Il mistero dei raggi cosmici

Dopo la scoperta che i temporali generano antimateria sulla terra, c’è un altro importante risultato frutto dell’esperimento internazionale Pamela, una vera e propria rivoluzione nel campo della astro fisica.

Cos’è Pamela.
Pamela (Payload for Antimatter Matter Exploration and Light-nuclei Astrophysics) è un modulo lanciato nel 2006 a bordo del satellite Resurs-DK1 il cui obiettivo è quello di analizzare le caratteristiche dei raggi cosmici senza il disturbo dell’atmosfera e di conoscere cosi’ in dettaglio queste particelle misteriose e importantissime. Conoscere queste particella significa fare un passo avanti nel capire qualcosa in piu’ su oggetti misteriosi come l’energia oscura e la materia oscura che insieme costituiscono ben il 95% dell’universo. Il progetto è coordinato anche dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e condotto in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Di cosa si tratta.
Finora si credeva che a ”spingere” le particelle, o raggi cosmici, fossero le gigantesche onde d’urto generate dall’esplosione delle supernovae, ma l’esperimento Pamela ha dimostrato che devono esistere anche altri acceleratori cosmici. Ovvero la pioggia di particelle che bombarda la Terra ad energie altissime e’ generata, nel cosmo, da motori ancora sconosciuti.

Cosa significa.
Pamela ha dimostrato per la prima volta che le particelle che compongono i raggi cosmici, come i protoni e i nuclei di elio, non sono accelerate nello stesso modo alle alte energie.
Queste differenze inaspettate hanno sorpreso i ricercatori perche’ hanno messo in crisi la teoria finora piu’ accreditata.
”Secondo questa teoria tutte le particelle dovrebbero essere accelerate nello stesso modo, ma i dati di Pamela dimostrano che le cose non stanno cosi”’, ha osservato il responsabile dell’esperimento, Piergiorgio Picozza, dell’Infn.
Le particelle dei raggi cosmici ricevono quindi spinte diverse da motori diversi: e’ evidente, ha detto Picozza, che ”l’ipotesi della supernova, da sola, non basta piu”’.

Il mistero.
Al momento, comunque, la natura di questi motori cosmici ”resta un mistero”, ha detto Picozza. Trovare una spiegazione, ha aggiunto, ”sara’ compito dei fisici teorici, che adesso hanno finalmente a disposizione dei numeri”. Soddisfatta anche la responsabile dell’Unita’ per l’Esplorazione e osservazione dell’universo dell’Asi, Barbara Neri: il risultato, ha detto, ”e’ molto importante per la comprensione dell’origine dei raggi cosmici, che rappresenta uno dei grandi enigmi della scienza moderna”.

Mia nota. Forse maggiori dettagli e informazioni potranno avvenire grazie anche a persone  che operano proprio nella ricerca e simulazione dei lampi prodotti dai raggi gamma all’entrata nell’atmosfera.

(fonte: mysterium)

Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, Astronomia, I misteri dell'universo. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Il mistero dei raggi cosmici

  1. semprevento ha detto:

    …ora ho fretta…ma poi lo sai ci ritorno!
    …..come non lo so, lo sai che questi misteri mi sconvolgono
    e mi lasciano attonita…hehehhe come dire basita…
    ma senza batter di ciglio vò avanti nella mia incantevole
    incomprensione!
    un bacio bell’omo …
    sei un bel fotone sà!
    vento

    Mi piace

  2. semprevento ha detto:

    tutto questo ricercare una ragione indissolubile, a volte mi fa sperare in qualcosa di buono per la razza umana. Altre volte invece…mi fa pensare ad una vita dedicata alla ricerca per poi arrivare alla vecchiaia e non aver ancora capito nulla. Morire con quel senso di incompreso, di misterioso e incompleto…
    poi penso che non è giusto il mio pensiero, che la ricerca oltre l’atmosfera terrestre ha un senso…e mi domando pure chi sia questo Dio che è a nostra immagine e somiglianza come abbia potuto creare così tanti misteri.
    Forse qualcuno è illumunato e non sa di esserlo, forse non è ancora nato chi svelerà al mondo cosa c’è nell’oltre visibile.
    Queste stelle se ci sono servono a qualcosa, Questa luna pure…e quei raggi devranno avere pure la loro importanza…ma che cosa significa trovare una spiegazione a questi fenomeni?
    che significa per l’uomo che vive sulla terra capire e ricreare gli stessi fenomeni?
    Forse si debellano certe malattie? certe carenze? prima o poi le risorse della terra finiranno…si potranno sostituire con un raggio creato o catturato in laboratorio?
    Si son fatte tante scoperte, l!America investe un sacco di soldi nella ricerca , crea navicelle, addestra astronauti …alcuni progetti falliscono, esplodono…e tutto il lavoro di quei cervelloni va in fumo..di nuovo si ricomincia ad analizzare l’errore, a capire il perchè e il per come del fallimento. e si reinvestono altri milioni di dollari…dati da chi? e per quale scopo se , onestamente, tutto sembra ancora così lontano?
    Di domande ne avrei, ma naturalmente le mie son domande che non avranno risposte.
    Mi piacerebbe parlare con un cervellone, per capire il motivo che li spinge a tanto sacrificio, a tanto studio, a tante notti insonni….probabilmente la motivazione sarà un ottima motivazione…che servirà all’umanità in un futuro imminente.O forse lontano…
    Vorrei che certe catastrofi smettessero di esistere, che non si abbattessero foreste, che la pace fosse per tutti i popoli….che le malattie fossero debellate o quantomeno curate, per tutti, non per i soliti quattro stronzi potenti.
    vorrei che stessero almeno una volta col naso all’insù, come ci sto io…chissà , magari qualcuno ci sta.
    Non faccio di tutte le erbe un fascio…di sicuro ci saranno elementi umani davvero umani.
    Per me , ignorante in modo molto quantistico e dozzinale, difficile capire un raggio gamma, un fotone, il progetto Pamela, e se vogliamo anche un atomo. So che tutto è composto da qualcosa , materia e antimateria, che niente si forma caso…svariati complicati nomi, leggi, formule governano questo universo…tanto grande da farmi dire che non possiamo esser gli unici abitanti …il resto è per me sconosciuto…
    Spero solo che tutto questo ci porti a nuove vedute e frontiere accessibili a tutti…
    Che la vita sia una continua mutazione? certo che si…speriamo solo in meglio….
    e che anche gli scenziati si prodighino per farcelo capire in modo semplice e accessibile.
    e se lo capisce vento, siamo già a buon punto!
    Ora dovrei leggermi tutti i misteri?
    sarebbe troppo lungo, dovrei trascurare il mio mare…
    ti vengo dietro nei tuoi articoli….e mettici le tue riflessioni…mi garbano molto!
    Un bacio bell’omo e scusa questo mio modo…
    ormai però dovresti conoscermi… le stelle brillano per far sognare me…
    e anche loro.
    vento

    Mi piace

  3. semprevento ha detto:

    ww.galileonet.it/articles/4d7092ef72b7ab4e5000009f

    Mi piace

  4. silvanodonofrio ha detto:

    Buon giorno signora Ivana, cosa desidera questa mattina? Un caffè, un capuccino con cornetto? Abbiamo delle ottime paste. O cos’altro?
    Sorpresa? Sicuramente sì, sicuramente avrai pensato cosa gli è preso stamattina a quest’uono.
    Devi sapere che una certa persona che ha fatto visita anche sul tuo blog, in privato ha definito i discorsi qui dentro da “bar”.
    Ebbene cara mia Ivana da oggi in poi qui dentro bando alle chiacchiere. Da oggi in poi solo discorsi “intelligenti”, perchè se non sei della “sinistra radicale” non sei “intelligente”. Perciò se non hai una adeguata cultura di sinistra (magari già ce l’hai ma non è “radicale”) e non vuoi passare per una chiacchierona di poco cervello informati a dovere sul proletariato, le lotte di classe, l’anti capitalismo, anti clericalismo, le banche buone, i centri sociali buoni, i black block buoni, i cecchini buoni. Solo cose di sinistra, mi raccomando: il volontariato, la pace, l’ambiete, un lavoro stabile e sicuro per tutti. Come se la solidarietà, l’ambiete, il lavoro e tutto il resto sia di appartenenza della sinistra. Un loro copyright. Ma vai a cagher mister L.C.

