E così ci aumentano la benzina

Le violente scosse di ieri hanno messo in ginocchio una delle zone più produttive del Paese. E il governo cosa fa? Alza  il prezzo della benzina.
Facile no?

Ok, siamo tutti d’accordo che quelle popolazioni hanno bisogno di aiuto, ma volete scommettere che questo ulteriore aumento non sarà altro che una tassa fissa?
Non ci credete? Allora leggete l’elenco delle accise che tutt’ora gravano sulla benzina.

– Guerra in Abissinia del 1935 (1,90 lire)
– La crisi di Suez del 1956 (14 lire)
– Il disastro del Vajont del 1963 (10 lire)
– Alluvione di Firenze del 1966 (10 lire)
– Terremoto del Belice del 1968 (10 lire)
– Terremoto del Friuli del 1976 (99 lire)
– Terremoto in Irpinia del 1980 (75 lire)
– Missione in Libano del 1983 (205 lire)
– Missione in Bosnia del 1996 (22 lire)
– Rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004 (0,020 euro, ossia 39 lire)
– Decreto Legge 34/11 per il finanziamento della manutenzione e la conservazione dei beni culturali, di enti ed istituzioni culturali (0,0073 Euro)
– 0,040 Euro per far fronte all’emergenza immigrati dovuta alla crisi libica del 2011, ai sensi della Legge 225/92
– 0,0089 per far fronte all’alluvione in Liguria ed in Toscana del novembre 2011
– 0,112 Euro sul diesel e 0,082 Euro per la benzina in seguito al Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 «Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici» del governo Monti.

Ma non finisce qui: perché come spesso accade in Italia abbiamo una tassa sulla tassa. Infatti, sommati alla vera e propria imposta di fabbricazione (definita per decreti ministeriali), viene aggiunta pure l’Iva del 20%.

Conclusione:
Potremmo dire che “alcune” motivazioni per cui sono state applicate le diverse accise sono comprensibili, ma la cosa davvero assurda è che in qualsiasi Paese Civile, quando cessa la causa che ha portato all’introduzione di una determinata tassa, la tassa stessa viene a cessare, ma, purtroppo per noi, in Italia non è così.
Nnaggia!


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Attualità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a E così ci aumentano la benzina

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buongiorno Silvano, ecco la disgrazia e il vantaggio per chi ci governa, non capisco perchè si fa queste cose, ma una cosa vorrei dire, si come qui in Italia (non volgio offendere nessuno per carità) ognuno si aspetta di avere un aiuto dallo stato doppo una qualsiasi catastrofe.. ma come sappiamo questo governo da sempre si frega un accidente al popolo (questo mostra la storia) allora se giascuno di noi donerebbe proprio alla gente li che ne ha bisogno 50 euro (ovviamente oragnizato da persone responsabile e oneste) allora il loro problema si risolverbbe subito in pocchi mesi… non serve aumentare la benzina perchè questi soldi non arrivano mai a loro, anzi gli spariscano come tutte le tasse che ruba questo governo… questo penso io… forse sbaglio … non lo so, ma se volgiamo essere veri fratelli dobbiamo aiutarci da soli con rispetto e amore… Pif

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Buongiorno Rebecca, io resto sempre stupito dal fatto che pensiamo che quelli che ci governano ne sappiano più di noi e sanno prendere iniziative politiche, intelligenti, strategiche più di quando sappiamo fare noi del cosiddetto popolino.
    Eppoi cosa vedo? Che questi cervelloni tirano fuori dal loro cilindro la “brillante” e “originale” idea di … aumentare la benzina.
    Cavolo (e mi sono trattenuto). Allora mi dico: per prendere questa decisione ero capace anch’io.

    Per quanto riguarda la solidarietà sono perfettamente d’accordo. Ma attenzione: condor e avvoltoi sono sempre presenti e volano alto dove c’è un cadavere nell’attesa di cibarsi.
    Visto cosa sta succedendo in Vaticano? Oggigiorno non ci si può fidare più di nessuno.
    E allora? Ho mandato un sms di 2 euro e …. speriamo! Ma questa della benzina proprio non la sopporto.
    Un caro saluto

    Mi piace

    • Diemme ha detto:

      Ma perché, tu ti sei mai fidato del Vaticano?

      Condor e avvoltoi? Dei miei amici hanno fatto volontariato in Friuli ai tempi del terremoto, e hanno visto coi loro occhi i camion di aiuti che arrivavano, la roba nuova che ne usciva essere dirottata altrove, e ai terremotati arrivare solo robaccia.

      Qui, dopo un terremoto, i mercatini pullulano di banchi pieni di roba, e il venditore sfotte pure quando qualcuno si accosta, gridando “So’ arrivati i terremotati!”: che schifo!

      Mi piace

  3. bruce ha detto:

    “Ma perché, tu ti sei mai fidato del Vaticano?”
    Bella domanda! E inquietante.
    Io gli davo il 5 per mille. Ed ora? Boh!
    Ma poi penso: gli altri stanno messi meglio? No! Se non lo faccio vanno allo stato e allora?
    Che schifo, per l’appunto.

    Mi piace

  4. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Bruce. hai ragione, poco fa ho trattato della cosa ma in un breve commento all’amica silvia in fondo al cuore.
    Ecco, grazie a te, la lista esatta delle accise “rimaste” decenni e decenni dopo le emergenze.
    Io, per errore, ne ho aggiunto una….la gierra di etiopia! Magari quella no, ma..
    E’ una vergogna, non c’e governo nella storia recente che non si sia attaccata alla benzina, considera poi un’altra bela truffa- terremoto e vecchi terremoti a parte-: il diesel..allo stesso prezzo della benzina…e questo e’ gia’ da tempo..e tu sai benissimo quanto siano piu’ bassi i costi di produzione del diesel. Ma per piacere!!!! Ciao Bruce.
    Marghian

    Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      “Io, per errore, ne ho aggiunto una….la gierra di etiopia…” *”- Guerra in *Abissinia del 1935 (1,90 lire)…*Non ho sbagliato!!!! Caspita-e mi sono moderato-. Ciao.
      Marghian

      Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...