cane…eventualmente dominante…sappia difendersi a dovere. Ed in questo il pit non puo’ dirsi superiore a nessuno. Un rottweiler o un dogo argentino….ad esempio, se provocati per strada, possono prendere un pit, sventolarlo come una bandiera e appiccicarlo ad un muro come un poster…puo’ essere un pit adba. di chissa’ quale linea di sangue….ma non importa. Non capisco perche’ il signor Bruce..che tra l’altro possidede un amstaff…(ben diverso da un vero pit) o altri “blogghisti”:) si sentono attaccati se qualcuno ammette che il pit non e’ assolutamente superiore fisicamente e caratterialmente ad altre tipologie di cani …ben piu’ complete..(rottweiler,dogo argentino) per citarne alcune.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro Piero, non mi offendo mica per la sua ironia, infatti la fisica, la morfologia, l’anatomia e la fisiologia (mi sembra di capire) non sono argomenti per lei. Infatti il commento era per un pubblico più colto che avrebbbe assimilato come certe concetti della fisica si contemplavano in questa razza e nello sport in generale.
      Le dico solo che oggigiorno la scienza (la fisica motoria) è entrata prepotentemente in ogni sport, nella scelta delle discipline sportive in base alla proprie caratterstiche fisiche delgi atleti e per gli allenamenti “specifici” di ogni disciplina. Ma che glielo dico a fare, tempo perso.

      Gli amstaff sono pitbull. Forse non lo sapeva.
      Tuttavia il mio quasi-pitbull di 35 kg ha strapazzato (per adoperare una parola di circostanza) per due volte altrettanti rottweiler di ragazzotti esaltati e idioti che spavaldamente sono entrati nel parchetto per cani pur avendo visto il mio cane. Mi è bastato per farmi una idea precisa.
      Forse lei non ha mai visto “dal vivo” un pitbull azzuffarsi con altri cani.
      Mi domando cosa sarebbe successo se il mio modesto amstaff (vive in appartamento e non è addestrato) fosse stato un vero pitbull come dice lei. Ma probabilmente erano rottweiler rammolliti, come spesso dicono certi padroni di rottweiler all’occorenza.
      Per il resto, dogo e compagnia bella, ho già speso molte parole sull’argomento.
      ciao

      Mi piace

      • Davide ha detto:

        si fa presto a dire ROTTWEILER , e mi riferisco ai ragazzotti imbecilli che lei guarda caso, incontra nel mezzo del suo cammin Sig. Bruce .
        Ma quali tipologie di rott vuole che finiscano nelle mani dei soliti esaltati spesso minorenni che a malapena riescono a rollare una canna come loro unico scopo di vita ???
        Cucciolate improvvisate negli scantinati di periferia con cuccioli regalati o venduti a 50 euro l’uno per il solo scopo di racattare qualche dose di coca !!!
        Ma per cortesia dai😉

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Ora che ricordo bene, uno di questi ragazzotti idioti si chiamava proprio Davide, guarda che coincidenza, ed aveva la bava sotto il naso.😆
          Ciao bello, suvvia, non se la prenda se un quasi-pitbull ha spazzolato dei rott, cosa vuoi che valgano dei rott di periferia da 50 euro. L’onore è salvo.😉

          Mi piace

          • Davide ha detto:

            Caro Sig . Bruce, replico solo adesso perchè a causa del nubifragio la connessione mi è mancata per 2 giorni e ora è comunque intermittente .
            Davide è un alias che utilizzo per motivi di privacy, mi dia un suo indirizzo dove poterne disquisire in privato e vedra’ tempo permettendo che ha preso l’ennesima cantonata .
            Senza rancore mi creda ma vivo , addestro e lavoro con rottweiler , dobermann e pastori tedeschi grigioni da ormai 20 anni dei quali 15 trascorsi tra germania e svizzera ,(e ai tedeschi non interessano MINIMAMENTE le buffonate di lotte tra cani ) non mi arrabbio e non le riservo rancore solo perchè ha frainteso , quindi alla fine la sua fin troppa “sicura” convinzione è frutto solo di una fantasia associativa tipica di chi spesso ha una soglia di autostima esuberante .
            Le consiglio di cimentarsi nel cinema, avrebbe davvero un grande riscontro le doti necessarie non le mancano , anzi .
            All’eta’ del bulletto che lei ricorda associandolo erroneamente a me io ero gia’ nel pieno del lavoro quindi niente parchetti e niente canne .
            A Stoccarda sovente qualcuno portava ai centri di addestramento pitbull ed affini , le diro’ ottimi lavoratori , infaticabili e dalle performance esaltanti ma la dominanza del rottweiler e di qualche pastore tedesco hard hanno sempre prevalso sul lottatore americano quando li si lasciava rilassare in liberta’ o nelle pause .
            Questi gli elementi che mi portano ad affermare che non esistono regole assolute nei rituali gerarchici naturali tra cani dove spesso mole , carattere ed indole la fanno da padrone .
            I combattimenti invece , una squallida meschinita’ che ripudio .
            Cordiali Saluti , Antonio B.

            Mi piace

          • Davide ha detto:

            Dimenticavo , lavorare con un pitbull , amstaff o bullterrier è davvero favoloso , sono razze fenomenali , agili come malinois , tenaci e forti come molossoidi e poichè biomeccanicamente perfetti non si è mai riscontrato nessun infortunio a danno di tali razze ma come predisposizione alla dominanza siamo parecchio lontani da un classico rottweiler puro e volitivo .

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            “…. addestro e lavoro con rottweiler ….”
            Era fin troppo evidente.
            Mi congratulo con lei per la sua professionalità di addestratore. Ma è uno dei tanti. Uno dei tanti che dice la sua, spesso secondo la propria esperienza. Rispettabilissima.
            Non sono un professionsta come lei, ma mi è bastato vedere il mio American Staffordshire Terrier addomesticare due rottweiler. Ovviamente non erano del suo allevamento.
            Ma anche lei fa confusione tra dominanza (in tutte le razze ci sono individui dominanti e al loro interno) e potenza che è ben altra cosa con la velocità, l’intelligenza tattica e la gameless. Un addestratore di esperienza lo dovrebbe sapere.
            Ma ogni opinione va rispettata. La ringrazio per la sua.

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Dimenticavo: una volta che dovrò sostituire il mio amstaf oramai di 11 anni mi piacerebbe visitare il suo allevamento per acquistare e addestrare un altro pitbull, ovviamente.
            Se mi può dare un link potrei già rendermi conto del suo livello.

            Mi piace

  119. gio ha detto:

    Al, non voglio certo spodestare il pitbull dal trono poiché sono un amante del pitbull, ho detto che la taglia può variare e il peso non è importante secondo lo standard adba, basta che il cane sia ben costruito e bilanciato risulta funzionale. Va però considerato che pochi sono i cani che fanno la differenza e non risulta facile trovare un cane di circa 40 libbre in grado di competere con qualsiasi cane; questo per spiegare gli scontri organizzati da gente meschina che non confondo con i combattimenti ..diciamo più professionali (che non condivido ugualmente).Comunque i vari Carver, Hemphill, Colby ecc. organizzavano incontri con pitbull dello stesso peso, infatti su alcuni articoli veniva riportata la notizia che un determinato cane (non ricordo il nome) risultava vincitore anche con cani di peso superiore. Ad esempio il ch. Zebo sconfisse un altro cane che era più pesante di 4 o 5 lb. Sicuramente cani come Zebo potevano scontrarsi con qualsiasi cane di qualsiasi razza . Magari riparleremo di questi argomenti , c’è sempre da imparare e mi piace documentarmi …non sono cose che ho letto su facebook, poiché non so nemmeno entrarci . Ciao

    Mi piace

  120. Luigi Greco ha detto:

    bruce posso farti una domanda ?

    Mi piace

  121. Luigi Greco ha detto:

    bruce scusa se nn ti conosco e ti do del tu ma vorrei domandare siccome ho avuto un rottweiler e lo dovuto dare per problemi di spazio ho intenzione di prendere un american pitbull terrier in casa faccio una buona scelta ?

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Non ho capito il senso della tua domanda.
      Se parli di spazio, il rottweiler ne occupa di più😆
      Ciao

      Mi piace

      • Luigi Greco ha detto:

        Appunto dico ho un mio amico che ha un american staffordshire terrie lo ha fatto accoppiare e quando nascono vuole darmi un cucciolo va bene per dentro casa ?

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Tranquillo, va benissimo, ma ricordati di farlo uscire spesso.

          Mi piace

        • Luigi Greco ha detto:

          A bruce lo so che ti sto rompendo mi sono dimenticato di dirti una cosa il pitbull anche se e piu piccolo del rottweiler so che il pitbull a una forza assurda la domanda e tira di piu un pitbull al guinzaglio o il rottweiler ? Poi se mettiamo un rottweiler difronte al pitbull parecchi dicono per la stazza il rottweiler e piu forte ma io che sono amante del rottweiler e anche del pitbull secondo me il pitbull sia per la sua agilita e per la sua forza che ha nel dare i morsi lo batte e vero o no ? Questa e una domanda solo per curiosita perche io odio i combattimenti io voglio un cane forte e che nello stesso tempo sabbia darmi amore nel pitbull trovo queste caratteristiche ? Ultima cosa ho una sorellina di 8 anni ponso che se lo cresco insieme con la bambina nn dovrebbe darmi problemi giusto? Bruce se puoi darmi un paio di risposte a queste domande sarei contentissimo perche nn voglio fare una scelta solo per la bellezza estetica di un cane perche se il pitbull non fa per me lascio stare e vado su un cane diverso pero se tu mi rispondi sincero cosa devo fare io domani chiamo il mio amico che ora sta lontano per lavoro e gli dico di lasciarmi un bell cucciolo di pitbull tu cosa ne pensi?

