Vita da formiche

Per questo fine settimana una lettura leggera … con riflessione.
Ve lo ricordate? Mi rivolgo a quelli di mezza età e oltre.
A scuola ci insegnavano ad elogiare le formiche. Queste piccole e meravigliose creature laboriose e virtuose. Tutte casa e lavoro.
cicala-e-formicaUn lavoro instancabile fatto di ricerca continua di cibo da conservare per l’inverno.
Per contro a scuola ci parlavano di un altro animaletto, ma dissennato: le cicale, che al contrario delle formichine non avevano niente di meglio da fare d’estate che oziare e cantare per tutto il giorno.

La morale? Fate come le formiche che conducono una vita fatta di lavoro e organizzazione pensando al futuro e non solo al presente. Non come le sfaticate cicale.

Io tifavo per le cicale (ma non si poteva dire).
Per me c’era qualcosa di magico nel sentire le cicale “cicalare” facendoci vivere quell’aria tipica degli afosi pomeriggi d’estate. Eppoi non mi sembrava che le cicale morissero di fame d’inverno.

Oggi a distanza di tanti anni sono ancora un ammiratore delle cicale. A maggior ragione, anche se sono fatto di razionalità e organizzazione.
Come mai direte voi?

Le formiche sono lavoratrici instancabili (lavorano praticamente sempre, senza ferie e diritti sindacali. Credo che non si ammalino neanche).
I formicai, infatti, brulicano di attività. C’è chi procura il cibo, chi costruisce e pulisce il nido, e chi si occupa dell’allevamento della covata. Tutto si basa su una complessa ed efficiente organizzazione sociale, che fa leva sulla cooperazione e una sofisticata divisione del lavoro. Nessuno, infatti, dirige le attività, neppure la regina. Lo fanno come automi. Zitti e basta come se seguissero ordini stampati nel loro dna.

Una ricerca ha scoperto molto altro.
Le formiche si auto-organizzano, adattando il loro comportamento agli stimoli ambientali e all’interazione con le altre compagne del nido.
In pratica ogni formica non fa lo stesso lavoro per tutta la vita, ma il suo compito cambia man mano che invecchia e la colonia diventa più grande. Anche se i differenti compiti sono interdipendenti, le colonie sono organizzate in tre differenti gruppi. Le formiche operaie più giovani fanno le infermiere, le più vecchie vanno a caccia di cibo e quelle di mezza età si occupano della gestione del nido.

Con il passare del tempo cambia anche la zona in cui le formiche operaie vivono. Hanno infatti una determinata collocazione spaziale a seconda del lavoro da eseguire. Quelle dedite alla cura di uova, larve e pupe vivono nella parte inferiore del formicaio, a stretto contatto con la regina. Crescendo, poi, si spostano ai piani superiori per occuparsi del nido, dalla sistemazione del raccolto alla pulizia. Quelle più vecchie, invece, vivono nelle aree più vicine alla superficie, pronte a uscire per cercare il cibo per tutta la colonia.
Il tutto dettato da un meccanismo che non conosciamo.

Ora pensateci un po’. Questo sistema di vita è applicabile agli umani?
Da più parti leggo che sia auspicabile che tutti gli uomini del pianeta collaborino tra loro come le formichine laboriose con spirito umanitario di  aiuto reciproco. Di solidarietà e amore per gli altri.
Insomma un immenso stato sociale mondiale uniformato a canoni di valori umanitari magari con ruoli sociali distribuiti per età come le formiche. E come formiche non pensare ad altro che a lavorare e … agli altri.
Tutto bello e lodevole per alcuni.
Ma poi penso: dettato da chi? Programmati o costretti? Liberi delle proprie azioni, della propria vita?
Mi vedo male in questo mondo di ordine sociale imposto per ruoli definiti e variabili a seconda l’età. Una (sana) dittatura organizzata a fin di bene senza spazio e respiro.

Ecco perché preferisco le cicale.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Vita da formiche

  1. Rebecca ha detto:

    Le formice adoro ad osservare, proprio in questo periodo sono anche molto presente nella mia cucina 😐 ma nonostante non gli uccido non posso, mi dipiacerebbe… ma ogni tanto lo prendo la paletta con il scopino racolgo alcuni meno veloci.. e poi lo porto nel giardino.. ma un lavoro inutile perchè dopo quache giorno tornano ancora a casa.. e cosi lo osservo il loro comportamento..
    ora leggendo il tuo post mi sembra che le formiche hanno una grande struttura sociale lavorativo.. e posso dire menomale che sono nata donna.. anche se a volte la mia vita somiglia un pò ad una giovane formica.. (mi sento un pò infamiera del mio Gianni 😆 ) .. e non parlaimo del lavoro in continuazione che ho da risolvere. :mrgreen:
    le cicale sinceramente mi stressano parrecchio il loro cicalare a volte e essaggerato… ma somigliano un pò alle donne sempre la bocca aperto per niente … ecco ora ho tutto il mondo femminile contro di me hahahahahah 😀
    ovviamete che tu sei un maschio per forza ti piacano le cicale 😆

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      … ma somigliano un pò alle donne sempre la bocca aperto per niente … ecco ora ho tutto il mondo femminile contro di me hahahahahah 😀

      😆 😆 😆
      Carissima noto con immenso piacere che hai il senso dell’umorismo. Brava, anzi bravissima. Ammiro profondamente le persone spontanee e sincere anche se profondamente lontane dal mio pensiero, al contrario di tutte quelle belle persone che si “nascondono” dietro frasi ad effetto ma che sanno molto di “poco sincero”.

