Fulgida come una stella è la sua bellezza: Proxima Centauri

Fare informazione scientifica è cosa assai ardua. Per lo scarso interesse che suscita, forse per mancanza di tempo, forse per l’impegno che bisogna spendere per capire concetti alle volte non alla portata di tutti.

copertinaMa vorrei rendere merito ad un amico: Ernesto Giuseppe Ammerata che nel suo libro “Dalla Terra all’Universo” ha saputo raccontare in maniera semplice gli affascinanti misteri che si nascondono nello spazio, attraverso un immaginario viaggio su una astronave: dal big bang, ai buchi neri, ai multiuniversi.

Dietro il suo consenso ho il piacere di pubblicare una pagina dedicata a Proxima Centauri.


Dopo un viaggio di 4.2 anni luce, eccoci arrivati nei pressi di Proxima Centauri, la stella più vicina alla Terra.

In realtà questa stella ha una compagna, forse anche più famosa, chiamata Alpha Centauri; ci troviamo di fronte a quello che gli astronomi definiscono un sistema binario.

Dobbiamo fare una precisazione: la maggior parte delle stelle nell’universo si presentano in famiglie di stelle più o meno grandi.

Infatti abbiamo un sistema binario quando siamo in presenza di due stelle che ruotano attorno ad un comune punto, detto centro di massa. Poi abbiamo i sistemi multipli composti da 3, 4 10 stelle che ruotano, per così dire, ciascuna intorno all’altra. Le stelle si raggruppano in quelli che son detti ammassi aperti o globulari: i primi contengono decine o migliaia di stelle, i secondi centinaia di migliaia di stelle.

Le stelle si possono anche trovare raggruppate in vere e proprie isole di stelle, le galassie, che contengono miliardi di stelle; a loro volta le galassie sono raggruppate tra di loro a formare miliardi di galassie. Questi sono detti super ammassi.
Come possiamo vedere, le stelle non sono distribuite uniformemente nello spazio, ma ci sono zone ricche di esse e zone per così dire, vuote.

Cerchiamo adesso di spiegare che tipo di stella è Proxima Centauri.
Proxima Centauri la stella più vicina a noi, spesso abbreviata in Proxima, è una stella nana, rossa, di classe spettrale M5 V, posta a circa 4,2 anni luce in direzione della costellazione del Centauro. Grazie alla sua vicinanza, il suo diametro angolare può essere misurato direttamente ed è un settimo di quello solare. La massa equivale a circa un ottavo di quella solare, mentre la densità è 40 volte superiore a quella del Sole. Sebbene Proxima possieda una luminosità molto bassa, è soggetta a improvvisi e casuali brillamenti, causati dalla sua attività magnetica.
Il campo magnetico di questa stella è alimentato dai moti convettivi che avvengono nel suo interno e il brillamento che ne risulta, periodicamente genera un’emissione di raggi X simile a quella prodotta dal Sole. La composizione di Proxima, il suo basso tasso di produzione di energia e le sue dinamiche, indicano che resterà nella sequenza principale per almeno altri 4.000 miliardi di anni, ossia per circa 300 volte l’età attuale dell’Universo.

A causa della sua piccola massa, la struttura interna di Proxima è costituita interamente da una zona convettiva, che provoca un movimento di energia, dall’interno all’esterno, soltanto tramite un movimento fisico del plasma, anziché attraverso una zona radioattiva. Ciò implica che l’elio prodotto dalla fusione nucleare dell’idrogeno non si accumula nel nucleo, ma è messo in circolo in tutta la stella. La convezione è associata alla generazione e alla persistenza di un campo magnetico stellare; l’energia magnetica che proviene da questo campo è rilasciata sulla superficie tramite i brillamenti, che aumentano brevemente la luminosità complessiva della stella. I brillamenti possono far sì che una porzione della superficie della stella possa raggiungere tempera- ture fino a 27 milioni di K, sufficienti per emettere raggi X.