          Mi piace

        • bruce ha detto:

          Caro Luigi, faccio presto a risponderti.
          Credo che tu abbia bisogno di un buon veterinario e non di me.
          Con 50 euro te la cavi e gli puoi fare tutte le domande che vuoi. E’ pagato per farlo e così non sbagli.
          Ciao

          Mi piace

  122. Al ha detto:

    Volevo rispondere, con rispetto, a Piero, ma devo soprassedere. Infatti non sarebbe difficile formulare una risposta; sarebbe semplicemente inutile e non riuscirei ad evitare il sarcasmo, e dunque non sarei neanche rispettoso. Infierire non è mai elegante. Dunque: ok Piero, hai ragione tu, contento?🙂. Bravo, bravo…ora però lascia parlare i grandi…
    Gio: vedi, che i campionissimi siano pochi non cambia la sostanza delle cose. Se parliamo dell’efficienza della Wehrmacht nell’ultima guerra, non è che possiamo asserire che ogni soldato tedesco fosse un superuomo cibernetico; semplicemente, nell’insieme, erano più efficaci delle compagini di controparte. E così i pit. Esistono pit mediocri, così come esistono soggetti, di dogo ad esempio, eccezionali. Eppure gli unici campioni sono pit, come mai? Inoltre so bene che gli adba non hanno uno standard di peso “ufficiale”. E tuttavia i pit-man san benissimo che un cane oltre un certo peso non ce la fa. Il cane non è un felino, che a 200 kg può saltare sugli elefanti; il cane è un cane, e ha bisogno di agilità e di fiato per essere efficace. Per questo i fighter non superano praticamente mai i 28 kg, perché perderebbero in efficacia. E se un pit di 21-25 kg incontra anche un mastino tibetano di 50 o 60, quello in svantaggio non è il pit! Per questo fan combattere i cani piccoli: perché hanno un rapporto favorevole peso/potenza, non per chissà quali altre ragioni. Avete mai visto un rott sulla manica? Poverino, fa tanta scena e tanto rumore…ma è lento, pesante. Avete mai visto invece un malinois o un pastore tedesco grigione? Idem per il gamedog: peso/potenza è una delle chiavi del successo del pit nel…pit.

    Mi piace

    • rott ha detto:

      al non capisci un cazzo sul pitbull l uomo ha fatto errori il rott ha la sua forma attuale da nonpiu di 50 anni e anche se non selezionato x la lotta dici tu minchione puo battere specialisti come il tuo cagnetto mangiascoregge

      Mi piace

    • rott ha detto:

      cosa fa il rott sulla manica..coglione? scemo di guerra tutto il mondo sa che il rott e il piupotente cane da lavoro sul web ce un attacco lanciato dove il rott butta a terra il figurante xche non la finisci di dire cazzate tu di cani non capisci un cazzo sai xche ? i un pitbull qwesto dice tutto

      Mi piace

  123. Piero ha detto:

    Siete come dei ragazzini che vogliono per forza di cose aver ragione tirando fuori concetti assurdi…offendendo le persone che dannno un parere diverso dal vostro. Le sue formule matematiche avrebbero “spallato” chiunque…caro signor Bruce e non offenda la mia cultura o quella di qualche altro personaggio. Qui non e’ questione di cultura …un qualsiasi molosso incazzato…in una particolare situazione di ira…azzuffandosi con un pit…puo’ fare molto male ad un pit…o ucciderlo…e’ cosi. Non c’entra nulla la storia dei pit, i ring..le linee di sangue…e compagnia bella…L’amstaff non e’ uguale ad un pit verace, semplicemente perche’ ha un carattere diverso.,.e lei questo dovrebbe saperlo se conosce la vera storia dei pit,
    La presunzione e la prepotenza non hanno limiti.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Sono contento che non è stato “spallato” (definizione colta).
      Eppoi cosa significa pitbull “verace”? Ma per favore.
      Per tutto il resto, se lo dice lei, e ne è convinto, sicuramente deve essere così.
      Ciao

      Mi piace

    • rott ha detto:

      bravo piero su un giornale un pit attacca un uomo con al guinzaglio un rott il pit finisce all ospedale chissa se bruc ..iato la letto

      Mi piace

  124. Christian2 ha detto:

    Io credo che quando si parla di certi argomenti vi sia un equivoco di fondo…. sul punto concordo con Gio (tranne quando sostiene che sua moglie è più tosta della mia, però) quando dice che ” pochi sono i cani che fanno la differenza e non risulta facile trovare un cane di circa 40 libbre in grado di competere con qualsiasi cane”; mi spiego meglio. Un conto è il pit selezionato tra tanti e poi allenato e abituato alla lotta, che poi diventa “campione”; un cane del genere è indiscutibilmente il migliore nella lotta con cani di pari peso (di altre razze intendo) dove prevale il 99% delle volte (lascio un 1% giusto per statistica…) e comunque ha lo stesso ottime possibilità di prevalere anche cani molto più grandi e potenti lui (poi che prevalga il 100% delle volte, il 60 o il 70% dipende da quale razza ha di fronte e comunque per me poco importa e lascio ad ognuno la sua idea e le sue fonti); un altro conto però è il pit “qualunque” (quello non selezionato tra i tanti, che però io non chiamerei comunque mediocre perchè per me il pit rimane sempre un cane gagliardo, anche se è un esemplare che non eccelle nella lotta), che facilmente si incontra per strada, al parco, ecc.; anche quest’ultimo, essendo un pit, avrà certamente nelle vene sangue di combattente e sicuramente se si scontrasse con altri cani grossi e potenti darebbe filo da torcere a chiunque, però…. mentre il pit “campione” (chiamiamolo così…) “di norma” prevale, per quello “qualunque” può facilmente (facilmente per modo di dire…..) accadere che possa soccombere dinanzi a bestioni arrabbiati tipo rott, maremmani, corsi o chi volete voi.

    Mi piace

    • Al ha detto:

      No Christian, non è proprio così…ma se la pensi così fa niente😉

      Mi piace

      • Christian2 ha detto:

        In una cucciolata ce ne saranno alcuni più predisposti ad una determinata attività, altri meno; se uno meno predisposto (che tu stesso hai più volte chiamato mediocre e che Bruce ha definito “distratto” nel blog) ogni tanto cede dinanzi ad un cane che è quasi il triplo di lui, questo non vuol dire assolutamente che la razza sia diventata improvvisamente scarsa… anche perchè con i migliori rappresentanti della razza andrebbe diversamente. I pit che talvolta si vedono in giro, un po’ per selezione non sempre ottimale, un po’ per scelta degli allevatori di ammorbidirli, un po’ perchè è naturale che sia così, sono quasi tutti cani gagliardi e combattivi, ma non tutti sono potenziali campioni. Ciò però non inficia la validità della razza nella lotta. A me pare talmente ovvio…. massimo rispetto però per chi la vede diversamente. Ciao a tutti!

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Non voglio aprire un altro discorso, altrimenti qualcuno mi da del professore, anche se la cosa non mi disturba e non me ne vergogno.
          In ogni attività, fisica, sportiva, lavorativa, intellettiva, ci sono tipi che eccellono ed altri mediocri ed altri ancora scarsi. Lo stiamo dicendo tutti.
          Vi sembrerà strano, ma le reali capacità di qualsiasi “attività” si misurano sul valore medio, ovvero nella capacità di mantenere alto il proprio standard.
          Il pitbull è la razza canina che in assoluto mantiene “mediamente” alto il suo standard più di qualsiasi altra nei combattimenti. Per questo è considerata la migliore.
          Il resto sono opinioni condivisibili. Solamente condivisibili.
          Un saluto

          Mi piace

          • Christian2 ha detto:

            Concordo…. ma a me sembra che stiamo dicendo tutti (o quasi tutti) la stessa cosa con giri di parole diversi… i migliori centometristi attuali sono giamaicani… ma non tutti i ragazzi giamaicani fanno i 100 mt in 9.80. Se io riuscissi a battere in velocità 3-4 giamaicani, che però non sono i migliori in quella disciplina, non significa che io automaticamente sono diventato un campione o che tutti i giamaicani siano lenti; perchè se poi vado a sfidare i veri atleti giamaicani non li prendo neppure con la moto! Loro come “razza” rimangono i migliori in quella disciplina, sia mediamente, sia perchè hanno i migliori al mondo, ma sarebbe errato dire “tutti” i giamaicani sono velocissimi. E’ un paragone forzato, ma tanto per rendere l’idea. Passo e chiudo! Ciao!

            Mi piace

          • rott ha detto:

            sono d accordo con te ..la media…l uomo piu alto del mondo non e mai stato un watusso…………….

            Mi piace

  125. Piero ha detto:

    E meno male che abbiamo delle persone colte come lei signor Bruce…e come Al…che addirittura per non sprofondare nel sarcasmo..esulano dallo scrivere risposte ben piu’ articolate. Dovrebbero abbassarsi a certi livelli e potrebbero infierire…o essere ineducati.::) Mi si dice di far parlare i grandi.:) Ma grandi per cosa?!!??Ma fatemi il piacere! Provate a rileggervi. Siete ridicoli, alquanto altezzosi ed esaltati. Un vero pitbull…non e’ un amstaff….per,conformazione fisica e caratteriale….e per un livello di gameness meno accentuata. E la pianti con questo atteggiamento da professorino prepotente signor Bruce..Un pitbull adba non e’ cmq il suo amstaff stia tranquillo…e cmq rimane competitivo tra soli pitbull..non nel contronto con altre razze molossoidi ben piu’ complete. Il suo amstaff se incontrava un vero rott….o un dogo iperdominante erano cavoli molto amari, Il resto sono balle…o pitballe come preferite. Lungi da me il tentativo fazioso e meschino di rovinare la vostra autostima e nella speranza di non aver turbato le vostre convinzioni… e il vostro sonno, vi faccio contenti…..W i pitbull…(bhe…se lo dite voi grandi luminari della cinofilia…!!).
    Hola..

