Micro aliens

diatomeeCi risiamo.
La voglia di alieni colpisce ancora. E con essa di pari passo le notizie bufale diffuse a mani basse da siti di informazione di pseudoscienza.

Non bastano gli avvistamenti in cielo, in terra, in ogni luogo, ora sono presenti stabilmente anche nella nostra atmosfera.
Di cosa si tratta?

Questa volta non sono astronavi o meteoriti, bensì diatomee aliene.
Cosa?
Avete letto bene, diatomee aliene.
Le diatomee sono micro-alghe unicellulari non flagellate, comunissime negli oceani terrestri.
Cosa c’entrano con gli allinei? Ora ve lo spiego.

Un gruppo di scienziati del Regno Unito ha pubblicato sul “Journal of Cosmology” (la madre patria delle affermazioni poco credibili in astrobiologia e astrofisica), un articolo di una loro ricerca.
Cosa hanno fatto? Hanno mandato un pallone meteorologico a 22-27 km di altitudine e quando l’hanno riportato a casa hanno trovato una singola particella che sembra apartenere alle diatomee.

In realtà era una piccola carcassa o scheletro che è stata attribuita, non si sa per quale motivo e senza nemmeno chiedere a qualche esperto, alla diatomee.
Questo è bastato per affermare l’origine alinea.

Perché, vi state domandando?
Beh, il loro ragionamento è stato molto semplice.
Le diatomee sono diffusissime sulla Terra e potrebbero essere state trasportate in aria dal vento o da correnti varie o dai vulcani, che durante le eruzioni più potenti possono lanciare moltissima materia nella stratosfera.
Macchè!
Prima o poi sarebbero dovute precipitare a terra. Quindi non rimane che una sola spiegazione: le diatomee sono di origine aliena.

“Nell’assenza di un meccanismo per cui le particelle così grande possono essere state trasportate nella stratosfera, possiamo soltanto concludere che le entità biologiche sono originarie dallo spazio.”
Sono le parole di un certo Wickramasinghe, che (mi sono informato) vede alieni in ogni cosa su cui mette le mani.

Se ho capito bene, quindi, diatomee aliene abitano stabilmente la nostra atmosfera senza cadere mai a terra rimanendo sospese al contrario delle diatomme terrestri che cadono al suolo. Insomma diatommee leggere e fluttuanti nei nostri cilei che se la spassano tranquillamente per aria provenienti da chissà quale mondo sconosciuto o inseminate da civiltà aliene.

Ora, facendo un discorso più serio.
Questo non significa ovviamente che meteoriti piovuti dal cielo non possano trasportare microorganismi extraterrestri nel loro interno. Anzi, c’è molta ricerca seria a riguardo.

Quello che risulta strano è che enti come la Nasa che spende miliardi di dollari per cercare elementi di vita come gli aminoacidi anche su altri pianeti, si sia fatta sfuggire un risultato così clamoroso da un pinco pallino qualsiasi per quanto ricercatore dell’Università di Sheffield.

(fonte: PianetaBluNews).

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Alieni, Bufale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Micro aliens

  1. MARGHIAN ha detto:

    Questo e’ niente- non e’ il tuo post ad essere niente, anzi…-, e’ niente rispetto alla “scoperta” di due “scienziati” napoletani. Un meteorite, messo in soluzione liquida, liberava dei microbi belli vispi. Domanda del giornalista ai due: “ma allora..se tanti organismi alieni vengono sulla Terra veicolati da meteoriti come questo….perche’ non ci sono pandemie che ci uccidono tutti?”. La risposta dei due “scopritori”: “Vede, questo accade da sempre, percio’ da sempre noi respiriamo di questi organismi alieni”. Il giornalista: “allora siamo tutti alieni, se da sempre piovono meteoriti con dei microbi…”. “Appunto”, rispose uno dei due, soddisfatto.

    Fonte: un telegiornale rai, di circa 10 anni fa’. Ciao Bruce (ho aggiunto “another stone in the nuraghe”-come direbbero i Pink Floyd🙂, -e sono sempre nella prima parte ).

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      E’ opinione diffusa in molti che la vita ci è stata imposta dalle comete o roba del genere nel corso dei milioni di anni. Facciamo finta che sia così.
      Allora la domanda viene spontanea. Tutto ciò che è vivente, piante, animali, deve avere un dna alieno. Ovvero proveniente dal profondo dello spazio.
      Questo significa che gli alieni, piante e animali compresi che ci hanno dato origine, sono uguali spiccicati a noi ed hanno avuto la stessa evoluzione.
      Quindi niente due teste, pelle verde, occhioni grandi come ci vengono descritti gli extraterrestri, a meno che quest’ultimi arrivino da un altro universo attravero una metropolitana interuniversale.
      Tanto per scherzare.
      Ciao

      Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    E, tanto per scherzare, faccio la parte di coloro che ci credono…solo la parte🙂
    “Da sempre la vita viene dallo spazio, e persino il dna e’ arrivato cosi’ come oggi lo conosciamo, ed e’ solo questione di numero di geni se si arriva dai parameci-od altri protozoi alle meduse, alle scimmie e all’uomo, ecco che esseri pensanti di altri pianeti sono praticamente identici a noi, magari hanno la pelle azzurrognola, o bianca come il latte, o verdastra- lo so, questo colore e’ troppo abusati in materia..-, e putroppo anche li’, un alieno dalla pelle bianco latte dira’ “sporco azzurro” o “verde bastardo” all’altro, di pelle diversa..” tanto per scherzare, ovviamente. Sperando-seriamente stavolta- che il razzismo, almeno quello, non sia un male universale. Ciao Bruce🙂

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...