Oceano d’acqua su Encelado

EnceladoScoperta una imponente riserva d’acqua pari a oltre 200 volte il lago di Garda a 40 km di profondità nella sesta luna di Saturno. Possibile attività pre-biotica.
Questa è la notizia diffusa a seguito delle osservazione della sonda Cassini.

E così, mentre guardiamo fuori dal sistema solare per scoprire forme di vita, un candidato ad ospitare attività pre-biotica ce l’abbiamo praticamente in casa, è Encelado, una luna di Saturno.

La scoperta è avvenuta nella zona del Polo Sud. Una imponente riserva d’acqua nascosta sotto i ghiacci che ricopre l’intera superficie.

Già nel 2005 la sonda Cassini aveva scoperto un serbatoio interno d’acqua che emetteva vapore d’acqua vomitando ghiaccio dalle spaccature della superficie vicino al polo sud della luna.
I nuovi dati forniscono le prime misurazioni geofisiche della struttura interna di Encelado che sono compatibili con l’esistenza di un oceano nascosto dentro la luna. I risultati delle misure di gravità sono nell’edizione di Venerdì 4 aprile della rivista Science.

La tecnica utilizzata sfrutta la forza gravitazionale che un corpo planetario, come Encelado, altera la traiettoria di volo di una navicella spaziale. Variazioni del campo di gravità, come quelle causate da montagne sulla superficie o differenze di composizione sotterraneo, possono essere rilevati come variazioni di velocità del veicolo spaziale, misurata dalla Terra.

Queste  misurazioni gravitazionali suggeriscono un grande, possibilmente oceano a circa 6 miglia (10 chilometri) di profondità, sotto un guscio di ghiaccio sulle 19-25 miglia (30-40 chilometri) di spessore. Le prove del sottosuolo marino includono Encelado tra i luoghi più probabili nel nostro sistema solare per ospitare la vita microbica.

Quindi – mi suggerisce il mio cane – questa scoperta ha ampliato la nostra visione della ‘zona abitabile’ all’interno del nostro sistema solare e in sistemi planetari di altre stelle. Questa nuova convalida che un oceano di acqua è alla base dei getti favorisce la comprensione di questo ambiente intrigante.

Bravo il mio cane.


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, I misteri dell'universo, Ultime dallo spazio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Oceano d’acqua su Encelado

  1. MARGHIAN ha detto:

    E bravo Blef🙂
    Ciao bruce. Enceladus mi faceva pensare gia’ da tempo, in riguardo al “concetto di zona-o di ambiente- abitaile”. Certamente i criteri tipo “lascia di abitabilita’” , “giusta dinstanza di un pianeta extrasolare dalla sua stella” valgono comunque, specie in riferimento alla vita complessa; mentre per la vita microbica la cosa cambia,e le possibilita’ sono molto maggiori. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao marghian questo esempio di Encelado ci suggerisce che va allargato il concetto di fascia abitabile se per abitabile significa fascia favorevole a qualsiasi forma di vita.
      Infatti, se non vado errato, Encedalo è fuori alla fascia abitabile del sistema solare eppure sotto la sua superficie c’è acqua liquida, e se c’è acqua liquida è logico pensare che ci sia qualche forma di vita visto che ci sono esempi sulla terra..
      Se estendiamo questo concetto a pianeti molto lontani da una stella, quindi con poco irraggiamento, ma con massa abbastanza elevata da avere una temperatura interna sufficientemente calda (per forme geodetiche o gravitazionali) da tenere al suo interno acqua allo stato liquido anche lì ci potrebbe essere vita anche se non aliena con pelle verde, lingua biforcuta, coda e occhi rettiliani.😆
      Dolce notte

