Violenta esplosione nella nostra via Lattea

Al momento in cui i nostri primi antenati umani avevano da poco imparato a camminare in posizione verticale, il cuore della nostra galassia Via Lattea ha subito una eruzione titanica, gas e altro materiale veniva espulso verso l’esterno a 3 milioni di km all’ora.

hubblediscov

Ora, almeno 2 milioni di anni più tardi, gli astronomi assistono all’esplosione.
Nuvole fluttuanti di gas torreggianti espulsi a circa 30.000 anni luce sopra e sotto il piano della nostra galassia.

La enorme struttura a forma di palloncino è stata scoperta cinque anni fa con la osservazione di un bagliore emesso da raggi gamma sul cielo in direzione del centro galattico.

Gli astronomi hanno dovuto far ricorso a Hubble, il telescopio spaziale della Nasa, per misurare per la prima volta la velocità e la composizione dei misteriosi lobi.
Usando il Cosmic Origins Spectrograph (COS) di Hubble si è sondata la luce ultravioletta di un quasar distante che si trova dietro la base della bolla nord.
Impressa a quella luce che viaggia attraverso il lobo, la equipe di Andrew Fox dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, Maryland hanno ricavato informazioni sulla velocità, la composizione e la temperatura del gas in espansione all’interno della bolla, che solo COS può fornire.
Gli spettri di COS mostrano che il gas viene espulso dal centro galattico a circa 3 milioni di chilometri l’ora.

Ora gli astronomi cercano di calcolare la massa del materiale soffiato fuori della nostra galassia, che li potrebbe portare a determinare la causa della esplosione.

Gli astronomi hanno proposto due possibili origini per i lobi bipolari: la nascita tempestosa di una stella al centro della Via Lattea o l’eruzione di un gruppo di stelle cadenti in un buco nero super-massiccio. Ciò accade per il gas surriscaldato dalle esplosioni dei buchi neri nello spazio profondo.

Le osservazioni di Hubble con il suo Cosmic Origins Spectrograph (COS) ha misurato anche, per la prima volta, la composizione del materiale spazzato nella nube gassosa. COS ha rilevato silicio, carbonio, e alluminio, indicando che il gas è arricchito di elementi pesanti prodotti all’interno delle stelle e rappresenta i resti fossili di formazione stellare.
La temperatura misurata del gas da COS è di circa 17.500 gradi Fahrenheit, che è molto più fresco rispetto alla maggior parte dei gas “super-hot” nel deflusso, ritenuti a circa 18 milioni di gradi Fahrenheit.

Anche se la Via Lattea complessiva attualmente produce una moderata quantità di stelle all’anno, 1-2 stelle l’anno, vi è un’alta concentrazione di formazione di stelle vicino al nucleo della galassia, questo suggerisce che questo potrebbe essere un fenomeno ripetitivo nella storia della Via Lattea anche se le bolle sono di breve durata rispetto all’età della nostra galassia.

(fonte)
Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, I misteri dell'universo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Violenta esplosione nella nostra via Lattea

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    … praticamente questa esplosione è successo anni fa… solo adesso siamo in grado da vederla atteaverso Hubble.. ..

    io come casalinga modesta mi domando ora una cosa.. se dovrebbe esplodere qualcsa di fondamentale … non ci rendiamo nemmeno conto perche cio vuole anni di luce per farci notare tutto questo..

    .. caro Silvano abbi un buon weekend un abbraccio Pif

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Esatto Rebecca, questa esplosione è avvenuta la bellezza di 2 milioni di anni fa e solo ora la sua luce è arrivata fino a noi viaggiando alla velocità della luce.
      Ora se pensi che la luce emessa dal Sole arriva a noi in solo 8 minuti puoi capire quanto lontana è avvenuta questa esplosione.
      Per i rischi a cui è soggetta la Terra, per ora non ci sono stelle nelle immediate vicinanze che preoccupano. Dobbiamo preoccuparci soltanto della nostra stella quando farà una fine simile. Ma questo avverrà tra 5 miliardi di anni, quando ci saremo abbondantemente estinti noi stessi se continuiamo a farci del male.
      Un abbraccio.

      Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    Ci vorranno altri cinque anni per scoprire se è una stella? e se fosse una stella quali dimensioni potrebbe avere?

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Non sono in grado di dire quanto tempo ancora ci vorrà per capire cosa ha provocato una simile immensa esplosione. L’orientamento è di un gruppo di stelle ingoiate tutte assime da un buco nero, o che queste stelle stesse collassando su loro stesse abbiano generato nella loro esplosione dovuta alla enorme forza di gravità un buco nero che come si sa espelle poi del materiale in maniera simmetrica, e in questo caso a forma di lobi rovesciati.
      Ciao.

      Liked by 1 persona

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ciao. “…2 milioni di anni fa e solo ora la sua luce è arrivata fino a noi viaggiando alla velocità della luce…”. Forse mi sfugge qualcosa, Bruce. Se questa esplosione di una stella o cosa e’ avvenuta “nel cuore della nostra galassia”, come mai la luce e’ arrivata dopo due milioni di anni? E’ quasi la distanza della galassia di Andromeda. Dal cuore della galassia distiamo solo trentamila anni luce. Ripeto, forse non ho compreso bene qualcosa. Ciao.
    Marghian

    Mi piace

  4. bruce ha detto:

    L’età stimata della nostra galassia, dalle stelle più vecchie, è di 13,700 miliardi di anni (più o meno quella dell’universo). Ovvero la sua luce è arrivata a noi dopo 13,7 mld di anni.
    L’esplosione deve essere avvenuta quindi 13,698 mld di anni fa, arrivando a noi per l’appunto 2 milioni di anni dopo.

    La stessa considerazione vale se consideriamo la consolidazione del disco galattico avvenuto circa 6/10 miliardi di anni fa.

    I getti di luce sono avvenuti ortogonalmente sul piano orbitale della galassia dove siamo noi.
    Ciao

    Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    “L’esplosione deve essere avvenuta quindi 13,698 mld di anni fa”. E c’e lo scarto di circa due milioni di anni, ecco…Ciao.

    Mi piace

  6. bruce ha detto:

    Se non lo avete ancora fatto ….. l’ho fatto io anche per voi.
    Ieri sera, ore 21,05, sosta ad una stazione di servizio autostrada A24 di ritorno da Roma su pullman, ho mostrato prima ad un amico e poi ad alcuni componenti la cometa Lovejoy, esattamente dove doveva essere. E tutti col naso per aria. A qualcun altro invece non gli è fregato niente, meglio un panino.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...