Meduse.

 

         

Sono abbonato alla rivista Focus ed ho letto un articolo interessantissimo sulle meduse. Ho deciso di pubblicarlo per chi ha scelto il mare per la propria vacanza. Ma per saperne di più basta andare sul sito.

 

Identikit delle meduse
Ogni essere gelatinoso incontrato in mare viene etichettato come “medusa” e considerato urticante. Ma non tutte le meduse sono urticanti; molte sono innocue per l’uomo, anche se è sempre meglio evitare di toccarle.
Ecco una mini guida per riconoscere le principali
meduse e le specie del cosiddetto plancton gelatinoso più diffuse nei nostri mari.

 

Come si evitano le meduse?
Guardare il mare: se ci sono, di solito si vedono e l’unico modo per evitarle è… non fare il bagno. Le meduse non ci attaccano, non vengono verso di noi: siamo noi che andiamo loro addosso. Come spiega Ferdinando Boero, biologo marino dell’Università del Salento: «Le meduse si spostano verticalmente, quindi possono stare in superficie e possono scendere sul fondo. Sono animali che si muovono, e spesso vanno dove le portano le correnti. Non ci sono regole predefinite: le trovi ovunque. Perché le meduse sono parte del plancton e si spostano con la corrente. Possono nuotare ma non riescono a contrastare il moto delle correnti». 

Se vedo una medusa lontana, posso tuffarmi?
Se ci sono meduse urticanti in mare è meglio non fare il bagno, a meno che non ce ne siano veramente pochissime. Le meduse che pungono hanno solitamente tentacoli molto lunghi: Pelagia arriva a 10 metri mentre Physalia (chiamata anche Caravella Portoghese) raggiunge anche i 20 metri. Quindi anche se la medusa sembra lontana non è detto che i suoi tentacoli non siano vicini.

Le meduse possono uccidere?
Sì, alcune meduse possono causare shock anafilattico. Inoltre, il forte dolore che provoca la puntura può essere fatale in individui con problemi di cuore. Bisogna quindi andare al pronto soccorso in caso di reazione cutanea diffusa, difficoltà respiratorie, sudorazione, pallore e disorientamento.
Racconta Boero: «In Australia le meduse fanno più vittime degli squali. E Physalia – in Florida – ha ucciso. Ma ad oggi non ci sono stati casi di vittime a causa di punture di medusa nel Mediterraneo anche se spesso le persone punte finiscono all’ospedale».

           

 

Si possono toccare le meduse non urticanti?
Meglio di no, anche se il loro veleno, per noi, è quasi innocuo. Anche i tentacoli delle meduse innocue, infatti, hanno i cnidocisti (i piccoli organelli cellulari che contengono il veleno) che possono restare sul palmo della mano e, se non le laviamo e poi ci tocchiamo gli occhi (o altre parti delicate), possiamo trasferire il veleno e provocare un’infiammazione.

Di cosa è fatto il liquido urticante delle meduse?
Da una miscela di tre proteine: una con effetto paralizzante, una con effetto infiammatorio e una neurotossica. «Non ci sono antidoti specifici per questi veleni – spiega Boero – che tuttavia sono termolabili, cioè si degradano ad alte temperature».

Cosa si prova quando si è punti?
Una reazione infiammatoria locale che dà bruciore e dolore. «La pelle si arrossa e compaiono piccole rilevatezze dette pomfi, ma dopo circa 20 minuti la sensazione di bruciore si esaurisce e resta la sensazione di prurito» spiega Francesco Sacrini, specialista in dermatologia presso l’Istituto Clinico Humanitas di Milano. Il grado di dolore-bruciore varia a seconda delle aree colpite e diventa insopportabile in caso sia colpita più del 50% della superficie corporea.

Cosa fare quando si è punti?
Stare calmi, respirare normalmente, uscire subito dall’acqua e poi lavarsi la parte colpita con acqua di mare. «Restare in acqua è pericoloso perché si possono avere anche reazioni gravi come lo shock anafilattico» consiglia Mario Aricò, dermatologo presso l’Università di Palermo e primario della divisione di dermatologia all’ospedale Giaccone di Palermo.
Precisa Sacrini: «La prima cosa da fare è lavarsi con acqua di mare e non con acqua dolce perché questa favorirebbe la scarica del veleno delle cnidocisti. L’acqua di mare, invece, è fondamentale per pulire la pelle da parti di medusa rimaste attaccate alla pelle e per diluire la tossina non ancora penetrata».

