Coloni spaziali – parte quarta: la fine

Oramai tutti sanno bene cosa succederà a breve. Il Sole che per miliardi di anni ha riscaldato e dato vita al nostro pianeta Terra è agonizzante. La fine è vicina. Potrebbe succedere in qualsiasi momento.

Il Sole dopo che ha sfolgorato per miliardi di anni nello spazio, irradiando costantemente il suo fluido vitale su tutti i pianeti che le orbitavano attorno, la luminosità dell’astro prende improvvisamente a vacillare. L’equilibrio che aveva sostenuto finora la stella viene a mancare ed essa subisce una serie di violenti cambiamenti.
Nel momento in cui le reazioni nucleari rallenteranno il sole si contrarrà collassando su se stesso sotto la spinta della propria forza gravitazionale.

Gli strati gassosi cedono allora bruscamente e la stella si comprime. Il repentino innalzamento della temperatura interna che ne consegue, è talmente elevato da portare il livello termico del nucleo d’elio intorno ai 100 milioni di gradi.

Di conseguenza aumenta anche la temperatura dell’involucro di idrogeno che riprende a bruciare furiosamente. Ne deriva una violenta produzione di energia radiativa che fa rigonfiare enormemente gli strati gassosi esterni, con la conseguente espansione dell’atmosfera dell’astro che si dilata fino a riempire un volume migliaia di volte maggiore di quello primitivo ad una temperatura di 4.000 gradi centigradi.

Nel contempo, alla rarefazione gassosa si accompagna un inevitabile abbassamento termico ed uno spostamento del colore della radiazione verso l’estremità rossa dello spettro elettromagnetico.
La stella agonizzante diviene pertanto una “gigante rossa”

La nube gassosa subitaneamente raggiungerà la Terra, evaporandola.

Il precipitare della attività solare fa accelerare le operazioni di completamento della missione. Vengono inviati altri coloni su Marte a completamento dell’astronave e a trasportare dalla Luna tutto il materiale accumulato per il lungo viaggio.

I notiziari aggiornano la situazione e col passare del tempo la popolazione diventa sempre più insofferente.

Si accende e si diffonde un sentimento mistico che si riteneva sepolto.
Un numero sempre maggiore di persone si riuniscono in sedute di preghiera e di contemplazione. In alcune comunità estreme si predica il suicidio di massa al momento dell’evento. Vengono riprese vecchie barbare pratiche come i sacrifici propiziatori.
Altre comunità dicono che la fine della vita sulla Terra è solo una invenzione degli scienziati.

Le notizie che sono stati accelerati i trasposti dei coloni sulla Luna fa nascere un sentimento di rancore ed invidia. Il governo centrale è costretto a radunare le persone prescelte in luoghi che ben presto non sono più segreti.

L’atteggiamento civile di questi ultimi millenni scompare di colpo.
Ci sono tentativi di forzare le aree protette. Nascono disordini che in breve diventano vere guerriglie.
Vengono prese di assalto le università, i centri di ricerca che immediatamente vengono chiusi.

Il laboratorio sotterrano di produzione dell’antimateria viene svelato da scienziati esclusi dal progetto e si temono sabotaggi.
L’alto rischio consiglia di trasportare al più presto i recipienti di antimateria sulla Luna e poi su Marte. In breve tempo il laboratorio viene chiuso. Tutto quello che resta viene distrutto.

Contemporaneamente vengono completate le missioni di trasporto dei coloni sulla Luna e chiusi i centri di raccolta e di lancio.

Di fatto l’evacuazione dalla Terra viene considerata conclusa. Da quel momento la popolazione è abbandonata al proprio destino.

Il presidente mondiale ha scelto di restare e con lui tutto il governo per mantenere l’ordine e gestire la situazione che si è venuta a verificare. La vita comunque deve procedere. La popolazione ha il diritto di continuare la loro vita e forse quella ancora dei loro figli e dei loro figli ancora.

C’è un allarme da parte degli scienziati su Marte.
Il quantitativo di antimateria prodotto non è sufficiente per intraprendere un viaggio interspaziale. Forse è appena sufficiente per far decollare la gigantesca astronave.
Si decide di continuare a produrre antimateria su Marte fino agli ultimi istanti.

