Ma da dove arrivano gli alieni?

La recente scoperta di un pianeta simile alla Terra in dimensioni (1,1 volte maggiore) attorno alla stella Alpha Centauri B, alla distanza di soli 4,22 anni luce da noi, ha ridato fiato alla fantasia che esistano pianeti relativamente vicini alla Terra dai quali possano farci visita gli extra terrestri.

Peccato che il pianeta in questione è ad una distanza molto ravvicinata (6 milioni di chilometri) ad Alpha Centauri B, addirittura più vicina del nostro Mercurio al Sole.
La vicinanza, purtroppo, lo rende molto caldo (al suolo si ipotizzano temperature di circa 2 mila gradi centigradi) e quindi è collocato al di fuori della cosiddetta fascia abitabile che consente lo scorrere dell’acqua in superficie.
Niente vita, dunque, gli alieni non vengono da lì.

Passiamo a Sirio, altra stella a soli 8,58 anni luce.
La distanza da Sirio A alla quale un pianeta dovrebbe trovarsi per avere condizioni fisiche favorevoli alla vita è 4,7 UA, circa 700 milioni di chilometri. Tuttavia ad una simile distanza non potrebbe avere un’orbita stabile, a causa delle perturbazioni dovute alla vicina Sirio B, e sarebbe stato distrutto dall’espansione degli strati più esterni di quest’ultima quando la stella era una gigante rossa. Anche se il pianeta si fosse formato in seguito, sarebbe probabilmente sottoposto ad un’incessante pioggia di comete e asteroidi (nel sistema di Sirio è stato rilevato un disco di polveri simile a quello che occupava il Sistema Solare nelle prime fasi della sua storia)
Niente da fare, anche qui non ci sono pianeti abitabili. Niente alieni, che sfiga.

Andiamo allora su Gliese, una stella nella costellazione della Bilancia.
La scoperta del pianeta Gliese 581g che dista da noi circa 20 anni luce, ovvero un’enormità, ma in termini astronomici è relativamente vicino aveva fatto scalpore perché si trattava del pianeta più simile alla Terra mai individuato intorno a un’altra stella, tanto da essere celebrato come il primo luogo al di fuori del sistema solare che potrebbe per primo ospitare la vita.
Gliese 581g tuttavia, una successiva analisi dei dati astrometrici ha messo in dubbio la scoperta, motivo per il quale quest’ultimo pianeta unitamente ad un altro pianeta (Gliese 581 f) sono considerati “non confermati”.

Ma non è il caso di scoraggiarsi, prima o poi scopriremo da dove arrivano gli extraterrestri.

Astronomi e astrofisici, dopo l’osservazione di 102 stelle nane rosse nei cieli australi, ha fissato al 40 per cento la probabilità che attorno alle nane rosse graviti una cosiddetta super-Terra abitabile, sostenendo infatti che le super-Terre (pianeti che misurano da una a dieci volte le dimensioni della Terra) siano più ricorrenti in prossimità di questo tipo di stelle.
Nella sola via Lattea le stelle rosse nane sono 160 miliardi (l’ottanta per cento dell’intera galassia) e alcune distano solo 30 anni luce dal nostro Sole. Pertanto il numero di pianeti sui quali sarebbe possibile vivere è enorme.

Ma pare che non è così.
Considerato che le nane rosse sono soggette a eruzioni stellari e brillamenti che potrebbero inondare il pianeta di raggi X o ultravioletti, e la necessaria vicinanza potrebbe rendere il pianeta non adatto alla vita, nonostante la presenza dell’acqua.
Quindi anche qui non ci sono alieni. Niente da fare.

Orione?
Forse arrivano dalla famosa e conosciutissima, fin dalla antichità, costellazione di Orione?
La linea passante per le tre Piramidi in Egitto è orientata esattamente con le tre stelle maggiori della costellazione e la piramide più piccola, quella di Micerino è spostata da questa linea immaginaria verso est, esattamente come la più piccola delle tre stelle.
E’ da li che vengono gli alieni?
La costellazione dista “solo” 270 anni luce dalla Terra, una eternità, ma volendo un fine settimana gli extra terresti con i loro potenti mezzi la potevano passare sulla Terra.
Purtroppo no! Non ci sono pianeti lì. Solo polvere forse in fase di aggregazione in pianeti.
Quindi delusione per chi pensava che gli artefici delle Piramidi e della Sfinge venissero da quella costellazione.

Allora ci dobbiamo scoraggiare?
Infatti un primo bilancio della missione Kepler della Nasa che analizza i pianeta extrasolari, diffuso a inizio mese, smorzava di molto gli entusiasmi e affermava che dei 2.321 pianeti individuati finora (quindi dati certi e non presunti) meno dell’1% è simile alla Terra.
La quantità di pianeti nella Via Lattea resta comunque un numero elevatissimo.

Non ci rimane che scavare all’interno della Via Lattea.
Ma la Via Lattea ha un diametro di circa 100.000 anni luce e uno spessore, nella regione dei bracci, di circa  10/12.000 anni luce.  E noi stiamo all’aestrema periferia. Ipotizzare un viaggio a queste distanze per ora è solo fantascienza.

