Laura Antonelli sola

Dopo il  vergognoso (e sospetto) compenso  di 200 mila euro dato dal sindaco di Napoli De Magistris a Roberto Vecchioni per presiedere il Forum delle culture della città, fa male leggere storie come quella di Laura Antonelli.

Luchino Visconti la guardò e disse che era «la più bella donna dell’universo». Michelangelo Antonioni la voleva a tutti i costi. Jean Paul Belmondo la amò per nove anni, e fu una storia pazzesca, sfrenata, piena di eccessi e tenerezze. Poi finì, come tutta quella vita, quei tempi, quei sogni. E cominciò la realtà.

L’ultima diva adesso è stanca, quasi rassegnata: «La vita terrena non mi interessa più». Ma al mondo importa ancora di lei: c’è un sito amatoriale, divinacreatura.com, nel quale le scrivono da ogni parte del mondo: Australia, Stati Uniti, Inghilterra, Canada. Ovviamente, dall’Italia. Ammiratori che parlano di «amore infinito». Nello studio del suo avvocato è arrivato un mazzo di fiori spedito da un uomo calabrese. Una donna, da Ginevra, le ha inviato un assegno di mille euro. E tutti, tutti, le dicono che era la «migliore, la più brava, l’unica»

Le è capitato un po’ di tutto, dopo il successo, dopo tutti quei film, a cominciare da Malizia , nel 1973. Come se la vita volesse tutto indietro, ma a interessi da capogiro. La cocaina, l’arresto nel 1991, la condanna per spaccio, la detenzione ingiusta: e finalmente l’assoluzione che la indicava come consumatrice di polvere, non spacciatrice.

Per stabilire questa verità, ci vollero undici anni. Le capitò altro, un lifting le procurò una reazione allergica. Le deturpò i lineamenti. E di colpo sembrò impossibile che quel volto fosse lo stesso che aveva fatto sognare, e fremere, gli italiani: «Un viso d’angelo su un corpo da peccatrice», scrivevano all’epoca i giornali. Lei minimizzava, sorridendo in quel modo lì, che dentro ci potevi immaginare altro: «Sono bassina, tondetta e con le gambe un po’ corte. Chissà perché piaccio?».

Altri tempi. Anzi, un’altra vita. In quella successiva, ha scoperto il dolore. Ha imparato ad usarlo «come una spugna – disse lei stessa – e così un po’ alla volta cancello le persone che mi hanno fatto soffrire». Chissà se ha smesso, se ha cancellato tutti.

Ora vive in una cittadina di quarantamila persone, Ladispoli, a quaranta chilometri da Roma. Sul litorale, sul mare, in una palazzina anonima. Ha una badante, non vede nessun’altro.  Tutti l’hanno abbandonata, anche gli amici più cari.

L’assegno della legge Bacchelli non è mai arrivato come l’interessamento dall’allora ministro dei Beni culturali Sandro Bondi che disse pubblicamente che le avrebbe fatto avere il contributo riservato alle personalità dell’arte e della cultura che versano in condizioni di necessità. Invece, la pratica al ministero non è stata neanche avviata.

Fa male ora vedere intascare 200 mila euro da Roberto Vecchioni per sedere su una poltrona.

Certo il denaro le farebbe comodo, visto che «il compenso per il film sulla mia vita, trentamila euro, è sparito in un giorno: per coprire i debiti accumulati». «Speriamo che adesso mi aiuti Mario Monti…».
Di certo così sola, così irriconoscibile, così in difficoltà da tanto tempo, Laura Antonelli come regalo per i suoi settant’anni avrebbe avuto bisogno di tutto: tranne che di una promessa non mantenuta.
Laura Antonelli ha cancellato fama e bellezza, ma non la dignità.  «Adesso sto abbastanza bene – confida all’avvocato – di certo non vedo nessuno, neanche le mie amiche di Roma».

Per la detenzione sbagliata, lo Stato le riconobbe centocinquantamila euro di risarcimento. Sparirono in pochi mesi. Andarono via in rivoli di generosità che la spingevano ad aiutare chiunque. È nello stesso modo che finiscono i soldi della vendita della villa di Cerveteri. E anche gli altri, tutti quanti.

Ora riceve «qualche centinaio di euro di pensione» e il Tribunale ha stabilito che non può occuparsi direttamente dei suoi affari.
Non ha automobile, telefonino, computer. Alle pareti, non ha neanche una foto. Prega, tanto. E a volte sorride, ma si tratta di momenti brevi.