    Mi piace

  126. alessandro ha detto:

    Caro Piero io sono etologo (studio i macachi) adoro i cani, ne ho avuti tanti quasi tutti meticci trovatelli nè pit rott mast bull, e non parteggio per nessuno, però sull’argomento c’è molta letteratura puoi consultarla personalmente e ti farai un’idea + precisa. Sicuramente quello che dici tu può succedere anzi anch’io ne sono stato testimone + volte, ma in un ring è un po’ diverso, trovo appropriato quello che ha scritto christian. C’è una spiegazione: le qualità caratteriali hanno una base genetica ma non si trasmettono linearmente come quelle fisiche, può succedere benissimo che tra 2 pit campioni nascano soggetti paurosi o timidi, per questo ci sono tanti pit non adatti che avrebbero la peggio contro cani + grossi. Però ti faccio una domanda, come mai visto le ingenti scommesse in gioco qualcuno non si presenta con un grosso molosso o peggio ancora lupo-ibrido? potrebbe diventare milionario con le vittorie!
    In molti paesi si usano altri cani molto grandi bully kutta kangal asia centrali tosa…. però sono tornei dove c’è un limite di tempo e nel breve periodo la mole conta più della resistenza
    x Al non sono d’accordo sul rott sulla manica, si usa il malinois perché l’obiettivo è di bloccare un malintenzionato non tritarlo, un poliziotto che conosce il centro cinofilo di nettuno mi ha detto che non usano il rott perché non molla la presa, vi consiglio su youtube “attack dog styles” brachicefalia e mole fanno la differenza sulla potenza del morso che in un molosso arriva a 250kg x cm2 (90-100kg bastano a spezzare un braccio!), non scherziamo sui grandi molossi,non sono tutti ciccioni inermi, da bambino ho visto litigare un mastino napoletano (quelli di una volta anni70) e dall’impressione non ho dormito la notte

    Mi piace

  127. Al ha detto:

    Alessandro, ti rispondo brevemente. Proprio oggi sono stato in uno dei centri cinofili più attivi in Italia del Nord, dove si addestrano i cani per antisommossa, difesa personale, u.d. e sgombero aree. Purtroppo il rott non è più preso in considerazione, perché nel tempo -tramite una selezione dissennata- il carattere gli si è abbassato. E non posso che confermare quanto detto: sono troppo lenti, troppo goffi. Il malinois, che oggi giorno è il top insieme ai grigioni, è molto più adatto ai lavori di cui sopra. Il rott ha una mole più impressionante, certo (tant’è vero che ad alcuni malines e grigioni non si darebbe, a vederli, due lire), ma non riescono ad essere altrettanto performanti. E non confondere l’attività sull’uomo con quella del litigio del mastino napoletano, che è un’altra cosa. Rott, mastini, corsi etc. sono cani molto forti, non ho mai messo in dubbio questo. Ma è come se fossero dei giganteschi buttafuori, terribili e potenti. I pit nel fighting, i malinois e i grigioni nelle attività di U.D. e di “polizia” sono dei professionisti. Non so bene cosa usi la polizia russa: credo i Caucaso (cagnoni tremendi!).

    Mi piace

  128. bruce ha detto:

    Faccio qualche esempio forse più pertinente.
    Mettiamo in ugual numero Husky, Pitbull e Rottweiler a trainare una slitta, ben caricata, sulla neve.
    Il rottweiler all’inizio contribuirà in modo deciso per via della sua potenza, meno il pitbull.
    Ma poco dopo cederà, perché inadatto, pesante e poco resistente. Subito dopo cederanno anche i pitbull. Poi resteranno solo gli husky a trainare la slitta.
    Perché? Perché gli husky sono i migliori in questa attività. Da sempre. Geneticamente e per addestramento.

    Passiamo ai cani da caccia. Né rottweiler né pitbull sono adatti. Ci sarà un tipo di razza che “prevale” per ogni tipo di caccia, alla volpe, volatili, cinghiali. Per genetica e per addestramento.
    Per non parlare dei cani da fiuto.
    Il discorso potrebbe essere esteso ai cani pastori. Né un rottweiler né un pitbull possono competere con un Border Collie nel radunare il gregge nell’ovile. Perché è il migliore, Geneticamente e per addestramento.

    Nei combattimenti il pitbull si è cimentato con ogni sorta di cani di ogni razza, grossi, medi, meticci. Risultando il migliore storicamente. Il che significa che i pitbull “mediamente” nei combattimenti si sono dimostrati i migliori. Le hanno date come le hanno prese, ma nel contesto generale dei combattimenti è il migliore. Per genetica e addestramento.

    Non solo, il pitbull (considerato solo come cane da combattimento) si sta dimostrando ancor più versatile dello statico e pesante rottweiler (che ricordiamo era un cane pastore) e di altri cani.
    In un commento più in alto ho ripotato che i pitbull sono adoperati per la caccia ai cinghiali giganti in Georgia (Russia) dove potevano benissimo adoperare i locali famosi cani pastore del Caucaso (servizio televisivo su D-Max) o i potenti e lenti rottweiler col rischio di essere sventrati alla prima zannata.

    Mi piace

    • rott ha detto:

      il rott in germania non in italia la tua patria bruc ..iato e sottoposto a prove di lavoro il tuo meticcio no e pure una delle qwattro razze polizziotte ufficiali ma il poitbull ..cioe il meticcio no

      Mi piace

  129. gio ha detto:

    Le razze come il malinois, pastore tedesco da lavoro, sono più facili da gestire rispetto a quelle molossoidi e vengono preferite come cani da utilità .Quando un molossoide viene condizionato alla manica si eccita in modo tale che risulta più difficile farlo desistere ,cosa non riscontrata nei lupoidi o razze dolicocefale che hanno però un morso più preciso ma meno potente. Per quanto riguarda il rottweiler , non lo ritengo un cane particolarmente performante perché anche se ha un morso potente è lento , comunque avendo una massa voluminosa è un ottimo deterrente . Ho visto rott che bacchettati (sbaglio del figurante ) sulle zampe anteriori si rifiutavano di mordere la manica e ci vollero alcune lezioni per riportarli a mordere nuovamente. Oggi vengono privilegiati cani più dinamici e leggeri ,la velocità e l’ agilità vengono preferite. Io sarei dell’ idea di canalizzare le doti del pitull in questa direzione, pur non essendo un cane da difesa . Ho visto che qualcuno ha detto che le linee di sangue non contano, questo a mio parere non è vero poiché contano eccome, ogni linea presenta determinate caratteristiche . Per Cristian 2 ; sai che ho poche possibilità di prevalere con mia moglie sia in casa (arena) dove avvengono gli scontri ma anche fuori casa (natura),inoltre è spalleggiata da un meticcione (branco e trappole) che ha salvato dal canile ……deve essere uno di quei casi in cui il lupo prevale dappertutto ….Saluti a tutti

    Mi piace

  130. Davide ha detto:

    stitico ………non statico !!!🙂 http://www.youtube.com/watch?v=HQ2dAJcUu64

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ancora! Non sei originale amico.
      Lo hanno già pubblicato, che palle. Tutti uguali sti’ ragazzotti con la bava sotto il naso che non sanno far altro che cercare filmati taroccati, con telecamere già pronte e cani randagi spellacchiati come comparse. E questo sarebbe la dimostrazione del super dog? Ma dai. Certo non ci fa una bella figura. E nemmeno lei.
      Ciao amico😉

      Mi piace

  131. Davide ha detto:

    per il pastore tedesco linea lavoro (grigione), bè giudicarlo piu’ gestibile dei molossoidi è un azzardo lessicale , forse di quelli veramente fieri e rudi non ne avete mai conosciuti nei campi di addestramento, sono delle belve nevrili ed infaticabili !!!

    Mi piace

  132. rott ha detto:

    voi pitbullisti siete tutti da abbattere in una camera a gas con scoregge di pitbull il piu forte al mondo va a tutto gas

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ma quale verità? Ma che cosa hai visto?
      Non vedi che stanno giocando? Non capisci nemmeno questo?
      Esperti, ma va.

      Mi piace

      • Christian2 ha detto:

        Bruce… ora mi deludi…. Era un link di un video postato con spirito del tutto goliardico… Visto che qualcuno si era scatenato di nuovo col confronto tra rott e pit… Ho postato apposta proprio pit e rott che giocano!!!! Mi ero gia espresso sull’argomento e non ci torno più

        Mi piace

      • Davide ha detto:

        A parte che stanno palesemente giocando , in questo video da amante del rottweiler a me sembra che sia invece proprio il molossoide tedesco ad essere in netta inferiorita’ .
        è palese la sicurezza e l’indifferenza della femmina di red nose , solitamente il cane che si agita di piu’ è il piu’ insicuro .

        Mi piace

  133. Al ha detto:

    Bruce, con mio rammarico non posso definirla un amico (non conoscendola personalmente) e tuttavia provo rispetto e stima per la sua benevolenza verso i pagliaccetti che ormai riempiono la sua pagina. Gli “Ecco la verità” e gli scatologici del mondo cinofilo sono come zanzarine fastidiose, che succhiano spazio e tempo altrui per poter esistere.
    Lei si dimostra estremamente liberale nei confronti di questi pisquanetti del web, permettendogli di postare sciocchezze. Le faccio i miei complimenti, e le rinnovo la mia stima. Ma non si curi di loro…guardi e passi. Come fa un pit quando vede un avversario indegno.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao Al,ti ringrazio per gli attestati di stima.
      Ero sulla neve e rientro solo ora.

      Il sig. “rott” è stato gentilmente accompagnato alla porta per essere cacciato via con una pedata nel culo (bannato), come si merita una persona incivile, tra l’altro in casa altrui.

      Mi scuso con i lettori per le volgarità espresse da questo demente e mi scuso anche per gli amanti dei rottweiler, un elemento del genere non può che discreditare l’intera categoria e gettare ombre anche su un cane che, per quanto possa essere serrato il confronto, merita tutto il nostro rispetto e non un padrone del genere.

      Arrivano credendo di trovare gente sprovveduta.
      “Adesso – pensano – do una lezione a tutti”
      Ahimè, spesso sono solo dei bambocci esaltati, che non reggono il confronto dialettico e giù filmini taroccati, parolacce e volgarità, abbaiando come cani bastonati.
      Non mi resta che rimetterli nel canile.

      Potrei cancellare tutti i suoi commenti, ma preferisco (per ora) lasciarli alla riflessione di quelli che leggeranno e per quelli che verranno.

      Un saluto

      Mi piace

      • gio ha detto:

        Tutti sono capaci di offendere, non tutti però sono in grado di esporre in modo educato i propri commenti, penso che una persona che si esprime in questo modo non meriti di essere presa in considerazione . Evidentemente non essendo in grado di affrontare certi argomenti si sfoga dicendo cose insensate e ridicole . Saluti

        Mi piace

    • Christian2 ha detto:

      Al, visto che il tuo acido commento era palesemente rivolto (anche) al sottoscritto (nonostante non sia stato certo io ad offenderti) mi sento di dirti che, prima di dare del pagliaccio a chi più volte con te ha discusso in modo del tutto civile ed educato almeno “cerca” di capire che il link postato accompagnato dal msg “ecco la verità” altro non era che un video goliardico di 2 cani (pit e rott) che giocano… Solo per stemperare toni che si erano accesi esageratamente! E in ogni caso la prossima volta “pagliaccetto” magari dillo a tuo fratello o a qualcun altro, grazie! Mi scuso con gli altri utenti e con il padrone di casa, ma non potevo non rispondere.

