La parabola giapponese e indiana di Gesù.

Ho appena elencato poco più in basso le bufale fresche fresche del 2012.
Ne ho scovata un’altra da leccarvi i baffi.

Leggete ne vale la pena, soprattutto se siete cattolici. C’è qualcosa che nessuno vi ha mai raccontato prima.

E’ tutto scritto nel libro di Severino Colombo “101 stronzate a cui abbiamo creduto tutti”. E ne elenca un bel po’. Più che un libro è un manuale di sopravvivenza, come lui stesso ci dice. Si perché negli ultimi anni sono venute fuori tante di quelle balle che distinguerle dalla realtà è quasi impossibile.

Bene, ho estratto una parte trovata in rete in formato pdf. Leggete, sono poche righe. Perché se credete alla vita di Gesù raccontata della Bibbia, avete molto da ricredervi.
Tenetevi forte.

Gesù giapponese.
A parte la stalla, la mangiatoia, il bue e l’asinello e qualcos’altro,  il resto è tutto un’altra storia.
Intorno ai ventuno anni Gesù si mise in viaggio. Attraversò la Siberia e arrivò in Giappone, dove rimase dieci anni a studiare lo scintoismo e prese il nome di Kirisuto.
Rientrò in Palestina giusto in tempo,  considerata la durata del viaggio,  per essere imprigionato dai Romani e condannato alla crocifissione.

Sulla croce, però non andò lui ma il fratello minore, Isukiro, che si sacrificò al suo posto.
A trentasette anni Gesù/Kirisuto tornò in Giappone e si stabilì nel paesino di Shingo (o Herai), nel distretto Sannohe, nel nord del Paese. Qui si sposò con una tale Miyuko e visse,  non è ben chiaro facendo cosa,  fino a 106 anni; secondo altre versioni fino a 118.
Fu seppellito nei pressi del villaggio, su un colle ricoperto di boschi di bambù; a fianco, in un’altra tomba, furono sistemati i resti del fratello, Isukiro.

Non ci sono documenti a supporto della leggenda, tranne la notizia di un testo ebraico misteriosamente scomparso che ne parlerebbe. Gli abitanti del luogo, però, non hanno dubbi sul fatto che sia vera. Chi va in Giappone e fa una deviazione a Shingo può vedere di persona “la Tomba di Cristo” (per non sbagliarvi l’indicazione in lingua è: “Kristo no Hakka”).
Ogni anno sono diverse migliaia le persone, si  parla di 40.000 tra fedeli, turisti e pellegrini  che la visitano.
Il terreno è di proprietà di Sajiro Sawaguchi, discendente diretto di Gesù, ma di religione buddista.

Ok fine della prima balla, passiamo alla seconda.

Gesù indiano.
Secondo un’altra leggenda, stavolta indiana, Gesù, non si sarebbe spinto fino in Giappone ma si sarebbe fermato in India.

La tesi fu sostenuta nel 1894 dall’aristocratico russo Nicolas Notovitch, spia, giornalista e teosofo, autore di una discussa Vita sconosciuta di Gesù Cristo, in cui sosteneva che il Messia, seguendo la via dei mercanti, fosse giunto al monastero tibetano di Hamis, nel Ladakh, e lì si fosse dedicato allo studio del buddismo trasmettendo, come vuole la tradizione esoterica, insegnamenti segreti ai suoi allievi.

A testimonianza del “passaggio in India” di Cristo  un predicatore noto come “Il guaritore” arrivato da Israele intorno al 30 d.C. con la madre Maria.
La sua tomba sarebbe  nel sito sepolcrale di Roza Bal, a Srinagar, capitale del Kashmir.

Fine delle due bufale. E soprattutto basta con questi esoterici, ne ho le scatole piene.
Non credete a tutto quello che vi raccontano.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Bufale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

16 risposte a La parabola giapponese e indiana di Gesù.

  1. ross ha detto:

    più che una bufala mi sembra una grossa cazzata 😀
    e per dirlo io che, ogni tanto, qualche cazzata la assimilo…..
    ciao ciao

    Mi piace

  2. zebachetti ha detto:

    Bellissime favole Ciao Bruce

    Mi piace

  3. Pico de Paperis ha detto:

    Eh, no…
    Caro Bruce, non puoi lanciare il sasso nello stagno e poi voltarti. 🙂
    Lo so che hai le scatole piene di queste fandonie esoteriche – e le abbiamo piene anche io e tanti altri – ma gradirei che tu dessi uno sguardo a questo sito che fa scopa con quanto hai scritto. Si tratta del blog IL CREDINO (http://ilcredino.blogspot.it/) che ha al suo interno nientepopodimenoché… una pagina dedicata al maestro dei seguaci della setta del kundalini yoga (http://ilcredino.blogspot.it/p/bhajan.html), altro tormentone che non ci stancheremo mai di tenere in vita per smascherare la menzogna di cui è intriso quello che alcuni hanno anche avuto il coraggio di definire come sport.
    Evito ulteriori commenti ed auguro a tutti una buona lettura, pregandovi di approfondire i dettagli legati alla figura umana e professionale dell’innominabile barbuto.
    Buona giornata.
    Pico

    Mi piace

  4. mariella54 ha detto:

    Ci sono tante storie fantastiche in giro ,come si fa a credere a tutto?Non andiamo troppo lontano ,quante Anna Marchi ci sono in circolazione?Nonostante tutto il parlarne che si fa ci sono ancora persone che credono a queste bagianate e si fanno spillare dei gran soldi ,capisco che quando si è disperati si può credere a tutto ma ad un certo punto bisogna fermarsi a riflettere santo cielo!Maa!è talmente complicata la psiche umana..Ciao

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      Vanna Marchi e’ una dilettante, Marie’…qual grande teleimbonitore e’ stato Silvio berlusconi!!!! Ecco, dove io trovo la quintessenza della creduloneria (“ecco, ci vuole uno come lui….” cosi’ ha pensato la gente veramente credulona, nel ’94).

