La scienza in fiamme

INCENDIO A 'CITTA' DELLA SCIENZA' A NAPOLI

Un vastissimo incendio ha praticamente distrutto, nella notte, la “Città della Scienza”, il museo interattivo nell’area ex Italsider di Bagnoli, considerato tra i gioielli culturali di Napoli.

Cosa è successo? Beh! credo che tutti ci stiamo facendo una idea. E in un certo senso ha poca importanza. E’ il degrado dei nostri tempi. E’ il segno del degrado della scienza.
Il decadimento della cultura scientifica in Italia.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Scienza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a La scienza in fiamme

  1. Rebecca ha detto:

    Buongiorno caro Silvano, da un bel pò sono un pò assente dal mondo del blog… mi dispiace per questo incendio, per me è fondamentale che non ci sono feriti.. perchè ne abbiamo già trope vitttime nel mondo.. tu come stai? .. e la tua moglie? … e sopratutto come sta Bleff?? Ti abbraccio con amore Pif 😉

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao cara Pif, ci eravamo un po’ preoccupati per la tua assenza. Tutto bene?
      Per quanto ci riguarda tutto OK.
      Un caro saluto

      Mi piace

      • Rebecca ha detto:

        sai ho anche un giardino… e lo ho un pò trascurato… e cosi ho travasato tutto… e cosi passano giorni in cui non avevo la voglia di stare al pc… sto bene caro Silvano, sai ogni tanto stacco un pò la spinna per la propria pace.. tvb Pif

        Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    é molto triste vedere in fumo ciò che con sacrificio è stato costruito ma stà andando in fumo non solo la scienza ma tutta una cultura che ha distinto gli Italiani nel mondo .Ciao a presto

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Hai ragione, è tutto molto triste. Il marcio colpisce ovunque.
      Ciao

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Credo che i palazzi della scienza e della cultura siano da sempre oggetto di tali distruzioni, dall’incendio della “Biblioteca di Alessandria d’Egitto” a questo altro incendio.

        Terribile, come quanto leggiamo nell’altro tuo post, i colibatteri fecali nelle torte Ikea.
        E, non molto tempo fa, una partita di grano di Chernobyl destinata alla distruzione, prendeva la via dell’Africa (pensa che opera umanitaria, e nemmeno gratuita, quel grano fu pagato “per buono”).
        *************************************************************
        Ah, hai sentito-o letto- che c’e stata una ulteriore conferma a Ginevra..che si tratti proprio del bosone di Higgs? (l’ho sentito sentito a”Tgr Leonardo”, oggi pomeriggio alle 14,55 circa). ciao bruce.

        Marghian

        Mi piace

        • bruce ha detto:

          No, non ho sentito la notizia. Se fosse vera è qualcosa di rivoluzionario nella concezione della creazione dell’universo. (e tu sai a cosa mi riferisco 😆 )

          Gli incendi?
          Emblematico anche l’incendio del Petruzzelli di Bari.

          Per quanto riguarda gli alimenti contaminati, la pene dovrebbero essere più severe, perché in fin dei conti si tratta di un vero e proprio attentato doloso volontario alla salute pubblica.
          Ciao

          Mi piace

          • MARGHIAN ha detto:

            Altroche’ se e’ un attentato doloso, grave quanto l’uso di un’arma batteriologica (una intossicazione questo e’). Piu’ grave ancora e’ la “ragione” di questo attentato: fare..soldi (vendere grano di chernobyl a molti soldi a quintale, fregandosene di uomini ed animali morti e nati malformati). Ciao.

            Marghian

            Mi piace

  3. MARGHIAN ha detto:

    So a cosa mi riferisco? veramente non proprio. Forse al fatto che…una particella, nata da interazioni altamente energetiche all’inizio della vita dell’universo, da’ consistenza alle cose, e non necessariamente una intelligenza astratta? (che abbia detto “sia fatta..la massa?”).
    Che sia questo o no, comunque la notizia pare vera, ma “una conferma” mi fa pensare- e l’hanno detto gli stessi scienziati- che ce ne vogliano delle altre (pur se, dicono loro stessi, servono per capirne bene le caratteristiche (tipo stabilire l’esatta massa come scrivi tu), ma che la particella e’ proprio quella, “Higgs”-da diverse fonti, vacci a capire…-).
    Inoltre, farebbe quadrare molti conti, divisi come siamo tra “modelli standard e meno standard”.

    Ma spiegami: il bosone di Higgs, e’ presente dentro ogni altra particella “per darle la massa” o questa particella “emana un campo”, dentro il quale le altre, quelle “predisposte”, diventano “massive”? Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Piu’ che batteriologica, il grano di chernobyl e’ un’arma..nucleare ..gia’.

      Mi piace

    • bruce ha detto:

      Ciao marghian, ti posso dire solo quel poco che ho capito anch’io.
      La teoria in realtà non prevedeva il bosone di HIggs, ma un campo che permea tutto l’universo e attraverso di esso veniva conferita la massa agli altri elementi che la attraversavano. Lo chiamano campo scalare.
      Ora la difficoltà stava proprio nello scoprire questo “mare invisibile”, che proprio perché invisibile non si riusciva “provare” la sua esistenza per confermare le previsioni teorizzate dai fisici.
      Allora Higgs pensò alla esistenza di una particella “figlia” di questo campo ed era proprio questa particella che se trovata avvalorava la ipotesi che le altre particelle sparse nell’universo acquistavano massa passando nel campo scalare dopo una interazione con il bosone di Higgs.
      Non so se sono riuscito a farmi capire, credo di sì.
      Bruce

      Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...