Ritorno alle origini.

 
           

 

Non c’è da scherzare, ma sono alte le probabilità che prima o poi ci si possa ritrovare in pieno medio evo.

A provocare questa eventualità potrebbero essere le tempeste magnetiche.

 

La colpa è della cosiddetta “fase attiva”, che il Sole attraversa ogni 11 anni. Durante questo particolare periodo, la nostra stella può generare tempeste magnetiche più o meno potenti. E guarda caso la Nasa prevede una intensa attività nel 2012 (sempre questa data)

E se la causa non sarà il sole  allora potrebbe essere la infernale “bolla locale” che ci investirà nel giro di qualche secolo e di cui abbiamo parlato proprio in queste pagine.

 

La prospettiva è di quelle che faranno tremare. Infatti, potrebbe ripetersi l’intensa tempesta solare che nel 1859 “spense” completamente le tecnologie di comunicazione negli Stati Uniti e in Europa.

Ma se 150 anni fa ad andare in tilt furono “soltanto” le reti del telegrafo, in un mondo in cui le telecomunicazioni sono base fondante di innumerevoli attività, una replica attuale di quell’evento potrebbe causare una devastazione economica e sociale significativamente più ampia e potenzialmente più catastrofica.

 

La minaccia nascerà quindi da una bolla di plasma emessa dal nostro sole o la tempesta magnetica dalla Bolla Locale. Molte di queste bolle di particelle energetiche, nel caso del sole, si disintegrano senza danno, altre vengono eruttate nello spazio e si dirigono verso la Terra. Di solito si limitano a disturbare un po’ le telecomunicazioni, ma possono fare molto peggio se una di questa sarà particolarmente potente.

 

Allora immaginiamo un possibile scenario.

La tempesta elettromagnetica colpirà la Terra dallo spazio quasi senza preavviso, senza concederci neanche quel ragionevole lasso di tempo per prepararci.

La sonda spaziale ACE – che tiene d’occhio il Sole – avvertirà i computer del centro spaziale Houston che una colossale bolla di plasma (particelle ionizzate ad alta energia) si è staccata dalla superficie della nostra stella e si sta dirigendo verso di noi. Dopo pochi minuti (la luce emessa dal sole arriva sulla terra in 8 minuti) la tempesta magnetica metterà fuori uso i satelliti ed ogni sistema di comunicazione. Di colpo non funzioneranno i cellulari, si spegneranno tutte le tv, cesserà ogni informazione.

 

Ci sarà il panico generale, l’allarme rimbalzerà in tutto il mondo. Le difese dell’ultimo istante si dimostreranno inutili.

 

La super bolla di plasma cambierà la configurazione del campo magnetico terrestre
Questo indurrà a sua volta nelle reti un sovraccarico di corrente che fonderà per corto circuito le linee elettriche e milioni di trasformatori. Entro 90 secondi il buio scenderà  prima sulla costa orientale americana, poi nel resto del mondo.

Non morirà nessuna persona, ma tutte le reti elettriche andranno in tilt. Si bloccherà tutto, perché tutto va a elettricità.

 

Il primo servizio “primario” a saltare sarà l’acqua corrente, senza pompe a dare la spinta. Terminate le scorte dei cassonetti ogni famiglia resterà senza acqua per cucinare, per lavare, per gli sciacquoni del bagno.

Senza elettricità non funzioneranno i frigoriferi e nel giro di poco tempo i cibi andranno a male. I supermercati verranno presi d’assalto per rifornirsi di cibo e di acqua. Dopo di che anche i cibi dei supermercati si guasteranno. Senza elettricità mancherà il fuoco per cucinare, la gente dovrà imparare a procurarsi il fuoco e a cucinare con la legna. La gente pur di assicurasi qualcosa da mangiare invaderà le campagne. 

 

Non funzioneranno gli ascensori e la gente abbandonerà i piani alti. 

Non funzioneranno agli apparati elettrici che pescano la benzina nei serbatoi dei distributori e la riversano in quelli delle auto. In pochi giorni non ci saranno più macchine in circolazione. Si fermeranno autobus, metropolitane, gli arerei e le navi. L’intero sistema di trasporto nazionale ed internazionale verrà paralizzato e nessun rifornimento sarà possibile. L’unico mezzo d trasporto saranno le biciclette.

 

In 72 ore le apparecchiature di emergenza degli ospedali esauriranno l’autonomia. Si fermeranno tutti i macchinari. Gli ammalati non potranno essere più assistiti.

Nel giro di un anno milioni di persone moriranno per le conseguenze dirette ed indirette a causa della mancanza di cibo, le malattie, l’impossibilità di curare gli ammalati.

 

In un mese finiranno le scorte di carbone e non ne arriveranno altre, come pure il gas. Si fermeranno tutte le fabbriche. La gente perderà il lavoro ed ogni fonte di guadagno. Verranno assaltate le banche e lo stato farà fatica a mantenere l’ordine. La chiusura delle banche (non funzionano i terminali) e delle borse bloccheranno gli interscambi commerciali. L’economia mondiale sarà compromessa.

 

Quasi tutte le professioni scompariranno. Il medico potrà fare le diagnosi ma non curare per mancanza di medicine a causa della chiusura delle fabbriche farmaceutiche. Gli ingegneri dovranno far ricorso ai calcoli manuali. Cesseranno moltissime attività commerciali, mentre altre verranno prese d’assalto come l’abbigliamento.

 

L’alimentazione sarà la prima preoccupazione della gente e sarà distribuita razionalmente nelle città in mercatini attraverso la vendita di ortaggi provenienti dai campi vicini, con carne locale e pesce pescato da barche a remi.

 

Un ritorno in piena regola al medio evo. Gente sporca, mal nutrita, ammalata.

Si calcola che ci vorranno almeno 10/20 anni prima che gli ingegneri potranno ripristinare le linee elettriche e riparare i trasformatori per ridare energia al mondo.

Le centrali nucleari saranno le prime a ripartire.

 

 

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Scienze naturali. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Ritorno alle origini.

  1. LUPA DEMONIA ha detto:

    MAREMMA BONA OOH BRUCE!! TOCCHIAMOCI!!!QUESTO 2012 E\’ RICORRENTE EH\’!?CHI HA BISOGNO DI MEDICINALI???…UMMMH…CIBO UMMH ACQUA..C\’E\’!I "MAL-NUTRITI" FANNO SUBITO IL BOTTO! HIHIHIHI ALMENO QUARCOSA DI POSITIVO E C\’E\’ DAI!!!LUPA

    Mi piace

  2. ventodeldeserto ha detto:

    mi sa che l\’avevo gia letta sta cosa!!!!ma io un ci sarò….puffff….tristina come cosa…certo bruce …pare davvero il day after….non hai qualcosa di più allegro?io son già mogia di mio!!!!vento

    Mi piace

  3. Bruce ha detto:

    "….non hai qualcosa di più allegro?"sta arrivando . . .

    Mi piace

  4. ventodeldeserto ha detto:

    speriamo non sia un parto difficile!!!hahahhahaha..scusa la battuta!!

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...