      Le formiche?
      Da piccolo abitavo in una casa con giardino. Ogni giorno, specie d’estate, per mia madre era una guerra contro le formiche. Ce le trovavamo ovunque in cucina (non esisteva il frigorifero) e nelle scanzie dei viveri. Più le uccidevi, più ritornavano. Ricordo che metteva quella polverina bianca insetticida lungo tutto il loro percorso. Ma loro ne trovavano un altro. Insomma animaletti organizzati, ma fastidiosi.
      Al contrario nessuna cicala ci è mai entrata in casa. Loro se ne stavano da sole senza dare “fastidio” e prendevano quello che gli bastava per vivere.
      Ciao

      Mi piace

      • Rebecca ha detto:

        Ma quarda anche io da piccola viveva un pò fuori citta.. con giardino e montagna vicino.. e anche da noi cerano le formiche inqulini fissi che non hanno mai pagato l’affitto 😀 .. mia madre uccedeva tutti era una guerra fra lei e le formiche.. come hai detto tu sono molto bene organizzati e mica schemi 😆 ..
        Devo essere onesta non ho mai vista una cicala da vivo .. lo sento soltanto in estate quando rompano l’anima 😀 ..
        Scusa se quando commento non azzecco proprio l’argomento.. ma tu con i tuoi post mi attivi il cervello e così scrivo quello sento in questo istante..
        Non sono mai stata una persona che scrive per farsi piacere (sia nei commenti o in quello che scrivo come blogghista) non ho il tempo per fingere di essere qualcuno che non sono e non voglio nemmeno essere.. sono me stessa e questo e così da sempre finche ci sarò :mrgreen:
        Mi fa piacere che i miei pensieri nonostante sono sempre ben accetato da te… qui nel tuo mondo mi sento un pò come a casa mia, sembra che ascolto attraverso i tuoi post il mio nonno che mi spiegava tante cose e io ho capito pocchissimo soltanto con il tempo sono arrivato a comprendere i sui discorsi e insegnamenti..
        Non so quanti anni ci vuole per comprende tutto quello che scrivi sulla scienza astrofisica ecc ma qualcosa rimane nella mia mente e mi sembra e già qualcosa di buono…
        abbi una buona domenica auguri alla tua moglie anche lei e una madre 😉
        e una carezza al simpatico Bleff.. tvb Pif

        Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    le formiche adorano ascoltare il canto delle cicale il lavoro diventa meno faticoso. Mi sono simpatiche entrambe, ma le formiche di più proprio per la loro organizzazione. Le immagino in inverno al caldo, con le loro gambine a riposo, circondate da cibo e da ogni ben di Dio che con la loro fatica estiva sono riuscite a conquistare.La sopravvivenza è un dono che và conservato ad ogni costo da sole morirebbero, alleandosi possono godere della vita portando avanti la loro specie Tifo per le formiche ciao

    Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Della mia infanzia ricordo un indovinello che girava allora: “Quale e’ l’animale piu’ forte del mondo?” Risposta: “la formica”-in proporzione-, anche se la pulce non e’ da meno (avesse la stazza di un uomo farebbe salti di trecento metri). Ma la pulce non e’ socialmente organizzata come la formica. E le api? Anche queste da prendere ad esempio. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Esperimento sulla pulce.
      Un ricercatore toglie una zampa ad una pulce e dice: salta
      La pulce salta
      Toglie una seconda zampa e dice alla pulce: salta.
      La pulce salta
      Toglie una terza zampa e dice alla pulce: salta.
      La pulce salta
      Il ricercatore toglie l’ultima zampa e dice alla pulce: salta.
      La pulce non salta.
      Dimostrazione dell’esperimento; la pulce senza zampe è …. sorda.

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        la sapevo, ma le barzellette simpatiche sono come la buona musica, piacciono sempre. Troppo forte 🙂
        Ma sai..quella dell’esperimento del gatto (a proposito, ne terro’ uno) con una lampadina?

        Lasciando cadere dalla stessa altezza un gatto ed una lampadina, per la legge scoperta da Galileo gatto e lampadina cadono pressappoco nello stesso istante. Questo dimostra scientificamente che il gatto cade..alla velocita’ della luce (e se gli alieni sono di razza felina…). Solo che..difficilmente la lampadina cade..con le zampe per terra (mi suggerisce Nives 🙂 ).

        Mi piace

  4. bruce ha detto:

    Ciao marghian, ciao gabri, ciao Pif, buona giornata a tutti.

    Ancora una piccola osservazone sulle formiche.
    Siamo abituati a vedere le formiche come piccole e indifese creature che a differenza della cicala passano la propria vita ad accumulare il cibo per l’inverno.