 

(tratto dal corriere della Sera, articolo di Alessandro Capponi)

Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Off topic, Sport e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Laura Antonelli sola

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    .♥ …Buona prima domenica d’Avvento… ♥
    con sincera amicizia Rebecca ♥

    Mi piace

  2. semprevento ha detto:

    ..ce ne sono tante di storie come la sua….
    la cosa mi fa imbestialire da una parte e mi intenerisce dall’altra.
    la fama , devo arguire che fa molto male….se non la si sa dosare, porta all’inevitabile declino…
    Forse Laura aveva bisogno di unpo’ di sano egoismo..e pensare a se stessa in primis.
    La bellezza non dura in eterno…lo sappiamo bene.
    Vedi, la proletaria, la lavandaia, la commessa a tempo determinato, tutte quelle donne che lavoro per una pagnotta, non hanno la possibilità di spender soldi nella chirurgia estetica…per ora, in seguito chissà….Il botulino lo vedi bene in tv, ma per strada , almeno io non ne vedo, se non su volti di persone che hanno a che fare con ambienti di strada…i viados ad esempio….ma so anche che loro guadagnano un sacco di soldi…sudati, sporchi, senza coscienza ma li guadagnano…e li spendono in todo per la chirurgia estetica…a lorp serve per restare in auge …mica si possono condannare…
    Ora, alla luce dei fatti , purtroppo laura è stata sfortunata, ha incontrato persone bastarde che hanno approfittato della sua bontà…ma dico anche che dobveva salvaguardare il suo futuro..una stella non brila per sempre ..specie in quell’ambienti….Virna Lisi è un eccezione…donna stupenda,
    con le sue belle righe e un ottimo livello di recitazione…attrice e donna, ha saputo intelligentemente dosare la sua fortuna.

    ma ora vado…kiro ha mangiato qualcosa che gli ha tirato dal balcone la signora bionda…e c’ha la squaragna! a dopo.. ufff..corro!!

    Liked by 1 persona

  3. bruce ha detto:

    Qui ci sono stati altri due decessi di cani nell’ultima settimana ed uno, un bellissimo pastore tedesco proprio nel mio condominio (conoscevo la proprietara visto che ci incrociavamo spesso, lei da una parte ed io dall’altra, ma grandi saluti, cos’altro potevamo fare con due maschi del genere?)
    Avvelenati, i sintomi erano proprio forti diarree. E non è finita. Deve esserci un maniaco visto che sono stati fatti seri danni anche al parchetto. Questo ti fa capire che non sono i cani delle bestie.

    Laura Antonelli? Io credo che quella vicenda dello spaccio di droga l’ha segnata profondamente distruggendo la sua vita. Sfido chiunque nei suoi panni a uscire indenni dalla prigione e vivere un inferno per undici anni con il sospetto di tutti addosso, allontanata come un lebbrosa, abbandonata da tutti quando qualcuno cade in disgrazia.
    Certo ha commesso l’errore del lifting, ma quale attrice non si è sottoposta ad lifting per la carriera (viso, labbra, occhi, naso, tette, culi) ed oggi è stimata e gode del successo proprio grazie a questi ritocchi?
    Non è stato un errore se dopo undici anni di inferno aveva pensato di rifarsi una vita magari anche artistica dando un pizzico di gioventù ad un viso segnato dalle umiliazioni, dalla sofferenza.
    Gli errori li commettiamo tutti. Ad alcuni va bene, ad atri li segnano per sempre.
    E poi queste sono cose che succedono anche al di fuori della vita artistica, basta pensare ai fallimenti sul mondo del lavoro, al fallimento dei matrimoni che alcuni superano con grande personalità e forza d’animo mentre altri cadono nella solitudine, nella depressione, in esperienze negative.
    Si può cadere in disgrazia, sono cose che accadono nella vita, ma cosa più brutta non c’è dell’abbandono degli amici o presunti tali nei momenti della disgrazia. E lei è stata dimenticata proprio da quel mondo artistico che l’ha esaltata e magari sfruttata.
    Questo rafforza la mia teoria che non ci sono amicizie al di fuori della propria famiglia.
    Ciao bella

    Liked by 1 persona

    • semprevento ha detto:

      in linea di massima si, la famiglia è l’unica fonte di sicurezza…non sempre ma non andiamo a trovare il pelo nell’uovo enell’uomo in quanto essere.
      Laura è stata molto sfortunata…troppo.
      Ma mi arrabbio tanto …non riesco a capire queste maledette situazioni di benessere che poi finiscono nella tragedia…evidentemente i soldi fanno la felicità altrui e non la nostra.
      E’ una magra consolazione…e non ha importanza nulla…neanche la dignità, ma non quella di chi cade in disgrazia…ma quella di tutte le persone “tanto amiche”. il successo è una brutta bestia…
      meglio essere poveri in canna…avere un tetto di cartone…e un piatto di minestra alla mensa dei poveri…
      pare tutto così assurdo…
      beh che altro dire? mi dispiace…vedere le persone che stanno bene mi fa sempre piacere…
      il mio pensare Beati loro non ha nulla di invidioso….anzi.
      Mi rammarico di chi la vita la spreca ….la getta nella droga, la sgretola con la solitudine…
      si vive male…e si muore peggio.
      Mi domando sempre che cosa farebbe una persona che ha vissuto nell’agio e nella fama, se la estrapolassimo dal suo mondo dorato e la trasferissimo in un paese dell’Africa, dove se vuoi l’acqua devi camminare chilomentri per arrivare al pozzo, scoprendo che è avvelenata e che morirai a 40 circa….dove una ciotola d’impasto non si sa bene fatto di cosa , è il pasto giornaliero..insieme alle mosche, dove i bimbi muoiono tra le braccia delel madri dai seni troppo secchi e senza latte. Dove un uomo lotta contro la fame e perde sempre…
      in quel mondo sicuramente non faremo attenzione alle rughe, alle mani sempre ben curate…non avremo bisogno di dogra per tirare su il morale..c’e da pensare a portare acqua e quel nulla che si riesce a trovare…. lì non c’è cure per la depressione che costano tante centinaia di euro…lì non porti scarpe, abiti firmati….ci vorrei vedere un Valentino, o un giogio armani……e la bella Belen, il briatore con a segiuto la moglie e il pargoletto…
      lì c’è la cura per i mali del benessere…son sicura che poi una volta riportati nel cosiddetto mondo civile, l’apprezzamento a ciò che si ha sarebbe veramente umano.

