Rinoceronti

rinoceronte2

Ne erano rimasti poco più di 40 esemplari alla fine del diciannovesimo secolo.
Con una fortissima politica di protezione e lotta al bracconaggio, il numero è salito fino a quasi 20.000 esemplari.

Parliamo del rinoceronte bianco. Una montagna di muscoli. E’ il secondo animale terrestre per dimensioni e arriva a pesare 2,9 tonnellate.

Perché questo post?
Perché malgrado l’aumento di numero è ancora tra la specie più minacciata di estensione. E a metterli a rischio non è il cambiamento climatico, o la distruzione dell’ambiente.
E’ la stupidità umana.

Incoraggiati dal numero dei rinoceronti i bracconieri hanno ripreso a dargli la caccia. Per i loro corni.
I corni di questi giganti della savana polverizzati vanno a finire nei laboratori della medicina alternativa e nei cocktail della ignorante popolazione del sud-est asiatico.

Per quale motivo vi domanderete?
La polvere del corno nel mondo asiatico è considerata un potente antidoto all’impotenza maschile, un rimedio alla stanchezza, alla sbornia, ecc. ecc.

Tutto ciò non ha nessun fondamento scientifico.
In realtà i corni sono fatti di cheratina, come le unghie e non hanno alcun effetto curativo.

Ma vincere la stupidità non è cosa facile. E così dopo un beve periodo che sembrava stabile, in cui i bracconieri riuscivano comunque a ucciderne ancora una decina di animali l’anno, ecco che la polvere di corno è ritornata di moda per la crescente richiesta del mercato.
Nei primi mesi del 2013 sono stati uccisi oltre 200 animali in Sudafrica.

Come correre ai ripari?
I rimedi sono tanti (eliminare gli stupidi per esempio, penserete voi. Ma la cosa è difficile per via del gran numero degli stupidi). Bisognava pensare a qualcosa di nuovo.

Si era pensato di inserire dei microchip nel corno nel caso venga tagliato dai bracconieri per localizzali.
Ma nella riserva in Sudafrica hanno pensato qualcosa di meglio e più efficace: avvelenare i corni.

Tranquilli, nulla di invasivo.
Si usa una specie di inchiostro. Il rinoceronte viene prima addormentato, poi il corno viene trapanato e nel foro viene inserito dell’inchiostro indelebile e insetticidi usati per il trattamento anti zecche.
Una operazione non dolorosa per il rinoceronte, ma che al consumatore si pensa possa causare nausea, mal di stomaco, diarrea. Questo dovrebbe ostacolare il suo consumo. Un po’ come avviene nel caso della droga tagliata male che compromette il suo mercato.
Inoltre l’inchiostro consente di localizzare il corno con gli scanner dopo che è stato ridotto in polvere per evitare il contrabbando.

Per finire vengono marchiate le orecchie del rinoceronte in modo che i contrabbandieri capiscano che l’animale è “inutilizzabile”.
Ora c’è solo da applicare questo metodo sui 20.000 esemplari. Non sarà facile visto la vastità del territorio.
Nell’ultimo anno sono stati “trattati” poco più di 200 rinoceronti. Il che significa che ci vorranno 100 anni prima di marchiarli tutti.
Pochi, è vero, ma intanto ne vergono “salvati” 200 ogni anno da un’altra strage.

(fonte: articolo di M. Ferrari su Focus)

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Rinoceronti

  1. Rebecca ha detto:

    Grande post caro Silvano… abbiamo ormai tante specie che stanno per scoparire sulla terra… poi quelli pocchi esemplari che vivano nei zoo (io lo chiamo i zoo prigione) non possano mai più vivere nella natura percio libero… siamo proprio incoscienti e questo ci fa capire che non abbiamo rispetto per nostri fratelli gli animali… abbi una serena giornata… tuo figlio come sta? … una carezza a Bleff tvb Pif

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Grazie Pif,
    l’uomo, sia esso ricco che bisognoso è avido di denaro, e in questo caso non c’è rispetto per nessuno. Verso l’uomo stesso che verso gli animali.
    Cosa spinge i bracconieri ad uccidere i rinoceronti? L’odio per gli animali? La stupidità?
    Il denaro. Solo e soltanto il denaro. L’uomo uccide per denaro. Anche l’uomo se necessario.
    Bruce

    Mi piace

    • Rebecca ha detto:

      Buongiorno… ti prego metti la risposta sotto il commento… non mi arrivano le notifiche… uffa quest WP comincia a stressarmi…

      ormai si fa tutto per il denaro, si vendano anche i propri figli… a me l’essere umano fa schifo… ma dimmi siamo un giorno veremente capace a vivere in armonia qui sulla terra???

      ci sono momenti in cui disidero di essere mai nata… per questo abbiamo deciso di non fare figli.. non so cosa si di bello da aspettarsi nel futuro.. e poi che eridità lasciamo alle prossime generazioni???

      Ecco vollevo sempre figli.. ma non sarebbe giusto per nascere qui su questa terra dove non c’è amore fratellana e amore anche per gli animali…

      come sta tuo figlio??? Speriamo meglio… tvb Pif … una carezza a Bleff

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Per quanto riguarda le notifiche, forse devi rivedere le modalità di risposta da te impostate tra i tuoi contatti.