    In realtà le formiche sono carnivore e predatrici.
    Sono una perfetta macchina da guerra. Spietate ed assassine, distruggono tutto ciò su cui mettono le loro chele. Non ci credete? Youtube è pieno di video.

    Assalgono le loro prede in massa e le divorano. Contando sul loro numero uccidono anche animali di grossa taglia e possono essere pericolose anche per l’uomo. Assalgono colonie di altre formiche uccidendole e divorandole per impossessarsi delle loro provviste e dei loro formicai. Un esercito da guerra perfettamente organizzato.

    Insomma questi “deliziosi” animaletti sono molto peggio degli umani.
    Qualcuno ha ancora qualcosa contro le cicale?
    Ciao

    Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. No, contro le cicale io no, non conosco bene le loro abitudini (pigrizia a parte…).

    A TG R Leonardo, venerdi’ hanno detto: “il predatore piu’ feroce del mondo e’…la libellula, da fare invidia ai militari, tanto che (lo hanno detto davvero) guarda caso, i piu’ interessati sembrano proprio i militari…per i droni del futuro.

    Le formiche “peggio degli umani”, mi trovi d’accordo, e non solo sulle formiche. Come sai, il mondo animale non e’ poi cosi’ idilliaco. Noi abbiamo un modo di dire (su gente che si azzuffa, bisticcia, si picchia), analogo al detto in italiano “sono come cene e gatto”, ma il detto sardo e’ piu’ “duro”: “(cussus) sin di pàppanta che’ su pìsci in màri”, (“quelli”) si mangiano-a vicenda- come i pesci in mare”. Al di la’ del significato metaforico, applicandolo al mondo animale…rende l’idea.
    Ma un animalista ci direbbe “loro non ne hanno colpa”. Io spesso ho risposto cosi’: “appunto…proprio perche’ all’uomo puoi darci una colpa..l’uomo e’ superiore come animale, possiede la capacita’ di scegliere…e vi pare poco?”.

    Gli animalisti-ambientalisti, quelli piu’ estremisti, demonizzano tanto la specie umana che “ci passano” anche gli esseri umani buoni, e ce ne sono…e lo hanno scelto con il raziocinio tipico dell’essere umano. Ciao Bruce-Rebecca e Gabry. Oh, scusa Blef 🙂

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Caro marghian, te che lavori, ma suoni anche, come ti senti? Più formica o più cicala?
      Bella domanda vero?
      Ciao

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Una domanda che mi mette in imbarazzo, ma mi considero formica, anche se ho delle crisi di “cicalismo” come quando penso che ho 60 anni e… ma poi mi passa, e lavoro di lena; considera pero’ come lavoro anche l’impegno della casa, *per risparmiare me la pulisco io, ecompere, e cucinare eccetera, il tutto nei ritagli di tempo, mi trovo a volte a lavare un pavimento anche alle 7 di sera-e adesso ho la lavatrice che gira-, fra poco stendero’ i panni. Se e’ vero-ed e’ vero- che io non faccio un orario di lavoro molto lungo, se ci aggiungi la roba che faccio in casa, il viaggio…formica, decisamente. Per quanto riguarda il suonare….grillo canterino, vah…. non bebbe.. 😆

        Ciao.

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          L’importante è che non fai a pezzettini nessuno 😆
          Una cosa è certa, una volta in pensione diventerai cicala 😆

          Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            No, non sono cosi’ iperattivo, un pizzico di cilalismo (che piu’ o meno abbiamo tutti) mi “frena”.

            Diventero’ cicala? Ricordi la canzone di Heather Parisi..”e invece non ci-cale mica?”.

            Magari lo diventero’, non lo escludo, ma credo che saro’..una formica anziana, con quel che ne consegue. Ma poi…ci mancano anni ancora, vedremo…

            Ciao.

            Mi piace

          • bruce ha detto:

            Caro amico è il destino di tutti quando si va in pensione. Tutti cicale.
            Non si lavora più, quindi non si “formica”.
            Si ha molto tempo a disponibie per dedicarsi ad altre attività più … rilassanti come la lettura agli hobby. Insomma si ozierà.
            Qualcuno 😆 si dedicherà alla musica esattamente come le … cicale 😆
            ciao e buon … lavoro.

            Mi piace

  6. raggioluminoso ha detto:

    Basta stare assenti per poco che si rimane indietro di tanto … sempre interessantissimi i tuoi post – io tutte queste cose sulle formiche non le sapevo, come non sapevo moltissime altre cose che hai postato in questo blog!
    Ti auguro una splendida settimana!

    Mi piace

  7. zebachetti ha detto:

    Anche a me le formiche stanno sulle balle : Ma le cicale pure non scherzano, cosa avranno da cantare? Ciao Bruce buona giornata

    Mi piace

  8. MARGHIAN ha detto:

    grazie dell’augurio Bruce. Saro’ “formica per il lavoro” e “cicala” per gli hobbies, per ora. per il resto, come cantava Jose’ Feliciano: “…deà domane se vedra’, i sera’..sera’ quel che sera’…” .

    Mi piace

  9. Martine ha detto:

    buona serata e buon fine settimana,
    Martine

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...