Rimedi naturali: funzionano? Fa bene applicare sulla parte una pietra (o acqua) calda, strofinare con sabbia calda, lavare con ammoniaca (o urina), aceto o alcool?
Questi rimedi fai da te non solo sono inutili, ma possono anche peggiorare la situazione.
Il calore di una pietra o della sabbia non servono assolutamente perché per annullare le tossine bisognerebbe raggiungere 40-50 gradi. Nemmeno l’ammoniaca e l’urina che la contiene servono: non sono disattivanti della tossina delle meduse e potrebbero ulteriormente infiammare la parte colpita.

Qual è la medicazione da fare?
Per avere un’immediata azione antiprurito e per bloccare la diffusione delle tossine è bene non grattarsi e applicare un gel astringente al cloruro d’alluminio. «Non sono prodotti facili da trovare in commercio – consiglia Arricò -, ma si può far preparare dal farmacista indicando una concentrazione che va dal 3 al 5%». L’ideale è una concentrazione al 5%.
«In commercio c’è un gel (utile anche per le punture di zanzare) che si può applicare più volte al giorno perché non ha controindicazioni. Creme al cortisone o contenenti antistaminico, invece, sono inutili perché entrano in azione solo dopo 30 minuti dall’applicazione e cioè quando il massimo della reazione è esaurita naturalmente» spiega Sacrini.

Come evitare, infine, che sulla pelle resti la cicatrice?
Non bisogna esporre la parte al sole, ma tenerla coperta finché non è finita l’infiammazione che può durare anche due settimane. L’area di pelle colpita dalle meduse, infatti, tende a scurirsi perché resta sensibile alla luce solare.

Occhialini, maschera e tute anti-medusa aiutano?
Nuotare con gli occhialini o la maschera aiuta a guardare sott’acqua e a scorgere eventuali pericoli e una tuta da surf può proteggere la pelle. Utili anche le nuove 
tute anti-medusa ideate e prodotte in Australia, in vendita in Italia on-line

E le creme antimedusa?
Per quanto riguarda le creme antimedusa in commercio non ci sono ancora studi che provino la loro efficacia. Spiega Sacrini: «Queste creme contengono estratti derivati dal pesce pagliaccio (pesce che ha una sostanza repellente per le meduse, ndr) ma nella letteratura medica solo un articolo sostiene che sia efficace e ritengo che non sia sufficiente».

Infine, è vero che le meduse amano i mari puliti e caldi?
La loro presenza non significa necessariamente che l’acqua sia pulita anche se, come tutti gli animali, le meduse non amano l’inquinamento. Dice Boero: «Ci sono specie che prediligono le acque fredde (incluse quelle artiche), e specie che prediligono quelle calde. Proprio come succede per i pesci: ci sono quelli tropicali, quelli artici, quelli costieri, quelli di profondità».

C’è una stagione in cui le meduse popolano di più i mari?
Di solito, le meduse diventano più abbondanti dopo la primavera. Dice Boero: «Prima c’è la fioritura del fitoplancton (verso febbraio – marzo), poi quella dei crostacei, verso marzo aprile, e poi cominciano le meduse. Velella (che non è una medusa) è molto abbondante verso aprile maggio (anche quest’anno), mentre Pelagia è più estiva. Ma quest’anno ha iniziato ad essere presente già da febbraio».

(A cura di Fabrizia Sacchetti )

 

 

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Misteri della natura e della scienza. Contrassegna il permalink.

18 risposte a Meduse.

  1. LUPA DEMONIA ha detto:

    SAI BRUCE CHE A CASTIGLIONCELLO , DOVE HO CASA DI MIO PADRE, TUTTE LE ESTATI SUCCEDEVA QUALCOSA CON LE MEDUSE, NEL SENSO CHE OGNI ANNO NE COMPARIVANO IMPROVVISAMENTE A GRUPPI ANCHE DI 100 PICCOLISSIMI ESEMPLARI ,ED ERANO DI COLOR ROSSASTRO E MOOOLTO URTICANTI!RICORDO BENE UN BAMBINO SFIORATO DAL GRUPPO SU TUTTO IL VISINO! NATURALMENTE L ANNO SUBITO PORTATO IN OSPEDALE, E FORTUNATAMENTE NON HA AVUTO GRAVI CONSEGUENZE AGL\’OCCHI