La cromosfera di questa stella è attiva e il suo spettro mostra una forte linea di emissione, tipica del magnesio mono ionizzato. Il livello totale di attività di questa stella è considerato relativamente basso, rispetto ad altre stelle nane di classe M, che è comunque elevato, se rapportato all’età stimata della stella, infatti, ci si aspetta che il livello di attività di una nana rossa, cali costantemente nel corso dei miliardi di anni, come il tasso di rotazione stellare diminuisce. Il livello di attività sembra pure variare in un periodo di circa 442 giorni, dunque in un intervallo più breve del ciclo solare, che dura 11 anni.

Proxima Centauri possiede anche un vento stellare relativamente debole, consistente in non più del 20% del tasso di perdita di materia, tipico del vento del nostro Sole. Poiché la stella è molto più piccola del nostro astro, il tasso di perdita per unità di superficie di Proxima Centauri è in proporzione fino a otto volte più elevato di quello della superfice solare.

Se un pianeta massiccio orbitasse attorno a Proxima Centauri, la sua presenza disturberebbe il moto della stella ad ogni orbita; se poi il piano orbitale del pianeta non fosse perpendicolare alla linea di vista dalla Terra, questi disturbi causerebbero dei periodici cambiamenti nella velocità radiale della stella. Il fatto che le numerose misurazioni della sua velocità radiale non abbiano indicato alcuno spostamento, ha abbassato il limite massimo della massa che un eventuale corpo celeste, orbitante attorno alla stella, può possedere.

Sfortunatamente, il livello di attività della stella aggiunge disturbi alle misurazioni della velocità radiale, limitando così le possibilità di trovare dei corpi compagni tramite questo metodo.

Viaggiando tra le stelle della Via Lattea, ci ritroviamo di fronte a uno spettacolo di colori, un insieme di polveri e gas: ma cos’ è?
Beh, questo lo potete scoprire nel suo libro.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, I misteri dell'universo, Universo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

19 risposte a Fulgida come una stella è la sua bellezza: Proxima Centauri

  1. Rebecca ha detto:

    Questo e sicuramente un libro interessante, sopratutto per chi ama la costellazione delle stelle, e vuol sapere cosa sia gli fuori nel vasto spazio del universo.. credo questo libro mi compro, e sicuramente una ottima lettura nel periodo invernale sia per la casa o guando siamo via con il camper.. tu con questo post mi hai incuriosata.. caro Silvano ho pocco tempo stiamo ristaurando la casa.. e sono un pò assiente in questa settimana.. ma vedi per cose che mi piaciano come i tuoi post mi rubo un pò di tempo… ora ti saluto stammi bene.. per domani ho preparato un post per Gabry sai quella che ti disegnato con Bleff… tvb Pif 😉

    Mi piace

  2. WOWOWOW

    Gentilissimo Silvano, ti ringrazio infinitamente per avermi dato un piccolo spazio nel tuo bel blog. Bel articolo, grazie davvero infinite. Sai non so se questo libro andr discretamente, anche perch non mi fido molto dell’editore.. Comunque, io sto facendo del mio meglio per farlo conoscere anche grazie all’aiuto di amici come te. un affettuoso saluto dalla Calabria

    Dott. Ernesto Giuseppe Ammerata

    email: ernestogiuseppe@alice.it

    Blog: http://www.ernestogiuseppeammerata.wordpress.com

    Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    Bella e dettagliata esposizione, precisa nei particolari “tecnici” ma affascinante.
    Il sistema di stelle “Alpha” e “Proxima” Centauri mi ha sempre affascinato.
    Sapevo che “Proxima” e’ una nana rossa (anche se, ti confesso, avevo il dubbio su “rossa o bruna”, ma “stella nana” di sicuro). Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Una curiosita’ “ufologica”, illustratami tempo fa da un amico credulone (poi io lessi qualcosa per “confermare” quanto mi disse l’amico: “Nànta ca èsti la proxìma, invèccia e’ Metaria”(“dicono che e’ la proxima, invece e ^metaria”).
    “Metària” sarebbe..il pianeta dove abitano e da dove vengono gli extraterrestri di Alpha Centauri, i “Metariani”, secondo il “guru” Eugenio Siragusa, un sedicente contattista famoso negli anni ’70, un siciliano, ora defunto. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • ross ha detto:

      Sono circa le dieci di sera del 30 aprile 1962, il catanese Eugenio Siragusa si trova su uno stretto sentiero del Monte Sona Manfrè, un cratere spento alle falde dell’Etna, il vulcano più grande d’Europa… Mentre avanza trema e suda per l’emozione, all’improvviso vede davanti a lui due esseri. Sono vestiti con tute dalle strane fogge, simili a tute di volo, una soave luminescenza li avvolge… Provengono da altri pianeti e hanno una importante missione da compiere… Proiettano su Eugenio un fascio di luce che lo rasserena immediatamente…

      “…Erano due persone, ai margini della discesa, erano bellissimi, e mi dissero testualmente: “Figliolo, ti abbiamo aspettato…”
      Gli dettano un messaggio da inviare ai Capi di Stato e agli uomini più importanti della terra. Il messaggio contiene un appello alla immediata cessazione degli esperimenti nucleari e a realizzare una unione fraterna fra tutti i popoli della terra. Se l’uomo farà questo, gli extraterrestri dicono di essere disposti a manifestarsi pubblicamente al mondo e a concedere un aiuto scientifico e tecnologico in grado di proiettare l’umanità verso un futuro di inimmaginabile progresso spirituale e materiale. Non era la prima volta che Eugenio Siragusa dialogava con esseri provenienti dallo spazio, ma era la prima volta che li incontrava fisicamente… questa incredibile storia ha inizio circa dodici anni prima.
      per il “godimento” di Bruce
      (tratto da :http://www.giorgiobongiovanni.org/index.php/biografia-di-eugenio-siragusa/1424-eugenio-siragusa-il-contattato.html
      😀

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Ma non era più semplice fare una bella confernza stampa magari alle nazioni unite, senza cambiare abbigliamento, per essere più credibili e magari accompagnati con una specie di cane a due teste.

        Mi domando dove sono ora, visto quello che sta combinando la Corea del Nord.
        Probabilmente quella macchina che produce fasci di luce paralizzanti del male è fuori uso. Oppure hanno la tv spenta. 😆
        Bruce

        Mi piace

        • ross ha detto:

          Ma è ovvio il perchè non hanno fatto una conferenza stampa, perchè volevano avvisare senza riverlarsi completamente, lasciando ai capi di stato il Libero Arbitrio. La Corea del Nord la staranno osservando di nascosto dal loro rifugio sotto i più profondi abissi, staranno dicendo: “Ma chi è quel pirla che vuole sparare razzi nucleari? Un altro nano geneticamente modificato, per errore, dalla natura?”

          Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        E’ inutile, Ross.tanto non lo convinci…. 😆
        Ora guardo il sito….

        Mi piace

        • MARGHIAN ha detto:

          Conoscevo, magari non nei dettagli (“giorno mese anno..”) la “storia” di Siragusa. La sua figura si colloca in un panorama piu’ ampio e sulla scia del cosiddetto “movimento contattistico americano”, che ha come capostipite il polacco americano George Adamski. le “modalita’” dei presunti incontri e contatti sono le stesse, anche il tipo di extraterrestri descritti dai “contattisti” e’ sempre quello: di aspetto umano, biondi, alti e belli.
          A differenza degli alieni “descritti” dai “contattati” (in ufologia c’e differenza, tra contattista e contattato come descrivero’), che sono di tipologia spesso diversa da quella di tipo umano.

