La cometa di Pasqua

Segnatevi queste date o meglio questi periodi:
Metà gennaio, marzo, agosto.
Perché?

cometa01Il 2013 sembra essere l’anno delle comete. Proprio così.
Le stelle cadenti esercitano sempre il loro fascino, specie d’estate, magari distesi sulla sabbia di una bella località balneare e ovviamente in buona compagnia per esprimere un desiderio.

Ma le comete sono un’altra cosa. Una cometa in cielo soprattutto se luminosa tanto da vedersi bene ad occhio nudo, è uno spettacolo astronomico formidabile, uno dei più belli che il cielo stellato possa offrire.

Ora sappiamo che il nostro sistema solare ha una gran quantità di comete. Ce ne sono a migliaia, forse milioni e provenienti quasi tutte dalla stessa zona che va sotto il nome di Nube di Oort. Spinte in qualche modo nel sistema solare vengono attratte dal Sole. Qualcuna ci passa ben distante, qualcun’altra invece molto vicina a noi quasi che voglia farsi vedere. Quasi che voglia far vedere la sua bella coda. A causa della vicinanza al Sole si verifica la sublimazione delle sostanze ghiacciate che provocano la formazione della chioma e della coda.

Lo so che lo sai, dico al mio cane che mi fa segno di tagliare corto.
Va bene, e lo accontento.

Questo nuovo anno inizia con una piccola e non molto luminosa cometa, la C/2012 K5, scoperta nel mese di maggio scorso.
E’ già passata dalle nostri parti a novembre dello scorso anno. Dovrebbe ripassare alla destra della costellazione di Orione a metà gennaio. Per osservarla occorre andare in una località piuttosto buia, possibilmente in collina o montagna, e utilizzare un piccolo telescopio.

A marzo, poi, potremo goderci lo spettacolo di una cometa visibile ad occhio nudo. Si tratta della C/2011 L4 (Panstarrs). Questa cometa per il suo incontro ravvicinato col Sole (solo 0,3 UA) dovrebbe diventare piuttosto luminosa. La massima luminosità dovrebbe essere raggiunta a metà marzo fino a metà aprile e per questo è stata già denominata la cometa di Pasqua.

E poi, dulcis in fundo, da agosto potremo osservare la cometa C/2012 S1 (ISON), che dovrebbe diventare luminosissima. Anche questa è una cometa periodica e guarda caso arriva anch’essa dalla nube di Oort.
In agosto dovrebbe essere visibile con un piccolo telescopio o un binocolo e da fine ottobre dovrebbe essere visibile a occhio nudo, rimanendo osservabile fino a metà gennaio 2014.

Ora se non avete un piccolo telescopio, cosa aspettate? E’ l’occasione giusta, oppure andate al più vicino osservatorio astronomico della vostra regione (consultate il sito “media inaf”).

(tratto dalla newsletter INAF)

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Universo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

12 risposte a La cometa di Pasqua

  1. zebachetti ha detto:

    Grazie per l’ informazioni ma in quei giorni ricordacelo Ciao bruce goditi questa bella giornata di sole nella tua samba

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Gran bella giornata e grande passeggiata lungomare con il mio cane, dovresti venire.

      Ricordarlo? Tranquillo a quell’epoca ci penseranno tv e giornali. Mi è piaciuto essere tra i primi a dare la notizia, grazie all’intituto nazionale di astrofisica che mi aggiorna in tempo reale.
      Ciao

      Mi piace

    • ross ha detto:

      Giusto! ricordacelo, intanto vedrò di procurarmi un binocolo, magari potessi avere un telescopio!
      ciao ciao

      Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    dicono che le comete segnano grandi eventi forse a Pasqua ne avremo qualcuno? Comunque io sarò a scrutare il cielo per guardarmi un meraviglioso spettacolo grazie per avermelo segnalato ciao buona serata e buona domenica

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      A Pasqua forse avremo un nuovo governo. Non so se è una buona o cattiva notizia 😆

      Mi piace

      • ross ha detto:

        non so se augurarci il nuovo governo o l’arrivo degli alieni! quale sarebbe il più catastrofico? 😀

        Mi piace

        • MARGHIAN ha detto:

          Credo un nuovo governo, Ross. L’arrivo degli alieni sarebbe piu’ catastrofico per..i governanti. “Ora la Terra la gestiamo noi” (immagina una cosa tipo “commissariamento”, quando un commissario prefettizio dice “tu sindaco fatti da parte, il comune lo guido io…).

