100% chiacchiericcio (pettegolezzo)

Sicuramente non ve ne siete accorti. Sabato 14 luglio scorso la Terra è stata investita da una gigantesca nube di particelle solari. Si è trattato di una esplosione coronale del nostro Sole capace di causare delle fluttuazioni elettriche sulle trasmissioni satellitari.

Nello stesso periodo il web è stato investito da una ondata di premi dedicati ai migliori blog causando fluttuazioni emotive sulla intera rete.
“Premio al blog 100% affidabile”. Originale no?

Ho letto di gente che si esaltava per il premio ricevuto. Poi una ricerca affannosa a “piazzare” il premio ad altri malcapitati ed ignari amici. Insomma la classica odiosa catena di Sant’Antonio che ha mandato in tilt i computer di mezza Italia. 
E che porta anche male o “iella” se preferite.

E così sono andato un po’ in giro per vedere cosa c’era di così tanto meritevole in questi blog. Per imparare.
Per imparare come si costruisce un blog “affidabile” di successo.
Saranno blog di scienza? – mi sono domandato. Medicina? Teatro? Poesia? Letteratura? Narrativa? Cultura? Informazione?
Niente di tutto questo.

Quei pochi che ho letto mi sono bastati. Non ho nulla da imparare perché quello che ho letto è stato solo intrattenimento e … chiacchiericcio (pettegolezzo per essere più espliciti).

E già! Proprio così: blog “affidabili” di intrattenimento, chiacchiericcio, pettegolezzo. (Non vi viene da ridere?).
Mi spiace per alcuni che ci credono, che credono nel proprio “lavoro” e si impegnano anche, ma sembra che la qualità dei blog viene giudicata più dalla presenza del blogger sul web, dal numero dei post aperti, dal numero dei partecipanti, dal numero dei commenti, dalle chiacchiere, dai pettegolezzi, dal gossip, dalla discussione sul niente, piuttosto che dalla qualità.

Qualcuno si è spinto anche oltre ritenendo inutili (con uno strano concetto di democrazia) i blog con pochi commenti, come dire che dovrò chiudere il mio modesto blog.

Cosa dire?
Avvilente.
Sembra che ciò che interessi gli Italiani è raccontarsi.
Parlare di sé attraverso stimolanti post, dare la possibilità a tutti di conoscere e parlare della vita privata (anche sessuale) propria e degli altri (specie nelle donne).

Sembra che l’intrattenimento (chiamatelo così se vi fa più piacere e per non offendere nessuno) abbia per loro un grande potere comunicativo e spesso viene “usato” come mezzo per aumentare la visibilità del proprio blog. Mentre l’affidabilità (ovvero la “attendibilità”), oggetto del premio,  è vicina allo zero proprio per lo stesso concetto di ‘attendibilità’.
Quello che ho letto è “voyeurismo comunicativo” proprio per il fatto che deve soddisfare la curiosità e la morbosità di alcuni strati sociali.
Quindi nient’altro che un fishing. Solo un fottuto fishing, e non venite a dirmi che non è vero.

Ho letto in alcuni casi che il pettegolezzo (ops, volevo dire chiacchiericcio “attendibile”) per chi lo legge può essere divertente e stimolante, ma per chi lo fa a volte è anche vendicativo e distruttivo.
E i pochi che cercano di non farsi coinvolgere dalla rete del chiacchiericcio (o pettegolezzo o gossip) che lo circonda rischiano banalmente l’isolamento.
La maggior parte di queste persone “meritevoli” ama “spettacolare” finché non sono loro ad essere chiamate in causa. Ed allora una banale osservazione o anche un commento “poco amichevole” sul blog molto spesso degenera in pettegolezzi nocivi.

Avvilente.
Avvilente se questo è uno spaccato dell’Italia. Una nazione sotto terapia.
Insomma da questi blog non si impara nulla, si chiacchiera. Come dal parrucchiere.

Ma poi rifletto.
Ma chi l’ha detto che il chiacchiericcio, il pettegolezzo è roba… da pettegoli? Chi l’ha detto che è roba magari da parrucchiere o di donne sole in cerca di compagnia?
Chi non si è mai abbandonato al piacere di fare pettegolezzi su amici e colleghi? Chi non si è mai abbandonato al piacere di parlar male di personaggi politici  e dello spettacolo?

Il pettegolezzo o chiacchiericcio, (ora viene chiamato gossip per adeguarsi ai tempi), sono storie che si ripetono un po’ in tutta Italia e che, nonostante le distanze geografiche (qui il gran merito di internet), ci fanno capire che sotto questo aspetto nulla è cambiato nel corso dei secoli. Ma grazie ad internet ora siamo molto più uniti di quanto ci immaginiamo.

Il pettegolezzo (ops, chiacchiericcio, scusatemi ancora) – penso – è tutto sommato una forma di aggregazione sociale. E’ uno strumento presente all’interno dei gruppi di tutte le culture i quali vivono di comunicazione senza la quale non sarebbe possibile portare avanti la storia del gruppo stesso.
Quando non c’è nulla di prioritario da comunicare all’interno del gruppo è giusto che alcuni membri parlino del niente o di altri membri del gruppo sia in termini negativi ma anche in termini positivi.
In definitiva è una modalità comunicativa utile a mantenere lo status quo all’interno di un gruppo, ad aggregare i seguaci del proprio gruppo. Per mantenere vivi i pesci nel “proprio” acquario (tanto per rendere l’idea).