          Gli umanoidi tipo i “grigi” non danno mai “messaggi profetici” ai contattati (i contattati sono coloro che, a differenza dei contattisti, avrebbero esperienze occasionali di contatto, senza l’instaurarsi di un rapporto o “dialogo” duraturi,come avverrebbe invece fra alieni “umani” e “contattisti”. Le esperienze dei “contattati” (rapiti, persone che hanno avuto un solo “incontro” magari accasionale-il metronotte che si trova davanti ad un disco parcheggiato e due alieni gli si piazzano davanti e niente piu’) son per lo piu’ “asettiche”, “fredde” e scevre da componenti mistiche (“noi veniamo in pace, seguite le leggi del Creatore…”-tipico messaggio da contattista).

          Anche il periodo delle presunte esperienze vissute da Siragusasi inquadra perfettamente nella cronologia contattistica (George Adamski, dal 20 novembre 1952, Siragusa dal 1951-come ho letto nel sito-.

          Molto simili, addirittura identici, sono i “messaggi” e gli ammonimenti tipo il film “Ultimatum alla Terra” (a proposito, chi ha iniziato prima, il cinema o i contattisti? Chi..ha copiato chi?).

          Vedi, Ross, cio’ che “mi puzza un po’” su questi contattisti e’ proprio..il misticismo e l’esoterismo di cui sono intrise queste loro “esperienze”, simboli massonici e coso.

          Se proprio dovessi credere che alieni bazzicano qui, in mezzo a noi, crederei un po’ di piu’ ai “contattati”, che non ti parlano, come fanno i contattisti, di religione, di reincarnazione (“un uomo, se affina la sua saggezza ed il suo equilibrio, puo’ vivere fino a mille anni in un corpo..”- “il maestro, nel suo corpo attuale, aveva mille anni e ne dimostrava una quarantina, mi spiegarono loro…”-dal libro “a bordo dei dischi volanti” di Adamski”), medianita’ o cose del genere.

          “Ho visto due esseri, uno era piu’ alto e sembrava che…” e finita li'(nei presunti contatti occasionali, “non programmati” e senza nessuna “chiamata particolare” per compiere chissa’ quale “missione”.

          Mentre Siragusa ed altri “siamo noi gli angeli della Bibbia..”. Io non escludo niente, ma permango scettico su chi dice “estraterrestri” e “giovanni battista”…”gesu'”, “profezie” eccetera. Io terrei distanti i due ambiti, il misticismo e la questione aliena. Gli alieni con gli ufo, se esistessero..li vedrei come dei cosmonauti, o dei ricercatori, piuttosto che “messaggeri di Dio” e cose del genere.

          Gli angeli, tra l’altro, non avrebbero bisogno di veicoli per spostarsi, sarebbero esseri…fatti di spirito. Tutta un’altra cosa, insomma. Comoe mi stona un po’ “circolo di firenze”, sedute spiritiche per contattare gli extraterrestri. Meglio “gli omini verdi..o grigi. Ciao Ross.

          Marghian

          Mi piace

          • bruce ha detto:

            ” ….Vedi, Ross, cio’ che “mi puzza un po’” su questi contattisti e’ proprio..il misticismo e l’esoterismo di cui sono intrise queste loro “esperienze”, simboli massonici e coso…..”

            Solo puzza?
            E’ vero che siamo un paese democratico che da libertà di idee, ma abbiamo anche case di cura per questi malati, per loro e per chi li da credito 😆
            Oramai li ho cancellati.
            Bruce

