Occultamento del tempo

Una carissima amica si è posta la domanda della utilità di certe ricerche scientifiche estreme.
Alle volte non si può darle torto, come quella che sto per descrivere, ma poi pensando e ripensando una applicazione vedrete che si riesce sempre a trovare.

Di cosa si tratta?
“Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se la dimensione del tempo finisse improvvisamente?”
Ebbene una delle aree della scienza che sta fortemente emergendo è l’area dello studio degli analoghi spaziotemporali. Si tratta di una disciplina dove i fisici giocano con sistemi che hanno un collegamento matematico con la relatività generale.

Non ho capito niente – mi dice il mio cane.
Ok, provo a dare una spegazione.
Tutto parte dai metamateriali.  I metamateriali sono materiali creati artificialmente con proprietà elettriche e magnetiche peculiari in modi particolarissimi per comportarsi in modi del tutto diversi. Si può infatti creare un metamateriale che si comporta come l’ordinario spaziotempo a due dimensioni spaziali e una dimensione temporale. Ma possono anche essere fatti in modo da comportarsi come altri tipi di spazi, con due dimensioni temporali e nessuna dimensione dello spazio, per esempio.

Mi rendo conto che la materia è difficile da capire – caro Bleff – allora mettiamola così: una situazione molto interessante di questi studi ha luogo quando due di questi materiali “trattati” sono messi l’uno accanto all’altro. Se una dimensione temporale è perpendicolare ad una dimensione spaziale, semplicemente arriva ad una fine. In altre parole, finisce il tempo, letteralmente. Chiaro?

No – mi risponde il mio cane.
Caro amico, non posso farci niente, perché anch’io non ne so di più. So solo che gli esperimenti con i metamateriali hanno, negli ultimi anni, portato a moltissimi esperimenti del tutto impossibili anche da immaginare solo pochi anni fa, e promettono di rivoluzionare molti aspetti di come si facciano gli esperimenti in laboratorio.

Per esempio questi ricercatori hanno costruito dei speciali tipi di plastiche chiamati Polimetilmetacrilato su delle sottilissime foglie d’oro. La luce prende la forma dei plasmon in movimento sulla superficie. Un possibile campo di applicazione è l’ottica.
Nell’ottobre del 2006, una gruppo di scienziati britannici e statunitensi creò un metamateriale che rendeva un oggetto invisibile alla radiazione delle microonde.
Si pensa, quindi, che si possano utilizzare i metamateriali per l’occultamento di velivoli o navi ai radar e alla radiazione ottica.

Quale sarà l’applicazione all’occultamento del tempo?


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Scienza, Tecnologia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Occultamento del tempo

  1. semprevento ha detto:

    L’HAI FATTO APPOSTA, TE!!!!
    mamma mia quante risate….ma dirai ” Che te ridi?”
    eh tsoro, m’hai fatto ricordare quei film di fantascienza che il babbolino si Sara adora…
    e che io detestavo perchè un ci capivo mai nulla quando il soggetto del film era il tempo!!!
    ..tipo tornare indietro nel tempo per cambiare gli eventi, oppure vedere quello che non si è visto ma che lo si può registrare senza accorgercene e risalire ad una logica che secondo lui non faceva una grinza….tipo il film deja vù …

    risalire al tempo passato, ma ti rendi conto???
    catturare il tempo….io lo intendo in altro modo!
    Ma pensa te!!!
    il metalmateriale…uhmmmm…mi fa pensare al poriuletano…..un materiale strano con cui si fanno anche i giacconi, giacche a vento e giubbotti…
    accidenti a loro , a chi lo ha inventato!!!
    Ti parlo chiaramente da operatrice nel settore lavaggi in lavanderia….il cosiddetto LAVAGGIO A SECCO!!!

