Missione compiuta: Luca Parmitano rientra dallo spazio

E’ la notizia del giorno.

Atterraggio Soyuz

La Soyuz TMA-09M è atterrata come previsto nella steppa del Kazakistan a sud est di Dzhezkazgan alle 21:49 Domenica (08:49 Lunedi, kazako tempo).
A bordo, con il comandante russo Fyodor Yurchikhin e la collega americana Karen Nyberg,  l’astronauta Luca Parmitano dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa).

Gli astronauti sono atterrati dopo 166 giorni nello spazio, portando a termine una missione di 70.300 mila miglia che abbraccia più di 2.600 orbite della Terra dal loro lancio verso la Stazione Spaziale Internazionale a maggio.

Il viaggio è durato poco più di tre ore e la frizione con l’atmosfera ha portato la navetta a raggiungere temperature di 1.600 gradi. A circa 10 chilometri di quota il paracadute si è aperto automaticamente, rallentando la corsa da 864 a 324 chilometri orari.
Poi l’atterraggio nella steppa.

Mi piace ricordare che quella di Luca è una missione record perché è stato il primo italiano ad affrontare, in luglio, due passeggiate spaziali.
La seconda, con brivido, è stata interrotta per un guasto alla tuta.

L’astronauta ha inoltre eseguito più di 30 esperimenti, ha inviato a Terra immagini indimenticabili del nostro pianeta e ha aiutato tre veicoli ad agganciarsi alla stazione orbitale.

Sesto italiano ad andare nello spazio e quinto a salire sulla Stazione Spaziale, Parmitano è ora diretto a Houston per affrontare un periodo di riabilitazione per riadattarsi alla gravità e numerosi test medici tesi a studiare le reazioni dell’organismo umano all’assenza di gravità.

Grazie Luca.


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Ultime dallo spazio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Missione compiuta: Luca Parmitano rientra dallo spazio

  1. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Grande Luca, e meno male che il guasto alla tuta non gli e’ stato fatale. Ma grandi anche Maurizio Cheli, Franco Malerba, Roberto Guidoni, Paolo Nespoli e Samantha Cristoforetti, e la lista aumentera’ di numero, meglio cosi’.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...