… ed oggi il nostro mare era così

DSCF3579 (FILEminimizer) DSCF3580 (FILEminimizer) DSCF3581 (FILEminimizer) DSCF3582 (FILEminimizer) DSCF3583 (FILEminimizer) DSCF3586 (FILEminimizer) DSCF3587 (FILEminimizer)


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a … ed oggi il nostro mare era così

  1. Elisabetta Lelli ha detto:

    Non prendersi troppo e sempre sul serio è fra le Arti più difficili da padroneggiare. A volte, però, è la sola via per sopravvivere… forse per vivere. E’ un po’ come uscire di notte, quando i muri delle stanze piovono addosso, è come uscire nel buio e chiudere gli occhi, respirando il tutto che al buio potrebbe apparire niente. Non prendersi troppo e sempre sul serio è la conquista di chi ha vissuto tanto, ma non è mai stanco di vivere… di chi ha visto tanto il mondo, ma non è mai stanco di viaggiare… di chi è felice, oppure incompreso, ma ugualmente felice. Perché la vera saggezza sta nel comprendere sè, abbracciandosi, di tanto in tanto volendosi bene, di tanto in tanto semplicemente volendoSI.
    E’ bello, diversamente ed ugualmente bello, questo mare, Sil caro.

    E.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao carissima,
      uscita prestissimo stamattina con Bleff lungomare.
      Mare piatto, temperatura mite, nessuno in giro. L’occasione giusta per dargli qualche minuto di “libertà non vigilata”😆

      Ho letto. Apprezzo e sono pienamente d’accordo in linea di principio su quello che dici.
      Non ho comunque la certezza del tuo riferimento o collegamento a qualcosa di particolare. Per cui faccio solo un ragionamento in senso generale.

      Il mondo è popolato da persone che prendono sul serio le cose e dai superficiali, esempio classico è quella della politica. Tra le due categorie la più pericolosa è la seconda perché generalmente non riflettono sulle conseguenza delle proprie azioni.
      Per quanto riguarda il volersi bene, ritengo che la cosa dovrebbe essere del tutto naturale e non costruita, perché se non ce l’hai dentro il senso vero dell’amore prima o poi viene fuori il lato oscuro delle persone.

      Purtroppo spesso sono proprio le persone che non prendono sul serio le cose o superficili per dare il nome giusto, che predicano l’amore, la fratellanza sono quelle più pericolose.
      Andreotti (tanto vituperato) diceva: “la cattiveria delle persone buone è pericolosissima”.

      Ciao ora “porto fuori” il mio amico Luigi.

      Mi piace

      • Elisabetta Lelli ha detto:

        Caro… Non aggiungo qualcosa a ciò che scrivi riguardo alla politica, al volersi bene, alla bontà. Niente da aggiungere/niente da togliere, su cui recriminare.

        Il mio riferimento è al tuo precedente articolo, praticamente uguale a questo, al link
        https://silvanodonofrio.wordpress.com/2014/03/17/il-nostro-mare-quasi-lo-stesso-giorno/

        Ho voluto credere che tu avessi pubblicato “… ed oggi il nostro mare era così” come per dire a noi lettori: “Ecco, scherziamo un po’, di tanto in tanto. Non prendiamoci troppo sul serio.”, come a volere esortare a non appesantire ciò che spesso è già pesante di suo.
        Ma non tutti possono permettersi di celiare. Perché anche celiare è un lusso.

        Buona giornata, amico mio. E, mi raccomando, non mettere la museruola a Luigi. Possibilmente😉

        E.

        Mi piace

        • Elisabetta Lelli ha detto:

          P.S. Stupenda, la riflessione di Andreotti!

          Mi piace

        • bruce ha detto:

          Stamattina con il mio amico pensionato anche lui, o meglio esodato, abbiamo fatto colazione al bar Florian, tradendo il bar Sciarra (il mio amico ha voluto così).
          Seduti al tavolino accanto al nostro una coppia di persone non giovanissime (lei molto appariscente) che parlavano affettuosamente, troppo affettuosamente, cosa strana per scambiarsi certe effusioni la mattina presto in un bar per essere marito e moglie.
          E così abbiamo malignato. Tradimento o tentatico di approccio che equivale a tradimento😆

          Per metterla sul piano scherzoso ho posto il quesito se l’amore segue la legge newtoniana soggetta alla classica attrazione “gravitazionale” dei corpi, oppure risponde alla legge delle forze secondo la teoria delle reciproche “interazioni” della meccanica quantistica.