    CMQ, io un t’ho capito….ma che vogliono fare????
    vogliono spostare, capovolgere accelerare, fermare, il signor Tempo???
    se è lo stesso che conosco io…mi sa che un ce la fanno…
    forse lo intenderanno per gli oggetti…ma per gli esseri umani la vedo dura….
    pensa come sarebbe scomodo se ti mettessero in un’ altra dimensione? attaccato ad un filo con intorno alla testa una bella bandana d’oro…se ti sparisce la testa…..son guai!!!!

    cioè qualcosa ho capito!!!
    Gli esperimenti servono a qualcosa….serve tutto….
    scusa le mie battute di spirito…ma ci vogliono per smorzare un pò l’argomento estremamente serio….ma tantoBbleff mi capisce, almeno spero…
    te, anche!
    ♫vento

    Mi piace

  2. semprevento ha detto:

    :mrgreen:

    : m g r e e n :

    capito? ( senza spazi)

    Mi piace

  3. bruce ha detto:

    Ah ah ah. Certo che l’ho fatto apposta, non per niente sono un para…
    Questo del deja vu è un bel argomento. Sinceramente io non credo che si possa andare aventi e indietro nel tempo, magari poi ci scrivo qualcosa, per ora sono solo delle esercitazioni matematiche. Il deja vu come dice la clip è un meccanismo della nostra mente, capita a tutti e questo ha dato origine a diverse interpretazione come la reincarnazione o appunto viaggi a ritroso del tempo. Ho pensato molto a questa cosa quando ero giovane. Viaggiare indietro nel tempo? No grazie, senza acqua per lavarsi (come dici te) morirei, tutta quella sporcizia addosso, i pidocchi, le malattie, senza le partite di calcio alla televisione, l’automobile. No, no, per carità. Il futuro? Neanche quello, potrei ritrovarmi in un mondo desolato o prigioniero in mondo super tecnologico dove mangi solo pasticche liofilizzate, e magari fai l’amore telepaticamente. No, meglio mia moglie così com’è, la impepata di cozze, la frittura di pesce, bistecca ai ferri.

    Il lavaggio a secco? E’ quella bella invenzione dove i panni che porti a lavare ti ritornano sporchi come prima e devi pure pagare. Vero cara vento?

    Il teletrasporto fisico da un punto all’altro di oggetti è in stato avanzato di ricerca e sembra che ci sia stato già qualche esperimento. In questo momento per esempio mi piacerebbe che mi venisse teletrasportato un bombolone caldo con cappuccino senza che mi vesti per bene per andare al bar e una bella bistecca per il mio cane.

    ♫ ciao bella musicalità

    Mi piace

  4. bruce ha detto:

    perchè non mi viene?

    Mi piace

  5. bruce ha detto:

    Dimenticavo di dire che occultamento del tempo voglia significare che il tempo sparisce. Quindi non ci sarà un futuro e un passato. Gli esperimenti porteranno a qualcosa come un fermo immagine di solo dimensioni come una foto? Boh! Vedremo come si evolve la cosa.

    Mi piace

  6. semprevento ha detto:

    eh si…già…nascondere il tempo…
    ma mi diventa assai complicato..da qualche parte deve iniziare…
    se io nasco..cresco…e poi passa qualcosa per cui invecchio
    e muoio, come lo chiami quel lasso di spazio???di tempo???
    o mi fai nascere e lì mi blocco..o mi fai ritrovare già a vent’anni e lì mi fermo.
    ma quell’attimo in cui apro gli occhi, come lo chiami????
    e se si trasferisce non alle persone ma alle cose…non è che una scodella nasca da sola….quella è magia( forse oppure materializzazione di oggetti che passano da uno stato solido ad uno stato gassoso, o molecolare..insomma transitorio, di non materia per poi materializzarsi altrove….dunqui aspetta che mi son persa….insomma hai capito te , c’hai la capa tanta. Quindi se non avessimo più tempo tutto si ferma nulla va avanti e nemmeno indietro…si diventa una fotografia gigante piantata dove..e chi fa l’azione che richiede comunque tempo per piantare un chiodo al muro ed attaccarci sta bella gigantografia?????

    speriamo che sia solo perchè gli esperimenti portano all’applicazione di regole anche in altri campi come la ricerca scientifica…tipo prevenzione o addirittura sconfitta di tante malattie rare e non.
    …certo che te passeresti anni anni infiiti in un avatar col pull rosso….fermo lì sorridente..e pure io con i miei occhialetti da sole…tanto quelli da vista non mi serviranno….oddio che @@ però!!!