Allora perché non lo chiamiamo col suo vero nome: “Premio 100% pettegolezzo”? Non credo che si farebbe torto a qualcuno, perchè risponde ai requisiti richiesti.

1) Sono regolarmente aggiornati (per tenere sempre “vivi” gli amici, ovviamente)
2) Passione del blogger (ci mancherebbe altro)
3) Favorisce l’intrattenimento (cos’altro allora?)
4) Offre contenuti e informazioni utili e originali (per l’appunto)

Ed io aggiungerei:
5) Terapeutico.

Io, però, me ne sto con Bleff e con le mie stelle.


Advertisements

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a 100% chiacchiericcio (pettegolezzo)

  1. gabriarte ha detto:

    ciao ho letto con il sorriso quello che hai scritto e ti dò pienamente ragione sulla catena di s:Antonio ma tu non sei costretto a seguire i blog che non ti interessano, non sei costretto ad andare dal parrucchiere Ognuno di noi offre quello che può.Stà al lettore scegliere. Trovo che il tuo blog sia interessantissimo e vario e ce ne sarebbero tante cose da discutere, stai tranquillo non ti lascio il premio . Sono abituata avendo lavorato con il pubblico ad ascoltare qualsiasi persona.Tutti,se ci fai caso, hanno qualcosa da insegnarci e io mi soffermo sempre, su chi può insegnarmi di più . Ti posso assicurare che esistono blog veramente interessanti e meritevoli E’ Bello viaggiare ogni tanto, impari attraverso gli altri ad apprezzare sempre di più ciò che possiedi.Ciao spero di leggerti presto

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao gabri, un bel commento che merita una risposta articolata.
      Nel mio blog mi piace prendere spunto da una notizia e commentarla con un pizzico di ironia e con la complicità del mio cane che mi fa da spalla o da contrapposizione (l’altro me). Generalmente sono temi scientifici ma non sempre, mai di politica, di religione o comunque che trattano argomenti che toccano la sfera personale o di etica che toccano le coscienze. Per esperienza so che molto spesso degenerano .

      Hai ragione quando dici che si può sempre imparare ascoltando gli altri, non per altro l’ho fatto per una vita ascoltando i miei dipendenti (responsabili, tecnici, operai).
      Ma sinceramente qui (su certi blog) leggo sempre le stesse cose.
      E’ anche vero quando dici che ci sono blog interessantissimi (che tra l’altro frequento per esempio di narrativa), ma non di intrattenimento per intrattenere o per fare da cornice. Preferisco uscire col cane e parlare con gli altri proprietari o andare dal mio … parrucchiere :mrgreen: o al bar 😆 , mi bastano ed avanzano. Se poi voglio imparare qualcosa so dove andare.

      I premi?
      Beh hai capito che non mi piacciono le catene di Sant’Antonio. Portano male.
      E poi non capisco questi premi fai da te. Se ci pensi devi scegliere in maniera del tutto personale ad assegnare un premio a persona amica tra una lista di amici. E la cosa può dare l’impressione che ci sono amici più amici degli altri e forse te sei in fondo alla lista per qualche arcano motivo o secondo un principio del tutto soggettivo che può imbarazzare.
      No!

      Ciao e anche se non commento troppo (sono fatto così) però ti leggo.

      Mi piace

  2. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ciao Silvano simpaticone… già anche me nel mese di marzo mi hanno mandato questa cosa del blog affidabile.. al inizio lo avevo messo questo banner… ma poi lo ho tolto, qualcosa mi diceva che non mi serve…
    Io vengo sempre volentieri d te a leggere i tuoi post.. oggi per me un giorno impegnativo e non posso stare lungo al pc.. ti abbraccio Pif e una carezza a Bleff

    Mi piace

  3. gabriarte ha detto:

    vedi io non ho il cane. Ho due gatti di cui, una dolce e deliziosa, l’altro aggressivo più di un pitbul, Anche loro,mi tengono occupata, un lavoro impegnativo , la mia famiglia e la casa. Il mio passatempo è il disegno e se ho spazio, amo stare al computer. Ho conosciuto tante persone e non con tutte ho legato ma, con alcune, ho un bellissimo rapporto amichevole molte le ho conosciute di persona.Sul blog abbiamo giocato scrivendo un romanzo a più mani L’ideatore uno straordinario personaggio che, ci ha coinvolto in un’ avventura simpatica Abbiamo continuato con altre esperienze e con altre persone divertendoci e imparando anche molte cose Non ci scriviamo spesso perchè, ognuno di noi,deve sentirsi libera, senza avere nessun obbligo di visita.Il blog per noi non è un lavoro, è un punto di ritrovo per scambiare due chiacchiere, che non sono pettegolezzi, ma validi argomenti che volendo si possono approfondire, Non voglio rubare più tempo al tuo cane, che sicuramente desidera la tua attenzione ti saluto e ti auguro una ottima serata Ciao

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...