Dove finiscono i soldi delle nostre donazioni? – Parte prima: le onlus

fame_fao71Quando succedono tragedie come quelle del Nepal e ti chiedono soldi per aiutare i terremotati, inevitabilmente sei assalito da uno slancio di generosità. Ed i promotori delle iniziative delle raccolte fondi lo sanno.

Poi oggi per radio ho ascoltato un messaggio per la raccolta di fondi per la protezione della tartaruga marina.
Grande rispetto, per carità, per le tartarughe, ma oramai non si contano più le associazioni che mi chiedono soldi.

Non c’è giorno che passa che non spunti fuori una nuova associazione etichettata “no profit” che ci chiede soldi “impietosendoci”.

Allora è giusto chiedermi: perché proprio a me? Perché proprio a noi tutti? Perché tanto interesse a raccogliere soldi? C’è così tanta gente che realmente  ha interesse a salvare il mondo? O c’è dell’altro. E, poi, dove vanno a finire i nostri soldi?
E’ legittimo fidarsi?

Ovviamnete le associazioni dicono che è tutto a posto, tutto regolare.

Non tutto è chiaro e trasparente.
Inchieste ed arresti per appropriazione di fondi destinati alle adozioni a distanza, l´inchiesta dell´Unione europea su alcune associazioni italiane accusate di abusi nell´utilizzo dei finanziamenti Ue, ci fanno riflettere.
L’inchiesta “mafia capitale”. (“Tu c’hai idea quanto ce guadagno sugli immigrati? Il traffico di droga rende meno”)
Se poi anche grandi organizzazione come Unicef, che evoca assistenza per i bambini di tutto il mondo, è stato infangato da uno scandalo finanziario, ci si può fidare di chi lavora in nome della beneficenza?

L’Aquila è ancora rasa al suolo dopo il terremoto malgrado la montagna di soldi versati dalla nostra generosità. Dove sono finiti i nostri soldi?
Dove sono finiti i soldi per le ricostruzioni di case di altri terremotati che vivono ancora nelle baracche? E i soldi per gli alluvionati? Perché nessuno di quelli che ci hanno chiesto (implorandoci e commuovendoci) non ci dicono dove sono andati a finire i nostri soldi?

Domande legittime, se si considera che le associazioni di beneficenza, le onlus, non hanno alcun obbligo di pubblicare i propri bilanci sui siti internet. La pubblicazione dei bilanci è affidata alla discrezionalità delle singole associazioni contrariarmene a quanto avviene in altri paesi occidentali e manca una vera e propria autorità indipendente che controlli il comportamento delle singole associazioni.
Solo il 17,8% delle 350mila onlus italiane utilizza uno strumento di trasparenza come il bilancio sociale e che a queste associazioni arrivano milioni e milioni di euro solo tramite il 5 per mille.

Considerata la montagna di soldi che ruota attorno a queste associazioni, la carità è un vero e proprio business dove le onlus competano tra loro per procacciarsi i soldi delle donazioni come se fossero delle vere e proprie aziende commerciali. Il confine tra profit e non profit diventa così un capriccio legislativo.

Se fosse quotata, “l’economia del bene” peserebbe come sei aziende della stazza di Eni alla Borsa di Milano. Si calcola infatti, secondo un rapporto del 2013, che nel mondo l’insieme di attività che appartengono al Terzo settore (organizzazioni non governative, onlus, fondazioni, enti caritativi, enti umanitari, cooperative) valgano annualmente 400 miliardi di dollari.
Sul pianeta sono operative circa 50mila organizzazioni non governative (ong), che ricevono oltre 10 miliardi di dollari annui di finanziamenti. Le più ricche? Save the Children, World Visione Feed the Children (circa 1,2 miliardi di dollari di bilancio ciascuna).

In Italia Medici senza frontiere (50 milioni di euro); ActionAid (48 milioni); Save the Children (45 milioni); Coopi (Cooperazione internazionale, 35 milioni); Cesvi (Cooperazione e sviluppo, 33 milioni); Emergency (30 milioni); Avsi (Associazione volontari per il servizio internazionale, 28 milioni); Intersos (18 milioni); Cisp (Comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli, 16 milioni); Vis (Volontariato internazionale per lo sviluppo, 16 milioni). Un’altra montagna di soldi.