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      immagina questi scienziati che mentre stanno facendo questi esperimenti qualcosa va storto e diventano loro stessi delle gigantografie da appiccicare al muro.
      Io invece farei una ricerca per creare un bel buchetto nero a Napoli da utilizzare come aspirapolvere così la puliamo da tutta quella monnezza, un altro nel parlamento.

      Mi piace

  7. semprevento ha detto:

    ♀♪♫☼►◄↕‼◙▬↨→↓↑←∟↔♥
    ♦♣♠♣♠•◘○$↓♂
    oh porca miseria!!!!
    mica lo sapevo!!!╣©Ñôã╚
    seeeeeeeeeeeeeeeeee
    vedi te con la tasterina dei numeri quante cosine
    si posson fare…hahahhahah mica lo sapevo!!!
    è stato un caso ieri sera che abbia scoperto le note musicali….
    lo vedi??? quando dico che sono ignorante!!!
    e che i ricercatori gira gira prima o poi c’arrivano!!!
    ♫ vento

    Mi piace

  8. semprevento ha detto:

    hai il portatile..uhm—
    prova.
    Ah prima che me lo dimentichi…
    devi spingere il tasto in basso. sulla tua sinistra Alt
    tenendolo premuto vaia lla tua sinistra dove troverai la tastierina dei numeri

    quindi alt +3 sarà il cuore appena lasci il tasto alt …♥
    ☺☻♥☼

    Mi piace

  9. semprevento ha detto:

    Ps: i ragazzini queste cose le sanno!!!!

    POi …ehm…lasciamo perdere i buchi perchè …
    mi lascio andare troppo….da bettola veramente bettola portuale….!!!!
    😛

    Mi piace

  10. bruce ha detto:

    ♥☺♪ E vai!
    Grazie bella 😉

    Mi piace

  11. bruce ha detto:

    qualche prova
    🙂
    😀
    😛

    Mi piace

  12. semprevento ha detto:

    ehmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm..
    mi chiami in causa su qualcosa che conosco benino!!!!
    MA IN CHE LAVANDERIA VAI???????
    Allora, partiamo dall’inizio?
    il lavaggio a secco è verissimo che non toglie le macchie acquose tipo:
    gore di sudore orina, caffè succhi di frutta e tutto ciò che ha una componente acquosa.
    è verissimo che non toglie odori tipo sudore , muffa, orina, il fritto un po’ si…
    E’ verissimo però che sta all’operatore metterti al corrente se le macchie possono venre via senza pregiudicare il capo in questione.
    Nel lavaggio a secco occorrono specifici saponi, lavaggi leggeri e mano leggera.
    Si fa presto a rovinare un pantalone di lino grigio con una spennellata di sapone..quando uscirà dal lavaggio ti accorgerai che proprio in quel punto la spennellata ha portato via il colore e poca macchia, lasciando una scoloritura netta e precisa.E magari tu quel sapone lo usi da anni su moltissimi capi.
    le cravatte…altro dilemma….mica son tutte uguali sai….si che lo sai…andrebbero cucite ai bordi…
    perchè spesso nel lavaggio l’imbottitura interna si torce….e la stiratrice deve perdere un sacco di tempo per farla tornare all’origine.
    Mai smacchiare con saponi forti..ma solo con acqua e tanta pazienza….la pura seta però scolorisce..e lascerà quell’alone chiaro che tu vedrai immediatamente….meglio la macchia???
    le cravatte sintetiche son le migliori però….se resta l’alone le immergi nell’acqua delicatamete
    le tamponi e le lasci asciugare..poi con tanto vapore ritornano belle….anche se non sempre!!!
    le gore di sudore sotto le maniche delle giacche….quelle sono un dilemma….
    si fa grande opera di smacchiatura prima del lavaggio…ma l’odore non verrà via…
    ci sono profumi….prodotti professionali….ma il lavaggio a secco chimicamente non si mescola all’acqua…un po’ come l’olio e l’acqua..restano sempre separati.
    Il bianco col tempo ingiallisce…io non compro mai un capo bianco che vada lavato solo esclusivamente a secco…..il classico tubino….diventerà una schifezza nel giro di una stagione….
    la cosa fantastica è che nel lavaggio a secco il tessuto non invecchia ….ed è molto più facile la stiratura.
    i jean’s…quelli se vuoi che ti restino nuovi…il secco è la migliore…

