La Luna si allontana

 

 

Nata circa 5 miliardi di anni fa dallo scontro fra la Terra e un corpo planetario di taglia marziana (questo è, almeno per ora, il modello più verosimile della formazione lunare), la Luna si è aggregata a partire dai frammenti di quella catastrofe.

 

All’inizio era estremamente calda e, come tutti i corpi del Sistema Solare primordiale, intensamente bombardata. E si contraeva, finché nel giro di alcune centinaia di milioni di anni raggiunse le dimensioni attuali. Da lì in poi, la quiete. Insomma, quiete si fa per dire, ché il bombardamento meteorico proseguì ancora parecchio.

 

Per molto tempo si è pensato che fosse morta, fredda, immutabile. Poi i sismometri lasciati dalle missioni Apollo hanno dimostrato che qualcosa accade: leggeri tremolii, a stento definibili come veri e propri lunamoti. Tant’è che sembravano causati dall’impatto di grossi meteoriti, dalle variazioni termiche, dall’influsso mareale terrestre. Certo non da una trasformazione interna della Luna. Oggi però questo quadretto così tranquillo è tutto da ripensare. Perché il nostro satellite si contrae ancora. E parecchio. E forse proprio in questo momento.

In un articolo infatti pubblicato da "Science" e firmato da ricercatori statunitensi e tedeschi riferisce di una scoperta stupefacente: la Luna si contrae ancora. Di certo sembra essersi contratta di almeno 200 metri durante l’ultimo miliardo di anni (su 3.500 chilometri) del proprio diametro.  Se così fosse, la contrazione lunare potrebbe essere non solo tuttora in corso, ma ben più veloce di quanto possiamo immaginare.

 

Che significa tutto questo? Sinceramente non lo so. Ma potrebbe essere un problema.

Se il suo diametro diminuisce è  ipotizzabile un suo progressivo allontanamento dalla Terra fino al definitivo distacco. Infatti essa si allontana di 3,5 cm l’anno, fra un milione di anni si sarà allontanata di 35.000 km. Almeno questo ci tranquillizza, sappiamo che non ci cadrà addosso.

Ma non ci saranno più le maree come saranno sconvolti tutti i cicli vitali degli animali e delle piante basati sui cicli lunari. Si ipotizza che l’asse terreste subirà una instabilizzazione e le stagioni saranno profondamente stravolte ed interi continenti vedranno mutato profondamente il proprio clima.

 

Bleff che è sdraiato sotto la mia scrivania alza gli occhi come per dirmi perchè è un problema: in un arco di tempo così lungo avremmo tutto il tempo di adeguarci.

Mica stupido il mio cane.


 
Annunci

Informazioni su bruce

Ingegnere. Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu. (Massimo Troisi)
Questa voce è stata pubblicata in Ultime dallo spazio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La Luna si allontana

  1. ventodeldeserto ha detto:

    senti bruce…te la devi smette…sei catastrofico…la mi Luna….che se ne và!!!!si va bene…son cos che un dici te ma le dicano loro…però….nzommaaa!!!! 3,5 centimetri all\’anno…..un milione di anni….ma che ti frega a te?????un ci saremo piuuuuuuuuuu!!!!! e secondo me un ci sarà neppure più la puzza della razza umana….saremo tutte anime beate…se si continua così…..in ogni senso….in ogni cosa…beate non so…..anime però si…..

    Mi piace

  2. ventodeldeserto ha detto:

    Bleff stai tranquillo….secondo me arrivarà l\’omo Ragno….e sputttttt……acchiapperà la luna nella sua ragnatela …e risolverà il problema….per un pò!

    Mi piace

Il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...