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Caro amico, guardi che lei si sbaglia di grosso, non ho dato del pagliaccio a nessuno quindi non racconti fesserie, evidentemente lei si sente tirato in causa.
        Il commento non era rivolta anche a lei. Non c’ho pensato nemmeno.😆
        Fine del discorso.

        Comunque visto che stiamo affrontando questo discorso c’è da dire che i toni possono essere anche accesi e a volte ironici (per chi vuole capire) ma la maleducazione e volgarità in questo post arriva solo da possessori dei rottweiler se lei ci ha fatto caso. E quest’ultimo “esaltato” ne è la prova.

        Per quanto riguarda i video, ne abbiamo le tasche piene. Pagliaccetti sono coloro che vanno in giro per il web a cercare filmini “ridicoli” e taroccati, quando non reggono il confronto dialettico.
        Nel suo filmino ci vuole una buona dose di immaginazione per capire che era “goliardico”. Ma, se era questo la sua intenzione, allora lo prendo per buono.
        C’è da dire però che “non c’azzecca nulla” con quanto ci stavamo docendo.
        Il pitbull nel filmato amatoriale è una femmina rednose, non avrà nemmeno un anno a guardare il muso. Il rottweiler le gira attorno e la segue ovunque come un ….. cagnolino, o cagnolone come se fosse tenuto a guinzaglio.
        Dimenticavo: un’altra sua parola offensiva e la cancello.
        Ciao

        Mi piace

        • Christian2 ha detto:

          …. credo davvero che lei stia confondendo me con un altro utente…. e comunque stia facendo un po’ confusione in generale con i vari interventi…. e dopo tanti messaggi nel suo blog, di ciò me ne dispiace; anzitutto la mia decisa reazione sul termine pagliaccio, come potrà ben verificare rileggendomi, era rivolta NON a lei bensì ad Al, altro utente con il quale comunque ci siamo chiariti e con il quale mi sono idealmente stretto la mano. Fine, pace fatta! L’ironia del video dei cani che giocano (sono due cani che giocano, punto e basta mica intendevo analizzare pure come giocano!) oltretutto non era rivolta, neanche quella, a lei, quanto piuttosto a chi insisteva con le solite risse col rott. La mia ironia era fuori luogo e non è stata capita e apprezzata? Allora chiedo venia a tutti, ma onestamente mi sembra esagerata anche la sua reazione nei miei confronti caro Bruce… decisamente esagerata (a meno che davvero non si sia confuso con altri utenti)! Tant’è che, visto che qui sono solo uno dei tanti ospiti, tolgo il disturbo e, nonostante ci stiamo lasciando male, la ringrazio comunque per lo spazio concessomi precedentemente; un saluto a tutti gli utenti con il quale mi sono confrontato, compreso Al ovviamente.

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            Quale altro cristian 2 c’è?
            Se non vado errato il suo commento era in risposta al mio. Se si riferiva ad Al, chi ha fatto confusione è proprio lei.
            Comunque, forse non l’ha capito, non ce l’ho con lei, ma con questi bambocci esaltati che non hanno argomentazioni tranne quello di offendere e dire volgarità.

            Per ultimo, se queste affermazioni sono sue:
            ” …. E in ogni caso la prossima volta “pagliaccetto” magari dillo a tuo fratello o a qualcun altro, grazie! ..”
            a chiunque altro lei le abbia rivolte mostrano una gran dose di maleducazione.

            Ora rifletta. Se rimane mi fa piacere, se ha deciso di andare via, ce ne faremo una ragione.

            Mi piace

  134. Al ha detto:

    Non so come si fa, ma visto che, controllando, ho scoperti che tu hai ragione, non ho difficoltà, caro Christian, a cancellare (idealmente, ma se Bruce vorrà farlo anche letteralmente) la frase virgolettata riferita a te. Credevo fosse uno dei soliti, triti e ritriti, ridicoli video che la gente posta per dimostrare che un beagle è più forte di un drago rosso; se non puoi perdonarmi, cerca almeno di capire che non se ne può più di link su link che rimandano a chissà quale verità.
    Mi scuso dunque, con te. Non con l’altro cui mi riferivo, visto che ha usato toni apertamente fastidiosi che non potevano rimanere senza risposta. Dunque a lui rivolgo ciò che mio fratello non può ricevere, anche perché non ho un fratello.

    Mi piace

  135. Al ha detto:

    Ok…se questo spazio fosse mio ti chiederei solo di non postare anche tu filmatini inutili. Ma lo spazio non è mio e dunque non te lo dico🙂. Stretta di mano.

    Mi piace

  136. alessandro ha detto:

    x gio, sulle linee di sangue, sì sono fondamentali anzi spesso c’è più differenza tra linee di sangue all’interno della stessa razza che tra razze diverse (es. sono + simili grigione e malinois che grigione e p.t. da esposizione) però con la genetica non c’è mai certezza (soprattutto x il carattere) ti faccio l’esempio di secretariat, il + veloce purosangue della storia che in razza ha dato scarsi risultati
    il declino fisico e caratteriale riguarda molte razze anzi il rott e il pit semmai sono tra quelle che stanno meglio (o meno peggio), sabato al parco ho incontrato 2 cani corso con posteriori bloccati, quasi zoppicavano (e non è la prima volta che mi capita…), il boxer o muore di tumore o di infarto, il m. napoletano è da considerarsi estinto… ecco il pitbull lo userei per rinsanguare certe razze almeno per ridargli un po’ di salute. ciao

    Mi piace

    • gio ha detto:

      Ciao Alessandro , concordo con te per ciò che hai detto a riguardo della differenza all’interno della stessa razza, queste anomalie si sono verificate in quasi tutte le razze con l’affermarsi delle esposizioni di bellezze .Sono sempre stato un accanito oppositore agli show ,perché per quanto si voglia far credere la selezione è basata su gusti puramente estetici, purtroppo ci sono troppi interessi economici a cui pochi resistono . Proprio domenica sono andato all’ esposizione canina internazionale per valutare quali cani potevano essere ancora funzionali , secondo il mio modesto parere quasi nessuno : c’erano cani esageratamente pesanti incapaci di muoversi, i mastini napoletani si reggevano in piedi a stento , forse gli unici erano i dogo argentini . Per quanto riguarda la genetica è vero che 1 + 1 non fa quasi mai 2 , parlando con il mio amico veterinario ,mi ha però detto che è possibile mantenere integre certe caratteristiche all’ interno della stessa razza ( per questo ho parlato di linee di sangue ) bisognerebbe conservarle. Queste cose sarebbero possibili se le razze venissero allevate da veri appassionati, quindi un numero ristretto di persone e non venditori di cani che spesso non sono in grado di darti informazioni precise .Conosco un allevatore i cui boxer non avevano alcun problema al cuore ed erano tutti longevi …devo dire per sincerità che non condividevo troppo la sua durezza …..su 5 o 6 ne teneva 3 , dovevano essere sanissimi. Sul discorso del rinsanguamento…..ma non so ….bisognerebbe valutare ….non ne so molto ….non sempre ha dato risultati sperati, alcuni hanno utilizzato il pitbull per rinsanguare i dogo ma è successo che invece di attaccare il cinghiale i cani si attaccavano tra loro , proprio per l’aggressività tipica del pitbull con i suoi simili. Ciao

      Mi piace

  137. Christian2 ha detto:

    Bruce, questo msg è per lei, poi chiudo per davvero: msg mio del 1/12/2013 “Al (n.b. Al, non Bruce), visto che il tuo acido commento era palesemente rivolto (anche) al sottoscritto…”; mi era stato dato ingiustificatamente del pagliaccetto ed io gli ho risposto con le sue stesse identiche parole; poi lui si è scusato con me, ci siamo chiariti e stretti la mano, fine, non parliamone più! il mio msg seguiva il suo (suo di Bruce) ma era chiaramente intestato e diretto ad altri. Ho capito perfettamente che ce l’ha con gli esaltati e io non mi ritengo tale, tant’è fino a ieri sono stato il più delle volte d’accordo con lei; però rilegga il suo msg del 1/12/2013 a me rivolto…. ed allora: io mi sarò pure lasciato andare una volta, ma in quel msg le sembra di esser stato un ottimo padrone di casa con una persona che è intervenuta più volte sempre in modo civile (tranne una volta, ma solo per reazione) e che per di più spesso e volentieri le ha pure dato ragione? Ai posteri l’ardua sentenza! Cordiali saluti.

    Mi piace

  138. alessio ha detto:

    Salve, a breve prenderò un cane, e sono indeciso tra il pitbull ukc, adba e un amstaff.
    Sto leggendo su internet articoli e articoli sulle differenze fisiche e caratteriali e penso proprio che prenderò un adba.
    Ma stavo leggendo i commenti e volevo chiedere se in un combattimento si affrontassero adba ukc e amstaff chi avrebbe la meglio?
    Specifico la domanda è una mia curiosità, scusate l’ignoranza!

    Mi piace

  139. Piero ha detto:

    Salve. funziona ancora il blog?

    Mi piace

  140. rott ha detto:

    sono qwa bruce …stuzzacami che ti rispondo da maestro qwale sono

    Mi piace

  141. gio ha detto:

    Bruce ,mi piace un sacco il tuo cane , veramente….! Dorme con la testa appoggiata alla gamba come faceva il mio .Saluti

    Mi piace

  142. bernardo ha detto:

    salve a tutta la community io volevo esprimere un mio parere riguardo a questa discussione infuocata e piena di parole e sentimenti opposti alla realtà che coincide nel voler bene un cane..Secondo me, sarebbe meglio evitare queste insinuazioni nei confronti di tutte le razze di cani e animali in genere, e parlare solo della loro bellezza, intelligenza, come addestrarli per un certo tipo di lavoro ad esempio,e tralasciare altre discussioni che centrano poco con l’amore che nutriamo nei loro confronti..Detto ciò so benissimo che siete persone grandi e mature, (anche se a volte non lo sembrate), e vi ringrazio per lo spazio concessomi augurandovi buone feste di natale. Grazie.