Dalla Terra, oramai isolata, arrivano su Marte notizie sempre più allarmanti. Nascono disordini ovunque sul globo che le forze dell’ordine fanno fatica a reprimere. Alcune vaste aree non sono più sotto controllo ed il disordine è ovunque.
Ovunque la gente cerca riparo dalla imminente catastrofe. Nelle città sotterranee dove nascono cruenti atti di violenza per impossesarsi degli alloggi altrui. Ben presto vengono a mancare i servizi essenziali a causa del personale ucciso. Le gallerie di collegamento sono distrutte. Immediatamente terminano le scorte alimenari. Molti canali di areazione sono fuori uso. Si interrompe ogni altro tipo di collegamento con la superfice. Non si conosce la sorte degli abitanti.

Vengono prese d’assalto i terminal per le città sommerse negli oceani. Che immediatamente vengono chiusi. E’ l’unico ecosistema isolato che al momento è in grado di sostenersi.

La penuria dei beni di prima necessità per l’abbandono e la distruzione delle aziende di produzione getta la popolazione nel caos, alla continua ricerca di cibo. Nelle aree più remote si ricorre all’unica fonte di cibo rimasta: la carne umana. Si ritorna a vivere nelle caverne per paura.

In intere regioni del pianeta viene a mancare l’energia elettrica e la erogazione dell’acqua a causa dell’abbandono e successiva distruzione degli impianti. I pochi ospedali ancora aperti sono ricolmi di degenti. Scarseggiano anche i medicinali. Si diffondono rapidamente ovunque vecchie malattie debellate da millenni che decimano la popolazione.

La popolazione rimasta si concentra allora nelle grandi metropoli ancora organizzate che vengono protette e fortificate. Viene rafforzata la protezione armata degli allevamenti e delle coltivazioni rimaste per la nutrizione.

Speriamo che finisca presto, pensano su Marte.
Anche la Luna è stata abbandonata.
I coloni vengono fatti entrare definitivamente nell’astronave pronti per il salto nello spazio all’occorrenza, con o senza sifficiente antimateria.

E’ la notte del 31 Dicembre dell’anno 4.999.999.012 d.c., il presidente mondiale è ancora sveglio con la sua famiglia che dorme. E’ fuori al balcone della sua residenza, sorseggia del buon whisky. Guarda le stelle. Quelle stelle che ancora continueranno a brillare e che la umanità non vedrà più. Quella sulla Terra.

Pensa quanto è ingiusto tutto questo. Perché si è data origine alla vita per poi distruggerla. In pochi istanti gli passa davanti agli occhi l’intera storia della umanità. Dalle prime forme di vita, ai dinosauri, alla loro estinzione, alla nascita dell’uomo, alla sua evoluzione, alla avidità,  alle guerre, alla civiltà conquistata con fatica, al progresso raggiunto. E tutto questo deve finire senza un vero motivo.
Ma pensa che una parte di noi non morirà e la specie umana potrà ancora sopravvivere. Altrove.

Poi rivolge il suo sguardo verso la Luna. Quell’astro che ha fatto sognare miliardi e miliardi di persone nel corso dei tempi.
Improvvisamente la Luna cambia colore. E’ diventata di un colore rosso arancio.

Il presidente Anna ha capito.
Il Sole è esploso, la Luna riflette il colore della gigante rossa. L’altra parte della Terra, quella esposta al Sole è “andata”.

Fra poche ore sarà la fine totale.
Il tempo di collegarsi e salutare il comandante della missione su Marte, Anomis, e il comandante dell’astronave Onairda, con le lacrime agli occhi. Buona fortuna.

Poi si corica accanto a suo marito e ai suoi figli.