    Mi piace

  2. LUPA DEMONIA ha detto:

    INVECE A ME…NOI LE CHIAMIAMO "RENINE" , DOVE AL LARGO TROVI L\’ACQUA MOLTO BASSA E UNA SPLENDIDA SABBIA, SOTTO AL PIEDE " O ZAMPA" MI HA FICCATO LE SUE MALEDETTE PUNZICHE UNA TRACINA MOLTO CAROGNA! UN DOLOOOOORE, MA UN DOLOOOORE CHE NON CE LA FACEVO A TORNARE A RIVA PUR SAPENDO NUOTARE DISCRETAMENTE.E\’ DOVUTA INTERVENIRE UN\’AMICA PORTARMI IN SPALLA FIN DOVE SI TOCCAVA E POI CHIAMARE IL PATTINO ROSSO DEL BAGNINO.

    Mi piace

  3. LUPA DEMONIA ha detto:

    NEPPURE QUEL BEL PEZZO DI FIGLIOLO MI HA DISTRATTO DAL MALE AL MIO POVERO PIEDONZOLO TUTTO GONFIO E DOLORANTE, E APPENA GIUNTA A RIVA..CLASSICO CAPANNELLO DI CURIOSI, ED IO VERDE PER NON URLARE…MI AVEVA PRESO E QUASI PARALIZZATO TUTTA LA GAMBA E META\’ COSCIA..DOPO IL CORTISONE E UNA POMATA

    Mi piace

  4. LUPA DEMONIA ha detto:

    E\’ PASSATA, MA SOTTO LA PIANTA DEL PIEDE ERANO BEN VISIBILI 5 BUCHETTI PROFONDI. IN PRATICA LE TRACINE STANNO SOTTO LA SABBIA CON LE SPINE" FUORI, ED IO L HO PESTATA DI PESO E IN PIENO. OHIOHIA CHE MALE!AH MA ORA NON MI FREGANO PIU SAI!!! AMANDO LO SCOGLIO (PASTA COMPRESA) MI TUFFO DOVE L\’ACQUA E\’ MOLTO ALTA! TIE\’ TRACINACCE CAPRE!UN BACIONELUPAFORATA

    Mi piace

  5. LUPA DEMONIA ha detto:

    GRAANDE BRUUUCE!!! MI PIACI SI SI! CIAO E BUONA SERATA!LUPABarbara- ma ssshhhhhhhhh un lo di\’ in giro eh\’?! hihihi

    Mi piace

  6. Bruce ha detto:

    Mia figlia ha portato i segni dei tentacoli di una medusa per moltissimo tempo. E come piangeva. Ha smesso di fare il bagno in mare ma ora sta quasi 4 ore in acqua ma questa volta in piscina perchè è addestratrice di nuoto.

    Mi piace

  7. Bruce ha detto:

    Per quanto riguarda le "tracine" anch’io non ho una bella esperienza. E da quella volta vado in mare solo con le ciabatte. Si hai capito benissimo con le ciabatte, non quelle ad infradito, quelle proprio a ciabatte che sono più comode anche per camminare sugli scogli.

    Mi piace

  8. LUPA DEMONIA ha detto:

    HIHIIHIHIHIHI CIABATTONE QUELLE COL PEZZO DI PLASTICA CHE VA DA QUA A LA\’? AAAAAAAAAHAHHAHAHAHCHE CIOSPONE!!! MA COMPRATI I SANDALI QUELLI GANZETTI NO? CI SONO ANCHE TRASPARENTI!SAI , POI, IMMAGINAVO CHE TUA FIGLIA FOSSE UNA SPORTIVA?A PARTE LA BELLEZZA ..HA PROPRIO LO SGUARDO BELLO!

