Judgment Day

Ragazzi, segnatevi queste altre due date in agenda: 21 Maggio 2011 e 21 Ottobre 2011.
Perché?
Perché ci sono altri annunci di catastrofi in giro. Questa volta è una comunità di religiosi californiani.
Il 21 Maggio prossimo ci sarà il Giudizio Universale e il 21 di Ottobre la fine del mondo.

Come le hanno calcolate? Allora: trenta dì conta Novembre, con April Giugno e Settembre, di ventotto ce n’è uno, tutti gli altri fan trentuno. Semplice no!
Non è proprio così ma sembra che la Bibbia parli chiaro, questa volta non ci sono dubbi, è proprio arrivata l’ora.
Ok, non voglio portarla per le lunghe, vi copio il pezzo riportato da uno dei miei siti preferiti fonte inesauribile di notizie bufale e dintorni (il disinformatico).

Come è stata fatta questa previsione? Basandosi brani della Bibbia scelti a capocchia: per esempio, uno in cui Dio dice che “di qui a sette giorni” avrebbe fatto piovere per 40 giorni e notti e uno che dice che “per il Signore, un giorno è come mille anni e mille anni sono come un giorno.” Ergo, secondo il fine ragionamento del signor Camping (loro capo spirituale) la fine del mondo avverrà settemila anni dopo la data in cui Dio ha annunciato il “di qui a sette giorni”. Stando a “calcoli” che per decenza vi risparmio, detto annuncio sarebbe avvenuto nel 4990 avanti Cristo, per cui i settemila anni scadono proprio adesso, nel 2011.

Ora qualcuno direbbe qual’è il problema. Basterebbe ignorare questi cretini e la vita continuerà tranquilla come prima. E no, proprio qui casca l’asino. Inevitabilmente ci saranno i deboli di spirito che si faranno sedurre da questa scemenza e quando la fine del mondo non arriverà (perché non arriverà) avranno una crisi, col rischio (come avvenuto in altri casi di appartenenti a queste sette) che qualcuno decida di far avverare la profezia suicidandosi o commettendo altri gesti idioti.

“Ma che ti frega, problemi loro” – mi dice il mio cane che ha ascoltato mentre leggo queste cretinate.
E se avesse ragione lui?


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Bufale e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...