E’ ora di partire, ordina il comandante della missione su Marte.

parte prima: i preparativi
parte seconda: la propulsione
parte terza: i progetti


Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Scienza, Società, Tecnologia, Universo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

30 risposte a Coloni spaziali – parte quarta: la fine

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Cavolo … ma dimmi cosa ti ha ispirato a scrivere tutto questo..certo se si avverà tutto questo fra quasi 5.000.000.000 di anni allora dico soltanto mi dispiace per l’umanità… ma poi penso quando succede tutto questo l’uomo sulla terra non esiste più da già tanto tempo… credo l’umanita si autodistruggia entro 1000 anni al massimo, perchè siamo incapace di vivere in armonia e rispetare il nostro pianeta … che futuro … Pif

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Cara Pif, ho risposto da te e indirettamente a chi non crede.
      Sono d’accordo con te che forse a quell’epoca la razza umana si sarà già estinta da sola.
      Questa è proprio la preoccupazione, Al contrario il mio racconto parla proprio di generazioni future che vivono in armonia e la fine del mondo avviene “per morte naturale”
      Ciao

      Mi piace

      • Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

        Sai cosa ti dico, pensavo che la gente trova interessante quello che hai scritto, io lo aprezzo 100 x 100, questo sarebbe come ho gia detto un ottimo film… menomale che mi sono presa il tempo a leggere… e io sperò che a questi tempi sono ancora persone buone, e magari non ci sono tanti … e cosi possano essere salvati tutti… ti abbraccio Pif… ah cosa dice al riguardo Bleff?

        Mi piace

        • MARGHIAN ha detto:

          Ciao Rebecca. “e io sperò che a questi tempi sono ancora persone buone..” Su qeusto, io non lo spero…. lo so, e lo sai anche tu, le persone buone esistono. Fra i tuoi vicini di casa, tu stessa, fra i miei vicini di casa…quasi tutte persone buone, Rebecca. E’ vero, il mondo e’ cattivo, teribile, ma la gente buona e’ tantissima. Sai quale e’, piuttosto, il problema? Che ad aver maggior peso sui destini del mondo sono , da sempre, le persone che hanno potere. Il potere e’ inseguito e-ahime’- raggiunto, da persone non buone, a parte le eccezioni dove..un re buono, un presidente buono, vengono uccisi o messi fuori gioco. E’ accaduto nella storia passata, accade nella storia presente.
          Gia’ inseguire il potere comporta una certa..indole, dicamo, a parte rare eccezioni.
          “Attila”, “Hitler”..ecco, pochi uomini che hanno peso sulla storia degli eventi.
          Esiste pure la “cattiveria di strada”, chi ti trascina facendoti del male per toglierti al borsetta, chi ti uccide per motivi futili, chi e’ falso, chi serba rancore, ma esiste anche la bonta’ umana. E’ che, la cattiveria, ha piu’ peso, e’ questo il problema.
          Il cattivo persino “affascina” (pensa alle fans di un vallanzasca). In Germania Hitler era adorato dalla gente. Altra cosa pericolosa e’ l’ignoranza collettiva, e’ quella che da potere ai cattivi o a leaders poco capcaci di governare. Il cattivo che si propone come guida sa.quanti ignoranti, magari anche in buona fede…lo seguono. Cristo, quando diceva “verranno dei falsi profeti nel mio nome, non..seguiteli!” si riferiva non solo a chi avrebbe detto “io sono un profeta”, no!!!! Si riferiva anche e forse soprattutto a chi avrebbe detto “io vi daro’ la pace, il lavoro, il benessere…..” mentre non e’ vero. . Ecco pur come stanno le cose purtroppo. Ciao Rebecca pif.
          Marghian

          Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    una domanda ma le stelle si continueranno a vedere forse ancora di più se muore il nostro sistema solare c’è la possibilità per la terra di entrare a far parte di un’altro sistema solare? forse esploderanno i pianeti più vicino al sole e questo può creare un’avvicinamento della terra ad una nuova stella simile al nostro sole e la vita continuerà sul nostro pianeta . sai la mia speranza è sempre ultima a morire Ciao

    Mi piace

  3. strangethelost ha detto:

    Cribbio che batticuore che mi hai fatto venire! 😉
    Anch’io penso che tra 5 miliardi di anni l’essere umano chissà quante volte sarà nato e si sarà estinto,però il tuo racconto è stato molto avvincente! Complimenti 🙂
    Un caro saluto!
    liù

    Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Ci sono, ci sono,… .ciao Bruce. Ho fattto un breve post che vi spiega la mia “assenza”:
    il pc gira bene su tutto tranne che per WordPress, non so perche’. Spero di poterci lavorare, al blog, anche se “come vuole lui”. 🙂 Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    Ah, era qui il commento….comunque, non e’ escluso che cambiero’ computer, pur se non nell’immediato. Ho da leggermi ancora utto degli ultimi tuoi posts. Ciao.
    Marghian

    Mi piace

  6. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Bellissimo raccontoProprio poco fa ho finito di leggere…la quarta parte. No, non ho letto le altre tre, che leggero’. Un racconto molto ricco anche negli aspetti narrativi, oltre che nella sostanza.
    Non e’ impossibile che queste cose accadano come da te descritte, pur se io ho qualche dubbio che l’uomo esistera’ fino a quando il Sole diventera’ una gigante rossa. Forse questa “fuga dalla Terra” avverra’ molto prima, magari perche’ il pianea diventera’ inospitale ben prima della “fine del Sole”. Se Marte in passato, o Venere, sono stati “abitati” magari solo da animali non senzienti, ai due pianeti c’e voluto molto meno tempo per morire, per perdere la loro “biosfera”.
    L’uomo sulla Terra ha “una amrcia in piu'”, e’ vero (se ci fossimo stato noi 65 milioni di anni fa, con lo stesso livello tecnologiico di oggi, avremmo evitato la catastrofe, mentre i dinosauri (non senzienti e non evoluti) non poterono, questo e’ vero.
    Forse l’uomo, come specie, durera’ di piu’ rispetto alle altre (preservando anche animali e piante a lui utili) e con l’ingegneria genetica, e con la medicina, e..con l’astronautica (colonizzando altri pianeti extrasolari). Leggero’ il resto, ciao.
    Marghian.

    Mi piace

  7. bruce ha detto:

    Grazie marghian, vedo che il tuo ferro vecchio di PC funziona. (il mio non è poi così giovane)
    E’ vero lo scenario non è inverosimile. Sicuramente l’uomo non sarà tanto sciocco da ridursi a uscire dalla Terra all’ultimo momento.
    Ma ho voluto dare un po’ …. di brivido al racconto. E come ho detto dall’amica Pif, ho voluto che fosse il Sole a mettere fine ad una estinzione per nostra mano che forse (ma è meglio dire senza forse) sarebbe stata più feroce, dolorosa.

    Mi piacerebbe un commento sugli altri post, mi sembra particolarmente interessante quella sulla costruzione dell’astronave, con una idea molto azzardata: quella sull’utilizzo dell’antimateria.
    Ciao
    Bruce

    Mi piace

  8. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Un blogger, anni fa, ingegnere come te, mi scrisse:”consolati Marghian, io ho una scheda video a manovella…..”. Il mio ferrovecchio e’ del 2006 ed ha avuto solo qualche problema di software, l hardware-almeno a me sembra- va bene. Adesso anche WP gira… dipendra’ da come gli gira, appunto.

    Commentero’ tutti e tre gli altri posts. Li devo ancora leggere, ho letto l’ultimo ma e’ ovvio, ci va una lettura “sinottica”-d’insieme”. Si’, ogni parte e’ piena di spunti a se’ stanti, un blogger ti puo’ scrivere delle riflessioni sul “presidente del mondo” (sai, si parla tanto di “nuovo ordine mondiale”) o focalizza la sua attenzione su “la fine del Sole”.