Conclusione.
E’ evidente che nelle immediate vicinanza della Terra (4,22 a 100 ani luce) non ci sono pianeti abitabili. No vita, No alieni.
Cercarli nella Via Lattea, poi, significa già parlare di centinaia e di migliaia di anni luce.
Tutto questo rende estremamente improbabile che attorno a noi ci siano alieni che ci possano fare visita. Per non parlare da altre galassie.
Con buona pace per gli ufologi.

Se Giacomo Leopardi, il nostro celebre concittadino marchigiano, al di là della siepe è riuscito a immaginare l’infinito, gli ufologi spingendo il loro sguardo fin nei pressi dei buchi neri più massicci potrebbero vederci uscirci da lì gli UFO.
Con un po’ di fantasia.

(fonte: ricerche su wikipedia, ed altro)

Vedi anche:
Perchè gli alieni non possono viaggiare alla velocità superiore della luce.
Parte prima: relatività ristretta.
Parte seconda: massa ed energia.

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, I misteri dell'universo, Universo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

42 risposte a Ma da dove arrivano gli alieni?

  1. Rebecca Antolini Pif ha detto:

    Ma tutto questo dice la scienza umana mio caro Silvano, e io ovviamente penso diversamente credo fermamente in una vita extraterrestre… forse noi mentalmente non siamo neanche capace a comprendere la loro teconologia.. e poi non tutti sanno nemmeno comprendere la nostra teconologia… io non ho bisogno le prove per credere… credo anche in un Creatore anche se non ho le prove… E poi io ho visto due volte un ufo, e questo nessuno mi può togliere … e non e fantasia ho anche fatto le foto.. a questo punto doveva anche avere la mia fotomachina problemi di vista 😀 caro Silvano abbi un sereno weekend Pif una carezza Bleff

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Carissima Pif, intanto anch’io ti auguro un buon fine settimana.
      Io domani vado in montagna a raccogliere castagne in un castegneto di proprietà di un amico (tempo permettendo).
      Sono estremamente contento che una persona di fede “continui” a leggere ciò che la scienza ci racconta, che non è inconciliabile con l’esistenza di un Creatore come molti credono. Sono due cose diverse, una divina “spirituale” e l’altra “materiale”.
      Gli extra terrestri molto prababilmente ci sono ed abitano un po’ d’appertutto nell’universo, solo che ora non riusciamo a trovarli. Forse un giorno ci riusciremo, ma che possano raggiungerci da distanze così remote e inimmaginabili per ora è altamente improbabile.
      Un prossimo post sarà dedicato proprio al limite “teorico fisico” dei viaggi intergalattici.
      Di nuovo un affettuoso saluto (e mi scuso se può essere sembrato di aver usato toni decisi nel tuo post)
      ciao

      Mi piace

      • Rebecca Antolini Pif ha detto:

        Non ti devi scusare per niente viviamo in democrazia e ognuno e libero a dire il proprio pensiero (importante non litigare 😀 ) abbi sereni giorni e portami qualche castagne gnam gnam… tu sei sempre benevenuto nel mio mondo 😉

        Mi piace

    • ross ha detto:

      Sono del tuo stesso parere, cara Rebecca. Noi conosciamo solo una parte dell’Universo, e quindi come possiamo affermare che gli alieni non esistono?
      mi piacerebbe sapere qualche cosa di più sul tuo avvistamento Ufo, ti va di raccontarlo?
      Ciao Ross 😀

      Mi piace

      • Rebecca Antolini Pif ha detto:

        Ciao Ross vollevo entrare nel tuo blog, ma come vedo non ho più l’acesso … ho mandato una richiesta 😀 … ti lascio qui un link della mia testimonianza se poi hai domande mandami un messaggio in privato o una e-mail ecco questo e il link http://pif64rebecca.wordpress.com/2010/10/11/ufo-in-attesa-del-fratello-maggiore/ abbi per ora una serena domenica 🙂

        Mi piace

        • ross ha detto:

          ops, questa era la risposta per Marghian…. sorry

          Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            Ops . Ciao Ross. Mi sembrava strano, perche’ Naz (Zabachetti non ha scritto nulla si “Icke”…David Icke ne’ su alieni di vario tipo e natura). “stron hem” mi sembrava una parola tedesca!!!! “stronzate”, ecco non aver paura di dire pane al pane, Ross.

            No, ad Arcore ci sono soooolo terrestri e qualcuno che non oso nominare e’ della peggior specie (neppure rettiliano, sarebbe troppo intelligente, chi ha orecchie da intendere intenda..oops, chi ha occhi da leggere legga).

            Sui “cerchi nel grano” non mi pronuncio. Sono pero’ troppe le opere umane, anche in alcuni “crop circles complessi”, purtroppo – per noi che ci vogliamo credere, che ci teniamo- questi “circle makers sono diventati bravi, molto bravi-.

            I casi sono due anzi tre: o da sempre sono opera umana, o sono opera umana ma non solo artigianale ma tecnologica-che so, da un elicottero o da un satellite, con raggi di energia…- o sono anche opera di alieni o di altre entita’, e le cose “finte” servirebbero per depistarci (“facciamo tanti falsi, cosi’ la gente non sapra’ mai che ce ne sono di veri, ne’ quali lo siano, eh eh..” ).

            Questo terzo punto, in via teorica, e’ applicabile anche agli ufo. “facciamo in modo che tanti casi fasulli confondano le acque, cosi’ la gente ci crede sempre meno e…non sapra’ mai…”.