    Mi piace

    • semprevento ha detto:

      …e lo sapevo!!!!
      Ho screditato il tuo atelier!!!
      In effetti io son cresciuta in ambienti di sinistra!
      ..del tipo ” circolino di paese”..e che vuoi , li eran tutti operai della Piaggio,
      pensionati, agricoltori. Eh ma…nella sinistra comunista c’era pure l’impiegato del comune…il professore di matematica, il fratello professore di filosofia…
      e poi altre categorie più o meno privilegiate intellettualmente. Già , perchè quando li sentivi parlare sembravano tante pecorelle. tutti a belare contro
      Almirante…( ai miei tempi era ancora vivo!)bell’omo però…eretto e grande oratore. Come lui non c’è stato più nessuno.
      Ora…alla fine del post ho pensato senza leggere le iniziali, lo stesso tuo pensiero…” ma vai a cagar!! ” Poi ho visto le iniziali….e allora ho detto ” noooo, il mio amico L…il rivoluzionario!” Non ci posso credere, mideclassa così? son da barrettino? porca vacca, o meglio , maremma maiala!
      Sono almeno 30 anni che non metto piede in un circolino di sinistra!”
      Voglio dire….bar o circolo ricreativo…penso faccia poca differenza…ecceto quei bar di cagoni sinistroidi intellettualoidi che sanno usare quelle belle parolone,per poi metterlo nel cacapranzi!! Questa parola la diceva mio padre,
      operaio di sinistra , che al collo portava sempre la sua falce e martello…orgoglioso, non la dimenticava mai. Ha fatto il manovale , era carpentiere, ci teneva a specificarlo…mah..lavoro di merda e lui era contento..si alzava alle quattro del mattino e tornava a casa sfatto alle sette della sera. Aveva poco da discutere di politica , povero uomo…eppure mi diceva che la sinistra era l’unica a capire i problemi della gente( noi poveracci)….
      Ha ragione L.C. a dire che qui si fan discorsi da bar…eccerto le teorie si lascian fare a chi ci fa le chiappe belle grosse…e che diamine!
      Me ne dispiace sai….se tu sapessi come è morto mio padre…beh forse qualcuno si laverebbe la bocca prima di parlare.
      ma che vuoi, alla fine è morto solo un operaio…e per giunta ignorante!!
      Però da quando sono nata ricordo che ogni mattina mio padre lasciava scritto alla sua adorata moglie un bigliettino con scritto:
      “Ciao cocca, ti amo tanto. Grazie per tutto quello che fai per me.” e senza nemmeno un errore….che invidia mi faceva…dopo 40 anni di matrimonio le scriveva ancora TI AMO.
      eh , in effetti questi son discorsi da parrucchiera…declassata ulteriormente!!!
      E allora che fò , caro bell’omo?
      meglio stare zitti zitti?
      Mi domando dove sia l’uguaglianza di classe …..teoria, molta teoria ma poi in pratica……
      me ne vò nel mio space a rimirare il mare…ho aggiunto qualche foto Sardegna…almeno lì mi sento tanto vip!!!
      bacio bell’omo…grazie della colazione….certo che anche te potevi scegliere amicizie un pò più di classe èh…un ingegnere che ha per amica una ex frequentatrice di bar….circolini, il che è anche peggio….mah!!!!
      buona domenica signor bell’omo….:-)
      bacio…che sia l’ultimo???
      😦
      vento

      Mi piace

    • semprevento ha detto:

      mì che buffa coincidenza…
      Stamani si parla di vento vandeano…
      occhio, allora!!!
      buongiorno e buona giornata
      ciao bell’omo
      vento

      Mi piace

      • silvanodonofrio ha detto:

        L’unico vento che ho beccato stamattina era quello gelido che arrivava dal mare.
        Ora doccia calda e poi a spalare ancora fango.
        Vento vandeano? è da un pò che tira e lo scopo lo sappiamo.
        Buona giornata bella.

        Mi piace

  5. silvanodonofrio ha detto:

    Bello il sito che mi hai lincato, lo conoscevo, ma era da un pò che non lo visitavo.
    Ho parlato di questa cosa dei raggi cosmici a Bleff e di Pamela, mi ha detto che farei bene ad interessarmi di più di una certa altra Pamela, quella che ha due meloni davanti, piuttosto di queste cose che interessano solo gli intelligentoni.
    “E no!” – gli ho risposto – “Quelli sono discorsi da bar”

    Mi piace

  6. semprevento ha detto:

    mentre scrivevi te, scrivevo anch’io!!!
    e non ci siamo beccati!!!
    però…bel nome Pamela…
    secondo me è un nome un pò ambizioso…e frivoletto…nel senso che dà allegria,
    e spensieratezza…
    me ne scuso con tutte le Pamele, specie quelle con i meloni…
    certo che Bleff ti conosce benino!!!
    Suvvia bell’omo….ogni tanto però una capatina al bar….
    …mica mi puoi lasciare sola!!!!
    Rischio di farmi una brutta nomea!
    bacio e buona domenica!
    semprevento

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...