Silene-Stenophylla

Bellissimo questo fiore, vero?

Un fiore come tanti – mi dice il mio cane (per chi non lo sa ancora, siamo telepatici)

E no! Questo è un fiore particolare – rispondo – E’ un fiore che non dovrebbe esistere, ma esiste.

Ma va?

Fai pure lo spiritoso, ma è proprio così. E’ un fiore estinto 30.000 anni fa e riportato in vita.
Una equipe scientifica russa ha trovato tessuti di semi di questo fiore risalenti all’era glaciale, in un piccolo buco scavato da un roditore simile agli scoiattoli di oggi.

Devi sapere che questo eccezionale ritrovamento è dovuto grazie alle proprietà del permafrost.
I sedimenti erano fermamente cementati insieme e spesso pieni di ghiaccio solidissimo, che rendeva qualsiasi infiltrazione dell’acqua quasi impossibile, creando così una camera di isolamento che ha protetto il materiale organico dalla superficie e dal passare del tempo.
Il team ha recuperato il frutto dopo aver investigato intorno a molti diversi piccoli buchi nei depositi di ghiaccio lungo il fiume Kolyma, i cui sedimenti risalgono appunto a 30.000 anni fa.

Interessante – esclama il mio cane

Hai visto quante cose si imparano. Il tessuto conservato ha permesso agli scienziati di rigenerare la pianta Silene Stenophylla, estinta da quell’epoca. La pianta ha già prodotto fiori bianchi e nuovi semi.
La Silene Stenophylla, è in tanti aspetti simile ad un’altra pianta che vive attualmente nel nord-est della Siberia. E’ una pianta molto resistente e che si adattata molto bene. Si spera ora che il team potrà continuare a trovare e rigenerare altre specie di piante estinte.

Allora è ipotizzabile che continuare a studiare il permafrost è utile per la ricerca di un pool genetico antico di vita esistente all’epoca della sua formazione ma che è ormai scomparsa dalla superficie della Terra. – mi fa osservare il mio cane

Bravo, sei molto più bravo di molti altri cani che dicono di saperne abbastanza. Questo studio dimostra come il tessuto organico può riuscire a sopravvivere conservato dal ghiaccio anche per decine di migliaia di anni, aprendo così la via per una possibile rigenerazione degli antichi mammiferi dell’era glaciale.

E lo scoiattolo?

Giusto. Diamo merito anche a lui. Lo scoiatolo ha fatto un buco nel terreno ghiacciato a circa 38 metri di profondità delle dimensioni di una palla da calcio, infilandoci dentro della paglia, del proprio pelo ed i semi, creando una perfetta camera di approvvigionamento.
Se gli scienziati saranno fortunati, potrebbero  anche trovare tessuti di questo antico scoiatolo ghiacciato , per usarli per la rigenerazione.

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Scienze naturali e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Silene-Stenophylla

  1. MARGHIAN ha detto:

    E magari le ragazze li raccoglievano questi fiori…ragazze di 30.000 anni fa, sicuramente non brutte, c’era gia’ l’homo sapien sapiens….Ciao Bruce. Interessante, non ne conoscevo i dettagli (nome della pianta et cetera). Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Anche la donna … sapiens. 😆

    Mi piace

    • Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

      Ovviamente 😉

      Mi piace

    • MARGHIAN ha detto:

      “Anche la donna sapiens…” giusto Bruce. “del genere “pulcherrima et simpatica puella”.

      Ma leggi questa, a proposito di “donna sapiens” e non solo “homo..sapiens” e considera che e’ autentica, non detta come battuta di spirito: Padre Turoldo, una volta in tv parlando della dignita’ della donna e della parita’ con l’uomo disse testualmente: “la donna e’ pari all’uomo…cosi’ uguale nella dignita’ di creatura che non si dovrebbe dire “l’uomo e la donna, ma *l’uomo e…. l’uoma, tanto sono uguali”.

      Una femminista, evidentemente non soddisfatta, gli ribatte’: “ma padre…perche’ allora non… *la donna ed il donno?”. Tutto vero, Bruce, sentito con le mie orecchie. Ciao.

      Marghian

      Mi piace

      • bruce ha detto:

        Fortissima questa.
        E anche te non scherzi, devi essere un gran amicone.
        Notte Marghian

        Mi piace

      • Diemme ha detto:

        Beh, la femminista aveva ragione, donno e donna sarebbe più corretto, dal latino dominus e domina e, d’altra parte, anche “Don” ha la stessa radice.

        Uomo e uoma? Non ricordo se la radice per uomo sia humus, e quindi donno e donna molto più nobile e dignitoso 😉

        Mi piace

  3. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buongiorno caro Silvano ero un pò assente.. passo veloce per darti una serena settimana in amicizia Rebecca

    Mi piace

  4. Diemme ha detto:

    Che argomenti interessanti che ci proponi sempre, io sono affascinata da questi viaggi nel tempo e nello spazio! 🙂

    Mi piace

  5. bruce ha detto:

    Mi piace questa definizione: la farò mia.
    Grazie Diemme

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...