    Mi piace

  143. salva ha detto:

    salve,ho letto circa il 50% della discussione,poi mi è venuta un po di nausea,purtroppo esistono ancora persone con la sindrome del pene piccolo e sfogano sugli animali,lupo,pit,alabai…madonna santa cosa siete in grado di dire!………….di mio dico che un blog che con questi commenti trasmette negatività a queste stupende ma travagliate razze,consiglio di ripulire tutti i commenti e i link di combattimenti,anzi se chiudete sto blog credo che rovinate meno persone e cani di quanto ne avete già fatto.chi scrive è proprietario di un pit xl di 8 mesi… con il cervello dentro il cranio…

    Mi piace

  144. Al ha detto:

    Salva…non dubito che il tuo pit abbia il cervello dentro il cranio: dubito che tu abbia un cranio contente qualcosa che somigli a un cervello. Mi domando se la gente ha la capacità di comprendere un testo anche solo di poche righe…Che tristezza!😦

    Mi piace

  145. salva ha detto:

    per al e bruce,siete di un’ironia capace di far ridere i morti ….. per titolo informativo al, il cervello di cui parlavo è il mio,il quale gestisco il mio cane con estremo equilibrio,e non mi sento superdotato perché ho il mio cane al guinzaglio e spero che tu se possiedi un cane di un certo livello,abbi la coscienza di rispettarlo per quel che è e non per cosa potrebbe fare….poi ,caro bruce,leggendo i post ho notato che quando ti dicevano che “il tal cane” è più forte di un pit tu andavi in protezione spiegando (con parti di ragione)le caratteristiche del cane……e qua casca l’asino,perchè si dice che dal dire al fare cè di mezzo il mare…sai quanti pit anno distrutto rott?? tantissimi!!….e sai quanti rott anno demolito pitt?? tantissimi!!,,,,,,,,qua si capisce che non cè una razza più forte di un’altra ma la forza è data dall’individuo,che sia rott o pit o tal dei tali…….ma questo nei commenti era gia stato detto ma tanti fanno finta di non capire,poi sapete perché il pit era il più usato nei combattimenti?perchè dava più spettacolo per le sue doti,ma con altri individui della stessa razza!!!!!!!!!!!!!!!….non contro mastini,lo affermano tanti articoli risalenti l’epoca dove esistevano i pit men,ma meglio non toccare il discorso….poi caro al,se quasi 180 interventi (la metà dei post,te lo scrivo così capisci!)li giudichi 2 righe le quali non si interpreta lo spirito della discussione,,mi dispiace ma sei fuori strada….il cervello da controllare indovina qual è???..hihihi……comunque bruce non voglio ne litigare ne fare un’altra delle innumerevoli discussioni su quale cane ce l’abbia più grosso,ma sono fermamente convinto che non bisogna elogiare il fattore forza(e gameness,tu sai cosa vuol dire e a cosa porta se fatto uscire con altri cani)e non si devono MAI mettere a confronto 2 cani sul piano negativo,e ai miei occhi è molto sensato e intelligente…spero che chi è di passaggio e legge capisca il succo delle mie poche righe e che i cani sono meglio di tante persone,e non bisogna mai provocare,elogiare e incitare certe situazioni,anzi se non si discute è meglio,queste razze anno sofferto abbastanza.saluti

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Grazie per il commento “salva”,
      Ma quando ho letto che massa e gameness non contano (te usi la parola elogiare, ma il concetto è lo stesso) ho capito il tuo spessore, con chi ho a che fare. Un altro provocatore.
      Quindi non è il caso e non vale nemmeno la pena di risponderti. Abbiamo già discusso abbastanza su questo tema.
      Un saluto malgradio il modo ineducato di come ti sei presentato entrando nel “mio” blog e il tuo linguaggio rozzo.

      Mi piace

  146. Al ha detto:

    Salva: risponderti è già un errore; ma io ho questo pallino democratico per cui non ritengo nessuno indegno di un commento. Perfino tu ne meriti uno. Il problema è: quale commento? Magari una riflessione sul livello di scolarizzazione in Italia, dove gente che ha la possibilità di scrivere su internet non conosce neanche i verbi, il significato delle parole, perfino la composizione delle parole stesse (neanche delle frasi, delle parole!!). O forse una riflessione sullo stato miserando della cinofilia, che dà la possibilità anche a uno come te di possedere un cane! Mi vengono i brividi solo a pensarci…
    In ogni caso, rimangono sconforto, tristezza, senso d’impotenza.

    Mi piace

  147. salva ha detto:

    bruce l’ultima cosa che io voglio è provocare!!!poi io la parola elogiare l’ho usata nella frase ” non bisogna elogiare il fattore forza”elogiare per me e per il linguaggio italiano significa “lodare”,e il mio discorso è generico e non riferito alla tipologia di razza e non faccio discorsi da bar su chi è più forte e chi è più rammollito,sono uno che odia vedere liti provocate tra cani,e in parole povere volevo dire che non bisogna lodare la forza del proprio cane o del cane di proprio interesse,perchè chi in modo diretto e chi indirettamente farà sempre il solito maledetto paragone,cioè lo appoggerà alla razza rivale….e parte il confronto maledetto.bruce la sfortuna dei pit è quella di finire spesso in mani di esaltati,adesso questi esaltati hanno l’hobby di navigare sul web,ed è molto facile che leggano il tuo articolo con tutti i post-a cui ribadisco tu colpa non hai-ma domani si ritroveranno al bar 2 esaltati a parlare di noi come un gruppo di cretini che discutiamo “filosoficamente” dell’argomento,invece loro per darsi una risposta mettono da parte la teoria si danno subito alla pratica,magari scommettendoci su 50 miseri euro,ed ecco..perciò ti dicevo di ripulirlo cancellando tutto,perchè su certi commenti si paragonavano sul fattore combattimento pit contro rot,caucaso, lupo ecc…scatenando magari altre situazioni indirette…poi “AL” che dire,uno che dice di aver a che fare con pitmen messicani,che elogia doti e caratteristiche di combattimento del suo cane preferito facendo il sapientone e si sconforta se legge che ci sono tipi come me che odiano questo genere di”pratica”in tutti i sensi…..io provo tristezza per te e quelli come te,che aimè, ce ne sono,e ti auguro di ritrovarti allo stesso modo nella vita quello che dai a questi splendidi animali,e mi auguro lo stesso mi accada a me perchè sono sicuro di quello che faccio e dico,ma se è veramente come dici sul tuo contatto “messicano”,metaforicamente suona come parlare di pace con bin laden,,,,,,,,,comunque rimani con la tua impotenza,tristezza e sconforto,ti farai un bel natale,buona depressione ;)….

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ho letto il suo commento, obbligato da amministratore del blog.
      Riportando una frase da lei citata, il suo 50% fa vomitare, e il resto è nulla.
      Insomma un intervento, il suo, inutile ai fini della discusione e nessun contributo a questa meravigliosa razza.

      Lei, caro amico, me lo lasci dire, si è comportato esattamente come tante altre persone ineducate che entrano qui dentro solo per criticare e … vomitare. Un maleducato qualsiasi.

      Su una cosa lei ha ragione, l’avrei dovuta cancellare fin dal suo primo intervento, quello del vomito. Si può dissentire dai commenti altrui, ma lei di fatto si è messo al loro livello e, se è intelligente, non merita di essere qui, per coerenza. Tanto per essere chiari.
      Un saluto senza offesa.

      Mi piace

      • salva ha detto:

        caro amico,se per lei(le do del lei) nausea e vomito sono la stessa cosa la prego si aggiornarsi.poi le è scappata una cosa,lei ha avuto a che fare con elementi che le affermavano che “tal cane distrugge il pit”…e lei e altri vi siete messi a discutere un teorico faccia a faccia….io mi vergognerei di affrontare certi argomenti senza morale….poi su ogni mio intervento 3/4 di post li ho usati per cercare di far capire alla gente che leggerà in futuro che il combattimento tra cani è sconcertante,lei infischiandosene delle mie idee,che credo anno un minimo di valore,sprecando solo “Si può dissentire dai commenti altrui”nel suo ultimo post,su questo tema importantissimo,di cui tanti non capiranno nemmeno il senso,lei si aggrappa facendo tema sul vomito(detto da me nausea,..che bello mettere parole in bocca degli altri!…)-…….e sul 50%è nulla,invece le dovevo dire che è interessantissimo leggere lei che tratta “argomenti di alto livello” tipo con l’utente rott!!!!!!!!…..meglio non parlarne…..se proprio deve bannarmi lo faccia ma almeno rispetti ed elogi il mio pensiero,che credo sia per tutti uguale se si ha un minimo di rispetto sulla situazione,da me giudicata negativamente,invece lei si crede tanto educato,ma se ci riflette anche lei è caduto in qualche buca,ad esempio paragonando un utente giuseppewolf ad un testimone di geova … non per l’utente,un’altro di quelli di parte per un tipo di razza,ma per i tdg,mischiando(paragonando) ideali religiosi con pensieri personali su diversi argomenti che non centrano un tubo gli uni con gli altri,e …..da qui si capisce la sua poca tolleranza sulle idee altrui,comunque per cronaca le dico che non condivido il pensiero dei tdg,ma per sintetizzare non li paragono al rompiballe di turno che tratta argomenti deleteri ma sono diretto e radicale.comunque parlando genericamente dei commenti,io potrei essere bannato,ma ci sono tanti che andrebbero denunciati.io ho potuto offendere,anche se mai diretto ad una persona,e la legge mi tirerebbe l’orecchio,ma vorrei vedere cosa farebbe a chi incita o parla di dogfighting e cosa gira vicino….bhaaa

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Nausea?
          Vero, mi scuso, allora rettifico: il 50% dei suoi interventi sono solo nausea. Contento?
          Il resto del 50% è sempre il nulla.

          “ … io mi vergognerei di affrontare certi argomenti senza morale …”
          Credo che lei, preso dal suo stato di malessere dovuto alla nausea non abbia letto il mio post. Lo legga per favore e si legga anche il mio post sulla storia del pitbull.

