Aria fritta


Dove ti rigiri sul Web non fai che leggere delle cretinate messe in giro da idioti, complottisti e catastrofisti (come se ci fosse differenza).

È questo che mi preoccupa. Mi preoccupa questa voglia strisciante di oscurantismo, di anti scienza, di paranoia e di catastrofi, perché non voglio che la mia vita, e quella dei miei figli e dei miei parenti e amici, sia decisa da santoni, falsi intellettuali, da chi crede a oroscopi o cartomanti o a qualsiasi cosa detta dal primo imbecille che apre un blog su Internet e pensa di saperne di più di tutti i tecnici di settore per attirare contatti.

Con chi ce l’hai questa volta – penserà qualcuno –
Dopo la castroneria di molti imbecilli secondo i quali il recente catastrofico terremoto in Giappone sia stato volutamente causato dagli americani attraverso la stazione scientifica di Haarp in Alaska (clicca qui) e che questa stazione sia in realtà anche una macchina da guerra per friggere il cervello delle persone, ebbene sono ritornati alla carica i complottisti delle cosiddette scie chimiche.

Da diverso tempo circola su Internet la teoria delle cosiddette scie chimiche (in inglese chemtrails). Secondo questa teoria, alcune delle scie lasciate in cielo dagli aerei sarebbero differenti da quelle normali. Sarebbero in realtà scie di sostanze chimiche nebulizzare nell’aria tramite sistemi di irrorazione montati su areoplani che non appartengono al normale traffico aereo.
Le scie chimiche assomiglierebbero inizialmente alle normali scie di condensazione, ma sono molto più spesse, si estendono per tutto il cielo e spesso vengono tracciate a croce, a reticolo e lungo linee parallele. Invece di dissiparsi rapidamente, le scie chimiche si espandono e formano “piume” e “code di cavallo”. Nel giro di mezz’ora o meno, si aprono formando tenui formazioni che si uniscono a formare un velo bianco sottile o una ‘falsa nuvola tipo cirro’ che persiste per ore

Ora il più sveglio di voi si starà chiedendo chi è che sparge queste polverine nei cieli e per quale motivo.
Neanche a dirlo, anche questa volta è colpa degli americani. Secondo questi abusatori di ingiurie verbali, essi sarebbero venuti a conoscenza (dicono) di un piano segretissimo degli americani per inquinare il pianeta e forse far fuori quattro miliardi di persone.
Addirittura che il governo statunitense, d’accordo con altri governi coinvolti nel programma, stia autorizzando il rilascio graduale di bio agenti, allo scopo di vaccinare le popolazioni dall’alto.
Ma di prove nemmeno l’ombra, di fare riferimenti circostanziati non se ne parla proprio.

In compenso fanno generici riferimenti.
– Vaste aree agricole dopo la comparsa delle scie, sono state letteralmente bruciate e il terreno reso pressoché sterile…ai normali semi ovviamente, non a quelli standardizzati per quel tipo di condizioni.
-Si pensi alla strana epidemia di patologie respiratorie che ha colpito da qualche mese, circa il 40% della popolazione italiana

Dall’aria fritta , passiamo alla scienza.
Le scie che si possono osservare in cielo dietro gli aerei sono solitamente prodotte dalla condensazione dell’acqua sotto forma di piccolissimi cristalli di ghiaccio presente nello scarico dei motori e nell’atmosfera intorno all’aereo in condizioni atmosferiche adatte. In gergo tecnico si chiamano scie di condensazione o contrail.

Tutti i comportamenti descritti dagli scia-chimisti-complottisti rientrano fra quelli che possono avere anche le normali scie di condensazione: si disperdono più o meno rapidamente a seconda delle condizioni atmosferiche. Assumono forme differenti a seconda del vento in quota. Si interrompono e ricominciano quando l’aereo passa da una zona dell’atmosfera a un’altra che ha condizioni differenti, e questo capita anche a distanze molto modeste perché l’atmosfera è piena di correnti e quindi è in continuo rimescolio (per questo gli aerei, durante il volo, ogni tanto sobbalzano).
Tutto qui.
Se non siete convinti allora leggete qui da cui ho tratto l’ultimo paragrafo.

La gente è davvero così ingenua?
In parte sì. Complice il rimbambimento mediatico dei giornali. L’alfabetizzazione scientifica del cittadino medio è a livelli patetici, creando un terreno fertilissimo per qualsiasi teoria che faccia leva sulle paure istintive. Ma non è solo questo. Parte delle colpe le attribuisco ad un tipo di insegnamento scolastico che nel passato era più ‘politicizzato’ appiattito su posizioni storiche e poco ‘scientifico’.
Bisogna aggiungere il fatto che il mistero si confeziona con poca fatica e vende molti più giornali (e contatti sul web) della più razionale rivista di ricerche scientifiche.

P.S. Un avvertimento. Se sei un credulone stai lontano da Roma l’11 Maggio, secondo i catastrofisti ci sarà un terremoto devastante. Scommettiamo che sarà un’altra bufala.


Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Bufale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Aria fritta

  1. semprevento ha detto:

    …allora è vero che la demenza non è solo senile!
    Ciao bell’omo…non sono in forma stamani…non so perchè…
    o forse lo so.
    Cmq…ritorno da te…
    buona giornata bimbo!
    vento

    Mi piace

  2. semprevento ha detto:

    Ciao bell’omo…
    Sai che c’è?
    che non capisco più dove va a finire questo mondo!
    Ma che cavolo c’ha la gente?
    Una volta la miseria era dovuta al fatto che le famiglie erano numerose ed i figli dovevano lavorare nei campi…non c’era posto per la lettura e la scrittura…ma tutto era più spontaneo e corretto.
    Io mio nonno l’ho consciuto…e non era tanto ignorante…ai suoi tempi la televisione era un lussoe lo è stata anche ai miei…i miei genitori comprarono la tv negli anni 70 con grandi sacrifici…la scuola ara quella dell’obbligo e io ci sono andata.
    Mio nonno no, e neppure mia madre…neppure mio padre.
    mia madre aveva 10 tra fratelli e sorelle….quindi….eppure c’era un aria diversa.
    Ora mi domando , con tutta la tecnologia, internet, la tv ( spesso spazzatura) offre una miriade di spunti per documentarsi…la scuola …cristo santo , la scuola…..questi giovani di cui la Moltalcini va fiera, ma dove sono?
    Io ci parlo con mia madre, quando posso di tante cose…e se per caso non capisce..pazienza , a lei non serve internet…mio padre ormai è volato via da 13 anni….ma sicuramente gli sarebbe piaciuto capire tante cose….
    Questo mondo che crea e inventa …catastrofi, eventi, inquinamenti di ogn genere…ma dove stiamo andando?
    E che faccio io? mi ci arrabbio o cammino per la mia strada cercando di capire dove sta il vero e il falso?
    la curiosità è ciò che spinge nella scoperta di nuove parole, di concetti, di meccanismi e quant’altro…ma allora devo pensare che la CURIOSITA’ è in estinzione?
    A questo punto credo di si….
    E mi ci arrabbio un bel pò….
    m’hai capita vero?

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...