    So che per te e’ piu’ razionalmente verosimile chel’abbandono del pianeta non sia “mentre il Sole sta esplodendo, ho capito che volevi dare “corpo” al raconto, “colore” diciamo cosi'”.
    La propulsione ad annichilazione materia-antimateria e’ un’idea azzardata per i motivi che sai, l’antimateria “costa produrla”, “va tenuta ben isolata dal resto dell’astronave e…. leggero’ il post, cosi’ mi sara’ piu’ chiaro. Pero’, sarebbe bello, e non solo per i viaggi interplanetari, usare l’annichilazione, se fosse possibile: resa massima, praticamente assoluta, e non “tot per cento” come la fissione o anche la fusione nucleare. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  9. bruce ha detto:

    Solo oggi 19/9/12 questo articolo è stato letto 549 volte.
    Terraformazione 77
    Coloni prima parte 76
    Coloni seconda parte 63
    Coloni terza parte 111

    😆

    Mi piace

  10. bruce ha detto:

    Continuo qui sull’argomento della fine del mondo senza aprire un altro post, perchè ci sono novità.
    C’è chi non ci crede, anzi ci crede ma le cose andranno come dicono loro. Sono quelli che si aggiustano le cose a loro piacimento per spaventare la gente.
    Poi c’è chi non ci crede, punto e basta.
    C’è chi ci crede, ma a forza di dire che ci estingueremo da soli, va a finire che lo faremo per davvero.
    Poi ci sono persone che non gli frega niente della scienza e neanche gli interessa. Beati loro, deve essere bello vivere con la terra sotto terra.

    Allora perché questo commento?
    Presto detto.

    Ci deve essere una epidemia nella mia città, è invasa da religiosi con camicia a maniche corte, cravatta e con borsellino a tracolla. Classica divisa da venditore porta a porta, rigorosamente imposta, obbligatoria, pena l’esclusione dalla lista dei probabili 144.000 eletti per la vita eterna nel cielo.

    Ok, ma andiamo oltre.
    Io devo anche avere una faccia che ispira fiducia. Passano in molti per strada ma fermano me e Bleff. Eppure non ho un aspetto per niente tenero specialmente di questi tempi.
    Questa volta Bleff mi dice di non stare lì a discutere con questi signori dalla mente di gomma.
    Dico solo che per me la fine del mondo avverrà al momento del mio trapasso. Prendo il libricino e a casa lo sfoglio.

    “Svegliatevi”
    Chi io ? mi domando. Vabbè!
    Ma leggo: svegliatevi: la fine del mondo, realtà o fantasia?
    Bella domanda. E cosi sfoglio le pagine interne.

    La fine del mondo: asteroide
    La fine del mondo: supervulcani
    La fine del mondo: cambiamenti climatici
    La fine del mondo: pandemie
    La fine del mondo: guerra nucleare

    Ma nulla sulla morte delle stelle e del nostro Sole.
    Dimenticanza?

    No! Semplice opportunismo. Perché sulle catastrofi naturale è facile ingannare la gente. E’ più difficile argomentare di scienza. Meglio non farlo, c’è il rischio di incontrare qualcuno che la sa lunga di scienza.

    Ok, allora vado avanti a leggere.
    “La Bibbia non dipinge affatto un quadro pessimistico del futuro”
    Ma il rigo sotto leggo: “ci sarà solo un cambiamento (una Apocalisse n.d.r.) ma a tutti quelli che fanno la volontà di Dio sarà garantita la salvezza”
    Ecco, lo sapevo che c’è la fregatura. Ma allora ci sarà o non ci sarà questa fine del mondo?
    Certo che ci sarà. Me lo hanno spiegato l’altra volta, ma soltanto per i cattivoni.

    Se avete ancora le idee confuse: fine o non fine della vita, continuo a leggere il libricino per voi, io lo avrei già custodito nel cestino vicino alla mia scrivania.

    Alla domanda (che si pongono e si rispondono da soli) : la Terra e il genere umano saranno distrutti?
    Risposta: “I giusti stessi possederanno la terra e risiederanno su di essa per sempre”
    “I retti son quelli che risiederanno sulla terra e gli irriprovevoli quelli che vi resteranno. Riguardo ai malvagi saranno stroncati dalla medesima terra; e in quanto agli sleali ne saranno strappate via.”

    Ecco se avevate le idee confuse ora le avete di più. Non si capisce un fico secco. La fine del mondo (a modo loro) ci sarà ma non ci sarà per tutti. Quindi la conclusione mi pare ovvia: per favore seguite loro, fate i bravi così vi metteranno un tessera di riconoscimento da appendervi al collo quando ci sarà il giudizio. L’acqua del nuovo diluvio universale saprà riconoscervi.