          Si sentirebbero, poverini, spogliati di ogni autorita’. Ma non arriveranno gli alieni, arrivera’ il nuovo governo. E cosi’, speriamo sia il meno malaccio possibile (senza quella strega della Fornero, a piangere su di noi-e ,sotto sotto..”eh, eh, vi sistemo io..” Ciao Ross.

          A proposito di alieni….
          Beh, non credo badino a tutto… 😆 meno che mai ai terrestri che, per distrarsi un po’, accendono un giocatolo con dei tasti bianchi e neri e buttano giu’ delle note.

          Come avrai capito le mie sono mere speculazioni filosofiche sulla possibile esistenza di esseri non tanto alieni di altri pianeti abitato quanto su quella, certamente non dimostrabile ma nemmeno escludibile a priori, di entita’ di un mondo quasi “extrafisico”, dato che mi risulta improbabile … beh, 🙂 il discorso lo conosci meglio di me… la famosa (e rompiballe per gli ufologi, ed anche per me che ci vorrei credere…) quella li’, la velocita’ della luce, sempre in mezzo ai piedi…..

          Chissa’ pero’ se, su un pianeta del nostro livello tecnologico, non si ascolti anche Sanremo, supponendo che il segnale sia interpretabile in video-audio, dopo aver viaggiato per decine di anni. 🙂 Ciao Bruce.

          Marghian

          Mi piace

  3. mariella54 ha detto:

    Grazie Bruce per averci informato ,mi terrò pronta e …..chissà mai che queste comete possano portarci buone nuove ne avremmo tanto bisogno.Ciao

    Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce, ciao Marie’. Le comete sono foriere di sentura? Credo che questa idea sia una cosa quasi atavica nelle gente, una sorta di paura ancestrale. “Eh, la cometa non portera’ nulla di buono..” (un anziao mio vicino di casa, quando stava passando la Hale Bopp). E, quando questo’uomo mori’, qualche mese dopo al mio orecchio arrivo’ questa frase..”eh, lo aveva detto…qualla stella con la coda li’…- in sardo la cometa e’ “istèlla cun coa”.

    Invece no, le comete non sono ne’ iettatrici, ne’ portafortuna. Bella pero’ la tradizione di esprimere un desiderio, per via di una derivazione latina. “de sideribus”, *dalle stelle, Per questo noi si dice “de-siderare”. O..con-siderare (“cun…sideribus”, “con le stelle”. Come si sa, anticamente l’astrologia, a Roma e dintorni, andava forte). Ciao.

    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Le comete sono foriere di sentura
      Forse una cometa è passata in prossimità della tua tastiera 😆

      Mi sono sempre domandato se la stella cometa che ha guidato i Re Magi sia stata portatrice di fortuna o sfortuna al Nostro Signore.
      Da una parte hanno portato regali ma a 33 anni … è successo qualcosa … ance se prima o poi tocca a tutti.

      E non solo Roma e non solo a quell’epoca.
      Bruce

      Mi piace

      • MARGHIAN ha detto:

        Ho scritto “sentura”? Per non smentirmi…. Credo che a Nostro Signore sia andata male davvero. “Prima o poi tocca a tutti”.. ni. Una cosa e’ morire(questo si’, tocca a tutti), un’altra e’ morire.. torturati e flagellati, come capito’-anche- a Lui.

        In ogni modo…questo gli accadde a 33 anni; ma quando passo’ la cometa.. :)gloria al Re Bambino…”, dunque le comete… non portano… :)sentura. Ciao Bruce.

        Marghian

        Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...