      son pallosa e scostumata..lo so…ma penso che certe cose andrebbero vissute fortemente prima di…
      ciao bell’omo
      buona serata.
      Kiro sta bene…

      Mi piace

    • Elisabetta Lelli ha detto:

      Avvelenamenti cani (e altre scelleratezze), leggete qui (utilissimo anche da sbattere in faccia… quando ti ridono in faccia):

      http://www.federfida.org/

      Mi piace

  4. bruce ha detto:

    Grazie per la buona serata, ma non è stata così. Una telefonata di mia figlia mi dice che ha avuto un incidente con la mia macchina. Mi assicura che non si è fatta nulla.
    Arrivo sul posto con l’auto di mia moglie e trovo l’auto quasi piegata in due, polizia, autoambulanza. Mi si è gelato il sangue. Un ragazzo neopatentato a tutta velocità non rispetta uno stop ed entra nella portiera del guidatore. Per fortuna nulla di serio, al pronto soccorso le hanno dato il codice verde malgrado lo stato confusionale e qualche sospetta frattura. L’hanno tenuta in sala d’attesa per quattro ore, bastardi, per fortuna niente di rotto, solo una gran botta.
    ciao bella

    Mi piace

  5. semprevento ha detto:

    Azz…la cosa importante è che non si sia fatta nulla , a parte lo spavento e la gran botta.
    ..il resto si può risolvere….
    ma 4 ore son troppe….avrei urlato.
    ..ieri sera doveva essere una serata negativa ….niente di grave ma ho avuto una strana discussione con Sara….che m’ha fatto addormentare troppo tardi….
    Oggi è lunedi…speriamo nei prossimi giorni.
    Auguri alla tua bimba che oggi sarà di sicuro tutta rintronata…
    un abbraccio
    ivana

    Mi piace

  6. lucianaele ha detto:

    Ho letto la notizia sui giornali.
    Mi dispiace davvero per lei.
    Anche se di persone nelle sue condizioni, ma non note nel jet-set ce ne sono tantissime……
    Buon inizio di settimana,
    Luciana

    Mi piace

  7. semprevento ha detto:

    Ciao Sil,
    come sta la tua bimba????
    tutto a posto???
    vento…t’ho visto che ci sei 🙂

    Mi piace

  8. Elisabetta Lelli ha detto:

    Era una donna bellissima… E probabilmente anche molto… troppo sensibile.

    Mi piace

  9. schillaci andrea ha detto:

    una delle donne piu’ belle che ho mai visto, forse la piu’ bella.e sono convinto che sia stata una persona molto generosa, e ingenua. e sicuro circondata da persone come nuvole che spariscono al primo soffio di vento.persona false che abusavano della sua popolarita’ e la sua bellezza. dovremmo tutti rinfraziarla e ricordarla com’era.Grazie signora LAURA ANTONELLI

    Liked by 1 persona

  10. Elisabetta Lelli ha detto:

    Sil caro,
    a distanza di qualche mese ricevo notifiche su questo tuo bel post sulla signora Antonelli ed ho voluto leggerlo nuovamente, forse con più attenzione. Ho notato un particolare che probabilmente mi era sfuggito: la conferma della tua signorilità. Non hai voluto pubblicare immagini di questa splendida artista della serie “before – after”. Hai voluto renderle onore pubblicando foto che non ledono la sua bellezza, sebbene il web sia pieno di “before” e pare “si diverta” in certi sordidi giochini. Sei un gentiluomo, Sil. Ma questo lo sapevo già.

    Un abbraccio e un bacio.
    E.

    Mi piace

  11. Elisabetta Lelli ha detto:

    Errata Corrige: sebbene il web sia pieno di “after”. Sorry.

    Mi piace

  12. bruce ha detto:

    22 giugno 2015. A 74 anni Laura Antonelli si spegne nella sua casa di Ladispoli dove viveva da sola.
    Ci piace ricordarla nello splendore dei suoi film.

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...