Secondo il rapporto delle Nazioni unite, il numero dei volontari è pari a 140 milioni di persone, più del doppio della popolazione italiana.

Ora una riflessione.
Quanta parte dei miei soldi vanno a chi ne ha bisogno?
Parto da un esempio. L’Airc, benemerita e blasonata Associazione italiana per la ricerca sul cancro, ha raccolto fondi nel week end di Pasqua vendendo nelle piazze d’Italia in un tripudio di persone una gran quantità di alberelli nani, ornati col fiocchetto rosso.
Bene, in cambio di questi alberelli che si seccano nel giro di una settimana i soldi raccolti dalle offerte dove vanno a finire?
Se consideriamo che quegli alberelli li avranno pur comprati da qualche parte, li avranno dovuti trasportare in tutte le piazze italiane, avranno speso soldi per il materiale pubblicitario, la pubblicità per sponsorizzare l’evento sui media e Tv, il panino ai volontari, quanto sarà rimasto? Pochi spiccioli.

Meglio di niente direte.
Aspettate. Infatti ora una grande organizzazione come l’Airc (una per tutte) ha un presidente e un vice che non fanno questo mestiere per nulla e nemmeno per una remunerazione da fame. Tutto il personale collaterale, impiegati, segretarie, tecnici, operatori vari, percepiranno uno stipendio perché anche loro mangiano, hanno moglie e figli, si spostano, comprano. Poi ci sono i costi di gestione: locazioni, computer, telefoni, bollettini postali, comitati vari, la pubblicità, i viaggi e costi di rappresentanza, le consulenze, la benzina, le regalerie, la carta igienica, il rossetto, le matite, le tangenti, le ruberie.
E non per ultimo una onlus che opera per esempio in Africa, dovrà provvedere al completo sostentamento delle strutture sul posto, dei materiali, delle persone, i viaggi,  ecc.

L'Aquila_eathquake_prefetturaBene, alla luce di ciò, secondo voi tutto questo quanto vale? Quanto rimane?
E’ già un gran successo che dei tuoi soldi in Africa o nei laboratori scientifici di ricerca o alle zone terremotate arrivi il 10%. E siccome di gente da sfamare ce ne è in gran quantità,  la ricerca costa molto, e di case distrutte ce ne sono tante, quanti soldi servono? Quanti soldi bisogna raccoglie per una miseria di un euro che arriva a destinazione? Tanti.
Un fiume impressionante di soldi che si prosciuga man mano lungo il suo percorso fino ad arrivare a ridursi in un rigagnolo. Spesso si asciuga del tutto.

Siete ancora convinti che ne valga la pena? Forse sì, forse no. Fate come volete, i soldi sono vostri.
Io, la mia offerta la faccio al nigeriano col cappello in mano dove sono sicuro che il mio euro gli va interamente in tasca.

Qualcuno di voi a questo punto si sta domandando che in questo modo non si risolvono i problemi. Forse, ma neanche con il loro. Perchè le popolazioni affamate hanno bisogno di mangiare tutti i santi giorni. Le popolazioni bisognose di aiuto ne hanno bisogno ogni giorno. La ricerca scientifica costa e non va avanti senza altri soldi. Serve una montagna di soldi. Inoltre per sopravvivere a loro stesse e per il loro sostentamento le associazioni “devono” necessariamente chiederci altri soldi, e poi ancora altri soldi ed altri soldi ancora. Come avviene puntualmente.

Eppure c’è chi lo deve fare al nostro posto per “istituzione” e impegni presi.

La FAO è una organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. E’ un’agenzia specializzata delle Nazioni Unite con il mandato di aiutare ad accrescere i livelli di nutrizione, aumentare la produttività agricola, migliorare la vita delle popolazioni rurali e contribuire alla crescita economica mondiale. La FAO lavora al servizio dei suoi paesi membri per ridurre la fame cronica e sviluppare in tutto il mondo i settori dell’alimentazione e dell’agricoltura.
L’Italia è oggi il 6° donatore del sistema delle Nazioni Unite. In quel contributo ci sono anche i miei soldi, i tuoi soldi.