          “ … cercare di far capire alla gente che leggerà in futuro che il combattimento tra cani …”
          Questo lo abbiamo detto tutti, ma lei non lo ha notato, perchè sempre sotto l’effetto della nausea. Se avesse letto di più si sarebbe risparmiato il suo attacco di nausea, e qualche critica in meno.

          “ … Se deve bannarmi lo faccia …”
          Mi dispiace deluderla, ma ora non lo farò, come ho fatti per altri. Lei è un esempio di come non ci si deve comportare entrando in “casa” altrui. Con rispetto ed educazione. Lei è entrato a gamba tesa.

          “ … rispetti ed elogi il mio pensiero …”
          Lei non ha espresso alcun pensiero. Solo banalità. Si è solo preoccupato di attaccare il mio blog, il sottoscritto e il sig. Al. Non credeva mica che avremmo ingoiato tranquillamente il rospo.
          Elogi? Suvvia, ma chi crede di essere?.

          “ … testimone di geova …”
          Qui lei mostra tutta la sua pochezza. Se per lei testimoni di geova è sinonimo di offesa, beh, allora lei è proprio un meschino e insolente verso i tdg.
          Non ha capito l’ironia. I tdg sono ossessivi, insistono sempre sullo stesso argomento: ovvero pretendono di avere la ragione dalla loro parte, la verità (come la chiamano loro) perchè credono alla Bibbia che è parola di Dio, alla stessa maniera di come fanno certi bambocci esaltati per il loro cane e ottusi che pretendono di dare lezioni esattamente come ha cercato di darci lei.

          Sarebbe bastato che lei fosse entrato qui e avesse parlato senza nausea e arroganza, spiegando per benino con educazione il suo pensiero.
          Sarebbe stato apprezzato, non avremmo versato tutte queste parole, nonché sprecato il nostro tempo.

          Ora mi deve scusare, ma devo far uscire il mio cane, lo faccia anche lei e si rinfreschi la memoria, perché qui nessuno ce l’ha con lei, la prosopopea e l’arroganza di falsi sapientoni non è ben accolta.

          Mi piace

          • salva ha detto:

            purtroppo si dimostra ancora poco propenso ad ascoltare….se il 50% è nausea e il 50%il nulla delle MIE poche righe lei non ha capito la cosa più importante….poi se dal suo punto di vista i vostri commenti sul vostro infinito poema(dibattito)sono più considerevoli del punto su cui io mi affermo,bhè ripeto che non ha capito la cosa più importante…comunque continui a postare insieme a fanatici di dogfighting,infischiandosene del fatto che il pit da noi si chiama amstaff solo per il senso del nome mischiato al suo passato da cui la gente seria sta alla larga e i vertici della cinofilia confermano anche se io personalmente dopo tanto darei il nome d’origine,ma questa è un’altra storia …per me questo vuol dire non sorvolare e affrontare il problema e credo che non sarebbe tempo perso sprecare qualcosina in più nei commenti invece di “discutere su chi sarà il vincitore di MORTAL KOMBAT”..poi andando avanti,il suo post l’ho letto,e a parte il lato teorico su come combatte un pit e comparandolo col rott,che a me sinceramente mi discosta(per morale),il resto diciamo che passa,ma non è il suo articolo a toccarmi,ma bensì l’idea generica,data da commenti ingiusti e patetici da bambini dove lei da amministratore ha la responsabilità di cio che cè scritto.poi,continuando a rispondere,io non le sto dicendo di elogiare me come persona,non avrei bisogno soprattutto da voi,ma sostenere il mio pensiero(sul combattimento per specifica),credo che su questo tema affrontato è la causa più giusta del mondo….poi continuando,qua proprio ha raschiato il fondo del barile,lei vorrebbe insinuare che io non tollero e insulto i tdg!!!tutto il contrario,e rilegga il post per conferma,io rispetto ma non condivido la loro idea,e ironia sul caso non se ne fa e non ci dobbiamo permettere NE IO e NE LEI!!!!…ed è lei che tuttora paragona l’ossessività di utenti(me compreso) al comportamento dei tdg,e io sarei l’insolente!?! e ripeto e confermo da qui che lei è poco tollerante alle idee altrui..bhaa..poi andando avanti,ma tornando indietro le rispondo che la mia nausea e arroganza del mio tono è data dai post letti ove lei è responsabile del pubblicato,tipo il dibattito lupo contro pit ove lei analizza “sapientemente”ipotetici scontri,,,…,,e il falso sapientone sarei io!!!..comunque io non ce l’ho con nessuno,e non ho bisogno di rinfrescare la memoria,anzi ho tutto ben chiaro,perciò resto delle mie idee,dove le basi sono solide fondamenta costruite sulla propria morale,non “dinamiche di combattimento”….saluti

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Avevo ragione. Ancora una volta.
            La sua nausea era solo il sintomo del vomito.
            Ed ora ha vomitato.

            Si era capito subito dalla sua prima frase di ingresso qui dentro qual’erano le sue intenzioni effettive.
            Ora posso tranquillamente dire che i suoi commenti sono 100% vomito. In pochi commenti ha vomitato più di tutti.

            Ultima cosa, non merita di più, lei si scaglia contro di me perchè sono convinto di quello che dico (non è peccato) e poi lei scrive “resto delle mie idee” (che nessuno ha capito).
            Lei non è diverso dagli altri, e poi cerca penosamente di coprire il suo “vomito” andando a scavare tra altri commenti.
            Ha perso un’altra occasione per parlare come si deve, seriamente, del nostro cane.
            Un saluto

            Siccome ho la responsabilità da amministratore non le concederò altre occasioni di vomitatare, la pazienza ha un limite.

            Mi piace

  148. Al ha detto:

    La mia depressione finisce con te, per fortuna🙂 Ti auguro un 2014 fatto di guarigioni. Ne hai bisogno!

    Mi piace

  149. alessandro ha detto:

    Caro salva, sono allibito, ma ha letto bene il blog? tutti noi aborriamo i combattimenti, ci scambiamo opinioni in base alle nostre conoscenze o a ricostruzioni storiche su alcuni testi come ho fatto io, la storia di questi cani è purtroppo legata a queste vicende così come parlando del border collie non si può non parlare della pastorizia. Oppure pensa che il semplice parlarne istighi alla violenza? Come dire che se un individuo va a vedere un film di guerra poi va a sparare alla gente? Non sarà una tara mentale del soggetto piuttosto che colpa del film? E’ immorale parlare di fasi di combattimento? quindi anche gli storici che studiano l’antica Roma e descrivono i combattimenti tra gladiatori sono immorali? Forse sono una persona immorale anch’io visto che ho fatto la tesi di laurea sul comportamento animale e documentato le aggressioni (tra macachi) con tanto di vincitore e vinto. Io ho 2 meticci trovatelli, lei piuttosto come mai ha scelto un pitbull? magari inconsciamente……

    Mi piace

    • salva ha detto:

      salve Alessandro,si ho letto bene il blog,e ho letto(ingerendo dei rospi che lei non immagini)pure tutti i commenti,e posso affermare che circa il 50% dei commenti dovuti a individui poco raccomandabili io la scarterei a priori,poi capisco che la storia del pit nasce da là,ma il combattimento è un tema delicato che ha poco in comune con la tipologia di lavoro delle altre razze,poi credo che il semplice parlarne,soprattutto direttamente tipo pit vs rott,pit vs lupo,caucaso e altri mazzi susciti idee poco raccomandabili..sa perché?perchè se un individuo vede un film di guerra e poi spara in una scuola(cosa successa per altro!)sa le conseguenze…invece sui cani la cosa è diversa,nasce e finisce lì,in una cerchia di una decina o pure meno di stronzi….con un risultato di un cane devastato.poi darle dell’immorale per la sua tesi non mi permetterei, ha fatto una tesi su un comportamento in natura,dato da animali molto vicini all’uomo,in grado di avere in branco rivalità,gerarchia,guerre con branchi limitrofi,e tutto in natura,insomma l’esatto contrario di un cane instigato a sbranarsi con un suo simile dentro una fossa….pure io ho avuto nella mia vita meticci di taglia piccola che erano un amore,siccome ho la possibilità di tenerne uno di taglia media in appartamento e per la prima volta volevo un cane di determinata razza, ero orientato sul bulldog americano,mi pace fisicamente e psicologicamente,sono andato in un allevamento a vederne un paio e mi sono dovuto ricredere,la tipologia da me scelta era inadeguata per quello che potevo offrire,a me piacevano i jhonson tipe,ma i genitori della cucciolata erano troppo imponenti,poi avevano la caratteristica della bava,a cui sono legati tutti i cani di tipo mastino/prognato,dissuadentomi(se si è a mangiare e sbatte la testa non si mangia più🙂 )…e da li a poco arrivo al mio pit,esteticamente i genitori erano per me il top,padre 48 kg,mamma 34,allevati in casa da persone in gamba,e nonostante le masse non indifferenti sembravano persone in casa…intelligentissimi,capiscono tutto e in fretta,cocciuti,e con la giusta nozione di allevamento a mio avviso sono gli ingredienti per avere la migliore razza per la mia situazione di vita…ed infatti giorno dopo giorno mi ritrovo a sorprendermi dall’umanità che ci può essere dentro un cane di questa tipologia.

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Ecco finalmente un buon commento.
        E ci voleva tanto!

        Per il resto caro salva, ha iniziato lei, entrando in maniera …. poco ortodossa (ho scelto la parola giusta, credo, per non alimentare altra discussione), cosa si aspettava? E poi in fin dei conti nelle discussioni assomigliamo un po’ ai nostri cani …. non molliamo la presa, (entrambi).😆
        Comunque si è parzialmente riscattato😆
        Grazie per il lavoro e tranquillo non la concello.
        Un saluto

        Mi piace

      • alessandro ha detto:

        Ciao salva, la mia era una piccola provocazione (comunque il mio studio riguardava animali in cattività, i macachi del bioparco di Roma, non in natura). Penso che molte menti malate non hanno bisogno dei nostri discorsi come spunto per certi “esperimenti” tipo lupo vs cane vs rott vs tizio e caio, visto che sono praticati da centinaia di anni con molte crudeli varianti. La fantasia sadica di queste persone si alimenta da sola senza il nostro innocuo contributo. Ottima scelta la tua, l’am.bulldog tipo johnson è appunto troppo bulldog oltre alla bava potrebbe aver qualche problema di salute, scegliamo innanzitutto razze sane così gli allevatori la smettono di selezionare malati a 4 zampe.