            Mi piace

  5. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. “Solo puzza”, ma in rispetto di chi, in buona fede, si limita a dire “ho/abbiamo visto un ufo”- “alieno”o, piu’ semplicemente,”qualcosa” senza far discorsi settari e “mistici” e senza diventare un “guru” con tanto di seguaci, ne’ stigmatizzati che dicono che il “contattista” e’ “il suo padre spirituale” . In rispetto di un mio zio che, in campagna, all’imbrunire,vide fra gli alberi-si trovava a caccia- una specie di “cupola bianca” che poi volo’ via “in gran velocita’”, fino a scomparire in alto”. Sicuramente si tratto’ di altro ma lui, in buona fede, parlo’ solo di un “disco volante”, ed e’ anzi stato sempre restio a parlarne, non sbandiera ai 4 venti la sua “esperienza”. Almeno persone come questo mio zio hanno “visto qualcosa”, magari un fenomeno naturale o che so io, ma non si fanno “portatori di messaggi dal Cielo” come fanno certe persone o certe “fondazioni” con a capo ..un “guru” come Siragusa ed altri.

    ********************************************************************

    Almeno qualche minuto, per la scienza, lo trovo sempre… magari!!!
    Comunque, ho riletto il post. Mi fanno riflettere queste parole:
    “Se un pianeta massiccio orbitasse attorno a Proxima Centauri, la sua presenza disturberebbe il moto della stella ad ogni orbita; se poi il piano orbitale del pianeta non fosse perpendicolare alla linea di vista dalla Terra, questi disturbi causerebbero dei periodici cambiamenti nella velocità radiale della stella. Il fatto che le numerose misurazioni della sua velocità radiale non abbiano indicato ^alcuno spostamento…”. Significa anche che….nessun pianeta orbita attorno alla Proxima, giusto? Quanto dista la Proxima da Alpha Centauri 1? Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Vorrei fare una domanda banale, banale.
      Ma con tutti questi contatti e rapimenti con gli extra terrestri, angeli, santi, spiriti vari, c’è mai stato un rapimento per opera di “Dio” o di qualcuno del suo esercito di santi che ha portato qualcuno (un fedele per esempio) nel regno dei cieli per poi venircelo a spiegare come è fatto?
      No vero? Strano. Eppure Padre Pio aveva delle buone credenziali. O no!. 😆
      Ciao

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        La domanda e’ banale solo in apparenza, in realta’ non lo e, dato che non ha avuto ancora risposta. “Non e’ stato portato mai nessuno nel regio dei cieli perche’ ci raccontasse come e’ fatto?”. In realta’ molti hanno testimoniato di “esserci stati”, o di essere stati “portati altrove”. Elia ne sarebbe il “capostipite” perche’ secoli prima di Gesu’ stesso “cammino’ con il signore, fino a quando, senza morire, fu portato in cielo”, come racconta la Bibbia-^questo caso non” farebbe testo” perche’ “Elia non e’ tornato”-; ci sono stati e ci sono casi di “pre-morte” (casi magari spiegabilissimi…) dove molti avrebbero visto delle cose; persino Padre Pio diceva di “parlare con gli angeli”, “vedeva gesu’ ed atre entita’ sovrannaturali e descriveva come erano “fatti”. Persino i veggenti di Medjugorje raccontarono di essere stati “portati altrove” (scomparvero per qualche giorno) ed avrebbero visto il Paradiso e persino l’inferno, che loro hanno “descritto” ed altri casi ancora. Pero’…..siamo al punto di partenza, chi dice queste cose dice “bufale”, e molto probabilmente e’ cosi’.

        Supponi pero’ che, per assurdo, uno faccia davvero un simile viaggio. Chi gli crederebbe? Nemmeno io, ovviamente. Dunque, ufficialmente…nessuno e’ tornato a raccontarci niente. E rimane e rimarra’ una cosa di fede, forse per sempre ( uno crede per fede che “san tizio” ha visto Dio e paff, per lui e’ tutto a posto). Io sono come te, non ho “fede” in senso stretto, se cosi’ fosse ti direi “per me e’ cosi'”. Invece.scrivo fiumi di parole. Nota i “se” ed i “forse” dei miei commenti sul tema: non c’e affermazione alcuna, ma delle ipotesi, ipotesi…qualora un “qualcosa del genere esistesse”.