Non è finita.
Il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD) è un’agenzia specializzata delle Nazioni Unite, il cui compito è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare, migliorare la qualità della loro alimentazione, ottenere redditi più alti e rafforzare le proprie capacità di adattamento.
l’Italia si è impegnata a contribuire con 83 milioni di dollari, confermandosi il secondo donatore dopo gli Stati Uniti.
Anche qui ci sono già i miei soldi, i tuoi soldi.

Forse molti non lo sanno, ma c’è dell’altro.
La FIRST è un fondo per gli Investimenti nella Ricerca Scientifica e Tecnologica e gode di finanziamenti internazionali, nazionali, regionali.

Sulla benzina gravitano ancora le accise per eventi e disastri passati (disastro Vajont, alluvione Firenze, terremoto del Belice, del Friuli, Irpinia, l’Aquila, alluvioni Liguria e Toscana, terremoto dell’Emila).

Lo so, tutto questo sforzo non basta. La fame nel mondo è in continuo aumento, i progressi della ricerca scientifica richiedono maggiori investimenti, i disastri naturali avvengono in continuazione.

Ma perché sempre io? Perché sempre noi?
Perchè è più facile mungere la ingenua generosità dei cittadini che lo Stato.


…. segue: le donazioni per la ricerca scientifica

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Società e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

20 risposte a Dove finiscono i soldi delle nostre donazioni? – Parte prima: le onlus

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    Buon giorno Silvano, anche io mi sono fatto spesso domande dove vanno tutti questi donazioni.. ormai mandiamo da oltre 60 anni donazioni in Africa il cosi detto terzo mondo… e ancora dopo tutti questi anni li le miserie non sono cambiati anzi sono peggiorati.. e questo mi fa capire che qualcuno diventato ricco sulle spese della gente che vuole aiutare… mi fermo qui potrei dire ancora altre cose … ma voglio rimanere calma… altrimenti si alza la glicemia… caro Silvano questa terra e governato da egoisti schifosi.. e per fortuna non devo vivere per sempre😉 ti abbraccio Pif

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao cara Rebecca, spero che le cose vanno un po’ meglio. Certo è che se sei ancora alle prese con la glicemia, devi aver preso proprio una bella botta.

      Sono perfettamente d’accordo quando dici che con tutta quella montagna di soldi che arriva in Africa da così tanto tempo eppure la situazione non è per niente migliorata.
      Da qui si capisce che in realtà va bene così, va bene che si faccia poco o nulla, perché così arrivano altri soldi per mantenere in vita questi baracconi delle onlus e ….. guadagnare soldi alle spalle della povera gente. Questo giustifica la presenza decennale delle grandi organizzazioni come la FAO e Save the Children che non servono a nulla o quanto meno non giustifcano coi risutati i soldi che generosamete i cittadini versano.
      Infatti se solo pensiamo ai soldi versati ora lì dovrebbero esserci ospedali all’avanguardia, scuole, infrastrutture, un’agricoltura fiorente, condotte d’acqua, supermercati.
      In realtà nulla, se guardiamo alla gente che scappa. Un fallimento.
      Buona giornata

      Mi piace

      • Rebecca Antolini ha detto:

        Carissimo Silvano, parliamo un attimo di me😉 si ho preso una enorma botte questa volta ma erba cattiva non muore mai😀 … insomma questa volta e tutto scombussolato e il mio corpo fai i suoi giri rovescio.. con la glicemia sto tornando nella norma e quasi regolare.. anche l’insulina prendo solo la sera .. ieri lo ho dimenticato e sta mattina ero a 119 perciò direi vado alla gande😀 … sai che io sono andato con 36 anni nella premenopausa e lo ho concluso con 44 anni… e cosi l’ospedale mi ha fatto anche fare la densitometria ossea.. con il risultato che ho l’osteporosi tipo1 causa menopausale, e devo prendere mensile un farmaco a base di vitamina D .. comunque mio medico di casa ha detto che lui vuole fare la densitometria ancora da un’altro ospedale .. secondo questa diagnosi io anno scorso dopo le mie 3 cadute in 3 giorni sarei stato ingessato da testa ai piedi😀 sei anno scorso avevo una forte contusione polponare a causa di una cadutta per terra.. senza frattura e sono cascato 3 volte sul stesso lato.. (dolori per quasi 2 mesi fattica di rispirare) e passato😀 … vediamo il prossimo risultato… e poi due giorni dopo che sono tornato a casa mi viene il ciclo doppo 7 anni… mi hanno fatto senza il mio permesso un tratamento ormonale…😦 il mio medico mi ha detto se dovrei tornare ancora il ciclo, mi prescrive qualcosa cosi torna tutto alla normalità… vederdi devo fare la fluorangiografia più OCT visita degli occhi.. comunque vedo come prima, e sopratutto mi sento in ottima forma.. prendo ancora per i attacchi spsmici bronchiale le pastiglie e la tosse e sempre di meno.. la polmonite mi è passato complettamente ho fatto giovedi i raggi x…
        parliamo della piccola tatanka… sfiga da per tutto, il suo veterinario ha datto il vacino per la filaria, e poi per il fatto che tatanka ha ormai 10 anni il controllo del cuore… e ha sentito un leggero soffio sul lato destra.. allora al fin di questo mese facciamo un ricontrollo… e poi ci dice se deviamo fare un eletrocardiogramma per sapere la causa… ma oggi esistano buoni farmaci e non serve più fare un intervento…speriamo che tutto vada bene.. poverina😦 …
        Gianni il 28 viene operato ad una erna l’inquinale nulla di grave…. nonostante sono preocupata (ho pocco fiducia nei medici) proprio nelle interventi semplici fanno spesso sbagli… speriamo di NO …

        siamo già abbastanza sfigati😀

        Hai raggione con questo post caro, noi eraviamo sostenitori di una organisazione offerte annuali (non pocco) ma da questo anno abbiamo detto BASTA perchè i problemi sono ancora..e mi sono rotta i cosi detto c…..i, con le loro promesse e niente fatti.. Io non do più nessuno un centesimo.. ma come sai preferisco a invitare un senza detto a casa mia offrilo a farsi un bagno o docca, offrirlo mangiare con noi, lavare i vestiti e regalarlo altri vestiti che non indossiamo più… almeno cosi so che le cose sono arrivato a chi ne ha bisogno… lo facciamo sempre a natale, pasqua e feragosto…

        il mondo caro Silvano gira rovescia .. nemmeno il buon Dio sene sbatte di noi…

        Io sono tornata alla mia filosofia che il Creatore lo trovo nella natura… e mi rende serena..

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Oh mio dio, non si può dire che non hai avuto una vita … movimentata.
          Ecco queste sono le cose che non capisco, perchè l’accanimento contro le persone e contro animali che non hanno fatto nulla di male.
          Sono contento della tua filosofia, perchè (te lo dico qui in privato lontano da orecchie indiscrete🙂 ) è anche la mia filosofia. Ma acqua in bocca.
          Buona giornata e un abbraccio.

          Mi piace

          • Rebecca Antolini ha detto:

            Caro Silvano alle fine pensiamo in qualche maniera simile e questo mi piace, forse anche per questo amo leggere i tuoi post, anche se non tutto capisco..ma imparo sempre qualcosa… Noi tutti abbiamo da portare una croce e a volte pesa e a volte non lo sentiamo neanche…

            Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    “Perchè è più facile mungere la ingenua generosità dei cittadini che lo Stato”. E’ vero, e poi..mai toccare chi davvero ha i soldi (con tasse, o patrimoniali, eccetera al fine di destinare il ricavato ai fini benefici, ma che lo siano veramente..). Tasse su guerre che fanno ormai parte della storia come quella di Etiopia, su terremoti di decenni fa tutte applicate alla benzina. Ma ai ricchi no, giammai. Perche’ fanno comodo allo stato. Ora leggo il resto, ciao.

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao marghian, non voglio scivolare nella facile retorica degli spreghi dello stato che da soli potrebbero risolveri tutti i casi di questo genere, ma quando veniamo a conoscenza (è cronaca di questi giorni) di vergognosi vitalizi a condannati politici, le pensioni d’oro a cui nessuno rinuncia, gli stipendii dei parlamentari 6 (sei) volte maggiore della media europea e vogliono ancora di più, dei “nostri” soldi che vanno a salvare banche in fallimento che poi a loro volta non danno un mutuo ad un disgraziato lavoratore a tempo determinato, mi viene rabbia quando poi chiedono soldi ad un pensionato come me.