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Bruce, hai ragione. “Un calore interno”, “una densita’ atmosferica tale da compensare una certa distanza da una stella- pensa al caso di Marte, se avesse una atmosfera molto piu’ densa potrebbe avere un clima anche piu’ caldo del nostro-, “, la capacita’ della vita di adattarsi anche ad ambienti estremi” eccetera, sono tuttte cose che fanno parde delle mie “intuizioni”. “Ma su quei pianeti senza un sole non puo’ esserci vita”. “E se ci fosse un calore interno, magari creato anche da un nucleo radioattivo?”-da una discussione che ebbi con un amico, alcuni anni fa’-. Io, sulla questione della vita aliena,🙂 come sai penso che possano esistere anche alieni dalla pelle verde, o grigia, e di aspetto umanoide; quegli alieni, pero’, che vivrebbero su pianeti lontani ed irraggiungibili,simili alla Terra-anche in termini di “rapporto con la stella madre”-. Per la vita, diciamo, sul nostro sistema solare, mi “fermo” ai microorganismi, o poco piu’. Ciao.

        Marghian

        Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    forse non siamo soli!!!!! ciao

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Un caro saluto gabri. Sono d’accordo.

      Mi piace

      • ross ha detto:

        come sono d’accordo???? con gli altri sei sempre carino e dai loro pure ragione, con me sei quasi acido! grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr😀

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Ah ah ah, ciao cara Ross, bentornata e un caro saluto.
          Non c’è contraddizione tra quello che penso e quello che dico. E’ giusto e corretto dire: “FORSE” non siamo soli, per un calcolo di probabilità e perchè l’universo avendo gli stessi componenti della Terra può sviluppare altrove altri esseri viventi in condizioni simili al nostro pianeta. Cosa diversa invece è sostenere senza “ragione” che non siamo soli con certezza. Semplice no?
          Smack

          Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ciao gabry, e’ molto difficile che siamo soli. Certo, non e’ da escludere del tutto. La cosa sarebbe pero’ molto strana, a fronte di un universo costituito da milirdi e miliardi di galassie, ugnuna con miliardi di sistemi di pianeti (l’eventuale assenza di vita-per puro caso- nel nostro sistena solare non esaurisce la questione!). Forse -a diversi anni luce da noi, esiste qualche civilta’ tipo la nostra, che magari non ha ancora inventato la radio, e che percio’ il “sistema SETI”- che lavora con delle grosse antenne per captare qualche “segnale alieno”- non riesce ancora ad indivuduare. Certo, la scienza cerca la dimostrazione, ed e’ giusto; ma la possibilita’ c’e, ed e’ notevole. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  4. ross ha detto:

    CI SAREBBERO CIRCA 80 SPECIE DIVERSE DI ESSERI VIVENTI PROVENIENTI DA ALTRI MONDI. ATTERRANO QUANDO VOGLIONO PERCHE’ LA LORO TECNOLOGIA E’ ANNI LUCE AVANTI ALLA NOSTRA. E SI MIMETIZZANO. IN ALCUNI CASI CI AVREBBERO AIUTATO. E POTREBBERO AIUTARCI ANCORA NELLA MEDICINA E NELL’AGRICOLTURA. MA C’E’ CHI LI VORREBBE UTILIZZARE PER LE ARMI…A RACCONTARLO E’ PAUL HELLYER, CHE STA ANCHE SCRIVENDO UN LIBRO.
    ——————————————————————————–
    Chi è Paul Hellyer? un abitante acquatico di Encelado
    :iol:

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      80 specie? Wow!
      Solo 80? Credevo di più visto le migliaia di differenti astronavi avvistate nei cieli di tutto il mondo e le migliaia di avvistameti di alieni uno diverso dall’altro.
      Ho letto la intervista rilasciata a Sophie Shevardnadze, giornalista del quotidiano RT Russia Today.
      Cosa dire?
      Cosa vuoi che dica, basta leggere l’intervista e darti ragione: è un abitante del pinaneta acquatico Ence-falogramma-piatto.😆

      Mi piace

      • ross ha detto:

        Paul Hellyer è stato Ministro della Difesa del Canada negli anni ’60, guidando le forze armate del suo paese durante il periodo della Guerra Fredda. Ora è in pensione e nel corso di un’intervista rilasciata a Sophie Shevardnadze, giornalista per RT TV, l’ex ministro ha dichiarato pubblicamente che non siamo soli e che alcuni esseri provenienti dallo spazio esterno vivono realmente qui sulla Terra, influenzando lo sviluppo tecnologico del nostro mondo. E’ pura fantasia, oppure qualcuno sta guidando il nostro sviluppo? Qual è il loro fine?
        ————————————————————————————–
        Vuoi dire che anch’io ho l’encefalogramma piatto?