        Ciao Bruce 🙂

        Marghian

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          Si vabbene, tutto bello, molta scenografia, ma qualcuno ha davvero visto come è fatto? Se è un giardino, se ci sono gli animali. Se c’è la tv satellitare sky per esempio, o se stanno tutti in ginocchio a pregare dalla mattina alla sera senza alzare mai la testa, se sono di carne ed ossa, se sono vestiti, se gli uomini si radono la mattina, e soprattutto se si fa tranquillamente all’amore senza che Dio si incazzi un’altra volta.
          😆

          Mi piace

        • bruce ha detto:

          Beh se c’è tantissima gente che racconta di rapimenti degli alieni con tanta sicurezza, perchè qualcuno si dovrebbe vergognare di esssere preso in giro se dice la verità di un incontro faccia a faccia con Dio nel regno dei cieli. Per esempio Padre Pio che parlava degli angeli poteva benissimo fare qualche domandina di quelle serie per poi raccontarcele, sicuramente tutti i fedeli gli avrebbero creduto. Almeno loro.
          Caro marghian non ti è mai venuto il dubbio che qui c’è qualcosina che non va?

          “…nessuno e’ tornato a raccontarci niente. ….”
          Questo è il vero problema. Perchè?
          Perchè Dio non lo permette? Se così fosse, perchè?
          O semplicemente perchè ci fa “comodo” crederci. Mia nonna diceva: “io non ci credo, però prego, perchè non si sa mai ….” Opportunismo (per non dire altro) allo stato puro.
          In parole povere credere è la speranza di assicurarsi un “posto in prima fila” in un posto che nesuno sa se esite e dove esiste, come è fatto e cosa si fa lì dentro. Ma bisogna crederci perchè qualcuno si è inventato una parolina magica che si chiama fede: ovvero credere anche se non ci sono nè ci saranno mai le prove. la parola d’ordine è: non pensare.

          Ma che ci vuoi fare, noi umani siamo fatti così: creduloni per natura. Non crediamo ai chiaroveggenti e cartomanti e poi crediamo al Paradiso. La cose dette nella Bibbia non sono in fondo “solo” delle “chiaroveggenze” raccontate di persone ignote?
          Ok, basta così, è tardi ed è ora di uscire col cane.
          Buona notte
          Bruce

          Mi piace

      • ross ha detto:

        Il Cristo risorto che ascende al cielo, ritornando nella gloria della divinità, ci permette di accostare oltre alla famosa ascensione al cielo del profeta Elia una notizia breve riguardante uno dei patriarchi che precedono sia il racconto del diluvio sia l’ingresso in scena di Abramo. Se, infatti, scorriamo la lunga lista genealogica del capitolo 5 della Genesi, ci accorgiamo che essa, partendo da Adamo e da suo figlio Set, è scandita da formule fisse: “A aveva tot anni quando generò B; dopo aver generato B, visse ancora tot anni e generò figli e figlie. L’intera vita di A fu di tot anni; poi mori”.
        Ora, quando si giunge a Enoch, si ha una curiosa variante: “Enoch aveva 65 anni quando generò Matusalemme. Enoch camminò con Dio. Dopo avere generato Matusalemme, visse ancora 300 anni e generò figli e figlie. L’interavita di Enoch fu di 365 anni. Poi Enoch camminò con Dio e non fu più perché Dio l’aveva preso” (5,21-24).
        È per questo che Enoch entra nella stessa tradizione biblica successiva come un emblema per tutti i fedeli. Scrive il Siracide, sapiente del II secolo a.C.: “Enoch piacque al Signore e fu rapito, divenendo un esempio istruttivo per tutte le generazioni… Nessuno fu creato sulla terra eguale a Enoch: difatti egli fu rapito dalla terra” (44,16; 49,14).

        Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...