            Niente di mio, ne’ originale, si tratta di complottiamo sul debunking-disinformazione- e dietrologie varie. Sui “cerchi” non saprei, davvero.

            Sugli Ufo non ne so di piu’, e….sono giuste anche le perplessita’ di chi come Bruce-ciao!- mette dei paletti su velocita’ della luce e distanze, che sono davvero due cose importantissime.

            A meno che non si sia sbagliato tutto e piu’ che di alieni “di altri pianeti” gli ufo potrebbero originare da altre realta’ tipo l’al di la’ o universi paralleli (veri e propri “al di la’” per noi).

            Se cosi’ fosse, se venissero da realta’ ultraterrene svanirebbe il problema “se quel pianeta e’ abitato”, “se c’e vita altrove nell’unvierso” e tali entita’ “superiori” se ne fregherebbero della velocita’ della luce per manifestarsi a noi. E svanirebbe anche la questione “non si rivelano”.
            Si rivelano forse..gli angeli? (Monsignor Corrado calducci sposo’ questa teoria: “tra noi e Dio c’e un abisso, ma questo abisso non e’ vuoto, esistono tanti livelli di esistenza fra noi e Dio, ed in uno di questi livelli si potrebbero collocare esseri come quelli che chiamiamo alieni…).

            Pero’ io mi domando: le cose..stanno davvero cosi’? Ciao Ross.

            Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            Oops, “mette dei paletti BASATI su velocita’ della luce e distanze, che sono davvero due cose importantissime” VOLEVO SCRIVERE. Ciao.

            Maarghian

            Mi piace

          • ross ha detto:

            Forse mi sono espressa male, Naz ha commentato il post di Bruce dicendo che gli alieni esistono specialmente ad Arcore, così ho indicato la sua battuta,molto carina. Caro Marghiam mi sa che come stanno veramente le cose non lo sapremo mai(io so qualcosa, ma non dirlo a Bruce.. 😀 Ciao a tutti

            Mi piace

        • Rebecca Antolini Pif ha detto:

          Non mi sono mai fatto una domanda come sono fatti i fratelli del cosmo… ma credo che sono sicuramente più portato ad amare il prossimo… quello che noi non sappiamo fare 😉

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            Ne sono convinto.
            Due sono le ipotesi: o non esistono oppure sono migliori di noi dal momento che non ci hanno ancora distrutti o colonizzati o clonati o resi schiavi o adoperati per i loro esperimenti o come pezzi di ricambio.
            ciao cara

            Mi piace

          • Rebecca Antolini Pif ha detto:

            Io ho visto due volte gli ufo… la prima volta ero fortunata e potevo fare anche foto… allora mi domando chi erano… la seconda volta erano due entrambe sembravano come rondine… insomma qualcosa deve essere li fuori… o ci prendiamo per il c…o da soli, con finti ufo??? Mah

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Forse Ross lo sa. 😆

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            A sentire la nostra amica Ross sono trasformisti, sono già tra noi e prendono le nostre sembianze. Quindi guardati bene attorno, potresti averli proprio accanto a te. 😆
            Buona giornata cara.

            Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    guardare il cielo in una notte stellata è quasi impossibile pensare di essere i soli abitanti sarebbe una punizione tremenda così lascio che la fantasia immagini un’altro pianeta dove potrebbero vivere altre creature spero sempre migliori dell’uomo forse scopriremo la loro esistenza quando la sapremo meritare ma ho l’idea che che il nostro pianeta si stia allontanando da loro sempre di più Non ci fare caso!! io la penso come il tuo cane ciaoooo buona serata

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ma sì, cara gabri, ci sono, ci sono. Da qualche parte, ma ci sono. Bleff me lo ha assicurato.
      Che siano migliori di noi, non saprei.
      Perchè se “Qualcuno” ha creato l’universo con tutto quello che c’è dentro, per un fine comune (so come la pensi, ma così si dice) per forza di cose allora dovrebbero essere simili a noi, non d’aspetto.
      E quindi se sono più progrediti di noi … meglio che se ne stanno a casa loro. Non si sa mai. 😆

      Mi piace

  3. zebachetti ha detto:

    insomma ci si deve rasegnare al quanto pare non ci sono forme di vita a ne pare impossibile ,infatti sembra che in un pianeta chiamato arcore ci sia qualche alieno ma sembra siano innafidabili meglio lasciarli dove sono buona raccolta di castagne e buona domenica

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao nazz,
      Brutta giornata, ma una gran bella giornata, 4 ore sotto la pioggia a roccagliere castagne in un castagneto (100% di pendenza) di proprietà di un amico originario di Montegallo. La zona forse la conosci: Abetito dietro il monte Vettore. Una gran fatica ma che gusto, vento, pioggia e castagne dappertutto. Gli alieni eravamo noi in quel posto sperduto.
      ciao e buona domenica pure a te.

      Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Anche io, Bruce, pur se la bellezza delle donne non e’ ne inglese ne’ italiana ne’… lo so, ti ho dato una risposta . 🙂 seriosa. A dopo…..

    Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    E ci sarà la mia opinione. Devo ancora leggerlo bene, anche se gia’ un’idea ce l’ho. A proposito di lavoro, oggi sono a casa, mi sono preso l’ultima delle “festivita’ soppresse” che come sai vanno prese entro l’anno.
    Riguardo all’inglese, io l’ho imparato “per caso”. Un amico di mio fratello-neanche mio, ma di mio fratello- gli aveva prestato un metodo che consisteva in un libro con le lezioni e 15 cassette dove era registrato quanto scritto sul libro, “lesson one”, lesson two”… e mio fratello non gli diede tanta importanza, tanto che oggi ..chiede a me delle cose sull’inglese. Chiaramente “Impariamo l’Inglese” non srebbe bastato. Le canzoni, le occasioni di parlare con i turisti-il museo ed il nuraghe ricordi?- hanno fatto il resto e…me la cavo benino, diciamo cosi’.
    Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao marghian, allora altra confidenza per confidenza.
      Ho dovuto imparare il francese in maniera rocambolesca. In una delle mie “esperienze” lavorative sono stato “scaraventato” in Tunisia per un sopralluogo.
      Aeroporto, viaggio in auto di due ore Tunisi-Jemmal, quindi in una azienda (sede tunisina di azienda italiana) sperduta in paese mai conosciuto. Verificata la problematica (licenziato il direttore) avvocato e titolare mi hanno lasciano lì (inaspettatamente, le intenzioni erano solo di spaventare il direttore) a dirigere l’azienda e sono ripartiti in giornata per l’Italia. A sera non sapevo dove mi trovavo, né dove era il mio albergo a Monastir. Non conoscevo una parola di arabo (ovviamente), i locali non conoscevano l’inglese ma il francese che però ero io a non conoscere. Disperazione. Ho ritrovato l’albergo solo grazie ai miei trascorsi di boy scout dopo aver girato a vuoto con l’atomobile non so quanto tempo. Dopo una settimana passata a dare ordini sfogliando un minuscolo dizionario francese, ritorno in Italia dove mi sono provvisto di libri di grammatica, corso in cassette e un dizionario decente. Ci sono rimasto 3 anni.

      Mi piace

  6. MARGHIAN ha detto:

    Ho letto di nuovo il post Bruce. Ecco la mia opinione:

    I negazionisti, quelli che tendono a negare l’esistenza di alieni in assoluto, e non solo la possibilita’ che “alcuni alieni vengano a farci visita che a cio’ sia legato il fenomeno Ufo”, fanno argomentazioni “piu’ o meno” simili alle tue, Bruce. Solo che tu secondo me usi bene quanto hai capito e descritto, perche’ non da tutto questo tu non trai una conclusione cosi’ estrema, “non esistono, ma ti limiti a “quanto sappiamo” e la tua conclusione-se di conclusione si tratta, magri lasci la questione aperta…- circa quanto scoperto, e scrivi “non c’e possibilita’ di vita complessa li’”, “non c’e ..la’”. Ecco la differenza fra te ed i negazionisti, i quali usando una sorta di ragionamento induttivo-dal aprticolare al generale- concludono che “in tutto l’universo le condizioni sono proibitive per la vita”.

    Come sai alcuni scienziati-pochi per fortuna- affermano con quasi certezza che “siamo soli” e sbandierano un “paradosso di fermi” che paradosso non e’ in quanto sono troppo grandi le distanze cosmiche per cui “se l’universo brulica di alieni dove sono tutti quanti” e’ presto risolto: “a casa loro”, esistenti su pianeti lontanissimi.. Come Antonino Zichichi, il quale dice “a mio avviso siamo unici nel cosmo, perche’..se salta il minimo dettaglio, la scintilla della vita non si accende, figuriamoci quella complessa, come qui sulla Terra che e’ un pianeta unico ed irripetibile”-.

    A rafforzare la loro tesi del “no” ecco, argomentazioni scientifiche tipo le tue, solo che tu ti attieni a quanto piu’ o meno conosciamo, mentre altri osano pensare che anche in galassie lontane “sia cosi’”.
    “Nel resto dell’universo scarseggiano elementi come il manganese….” (Dal libro “the rare earth-why complex life is uncommon in the universe- caldeggiato da Zichichi e, ovviamente, dal settimanale cattolico l’Avvenire che su questo libro titolo’: “rivalutiamo l’antropocentrismo”.

    “Scarseggia il manganese”.ci pensi? Ammesso che in una data zona scarseggino i metalli, ecco che anche li’, a livello locale, puoi trovare delle stelle che abbondano di metalli. Prendi gli ammassi globulari, “poveri di metalli” ma..a livello locale potrebbero esserci gruppi di stelle che hanno molti metalli in..ed intorno ad esse. Ecco, mi sembra una conclusione poco scientifica “il rsto dell’universo manca di questo e quest’altro….” Mentre e’ piu’ scientifico se si parla di “orione” o “sirio”- riguardo agli influssi di sirio B per esempio.

    Il problema non e’ “se esistano o no gli alieni”, pur se non sappiamo della loro esistenza. Il problema e’, infatti, da dove vengono se vengono (se cioe’ certi velivoli sono di origine tecnologica ed aliena).