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          La domanda corretta da farsi è domandarsi qual’è il fine di questo fanfarone di signore. Fare interviste a pagamento? Avere una notorietà non sufficentemente avuta in passato?
          Almeno avesse il pudore di dirci con quale razza aliena ha parlato, come ha comunicato con loro o preso le informazioni, e soprattutto ci dicesse qualcosa in più come sono fatti realmente visto che sono mascherati, da dove arrivano e che si facessero vedere, Mica li mangiamo😆
          Se non sa dare queste risposte allora farebbe meglio a stare zitto, il mondo è già pieno di ciarlatani nei governi di tutto il mondo (forse mal consigliati proprio da loro😆 )
          Aiuti per il nostro sviluppo? No, grazie siamo sufficientemente intelligenti da fare da soli, con il tempo facciamo tutto, sappiamo e vogliamo ragionare da soli come abbiamo sempre fatto. Eppoi se loro hanno fatto tutto da soli, allora desideriamo fare altrettanto anche noi senza alieni tra le pa…..😆
          Ciao.

          Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao Ross, ti riporto una notizia fresca fresca da Marte da far leccare i baffi agli ufologi e creduloni vari.
      Guarda questa foto:
      http://wp.me/a16AGB-2Te

      E’ stata scattata dal rover Curiosity su Marte.
      Quella luce che vedi sullo sfondo è sicuramente una luce, che testimonia in maniera inequivocabile per i marziani-sostenitori la presenza su Marte di una civiltà sconosciuta.
      Questa notizia sicuramente a Paul Hellyer non è ancora arrivata, ma avrà tempo per fare altre conferenze su questo, magari ci dirà di che colore sono i marziani.
      E’ solo un effetto dovuto ai raggi cosmici che hanno colpito la telecamera del rover mentre stava scattando. La prova è lo scatto contemporaneo di una seconda telecamera per ottenere un effetto “stereofonico” che non ha rilevato nessuna luce.

      A dimostrazione di quanto le apparenze danno sfogo a immaginazioni della gente che vuole vedere quello che vuole credere di vedere.

      Mi piace

      • ross ha detto:

        Il saggio disse:
        Una persona che vuole avere sempre ragione,è una persona che non è in grado di vedere il punto di vista degli altri. Sono quindi persone con le quali è quasi impossiblie dialogare…perchè sanno vedere solo un punto di vista,il loro. Non è facile andarci daccordo ,specialmente se uno da un litigio si aspetta un sano confronto.Gli si può far capire che non esistono solo loro,ma esistono anche gli altri,e che come tutti possono sbagliare,anche a loro può benissimo capitare…

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Brava Ross hai perfettamente ragione.
          Come può un ignorante avere ragione?
          Come può un ignorante vedere il punto di vista altrui quando lui non ne ha alcuno?
          Sono anche d’accordo quando dici che con loro non si può ragionare, infatti non si può ragionare con chi ha gli occhi bendati e la mente drogata da false verità, quando non hanno alcun supporto alle loro idee, quando non sanno dare spiegazioni logiche, ragionevoli, intelligenti e soprattuto prove certe e convincenti delle loro certezze. Solo certezze …. supposte.😆
          Sono un po’ come i tdg, solo loro hanno la verità, (cosmologiche e religiose) ma non la sanno spiegare, perchè non hanno prove a sostegno, solo chiacchiere e confusione. Nè vogliono ascoltare. La cosa migliore è darli ragione. Vanno via contenti ….. nelle loro ignoranza. Anche loro (ignoranti e tdg) possono (sicuramente) sbagliare nella loro ignoranza, ma vivono felici e contenti.
          E così sia.
          Dolce notte, cara.

          Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce, e Ross. Vedo che qui si discute alla grande, e ci metto anche io qual cosa. Cominciamo con una curiosita’, la Sophie Shevardnadze e’ nientemeno la nipote di Eduard Shevardnadze, il famoso uomo politico russo che fu ministro durante la presidenza di Gorbaciov. Ho letto l’intervista, qualche settimana fa. “Ma non sara’ parente di…” detto fatto, leggendo in wikipedia”, “..her grandfader Eduard”-“suo nonno…”. Lei si chiama “Sophiousk”..qualcosa del genere, ed ora lavora in Canada come giornalista televisiva.

    “Ence-falogramma-piatto”, troppo forte🙂

    John Glenn, nel 1961, nello spazio disse di vedere come delle “lucciole”, e non fu il solo; i cosmonauti chiamano questo “effetto lucciole spaziali”. Ma c’e una spiegazione, è’ solo un effetto dovuto a delle radizioni-gamma?- che irritano la retina.
    Ottanta specie? E tutte d’accordo per non rivelarsi all’umanita’. Se la stima piu’ prudente di sole quattro specie fosse vera, sarebbe piu’ credibile anche la “coalizione fra alieni” a non farsi vedere in massa da noi; ottanta specie, proprio..risulta difficile metterle d’accordo. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Se le cose stanno come dice questo signore, lassù nei nostri cieli c’è un gran affollamento di navicelle e uno zoo intergalattico di razze, a più teste, più braccia, a forma di pesce, insetti, scarafaggi. No! i scarafacci no, mi fanno schifo. Per precauzione ho in casa insetticidi e il mio cane, non si sa mai.

      Mi piace

  6. MARGHIAN ha detto:

    Infatti, sarebbe proprio uno “zoo cosmico”, anche se..nella teoria cosiddetta dello “zoo cosmico” ^noi saremmo…gli animali. Questa teoria ufologica e’ formulata in questo modo: loro ci hanno creati e vengono “a vedere come vanno le cose”, intervengono discretamente, senza scossoni- per noi-, prendendo qualche “campione” di specie umana ed altro, lo analizzano, eccetera. Questo “spiegherebbe” come non si mostrerebbero platealmente tipo “ehi, abitanti della Terra…” ma agirebbero come facciamo noi con una “specie protetta” : osservare un branco, a debita distanza, prendere un esemplare, studiarlo e rimetterlo in liberta’..”. Pur se loro non ci hanno creato, dice la teoria, noi saremmo creature estremamente inferiori, e ci studierebbero come fanno, per esempio, gli entomologi con gli insetti. Teorie a parte, io quando ci credevo di piu’, negli anni ’70-’80, ero comunque molto prudente rispetto a dei miei amici che bevevano tutto, ma proprio tutto. Dicevo che, al limite, solo una specie aveva a che vedere con noi. Forse di aspetto umano. “La forma umana magari e’ uno standard evoluzionistico che funziona, e se esistono, gli alieni che ci visitano sono proprio simili a noi, non con il naso a tromba e le antennine, piedi palmati…^ma occorre vedere molte cose prima di affermare che..” . Ero un credente..abbastanza dubbioso, come vedi, e ci ragionavo su’. Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • ross ha detto:

      La Bibbia, nel Libro dei Proverbi (29, 18) ammonisce: “Senza una visione il popolo perisce”. Tutti noi abbiamo bisogno di immaginare, di avere visioni, di perseguire utopie per il nostro benessere psicofisico.

      Mi piace

  7. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Ricordavo benissimo, invece, altroche.. 🙂 .Ho fatto comunque il post, soprattutto perche’ mi serve da “introduzione” per scrivere più ampiamente sui mondi ghiacciati e sul “criovulcanismo”- nella seconda parte-. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...