      La gente ha bisogno di riempire la propria vita, Marie’. Come? Credendo in certe cose, e non importa se si tratta di credere nel berlusca perche’ si e’ disoccupati-“e’ un imprenditore..”.- o di andare dal medium spinti dal bisogno di “comunicare” con il proprio figlio morto tragicamente, allontanando cosi’ il vuoto rappresentato dalla morte. :)Ciao Marie’.

      Marghian

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        “…allontanando cosi’ il vuoto rappresentato dalla morte. Ciao marie’ 🙂 cosi’ va meglio.

        Mi piace

      • bruce ha detto:

        Caro marghian questa volta non vedo un commento equilibrato come è tuo solito.
        Mi sono prefissato di non fare entrare la politica nel mio blog, ma una riflessione mi pare doverosa.
        Berlusconi è un uomo in carne ed ossa come lo era Gesù, al contrario non mi pare che si sia mai proclamato figlio di Dio, di non fare domande e di credere in lui solo per fede. Nè è andato in giro a raccontare favolette del regno dei cieli, della resurrezione della carne, la immortalità dell’anima, e tutte quelle belle favolette sulla creazione del mondo e dell’uomo.
        Immagina se tutte queste cose le avesse dette Berlusconi. Apriti cielo …. la magistratura lo avrebbe condannato alla immediata crocifissione.

        Equilibrio dunque perché come si dice: si vede la pagliuzza negli occhi altrui e non la trave nel proprio.
        Nulla di contrario alla religione, per carità, ma soltanto un po’ di misura nelle parole.
        Ciao margian, buona domenica e forza milan 😆

        Mi piace

        • MARGHIAN ha detto:

          Va bene..ritiro la ..aprola 🙂
          Pur se volevo solo scherzare, non commentare di politica.
          Forza Milan… te lo auguro (anche a Ross). Io sono un…a-calcistico 😆
          NMa, a proposito, da anni il cagliari lotta solo per la salvezza, non avremo mai piu’ “lo scudetto in sardegna”, come nel ’70. Ciao.

          Marghian

          Mi piace

  5. Pico de Paperis ha detto:

    Non baggianate ma BAHJANATE… 😉

    Mi piace

  6. MARGHIAN ha detto:

    “Appresi” del “gesu’ indiano” da una fonte particolare: Mike Bongiorno. Imamgina questo detto da lui: “esiste una teoria secondo la quale gesu’ …non sarebbe morto sulla croce, ma…. riuscito a fuggire visse..fino a centoventi anni…in india!!!”.

    Anni dopo, nella trasmissione :mrgreen: che a te piace tanto, “Voyager” fecero vedere una tomba, e Giacobbo: “ecco, parliamo sottovoce perche’ questo per gli indu’ del posto e’ un luogo sacro.. ci troviamo di fronte alla tomba dove riposa, secondo quanto si dice, un certo “Issa”, nome che corrispnderebbe al nome di Gesu’, venuto dal medioriente….

    Ma tutto questo e’ niente, “gesu’ cristu e’ nasciu in sardegna, poìtta innòi non ci funti mai terrammottus…”-gesu’ e’ nato in sardegna, perche’ qui non ci sono mai terremoti…- (le convinzioni di un tizio, un poveraccio che passa da un bar all’altro…lui e’ perdonabile, ma guai se lo dicesse un “titolato”: quanti ci crederebbero?!). Ciao Bruce.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Questa di Mike Bongiorno non la sapevo. Semplicemente perché… non lo vedevo.

      Giacobbo è un altro che non vedo.
      E’ vero, forse sarebbe stato più credibile la nascita di Gesù in Sardegna se avesse detto uno storico titolato.
      Ciao

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Io, giocoforza, lo vedevo il mike..si stava cenando, e fra “ruischiatutto”, “scommettiamo”, “Flash”… a “scommettiamo” disse “…fino a 120 anni…in india!!! (non ricordo come lui ed il concorrente fossero capitati nell’argomento..).

        Giacobbo.. lo so, infattti ho scritto :mrgreen: .. io, sai, in tv trovo poco che mi interessi, non ho sky-e chi ha tempo di guardare decine di canali?!- e guardo anche “giacobbo” che comunque qualcosa di interessante la dice ( fatta la debita sfoltita :lol:), tipo quando intervista Zachi Hawass, che come sai divende l’ortodossia…. o quando dice qualcosa di giusto sulla “cronaca scientifica”-“curiosity” eccetera-. Pero’, sulla poca affidabilita’ scientifica hai ragione, chi e’ digiuno di scienza magari…prende come scienza anche quello che non lo e’, non avendo “i mezzi” per discernere il vero od il verosimile dall’inverosimile o dal falso doc. Ciao.

        Marghian

        Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...