    Non posseggo il “know how” per scriverti se tutto quanto da te esposto sia giusto (per esempio non so se davvero e’ “impossibile” che attorno a SirioB ci sia “abitabilita’” o meno, ma…e’ giusto essere prudenti. Ora, se vogliamo proprio continuare a chiederci “da dove vengono” si potrebbe credere che certi pianeti vicini “tipo-terra” non siano stati ancora “intaravisti” e siano li’, come un pianeta intorno ad A Centauri che magari ruota a trecento milioni di chilometri di distanza e proprio per questo non e’ al momento identificabile, perche’ solo quelli gioviani e quelli “attaccati” alla stella madre sono identificabili per adesso. Una speranza, ecco…che intorno a qualche nana bruna ci sia un pianeta come Titano, ma….meno freddo e con piu’ acqua ed ossigeno, riscaldato dalla stella che, per quanto fredda, emana sempre gran calore-mille gradi in superficie, vero?-. le nane rosse ed i “brillamenti”. Mhhh . E’ possibile che qualche pianeta sia comunque sufficientemente distante e “protetto” da un atmosfera e magnetosfera piu’ densi e forti? Non lo suppongo per “gli ufo” ma per la esistenza, anche intorno a pianeti di nane rosse, di vita complessa.
    Solo superterre? Forse si’. Ma le superterre si fanno notare perche’ con la loro vicinanza e massa “perturbano” la nana rossa, mentre un pianeta delle dimensioni di due terzi della Terra e per giunta “distante abbastanza” non verrebbe forse, ad oggi, notato.
    Per giunta, entro distanze di alcune migliaia di anni-luce, tanti sistemi possono ospitare pianeti come la Terra (per una vita simile alla nostra, per una vita diversa, vanno bene “pianeti diversi”, ma a noi interessa la vita simile..anche perche’ gli alieni che verrebbero qui ci somiglierebbero).
    E torniamo al solito problema: le distanze. A meno di non ritenere verosimile il sistema di viaggio “a curvatura” , ma su questo aspetto – la loro tecnologia e le possibilita’ offerte dalla fisica, se noi la conosciamo tutta- non sono in grado di approfondire piu’ di tanto se non che…occorre essere prudenti su queste teorie, che appartengono per quanto ne sappiamo alla fantascienza, dato che la scienza ci dice- ancora- che C non puo’ essere superata. Ed e’ cosi’, a detta delle prove sperimentali.

    C’e chi pensa che l’intimo della materia nasconda il “segreto” nel senso che grazie alle stringhe – ma non si sa ancora se esistono- e grazie a delle proprieta’ intrinseche della materia si possa applicare il cosiddetto “entanglement” ma bisogna vedere se, a livello macroscopico, si possa fare cio’ che-in teoria- farebbe una particella elementare: bilocarsi o teleportarsi. Come sai fino ad ora sono state “teletrasportate” solo le “caratteristiche” di particelle, “due fotoni collegati fra loro dal non localismo quantistico”, e le vibrazioni di un fotone che si sono ripercosse sull’altro fotone”, eccetera eccetera. Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao di nuovo marghian, approfitto della tua giornata di “ferie”.

      In verità non è che io abbia chissà quale know how. Il fatto è che mi affido nelle mie ricerche solo a siti “affidabili”, diciamo prettamente scientifici e non parascientifici, infatti inserisco sempre la fonte delle mie informazioni. Il motivo è molto semplice: chi mi legge deve essere tranquillo che le notizie sono fondate e comprovate scientificamente al contrario di certi siti ufologi poco credibili.

      Due osservazioni.
      Il sistema binario di Sirio non è lontano dalla Terra, solo 8,5 anni luce, quindi una coppia di stelle facilmente esplorabili. Nell’orbita considerata abitabile non ci sono pianeti ed anche se non sono stati ancora visti non ci potrebbe essere la vita a causa della loro instabilità dovuta alla interferenza delle stelle. Forse, se c’erano, sono state scaraventati altrove, dove ovviamente essendo troppo lontani dalle stelle non ci possono essere extraterrestri come li intendiamo noi, anche se non è esclusa la vita sotto qualche altra forma.

      Alfa Centauri è a 4,2 anni luce. Vicinissima. L’unico pianeta scovato purtroppo è troppo vicino alla stella. E’ vero che finora non sono stati avvistati altri pianeti, ma è altrettanto vero che per ora grossi pianeti della stessa dimensione della Terra non sono stati osservati alla distanza “consona” alla vita con il giusto equilibrio di luce, gravità. E se non sono stati scovati è perché non ci sono. Se ci sono forse sono piccoli e freddi.
      Questo è quanto di più recente si possa sapere.

      La mia opinione l’hai centrata perfettamente.
      Come ho detto anche a Gabri, gli alieni ci sono, da qualche parte ma ci sono, per una semplice deduzione sulla quantità di stelle nel firmamento.
      Ma con altrettanta determinazione non credo che stiano nelle nostre immediate vicinanze da farci visita quotidiana come affermano gli ufo-dipendenti.
      E se ci sono, sono a distanze insuperabili per le stesse leggi fisiche che valgono sulla Terra come altrove (quando ho un po’ di tempo scrivo qualcosa)

      La tua opinione la considero più probabilista, molto vicina alla mia, ma più probabilista. Mi sembra di capire che gli extraterrestri (e non la semplice vita batterica) possano abitare pianeti vicini a noi ma non ancora scovati.
      Resta il fatto che se c’è “effettivamente” intelligenza nelle nostre vicinanze ce ne saremmo accorti. Non siamo così tanto arretrati e sprovveduti.
      Ciao
      Bruce

