Giganti e super giganti blu

stellegiganti

La immagine è un sistema binario di stelle in cui entrambe le componenti sono supergiganti blu di 90 e 30 masse solari. Cinque milioni di volte più luminosa del nostro Sole.
Il sistema si trova al centro di un enorme nursery stellare chiamata Nebulosa Eta Carinae situata a circa 7500 anni luce. La componente più massiccia del sistema ha avuto un enorme eruzione nel XIX secolo ed è stata per alcuni anni, la seconda stella più luminosità apparente del cielo, superata solo da Sirio.

Cosa sono queste stelle blu?
Tranquilli la faccio breve, il mio cane mi aspetta per un giretto. Per un approfondimento rimando a questo mio articolo e a quest’altro articolo.

La vita delle stelle, come quella di tutto l’Universo, non è eterna.
Affermazione banale direte voi, eppure non è così scontata, ci sono ancora ampi strati culturali che ritengono che l’universo, insieme di stelle e galassie, come lo intendiamo, è eterno.

Sta di fatto che prima o poi arriva un momento della loro lunga esistenza nella quale, ormai vecchia e indebolita, la stella perde l’energia che la tiene in vita e si avvia verso una lunga e mostruosa fine.
Ma la fine non è uguale per tutte le stelle e quelle blu sono stelle particolari.

Ci sono stelle giganti blu e super giganti blu. Ciò che le caratterizza è la massa e la loro luminosità.

Giganti blu
giganti blu_bisLa temperatura superficiale delle giganti blu è abbastanza elevata (circa 20.000 K) da permettere che una parte consistente della propria radiazione venga diffusa alle lunghezze d’onda dell’ultravioletto, invisibile all’occhio umano. Hanno massa superiore a 10 volte quella del Sole.

Al contrario delle giganti rosse che al termine della loro vita si trasformano in nebulose planetarie, le giganti blu non sono il risultato delle stelle allo stato finale della loro vita, ovvero non sono stelle morenti. Occupano uno stadio evolutivo avanzato in cui la stella non è più nella sequenza principale. Ciò è dovuto al fatto che fonde nel proprio nucleo l’elio anziché l’idrogeno.
Gli astronomi ritengono che tali stelle, poiché hanno una temperatura ed una densità molto elevate, abbiano una vita piuttosto breve (di qualche decina o al massimo centinaio di milioni di anni).

Anche le gigante blu muoiono.
Lentamente la stella può trasformarsi in una gigante brillante (ed eventualmente in una nebulosa planetaria e poi in una massiccia nana bianca) o in una supergigante (ed eventualmente esplodere in supernova o degenerare in una rara nana bianca); per tale motivo nessuna stella permane nello stadio di gigante blu per un lungo periodo di tempo (al massimo qualche centinaio di migliaia di anni)

Super giganti blu
super gigante bluUna super gigante blu è semplicemente una super stella gigante con una massa che può arrivare a 50 volte quella del Sole. Impressionante.
Queste stelle sono estremamente rare ed enigmatiche. Sono le più calde e brillanti dell’Universo conosciuto con una temperatura superficiale compresa tra 20 000 – 50 000 K.
Per la loro luminosità buona parte delle stelle azzurre visibili nel cielo notturno sono supergiganti blu.

Una super gigante blu possiamo definirla come una stella il cui stato è rappresentato da una fase evolutiva durante la quale la fusione nucleare avviene in maniera più lenta ed è il preludio della morte della stella.
Per via di tale rallentamento, l’astro si contrae e rilasciando una grande quantità di energia che va ad espandere la sua superficie esterna.
Durante la transizione la stella passa attraverso i tipi spettrali intermedi, diventando anche gialla o bianca, come la Stella Polare.

Qual è la sua fine?
Classificazione luminositàDipende dalla massa delle super giganti. Con massa di poco superiore a 10 volte quella del sole divengono delle rare nane bianche. Non è ancora chiaro perché stelle così massicce non evolvono in gigante rosse.

Ad ogni modo le supergiganti blu possono esplodere come supernovae.
Una famosa supergigante blu è Rigel (β Orionis), la stella più luminosa della costellazione di Orione, che ha una massa circa 20 volte quella del Sole ed una luminosità di 60 000 luminosità solari.

Bene, ora posso uscire con il mio cane.


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Giganti e super giganti blu

  1. enricogarrou ha detto:

    Caro Bruce, che bello leggere quanto scrivi sull’astronomia. Un abbraccio

    Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    queste fonti di calore devono sicuramente trasmettere cariche di energia a tutto l’ universo dico che sono come grosse cariche per batterie o sbaglio? ciao bruce buona giornata

    Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ho letto di una stella che, se messa al posto del Sole, avrebbe un raggio tale che la sua superficie lambirebbe l’orbita di Saturno. Non ricordo pero’ di quale stella si tratti, ne’ in che zona del cielo si trovi. Sicuramente una supergigante blu. Ciao.

    Liked by 1 persona

    • bruce ha detto:

      Ho fatto una ricerca veloce veloce. Una delle stelle giganti più grandi è la gigante rossa Betelgeure che ha un raggio effettivo di 1000 volte quella del Sole. Siccome il sole ha un raggio 696*10^3 km. questo significa che Betelgeuse si estende fino a 696*10^6 km arrivando fino da noi che distiamo 150*10^6 km dal Sole e quasi raggiungendo Giove (779*10^6 km).
      ciao

      Liked by 1 persona

  4. MARGHIAN ha detto:

    A questo punto non escludo si tratti proprio di Betelgeuse, “supergigante rossa” e non “blu” come ricordavo io, anche se mi sembra strano non ricordare a tale proposito un nome così famoso. Ho dato una sbirciata su “Wikipedia”, ho letto qualcosa ed ho copiato “… Il diametro angolare misurato dalla Terra suggerisce, da questa distanza, che Betelgeuse sia una stella di dimensioni colossali, addirittura una tra le più grandi conosciute: il suo raggio misurerebbe in media 4,6 UA, pari a circa 1000-1050 volte il raggio solare.”. Bella grossa comunque. Ciao.

    Liked by 1 persona

  5. avvocatolo ha detto:

    60k volte la luce del sole… quanto bianca deve essere la luce che promana da essa? Che spettacolo sono sempre i tuoi articoli Bruce. E la foto d’apertura assolutamente spettacolare.

    Mi piace

  6. Pingback: Giganti e super giganti blu – leggereecommentareblog

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...