    O bruce ce n’è di cose….
    ma alla fine quello che conta è l’onestà della lavandaia!!!
    E soprattutto un’ottima manutenzione della lavatrice….un buon percloro…
    e tanta passione!!!
    ..e non farti fregare…..chiedi a me prima un consiglio…come per i divani….o le tende…
    o per un paio di mutandoni di lana!!!
    🙂 : m r g r e e n :

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      Lo so che sei una esperta e che gestire una lavanderia richiede una grande professionalità.
      Non basta conoscere il tipo di macchia e il tipo di lavaggio da applicare, è fondamentale conoscere il prodotto giusto. E un po’ di chimica non guasterebbe.
      Le mie cravatte ritornano sempre come prima, per non parlare dei miei pantaloni che ritornano come se fossero sbiaditi.
      Sul lavoro poi ho grossi problemi a smacchiare i capi in seta, macchie di olio della macchine da cucire è un problema farle scomparire per non parlare dei segni dei vari gessetti avanescenti che evanescenti non sono. Quelli di matita per i riferimenti in fase di cucitura poi sono un disastro, non vanno via assolutamente.
      E’ vero è facile dire lavaggio.
      Ciao bella
      :mrgreen:

      Mi piace

  13. semprevento ha detto:

    …infatti ho fatto un corso base di chimica lavandereccia…prima di aprire una lavanderia!
    Il nostro insegnante era un esperto…un grande uomo ….a lui piaceva un sacco imbarcarsi sulle navi da crociera e navigare mentre sistemava le immense lavatrici che ci sono su una nave….si intendeva di tutto…da una lavatrice a secco ci tirava fuori una lavatrice ad acqua…un ASCIUGATORE..era un fenomeno….adesso è passato a miglior vita….Tutto quello che so me lo ha insegnato lui, Riccardo.
    Poi l’esperienza diretta sul campo ha fatto il resto…si commettono errori proprio quando pensi di esser sicurissima!!! Quindi io vado sempre con i piedi di piombo….
    Il cliente si aspetta molto..troppo…e in effetti non capisce come mai tanti problemi…pensano che l’assicurazione copra tutto..ma non è così…
    ma soprattutto pensano che le macchie spariranno in un battibaleno…e non è così.

    Adesso è in fase sperimentale uno studio su determinati saponi e macchinari che siano in grado , lavando sempre a secco, di togliere quelle gore di sudore giallastre che si formano sui capi come ad esempio le giacche….
    Ma i costi per ora prevedono che saranno piuttosto alti…quindi una giacca no avrà un prezzo abbordabile….
    sai quanto spesi tra leasing e cose varie per metter su una lavanderia con tutti i macchinari???
    250 mila euro…..era BELLA GROSSA, DEVO AMMETTERLO..LA MIGLIORE SULLA PIAZZA….
    ma son tanti soldi….considerato che dopo 7 mesi usci una legge che predeveva i bollini cee per tutti i macchinari….se volevo venderli mi attaccavo al tram!!!erano fuori norma benchè fossero praticamente nuovi!

    ora il prezzo di una Donini non saprei davvero quantificarlo…ma vanno dai 50 mila euro in su…son tutte computerizzate…hanno le schede e i programmi incorporati…tutto automatico….
    Bella la tecnologia..ma se si rompe un aggeggio…attaccati al telefono perchè non funziona più nulla!!!
    per il problema della seta…eh tesoro…l’olio non avrebbe problemi a venir via a secco….
    solo che l’olio a volte diventa scuro o nero…ed è quello che resta sul tessuto…
    non verrà mai via…il classico olio bruciato…come quello della pizza!!
    per quanto riguarda il gessetto…molte volte la pistola ad aria risolve una buona parte del problema…a meno che nel frattempo non si formi un bel buco…provare per credere.

