Misteri irrisolti

Quali sono le classiche domande universali, quelle che tutti si fanno ma a cui nessuno riesce a dare una risposta certa?
E’ nato prima l’uovo o la gallina? Esiste il Paradiso?

Queste e molte altre domande te le sarai poste anche tu. E non hai saputo dare una risposta.
Ma tranquillo, come te non sanno dare risposta la stragrande maggioranza di noi.

Ci ha pensato un canale televisivo inglese (Daily Mail) a compilare una lista delle domande più frequenti a cui non sappiamo dare una risposta. Una top ten dei misteri irrisolti in base ad un sondaggio ideato per il lancio del “Mese della Scienza”

E non sono mancate le sorprese.

  1. Siamo soli nell’universo? (54%) – Ebbene sì, è questo il primo rompicapo dei misteri ancora senza soluzione a cui la scienza ancora non riesce a dare risposta. Secondo gli scienziati, l’universo potrebbe contenere molti sistemi planetari dove forme di vita intelligente possono evolversi, ma non abbiamo ancora sviluppato i mezzi tecnologici che ci permettano di coprire milioni di anni luce per metterci in contatto con loro.
  2. Verrà mai trovata una cura per il cancro? (46%).- Bella domanda. La sopravvivenza a diverse forme di tumore sono in continuo miglioramento, ma è improbabile che ci sarà una cura miracolosa in un prossimo futuro e la risposta dovrà attendere molto (credo).
  3.  Dio esiste? (39%) – Non c’è alcuna conferma empirica e scientifica dell’esistenza di Dio. La risposta è destinata a restare insoluta.
  4. Quanto è grande lo spazio? (33%)- Un altro mistero riguardane l’universo. Alcuni astronomi sono convinti che non abbia limiti, altri che dal Big Bang si sia espanso con un diametro di circa 150 miliardi di anni luce. Il mistero rimane.
  5. Come e quando è iniziata la vita sulla Terra? (30%) – Ci sono state diverse teorie, dai batteri che sono entrati in rapporto simbiotico alle correnti convettive che sono passate attraverso la crosta terrestre (forse) alla vita portata dai meteoriti. Il mistero rimarrà fin quando gli scienziati si metteranno d’accordo.
  6. E’ possibile viaggiare nel tempo? (29%) – Teoricamente si. Sarebbe possibile grazie ai cunicoli spazio-temporali, ma questi sono instabili e tenerne uno aperto richiederebbe la gravità repulsiva, la cui esistenza dev’essere ancora confermata.
  7. Colonizzeremo mai lo spazio? (27%): Forse. Alcuni sostengono che dovremmo prendere in seria considerazione l’idea di creare delle colonie in un’altra parte del sistema solare, nel caso in cui la Terra diventasse inospitale.
  8.  Cosa sostituirà il petrolio e quando? (27%): Le fonti di energia alternativa sono già disponibili, ma non sono capaci a coprire il fabbisogno mondiale di energia. Occorre economizzare i costi se si vuole rimpiazzare il petrolio e puntare su altre fonti tradizionali (nucleare).
  9.  Quando finirà il mondo? (24%): Non nell’immediato. Le teorie dicono che l’universo smetterà di espandersi e che collasserà; che si raffredderà fino allo zero assoluto e che la “dark energy” finirà per vincere la forza di gravità.

10.  Di quanto si potrà allungare l’aspettativa di vita umana? (20%): Gli esperimenti sulle cavie hanno convinto alcuni scienziati che l’uomo possa presto vivere oltre i cent’anni.

Considerazione.
Che fine hanno fatto le classiche domande dell’uovo e della gallina, sul Paradiso, i demoni, i fantasmi, gli extraterrestri, la fine del mondo secondo i Maya?
A dire il vero sono in classifica ma non occupano i primi posti delle nostre domande.

Grande sorpresa. Tre quarti dei 2mila adulti britannici partecipanti alla ricerca si è definito «fortemente interessato» alla scienza.
La nostra comprensione della scienza si muove ad una velocità sorprendente, se si pensa che sono passati oltre 500 anni da quando la maggior parte della gente credeva che la terra fosse piatta – ha spiegato Adrian Wills, general manager del canale tv britannico.

Io non sono altrettanto sicuro sui risultati se la ricerca venisse fatta in Italia, dove forse di questi tempi il mistero a cui nessuno sa darci una risposta è perché la benzina continua ad aumentare al diminuire del prezzo a barile.

(fonte: Corriere della Sera. Il resto è personale.)

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Scienza, Società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Misteri irrisolti

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buongiorno mio caro Silvano, non mi sono fatta viva da te in questi giorni per il fatto che avevo bisogno di staccare un pò la spinna… come sempre sono molto rifflessivo i tuoi post.. La terza domanda Dio esiste? Sai cosa ti dico, dentro di me ho la certezza che Dio esiste non ho bisogno delle prove perchè io ho la fede in LUI… e questa fede mi rende felice… Ora ti saluto e ovviamente un forte abbraccio a Bleff con amicizia Pif e Tatanka

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Buongiorno Pif
    E’ giusto staccare la spina ogni tanto. Per me è meglio che stare a fare i cruciverba per ore. E poi ho il mio cagnolino che mi fa staccare la spina. Ogni giorno al mare e lunghe passeggiate.
    Dio? Qui non c’è bisogno di prove. O ci si crede o non ci si crede.
    Ciao da bruce & bleff

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...