Anelli extrasolari


La velocità con cui vengono scoperti nuovi esopianeti è stupefacente.

Il merito è senza dubbio dovuto anche al satellite artificiale Kepler, il primo strumento capace di cercare pianeti della dimensione della Terra e anche più piccoli al di fuori dei confini del nostro sistema solare.

Vero – afferma il mio cane – come è vero che il merito è dovuto soprattutto al metodo per individuarli. Infatti uno dei metodi per individuare i pianeti extrasolari è rilevare il loro passaggio davanti alla propria stella, lungo la nostra linea di vista. Un metodo che ha permesso di trovarne tanti. Ad ogni giro, infatti, provocano un momentaneo abbassamento della luminosità che ci raggiunge e, poiché i pianeti hanno forma sferica, questa diminuzione ha un andamento preciso e riconoscibile.

Questa conversazione col mio cane mi piace, così gli dico che un inconveniente di questo metodo è dato dal fatto che molti dei pianeti finora scoperti sono esopianeti giganti gassosi molto vicini alla loro stella, che hanno una rivoluzione attorno alla loro stella molto rapida. Questo ci permette di avere il tempo per seguire il ripetersi dell’oscuramento della stella e di calcolare la massa del pianeta.
Più difficile è la individuazione di quei piccoli pianeti molto distanti dalla loro stella e che hanno un rivoluzione di molti anni. Ed ecco qui la importanza di Kepler.

Bene, dimmi cosa è stato scoperto ultimamente se è a questo che volevi arrivare– mi domanda Bleff.

E’ un oggetto che ogni 54 giorni passa davanti a una stella simile al Sole, a 420 anni luce da noi. Ma la cosa strana è che questo esopianeta provoca una eclissi diversa dal solito come se non fosse un comune corpo tondeggiante.

Spiegati – mi dice Bleff

Ciò che eclissa 1SWASP J140747.93-394542.6 (questa la sigla che identifica la stella, decisamente difficile da ricordare), sarebbe circondato da un sistema di anelli.
Si  ipotizza “un oggetto poco massivo, circondato da un disco costituito da vari anelli sottili di polveri e frammenti rocciosi”.

Si tratterebbe del primo sistema di anelli individuati intorno a un oggetto di massa non elevata al di fuori del Sistema solare. Resta ora  di saperne di più sull’identità dell’oggetto stesso. Determinante sarà stabilirne la massa: se è compresa fra le 13 e le 75 volte quella di Giove, si tratterebbe di una stella che non si è accesa, una nana bruna, se è inferiore potrebbe invece trattarsi di un pianeta, paragonabile a Saturno.

Insomma – conclude il mio cane – sembrerebbe che questa varietà di pianeta scoperti starebbe a significare che ogni stella ha il suo sistema di pianeti che gli orbitano attorno e che la presenza di esopianeti nello spazio non è una eccezione ma la regola.

(fonte: newsletter Inaf)
Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, I misteri dell'universo, Ultime dallo spazio, Universo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Anelli extrasolari

  1. semprevento ha detto:

    http://www.lenovae.it/nuove-%E2%80%98terre%E2%80%99-nello-spazio/
    stasera non ce la faccio a leggere sto pappiè di roba…
    di anelli conosco quelli che si mettono al dito…
    mal di testa a gogò…stanca morta e gonfia…..uhm….
    giornatina delle mie…come mai la gente è così dura?????
    …oddio, detto da me è tutto un dire….son dura come il marmo per certe cose tecno spaziali ecc ecc…..ma nel pratico mica lo sono tanto….almeno spero….
    Stamani Sara m’ha detto…..sei una grande mamma!!!! con un tono solenne che io son scoppiata a ridere come una matta….troppo bello!!!! Eravamo a Livorno dal suo dentista…parlavamo di quando dovrà partorire…se richiedere l’epidurale…ma siccome pensare di subire una puntura del genere non l’attira per nulla….le ho detto che io mica l’ho fatto…insomma vedi quante teste ci sono in giro…il parto è una cosa naturale..un dolore che la donna sa sopportare….e lei m’ha guardato uscendosene con quella frase…..I nostri figli….son dei Miti!!!
    mi son sentita scema ma felice.
    poi ci siamo fatte le foto… 🙂 ormai è un rito…Livorno, piazza Mascagni..stazione…Pisa, casa.
    …posto due foto e vo a ninna!
    ciao bell’omo.
    Domani leggo.

    Mi piace

  2. bruce ha detto:

    Senza leggere l’articolo ti ci porto io alla conclusione. Praticamente Bleff alle notizie del continuo ritrovametno di pianeti extra terrestri è arrivato alla conclusione che ogni stella ha il suo sistema solare con tutti i suoi figlioli pianeti. Quindi la presenza dei pianeti nello spazio non è una eccezione ma una regola. E chissà ….

    Quando mia moglie era incinta di mia figlia abbiamo fatto assieme tutto il percorso, poi ha partorito in una clinica privata (il giorno di pasquetta) ed io ero lì accanto a lei, camice bianco e mascherina, che le stringevo una mano e l’aiutavo nelle respirazioni che nel momento delle doglie tutte le donne dimenticano. E ho visto nascere Simona. Una esperienza che tutti gli uomini dovrebbero fare per tutti quei motivi che non sto a spiegare e non so spiegare.
    Ciao bella
    B&B

    Mi piace

  3. semprevento ha detto:

    http://www.lenovae.it/nuove-%E2%80%98terre%E2%80%99-nello-spazio/
    fra una foto e chiacchere..vedi che ora ho fatto??? maremma diavola….però con sara mi diverto troppo.

    Mi piace

  4. bruce ha detto:

    Intanto io ero sceso alla stazione di Livorno, ho percorso tutta via Carducci, sono arrivato a piazza della Repubblica, ho proseguito fino al municipio, ho incontrato una signora con un pastore tedesco, poi mi sono riposato al caffè Cellini al molo Mediceo. Vacca boia quanta strada.

    Mi piace

    • semprevento ha detto:

      :-)….cammini veloce!!!
      ..io un ti sto dietro….
      Ora vado da margherita….ma prima esco a comprarmi le sigarette!!!!
      Sto ascoltando la telefonata del comandate di Livorno….ci voleva quello in quella situazione.
      ma che cavolo gli è successo????? le polemiche non mi piacciono…lo sai…ma dico io…
      anzi no, non dico nulla….s penso a quello che si prova salendo su una nave da crociera…al momento assolutamente felice…spensierato e desiderato….un grande senso di sconforto mi prende…questa notizia sta facendo il giro del mondo…una strage che poteva essere evitata…
      Ci vogliono uomini con le palle per assumersi la responsabilità di oltre 4000 persone….sul mare.
      vado.

      Mi piace

  5. bruce ha detto:

    non è questione di grandezza, ma di consistenza.
    Forse ce le aveva al tempo dei corsi e dell’incarico, grosse ma non erano di granito.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...