        Mi piace

        • salva ha detto:

          ciao,giuro che non mi sono sentito affatto provocato, dal mio punto di vista era solo scambio di opinioni e qualche chiarimento🙂 …grazie per l’appoggio sulla mia scelta,sono molto fiero del mio cane,ha 7 mesi ed è un treno,salta come un grillo,tira come un bue e si comporta quasi come un bambino.poi questa razza è dotata di un’espressività particolare,senza nulla togliere a nessuno ma la faccia del pit per me è unica,poi è un xl,pesa già poco più di 30 kg,credo che se continuerà così non deluderà le aspettative dei genitori,e ripeto sono anch’io contento di lui.riguardo il bulldog,che dire,è un mito,ma richiede molte più attenzioni del pit e ha caratteristiche particolari(una dei tanti che di notte ronfa da creare disagio in appartamento)..poi con il tipo jhonson in alcuni casi come detto da te si è toccato il livello problematico del bull inglese,tradotto in problemi polmonari,canna nasale,ossei e cardiaci,proprio per esaltare la loro forma da culturisti e marcare il prognatismo a livelli sproporzionati,ma dove andavo io ero “diciamo”sul sicuro,data la genealogia..poi condivido il tuo pensiero su tanti allevatori che si accaniscono su un preconcetto sulla morfologia imposta forzatamente(american bully nel nostro caso di amatori del pit,ma apparentemente almeno lui con la salute è a posto) mettendo in secondo piano la salute del cane,purtroppo,che dire dove tanto e dove niente,tanto un esempio generico,tutte le razze estinte negli ultimi 150 anni,tipo la fine che ha fatto il dogo de cuba,dove ho potuto vederlo solo in vecchie immagini,che peccato……ciao Alessandro, un saluto pure ai tuoi 2 piccoli amici

          Mi piace

  150. salva ha detto:

    bruce non le rispondo più…non fa altro che parlare di vomito,che bell’esempio!!!…….comunue parli almeno per sé e non a nome di tutti,perchè chi legge capisce il mio senso pacifista sugli animali..sono contento di aver risvegliato in lei il senso dell’amministratore,era ora,buon lavoro,ne ha tanto!!………….

    Mi piace

  151. Al ha detto:

    Salva: quante energie sprecate a postare il Nulla.

    Mi piace

  152. Bernardo ha detto:

    salve a tutto il blog e mi rifaccio vivo vedendo ancora discutere di quali razze siano più forti in confronto alle altre..Addirittura c’è un esaltato di un lupo, che non mi accingo nemmeno a nominarlo, premesso che io non vorrei mai vederli combattere in uno scontro, tempo fa vidi un documentario dove alcuni biologi e scienziati, ricrearono in base ad attenti studi testati in laboratorio (non con gli animali), uno scontro virtuale tra un lupo ed un puma. ora sappiamo tutti benissimo che il lupo caccia in branco ma nonostante questo, vinse il duello in quanto le sue caratteristiche fisiche (muso allungato agilità nelle zampe posteriori, coda che permette un perfetto bilanciamento) gli permettevano di ferire l’avversario, attaccandolo alle zampe,ed infine ucciderlo a terra. il suo morso inoltre raggiunge un pressione di 250kgcm(quadro).Ora il pitbull imprime una pressione morso di 145kgcm(quadro) e attacca con più foga senza studiare il suo avversario e come il puma, attacca la giugulare, concludo dicendo inoltre che la differenza fondamentale tra un pitbull ed un lupo,è che il primo è stato in un modo o nell’altro addomesticato dall’uomo, l’altro è puramente allo stato selvaggio! il lupo quindi credo abbia la meglio…Ma ciò non deve essere un affermazione di stampo criminale verso gli animali perché io odio queste pratiche crudeli e vergognose, detto ciò la ringrazio per lo spazio concessomi e spero che all’esaltato del lupo e del rottweiler l’amministratore del sito li banni una volta per tutte!!

    Mi piace

  153. bernardo ha detto:

    Salve a tutto il blog mi rifaccio vivo dopo alcuni giorni di febbre che non mi hanno consentito nemmeno di andare a lavorare…Ho letto con interesse e passione tutti i post che sono nel blog, ma c’è ne uno che deve essere notato perché è molto interessante e particolarizzato..Io penso il lupo anche se il morso del pitbull è riconosciuto tra i più forti (tra i cani) a causa della sua particolare muscolatura e forma del muso, però il lupo è più forte fisicamente ed è abituato a lottare (anche se per motivi differenti ossia per caccia, o difesa) quindi ha una maggior intelligenza tattica in caso di lotta, è comunque la sua taglia è maggiore di quella di un pitbull e ha una massa muscolare maggiore dovuta al fatto di una evoluzione darwiniana differente.
    Spero di non vederli mai combattere perchè se lo fanno è solo a causa nostra.

    Mi piace

  154. bruce ha detto:

    Cane vs lupo.
    Vuoi o non vuoi questo argomento torna sempre a galla. Piace.

    E’ doveroso però fare una premessa per fugare ogni dubbio per coloro che hanno la critica facile.
    Tutti osteggiamo i combattimenti. Ma è lecito parlarne perché non stiamo e non vogliamo parlare di combattimenti clandestini, ma di due razze a confronto.
    Tv e canali altamente qualificati come National Geografic dedicano intere trasmissioni al confronto tra animali. Ho visto trasmissioni anche sul confronto (improponibile) tra coccodrilli e squali. Addirittura tra varie forme di lotta tra dinosauri. Eppure nessuno si scandalizza.

    Faccio allora un riassunto di quanto è stato detto.
    Tutto è nato dalla segnalazione di un commentatore di un cane morto in Abruzzo, la cui morte è stata attribuita da giornalisti da strapazzo ad un lupo su un pitbull.

    Da una parte:
    1 C’è chi ha dipinto i lupi di una ferocia e di dimensioni fiabesche da ingoiare Cappuccetto Rosso.
    2 Il lupo ha l’intelligenza e il senso tattico della caccia.
    3 Il lupo sarebbe favorito in un confronto diretto con un cane perché ha conservato la sua aggressività essendo un animale selvaggio al contrario dei cani che si sono rammolliti vivendo in cattività.
    4 La conclusione è che nessun cane può reggere il confronto con il lupo, e, scontata, compreso un pitbull.

    Dall’altra
    5 Il canis lupus italicus, in realtà ha le dimensione di un cane medio di 35 kg.
    6 Per quanto rammolliti tutti i cani hanno conservato una buona dose di aggressività che nelle specie di maggior carattere ha una rilevanza notevole. Tra questi proprio il pitbull che ha per istinto il carattere del combattimento.
    7 Il lupo, generalmente non attacca da solo, evita il combattimento diretto. La sua forza è il branco.
    8 Il senso tattico del lupo è del gruppo.
    9 Il pitbull ha il senso tattico del combattimento.

    Mia considerazione:
    Non è assolutamente scontato che un branco di lupi avrebbe la supremazia su un branco di rottweiler, o di dogo, di pastori del caucaso, kangal, alabai, presa canario ecc. ecc. A maggiore ragione su un branco di combattenti nati come i pitbull.

    Nel corso dei millenni i cani pastore hanno difeso alla grande i loro greggi, le loro mandrie ed anche i loro proprietari. Non si sono estinti per questo dagli attacchi di gruppo dei lupi.
    Tutto ciò a dimostrazione che il lupo per quanto selvaggio non è in cima alla scala dei canidi per supremazia. Né nella supremazia negli scontri diretti. Tanto meno con un pitbull. Certamente sui carlini😆
    Ciao

    Mi piace

  155. bruce ha detto:

    Buon anno a tutti con questo bellissimo video.

    Mi piace

  156. mariottide ha detto:

    Mister Bruce la prego, si informi sul mondo della pastorizia prima di scrivere stupidaggini. Un branco di pitbull contro un branco di lupi? Ma mi faccia il piacere. Non esiste cane da pastore capace di difendere efficacemente le proprie pecore da un branco determinato, figuriamoci dei pitbull, Sicuramente verrebbero attirati dai lupi gregari lontano dal gregge per la loro aggressività mentre i membri beta del branco farebbero piazza pulita di agnellini e pecore. Si limiti a commentare riguardo a combattimenti di cani, materia che spesso insegna senza probabilmente (spero per lei) averne mai visto uno.

    Mi piace

    • bernardo ha detto:

      Io penso che sarebbe inutile soffermarsi in questo argomento lupo vs cani da combattimento. Non ha una logica ben precisa perché come accennato nel mio post di qualche settimana fa, stiamo mettendo un animale addomesticato dall’uomo contro un animale puramente allo stato selvaggio il che come se mettessimo a confronto un cinghiale (maiale selvatico) e un maiale cresciuto dall’uomo (a scopo di cibarsi). Il signor bruce, forse ha avuto la possibilità di vedere uno scontro tra un cane da combattimento e un lupo selvatico per varie ragioni del tipo materiale che gira su internet (o meglio) in tempo reale…premesso che quelli non sono lupi “veri” in quanto la gente senza scrupoli li catturati da cuccioli allo scopo di praticare le loro attività criminali e illegali; premesso questo, un qualsiasi animale selvatico cresciuto in cattività dall’uomo, non avrebbe più stimoli di vita..E la stessa cosa quando un essere umano va in prigione ed è condannato all’ergastolo…Per quanto riguarda l’opinione del signor bruce in quanto “non è scontato che un branco di lupi abbia la meglio su un branco di cani da combattimento” temo proprio che la devo contraddirla, perché un branco di lupi è capace di uccidere “anche” due orsi. Il lupo è definito superpredatore non perché è forte e ha doti fantascientifiche, ma per la sua struttura fisica e l’intelligenza tattica, tutto qui..

      Mi piace

    • bruce ha detto:

      Mister mariottide. Ecco un altro sapientone. L’ennesimo maleducato ed anche lento di testa a cui non varrebbe nemmeno la pena di rispondere. Ma oggi ci provo.