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        (leggendo “monastir” o avuto un motto di stupore perche’… Monastir, a circa 40 chilometri da Cagliari, circa 10mila abitanti, 🙂 va bene che abbiamo avuto la dominazione spagnola…) .
        Ho letto il tuo commento su “da dove vengono gli alieni” e anticipo qui che concordo con te, ma ritengo che la “giusta distanza”, la “zona di abitabilita’” non debbano essere “troppo ristrette”, sarebbe quasi come dire “non esiste nulla”. A parte gli alieni “capaci di arrivare fin qui” o meno, considerando troppo rigide le condizioni necessarie alla vita si “rischia” di propendere per il “no”. Non e’ il tuo caso Bruce, nemmeno quello di siti seri (mai dubitato di cio’, credimi), ed e’ comunque vero che bisogna procedere con prudenza e rigore scientifico. “Ce ne saremmo accorti”. Infatti io non sostengo che quasi sicuramente gli alieni sono arrivati fin qui. Il mio discorso e’ “probabilistico” circa l’eventuale esistenza di pianeti extrasolari “come la Terra” e difficili da rilevare, allo stato attuale delle nostre possibilita’. Tanto che si pensa di inviare in futuro strumenti “piu’ potenti” da questo punto di vista. Vedremo…..

        Piuttosto, se eventuali alieni vivessero a distanze relativamente vicine….sarebbe comunque problematico raggiungere il nostro sistema solare. Un viaggio di 500 anni (immaginando astronavi che viaggiassero su lunghe distanze comunque a velocita’ molto inferiori a quella della luce ) per raggiungerci risulterebbe molto impegnativo. Difficile pensare che “arrivino e partano” come gli Ufo. Tali viaggiatori dovrebbero gia’ averci raggiunti ed avere delle basi nel sistema solare, e partire dalla Luna o da qualche altra base vicina per fare le ricognizioni che farebbero gli Ufo.

        E’ imporbabile che da grandi distanze delle astronavi (come quelle descritte da te nel post “fine del mondo”) siano in rotta verso il Sole. Appena piu’ possibile e’ che qualche sonda come Voyager, magari piu’ evoluta delle nostre sonde, si stia dirigendo verso di noi ma…quando arrivera’?
        Ah, non aver paura a sottolinearmi dei dettagli tecnici che magari a me sfuggono, mi saranno molto utili. Ti leggo anche per questo. Ciao Bruce.

        Marghian

        Mi piace

  7. MARGHIAN ha detto:

    Vedi scritto “anticipo che concordo…” perche’ stavo scrivendo in un altro post, ho “spezzato” il commento” e l’ho completato qui, nella parte inerente agli alieni, lasciando pero’ “ti anticipo…”. Ciao.
    Marghian

    Mi piace

  8. MARGHIAN ha detto:

    “ufodipendenti”… 🙂 troppo forte, dai!!!

    Ricordi un monologo di Pippo Franco, quando era all’apice dela sua carriera? “Ma..ufo non voleva di’ quarcos’antro una volta? Magna’ a ufo… ed io ci dico a quelli dei dischi a ufo o a sbaffo come li vojamo chiama’..….ehi tu, extraterestre, che me stai a spia’ sopra la capoccia, ascorta li consili de un terestre..li terestri no sono come dice la tu’ fantascienza, con quattro gambe e co’ du’ teste…li terrestri ci hanno una testa sola! Anzi mo’ non ci hanno piu’ manco quella oh!” . Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      😆 😆 😆
      Grande!

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        🙂 Troppo forte infatti. Per non dire del monologo che fece su dracula: “…orsu’, sorgete fratelli vampiri, e ricordatevi che Roma…. ha sette colli!!!!” (di estrema attualita’, :)siamo ad Hallowen….).

        Circa Ross..No, Bruce, non la “vedo” da un po’. Non preoccuparti, vedrai che ci raccontera’ del suo ennesimo bel viaggio magari nei pressi di Sirio A-B….

        A parte gli scherzi, penso che come tutti noi piu’ o meno, abbia poco tempo. Io ho finito un post su “Halloween”, una analisi etno -antropologica e con un video de Uriah Heep come tema musicale, che ho iniziato a scrivere da ieri, “libero dal lavoro”.

        Speriamo che Ross si faccia “sentire”, anche qui da me. E..da lei, hai provato, se c’e un nuovo post? Ah, si vede da “i miei commenti” se lei ha scritto qualcosa…e’ vero. Ciao Bruce.

        Marghian

        Mi piace

        • ross ha detto:

          Eccomiii! non sono andata su Sirio ma dalle parti di Orione, per verificare se quanto asserisci sia vero, sai LORO si sono fatti una grande risata… 😀 😀 😀 😀

          Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            Bentornata, Ross! Come si sta in quel di Orione? Ce’ un pianeta dove e’ sempre estate, ché ci vado subito? Che piova, giustamente, ma che la temperatura sia 17 gradi, di notte, e 26 gradi a mezzogiorno. Magari adesso e’ Bruce in giro per lo spazio, ma si sara’ fermato nei pressi di Giove o al massimo nella prima cintura degli asteroidi. Sai, 🙂 per lui non si puo’ superare la velocita’ della luce, percio’….