          Ora il mio amico dice che l’attrazione amorosa è del tipo newtoniana (classica ed antica dico io) perchè dipende solo dalla reciproca attrazione dei due corpi.
          Io sostengo che è del tipo quantistico in quanto questa teoria prevede livelli diversi e “discreti” di energia amorosa (chiamati pacchetti “quantici”) anzichè continui.

          La conclusione?
          Qualsiasi teoria va bene con le donne, l’importante è che la donna …… ci stà, e che funzioni anche con la coppia del tavolino accanto😆
          Ciao cara e scusa questa divagazione tra pensionati che alle volte non sanno di cosa parlare.😆

          Mi piace

          • Elisabetta Lelli ha detto:

            “Qualsiasi teoria va bene con le donne […]”. Uhm, mi sa che Louis non c’ha capito granché😉
            Concordo con la TUA teoria, Sil. Siamo onde di luce anche per quanto concerne l’attrazione erotico-amorosa. Ma non siamo soltanto questo. Siamo l’incontro nel medesimo istante di due —> una… entità, una nascita immediata, fulminea di alchimia di odori non ancora percepiti-immagini non ancora immaginate-sapori non ancora gustati-suoni non ancora ascoltati…. eppure riconosciuti, non estranei.
            Poi si decide se farne storia. Ma questa è tutt’altra storia😉

            Abbraccio!

            Mi piace

        • bruce ha detto:

          La tua interpretazione è esatta. Non so come fai a capire certe cose.
          Voi donne siete qualcosa di speciale, forse avete sviluppato un altro senso che nei maschietti è rimastto arrotolato su se stesso.
          Ciao

          Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    Conoscerai certamente- a prescindere dal fatto che ti piaccia o no, i ^martellamenti continui non guardano a questo..- la canzone di Loredana Berte’, autore Enrico Ruggeri, che descrive “il mare d’inverno. “Il mare d’invero e’ come un film in bianco e nero visto alla tv…..”. Ecco, non e’ sempre cosi’. Anche i nostri litorali, in certe giornate, sono degli specchi bellissimi.

    Piccola nota personale: al mare, mi piace entrarci, a nuotare. Ecco perche’ io, comnque, aspetto l’estate😆. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      “….a prescindere dal fatto che ti piaccia o no …”😆😆
      Sei troppo forte marghian, mi piaci per questa tua discrezionalità e savoir faire “non comune” in molte persone.😆

      Non è detto che tutte le canzoni italiane non mi piacciono, solo alcune, o forse un po’ di più, quelle troppo strascicate per intenderci da cantautori fatti in casa che si considerano impegnati ma non hanno nessuna considerazione internazionale.
      Comunque le canzoni di Enrico Ruggeri mi piaccono (non tutte), la Berte mi piaceva quando era giovane, ora non si sa più cos’è😆

      Il mare d’inverno è bellissimo, fotograferei ogni attimo. D’estate c’è troppa confusione in spiaggia, ragazzini che piangono, madri che gridano, ragazzi che giocano a calcio e a tamburello/racchettoni malgrado i divieti. Allora io e Bleff ce ne andiamo sulla scogliera del molo.
      Ieri c’è stata la Tirreno-Adriatica di ciclismo, trasmessa anche in Tv. Ero lì, non potevo mancare a questo grande evento diventato oramai una consuetudine qui nel mio paese, forse per la bellezza della città e per il lunghissimo rettilineo lungomare (e i soldi messi a disposizione dal sindaco).

      Ciao

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        ““non comune”… in molte persone”. “Savoir faire”..comune, allora. E mezzo gaudio🙂

        Alla Berte da giovane io preferivo sua sorella Mia Martini,-sempre da giovane-, anche come cantante. .

        Vero, il mare d’estate subisce una vera e propria “violenza”. pero’ io torno alla mia nota personale, con l’aggiunta che d0estate non sono mai raffreddato, ed il mare..me lo godo di piu’. Come spetacolo di natura e’ vero, d’inverno il mare è bello. Ciao .

        Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...