    Ma siccome sono tenace come il mio pitbull vado avanti.
    “Dio non si sottrae dal punire il mondo. Ridusse le città di Sodoma e Gomorra in cenere”
    Cavolo! Ma Dio non era buono? Boh!

    Ma aspettate che c’è il gran finale.
    “Negli ultimi giorni (????) ci saranno tempi difficili per gli amanti di se stessi, amatori del denaro, millantatori, superbi, bestemmiatori, disubbidienti, ingrati, sleali, senza affezioni naturali, non disposti ad alcun accordo, calunniatori, senza padronanza di se, i fieri, senza amore per la bontà, traditori, testardi, gonfi d’orgoglio, amanti del piacere.”

    Conclusione? Mi viene da dire che stando così le cose non si salverà nessuno.
    Allora ben venga questa esplosione solare, così finiranno queste intimidazioni, così la facciamo finita per tutti e “chi ha dato ha dato …..”

    Mi piace

  11. MARGHIAN ha detto:

    Bruce, sei forte.. Ciao.
    Una sera ero in piazza con un amico (non sa di scienza ma e’ una persona razionale e curiosa, mi chiede tante cose e lui apprezza, e con onesta’ intellettuale mi dice “non ho capito, spiegati meglio..scusami io sono ignorante).
    Quella sera capitammo sull’argomento “testimoni di Geova”. Io gli dissi la mia, alcune cose che ritrovo nel tuo commento, e l’amico mi disse:”eh, gente sveglia loro non ne vogliono, Marghian….”. “Ma..allora perche’ dicono svegliatevi?” gli dissi io.
    “Bella questa, io glielo chiederei, se non fosero tonti” mi disse l’amico (grande, Renato!).
    La storia dei “144mila” poi…. Il piu’ grave e’ che questo multiplo di dodici sara’ scelto…fra loro! Non come la Bibbia dice letteralmente..gia’ letteralmente…stiamo attenti alle lettere…. Che andranno in Cielo 144 mila scelti fra le dodici tribu’ di Israele”, cosa che la bibbia “disse” molti secoli fa, quando Mr Russel, il fondatore della setta dei testimoni di Geova era ancora lontano dal venire al mondo.
    Lessi una locandina, un manifesto: “Il giorno tot del mese tot parlera’ tizio, ^unto, siete invitati….”.
    “Unto”, praticamente lui, “tizio”, quel conferenziere era..uno dei 144mila!!!
    Ma per piaser, dicono i milanesi, loro conoscono la Bibbia? Non sanno che “144 mila e’ un numero simbolico, “svegliatevi”. Non sanno che subito dopo la Apocalisse dice “144mila, e poi vidi una moltitudine immensa di genti di ogni nazione, lingua….che nessuno poteva contare…”
    “Io ed il Padre mio siamo una cosa sola” (Vangelo di Giovanni). Loro…”ma questo la Bibbia non lo dice!” –stavamo discutendo sulla Trinita’, che loro negano-. “Conoscono la Bibbia”, mah. Ciao.
    Marghian

    Mi piace

  12. bruce ha detto:

    Oh! marghian hai fatto bene a ricordarmi per benino questa cosa dei 144mila scelti.
    Questo Russel era un gran paraculo. Quello che gli interessava era vendere copie del suo giornale altro che eletti, unti, disunti. E poi tutte queste riletture ed interpretazioni della Bibbia facevano solo il suo gioco.
    Altra cosa su cui ho discusso era la immortalità dell’anima. Tu sai che loro non ci credono. Alla domanda come raggiungeranno il cielo non mi hanno saputo rispondere. Sembrava che i due pappagalli di turno erano rimasti impreparati dalla domanda. O più semplicemente la risposta non era scritta su alcun libricino “svegliatevi”. Svegliatevi, per l’appunto, volevo dire.
    Poi tutta una storia sulla immagine e somiglianza, ma questa è tutta un’altra storia. Bleff mi dice di chiuderla qui che c’ha da uscire per fare le sue cose.
    Buona notte