            Vero, Orione, visto che in qualche commento e post mi hai accennato a questa zona dello spazio come luogo di provenienza degli alieni (sai, le piramidi egizie che “riproducono” la costellazione di Orione, le tre stelle della cintura di Orione disegnate su un soffitto-tomba dell’architetto Senelmuth?- ed intorno ad una di queste “tre ellssi” forse ad indicare tre orbite di pianeti, e li’ vicino magari un geroglifico che significa “acqua”..). E poi ci sono gli scritti di ufologi complottasti, il piu’ famoso dei quali, riguardo ad Orione e’ un certo Ikhe (o Ike non so come e’ scritto) che pero’ dice e scrive tante di quelle corbellerie che… no, mi riesce difficile crederci, specie riguardo a certe sue affermazioni: “da Orione vengono i rettiliani, e loro da tempi remoti ci hanno trasmesso parte del loro sapere ma anche ci hanno da sempre dominati, e sono in mezzo a noi nelle persone di alcuni presidenti americani e non solo(Bush sarebbe un rettiliano, la regina Elisabetta e la Regina Madre sarebbero dei rettiliani), e gli “illuminati” sono loro, e terrestri a loro affiliati che deterrebbero le redini del potere nel mondo.

            Da sempre loro ci comandano, e non e’ un caso che un serpente tento’ Eva e Adamo, ne’ e’ un caso che il rettile compaia nelle monete statunitensi, “One Dollar” dove una piramide, con il vertice “staccato” mostra l’occhio vigile di Dio, del dio massonico (questo pero’ e’ vero, la massoneria…).

            Ecco Ross, le cose che…non mi fanno credere facilmente. Anche altre “rivelazioni” sono poi tanto contraddittorie (gli alieni di Roswel sono ora dei robot biologici o EBE, ora alieni in carne ed ossa, “i Grigi” eccetera.

            Non escludo del tutto, Ross, qualche “verita’” ma questa magari si trova confusa in un marasma di fesserie che non finisce piu’ e..valla a trovare questa verita’. :)Ciao Ross.

            Marghian

            Mi piace

  9. ross ha detto:

    Non vorrei che lo avessero rapito Bruce,speriamo lo rimandino giù..intatto. Si quello che scrive Ikhe sono stron hem corbellerie,sai probabilmente mi lascio influenzare, però ci sono alcune testimonianze, viste su Focu,s che mi convincono sempre più sul fatto che gli alieni siano tra noi mentre non mi persuade il fatto che tutti i cerchi nel grano siano opere terrestri,di questo caro Bruce, non mi convincerai mai! Certo di alieni ce ne sono diverse razze, tipo quella indicata da Zebachetti e cioè che ce n’è una grossa comunità ad Arcore 😀
    Ciao

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Perbacco, non sapevo che ora Focus è diventato il depositario della verità e punto di riferimento per gli ufologi come la Bibbia per i testimoni di Geova! 😆

      Tranquilla Ross, vorrei proprio che mi rapissero per fare molte domande. Pensa che ho istallato sul terrazzo di casa un baracchino per contattarli, ho disegnato anche un crop circle. Ma niente, niente di niente. Forse hanno paura di Bleff?
      Ciao e bona giornata.

      Mi piace

      • ross ha detto:

        Cara Bruce, NON mettermi in bocca cose che non ho detto,o scritto. Mi piace scherzare ma essere sempre presa in giro no. Ho semplicemente detto che mi piacciono i documentari di Focus, e che alcuni di essi rafforzano le mie convinzioni. Questo NON vuol dire che per gli ufologi Focus è il punto di riferimento..ecc ecc. ti prego gentilmente di non prendermi più per il culo in questo modo.
        Ciao e buona giornata anche a te

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Cara Ross non so cosa ti succede, ho voluto scherzare mettendo anche una faccina sorridente sulla tua frase che mi sembrava solamente un po’ esagerata: “testimonianze, viste su Focus che mi convincono sempre più sul fatto che gli alieni siano tra noi “. (non ti sembra troppo forte come affermazione?).
          Comunque non era nelle mie intenzioni prenderti in giro …. e per il resto …. beh, lasciamo perdere. Va bene così.
          Oggi forse non è la tua giornata migliore.
          Ciao

          Mi piace

  10. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Ross. Credo che non lo sapremo…per molto tempo, Ross. Non dico “mai”, ma ci vorra’ del tempo. Anche per sapere se semplicemente “c’e vita”, figuriamoci se esistono dei nostri consimili nel cosmo, ne’ se questi abbiano visitato la Terra.
    La scienza va “per esclusione”-no, non nel senso che esclude- ma nel senso che “se fino ad ora non si e’ visto nessuno”, “se la luce non e’ superabile in velocita’”, “se nulla di concreto di definito ci arriva dagli ufo” , ecco…”la probabilita’ che alieni visitino la Terra diventa minima (sempre per la scienza “galileiana”). Altro modo di operare “per esclusione” e’ la attendibilita’ o meno degli avvistamenti, che sul piano scientifico “non ci dicono” che si tratta di astronavi aliene. Mi rifeerisco ai casi autentici (quelli ancora non spiegati). ele bufale e gli abbagli sonoe altre due variabili di questa complessa equazione di probabilita’ o di improbabilita’. Ross, tu…sai, questo discorso mio e’ come un “soliloquio” perche’ non so, poi mi racconterai..”restino fra noi le rivelazioni che mi farai”.
    Ciao Bruce. Focus?! Ma Focus e’ un mangiaufo, altro che…ecco perche’ non si fanno vedere (finche’ ci saranno cose come CICAP e Focus noi alieni…ci terremo alla larga….)
    :)Battute a parte, Focus ha si’ trattato di ufo, e di taluni casi anche “inspiegabili” ma su quelli ….”la scienza spieghera’ “. E alcuni articoli erano ironici, come in una didascalia: “e se volessero mangiarci?”.