    PS:se i tuoi pantaloni tornano scoloriti…ehm…evidentemente non possono essere lavati a secco.
    ma sicuramente c’è scritto nell’etichetta….
    se fossero lavabili ad acqua…metterli alla rovescia con un aggiunta di acido acetico in dosi consigliate, trattiene le scoloriture eccessive….un pò come un bicchiere d’aceto aggiunto nella lavatrice di casa per i lavaggi colorati.

    Stamani ho stirato una caterba di camicie bianche!!!
    i matrimoni continuano…e le gore persistono!!!

    ♫vento

    Mi piace

    • bruce ha detto:

      250 mila euro. Vacca boia, spero che li avrai recuperati. Però quelli che te l’hanno venduta hanno fatto i furbetti, strano per la Donini, azienda molto seria come la Tonello.
      E’ bello parlare con chi parla la tua lingua. Devi sapere che in una azienda che non faccio nomi ho impostato da zero il lavaggio normale, used, sabbiato e per tutti i lavaggi dei jeans, dagli stone ai super stone wash, bleached, stone bleached, con relative schede per le impostazioni e dosaggi per il lavaggio.
      Per non parlare delle tinture, con un vero laboratorio con tanto di laureati in chimica. Grandi esperienze che unite alle altre ti fanno fare il salto di qualità. Potevi essere la mia capo reparto.
      Ciao bella lavandereccia.

      Mi piace

  14. semprevento ha detto:

    oh nooooooooo!!!1
    l’ho sparata grossaaaaaaaaa!!!!
    nel 1993 erano sempre corso le Lireee!!!
    250 milioni!!!!!!
    e ti spiego.
    2 lavatrici a secco da circa 40 kg di capi
    una lavatrice ad acqua da 9 kg
    una lavatrice per lavaggio piumoni.
    un asciugatore enorme .
    un generatore di vapore immenso
    una smacchiatrice
    una pressa e due assi da stiro
    un manichino per camicie giacche ecc ecc
    un manichino per pantaloni.
    una catena appendi abito da oltre 500 posti
    un imbustatrice.
    4 lavatrici e 4 asciugatori a gettone da 6 kg americane.
    un dosatore per il sapone con annessi gettoni americani!!!
    senza contare arredamento, depuratore d’acqua,
    registratore di cassa .
    mi pare ci sia tutto.

    tutto chiaramente nuovo!!!!
    oggi non farei più quell’errore
    e soprattutto non farei più La Lavandaia.
    Comunque…
    per il laaggio della pelle e capi particolari, tappeti e tintoria avevamo
    il nostro lavandaio di fiducia!
    se mi davi anche quello …oggi non ero qui a scriverti…ma sarei sicuramente sparsa in mare come io desidero, quando morirò!!!

    Eh, certo che te ne sai bimbo!!!
    Bravo bravo!!!

    …anche la sabbiatura….se vuoi ti dico come si fa quella in casa…
    c’ho l’informatore….un esperto pure in lavaggi chimici delle facciate!!!
    😀

    Mi piace

  15. bruce ha detto:

    si è fatta via la LUPAAAAAAAAAA, ma pensa te, spero che si rifaccia viva e rimanga.

    Te non avevi un negozietto, ma un industria. C’è gente che ci fa i soldi.
    Abbiamo portato i piumoni da letto a lavare, cavolo quanto costa.
    Ciao bella riesco col cane.

    Mi piace

  16. semprevento ha detto:

    …si lo so!!!!
    la Lupina nostra!!!
    l’ho beccata su msn….un ci credevo!!!!
    bella e tosta quella figliola!!!
    ho dimenticato di dirtelo!!!
    son fusa….ti manda un leccotto!!!
    Bon..io preparo le tagliatelle al pomodoro fresco e basilico….
    poi,cocomero!!! la sera si mangia leggeri!!!!
    un pò di tv…passeggiata con kiro..e poi a nanna!!!
    mi pare più che sufficiente per oggi!!!

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...