    Mi piace

  13. MARGHIAN ha detto:

    Blef ha ragione ad annoiarsi su tali credulonerie e creduloni. Io sar’ succinto, sono le 22 32 e devo ancora far la cena, nulla di speciale, pastasciutta….

    saro’ succinto: lo so, non credono nella immortalita’ dell’anima , “non e’ come uno spirito che vada ad inabitare un corpo, l’anima e’ il corpo stesso in quanto “anima vivente” (parole testuale di uno di loro). Solo 1444mila andranno in cielo”, mah. Se non ce’ l’anima spirituale…..ecco, tieni conto che allora dovrebbero salire in cielo coem fannno gli astronauti!!! Senza corpo, invece, si e’ spiriti senza bisogno di “calpestare un suolo planetario”. Il loro cielo, quello “per tutti gli altri” e’..la terra stessa, che alla fine dei tempi sara’ resa da Dio “come un paradiso “-la famosa ” terra paradisiac”a!!!!l..questo e’ quanto loro credono. E..sai un’altra cosa? Il trono di Dio e’..nelle Pleiadi! “si, marghian, ho letto che loro si basano sulle pleiadi come “il trono di Dio”. Mah…. :)Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

  14. MARGHIAN ha detto:

    “Ma voi non considerate l’esistenza di altri sistemi solari…”.
    ” Ma Dio, vede, ha scelto la Terra…” mi risposte un altro predicatore porta a porta (Vespa, molto meno peggio!!!!). Ciao Bruce
    Marghian

    Mi piace

  15. ross ha detto:

    Io non ho ancora commentato il tuo racconto perchè l’ho stampato e lo leggerò con calma,come ti ho già detto anche a me piace scrivere, ho tante idee ma poi al momento pratico mi blocco,potremmo metterci in società, io te e Marghian,chissà che bei racconti ne uscirebbero, Cip,Ciop e Florabella(sono in vena di cazzate) certo che stare dietro a tutti e due è difficile, è come leggere un lungo libro a puntate(affascinante,però)
    Ciao

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Mica male come idea. Si potrebbero fare dei bei soldini. Lo FloCiCi corporation. 😆
      Vedo marghian un po’ moscio ultimamente.
      Ciao ross

      Mi piace

      • ross ha detto:

        FloCiCi , ahahaha,non mi piace proprio! preferirei la BruMar Corp. io naturalmente sarei la segretaria suggeritrice…Buona domenica
        ps: Marghian ha problemi col pc e poi lavora troppo!

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          BruMarFlo Corp. va meglio.
          Marghian ha problemi col pc? Uhm! Lo vedo un po’ … strano ultimamente, non credo che sia il lavoro, che sia innamorato? 😆

          Mi piace

          • ross ha detto:

            Brumarflo lo vedo come il nome di una pomata per brufoli. Innamorato? glielo auguro, è una bella persona e non merita di star solo. Buona serata

            Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            No, non sono innamorato, tranquilli… non ci penso piu’ di tanto, credo sia la cosa migliore, per adesso, poi ….:) Ciao. “Star solo”? Non mi perdo, Ross, ma soprattutto ringrazio il Cielo perche’ ho amici, parenti, e penso che c’e chi davvero e’ da solo, senza il conforto di un amico… “nobady calling on the phone”, “senza nessuno che chiami al telefono”, come dice una canzone. :)Ciao.
            Marghian

            Mi piace

          • ross ha detto:

            Sicuramente la vita di una persona può essere piena e appagante anche se vive sola.Però che tristezza non sentire il respiro (o il russare)di qualcuno accanto a te nelle notti fredde e tempestose. Ciao

            Mi piace

  16. MARGHIAN ha detto:

    Il trio “cip ciop e …Florabella”, farebbe faville. Solo che io, come scive Bruce….sono un po’ moscio, :)nel web, naturalmente. devo ancora leggermi Qtutta la trilogia (o sono quattro, le parti? Quadrilogia, allorai ). Ciao!!!!

    Mi piace

  17. MARGHIAN ha detto:

    “Qtutta “..tutta,” si intende…uffa…. :)Ciao.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...