        Mio figlio va meglio, anche se lentamente, Poi necessita di maggiori attenzione per via del suo diabete mellito. Siamo costantemente in contatto con il centro di Modena.
        Ti ringrazio e buona giornata.
        Bruce

        Mi piace

        • Rebecca ha detto:

          Ma lui ha la diabete (quella tipo 1???) quella per dire d’infanzia???….

          allora a me mi risultano tutti i tuoi post.. viene sempre la notifica… come adesso hai risposto al mio commento mi viene la notifica…

          ma ogni volta clicco sul fatto che vorrei anche la notifica che se ci sono altri commenti… e non arriva mai una notifica…

          si come poi mi ricordo di te 😆 allora controllo sei hai risposto… uffa… tutto qui…

          PAZIENZA e il mio scondo nome :mrgreen:

          sai anche io ho la diabete mellito ma quel’altra la 2… e lo ho bene sotto controllo.. 😉

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            Esatto diabete di 1° tipo fin dall’infanzia, 3 insuline rapide ed 1 ritardata al giorno con altrettanti stick per sempre. Dura vero? E una gran seccatura. Anche lui ha una bella pazienza.
            Ciao cara

            Mi piace

          • Rebecca ha detto:

            Lo so ho una amica anche lei ha la 1 … ma lei e sfigata e quasi ogni 3 giorni al ospedale.. ha problemi grandi con la ipo glicemia… come lo avete scoperto a causa della intoleranza del latte??? La mia amica ha fatto altri esami e hanno scoperto che lei aveva nella infanzia l’intolleranza del’latte… comunque anche lei da circa un mese ha elliminato tutti prodotti a base di latte, e sta decisamente meglio.. io per fortuna ho la 2 quella e gestibile.. faccio tutto senza farmaci e vado bene.. comunque sempre sotto controllo del mio medico e esami di sangue ogni mese.. me lo pago io, non voglio regalato nulla 😀 … posso dire una cosa??? che palle con ste malattie inutile 😳

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Se ti racconto la storia non ci crederai. Da piccolo, aveva otto anni, soffriva continuamente di mal di testa, a scuola era distratto. Le maestre dicevano che lo faceva apposta, che era svogliato. E noi ci abbiamo creduto. Lo abbiamo anche rimproverato. Ma lui continuava a soffrire e nessuno lo capiva. Poi, a scuola, aveva bisogno di andare al bagno e le maestre glielo impedivano. Ritornava a casa bagnato, umiliato dagli altri bambini e piangeva.

            Poi un sabato mattina prima di uscire con lui in bicicletta perde i sensi in casa. Coma diabetico. Ricovero immediato e scopriamo che aveva il diabete mellito.
            Mia moglie ha pianto per le ingiustizie, le umiliazioni che nostro figlio ha subito.

            Ci siamo rivolti al provveditoriato agli studi che ci ha risposto che la scuola non sostituisce i genitori. Mia moglie è diventata una furia contro i professori, perchè hanno male interpretato il suo malessere mettendoci sulla strada sbagliata. Ma oramai il danno era stato fatto.
            Mi fermo qui.
            Bruce

            Mi piace

          • Rebecca ha detto:

            Mi dispiace tantissimo, e sopratutto per la ingnoranza delle insegnati a scuola… a volte penso che propri loro dovrebbano avere una certa sensibilità a compendere i bambini se qualcosa non va… invece lo fanno incontrario.. queste cose mi fanno arrabbiare… forse meglio fermarsi qui per non andare oltre… importante che ora lui si cura bene … tvb Pif

            Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce…si’, e’ tenerissimo. Quando e’ accovacciato, sembra una pallina, o che so io. Per poco Nives non ci gioca… anzi, CI..gioca, ma non come “pallina”
    Otan? Dovresti chiedere il parere a Rebecca, e’ sua l’idea del nome, e “otan” forse non significa nulla nella lingua degli indiani d’America. Penserai, “eh si’ che al gatto gliene importa” 😆
    *Verto che avere un rinoceronte come animale domestico…mi sarebbe un po’ di impegno :mrgreen:
    Ciao.

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      “Verto che”= “vero che” (ovviamente)

      Fin qui la parte scherzosa dei miei commenti su questo post. Seriamente…la VERA ignoranza sugli animali e’ peopeio che “malgrado l’aumento di numero è ancora tra la specie più minacciata di estensione. E a metterli a rischio non è il cambiamento climatico, o la distruzione dell’ambiente. E’ la stupidità umana”. Che e’, lo sappiamo da Einstein che e’ infinita. Ed e’ lei, la stupidita’ umana, la causa..anche della distruzione dell’ambiente. Ed e’ vero anche questo, che “I corni di questi giganti della savana polverizzati vanno a finire nei laboratori della medicina alternativa e nei cocktail della ignorante popolazione del sud-est asiatico”.
      Per non dire di chi ammazza questi animali per “diletto”, senza nessun bisogno di “cure alternative”. Ciao Bruce. Buon week end 🙂

      Marghian

      Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Ignoranza in materia di animali: Qualche sera fa, in un bar, uno ha detto all’amico. “ti ho visto, seduto a quel tavolo, dormivi con la bocca aperta…che mi sembravi un rinoceronte mi sembravi!”.

    Sono sicurissimo che questo tizio, dicendo “mi sembravi un rinoceronte” ha pensato..all’ippopotamo 😆

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...