Prime foto di Curiosity

Non c’erano omini verdi ad attendere il rover al “terminal interspaziale” con bandierina americana.
Non ci sono marziani su Marte.
Se qualcuno si aspettava questo, è rimasto deluso. E forse non ce ne sono mai stati. Dobbiamo metterci l’animo in pace se mai qualcuno ci aveva creduto.

Le prime immagini del rover Curiosity con le camere ad alta risoluzione finalmente in posizione ed operative, ci mostrano il primo panorama a colori, ad alta risoluzione, dall’interno del Cratere Gale.

In questa foto Curiosity si fotografa i piedi.

Niente di speciale, lo so (rispondo al mio cane), può essere scambiata per un ambiente terreste, ma mostra un ambiente veramente ricco geologicamente e molto più intrigante di quanto immaginato.

Questa foto mostra una delle zone più intriganti è sicuramente quella intorno alle dune scure visibili in lontananza. La composizione minerale di questa regione è molto diversa da altre simili dune viste altrove su Marte, ed i geologi della missione non vedono l’ora di capire meglio di cosa si tratta.

Un ulteriore piccolo mosaico mostra una sezione della parete nordica del Cratere Gale, dove una grande rete di vallate si è formate per via dell’erosione dell’acqua quando questa ha completamente allagato il cratere, miliardi di anni fa. Questa è la prima vista che abbiamo, dalla superficie di Marte, di un passato sistema fluviale Marziano.

Ora aspettiamo con impazienza le successive (un po’ meno il mio cane che come al solito pensa alle cose Terra Terra)

(fonte:newsletter: Link2Universe che ringrazio)

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Ultime dallo spazio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Prime foto di Curiosity

  1. MARGHIAN ha detto:

    Chiaramente Blef pensa alle cose sulla Terra, il cibo e l’acqua (non credo gli piaccia il ghiaccio di Marte).

    Interessantissime immagini, e commenti. Il cielo marziano poi, e’ molto smile a quello terrestre. Non ci saranno omini verdi ma….batteri rossi si’! :)battuta rferita al “colore” di marte, :)il pianeta rosso. Come sai gli scienziati lo definiscono “pianeta arrugginito” e con un senso scientifico: ossidazione prolungata (almeno questo io ho sentito e letto).
    Ti ho risposto su “festina lente”. :)Ciao Bruce.
    Marghian

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Belle vero? Sarebbe proprio interessante capire perchè questo pianeta di punto in bianco (si fa per dire) ha perso campo magnetico e l’atmosfera che teneva l’acqua allo stato liquido.
      Arrugginito! Proprio così. Un elemento si arrugginisce in presenza dell’ossigeno. Cosa significa? Perchè? Come? Quando? Ora? Mi informerò.
      Ora vado a leggere da te.
      ciao

      Mi piace

  2. gabriarte ha detto:

    sono immagini impressionanti diciamo di una terra che si è spenta e che assomiglia alla nostra forse l’ arca di Noè è partita da quel pianeta. Come al solito la mia fantasia galoppa ma guardando le foto posso solo fantasticare a bocca aperta Ciao grazie per le immagini che hai postato buona notte

    Mi piace

  3. bruce ha detto:

    Buongiorno gabri
    Ci sono altre foto sul sito della Nasa.
    Una in particolare ha delle zone “oscurate”, perchè, dicono, le imagini devono essere messe a posto.
    Questo, dicono sempre loro, è dovuto sia ai colori naturali di Marte, che tendono ad essere più o meno omogenei, ma anche alla bassa luminosità. Una cosa che gli scienziati, dicono, di fare spesso con il “bilanciamento del bianco”. In pratica l’immagine viene convertita e sottoposta ad un illuminazione che imita quella terrestre. Questo permette di tirare fuori molti più dettagli dall’immagine, dato il più alto contrasto ed il colore più nitido.
    Sarà!?!?!
    Ciao.

    Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    (“Noi, NASA, abbiamo fatto dei ritocchi ma.per migliorare la qualita’ delle immagini-dichiarazione fatta da scienziati Nasa circa la Luna-).

    Ciao. Cio’ che scrive gabriarte e’ affascinante, pur se (fino ad avere delle prove rimane una ipotesi fantasiosa): “arca di noe’ di quel pianeta”. C’e questa teoria, illustrata anche nel film “mission to Mars”.

    Bruce, io ho una teoria, o meglio una ipotesi (la teoria deve essere corredata da indizi forti, e non un mero pensiero): che parte dell’acqua degli andichi bacini marini, lacustri e fluviali, siano evaporati, e parte-forse la ^maggior parte- , sia stata assorbita dal pianeta, come fa una spugna. Gia’ gli scienziati hanno detto che “forse c’e acqua cinque volte tanto quella-oggi ghiacciata- che sta in superficie e nell’atmosfera”. Anche riguardo alla Terra in ambiente geologico si afferma che c’e….cinque volte piu’ acqua nel sottosuolo che in superficie. Normale che un pianeta assorba acqua, per…”effetto spugna”.
    La.ruggine marziana potrebbe essere dovuta anche a questo e, in via sempre ipotetica, ad una atmosfera in passato ricca di ossigeno, pur se basterebbe l’acqua (H2O) ad ossidare la crosta di un pianeta come Marte.
    “Di.punto in bianco (ovviamente in termini geologici, ecco, non “martologici”!). Cio’ non e’ impossibile. Un grosso impatto con un planetoide per esempio, o cambiamenti all’interno della crosta o che so io. Quando cio’ accadde? Alcuni scienziati dicono: qualche miliardo di anni fa, forse solo qualche decina di milioni di anni fa.
    Ho letto che “centomila anni fa Marte ebbe una crisi climatica semza precedenti”. Non che “centomila anni fa’ ci fossero ancora aria ed acqua luquida, forse no, ma..tale cambiamento climatico prova che certi eventi “catastrofici” che coinvolgono altri pianeti ci sono…come dicono che anche Plutone in qualche modo sta dando segni di cambiamenti climatici, pur se li’ si rimane intorno ai 180 gradi e piu’ sotto lo zero. Ciao.
    Marghian

    Mi piace

  5. Rebecca Antolini ha detto:

    sembra nel mezzo del deserto…

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...