    Sapevi, Bruce, che Focus una volta fece una sorta di “errata corrige”? Un articolo tratto’ della ipotesi (ma senza snobbarla) che alieni stessero “pargheggiati intoro a Giove” e che su un pianeta gassoso come Giove c’erano forse immense strutture fluttuanti nell’atmosfera gioviana, vere “citta’ a forma di mongolfiera”, illustrazioni di” animali “fluttuanti” fatti come delle mante che”nuotavano nel gas..”. Ecco, alcuni mesi dopo Focus scrisse che “quell’articolo era uno scherzo che avevano voluto fare ai lettori”.
    Forse……chi non ha letto questa correzione di rotta pensa che Focus.creda agli ufo (non c’entra Ross, non c’entra proprio). Invece Focus e’, credo, molto aperta sulla vita nello spazio, ma non penso sugli ufo, :)non e’ nel suo stile. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  11. Daniele ha detto:

    “Sono estremamente contento che una persona di fede “continui” a leggere ciò che la scienza ci racconta…”

    La misurazione e la riproducibilità sono le uniche modalità che la “scienza” riconosce per stabilire se è vero o reale (come piu vi piace) un fenomeno.Se un fenomeno non è misurabile o riproducibile stiamo parlando di aria fritta. (sempre per la “scienza”)
    A volte capita però che studiando sti scienziati scoprono che c’è qualcosa che perturba la loro misurazione, osservando la perturbazione, riproducendola, non possono negarla ma non riescono a capire perchè ciò avviene, ed ecco che lo chiamano PARAMETRO NASCOSTO. Ma guarda un po la realtà si diverte a giocare a nascondino! Loro, sempre sti scienziati ti dicono che è solo questione di tempo perchè prima o poi il parametro nascosto verrà spiegato e misurato. Ma che bello se la cantano e se la suonano, e questa non è religione? Tu non ti preoccupare PRIMA E MOLTO POI te lo spiegheremo, ci devi credere ed è cosi, quindi tutte le altre spiegazioni ed interpretazioni sono cavolate.
    Come il prete, tu prega dio, è lui il creatore di tutto, il resto sono cavolate, scienza e religione sono le due faccie della stessa medaglia.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Con questi parametri nascosti siamo andati sulla Luna, stiamo attraversando lo spazio, te stai scrivendo, telefonando, vai in macchina, vedi la tv e ti curi con i parametri nascosti della medicina.
      Evidentemente preferisci altri parametri nascosti dove è vietato l’uso della ragione ma della fede.

      Ciao

      Mi piace

      • Daniele ha detto:

        non sono un credente non credo in dio o in una qualsiasi religione o pensiero filosofico mi attengo a i fatti, ne uno scientista, ci sono studi come il principio di indeterminazione di Heisenberg, in cui la fisica classica collassa, subentra la fisica quantistica che descrive il fenomeno ma non si conoscono i parametri che lo producono, o meglio il succo della questione è: L’OSSERVATORE CON LA SUA OSSERVAZIONE MODIFICA IL FENOMENO, come dire che se voglio sposto gli oggetti con il pensiero (cosa che tecnicamente si puo fare ma questo è un altro discorso), rimane il mistero del fenomeno che non viene spiegato in modo “scientifico” ma si ha l’onniscienza a mio avviso uguale a quella religiosa di dire che verrà spiegato.
        La scienza non ammette il mistero (cioè verrà spiegato) e la religione uguale che afferma che non ci sono misteri perchè dietro a tutto c’è dio, ecco in questo le posizioni di entrambe sono uguali. I MISTERI rimasti non spiegati ci sono, e pure tanti, e un uomo intelligente sano ed integro li riconosce per quello che sono, ovvero misteri.

        Mi piace

  12. MARGHIAN ha detto:

    “La misurazione e la riproducibilità sono le uniche modalità che la “scienza” riconosce per stabilire se è vero o reale ..”. Giusto, Bruce. I criteri “galileiani” come li chiama Zichichi. “Esperimenti di stampo galileiano, e ricordate: ri..pro..du .ci.. bi..li..ta’….galileiana” (come disse a Mattino in Famiglia).

    Bruce, e’ curioso pero’ che lui, Antonino Zichichi, consideri l’evoluzionismo di Darwin…”sotto il quarto grado di credibilita’ galileiana”. Mah. Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao marghian.
      Zichichi è uno scienziato, Darwin un “naturalista”. La differenza è tutta qui.
      Ogni scienziato basa la propria teoria sulla “validità scientifica”, la teoria evolutiva di Darwin è solo una teoria senza prove scientifiche e basata su fondamenta religiose.
      E poi credo che Zichichi in qualità di studioso delle particele elementari (fatta di fisica, formule e intelletto) non si sente inferiore a nessuno tanto meno ad un naturalista di poca cultura “scientifica”.
      Ciao da
      Bruce

      Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...