Grandi idee di Stephen Hawking, rese semplici da una animazione

Solo pochi giorni fa su Youtube è stato rilasciato un video che con una semplice animazione, in soli due minuti, spiega perché i buchi neri sono destinati a ridursi nel nulla per poi esplodere con l’energia di milioni di bombe nucleari per dare origine al Big Bang e all’universo.

Il video è in inglese. Peccato.
Ma le immagini parlano da sole.


Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astrofisica, I misteri dell'universo, Universo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Grandi idee di Stephen Hawking, rese semplici da una animazione

  1. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. Interessante “Particles that fall into a black hole have a negative mass” (quelle di massa positiva, fra le coppie di particelle-antiparticelle che si creerebbero nei pressi dell'”orizzonte degli eventi”, sarebbero la famosa e per adesso teorica “radiazione di hawking”. “Negative mass”, cosi’ il buco nero evapora, ed intanto la fortissima gravita’ comprime tutto “into a singularity”, che contiene una tale massa-energia talmente compressa da far… esplodere nuovamente il tutto, da generare una espansione dello spazio e nello spazio-prima compresso in un punto-, di quella che era stato il nucleo di una stella di grande massa. Ma soprattutto alla fine, forse accadra’ che….miliardi di buchi neri si attireranno gli uni gli altri, generando un mega buco nero che collassera’, ed una nuova fluttuazione inflattiva creera’ di nuovo l’universo (forse attraversando tutte le precedenti fasi”, “era della radiazione”, “era dei quarks”, “era dell’idrogeno”, “nascita delle galassie”…

    E’ l’universo ciclico. Se le cose stessero cosi’, noi siamo gia’ dentro un universo che prima collasso’, e poi…. chissa’. Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

  2. MARGHIAN ha detto:

    Bruce. Ho letto che copie particelle ed antiparticelle, nel “vuoto” si genererebbero in continuazione non soltanto nei pressi di un buco nero ma..ovunque. I fisici le chiamano “particelle virtuali” o “non osservabili” perche’, seppure esistnono, scompaiono annullandosi reciprocamente in una infinitesmia frazione di secondo. Nei pressi di un buco nero, se mai, una particella di massa negativa verrebbe attirata dentro velocissimamente, impedendone l’annichilimento della coppia particella virtuale-antiparticella virtuale. La “compagna” di massa positiva, non essendo stata annullata, “resterebbe in vita”…e queste particelle sopravissute all’annichilazione sarebbero “la radiazione di hawking”. Non so, pero’ i fisici teorizzano uno spazio vuoto “vivo”, con coppie di particelle “non osservabili” che si creerebbero e si annullerebbero reciprocamente in tempi praticamente infinitesimi. Questo brulicare di particelle “virtuali” e’ il cosiddetto “nulla energetico”, come lo definisce lo stesso Hawking. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao marghian, troppo complicato per noi.
      Fa comodo pensare che la materia anche se evapori e si tramuti in radiazioni, non sparisca, da qualche parte deve pur andare. Buchi bianci? altri mondi?. Nelle mani di Dio?
      Bleff direbbe, “tutto bello, l’importante è la mia ciotola piena.”😆

      Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Questo e’ anche vero (la ciotola piena). L’importante e’ il risultato, poco importa se un osso-per Blef- od un piatto di spaghetti al ragu’ od una bella spigola arrostita per noi e’ fatto di quarks, leptoni e adroni, fra i quali ci sono i protoni-con i quarks dentro, i neutroni-con dentro altri quark- e gli elettroni e quant’altro. L’importante e’ ..mangiare.

    Pero’, fra un pasto e l’altro, gli interrogativi vengono alla mente. Proprio perche’ e’ troppo complicato per noi, ci diamo dentro ancora di piu’. La materia, ad esempio, viene compressa e rimane materia come noi la conosciamo-dentro un buco nero- o diventa qualcos’altro? Non e’ che, per caso, le particelle “barioniche” decadono, per eccessiva pressione, nei costituenti piu’ elementari e questi…diventano alla fine solo radiazione? E’ possibile che un buco “nero” dentro sia tutt’altro che nero? Con la luce che non puo’ uscire ma che dentro c’e, in tutte le sue frequenze? Oppure…lo spaziotempo e’ talmente contratto che la luce “verde” non puo’ esistere perche’ troppo rallentata e la radiazione e’, per via di questo rallentamento, tutta al di sotto del “visibile”? Non cambierebbe niente per noi-tanto nessuno percepisce quelle radiazioni-. E magari la materia, “ridotta a radiazione” non e’ piu’ materia e forse esce da un “buco bianco” sotto forma di raggi gamma? O forse e’ tutto sbagliato, perche’ il buco nero ha massa, la radiazione no. Allora se un buco nero ha massa, c’e ancora materia al suo interno?
    E altre domande mi vengono in testa, ma..per ora basta cosi’. Ciao, ed un salutone a Blef.

    Marghian

    Mi piace

  4. Gianvito Scaringi ha detto:

    Non dire “peccato” se il video è in inglese. Peccato devi dirlo a chi l’inglese si rifiuta di impararlo😉

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...