      I cani per quanto vissuti in cattività, una volta randagi, formano branco e stabiliscono le loro gerarchie esattamente come i lupi da cui discendono, membri alfa e beta come lei mi ha ricordato.
      Ora se “ipotizziamo” un branco “randagio” di togo, o rottweiler o di altri animali di grossa taglia, non credo che un equivalente branco di lupi ne avrebbe il sopravvento. Tanto meno di un branco “selvaggio” di pitbull. Niente stupidaggini. Stupido è chi non capisce.
      E lei non lo ha capito.

      E’ vero, non ho mai visto un lupo selvaggio. Forse neanche lei. Comunque vista la sua conoscenza in lupi e greggi è sempre bene accettato il parere di un pecoraio.

      Mi piace

      • mariottide ha detto:

        Mi faccia capire Signor Bruce, premettendo che per me “pecoraio” e’ un complimento e non un offesa come vorrebbe esprimere Lei, invece di attaccare stupidamente proprio come un pitbull qualsiasi persona abbia opinioni differenti dalle sue vorrei invitarla per una volta, a cercare di capire. Secondo lei come mai il lupo sopravvive da prima dell’uomo in natura? Lei crede che sia la taglia a fare la differenza? E soprattutto e’ convinto che un branco randagio di pitbull possa realmente procaccarsi il cibo? Un lupo ha imparato nel corso della sua millenaria sopravvivenza a limitare al minimo gli scontri fisici non perche’ contro un cane non possa facilmente vincere ma perche’ anche solo una ferita, in natura, potrebbe comprometterne la sopravvivenza. Lupi che vivono nei parchi dei Sibillini e del Gran Sasso sono capaci di eludere la sorveglianza dei cani riuscendo a trasportare prede di 50kg oltre le recinzioni. Sono capaci di pianificare strategie di attacco in cui ogni singolo lupo ha il suo ruolo preciso. Nella zoologia il lupo ha il livello piu’ alto nella scala neotecnica mentre il cane, specialmente il pitbull e i molossoidi in generale, non e’ piu’ che un bambino. Sarebbe come confrontare una organizzazione di adulti abituati a vivere nelle piu’ estreme difficolta’ con un gruppo di esaltati 12enni. La prego non mi dia dello stupido io non l’ho offesa, al contrario ho cercato di farla ragionare su un tema nel quale ritengo non sia competente.
        Au revoir

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Una persona educata non entra in un blog dicendo al suo amministratore di dire stupidaggini. Stupidaggini sono cose dette da uno stupido. E questo non è un complimento: è offesa, bella e buona, è maleducazione. Lei non ha cercato di far ragionare nessuno. Se questa era la sua intenzione la avrebbe fatto da persona civile.
          Lei, mi permette è stato offensivo e meledicato.

          Il resto? E allora?
          Visto che non si è offeso (e non era nelle mie intenzioni) allora ritorni dalle sue pecore e lupi.
          E ci resti.

          Mi piace

          • mariottide ha detto:

            Le consiglio di non gestire un blog se il risultato e’ quello di straparlare senza accettare chi ne sa piu’ di lei. Ma probabilmente questo lei non lo accettera’ mai. Si diverta ai parchetti coi cagnolotti di citta’ raccontando storie per sentito dire, io me ne resto felicemente sui monti.

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            “…. chi ne sa piu’ di lei …”
            Lei?😯
            Ma dai !!!!😆😆😆 Anche esaltato !

            Mentre io continuerò a gestire tranquillamente il mio blog e a raccontare storielle al parchetto ai miei amici cani lei, altrettanto tranquillamente e felicemente (il tempo non le manca), dia saggio della sua cultura alle sue pecore, chissà, qualcuna potrebbe starla ad ascoltare.😆
            Ciao

            Mi piace

        • Loris ha detto:

          complimenti Mariottide infatti dalle mie parti succede sempre questo.. .però ancora non riesco a capire il perché questo animale è tutelato dalla legge europea… E solo dannoso per l uomo e per l economia del paese ma nonostante ciò dalle mie parti ogni sei mesi vengono liberati Caprioli cinghiali cervi ecc.. per nutrire i 68 lupi che si contano…!!! Ma dico io la gente e diventata matta? Secondo me i politici potenti soffrono di adolescenza e di conseguenza fanno queste leggi…ma dannazione, se li piacciono i lupi a questi fanatici perché non se lo allevano? Oppure si vadano a comprare un cane lupo cecoslovacco che ulula come il lupo e ha il 30% di sangue di lupo?

          Mi piace

  157. alessandro ha detto:

    Scusa Bernardo ma sei completamente fuori strada, in primis il confronto lupo puma che tu citi suppongo si riferisca ad animal face-off (che ha ben poco di scientifico) ma ricordi male, è il puma che ha facilmente la meglio, quanto all’evoluzione darwiniana,x più forte si intende più adatto, l’eccesso di aggressività in natura è penalizzante (ci ho fatto la tesi),2 esempi: nel pleistocene c’erano 2 predatori straordinari potentissimi l’orso bulldog e il canis dirus 2 volte + grandi e + aggressivi rispettivamente del grizzly e del lupo, ma si sono estinti! molti ancora pensano che tutto ciò che è wild sia superiore, ma secondo voi è più veloce un purosangue da corsa o un cavallo selvatico? il lupo (anche lupi selvatici prelevati in natura) si è scontrato con il pitbull nelle arene 100aia di volte, non ha mai vinto…… quanto ai cani pastore come ho sopra scritto tutti i casi che ho approfondito di predazioni da parte del lupo riguardano + lupi contro 1 o 2 cani, così come le predazioni sull’orso. Super predatore significa essere all’apice della catena alimentare e sicuramente il lupo è sopra l’orso che è soprattutto un necrofago opportunista non un cacciatore specializzato, ma questo non significa che il lupo avrebbe la meglio in uno scontro a meno di una netta superiorità numerica, anche il cuon alpinus può predare una tigre (30vs1) ma cosa prova?
    Ti cito anche un esperimento dei biologi magrone morelli papini che hanno cresciuto una coppia di lupi in un nucleo di pastori tedeschi, ebbene i lupi non sono diventati affatto alfa e non hanno mostrato qualità fisiche superiori. Un altro dato, lo sapete chi è l’ultimate fighter tra gli animali? la mucca!!!
    ebbene sì agli inizi del 900 in california si usava far combattere grizzly (talvolta leoni e tigri) contro tori spagnoli da corrida (che non sono altro che bovini domestici) e i cosiddetti “wild” finivano immancabilmente incornati…
    (p.s. posso citarvi tutte le fonti di quello che scrivo)

    Mi piace

    • Veccrale ha detto:

      ma ti rendi conto di quante stupidaggini hai detto in un solo commento, caro Alessandro? Dopo la tua opinione e quella espressa da Bruce mi è passata la voglia di vivere…mi sento spaesato e vorrei concludere il mio commento solo con 4 parole per farti capire perché sbagli : prendi un lupo americano ALFA (CAPOBRANCO INDISCUSSO) senza carenze alimentari peso che arriva fino a 70kg e mettigli un pitbull davanti…non credo che ancora resti della tua opinione…

      Mi piace

    • mariottide ha detto:

      Caro Bruce continui pure a pensarla come preferisce ma qui mi pare che l’unico esaltato sia lei: branchi di pitbull, pitbull contro lupi (no comment), pitbull contro mazinga zeta… Il problema e’ che sono persone come lei che contribuiscono a creare molta disinformazione sul mondo della cinofilia diffondendo notizie sgangherate tra cui anche patetiche dimostrazioni matematiche o i soliti links da youtube che ogni buon ricercatore cita a sostegno delle sue profonde tesi di zoologia.
      Cordiali saluti

      Mi piace

  158. alessandro ha detto:

    Mariottide se il riferimento è rivolto a me lo ritengo offensivo perché scredita il mio studio e non penso di meritarlo, io ho solo fatto una ricostruzione su dati accertati, le cito le fonti visto che non si fida:
    origine delle specie, c.darwin
    atti del convegno nazionale gruppo lupo italia, camerino 1985
    livestock dog project, r.coppinger
    dalla parte del lupo, l.boitani
    il pastore maremmano-abruzzese, p.breber
    the history of fighting dogs, c.semencic (o dieter fleig, non ricordo bene)
    centro studi e documentazione sul lupo appenninico (d.berzi)
    youtube l’ho accennato ma perché relativo a documentari del n.geographic con il dott.brady barr.
    In abruzzo i cani da pastore funzionano alla grande perché ci sono 3-4 cani x 2-3 centinaia di pecore in spazi aperti, in alcune zone in nord america o piemonte no perché le pecore sono troppe e in zone boscate e per i cani (pochi) è impossibile controllarle tutte e nessuno potrebbe farlo a meno di non mettere un cane per ogni pecora! è il contesto ambientale a fare la differenza non la superiorità dell’uno o dell’altro che ad ora non è dimostrata da statistiche attendibili. E’ ovvio che nessun cane può competere con il lupo nel contesto selvatico, un branco di pitbull poi probabilmente non si formerebbe mai a causa dell’aggressività intraspecifica, ma non si parlava di questo. La neotenia è un argomento complesso anche l’uomo ha alcuni caratteri neotenici rispetto ai suoi antenati non per questo è penalizzato…
    Gli esaltati del pitbull, del rott… sono tanti ma ci sono anche quelli del lupo (lupi di 80kg, morso da 1000kg/cm2 praticamente il morso da alligatore…)
    saluti

    Mi piace

    • Veccrale ha detto:

      caro Alessandro io non sono un esaltato di lupi, ( ammesso e non concesso se si riferiva a me) ma volevo solo cercare su Internet approfondimenti sul pitbull, perché ne posseggo uno e ero curioso a riguardo ma poi ho letto gran parte dei post e ho voluto dire la mia sull’argomento lupo pitbull. Siccome ho parenti in America mi sono sentito di commentare questa accesa discussione che inesorabilmente va sempre per le lunghe, e mi hanno informato parecchie volte sul lupo americano. In quei luoghi non è raro vedere un molossoide soccombere ad un lupo solitario (e te lo sottolineo lupo solitario e non branco di lupi oppure lupi Alfa).. Un giorno mi hanno raccontato che un uomo mentre stava facendo uno giro in bici, all,improvviso gli sbuca un lupo e lo insegue per un bel tratto di