    Mi piace

  9. LUPA DEMONIA ha detto:

    IO HO GIOCATO MOLTI…TROPPI ANNI A PALLAVOLO…ARRIVAI IN SERIE B E POI FUI CATAPULTATA FUORI PERCHE\’…BEH..PERCHE\’…NON ENTRAVO IN CAMPO ABBASTANZA CONCENTRATA AHAAHHAHADICIAMO COSI\’ …ANDAVO DIETRO A PALLONI INESISTENTI..AHAHAHAH..PERO\’ VEDI LE SOCIETA\’ "STRONZINE" FINCHE\’ GLI FAI GUADAGNA\’ TT BENE

    Mi piace

  10. LUPA DEMONIA ha detto:

    POI , INVECE , SE HAI DEI PROBLEMI, A VOLTE ANCHE SERI, TI MOLLANO! PUAAAAH DA SPUTACCHIO!ORA MI ALLENO LA MATTINA ALLE 5:30———— CORRO SAI…..LETTO …BAGNO…BAGNO-LETTO E C\’HO UN FISIHOOOOOOO!!!HIHIIHIHCIAO BRUCE UN BACIONE E BUONA GIORNATALUPADICORSA

    Mi piace

  11. Bruce ha detto:

    Ma pensa te le coincidenze. Anch\’io giocavo a pallavolo ed avevo anche il brevetto di allenatore. Niente di speciale solo la serie C, ma divertentissimo. Brava Lupa, in che ruoli giocavi?

    Mi piace

  12. Bruce ha detto:

    Ora ho una nipote di Roma che è fortissima e gioca in B.

    Mi piace

  13. Bruce ha detto:

    Tutte le società sono stronze, nessuna vuole avere problemi.

    Mi piace

  14. Bruce ha detto:

    Per quanto riguarda le ciabatte, ho provato i sandali, ma mi danno tanto l\’idea di un frate francescano, No preferisco le ciabatte che si levano facilmente e poi le uso per tenermi a galla quando Bleff con tutto il suo peso e tutta la sua delicatezza mi si aggrappa addosso nell\’acqua profonda.

    Mi piace

  15. LUPA DEMONIA ha detto:

    GIOCAVO ALA "SINISTRA locicamente" E A VOLTE CENTRALE, ORA HANNO MODIFICATO UN SACCO DI COSE …PRIMA POTEVO BATTERE" SOLO A FINE CAMPO SULLA DESTRA, ADESSO PER TUTTO IL LATO…POI I RUOLI , MI PARE, CHE SI POSSANO INTERCAMBIARE BOH UN CI STO\’ PIU\’ DIETRO, PUR AVENDO MIA NIPOTE DI 12 ANNI CHE GIOCA

    Mi piace

  16. LUPA DEMONIA ha detto:

    A VOLTE VADO A VEDERLA, MA ANCORA NON SONO VERE E PROPRIE PARTITE, MA RIMBALZI HIHIHIHI BELLINE CI SENTONO UNA CIFRA!!!PER LE CIABATTE…O PERCHE\’ NON TI METTI DU\’CIAMBELLE ALLORA AHAHAHAHAAH TULLE LEGHI COLLO SPAGO COSI TUSTAI A GALLA VAI …E BLEFF PUO\’ USARTI ANCHE COME TRAMPOLINO DI LANCIO AHAHAHAHMA LO SAI CHE IL MIO LUPO SI TUFFAVA? SIII DALLA CIMA DEL MOLO DA UN\’ALTEZZA DI UN METRO E MEZZO CIRCA AHAHAH CI FACEVO I SOLDINI SAI..

    Mi piace

  17. LUPA DEMONIA ha detto:

    IL MI LUPO SI TUFFA DI TESTAAAAAAA!!!!!!!E TUTTI:_SEEEEEEEEEEE ORA UN LUPO SI TUFFAE IO:_VOLETE SCOMMETTERE 2000 LIRE???OOOH TIRAVO SU R\’GRUZZOLETTO PELLA SERA EEH\’!!! AHAHAHAHCIAO BRUCE VADO A MANGIARE! A DOPO CIABATTONE!!!LUPAOLIMPIONICA

    Mi piace

  18. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ciao Silvano non pensavo nemmeno che le meduse sono cosi pericolosi.. in questo inverno diciamo in febraio e marzo eraviamo con il camper a Rosolina mare, e li le onde poertano le piccole medusine sulla spiaggia… allora se erano ancora in vita li ho rimessi nel mare, ma nonostante le onde le hanno portato indietro.. come mai muoiano cosi tanti, questa domanda mi sono fatta .. comunque sei una fonte inaspettato, trovo molto bello il tuo Blog te lo dico con franchezza.. e sempre un piacere leggerti … grazie Pif

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...