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Vero, e ci sono ancora altre infami ..voci di spesa, a carico di pensionati e lavoratori. E poi, che “‘unione fa’ la forza”, i politici lo nanno capito bene: noi poveracci siamo in molti, e “possiamo” pagare. Ciao.

        Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ciao rebecca. Come stai? Ho letto questo, “con la glicemia sto tornando nella norma e quasi regolare.. anche l’insulina prendo solo la sera .. ieri lo ho dimenticato e sta mattina ero a 119 perciò direi vado alla gande”. Benone🙂

    Vedi quanto spreco di soldi, Rebecca? E tu dici di lasciar perdere le ricerche spaziali per aiutare, con i soldi risparmiati, la nostra Terra. Forse gli scienziati, a parte quelli votati alla guerra, nella 2a guerra mondiale e qualcuno ancora oggi, nei bilanci e negli scopi sono piu’ sinceri. Ed un missile nucleare, domani, forse salvera’ pure tutta la Terra da un asteroide (come ti ho gia’ scritto🙂 , ricordi ? ). Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  4. gabriarte ha detto:

    la penso anch’io come te ciao Silvano buon weekend

    Mi piace

  5. manuelagarreffa ha detto:

    L’ha ribloggato su manuelagarreffae ha commentato:
    IT (da leggere!)

    Mi piace

  6. Caterina Z. ha detto:

    Condivido alla Grande il tuo post, scritto chiaro e dal contenuto non indifferente. Domande che mi sono fatta anche io, migliaia di volte. Non dono niente, proprio per i motivi da te descritti. Ciao😀

    Mi piace

  7. Marco ha detto:

    “Io, la mia offerta la faccio al nigeriano col cappello in mano dove sono sicuro che il mio euro gli va interamente in tasca.”

    Ah sì?
    E sei sicuro che dietro al Nigeriano non ci sia un’organizzazione criminale che lo sta sfruttando? …..

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Il tuo diritto al sospetto è legittimo, ma mi sembra più una illazione non giustificata.

      Mi piace

    • Franco ha detto:

      Io do del cibo al nigeriano così evitiamo sfruttamenti vari droga ecc

      Mi piace

    • Franco ha detto:

      Io do del cibo al nigeriano così evitiamo sfruttamenti vari droga ecc
      Save The Children fa una pubblicità martellante su Sky ovviamente pagando fiumi di soldi dei donatori e il caro Murdoch si arricchisce. I centri commerciali sono invasi da operatori Save The Children tutte belle ragazza che non lo fanno per volontariato ovviamente…anche Quest ultimi pagati dai donatori. Effettivamente mi domando quNto realmente vada in beneficenza…

      Mi piace

  8. Infonotizia ha detto:

    Si tratta di una cosa terribile, una vera e propria truffa ai danni dei generosi.
    Quando ho scoperto cosa veramente facessero le ONG parlando con missionari mi sono messo le mani nei capelli; roba da perdere la fiducia nella nostra specie.

    Mi piace

  9. OLIMPIA ha detto:

    Ricordate le ortensie di telefono azzurro??? Sapete come siamo arrivati alle piante grasse??? Durante una campagna di Telefono azzurro, le ortensie si sono appassite dentro i cartoni… colpa della catena del freddo nel trasporto… il gelo nei camion refrigerati aveva letteralmente lessato le piantine… la gente che ha preso le piantine, dopo alcuni giorni si è lamentata con noi Volontari (da premettere che noi siamo Volontari della Protezione Civile così la forza lavoro è del tutto gratuita, neanche il classico panino ci hanno dato) … siamo noi che gliele abbiamo vendute… mica Telefono Azzurro… la mattina dopo abbiamo chiamato Telefono Azzurro, preteso di ridare i soldi alle persone che avevano preso le piantine perché noi non possiamo permetterci di farci una cattiva nomea tra la popolazione… Hanno storto un po’ il naso, non ci credevano, ma poi hanno dovuto cedere, alcune piante le avevamo ancora noi e i danni del freddo erano evidenti e allora hanno accettato le nostre richieste… anche perché i soldi li avevamo in mano ancora noi… gli abbiamo mandato solo i soldi raccolti normalmente e basta…

    Mi piace

  10. Antonio ha detto:

    Non ciò parole

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...